Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘concorso’

Scuola: Concorso infanzia e primaria

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 novembre 2021

Vede la luce il concorso ordinario infanzia e primaria per 12.863 posti, sia per posti comuni che di sostegno, introdotto con il DD n. 498 del 28 aprile 2020, le cui candidature sono state inviate entro fine luglio dello stesso anno: è di queste ore la pubblicazione da parte del Ministero dell’Istruzione del Decreto che modifica quel testo, però precludendo la possibilità a nuovi candidati di poter presentare domanda per partecipare al concorso pubblico. Solo chi ha presentato domanda un anno e mezzo fa, dunque, sarà ammesso a sostenere la prova scritta computer-based da 100 minuti, composta da 50 quesiti, cui seguirà, per gli ammessi, l’orale da 30 minuti per valutare la padronanza dei candidati nelle discipline, nonché la relativa capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento all’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali.Attraverso questo e altri concorsi, il dicastero dell’Istruzione intende portare in cattedra almeno 80mila nuovi insegnanti. Ma solo per le classi di concorso che riguardano la procedura STEM già bandita in estate (A020, A026, A027, A028, A041) il ministero sembra volere dare la possibilità di presentare nuove candidature. “Eppure – osserva Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – le regole sono cambiate e anche i posti a bando. Ma se cambiano le modalità, perché non si dà la possibilità a tutti di partecipare. Siamo pronti ad andare dal giudice, perché ci sono tanti cittadini che vogliono partecipare a questa prova concorsuale, come alle altre in arrivo anche per la secondaria, ma si trovano inspiegabilmente la strada chiusa. Nel contempo – conclude Pacifico – continueremo a chiedere da assumere senza paletti da GPS prima e seconda fascia, dando così una risposta alla Commissione UE che sta valutando la procedura di abuso del precariato in Italia, in spregio alla Direttiva 70/99, nonché al Comitato europeo per i diritti sociali che ha già accolto il reclamo collettivo Anief 146/2017”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: nuovo concorso STEM

Posted by fidest press agency su domenica, 7 novembre 2021

Il Ministero dell’istruzione ha presentato ai sindacati la bozza del decreto interministeriale (istruzione, economia e finanze, pubblica amministrazione) che quantifica il numero di posti a bando per il nuovo concorso STEM. Per ANIEF hanno partecipato i segretari generali Chiara Cozzetto e Marco Giordano. I posti da assegnare, residuati dalle ultime immissioni in ruolo, sono stati al momento quantificati in 6333 e così suddivisi: A020 – fisica: 376 posti A026 – matematica: 1098 posti A027 – matematica e fisica: 1568 posti A028 – matematica e scienze: 2075 posti A041 – scienze e tecnologie informatiche: 1216 posti Con successivo decreto della direzione generale del MI sarà effettuata la ripartizione regionale e verrà disciplinata la riapertura dei termini della procedura concorsuale, che sarà quella “semplificata” dal decreto sostegni bis e già utilizzata per le classi STEM.Molto critica la posizione dell’ANIEF, che ha rilevato le numerose incongruenze del provvedimento e ha sollecitato un cambio di rotta radicale in tema di reclutamento. L’incontro, dopo i rilievi prodotti, è stato aggiornato ai prossimi giorni per una verifica sui numeri e per le valutazioni sul coinvolgimento degli idonei.“Prima di procedere con l’avvio di un nuovo concorso ordinario STEM – dichiara Chiara Cozzetto, segretaria generale ANIEF – si devono assegnare i ruoli cui hanno rinunciato i vincitori a coloro che hanno superato il concorso STEM 2021 collocandosi tra gli idonei, operazione semplicissima da realizzare visto che la graduatoria non prevedeva la valutazione di titoli ma è stata composta in base agli esiti delle prove scritta e orale. Inoltre, prima di assegnare posti alla procedura ordinaria è indispensabile che il ministero fornisca i dati analitici degli esiti delle immissioni in ruolo 2021/22 per capire quanti di questi debbano andare alla nuova procedura straordinaria prevista dal comma 9-bis del D.L 73/2021”.Sulla stessa linea il commento dell’altro segretario generale ANIEF presente in delegazione, Marco Giordano

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Concorso “Una tesi per la Sicurezza Nazionale”

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 ottobre 2021

Vanessa Chimienti, laureatasi all’Università per Stranieri di Perugia in Relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo è la vincitrice (insieme ad altri sei neolaureati) del concorso “Una tesi per la Sicurezza Nazionale”, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, per sensibilizzare i giovani sui temi dell’interesse nazionale e della geopolitica.Vanessa ha ricevuto ieri il premio presso la sede dei Servizi Segreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri alla presenza dell’Autorità delegata per la sicurezza della Repubblica, Franco Gabrielli, del direttore generale del Dis, Elisabetta Belloni, del direttore dell’Aisi, Mario Parente, e del vicedirettore dell’Aise, Luigi della Volpe.Un riconoscimento di prestigio assoluto, conseguito con la sua tesi: “Implications: Using Yemen as case-study to analyze the phenomenon”, di cui è stato relatore relatore il professor Emidio Diodato, presidente del corso di Laurea Magistrale in Relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“I Longobardi in Minecraft”

Posted by fidest press agency su domenica, 17 ottobre 2021

Il concorso è indetto dall’Associazione Italia Langobardorum, con il supporto organizzativo di Maker Camp, rivolto alle scuole del secondo ciclo della scuola primaria, classi quarta e quinta ed alle scuole secondarie di primo e secondo grado. Il concorso volto a coinvolgere i partecipanti nella realizzazione di uno storytelling sulla transizione sociale, culturale ed artistica avvenuta tra la storia antica ed il Medioevo, stimola i ragazzi nella ricerca e documentazione sul popolo longobardo in particolare, con l’obiettivo di valorizzare i sette gruppi di monumenti storici che compongono il sito UNESCO “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)”, sensibilizzando gli studenti, al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio culturale e dei beni pubblici comuni, promuovendo inoltre l’utilizzo del videogioco come strumento di didattica creativa.Il contest intende infatti celebrare la presenza del popolo germanico nella nostra penisola e diffondere la conoscenza e la cultura delle tracce che hanno lasciato, coinvolgendo i partecipanti nella scoperta della dominazione longobarda in Italia e delle straordinarie architetture giunte fino ai nostri giorni, ormai da dieci anni riconosciute dall’UNESCO Patrimonio Mondiale nel sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)”, che ricomprende: il Santuario di San Michele a Monte Sant’Angelo (FG), l’area della Gastaldaga e il complesso episcopale a Cividale del Friuli (UD), l’area monumentale con il Monastero di San Salvatore – Santa Giulia a Brescia, il Castrum con la Torre di Torba e la Chiesa di Santa Maria Foris Portas a Torba e a Castelseprio (VA), la Basilica di San Salvatore a Spoleto (PG), il Tempietto del Clitunno a Campello sul Clitunno (PG) e il Complesso di Santa Sofia a Benevento.Le Scuole sono invitate a coniugare la bellezza di questi luoghi e delle loro storie con la cultura videoludica attraverso narrazioni ed ambientazioni tematiche realizzate con il videogioco Minecraft, in uno storytelling basato sulla transizione sociale, culturale ed artistica avvenuta tra la storia antica ed il Medioevo o, più in generale, sul rispetto e la valorizzazione del patrimonio culturale e dei beni pubblici comuni, prendendo spunto anche dalle tracce e l’eredità del Regno Longobardo in Italia.Gli elaborati consegnati, verranno valutati da una giuria nazionale composta dai rappresentanti degli organizzatori e da esperti del settore del gaming, sulla base di criteri che si rifanno all’attendibilità dello storytelling realizzato, con il tema del contest ed all’utilizzo creativo e didattico delle potenzialità del videogioco Minecraft. 9 i Premi in palio previsti, 3 per la scuola primaria (classe 4 e classe 5), 3 per la scuola secondaria di I grado, 3 per la scuola secondaria di II grado, così ripartiti: – 1° premio: buono per l’acquisto di materiale scolastico e/o elettronico per un valore di € 1.000 – 2° premio: buono per l’acquisto di materiale scolastico e/o elettronico per un valore di € 750 – 3° premio: buono per l’acquisto di materiale scolastico e/o elettronico per un valore di € 500 Per il regolamento completo e l’iscrizione: https://www.makercamp.it/wp/concorso-longobardi-in-minecraft/

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terza edizione del Concorso YouSchool

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 ottobre 2021

Venezia. Fondazione M9 – Museo del ‘900 torna tra i banchi di scuola, fra studenti e professori, per lanciare la terza edizione del Concorso YouSchool, nato in seno a Fondazione di Venezia e con la Media Partnership di Rai Scuola e Rai Cultura. Il progetto è rivolto alle classi III, IV e V degli Istituti di Istruzione Secondaria di II grado di tutt’Italia, chiamate a confrontarsi e lavorare sui temi urgenti dell’inclusione sociale e della parità di genere fissati dall’Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. Il Concorso intende accompagnare i giovani a prendere coscienza delle situazioni e delle forme di emarginazione e pregiudizio nella società, incoraggiandoli a individuare strade percorribili per favorire l’inclusione sociale. A questo scopo YouSchool propone ai giovani che risponderanno alla chiamata di “raccontare storie contemporanee che partano dall’osservazione di situazioni di marginalità, pregiudizio e isolamento sociale, per farne una riflessione critica e trovare azioni possibili atte al miglioramento della società in cui vivono, in linea con gli obiettivi definiti dall’Onu in materia di inclusione sociale”. Ciascuna classe partecipante dovrà realizzare un breve video sulla “promozione dell’inclusione sociale, economica e politica di tutti, a prescindere da età, sesso, disabilità, etnia, origine, religione, stato economico” (goal 10.2 dell’Agenda 2030) secondo uno dei seguenti percorsi a scelta: v Percorso 1 – apertura e integrazione di tutti gli individui, fragili e con disabilità; v Percorso 2 – parità di genere nell’istruzione, nella partecipazione e nella leadership, la violenza di genere; v Percorso 3 – etnia, origine, religione: le diversità di tipo culturale e sociale. Le iscrizioni sono aperte alla singola classe con il coordinamento di 1/3 docenti. Le classi approfondiranno i temi oggetto del concorso con il supporto di M9 che metterà a disposizione tre video-interviste (fruibili in modalità asincrona da metà novembre 2021), in cui il direttore scientifico del museo Luca Molinari dialogherà con tre testimonial d’eccezione portavoce di YouSchool 2021: Sammy Basso, la giornalista Marianna Aprile e la fondatrice della Onlus “Mamme per la Pelle” Gabriella Nobile. Oltre a queste video-interviste sarà messo a disposizione delle classi un video tutorial in cui esperti di tecniche di comunicazione daranno agli studenti utili suggerimenti di regia.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Al via il concorso per giovani traduttori dell’UE!

Posted by fidest press agency su domenica, 5 settembre 2021

Le scuole secondarie di tutti i paesi dell’UE possono ora iniziare a iscriversi a Juvenes Translatores, il concorso annuale di traduzione della Commissione europea. Le scuole secondarie di tutti i paesi dell’UE possono ora iniziare a iscriversi a Juvenes Translatores, il concorso annuale di traduzione della Commissione europea. Dalle ore 12.00 del 2 settembre, le scuole potranno iscriversi online per consentire ai propri studenti di competere con i coetanei degli altri paesi dell’Unione. Il tema dei testi che i ragazzi tradurranno quest’anno è “In partenza… verso un futuro più verde”. Johannes Hahn, Commissario per il Bilancio e l’amministrazione, ha dichiarato: “L’obiettivo del concorso è incoraggiare i giovani a considerare la carriera di traduttore e, in generale, promuovere l’apprendimento delle lingue. Il tema è in linea con una delle priorità politiche più importanti dell’UE, il Green Deal europeo, che riguarda da vicino i giovani. Oltre ad affrontare questo tema interessante, l’obiettivo del concorso è riunire giovani di diversi paesi appassionati di lingue, incoraggiandoli e aiutandoli a superare le barriere tra le persone e le culture. La capacità di comunicare con gli altri e di comprendersi a vicenda, indipendentemente dalle differenze, è fondamentale affinché l’UE possa prosperare.” I partecipanti potranno scegliere da quale a quale delle 24 lingue ufficiali dell’UE desiderano tradurre (le combinazioni linguistiche possibili sono 552). Nell’edizione dello scorso anno gli studenti hanno scelto ben 150 combinazioni linguistiche diverse.L’iscrizione delle scuole – che costituisce la prima parte della procedura in due fasi – è aperta fino alle ore 12.00 del 20 ottobre 2021. Per iscrivere la scuola, gli insegnanti possono usare una delle 24 lingue ufficiali dell’UE.La Commissione europea inviterà 705 scuole a partecipare alla fase successiva. Il numero delle scuole partecipanti di ciascun paese corrisponde al numero di seggi del paese al Parlamento europeo. La procedura di selezione delle scuole è automatizzata e casuale. Le scuole selezionate sceglieranno un massimo di 5 studenti che parteciperanno al concorso. Gli studenti possono essere di qualsiasi nazionalità, ma devono essere nati nel 2004. Il concorso si svolgerà online il 25 novembre 2021 in tutte le scuole partecipanti.I vincitori, uno per paese, saranno annunciati all’inizio di febbraio 2022. Se la situazione lo consentirà, la premiazione avverrà nella primavera del 2022 nel corso di una cerimonia che si terrà a Bruxelles, dove i vincitori avranno anche la possibilità di incontrare i traduttori della Commissione europea e di saperne di più sul lavoro dei linguisti.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso fotografico “Obiettivo Acqua”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 settembre 2021

Con l’arrivo di Settembre riprende vigore la caccia all’immagine per la terza edizione del concorso fotografico “Obiettivo Acqua”, organizzato da Coldiretti, ANBI (Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue), Fondazione Univerde: le iscrizioni, infatti, sono aperte fino al prossimo 26 Ottobre sul sito http://www.obiettivoacqua.it, dove è consultabile il regolamento completo del concorso.Soggetti deputati del contest sono l’acqua dolce ed i suoi vettori: fiumi, laghi, corsi d’acqua minori, zone paludose, delta, estuari, risorgive e tutti gli ambienti ricchi di biodiversità, dove l’uomo è impegnato da secoli a gestire delicati equilibri idraulici.Oltre ai premi per le tre opere vincitrici sono previste 4 menzioni legate alle sottosezioni (“Acqua è…lavoro”; “Acqua è…paesaggio”; “Acqua è…città”; “Cambiamenti climatici: difendere l’acqua – difendersi dall’acqua”) più 2 menzioni speciali (“A due ruote lungo l’argine”, dedicata al connubio tra bicicletta e corsi d’acqua, che sarà tema anche dell’ormai prossima Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione; ”Il cibo è irriguo” incentrata sul binomio acqua-agricoltura per la produzione del “made in Italy” agroalimentare).La partecipazione al contest è gratuita, riservata a cittadini maggiorenni, italiani e stranieri, residenti o domiciliati nel nostro Paese; le fotografie devono essere scattate in Italia.E’ prevista una prima selezione delle fotografie da parte dell’organizzazione, cui seguiranno le scelte finali ad opera di una giuria tecnica.Compatibilmente con l’evolversi della situazione pandemica sono previste una cerimonia finale di premiazione e l’esposizione delle opere più meritevoli.Il concorso gode quest’anno anche di un’ulteriore menzione istituita da ANBI Liguria: “Acqua e canali: il senso di una vita e di un’epoca”; lo scopo è quello di raccontare la storia della regione attraverso immagini dei percorsi segnati dall’ acqua, sia nella bonifica che nell’irrigazione, per la salvaguardia idrogeologica del territorio, la tutela dell’ambiente, il sostegno all’economia.“Ciò che vogliamo rappresentare grazie alle fotografie – dichiara Francesco Vincenzi, Presidente di ANBI – è il potere evocativo dell’acqua, attraverso la sintesi di ingegno, innovazione tecnologica ed aspetti paesaggistici.”“La questione idrica in Italia è soprattutto un problema di cultura – conclude Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – Per questo “Obiettivo Acqua” è parte di una strategia divulgativa, che vede un altro importante appuntamento nella Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione, che si terrà dal 25 Settembre al 3 Ottobre prossimi; auspichiamo inoltre che il completo ritorno alle attività didattiche in presenza permetta anche la piena ripresa delle molteplici iniziative scolastiche, svolte dai Consorzi di bonifica ed irrigazione per avvicinare i più giovani alla conoscenza del territorio attraverso la gestione delle acque, che lo attraversano.”

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concorso straordinario docenti della secondaria, alle assunzioni anche gli idonei

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Grazie a un emendamento alla legge 106/2021 voluto da Anief. Rimane il problema degli esclusi dalla procedura per la quale già in centinaia hanno aderito al ricorso, nonché l’esclusione dagli elenchi aggiuntivi della prima delle GPS di chi tra gli stessi idonei non ha avuto per l’anno scolastico appena terminato almeno il contratto al 30 giugno e per il quale domani saranno riaperti i termini per il contenzioso. Partono le immissioni in ruolo dei vincitori del concorso straordinario dei docenti di cui al DD n. 510 del 23 aprile 2020 e DD n. 783 dell8 luglio 2020. Sulla carta dovrebbero essere 32mila, ma saranno molti di meno, probabilmente un terzo delle assunzioni previste dal bando andranno perse. In ogni caso, le procedure di assunzione stanno andando avanti: ad una parte di loro, da definire, spetterà anche la retrodatazione giuridica dal 1° settembre 2020. Alcuni Uffici scolastici hanno anche pubblicano l’elenco graduato, del quale fanno parte i docenti che hanno superato la prova scritta ma non rientrano nel numero dei posti a bando.Il concorso straordinario è stato eccessivamente selettivo: non è un caso se Anief l’abbia definito come la strage degli innocenti, considerando che il 70% dei candidati è stato bocciato senza nemmeno conseguire l’abilitazione. Il presidente nazionale Anief Marcello Pacifico, ritorna sulla prova unica: “Ai candidati – dice il sindacalista – è stato chiesto di rispondere in pochi minuti a domande aperte complesse, una delle quali anche in inglese: una richiesta davvero eccessiva, che ha prodotto tantissimi respinti. Con questo risultato, il prossimo anno avremo ancora più posti senza titolare, che si aggiungono all’attuale fallimentare gestione anche delle Gps e prima ancora della chiusura ingiustificata delle GaE”.Anief conferma la volontà di tutelare i partecipanti al concorso straordinario che sono stati esclusi: possono chiedere di accedere alla graduatoria a prescindere dall’esito della prova svolta, in modo di ottenere lo scorrimento delle graduatorie per immissione in ruolo degli idonei al concorso straordinario 2020.Ma il problema dell’abilitazione si ripropone per gli stessi idonei e sol perché non hanno una supplenza al termine delle attività didattiche o annuale nel corso di quest’anno scolastico. Una disposizione tanto più ingiusta quanto più incostituzionale per l’evidente irragionevolezza e disparità di trattamento che Anoef intende denunciare in tribunale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collegio Ghislieri: Il nuovo bando e il concorso di ammissione

Posted by fidest press agency su domenica, 1 agosto 2021

E’ ora disponibile online (www.ghislieri.it nella sezione dedicata all’ammissione) il nuovo bando per l’anno accademico 2021/22: possono concorrere all’ammissione al Collegio Ghislieri studenti di tutta Italia che intendano iscriversi all’Università di Pavia. Per iscriversi al concorso di ammissione come matricole bisogna essersi diplomati con una votazione minima di 80/100; per farlo come studenti di anni successivi al primo o come neolaureati che intendano iscriversi a un corso di laurea magistrale, è necessario inoltre avere mantenuto la media dei 27/30 negli esami universitari. Come lo scorso anno, il concorso pubblico di ammissione al Collegio Ghislieri si svolgerà a distanza, consentendo ai candidati di sostenere gli esami in collegamento online. Ma la novità più rilevante di quest’anno è che è stata innalzata la soglia minima di agevolazione totale della retta, da 17.000 a 23.000 euro dell’indicatore ISEE: ciò consentirà a un maggior numero di vincitori di poter ottenere di fatto un posto gratuito in Collegio. Il concorso è basato sulla valutazione di due prove orali organizzate dal Collegio per i candidati triennali o a ciclo unico e sulla valutazione dei titoli e su un colloquio d’idoneità per i candidati delle lauree magistrali. Per partecipare al concorso di ammissione è necessario compilare la domanda online entro venerdì 27 agosto. Infoline: Ulteriori informazioni possono essere richieste alla mail concorso@ghislieri.it o al numero (+39) 0382 3786217 Il Collegio Ghislieri, fondato nel 1567 da papa Pio V e divenuto il primo collegio universitario misto d’Italia nel 1966, gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e opera sotto la supervisione del Ministero dell’Università e della Ricerca, che lo riconosce come Ente di alta qualificazione culturale.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso straordinario, il Ministero continua a non riconoscere il valore abilitante di vincitori e idonei

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 luglio 2021

Parte la campagna dei ricorsi per coloro che sono risultati vincitori o idonei nei concorsi straordinari per diventare docente, ma poiché non in possesso dell’abilitazione nella classe di concorso d’interesse si trovano oggi esclusi delle Gps: la stampa specializzata ricorda che “il Decreto Sostegni bis ha eliminato l’elenco non graduato dei docenti che pur avendo superato la prova con almeno 56/80 non risultando vincitori non rientravano nei posti a bando ma potevano comunque conseguire l’abilitazione. In particolare il decreto Sostegni bis ha eliminato la necessità del conseguimento dei 24 CFU, nonché il percorso di abilitazione per i docenti con una supplenza almeno al 30 giugno”. Inoltre, il ministero dell’Istruzione su alcuni nodi non ha fornito una risposta specifica, ossia “come conseguirebbero l’abilitazione i docenti di ruolo non interessati al nuovo ruolo; i docenti che pur rientrando nelle graduatorie integrate non saranno assunti in ruolo; i docenti che essendo risultati vincitori sia della procedura su sostegno che su posto comune, scelgono posto di sostegno per l’immissione in ruolo”. Adesso, questi candidati insegnanti al ruolo vogliono adesso giustamente rivendicare il diritto all’inserimento, con la “finestra” di aggiornamento delle GPS 2021. “Il sindacato – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – intende tutelarli per farli collocare nella prima fascia delle Graduatorie provinciali delle supplenze: l’unica delle Gps, che sulla base della versione finale del decreto Sostegni bis approvato alla Camera e ora in Senato per la conversione definitiva in legge, che permette agli aspiranti docenti di partecipare alle eventuali nomine in ruolo straordinarie 2021 e al conferimento delle supplenze annuali fino al 30 giugno o al 31 agosto 2022”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso Ordinario STEM: troppi bocciati senza chiarezza, al buio

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 luglio 2021

Il concorso ordinario per la scuola secondaria per le classi di concorso STEM è stato avviato d’urgenza con provvedimenti ad hoc, ma chi non ha raggiunto il punteggio minimo previsto per la procedura si è visto escludere e non potrà accedere alle immissioni in ruolo, in violazione delle regole comparative di selezione nei concorsi pubblici. In alcuni casi, bocciati l’85% degli iscritti senza che l’amministrazione, Ufficio scolastico regionale, sia in possesso della valutazione degli elaborati, senza che gli stessi candidati possano controllare la liceità delle procedure valutative. D’altronde, questo modo di procedere sta invalidando persino la natura di una procedura straordinaria espressamente prevista per sanare la mancanza di docenti abilitati con la precisa intenzione di coprire le cattedre vacanti ormai da anni. La procedura, ad ogni modo, deve rispettare i criteri di trasparenza dell’azione amministrativa al di là anche delle specifiche istanze di accesso agli atti nel frattempo prodotte. Per tutte queste ragioni, l’ufficio legale di Radamante ha aperto le procedure di adesione allo specifico ricorso che sarà presentato per chiedere l’annullamento del bando di concorso e l’accesso con riserva agli orali di tutti i candidati che non avrebbero superato la soglia minima per l’accesso agli orali.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Nomadi Creativi”, concorso per podcast dedicato alle scuole superiori

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 luglio 2021

Un progetto legato a un concorso di podcast sull’innovazione sociale e la crescita culturale dedicato alle scuole superiori italiane, che ha coinvolto oltre 300 studenti in gara e oltre 4.000 giovani in quelli che hanno preso il nome di “Aperitivi Creativi”, incontri con docenti, scrittori, comunicatori, medici, musicisti, direttori di aziende, fondatori di start up, manager che hanno dialogato con i ragazzi.A vincere i ragazzi della 4A del Liceo Classico Simone Weil di Treviglio (BG) con il podcast “Occhio al temporale” nel quale hanno percorso un viaggio tra passato, presente e futuro, dall’Orazio del Carpe diem al Francesco De Gregori de La Storia siamo noi.Attenti alla salute del pianeta, alla sostenibilità ambientale e con gli occhi puntati su un lavoro green; sensibili al concetto di inclusione e alla necessità di far convivere diversità di ogni tipo, etnia, religione, orientamento sessuale, provenienza; arrabbiati con le ingiustizie sociali e consapevoli dell’importanza di stabilire principi quali la parità di genere; fermamente decisi a combattere la violenza, soprattutto sulle donne e sui più deboli; curiosi sul mondo che li aspetta, in particolare sulle professioni del futuro che toccherà a loro inventare; creativi, liberi e appassionati.E’ questo l’identikit della Generazione Z, i ragazzi italiani tra i 15 e i 18 anni, che esce da Nomadi Creativi, un progetto lanciato dal Salone dello Studente Campus Orienta – Next Generation Platform, da Hubrains, organizzazione non profit di alta formazione, e dalla start up XScoreInsight, che, tramite sistemi di intelligenza artificiale si occupa di social innovation.Due, in particolare, come si evince dal numero di podcast dedicati, i temi che interessano di più i giovani e che li appassionano al punto da farli smuovere e decidere di impegnarsi in prima persona: l’ambiente e l’inclusione sociale. Dati questi che collimano perfettamente con l’identikit che esce dall’Osservatorio Teen’s Voice, la ricerca che il Salone dello Studente realizza ogni anno, dal 2014/15, in collaborazione con il dipartimento di Psicologia dei processi di sviluppo e socializzazione dell’Università di Roma La Sapienza.In tutte le 5 indagini finora pubblicate, due dati si affermano come una costante: il 95% dei giovani tra i 17 e i 22 anni, auspica che l’ambiente sia rispettato e il 94% che le persone abbiano gli stessi diritti. La premiazione ufficiale dei podcast vincitori avverrà a ottobre durante il Festival internazionale di doppiaggio Voci nell’ombra.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso STEM, un’altra “strage” di candidati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2021

Il concorso ordinario cosiddetto STEM per la scuola secondaria si preannuncia non facilissimo. Nelle stesse discipline, i candidati che hanno partecipato di recente alla tornata selettiva straordinaria, peraltro per andare ad aggiudicarsi 32mila posti, non sono andati granché bene. Sempre la stampa specializzata riporta che “per la classe di concorso A020 – Fisica (pubblicati tutti i risultati dei sette USR preposti), hanno superato lo scritto 164 dei 560 candidati che avevano presentato domanda, pari soltanto il 29,3%. I vincitori saranno 158; rimarranno vacanti 120 dei 278 posti a bando, pari al 43,2%”. Non è andata molto meglio, prosegue Tuttoscuola, “per la classe di concorso A026 – Matematica (pubblicati tutti i risultati dei 14 USR preposti), hanno superato lo scritto 600 dei 1.568 candidati che avevano presentato domanda, pari al 38,3%. I vincitori saranno soltanto 580; rimarranno vacanti 447 posti, pari al 43,5% dei 1.027 posti messi a bando”.Anche per quanto riguarda la classe di concorso A027 – Matematica e Fisica (pubblicati tutti i risultati dei 12 USR preposti) c’è poco da rallegrarsi: “hanno superato lo scritto 809 candidati dei 1.609 che avevano presentato domanda, pari al 50,3%.I vincitori saranno 682; rimarranno vacanti 92 posti, pari all’11,9% dei 770 posti messi a bando”. E “per la classe di concorso A028 – Matematica e Scienze (mancano ancora i risultati di due dei 17 USR preposti), hanno finora superato lo scritto 1.963 candidati dei 3.797 che avevano presentato domanda, pari al 51,7%. I vincitori per il momento sono 1.783 e i posti già certamente vacanti 446 (un quinto di quelli a concorso)”. Come se non bastasse, se si va a vedere il risultato complessivo della “classe di concorso A041 – Scienze e tecnologie informatiche (mancano ancora i risultati di due dei 14 USR preposti), si scopre che hanno superato lo scritto “appena 546 dei 1.120 candidato che avevano presentato domanda, pari al 48,8%. I vincitori per il momento sono 508 e i posti certamente già vacanti sono 218, pari al 30% di quelli a bando”.È chiaro che si sta andando incontro ad una selezione eccessiva, che va oltre la ricerca del merito. Per questi motivi, Il giovane sindacato ha deciso si impugnare il DM n. 826/21 di rettifica del bando del concorso ordinario docenti 2020 per le discipline STEM (classi di concorso A020, A026, A027, A028 e A041), nella parte in cui non riapre i termini per la partecipazione a tutti i candidati con i titoli d’accesso validi, viste le modifiche intercorse del numero dei posti e dello svolgimento delle prove. Per aderire all’iniziativa legale, entro il 30 giugno, bisogna inviare lavoro domanda cartacea all’Ufficio Scolastico della Regione di proprio interesse. Adesioni al ricorso aperte fino al 30 giugno.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Il concorso STEM va cambiato, Anief non transige

Posted by fidest press agency su martedì, 22 giugno 2021

Va bene bandire concorsi veloci che portano in cattedra docenti preparati, ma bisogna farlo con regole corrette: a dirlo è Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, commentando il bando di concorso semplificato per le materie scientifiche (STEM), che consentirà nei primi giorni di luglio di valutare i candidati per arrivare all’assunzione immediata di oltre 6.000 insegnanti, il doppio dei posti rispetto a quelli banditi un anno fa. Dopo avere ricordato, durante una video-intervista all’agenzia Teleborsa, che la procedura consisterà nel “rispondere a una batteria di 50 quesiti, 2 punti per ogni risposta esatta, ogni quesito è a risposta multipla e si dovrà rispondere in due minuti, chi prenderà 70 punti può accedere alla prova orale”, Pacifico chiede la riapertura del bando, per dare la possibilità di partecipare oggi anche a chi aveva deciso di non partecipare ad una selezione ben diversa, l’allargamento ad altre classi di concorso e la collocazione della soglia minima per superare la prova.Il concorso STEM è un’ottima opportunità per arrivare all’immissione in ruolo, ma va cambiato: il sindacato ne è convinto. Vanno quindi cambiate le norme che regolano il bando del concorso ordinario, per titoli ed esami, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, finalizzato al reclutamento del personale docente per posti comuni e di sostegno nella scuola secondaria per le sole classi di concorso A020, A026, A027, A028 e A041, rispettivamente riconducibili alle discipline Fisica, Matematica, Matematica e Fisica, Matematica e Scienze, Scienze e Tecnologie informatiche. A questo proposito, Anief ha predisposto degli emendamenti emendamenti al decreto Sostegni-bis proprio per risolvere questi problemi.Secondo il presidente dell’Anief “C’è poi il problema della soglia” di superamento della prova scritta: “70 su 100 è una soglia molto alta”, Pacifico, indicando “noi riteniamo la soglia della sufficienza, 60 su 100, potesse essere più agevole, anche perché c’è un orale da superare”, conclude Pacifico. Il sindacato ha quindi deciso di impugnare il DM n. 826/21 di rettifica del bando del concorso ordinario docenti 2020 per le discipline STEM (classi di concorso A020, A026, A027, A028 e A041), nella parte in cui non riapre i termini per la partecipazione a tutti i candidati con i titoli d’accesso validi, viste le modifiche intercorse del numero dei posti e dello svolgimento delle prove. Per aderire all’iniziativa legale, entro il 30 giugno, bisogna inviare lavoro domanda cartacea all’Ufficio Scolastico della Regione di proprio interesse. Adesioni al ricorso aperte fino al 30 giugno.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Al via il concorso Stem per 6.129 nuovi docenti

Posted by fidest press agency su sabato, 19 giugno 2021

È tutto pronto per lo svolgimento del concorso Stem. La prova scritta, unica e distinta per ciascuna classe di concorso, consiste in più quesiti a risposta multipla, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulle discipline della classe di concorso, nonché sulla preparazione informatica, volta all’accertamento delle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento, e sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.La prova, computer-based, scrive Orizzonte Scuola, si svolgerà nella regione per la quale il candidato ha presentato domanda di partecipazione, nelle sedi individuate dagli uffici scolastici regionali e consiste nella somministrazione di 50 quesiti, 40 dei quali vertenti sui programmi previsti dall’allegato A al decreto del Ministro dell’istruzione 20 aprile 2020, n. 201 per la singola classe di concorso, 5 sulle competenze digitali e 5 sulle competenze della lingua inglese. Per la classe di concorso A027 – Matematica e fisica, i 40 quesiti vertenti sui programmi saranno suddivisi tra 20 quesiti di matematica e 20 quesiti di fisica. Per la classe di concorso A028 – Matematica e scienze, i 40 quesiti vertenti sui programmi saranno suddivisi tra 20 quesiti di matematica e 20 quesiti nell’ambito delle scienze chimiche, fisiche, biologiche e naturali.Ogni quesito proposto ai candidati consisterà in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta; l’ordine dei 50 quesiti è somministrato in modalità casuale per ciascun candidato. La prova avrà una durata massima di 100 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all’art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104. Non si darà luogo alla previa pubblicazione dei quesiti. L’amministrazione si riserva la possibilità, in ragione del numero di partecipanti, di prevedere, ove necessario, la non contestualità delle prove relative alla medesima classe di concorso, assicurandone comunque la trasparenza e l’omogeneità in modo da garantire il medesimo grado di selettività tra tutti i partecipanti.La valutazione della prova sarà effettuata assegnando 2 punti a ciascuna risposta esatta, zero punti alle risposte non date o errate. La prova è valutata al massimo 100 punti ed è superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti. I candidati che, ai sensi del comma 5, supereranno la prova scritta, saranno ammessi a sostenere la prova orale, i cui temi sono predisposti dalle commissioni giudicatrici e che si svolge secondo le modalità previste all’art. 9, commi 7 e 8, del decreto ministeriale 20 aprile 2020 n. 201. Per la valutazione della prova orale la commissione ha a disposizione un massimo di 100 punti. La prova orale è superata dai candidati che conseguono il punteggio minimo di 70 punti su 100.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Diventare insegnanti, in arrivo norme dei concorsi mutevoli con le classi di concorso

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 Maggio 2021

Le norme sul nuovo reclutamento devono cambiare. Secondo il leader dell’Anief è evidente che questo sistema deve andare a regime e bisogna fare in modo che chi ripete più volte queste procedure possa anche scegliere un punteggio più favorevole, perché la graduatoria cambia ogni anno e non bisogna penalizzare chi, in passato, ha superato certe prove.Pacifico ha detto che dopo la stipula del ‘Patto per la Scuola’ “tutte queste modifiche le chiederemo al tavolo sul reclutamento con il ministro Patrizio Bianchi, ma anche nelle aule parlamentari, perché è importante ripristinare il doppio canale di reclutamento: il 50% per cento dei posti assegnato a chi vince i concorsi, l’altro 50% dato ai precari che insegnano da anni nelle nostre scuole”.La verità, conclude il sindacalista autonomo, è che “i precari hanno pieno diritto ad avere il riconoscimento della loro professionalità attraverso titoli abilitanti, la specializzazione su sostegno, insieme al personale di ruolo, che ha diritto a passaggi di ruolo e a conseguire altre abilitazioni per non rimanere sempre immobilizzato” nella stessa scuola suo malgrado.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso straordinario, 1 candidato su 3 non lo supera

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 Maggio 2021

Sta producendo effetti nefasti l’esigenza d’introdurre nei concorsi pubblici più quesiti a cui rispondere in poco tempo. In presenza di candidati con esperienza consolidata, con questo sistema selettivo il numero dei respinti risulta troppo elevato. “Quando i concorsi prevedevano lo scritto con una sola tematica da svolgere – ha scritto Tuttoscuola -, i candidati avevano sei ore di tempo a disposizione per dimostrare conoscenze e competenze; le commissioni potevano valutare effettivamente il merito della prova. I recenti concorsi, organizzati sul tempo, premiano la capacità di sintesi, ma non è detto che valorizzino prioritariamente il merito”. In conclusione, “con maggior tempo a disposizione sarebbe certamente premiata la preparazione dei candidati”, invece le cose sono andate diversamente. Ricordiamo che il concorso straordinario previsto dal D.D. n. 510 del 23 aprile 2020 e DD n. 783 dell’8 luglio 2020 prevede che ogni candidato vengano assegnati cinque quesiti sulle conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche, più un testo di comprensione in lingua inglese.Il sindacato continua a reputare immotivata questa selezione, perché a essere esclusi dal ruolo sono docenti che hanno avuto una lunga militanza nella scuola, durante la quale hanno acquisito un’alta professionalità e gli strumenti adatti per potere svolgere questa professione. Parliamo, infatti, di docenti con almeno tre anni di servizio svolto, di cui uno specifico per la classe di concorso richiesta, tra l’anno scolastico 2009/09 e il 2019/20.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso straordinario, il Tar del Lazio ammette nuovi candidati alle suppletive

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 Maggio 2021

Sono previste tra il 14 e il 20 maggio come riporta il decreto cautelare che obbliga il Mi “a indire apposite sessioni suppletive”, con prove per i candidati che non hanno potuto partecipare, a causa del Covid, alla verifica scritta del concorso straordinario per l’immissione in ruolo nella scuola secondaria di primo e secondo grado su posto comune e di sostegno, per complessivi 32mila posti da assegnare in tre anni.Dopo l’associazione dei giorni alle classi di concorso, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 32, e la nota ministeriale n. 12547, gli Uffici Scolastici Regionali hanno provveduto nei giorni scorsi all’abbinamento dei candidati alle aule sedi di esame, garantendo il rispetto dei termini previsti dall’articolo 5, comma 1, del decreto dipartimentale n. 510/2020. Anief ricorda che la metà dei candidati all’immissione in ruolo non potrà avere un ruolo ma continuerà a essere chiamata come supplente. Inoltre, quasi mille idonei, nonostante abbiano superato la prova, saranno esclusi. Oltre la metà dei posti banditi rimarrà probabilmente vacante, specie su sostegno, nonostante in 20 mila si specializzeranno a giugno. Per opporsi a queste palesi contraddizioni, Anief ha deciso di avviare una serie di azioni legali per tutelare i docenti risultati idonei, che hanno comunque partecipato alla selezione o che intendono partecipare alle prove aggiuntive. Per coloro che invece non hanno superato la prova selettiva ma hanno comunque partecipato, è possibile ugualmente ricorrere per chiedere l’inserimento nelle graduatorie finali che saranno utilizzate laddove esaurite le ex graduatorie permanenti per le immissioni in ruolo, in virtù del rispetto delle norme comunitarie.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il civilista Scuotto: ‘concorsi per magistrati vera riforma giustizia civile’

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 Maggio 2021

“Bandire concorsi per magistrati: questa la vera riforma della giustizia civile. Due le esigenze: certezza e riduzione dei tempi. Questi gli obiettivi che devono agitare le forze politiche e il governo Draghi, senza però sacrificare la qualità della giustizia italiana”. Così all’Adnkronos/Labitalia Gaetano Scuotto, civilista del Foro di Napoli e docente alla Scuola di specializzazione per le professioni legali dell’università Suor Orsola Benincasa di Napoli.“Non bisogna sacrificare – spiega – la qualità per la sola velocità. Riforma della giustizia diventa quasi sempre sinonimo di ricerca della velocità: la finalità è certamente giusta, ma non deve essere isolata. Bisogna certamente ridurre i tempi, ma nel contempo continuare a garantire elevato spessore di chi giudica. Non è raro vedere la magistratura in sottorganico. La prima riforma sarebbe bandire concorsi per nuovi posti, non più in numero ridotto come oggi, ma in numero sensibilmente maggiore, con la finalità di coprire tanti e sempre più posti, creando, perché no, anche un aumento di posizioni, assegnando per ogni tribunale sempre più magistrati”. “Non necessariamente – sostiene – bisogna cambiare gli strumenti processuali. Si parla spesso di sostituire la citazione con il ricorso, ma sarebbe un errore madornale, e si ritornerebbe al punto di partenza: velocità non deve trasformarsi in frettolosità. La citazione consente agli avvocati di fare veramente il loro mestiere, e mettere in campo una vera e propria strategia difensiva”.“L’atp – sottolinea Scuotto – è stato, a mio avviso, un fallimento per due ordini di motivi: il primo non termina con un provvedimento da poter mettere in esecuzione. In secondo luogo al ricorso per atp segue il 702 bis cpc e, con buona probabilità (statistiche alla mano) anche il successivo giudizio ordinario a cognizione piena, con sensibile aumento di tempi e costi. Bisogna investire nella digitalizzazione e processo civile telematico. Costruire, dalla crisi che viviamo, una grande opportunità per il futuro, destinando fondi per potenziare i sistemi centrali e periferici, dotare cancellieri e funzionari di strumenti idonei e sempre più sviluppati per la gestione delle attività processuali e di trasmissione di atti e provvedimenti”. “Con il piano nazionale di ripresa e resilienza – ricorda – viene richiesta chiarezza e sinteticità degli atti giudiziari, attuabile attraverso l’inserimento di grafici e collegamenti ipertestuali (link). I cambiamenti sono sempre nella stessa direzione: ridurre i tempi. La sintesi è certamente un dono, e consente, comunque, a chi scrive di costruire una difesa completa e da libero pensatore: il pericolo è che il prossimo step possa essere la ‘spunta’ di voci predefinite. Ridurre la difesa, e quindi la giustizia, ad un quiz è un vero pericolo per la libertà”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Concorso straordinario: pubblicata una graduatoria su sei

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 Maggio 2021

La metà dei candidati non potrà avere un ruolo ma continuerà a essere chiamata come supplente. Quasi in mille idonei, nonostante abbiano superato la prova, saranno esclusi. Più della metà dei posti banditi rimarrà vacante, specie su sostegno, nonostante in 20 mila si specializzeranno a giugno. Ancora in migliaia devono fare le suppletiva. E di fronte alle insensate scelte della politica e all’evidenza dei fatti, Anief annuncia per tutti ricorsi in tribunale. Il sindacato attiva azioni legali per tutelare i docenti risultati idonei, che hanno comunque partecipato alla selezione o che intendono partecipare alle prove suppletive, impediti dal Covid. Queste sono le azioni legali portate avanti al Tar Lazio. Il sindacato Anief, per tutelare chi ha diritto a entrare nei ruoli, come ha già ottenuto in tribunale, intende far presentare ricorso al Tar del Lazio per ottenere il superamento del limite dei vincitori rispetto ai 28 mila posti messi a bando per ciascuna regione, per ottenere così la possibilità per tutti gli idonei di essere individuati quali vincitori del concorso per scorrimento delle graduatorie. L’adesione è riservata a coloro che hanno superato la prova concorsuale. Per coloro che invece non hanno superato la prova selettiva ma hanno comunque partecipato è possibile ugualmente ricorrere per chiedere l’inserimento nelle graduatorie finali che saranno utilizzate laddove esaurite le ex graduatorie permanenti per le immissioni in ruolo, in virtù del rispetto delle norme comunitarie. Per aderire, cliccare qui. Il sindacato ha rilanciato, dopo aver vinto in tribunale, anche ricorsi per coloro che non hanno potuto partecipare alle prove selettive ma che presentato specifica istanza di prove suppletiva causa Covid-19 e per coloro che vogliono partecipare per i posti di sostegno a seguito della pronuncia del Tar Lazio che ha sollevato questione di legittimità costituzionale per chi sta per conseguire il titolo di specializzazione con il Tfa sostegno.

Posted in scuola/school, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »