Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Posts Tagged ‘concorso’

Scuola: è inutile fare uscire i bandi di concorso, li impugneremo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 aprile 2020

Il Governo sbaglia se pensa di emanare le procedure selettive e non aggiornare le graduatorie di istituto: per la scuola avrebbe effetti disastrosi. Lo dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, durante un’intervista pubblicata oggi sulla rivista Orizzonte Scuola: commentando l’ultima bozza di Decreto Legge sulla fine dell’anno scolastico, su cui si esprimerà a breve il CdM, il sindacalista ha ricordato che “i bandi di concorso non possono portare nei prossimi mesi, non prima di questa estate, l’espletamento dei bandi stessi e quindi significa che il prossimo anno scolastico” prenderà il via “con il record della supplentite: più di 200mila docenti e 40mila Ata”.Perché a settembre 2020 si vuole ritornare alle MAD e al reclutamento fuori graduatoria? E perché poi, visto che i concorsi saranno rinviati, si pensa già oggi a fare una retrodatazione eventuale giuridica di chi verrà assunto ad anno scolastico iniziato e non si pensa di assumere quel precario che insegna da anni nelle nostre scuole? A chiederlo, rivolgendosi al ministero dell’Istruzione e al Governo, è il leader dell’Anief Marcello Pacifico.I testi di cui si attende la pubblicazione sono il bando di concorso straordinario secondaria I e II grado, procedura per il ruolo; il concorso ordinario secondaria I e II grado; la procedura rivolta a maestri d’infanzia e primaria; il bando di concorso straordinario secondaria I e II grado, procedura per l’abilitazione, anche se quest’ultimo non sappiamo se rientrerà nel “pacchetto”. La loro pubblicazione, tuttavia, non potrà essere utile per evitare di assistere a settembre al più grande reclutamento di precari della storia della scuola pubblica italiana. Anief ha ben chiaro tutto questo e ha chiesto di evitare il disastro, chiedendo alla V commissione del Senato di approvare degli emendamenti specifici al decreto Cura Italia.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso straordinario secondaria

Posted by fidest press agency su martedì, 10 marzo 2020

Si va verso la riduzione a 60 quesiti della prova scritta, ma tutto potrebbe saltare. Scelta inutile per Anief che sta valutando la possibilità di denunciare il Ministero dell’Istruzione, pure, per attività anti-sindacale per la mancata concertazione. Ad ogni modo, il giovane sindacato conferma la volontà di ricorrere contro il bando di concorso per tutti gli esclusi e chiede la stabilizzazione di tutti i precari attuali. Aperte le pre-adesioni. Marcello Pacifico (presidente nazionale Anief): “Bisogna fermare tutto per il coronavirus e assumere i docenti su graduatorie di istituto e Ata 24 mesi con un piano straordinario, come per la sanità, per evitare di mettere a rischio il prossimo anno scolastico.”
La decisione del ministero dell’Istruzione di ridurre il numero dei quesiti della prova scritta del concorso straordinario per la scuola secondaria, da 80 a 60 (di cui 40 sulla disciplina e 20 sulle metodologie didattiche), con conseguente variazione della quota minima per il superamento della prova a 42/60, non cambia il giudizio negativo di Anief.
Rimangono in piedi i problemi più importanti sollevati da questa procedura: esclusione dei docenti con solo servizio su sostegno, rifiuto di fornire il data-base da cui saranno scelti i quesiti della prova scritta, esclusione dalla procedura per l’immissione in ruolo dei docenti con servizio in scuole paritarie e corsi IeFP, esclusione dei docenti di religione, dell’infanzia e della primaria come degli educatori. Ma, soprattutto, il concorso straordinario della scuola secondaria, così come è stato ideato, rischia di trasformarsi in una pericolosissima trappola per i docenti precari non abilitati che vi prenderanno parte.Continua a non convincere l’organizzazione del concorso straordinario per la scuola secondaria, la procedura che oltre all’immissione in ruolo su uno dei 24 mila posti messi a bando, consentirà di accedere al percorso per conseguire l’abilitazione, anche se però solo a coloro che raggiungeranno il punteggio minimo previsto di 42/60. Quella che è stata organizzata ha tutta l’impressione di rivelarsi una trappola, che rischia di scattare sulla decisione di subordinare il conseguimento dell’abilitazione a una doppia selezione – in ingresso con il concorso e in uscita con la prova finale abilitante -, la quale impedirà a chi non supererà la prova scritta di potervi accedere.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Al palo i concorsi per assumere 70 mila docenti

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 febbraio 2020

Ad una manciata di giorni dal mese di marzo, sul fronte dei quattro annunciati concorsi pubblici, ordinari e riservati, per assumere oltre 70 mila nuovi docenti, relativi a tutti i cicli scolastici ed anche ai colleghi di religione cattolica, non c’è ancora nulla di ufficiale: il ritardo diventa particolarmente grave, perché rende sempre più improbabile l’individuazione entro l’estate dei vincitori delle procedure selettive, compresi i 24 mila derivanti da quella straordinaria della secondaria. Considerando le decine di migliaia di posti avanzati lo scorso anno dalle immissioni in ruolo, altrettanti posti vacanti, le 60 mila cattedre di sostegno in deroga e i 50 mila pensionamenti che si realizzeranno dal prossimo 1° settembre, tenendo conto anche di “Quota 100”, oltre che l’altissimo numero di graduatorie – GaE e merito – senza più alcun candidato, si sta andando dritti spediti verso un numero impressionante di supplenze annuali: forse oltre le 200 mila annunciate nei giorni scorsi.“Il rammarico per come si stanno mettendo le cose è tanto – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – perché per diverso tempo ci era stato assicurato che i bandi di concorso sarebbero partiti entro la fine dello scorso anno. Poi, con il cambio di ministro, i problemi dello ‘spacchettamento’ dei dicasteri dell’Istruzione e dell’Università e Ricerca, le mancate nomine dei direttori generali, i tempi si sono allungati e ci è stata fornita una nuova scadenza: quella del 29 febbraio prossimo. Nel frattempo, però, le lungaggini burocratiche e il mancato via libera del Cspi hanno rallentato ulteriormente l’iter di approvazione dei regolamenti e bandi concorsuali definitivi, costringendo il Governo ad inserire nel decreto Milleproroghe l’ulteriore nuova scadenza del 30 aprile 2020 per la pubblicazione dei testi ufficiali. Se si arriverà a quella data, con le selezioni ancora tutte da organizzare e le commissioni da allestire, anche in virtù delle esperienze passate, possiamo dire sin d’ora che sarà impossibile concludere i concorsi in quattro mesi. Così, la supplentite avrà vinto ancora”.Cresce il malcontento per la mancata indizione dei concorsi pubblici, già minimali e discriminatori, per insegnare nella scuola pubblica. Eppure, scrive oggi Tuttoscuola, il decreto legge 126/2019, il cosiddetto salva-precari, aveva previsto l’indizione contestuale entro il 2019 dei concorsi scuola ordinari e straordinari per la scuola secondaria.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raccogliamo Valore: il concorso scolastico a premi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 febbraio 2020

Quali sono e dove si buttano i Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche? Cosa si ottiene dal loro riciclo? In che modo alcune buone pratiche contribuiscono all’economia circolare? Sono solo alcuni dei temi su cui il consorzio Ecolamp si propone di sensibilizzare il mondo della scuola, promuovendo il concorso scolastico a premi Raccogliamo Valore. L’iniziativa è destinata alle scuole elementari, medie e superiori, la partecipazione è gratuita e mette in palio buoni per l’acquisto di materiali scolastici del valore di 2.700 euro.
Il concorso nasce dal desiderio di coinvolgere e sensibilizzare gli studenti – dai più giovani delle scuole primarie fino ai ragazzi delle secondarie di II grado – sugli effetti positivi che ciascuno di noi può produrre, in termini di sostenibilità e salvaguardia dell’ambiente, attraverso piccoli gesti quotidiani. Si tratta di mettere in pratica una corretta raccolta differenziata di prodotti d’uso comune come smartphone, giochi elettronici, lampadine, elettrodomestici e tanti altri apparecchi elettrici ed elettronici, che a fine vita diventano, appunto, dei RAEE. Gettare questo tipo di rifiuti nei corretti luoghi di conferimento, come le isole ecologiche comunali o i negozi che vendono elettronica, consente a soggetti come Ecolamp, consorzio senza scopo di lucro specializzato nello smaltimento dei RAEE, di gestirne il corretto trattamento, per il recupero di quantità importanti di materie prime e lo smaltimento in sicurezza delle sostanze inquinanti. Partecipare al concorso è facile e gratuito: alle classi è richiesto di realizzare uno o più elaborati, sotto forma di video o di racconto (in formato pdf), composto da immagini e testo, secondo la tecnica dello storytelling. I contenuti dovranno riguardare la raccolta differenziata e il suo impatto sull’ambiente, il riciclo, con un particolare riferimento ai RAEE. L’obiettivo è mettersi in gioco con fantasia e creatività per trasmettere un messaggio ai propri coetanei o anche al mondo degli adulti. Il tutto andrà poi caricato nella sezione dedicata al concorso Ecolamp sulla piattaforma online EducazioneDigitale entro il 30 aprile 2020.
E se si è in dubbio su come impostare il lavoro, sempre su Educazione Digitale, sono disponibili quattro guide per supportare i partecipanti passo dopo passo nell’elaborazione della storia, suggerendo le tecniche e gli strumenti per la registrazione audio e video, fornendo consigli sul montaggio e indicazioni in tema di copyright. Inoltre, per gli insegnanti che desiderino approfondire in classe le tematiche legate al riciclo dei RAEE, Ecolamp ha messo disposizione sulla piattaforma online un percorso didattico con materiali multimediali differenziati in base all’età (8-12 anni e 13-18 anni).I lavori in concorso, una volta caricati nella sezione Raccogliamo Valore saranno visibili in una gallery che potrà essere condivisa via social, per ottenere punti utili alla vittoria. I criteri di valutazione degli elaborati, infatti, si baseranno sulla qualità e coerenza del contenuto e della forma, ma terranno anche conto dei like ottenuti tramite la condivisione sui social. I primi tre vincitori per ogni categoria, valutati da una giuria interna a Ecolamp e a Educazione Digitale, riceveranno buoni per l’acquisto di materiale scolastico. Raccogliamo Valore premia anche gli insegnanti più attivi e propositivi, che potranno diventare Ambassador del progetto e avranno così la possibilità di vincere un premio hi-tech.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un concorso per nuovi talenti aperto ai romani

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 febbraio 2020

Con questo spirito parte il contest musicale CantaRomaCanta, che vede protagonisti i cittadini maggiorenni nati o residenti a Roma, i quali potranno candidarsi inviando un proprio video all’indirizzo mail cantaromacanta@comune.roma.it entro il 31 maggio.Il contest sarà articolato in due categorie: “Le voci di Roma”, canzoni originali sulla città eterna, e cover a tema libero. I brani, eseguiti da solisti o band, potranno contenere testi scritti in italiano, inglese e in dialetto romanesco.Per quanto riguarda la prima categoria “Le voci di Roma”, i partecipanti potranno esprimersi declinando il tema secondo il proprio personale legame con la città. Roma è una città attraversata da persone provenienti da luoghi differenti, in cui si mescolano culture, idee, pensieri e atmosfere. Il testo delle canzoni proposte dovrà avere come filo conduttore Roma e il rapporto che il cantautore o la band ha con la città, con il quartiere in cui abita, con le vie e gli edifici che vive quotidianamente, con le persone che incontra. Il concorso è aperto anche a una seconda categoria, ovvero a tutti coloro che vogliono dimostrare le proprie capacità canore esibendosi in una cover a tema libero.Dopo una prima selezione in base alle Social Media Policy di Roma Capitale e all’aderenza ai criteri stabiliti dal regolamento, i video verranno caricati sulla pagina Instagram di Roma Capitale (@Roma) dove potranno essere votati con un ‘mi piace’ dai cittadini.Per partecipare al concorso, occorre realizzare un video in formato mp4 di una durata compresa tra 1 e 3 minuti. La votazione sarà popolare. A vincere saranno i 3 video per categoria che riceveranno più ‘mi piace’. La candidatura potrà essere inviata entro le ore 24.00 del 31 maggio 2020. I vincitori saranno annunciati sul sito ufficiale e sui canali social di Roma Capitale entro la fine del mese di giugno e avranno la possibilità di esibirsi nel corso di un grande evento a dicembre.Secondo la Sindaca Virginia Raggi, il contest musicale CantaRomaCanta permetterà ai tanti talenti nascosti nella nostra città di mostrare le loro capacità canore e di raggiungere un vasto pubblico di ascoltatori. Sarà una vetrina per tutti i cantautori che vorranno parlare di Roma e per chiunque porti avanti la passione per la musica e vorrà mettersi in gioco.Per ulteriori informazioni e modalità di partecipazione: https://bit.ly/2vVf1wA

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso internazionale musica sacra 2020

Posted by fidest press agency su domenica, 23 febbraio 2020

Sono aperte fino al 10 marzo le iscrizioni per partecipare al Concorso Internazionale “Musica Sacra” 2020, XV edizione del più grande concorso al mondo dedicato a questo repertorio, che si terrà a Roma dal 25 al 28 marzo prossimi.L’edizione 2020 è parte integrante del progetto “Let’s Sing Oratorio Music!” vincitore del Bando Europa Creativa e cofinanziata dal Programma Europa Creativa della Commissione Europea, dedicato a diffondere il genere musicale dell’Oratorio tra i ragazzi europei offrendo loro non solo un’esperienza formativa attraverso la collaborazione con cantanti e orchestre professionali, ma anche un’esperienza teatrale indimenticabile nel cantare un oratorio di fronte al pubblico.Il Concorso Internazionale Musica Sacra 2020 selezionerà Soprani, Tenori, Baritoni e Bassi “under 36” per trovare i protagonisti gli spettacoli di Let’s Sing Oratorio Music, basati sull’Oratorio “La Creazione” di Haydn che si terranno in Repubblica Ceca, Grecia, Italia e Romania nella stagione 2020/2021.I concorrenti dovranno presentare 3 arie dal repertorio di musica sacra a propria scelta e 2 arie tratte dall’Oratorio di Haydn The Creation nella versione inglese. I vincitori di altri Concorsi Lirici saranno ammessi direttamente in Semifinale.Il Concorso si suddividerà in tre prove: Eliminatoria, Semifinale e Finale in forma di Concerto di Gala. Sarà trasmesso in video in tutte le fasi live: eliminatorie e semifinali nella Chiesa di Santa Maria dei Miracoli a Piazza del Popolo tramite il canale Streaming MariaTV, la Finale – Concerto di Gala presso la Basilica SS. Apostoli su TelePace e in sintesi su Radio Vaticana.I Partner del progetto europeo Let’ Sing Oratorio Music! – il Teatro Slesiano di Opava (CZ), la Filarmonica Mihai Jora di Bacau (RO), la Federazione Panellenica dei Cori Scolastici e dei Direttori di Coro (GR) e l’Accademia Musicale Europea (IT), organizzatrice del Concorso – offriranno borse di studio per un totale di € 7.500,00 workshop gratuiti e rimborsi viaggi e alloggio per tutte le attività del progetto. Davvero una fantastica occasione per iniziare una grande carriera!

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorsi per docenti e membri commissioni

Posted by fidest press agency su domenica, 9 febbraio 2020

Costerà caro al Miur avere mantenuto immutato, senza ridurlo, il numero dei componenti delle commissioni dei concorsi in via di approvazione e continuare a negare loro anche l’esonero dal servizio per i componenti: la richiesta disattesa, farà sì che “il reperimento dei commissari per i concorsi scuola sarà ancora una volta e forse più di prima un problema che potrebbe ostacolare il regolare svolgimento dei concorsi scuola e ritardarne i tempi di esecuzione”, scrive Tuttoscuola. Un ‘no’ che “può forse trovare giustificazione nel fatto che l’esonero dal servizio di migliaia di commissari comporterebbe un costo notevole per supplenze e che comunque dovrebbe essere autorizzato dal Mef”.Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, ricorda che “questi compensi sono rigorosamente lordi, quindi vanno sempre praticamente dimezzati. Quindi, si tratta di poco più di un obolo, come al solito. E pensare di convincere un docente o un dirigente scolastico ad assumersi responsabilità enormi, viaggiare anche centinaia di chilometri, senza un’ora di esonero, equivale a un assurdo. Lo Stato vuole fare come sempre: le nozze con i fichi secchi. Tanto è vero che poi ricorre ai pensionati, magari anche da diversi anni. Ma come possiamo pensare di potere elevare il livello delle selezioni ed accelerarne i tempi in queste condizioni?”
Non sarà facile nemmeno stavolta allestire le commissioni, che nei prossimi anni serviranno ad assumere 70 mila docenti. Perché ora, sostiene la rivista specializzata, “la doppia modalità dei concorsi scuola di secondaria, straordinario e ordinario, le decine di classi di concorso, la soppressione degli ambiti disciplinari che avrebbero consentito di accorpare in verticale o in orizzontale diverse classi di concorso unificando le commissioni preposte”, non farà altro che moltiplicare “il fabbisogno di commissari (docenti e dirigenti scolastici) in tutte le regioni in cui si svolgeranno le selezioni. Se inoltre si considera che ogni commissione deve disporre anche di membri aggregati per lingua straniera e di supplenti, è facile prevedere che la formazione delle commissioni giudicatrici costituirà il primo scoglio per un percorso concorsuale rapido e puntuale”. Anche in questa tornata concorsuale, quindi, “sarà necessario aprire più del solito l’accesso ai pensionati, ponendo comunque attenzione ai livelli aggiornati del loro curricolo professionale”. E, per concludere, “il rischio alla fine della ricerca per reperire tutti i commissari potrebbe essere quello di accontentarsi di chi ci sta, indipendentemente dalla qualità professionale e dalla competenza necessarie per valutare i candidati”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso docenti di religione in alto mare

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 febbraio 2020

Anief chiede al Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e al Presidente della CEI di approfittare del ritardo per concordare una procedura riservata analoga a quella già attivata per il personale docente delle altre materie curriculari per assumere almeno altri 5 mila docenti IRC precari. Se è pur vero che molti dei tanti precari storici di religione cattolica avevano criticato il solo concorso ordinario previsto dal decreto scuola n. 126, convertito nella Legge n. 159 del 20 dicembre scorso, con il via libera del Senato e la pubblicazione del testo nella Gazzetta Ufficiale, da svolgersi nel corso del 2020, perché aveva “dimenticato” di avviare la procedura riservata agli altri insegnamenti, adesso, per i circa 5000 docenti non di ruolo che avrebbero fatto loro la metà dei posti a disposizione per il sospirato ruolo, si aggiunge la beffa del mancato avvio dello stesso concorso ordinario. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief: “Quanto sta accadendo è la conferma che ha fatto bene l’Anief ad avviare le procedure di preadesione per ricorrere al Tar del Lazio contro il mancato avvio del concorso riservato al personale docente di religione con tre anni di servizio. Per oltre 8 mila colleghi supplenti di tale insegnamento è un atto dovuto, dopo 16 anni consecutivi di vuoto concorsuale e di supplenze. Escludendoli, si sono quindi discriminati i tanti precari che abbiano svolto almeno 36 mesi di supplenze. L’unico motivo valido per non far partire il concorso ordinario sarebbe proprio quello di volere avviare parallelamente una sessione straordinaria rivolta ai precari storici”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: nuovo concorso per personale non dirigente e dirigente

Posted by fidest press agency su domenica, 19 gennaio 2020

Programmare con sguardo prospettico per rafforzare i servizi. Con questo obiettivo l’Amministrazione capitolina ha previsto, nel Piano assunzionale 2020 – 2022, un bando con nuove procedure concorsuali per un totale di 1.470 posti che copriranno diversi profili professionali del personale non dirigente e 42 posti per dirigenti. Come ha spiegato la Sindaca di Roma Virginia Raggi sin dall’insediamento di questa Amministrazione ci siamo occupati di rigenerare la macchina amministrativa a partire dalle sue fondamenta. Come prima cosa, abbiamo dovuto colmare le lacune strutturali, immettendo linfa negli uffici che consentono ai servizi di funzionare. Basti pensare che nel 2016 il 18% dei dipendenti era over 60 e il 40% oscillava tra i 51 e i 60 anni. Per assicurare ricambio generazionale si è messo in campo un lavoro titanico, con l’assunzione tra il 2016 e il 2020 di 6mila persone nei vari settori: personale amministrativo, maestre e insegnanti, agenti di Polizia Locale, tecnici e giardinieri. Ora, con questo concorso, ha concluso la Sindaca, si vuole assicurare a Roma Capitale una programmazione sistemica, tramite un’organizzazione solida, in grado di durare nel tempo e di fortificare l’ente.Grazie alle assunzioni effettuate tra il 2016 e il 2020, è stato garantito un ricambio pari al 26% dei dipendenti capitolini. In sostanza, una persona su 4 che lavora oggi per Roma Capitale è stata assunta da questa Amministrazione. I nuovi assunti sono stati indirizzati nelle varie strutture sulla base di una precisa analisi dei fabbisogni effettivi, con lo scopo primario di erogare i servizi in modo funzionale ed efficiente. In quest’ottica è stato impostato anche il lavoro di pianificazione sulle procedure ancora aperte, consentendo lo smaltimento di buona parte delle vecchie graduatorie e l’inserimento di tutti gli idonei vincitori.Il nuovo concorso prevede l’attivazione di una nuova figura professionale, il ‘Funzionario Servizi Tecnici (D1)’ che nasce con l’obiettivo di implementare la programmazione e la progettazione delle opere pubbliche, di riqualificazione urbana e ambientale. Inoltre, questa nuova figura sarà responsabile di monitorare le fasi di progettazione, esecuzione, collaudo e manutenzione. L’inserimento di 100 persone in un altro nuovo profilo professionale, ’Istruttore Servizi Informatici e Telematici (C1)’, contribuirà ad allineare la macchina amministrativa capitolina ai bisogni di modernizzazione, soprattutto in relazione alle nuove tecnologie e ai processi di digitalizzazione, che caratterizzano le Pubbliche amministrazioni. Grazie ai nuovi dirigenti (42), sarà inoltre possibile ottimizzare le procedure relative ai bandi di gara.Come sottolineato dall’Assessore al Personale Antonio De Santis la pubblica amministrazione è il perno intorno a cui ruotano i servizi. Per questo il nostro personale deve essere valorizzato e organizzato con azioni di sistema che rispondano a una visione d’insieme. L’architrave del nostro percorso consiste nella firma di due contratti decentrati tra 2017 e 2019, che ha permesso di superare le criticità dell’atto unilaterale. Un percorso che, integrato con le 6mila nuove assunzioni, anche grazie allo smaltimento delle graduatorie ancora aperte, ha permesso di migliorare la qualità di molti servizi. Si pensi, per esempio, all’abbattimento dei tempi per il rilascio della Cie, passati da 117 giorni del luglio 2018 ai circa 10 di oggi. Dopo aver sistemato alcuni pilastri fondamentali, ora possiamo programmare il futuro con ambizione. Il nuovo concorso determinerà l’inserimento di tanti giovani addirittura ‘millennials’. Merito, motivazione e nuove competenze sono gli ingredienti che ci permetteranno di consegnare ai cittadini una macchina davvero moderna e longeva.
PROFILI PROFESSIONALI PERSONALE NON DIRIGENTE
– Funzionario Avvocato (D1) 20
– Funzionario Amministrativo (D1) 100
– Funzionario Servizi Educativi (D1) 80
– Funzionario Servizi Tecnici (D1) 80
– Funzionario Assistente Sociale (D1) 140
– Istruttore Amministrativo (C1) 250
– Istruttore Servizi Informatici e Telematici (C1) 100
– Istruttore Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio (C1) 200
– Istruttore Polizia Locale (C1) 500
TOTALE PERSONALE NON DIRIGENTE 1470
DIRIGENTI 42

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso straordinario

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 gennaio 2020

In occasione di un’intervista rilasciata a Orizzonte Scuola, il presidente nazionale di Anief, Marcello Pacifico, tra le varie tematiche ha affrontato anche quella dell’esclusione di molti docenti dal concorso straordinario. Infatti, il sindacato ha chiesto di ampliare la categoria dei partecipanti al concorso riservato. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, ha affermato che “se la volontà politica era quella di risolvere la supplentite, a questa procedura deve essere garantita la partecipazione più ampia possibile a tutti i supplenti della scuola. Bisogna necessariamente rivedere nel primo provvedimento utile i paletti che sono stati messi: per esempio si escludono i docenti di religione dal concorso riservato, il personale docente dell’infanzia e della primaria, delle paritarie e percorsi regionali. Quindi abbiamo delle graduatorie, che fortunatamente saranno provinciali come chiedeva l’Anief, allora usiamole per assumere subito di ruolo questi supplenti”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso per le scuole “Proteggi il cuore di Roma: disegna la tua vignetta”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 gennaio 2020

Coinvolgere attivamente gli alunni delle scuole della Capitale nell’ideazione e promozione di messaggi di buona convivenza, rispetto dell’ambiente e della propria città. E’ l’obiettivo del Concorso di idee “Proteggi il cuore di Roma: disegna la tua vignetta” rivolto agli alunni delle scuole primarie e agli studenti delle scuole medie e superiori di Roma promosso dal Campidoglio in collaborazione con il Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici di Roma Capitale.I ragazzi sono chiamati a illustrare con un elaborato – disegni, fumetti, poesie, testi o prodotti multimediali – le loro proposte, idee, buone pratiche utili a “proteggere il cuore di Roma”, anche raccontando le loro esperienze dirette. I lavori potranno essere individuali o di gruppo e saranno divisi in tre diverse sezioni – scuola primaria, secondaria di primo grado e di secondo grado – valutati da una giuria composta da personalità del settore della cultura, dell’educazione e della comunicazione.Le scuole vincitrici saranno premiate ad aprile nel corso di un evento in occasione delle celebrazioni per il Natale di Roma.Il concorso nasce dagli incontri nelle scuole per presentare il libretto illustrativo “Proteggi il cuore di Roma” realizzato per divulgare le norme presenti nel nuovo Regolamento di Polizia Urbana di Roma Capitale, che hanno visto la partecipazione della Sindaca Virginia Raggi e di centinaia di studenti delle scuole di ogni ordine e grado. Gli incontri dedicati all’educazione civica proseguiranno in tutti Municipi in concomitanza con l’avvio del concorso. Sono realizzati con la collaborazione degli agenti di Polizia Locale di Roma Capitale per spiegare nel dettaglio le nuove misure contenute nel provvedimento. “Vogliamo che i ragazzi siano protagonisti del cambiamento e portatori di messaggi e comportamenti positivi. Le loro idee e le loro proposte per proteggere la città, per difendere l’ambiente, per progettare un futuro migliore sono preziose, sono un patrimonio da diffondere e condividere. Lo conferma il loro entusiasmo durante gli incontri nelle scuole dedicati alla presentazione del nuovo Regolamento di Polizia Urbana. Attraverso questo concorso potranno esprimere il loro amore per Roma mettendo in azione tutta la loro creatività”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso docenti di religione cattolica, i vescovi rompono il silenzio

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 gennaio 2020

Il sindacato Anief, invece, insiste nel chiedere una procedura riservata e rilancia: i 3 mila idonei mai assunti in questi dieci anni hanno diritto alla retroazione giuridica. Anche la Chiesa Italiana si dice preoccupata per “il disagio in cui versano tanti insegnanti di religione cattolica”: la Conferenza episcopale italiana esce allo scoperto, dando il suo assenso all’autorizzazione – arrivata con l’art. 1 bis della Legge 159/2019 – a bandire, entro l’anno 2020, un concorso per la copertura dei posti per l’insegnamento della religione cattolica, asserendo di avere “seguito con attenzione lo svolgimento del dibattito parlamentare, apprezzando lo sforzo per raggiungere un traguardo desiderato da più di 15 anni”. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief: “Avere negato il concorso straordinario, significa discriminare 20 mila insegnanti soltanto perché insegnano una materia specifica, la religione cattolica: le indicazioni dell’Unione Europea ai Paesi membri sull’esigenza di non discriminare i precari che abbiano svolto almeno 36 mesi di supplenze o i cittadini per motivi religioni sono chiare. Nella loro condizione, di esclusi, ci sono anche altri lavoratori che, allo stesso modo, hanno subìto un danno da questo decreto salva precari: come i collaboratori scolastici, i Dsga, i maestri della scuola dell’infanzia primaria, gli educatori, i dottori di ricerca e i tanti docenti esclusi dal concorso straordinario”. Con una Nota ufficiale, la Conferenza episcopale dice la sua sul testo pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 28 dicembre scorso, riguardante il concorso dei docenti di religione cattolica da svolgersi nel corso del 2020, dopo il via libera del Senato. La Cei rinnova “la propria disponibilità a collaborare all’elaborazione del Bando di concorso in dialogo con il Ministero dell’Istruzione e con i Sindacati, a sostegno degli insegnanti di religione cattolica italiani e per il bene della comunità scolastica. L’auspicio è che quello che si apre possa essere un percorso fruttuoso che, accanto all’ascolto delle diverse esigenze e al rispetto per le varie posizioni, trovi il modo di valorizzare la preparazione e le competenze degli insegnanti di religione, molti dei quali in servizio da tanti anni”. I vescovi ricordano che la religione cattolica “è una disciplina scolastica molto apprezzata: pur essendo facoltativa, se ne avvalgono più dell’86% degli studenti italiani per il suo carattere culturale ed educativo, capace di accompagnare il cammino di crescita delle ragazze e dei ragazzi di oggi. Proprio le peculiarità di questa disciplina saranno lo stimolo per costruire un itinerario concorsuale che sappia valorizzare gli insegnanti che, con passione e generosità, si impegnano a superare i problemi quotidiani, ma anche difficoltà dovute ai pregiudizi e a una normativa spesso poco conosciuta. Alcuni di loro saranno chiamati ora ad affrontare una prova per l’assunzione a tempo indeterminato da parte dello Stato. La Legge 159/2019 – conclude la Cei – prevede che una quota non superiore al 50% dei posti sia riservata ai docenti che abbiano svolto almeno tre annualità di servizio, oltre che lo scorrimento delle graduatorie per chi ha superato il concorso del 2004, ma non è ancora entrato in ruolo”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso infanzia e primaria per 17 mila maestri

Posted by fidest press agency su domenica, 5 gennaio 2020

Sembra imminente il bando del concorso ordinario infanzia e primaria, posti comuni e di sostegno: sul sistema telematico Polis – Istanze On Line, il ministero dell’Istruzione ha pubblicato in queste ore una schermata sulla procedura rivolta agli aspiranti docenti del primo ciclo. Per Anief bisogna bandire contemporaneamente anche un nuovo concorso riservato e confermare i ruoli di chi ha superato l’anno di prova. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief: “Si andranno a coprire soltanto una minima parte dei posti senza titolari, mentre per decine di migliaia di precari di lungo corso si continuerà a tenere la porta chiusa, anche a coloro che saranno licenziati dopo aver superato l’anno di prova. Si deve organizzare anche un nuovo concorso riservato perché così si danneggiano i precari della scuola dell’infanzia e della primaria due volte e senza alcuna ragione.”Secondo la rivista Orizzonte Scuola, il Miur “sta effettuando le prime prove per l’inserimento delle domande e per la loro compilazione. Si stanno anche ultimando i conteggi dei posti vacanti e disponibili per gli anni 2020/21 e 2021/22”.Manca davvero poco per l’avvio della selezione dei maestri di infanzia primaria. In base al DPCM pubblicato in Gazzetta Ufficiale, il concorso servirà all’assunzione di 16.959 docenti: 10.624 per l’anno scolastico 2020/2021; 6.335 per l’anno scolastico 2021/2022. Tuttavia i posti potrebbero subire una leggera flessione in considerazione della proroga di un ulteriore anno delle graduatorie del concorso 2016. In ogni caso il concorso sarà bandito esclusivamente nelle regioni in cui, per il periodo considerato, ci saranno posti vacanti e disponibili, in modo da assicurare le assunzioni in ruolo.Il bando indicherà le date di presentazione della domanda. Gli unici titoli di accesso al concorso ordinario Infanzia e Primaria risultano la laurea in Scienze della formazione primaria oppure il diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002. È possibile presentare un analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto dal Miur. Non saranno richiesti i 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche (richiesti solo ai laureati per l’accesso al concorso della secondaria), né requisiti di servizio di insegnamento. E potranno partecipare anche i docenti di ruolo.
Per i posti di sostegno è invece necessario essere in possesso, oltre ad uno dei titoli suddetti, del titolo di specializzazione sul sostegno per il grado specifico. Il bando specificherà la possibilità di accesso con riserva per i docenti che stanno partecipando al IV ciclo TFA sostegno: il titolo dovrà essere conseguito entro il 15 luglio 2020. Saranno ammessi con riserva coloro che, avendo conseguito all’estero i titoli di cui alle lettere a) e b) del comma 1 e di cui al comma 2, abbiano comunque presentato la relativa domanda di riconoscimento alla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici. Il decreto scuola ha ampliato i requisiti di accesso, permettendo la partecipazione con riserva dei docenti specializzandi SOS IV ciclo TFA sostegno.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Scuola: Docenti di religione cattolica, nel 2020 torna il concorso ma servirà a poco

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 dicembre 2019

Disco rosso per la procedura riservata ai supplenti storici richiesto da Anief in audizione, sarà ricorso in tribunale: in base al decreto salva precari approvato in Senato, appena 2 mila precari su 10 mila potranno essere assunti di ruolo. Eppure i posti vacanti per assumerli ci sono tutti. Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, esprime tutto il suo disappunto per il mancato avvio di un concorso straordinario finalizzato all’immissione in ruolo di tanti insegnanti che a questo punto potrebbero ritrovarsi ad andare in pensione da precari: il sindacalista spiega che “la loro stabilizzazione, oltre che meritata, dopo anni e anni di supplenze, avrebbe rappresentato anche una risposta alle indicazioni che l’Unione Europea ha inviato da tempo a tutti i suoi Paesi membri per non incorrere nell’abuso contratti a termine, sfruttando anche per decenni dei lavoratori senza curarsi del loro futuro professionale e personale. Ovviamente, noi a questo gioco non ci stiamo e siamo pronti a rispondere in tribunale delle scelte errate fatte dal Governo e anche del Parlamento”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primo concorso fotografico internazionale dedicato ai trittici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 dicembre 2019

Lugano. Con l’attribuzione del primo premio all’artista giapponese MIYUKI OKUYAMA (Giappone) grazie al trittico “At Dusk”, si conclude la prima edizione del Swiss Photo-Three Award, primo concorso fotografico internazionale dedicato ai trittici ed aperto a fotografi, professionisti e non, di ogni nazionalità.La proclamazione è avvenuta durante la serata di premiazione presso Artphilein Library – Lugano, con la partecipazione degli Sponsor UBP – Union Bancaire Privée e De Pietri Artphilein Foundation. La Giuria, presieduta dal fotografo Andrea Micheli – basato da tempo in Ticino – e composta dal curatore ticinese Gian Franco Ragno, dalla responsabile di Artphilein Library, Elide Brunati e Giuseppe Violetta, direttore artistico di Heillandi Gallery Fotografie, ha motivato come segue la scelta: “L’artista giapponese ha saputo svolgere pienamente il tema richiesto, ossia tradurre in opera unica la composizione di tre fotografie. In particolare, l’opera “At Dusk” ha messo in luce la personalità del linguaggio fotografico, individuabile in ciascuna singola foto e la relazione tra le foto stesse – velata da una strisciante ambiguità – che hanno manifestato una potente forza evocativa nella forma del trittico.”Uno degli obiettivi che lo Swiss Photo-Three Award si pone è quello di contribuire ad affermare il tema dell’identità in fotografia, della centralità espressiva; la forma del trittico è insidiosa e in quanto tale un vero banco di prova per identificare, ove presente, un linguaggio fotografico definito e solido. La vincitrice si aggiudicherà un premio in denaro di CHF 1’500 e una mostra personale da Heillandi Gallery a Lugano (CH).La Giuria si è congratulata con tutti gli altri finalisti, Ernesto Blotto, Ennio Demarin, Pietro Privitera ed Andrea Tonellotto – i cui lavori sono stati esposti durante la serata di premiazione e che sono tutt’ora visibili sul sito http://www.swiss3award.ch, sul quale a breve saranno pubblicate le date per poter partecipare alla prossima edizione del 2020.
Miyuki Okuyama è una fotografa e artista giapponese, residente nei Paesi Bassi. I suoi lavori fotografici affrontano spesso il tema dell’identità e delle radici. Il suo lavoro è stato esposto in Europa, Medio Oriente e Asia, a Kuala Lumpur al “Photo Award for Journalistic Portraits” (2019), ad Atene per il Photo Festival (2018), a “Cortona On The Move” (2017, Italia) e a Tokyo per il “Reminders Photography Stronghold” (2015); è nella collezione di MoMA New York Library e di altri istituti.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso ordinario infanzia e primaria, bando in arrivo: c’è anche il sostegno

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 dicembre 2019

Manca poco alla pubblicazione del bando di concorso ordinario per la scuola dell’Infanzia e Primaria: si stanno ultimando i conteggi dei posti vacanti e disponibili per gli anni 2020/21 e 2021/22, conferma Orizzonte Scuola. Per Anief non risolverà la supplentite. Rimane prioritario confermare i ruoli, evitare i licenziamenti, garantire l’inserimento nelle Gae o reclutare da graduatorie d’istituto e aprire anche un nuovo riservato. Marcello Pacifico (presidente Anief): “Perché bandire un nuovo concorso ordinario quando ci sono migliaia di maestre inserite con riserva nei ruoli dopo aver superato l’anno di prova o nelle Gae? Quante volte devono dimostrare merito ed esperienza? È assurdo continuare a penalizzare la scuola pubblica e mortificare la continuità didattica” I posti a disposizione sono noti da tempo, poiché in Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il DPCM di autorizzazione all’assunzione di 16.959 docenti con concorso ordinario: 10.624 per l’anno scolastico 2020/2021 e 6.335 per l’anno scolastico 2021/2022. Per accedere non serviranno esperienze pregresse e nemmeno i 24 creduti formativi universitari richiesti per la secondaria. Previste tre prove e la valutazione dei titoli.In attesa del bando, è già delineato il percorso da svolgere per partecipare al concorso ordinario per la scuola dell’Infanzia e Primaria: sarà aperto a tutti coloro che sono in possesso del titolo di studio richiesto per l’accesso, ma non saranno richiesti i 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche (richiesti solo ai laureati per l’accesso al concorso della secondaria), né requisiti di servizio di insegnamento). E potranno partecipare anche i docenti di ruolo.Per i posti comuni, sarà richiesta la laurea in Scienze della formazione primaria oppure il diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/02. Sarà ritenuto utile all’accesso anche un analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto dal Miur. Per i posti di sostegno sarà necessario essere in possesso, oltre a uno dei titoli suddetti, del titolo di specializzazione sul sostegno conseguito ai sensi della normativa vigente o di analogo titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso “Storie di Economia Circolare”

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 dicembre 2019

Il presidente di Ecodom Maurizio Bernardi dichiara: è importante raccontare la positività. Documentare che l’Economia Circolare è possibile per far conoscere le esperienze già attive nel nostro Paese. È necessario alimentare la consapevolezza che esiste la possibilità di fare impresa in modo diverso, che davvero si può operare senza sprecare, che qualcuno riesce a cambiare il corso delle cose. Per questo abbiamo creato l’Atlante dell’Economia Circolare, un vero censimento delle realtà virtuose; e per questo abbiamo voluto un Concorso, un premio a chi sa raccontare in modo bello ciò che di bello già accade in ogni parte d’Italia. Le storie presentate quest’anno hanno narrato diverse realtà di Economia Circolare in Italia: da quelle che creano oggetti usando esclusivamente materiali di recupero, a quelle che pensano che le case del futuro siano quelle costruite con le tecniche del passato, passando per le aziende cha sanno coniugare la filosofia della circolarità ai princìpi di inclusione e recupero sociale”. Qualche dettaglio sulle esperienze raccontate dai vincitori:
L’A.P.S. Farina 080 Onlus (Bari) è un’associazione che opera da oltre due anni nel capoluogo pugliese sul tema dello spreco alimentare. Il suo progetto più importante è Avanzi Popolo 2.0, che mira ad attivare la cittadinanza contro lo sperpero di cibo.
BAG – Beyond Architecture Group (Roma) è uno studio di progettazione attivo nell’ambito dell’architettura sostenibile. Progetta e realizza abitazioni e installazioni utilizzando materiali locali, da riciclo e naturali, e sviluppando soluzioni di design che consentono un elevato risparmio energetico.
DAY (Roma) è un laboratorio nato nel marzo del 2019 all’interno del Villaggio Globale. Ad aprirlo è Sait, arrivato all’età di 16 anni in Italia dal Kurdistan nella speranza di una vita migliore. A Roma, per anni, Sait ha lavorato come interprete e operaio, fino a realizzare il suo sogno di costruire giocattoli per bambini.
Giunko S.r.l. (Bologna) nasce alla fine 2014 intorno a Junker, la app che riconosce ogni prodotto dal codice a barre (oltre che dai simboli degli imballaggi e dalla ricerca testuale), dice di che materiale è composto e in quale bidone va separato secondo le regole del comune in cui si trova.
Il Centro per lo Sviluppo Sostenibile (Milano), promuove la sicurezza alimentare, la tutela dell’ambiente e della salute, l’energia sostenibile. Per il biennio 2018-2019 il CSS ha dato vita al progetto sperimentale MAIC: Modello italiano di Allevamento di Insetti Commestibili.
Alla realizzazione dell’Atlante Italiano di Economia Circolare (www.economiacircolare.com) hanno contribuito anche Poliedra, Consorzio del Politecnico di Milano che svolge attività di ricerca nei settori della valutazione ambientale e della sostenibilità, A Sud, associazione indipendente impegnata nella tutela e nella giustizia ambientale, Ecosistemi, fondazione specializzata in strategie per lo sviluppo sostenibile, Banca Popolare Etica, istituto creditizio ispirato ai principi di trasparenza ed equità e Zona, associazione di reporter e photo editor di fama internazionale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso di arti grafiche “People in mind”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 dicembre 2019

Sono tre opere di pittura le vincitrici del concorso di arti grafiche “People in mind”, nato per raccontare – come rivela il nome stesso del contest – cosa vuol dire “avere a mente” le persone affette da malattie mentali. In tantissimi, da tutta Italia, hanno aderito all’iniziativa, voluta e organizzata da Lundbeck Italia, azienda farmaceutica che mette al centro del suo lavoro quotidiano la persona con disturbi mentali affinché ognuna possa vivere la sua vita al meglio.
Quasi 700 (690 per l’esattezza) le opere in concorso, le prime 25 esposte a Roma, nella sede della premiazione: ciascun autore ha saputo esprimere la propria percezione della persona che soffre a causa di un disturbo mentale ed è riuscito a raccontarlo attraverso l’arte. l’opera vincitrice è “Abbraccio della mente”; secondo posto assegnato a “SpecialMenteBelli”, terzo posto a “Insieme”: tutte le opere sono visionabili sul sito http://www.concorsopeopleinmind.it e sui canali social di Lundbeck Italia. Sono stati inoltre conferiti alcuni premi speciali fuori concorso al miglior disegno (dal titolo “Blindness”), al miglior fumetto in concorso (intitolato “Facile, come bere un caffè!”) e all’opera che ha ricevuto il maggior numero di like sul sito del contest (Titolo: “Come uscirne? Ho paura”).
Due riconoscimenti speciali fuori concorso sono stati infine assegnati a un’associazione e a una persona fisica che si sono distinti per aver messo al centro la salute della persona. I premiati sono Progetto Itaca, associazione che promuove programmi di informazione, prevenzione, supporto e riabilitazione per le persone affette da disturbi che riguardano la salute mentale e che si è distinta “per aver messo al centro delle sue attività le persone con disturbi mentali” e il dottor Claudio D’Amario, attuale Direttore Generale Prevenzione sanitaria del ministero della Salute, “per essersi distinto nell’aver messo al centro delle Sue attività la salute delle persone con disturbi mentali”.Le 690 opere in concorso sono così suddivise: 332 disegni, 50 opere di fumetto e 308 di pittura; i partecipanti hanno aderito da tutta Italia, in particolare da Lombardia (136), Lazio (82) e Puglia (70) e hanno un’età media di 43 anni. Di tutte le opere, circa 200 sono state presentate in rappresentanza di associazioni, centri di salute mentale e di altre realtà di assistenza e di cura.
L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio del World Mental Health Day e ha avuto il sostegno di Fondazione ONDA, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, che da anni affianca numerosi progetti che affrontano stigma, paure e pregiudizi legati a malattie psichiche, di Progetto Itaca e delle principali società scientifiche: SINPF (Società Italiana di Neuropsicofarmacologia), SIP (Società Italiana di Psichiatria) e SIP giovani, SIPS (Società Italiana di Psichiatria Sociale) e SOPSI (Società Italiana di Psicopatologia) e la Royal Danish Embassy, che ha ospitato la cerimonia di premiazione. Tutti i contributi artistici sono stati validati, valutati e selezionati da una giuria tecnica composta da rappresentanti delle principali società scientifiche, da un rappresentante di Onda, da un esperto d’arte e da un rappresentante di Lundbeck Italia. Il giudizio sulle opere è stato unanime: gli autori hanno saputo interpretare e raccontare, in modo differente ma con grande intensità, cosa vuol dire vivere, oggi, con un disturbo mentale o stare accanto a una persona che ne soffre; tutte le opere condividono la richiesta comune di “guardare oltre il pregiudizio e gli stereotipi” e di valutare ciascuno per la sua unicità di individuo.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primo concorso fotografico internazionale dedicato ai trittici

Posted by fidest press agency su sabato, 30 novembre 2019

Lugano. 3 dicembre 2019. Negli spazi di via Pelli 13 – piano primo – Lugano di Artphilein Library, alle ore 18.30, saranno esposti i lavori dei cinque finalisti: ERNESTO BLOTTO (Italia) ENNIO DEMARIN (Italia) MIYUKI OKUYAMA (Giappone) PIETRO PRIVITERA (Italia) ANDREA TONELLOTTO (Italia). La giuria, presieduta da Andrea Micheli, e impreziosita dalla partecipazione del curatore Gian Franco Ragno, proclamerà il vincitore durante la serata.L’autore dell’opera vincitrice si aggiudicherà un premio in denaro di CHF 1’500 e la possibilità di una mostra personale da Heillandi Gallery a Lugano (CH).Heillandi Gallery e Andrea Micheli, insieme agli Sponsor UBP – Union Bancaire Privée e De Pietri Artphilein Foundation, proclameranno il 3 dicembre 2019 presso Artphilein Library il vincitore della prima edizione del Swiss Photo-Three Award, primo premio internazionale dedicato ai trittici ed aperto a fotografi, professionisti e non, di ogni nazionalità. Uno degli obiettivi che lo Swiss Photo-Three Award si è posto è quello di contribuire ad affermare il tema dell’identità in fotografia, della centralità espressiva; la forma del trittico è insidiosa e in quanto tale un banco di prova per identificare, ove presente, un linguaggio fotografico definito e solido.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Decreto 126/19, per l’accesso al concorso riservato 2020 ora valgono le supplenze dal 2009 all’anno in corso compreso

Posted by fidest press agency su martedì, 26 novembre 2019

Si allarga l’arco temporale, come aveva richiesto Anief in audizione, utile per sommare le tre annualità di servizio svolto per partecipare al prossimo concorso straordinario rivolto ai docenti precari. Ma non basta. In migliaia continuano a rimanere fuori nonostante siano supplenti nel sistema nazionale di istruzione. Marcello Pacifico, presidente Anief, chiederà profonde modifiche in Aula e durante il passaggio in SenatoLo prevedono due emendamenti approvati nel testo licenziato dalle Commissioni Cultura e Lavoro della Camera (Atto Camera 2222) nella parte in cui si deve stabilire quali annualità concorrono alla formazione del triennio minimo per l’accesso alla procedura selettiva: con l’emendamento 1.17 si anticipa agli ultimi dieci anni il servizio valutabile rispetto a quello prestato negli otto anni precedenti. Inoltre, all’emendamento 1.73, si ritiene utile anche valutare l’anno scolastico di servizio corrente, quindi l’attuale a.s. 2019/20, dando una risposta positiva, seppure incompleta, a quanto rivendicato dall’Anief durante l’audizione tenuta nel giorno dello sciopero con sit-in dinanzi Montecitorio della scorsa settimana e contenuto anche in una delle 30 proposte di modifica formulate dal sindacato al decreto salva-precari. Anief, infatti, aveva chiesto che fosse valutato tutto il servizio prestato “entro l’anno scolastico 2019/2020”, senza limiti temporali, e ridotto la sua valutazione a due annualità in armonia con quanto previsto dalla legge 96/2018 sull’abuso dei contratti a termine e sul primo concorso riservato per la scuola primaria.La modifica approvata, comunque, non risponde al coro di critiche che provengono da tutto il personale precario della scuola escluso dal provvedimento, dai docenti di religione a quelli dell’infanzia e primaria, dai dottori di ricerca agli educatori, dai supplenti delle paritarie ai quelli dei percorsi Iefp, dai docenti di sostegno senza titolo, agli idonei dei concorsi.Per Marcello Pacifico, si sta creando un vero e proprio pasticcio con graduatorie che si intrecciano e rendono ancora più frustrante l’accesso ai ruoli quando sarebbe bastato aggiornare le ex graduatorie permanenti annualmente e organizzare un Pas abilitante libero per assumere direttamente quegli stessi precari che lo Stato sfrutta ogni giorno.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »