Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘concessioni’

Autostrade Rampelli: Revocare concessione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 giugno 2020

“Ogni volta che si torna a parlare di Autostrade si smarriscono le ragioni del confronto serrato e della proposta di revoca. Occorre rammentare che la rete autostradale è stata costruita esclusivamente con i soldi dei cittadini italiani, comprese gallerie, viadotti, ponti, valichi, caselli, svincoli. Che una generosa quanto inopportuna concessione ha dato alla società Atlantia la sua intera gestione in cambio di una manutenzione ordinaria e straordinaria appaltata a ditte amiche secondo criteri non trasparenti, con il corollario di consulenze milionarie e clientelari, probabilmente suggerite da partiti amici. Che detta società ha quindi iniziato a riscuotere pedaggi, affitti per subconcessioni di spazi, materiali e immateriali, ricadenti sul sedime della stessa rete, praticamente facendo cassa su beni costruiti dallo Stato. Che il crollo del ponte Morandi e la condizione di degrado e rischio in cui versano decine di infrastrutture dimostrano che l’unica attività svolta dalla ‘società autostrade’ era effettuare la manutenzione ordinaria minima tale da giustificare i rincari annuali automatici delle tariffe. Che dall’inizio della privatizzazione selvaggia a oggi non è stato realizzato un solo km di nuova autostrada a carico del concessionario, il processo di automazione ai caselli non ha sviluppato nuova occupazione ma semmai l’ha rivista al ribasso. Che in molte nazioni a economia liberale le autostrade sono gestite direttamente dallo Stato ovvero da società dallo stesso partecipate, con conseguente garanzia di reinvestimenti degli utili di esercizio. Pertanto appare paradossale il ritardo con cui si stia procedendo verso la revoca e l’entrata dello Stato nella futura società che gestirà il traffico su gomma in Italia. Certo è che l’atteggiamento di Atlantia è risultato fin dal principio poco rispettoso delle prerogative della nostra comunità, come dimostrano anche i maxi profitti realizzati sulla gestione di Aeroporti di Roma, dove è stata incoraggiata la concorrenza sleale delle compagnie low-cost a danno di Alitalia e, ora, minacciando immaginifici licenziamenti in blocco dei dipendenti della società autostrade. Inutile precisare infatti che i lavoratori non perderanno affatto il loro posto perché l’attività di gestione, semmai, passerà solo di mano. Una minaccia scorretta che tradisce, qualora ce ne fosse ancora bisogno, la natura di questa multinazionale che ha succhiato risorse pubbliche per decenni, regalandoci una gestione pessima della rete autostradale, fino alla tragedia di Genova. Il Governo proceda in fretta alla revoca e vari un nuovo piano che consenta l’uso dei 5 miliardi l’anno di utili a beneficio della collettività”.E’ quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Proposta Franceschini su proroga concessioni balneari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 aprile 2020

“E’ senza dubbio positiva la proposta del ministro Franceschini di inserire nel prossimo decreto Aprile una norma di proroga delle concessioni balneari, già fino al 2033, al fine di eliminare ogni dubbio applicativo. Io stessa avevo presentato un’interrogazione al ministro proprio per sollecitare un intervento del governo. In particolare, sulla necessità di un corretto bilanciamento tra libertà individuale, libera iniziativa economica privata nell’ambito del rispetto della evidenza pubblica e dell’istituto della concessione demaniale. L’annuncio di Franceschini è un primo passo, importante, nei confronti del settore, che mi auguro sia l’inizio di ulteriori azioni protettive e di stimolo che possano fugare incognite e lenire danni economici che nella prossima stagione con ogni probabilità affliggeranno il settore, strategico per l’economia italiana e volano di introiti per un indotto molto ampi. Credo, comunque, che sia auspicabile una azione di stimolo più incisiva con l’avvio di una governance italiana più decisa e riforme strutturali che interessino tutto il settore turistico, anche nel solco dell’innovativa creazione di una piattaforma italiana che offra al mondo la cultura italiana a pagamento, realizzando una sorta di ‘Netflix della cultura’, come dichiarato dallo stesso ministro Franceschini. Questo però non deve far dimenticare che il turismo, ed in particolare quello balneare, vive di una irrinunciabile fisicità, oggi quanto mai desiderata, che va tutelata e incentivata”. Lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia, Giovanna Petrenga.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Concessioni autostradali e risoluzione contratto per inadempienze”

Posted by fidest press agency su domenica, 29 dicembre 2019

La Corte dei Conti conferma quella che è sempre stata l’interpretazione di Fratelli d’Italia: le clausole che prevedono l’indennizzo all’esercente anche in caso di risoluzione per inadempienza sono nulle perché chiaramente in violazione con i principi del diritto civile. In particolare la Corte dei Conti ricorda che il codice civile “dispone la nullità di patti che escludono o limitano preventivamente la responsabilità del debitore per dolo o colpa grave”. Niente più scuse, vanno riviste tutte le concessioni autostradali e aeroportuali per assicurare che sia garantita la tutela dell’interesse nazionale». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concessioni demaniali e loro complessità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 dicembre 2019

I problemi connessi all’applicazione delle normative che regolano le concessioni demaniali sono di particolare complessità, ma devono trovare una soluzione in tempi rapidi, almeno a livello regionale. La questione più urgente, per le categorie di marina, dei porti turistici, e delle Associazioni Nautiche Sportive, è ottenere la proroga delle concessioni di altri 15 anni, come fatto per la categoria dei “balneari”. È una necessità sentita dagli operatori economici del settore nautico. Ed è urgente, visto che a molti le concessioni scadono proprio nel 2020.Per affrontare e possibilmente risolvere questi problemi, il Comitato Esecutivo di Assonautica Udine ha organizzato un convegno che si terrà alle 15 di venerdì 6 dicembre a Villa Dora (San Giorgio di Nogaro). Il titolo è “2020 e Direttiva Bolkestein: quale futuro per le concessioni del diporto nautico”. Al convegno parteciperanno Massimo Bernardo come moderatore (giornalista specializzato in economia di trasporti), quindi Roberto Mattiussi (Sindaco di San Giorgio), Sebastiano Callari (assessore al patrimonio e demanio della Regione), Mario Ordiner (presidente di Assonautica Udine), Roberto Perocchio (Presidente Assomarinas), Stefano Zunarelli (Ordinario di Diritto dei trasporti nell’università di Bologna), Francesco Forte (Direttore Centrale patrimonio della regione).

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La pacchia delle concessioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 agosto 2019

“È normale secondo voi che il gruppo Atlantia dei Benetton realizzi in solo 6 mesi utili per 777 milioni di euro gestendo in concessione dei beni pubblici come le autostrade e gli aeroporti di Roma? Beni che sono stati costruiti dallo Stato e che sono diventati la mangiatoia di gruppi privati che hanno il solo pregio di sapersi tenere buoni i governanti di turno. Ma lo scempio non finisce con gli enormi e facili profitti realizzati, perché altro scandalo sono gli investimenti e le manutenzioni non fatti (come nel caso di Autostrade), o gli investimenti di comodo, come nel caso dell’Aeroporto di Fiumicino dove gli investimenti vengono destinati a cose utili solo alle speculazioni dei Benetton invece che a migliorare i collegamenti con l’aeroporto. Questo scempio è indegno di una Nazione civile. Fratelli d’Italia chiede da sempre di rivedere tutte le concessioni pubbliche che non rispondono all’interesse nazionale. Che fine hanno fatto i proclami di Di Maio e Toninelli fatti dopo il crollo del del ponte di Genova? Si sono arenati in cambio dell’ingresso di Atlantia in Alitalia?”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

La vergogna delle concessioni autostradali

Posted by fidest press agency su domenica, 19 agosto 2018

“Ora spunta una penale miliardaria per revocare la concessione di Autostrade anche in caso di “grave colpa”. Il contratto prevede che se Autostrade non fa il suo lavoro, non fa manutenzione, fa crollare i ponti, lo Stato può revocare la concessione ma deve pagargli comunque tutti gli utili previsti fino alla fine della concessione. In sostanza possono far marcire le autostrade e non rischiano nulla, il loro guadagno è garantito comunque. Ecco la vergognosa pacchia delle concessioni autostradali. Fratelli d’Italia pretende di sapere tutti i nomi e i cognomi di chi ha redatto e firmato questo contatto capestro contro il popolo italiano. Andremo in fondo a questo schifo e ci batteremo in ogni sede per impedire la beffa della ‘penale’ da pagare a chi da anni si arricchisce sulla pelle degli italiani”. E’ quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Roma: concessioni delle palestre scolastiche

Posted by fidest press agency su sabato, 1 luglio 2017

“La giunta Raggi in un anno di attività anche sulle concessioni delle palestre scolastiche si è contraddistinta per inerzia e inaffidabilità. Come in altri settori non è riuscita ancora ad adeguare i criteri per l’affidamento delle concessioni per l’utilizzo delle palestre scolastiche a scuole chiuse lasciando ai dirigenti municipali la facoltà di procedere con criteri spesso improvvisati senza tener conto dell’esperienza e del radicamento delle realtà sportive”. – Commenta così Marco Palumbo consigliere del PD Capitolino lo stop ai bandi municipali e le proroghe delle concessioni dei centri sportivi- “ Sono mesi – prosegue Palumbo- che lanciamo l’allarme, più volte inascoltato, sui bandi municipali pubblicati in ritardo e mal formulati per il rinnovo delle concessioni per l’utilizzo delle palestre scolastiche a scuole chiuse. Abbiamo anche paventato il serio rischio di uno stop dei servizi dei centri sportivi municipali a causa del mancato rinnovo delle concessioni. Sull’argomento ci sono state diverse riunioni della commissione trasparenza in cui oltre al danno per tanti bambini e anziani costretti a rivolgersi in alternativa a centri privati e più costosi, si prefigurava anche un danno erariale per l’amministrazione, perché il Comune avrebbe perso i canoni pagati dalle società, in base a una tariffa oraria, per l’uso degli spazi. E’ dagli anni settanta che il Comune gestisce il servizio dei centri sportivi municipali in regime di sussidiarietà, affidando alle associazioni le palestre e le strutture delle scuole elementari e medie, in orario extrascolastico. Gli affidamenti di durata triennale vengono concessi sulla base di una delibera del 2003 che ne individua i criteri, procedure e quote associative. Ci sono realtà di alta professionalità e fortemente radicate nei quartieri cui probabilmente si è già creato un danno di programmazione nell’attività a causa dell’improvvisazione cui ha dato prova ancora una volta la giunta capitolina. Con l’introduzione del nuovo codice degli appalti infatti è sopraggiunta la necessità di adeguare le norme per l’affidamento dei servizi e in attesa di recepire la nuova normativa si è proceduto con proroghe di concessione l’ultima delle quali scade il prossimo 30 giugno. In un anno però la giunta Raggi, dopo aver creato il caos nei municipi che hanno interpretato ognuno a proprio modo le regole del nuovo Codice degli appalti e creando quindi difformità di giudizio a seconda del territorio di appartenenza si è vista costretta, nell’imminenza della scadenza temporale, ad un nuovo rinnovo delle proroghe. E’ grave che dopo un anno di attività la giunta non riesca ancora ha dare un indirizzo univoco nel recepimento delle nuove disposizioni di legge”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concessioni autostradali: la Commissione deferisce l’Italia alla Corte di giustizia dell’Unione europea

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 maggio 2017

autostradeBruxelles. La Commissione europea ha deciso oggi di deferire l’Italia alla Corte di giustizia dell’Unione europea per violazione del diritto dell’Unione. La violazione deriva dalla proroga di un contratto di concessione autostradale avvenuta senza previa indizione di una gara d’appalto.
Le autorità italiane hanno prorogato di 18 anni un contratto di concessione di cui è titolare la Società Autostrada Tirrenica p.A. (SAT SpA), attualmente concessionaria della costruzione e gestione dell’autostrada A12 Civitavecchia-Livorno. Il contratto è stato rinnovato senza previa gara d’appalto. La Commissione ritiene che l’Italia sia venuta meno agli obblighi che le incombono in base alle norme UE in materia di appalti pubblici, in particolare in virtù della direttiva 2004/18/CE. Le norme dell’UE in materia di appalti pubblici hanno lo scopo di garantire che tutti gli operatori economici abbiano pari possibilità di partecipare a una gara d’appalto e di aggiudicarsi un appalto. In base alle norme vigenti una nuova concessione può essere attribuita solo al termine di una procedura competitiva, ad eccezione dei casi specificamente regolamentati dal diritto dell’UE. Una proroga della durata equivale a una nuova concessione; di conseguenza prorogare la data di scadenza di un contratto di concessione autostradale senza previa indizione di una gara d’appalto non è in linea con il diritto dell’UE in quanto altre imprese potenzialmente interessate si vedono preclusa la possibilità di presentare un’offerta.
La Commissione aveva già espresso le sue obiezioni in un parere motivato dell’ottobre 2014, con il quale sollecitava l’Italia a porre fine alla violazione del diritto dell’UE. A seguito di serrate discussioni con le autorità italiane e considerato che le misure proposte da queste ultime non sanerebbero la violazione del diritto dell’UE, la Commissione ha deciso di deferire l’Italia alla Corte di giustizia.
La prima concessione per la costruzione dell’autostrada Livorno-Civitavecchia alla Società Autostrada Tirrenica p.A. (SAT S.p.A.) risale al 1969. Per vari motivi sono stati finora realizzati solo 56 dei 242 km previsti. La concessione è stata originariamente accordata per un periodo di 30 anni (fino al 1999). Da allora la concessione è stata prorogata due volte, rispettivamente fino al 2028 e al 2046, senza alcuna procedura competitiva.
Su questa questione la Commissione ha avviato nel 2009 una procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia, chiusa però successivamente alla luce degli impegni delle autorità italiane. Nel 2014 è stata aperta una nuova procedura d’infrazione, dopoché la Commissione era venuta a conoscenza del fatto che l’Italia non aveva rispettato gli impegni assunti nel 2009. Al termine di ulteriori discussioni con le autorità italiane volte a risolvere il caso, la Commissione ha deciso di deferire l’Italia alla Corte di giustizia.
Le concessioni autostradali sono un servizio pubblico strategico, che comporta ingenti investimenti con un impatto significativo sull’economia nazionale. La Commissione sta attualmente valutando una serie di altri contratti di concessione autostradale in Italia al fine di valutarne la compatibilità con le norme dell’UE. In materia di appalti, ciò che la Commissione intende in particolare chiarire nella maggior parte dei casi è se le concessioni, comprese le proroghe dei contratti in essere, siano attribuite mediante procedure di appalto aperte e competitive.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Firma protocollo intesa

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2011

Torino 12 luglio alle 12 nella Sala Marmi di Palazzo Cisterna, in via Maria Vittoria 12, il Vice-Presidente e Assessore Allo Sport, Gianfranco Porqueddu, firmerà il Protocollo d’intesa tra la Provincia di Torino, l’I.C.S. (Istituto per il Credito Sportivo) ed ilC.O.N.I. per la concessione di mutui finalizzati alla costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, completamento e messa a norma di impianti sportivi o strumentali all’attività sportiva. L’intesa prevede che l’I.C.S. metta a disposizione per tre anni una somma complessiva di 26 milioni di Euro per stipulare mutui con la Provincia di Torino, o con altri Enti pubblici e privati previsti dallo Statuto dell’Istituto. I termini dell’accordo saranno illustrati ai giornalisti presenti alla firma dal Vice-Presidente Porqueddu e dal dirigente dell’I.C.S. delegato alla firma.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuove regole concessionari gioco pubblico

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 giugno 2011

Per i nuovi concessionari di gioco pubblico, anche online, sarà necessario presentare la documentazione antimafia per soci che detengono anche indirettamente una partecipazione al capitale o al patrimonio superiore al 2%, nonché dei direttori generali e dei soggetti responsabili delle sedi secondarie in Italia di soggetti non residenti. E’ quanto prevede una delle misure contenute nella Manovra del Governo relative al settore giochi. Revoca della concessione, come riferisce Agipronews, per chi presenta una documentazione falsa. Per i vecchi concessionari la dichiarazione antimafia verrà chiesta in sede di rinnovo. Certificato antimafia anche necessario anche per titolari e gestori di locali in cui vengono offerti giochi pubblici.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giochi – Cds su canoni di concessione

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 maggio 2011

L’eccezione al divieto di imporre canoni è applicabile nel caso sussistano due requisiti concorrenti: che i rapporti negoziali di natura commerciale con soggetti terzi (agenzie di scommesse e ricevitorie, ndr) siano “previsti in forma espressa” e vengano “regolati” già negli atti di gara. La palla, spiega Agipronews, passerà ora ai Monopoli di Stato, che dovranno interpretare il parere e dare indicazione agli operatori sulla legittimità dei canoni imposti a ricevitorie e agenzie. Sulla vicenda si era scatenata nei mesi scorsi una vera e propria battaglia, culminata con la segnalazione depositata all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato dalla Federazione Italiana Tabaccai – sottoscritta da cinquemila ricevitori – volta ad accertare l’eventuale configurazione di una fattispecie di abuso di posizione dominante da parte di un operatore di gioco. Forte anche la mobilitazione dei concessionari rappresentati da Confindustria che, in una lettera inviata ai vertici del ministero dell’Economia, avevano sottolineato i profili di criticità contenuti nel decreto incentivi, auspicando una modifica della controversa norma anti-canoni di concessione.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Decreto concessioni spiagge ai privati

Posted by fidest press agency su sabato, 7 maggio 2011

Da (Il Messaggero del 6 maggio 2011) “Decreto concessioni spiagge ai privati” e Rosario commenta: “Che piaccia o meno anche questa potrebbe risolversi in una legge ad persona, tagliata su misura per il cavaliere. Il decreto in questione non indica l’uso delle spiagge in concessione ai privati, né formalizza le condizioni per usufruire di tali concessioni, per cui un privato con villa sul mare avrebbe i requisiti necessari per ottenere la concessione per 90 anni, ovviamente vendibile insieme all’unità immobiliare di riferimento. Il cavaliere possiede una mega-villa in Sardegna “La Certosa” (dove, per sua stessa ammissione, nel corso di lavori di scavo, trovò una ventina di tombe fenice delle quali l’allora ministro Bondi non chiese spiegazioni!) nome attribuito impropriamente, visto che nessun certosino vi è mai entrato, bensì una folta schiera di escort dedite a quel passatempo presidenziale e cavalleresco del bunga-bunga, identificato dal medesimo come “cene eleganti”. Ma quell’unità immobiliare è servita da un porto turistico realizzato su terreno demaniale, per cui a suo tempo la magistratura indagò per abuso edilizio e appropriazione indebita di suolo demaniale. Anche allora (doveva trattarsi di magistrati, ovviamente, comunisti) la legge venne beffata e il tutto si risolse con un danno al pubblico erario a cui si aggiunse la beffa al popolo dei contribuenti onesti, ma dichiarati fessi dalla casta. Accadde, infatti, che il presidente del consiglio coprì quel porticciolo abusivo del segreto di Stato, facendo diventare un abuso edilizio e una appropriazione indebita come un servizio reso alla nazione, per cui i contribuenti italiani ricevettero la delega a provvedere al saldo dei costi. Ma se volesse vendere tale immobile, (si è più volte vociferato di un interesse in tal senso da parte di un emiro petroliere), nascerebbe il problema del porto turistico-segreto-militare italiano che andrebbe al nuovo acquirente, possibilmente straniero. Con la concessione per 90 anni, di fatto il beneficiario diventa legittimo proprietario e può trasferire ad altri ciò che di fatto gli appartiene. Ancora una volta le legge è uguale per tutti, tranne che per Berlusconi”. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La tassa sul passaporto degli italiani all’estero

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 settembre 2010

Il rinnovo dei passaporti, per i connazionali all’estero, esige il pagamento di una tassa che va a gravare sul bilancio familiare. Fermo restando che l’art. 58 del Decreto del Presidente della Repubblica del 5 gennaio 1967, n. 200 prevede il rilascio gratuito di atti da parte delle autorità consolari e all’articolo 18 della legge 21 novembre 1967, n. 1185   l’esenzione della tassa annuale sule concessioni governative relativa al passaporto in favore dei cittadini italiani indigenti residenti all’estero, l’on Razzi  vuole abolire del tutto la tassa sul rinnovo del passaporto anche per italiani residenti in paesi non comunitari con gli unici requisiti necessari della residenza e dalla iscrizione all’AIRE. «L’attuale normativa prevista dall’art. 58 – contesta Razzi- prevede sì casi di elargizione gratuita di atti per i residenti all’estero, ma si presta alla interpretazione non univoca della condizione di “indigenza” cui si fa riferimento. Cosicché si verificano delle disparità di trattamento da nazione a nazione provocando incertezze ed ingiustizie». L’abolizione della tassa è un piccolo riconoscimento che la Repubblica italiana deve a tutti i connazionali che hanno dovuto, per forza di cose, lasciare la loro patria.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Abruzzo “petrolifero”

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 maggio 2010

Pubblicata sul Bollettino Ufficiale degli Idrocarburi e delle Georisorse (BUIG) del Ministero dello Sviluppo Economico la nuova “istanza di permesso di ricerca” per idrocarburi liquidi e gassosi presentata dalla Petroceltic Italia: si tratta un’area a mare di 728,20 km quadrati che si estende nel tratto antistante la costa abruzzese compreso tra Pineto e Vasto. «Non scende l’attenzione delle compagnie petrolifere sull’Abruzzo – dichiara Angelo Di Matteo, presidente di Legambiente Abruzzo – La situazione è allarmante e totalmente fuori controllo: nella sola zona a mare interessa una superficie di oltre 6.000 chilometri quadrati tra istanze e permessi di ricerca e permessi e concessioni di estrazione di idrocarburi». «Ad Eni ed Edison, compagnie storiche che estraggono gas ed olio nel mare abruzzese da quasi quarant’anni – continua Angelo Di Matteo – si sono aggiunte nell’ultimo quinquennio nuove compagnie internazionali che vedono nell’Abruzzo il nuovo Texas. La Petroceltic nello specifico ha monopolizzato le richieste di permessi di ricerca nell’intero specchio di mare compreso tra la costa teramana e le isole Tremiti». Questa è un’ennesima conferma dei timori espressi dall’articolato movimento abruzzese che da oltre tre anni si sta opponendo al rischio di deriva petrolifera regionale e che non trova adeguata attenzione e sufficiente risposta da parte delle Istituzioni regionali, provinciali e comunali.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

27° Regata della Vela Latina

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

regataStintino 27-30 agosto  2009 27° Regata della Vela Latina – Trofeo Presidente della Repubblica. La 27^ edizione del Trofeo Presidente della Repubblica, 4° e ultima tappa del Circuito Vela Latina 2009, è ormai vicina e a Stintino, il borgo marinaro della Sardegna nord occidentale gli enti organizzatori AVeLa Tradizionale e Yacht Club Sassari hanno predisposto ogni cosa per questo  importante evento, inserito nel calendario UNIVET – Unione Italiana Vela Tradizionale.  Della Regata della Vela Latina e del Circuito si  parlerà  nel corso della  trasmissione radiofonica “Tender”  in onda Domenica 23 agosto alle h. 13,30 su RAI-Radio 1. Le iscrizioni si apriranno a partire dal giorno 25 e sino al giorno 27 presso la segreteria-regata alla Banchina dei Velieri  (Porto Stintino Mannu c/o concessione Nautilus). Ricordiamo che per partecipare alla manifestazione  armatore ed equipaggio dovranno essere in regola con il tesseramento FIV e UNIVET: l’iscrizione a tali enti non potrà esser effettuata presso la segreteria Regata ma sarà necessario avervi già provveduto. Presso la piazza Berlinguer, affacciata sulla Banchina dei Velieri nel cuore del paese di Stintino, a partire dal giorno 27 sarà replicato il Villaggio Hospitality Vela Latina che tanto successo ha riscosso l’anno passato: mediante un pass d’ingresso la parte più  interna del Villaggio sarà riservata  a tutti i membri degli equipaggi ed agli ospiti mentre il pubblico potrà visitare gli stand espositivi e godere degli spettacoli e degli eventi ufficiali in programma, che culmineranno nella sfilata notturna del giorno 29 e nella premiazione del giorno 30. (regata)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

CCIAA di Bari: 9 milioni di euro per gli investimenti

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2009

Nove milioni di euro, 1 milione in più rispetto all’anno precedente, per  la promozione e lo sviluppo dell’economia barese. Approvato all’unanimità, nella serata di ieri, dal consiglio della Camera di Commercio di Bari, il bilancio di esercizio 2008 dell’ente camerale e delle Aziende Speciali (Aicai, Ifoc, Samer).“L’intervento di valorizzazione e promozione  – ha dichiarato il presidente della Camera di Commercio di Bari, Luigi Farace – è stato ancora più incisivo degli anni precedenti ed ha tenuto conto del difficile momento di congiuntura internazionale e delle mutate esigenze delle piccole e medie imprese. Cinque milioni di euro sono stati destinati al supporto promozionale delle nostre eccellenze produttive e a rafforzare il fondo rischi dei Confidi, per la concessione di garanzie a fronte di nuove operazioni di credito alle imprese, per la realizzazione di investimenti produttivi. Le spese, complessivamente, hanno privilegiato gli interventi che creano unità e raccordi fra i comparti più rappresentativi, in una sorta di filiera intersettoriale. Ci auguriamo di poter raccogliere i frutti del nostro operato e che presto ci siano segnali di ripresa anche grazie alle azioni realizzate dall’ente”.Sul fronte degli investimenti 4 milioni di euro sono stati finalizzati alla capitalizzazione del Mercato Agricolo Alimentare di Bari, la grande piattaforma logistica che concentrerà su 283mila mq, tra Mungivacca e Triggiano, l’offerta e la domanda di prodotti agricoli freschi “Made in Terra di Bari”. Il primo lotto di lavori è in via di completamento: 123mila mq di superficie di cui più di 7mila occupati da aree coperte.“Con l’approvazione del bilancio di esercizio – ha concluso Farace – la Camera di Commercio di Bari conferma gli impegni assunti verso le aziende del territorio in un clima di grande collaborazione fra le associazioni di categoria”. L’approvazione del bilancio di esercizio è avvenuta al termine di un dibattito che ha visto in apertura la relazione del vice presidente dell’ente, Antonio Laforgia. Sono intervenuti i consiglieri Di Cillo, De Michele, Latorre, Magni, Ruggiero e Posca. La riunione si è conclusa con il voto unanime del Consiglio che ha riconfermato piena fiducia al Presidente ed alla Giunta.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »