Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘condiviso’

In tema di riforma dell’affido condiviso

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 marzo 2019

L’Associazione “Mantenimento Diretto”, attiva per promuovere il diritto dei fanciulli a una compiuta bigenitorialità nelle situazioni separative, parteciperà al convegno “Riforma dell’affido condiviso: dibattito sul disegno di legge Pillon”, organizzato dall’associazione forense “Diritto di Difesa” presso il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Catanzaro il 1° marzo 2019. Il convegno, cui parteciperanno giuristi e rappresentanti dell’amministrazione comunale di Catanzaro, vuole chiarire i contenuto dell’importante riforma dell’affido condiviso in discussione negli ultimi mesi presso la Commissione Giustizia del Senato della Repubblica.Il disegno di legge in argomento, S735, unitamente ad altri sullo stesso tema in discussione presso il Parlamento, si propone di ridisegnare in modo equo e proporzionato il rapporto dei figli con i genitori separati cercando di rimuovere situazioni di oggettivo squilibrio e disparità ormai anacronistici. L’applicazione del principio della cogenitorialità, peraltro, è anche raccomandato dal Consiglio d’Europa e dalla nostra Costituzione. Nel nostro Paese, infatti, si registra una domanda insoddisfatta di uguaglianza genitoriale, resa più urgente dall’evidenza – come mostrano le ricerche scientifiche internazionali sul tema – che i figli minorenni delle coppie separate hanno una maggiore probabilità di sviluppare problematiche psicologiche e comportamentali quando non possono frequentate il papà e la mamma in modo adeguato, e ricevere da essi cure e attenzioni in uguale misura, come previsto dal modello di custodia condivisa.La Società civile è in attesa da quasi due decenni della transizione da un modello separativo, di fatto monogenitoriale, a una modalità di risoluzione del matrimonio o delle altre unioni affettive, in presenza di figli minori, fondata sul criterio della bigenitorialità a tutela del vero interesse dei minori. Per questi motivi la nostra associazione sostiene con forza il ddl 735 e parteciperà al detto convegno portando un contributo attivo alla discussione.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Omicidi in famiglia

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 febbraio 2011

Il 2011 rappresenta senz’altro l’anno nero nelle inaudite stragi tra familiari che vedono coinvolti genitori tra loro e contro i figli. Tutte vicende legate a matrimoni finiti o nell’ambito di procedure di separazione gravemente conflittuali. In particolare l’affidamento dei figli, nonostante il varo della legge sull’affidamento condiviso, sta diventando l’origine di uno dei fenomeni più preoccupanti del nostro Paese: la lotta per ottenere i figli contesi.
Ancora una volta l’AMI richiama l’attenzione delle istituzioni perché tutte le separazioni ed i divorzi vengano seguite da psicologi del Tribunale al fine di prevenire condotte strumentali in danno dei figli e conseguenti gravi reazioni. Dietro queste tragedie si nasconde infatti l’ansia dei coniugi di sottrarsi vicendevolmente i figli a seguito, probabilmente, di una serie di scellerate strategie difensive o di negligenti provvedimenti giurisdizionali. In particolare destano sgomento le vicende di quei padri che, in lite con le consorti per l’affidamento dei figli (lo scorso settembre Alberto Fogari uccise la figlioletta di tre anni e si suicidò a Brescia; tre giorni fa Matthias Shepp si è suicidato dopo aver fatto perdere le tracce delle sue due figliolette gemelle; oggi Alberto Pistone ha ucciso moglie e figlio e si è suicidato a Bologna) arrivano a uccidersi e, nella quasi totalità dei casi, a togliere la vita ai figli per i quali sono entrati in conflitto con l’ex coniuge.  In Italia si investe solo per la lotta alla mafia mentre nulla si destina alla prevenzione dei reati intrafamiliari che sono la vera, grave piaga sociale. Gli avvocati matrimonialisti ritengono che, come esiste una task force a contrasto della mafia, dovrebbe parimenti essere organizzata una rete di professionisti per combattere la violenza in famiglia”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Affido condiviso dei figli

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 settembre 2010

Dichiarazione di Rita Bernardini, deputata radicale, membro della Commissione Giustizia della Camera “La vicenda di un caso a Brescia, che dopo la separazione non riesce ad avere più un rapporto stabile e continuativo con i figli, è l’ulteriore dimostrazione di come la nuova normativa sul cosiddetto “affido condiviso” introdotta con la legge n. 54 del 2006 sia stata di fatto aggirata da un orientamento giurisprudenziale con il quale è stato introdotto il concetto di “genitore prevalente”. A causa di ciò ancora oggi nella stragrande maggioranza degli uffici giudiziari, in sede di separazione, si continua a stabilire che i minori debbano trascorrere con uno dei due genitori (quasi sempre la madre) circa l’80% del tempo, proprio come accadeva ai tempi in cui vigeva la regola dell’affido esclusivo. Questo indirizzo giurisprudenziale non solo è contrario a quanto previsto dalla legge n. 54 del 2006, ma è anche discriminatorio e dannoso, e non fa altro che alimentare il conflitto giudiziario, atteso che in questo modo nelle separazioni i figli diventano a tutti gli effetti la carta “prendi tutto” che il genitore più forte e spietato cerca di accaparrarsi a scapito dell’altro. Vista la situazione, e ascoltate le denunce di associazioni come l’Adiantum che da anni si battono affinché venga finalmente garantito anche in Italia il principio della cosiddetta “bigenitorialità”, ho deciso di depositare, assieme ai colleghi della delegazione radicale nel gruppo del PD, una interrogazione parlamentare a risposta scritta, elaborata insieme alla Lega Italiana per il Divorzio Breve, con la quale chiedo al Ministro della Giustizia di adottare urgenti iniziative al fine di garantire la piena applicazione della legge sull’affido condiviso. Solo in questo modo i diritti di entrambi i genitori separati e dei loro figli potranno essere realmente tutelati conformemente a quanto previsto e stabilito dall’ordinamento giuridico”. (fonte ufficio stampa radicali)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Casalinghe tutelate

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 luglio 2010

Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 16896 del 20 luglio 2010, ha accolto il ricorso di una casalinga che si era ferita in un incidente stradale.  La donna aveva chiesto al Tribunale di Trento, oltre al danno biologico, anche quelli patrimoniali. Aveva chiesto cioè che il suo lavoro in casa fosse quantificato e paragonato a quello di un lavoratore dipendente.  Non solo. Il fatto che la signora potesse permettersi una colf non poteva far tramontare la speranza di un risarcimento patrimoniale. I giudici di merito non hanno condiviso questa linea difensiva. Poi le cose sono andate diversamente di fronte alla terza sezione civile della Suprema corte che, inserendosi in una linea interpretativa inaugurata qualche anno fa, ha affermato un principio che rafforza la tutela delle casalinghe anche se queste possono permettersi la colf. In fondo alle motivazioni si legge infatti che “”il pregiudizio economico che subisce una casalinga menomata nell’espletamento della sua attività in conseguenza di lesioni subite è pecuniariamente valutabile come danno emergente, ex art. 1223 cod civ. (richiamato “in parte qua” dal successivo art. 2056) e può essere liquidato, pur in via equitativa, anche nell’ipotesi in cui la stessa sia solita avvalersi di collaboratori domestici, perché comunque i suoi compiti risultano di maggiore ampiezza, intensità, responsabilità rispetto a quelli espletati da un prestatore d’opera dipendente”. Non solo. “Nella liquidazione del danno alla persona, – scrivono i giudici nel passaggio successivo – il criterio di determinazione della misura del reddito previsto dall’art. 4 della legge 26 febbraio 1977, n. 39 (triplo della pensione sociale), pur essendo applicabile esclusivamente nei confronti dell’assicuratore della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli e dei natanti, può essere utilizzato dal giudice, nell’esercizio del suo potere di liquidazione equitativa del danno patrimoniale conseguente all’invalidità, che i danno diverso da quello biologico, quale generico parametro di riferimento per la valutazione del reddito figurativo della casalinga”.Il fondamento di tale diritto, secondo Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori, specie quando la casalinga sia componente di un nucleo familiare legittimo (ma anche quando lo sia in riferimento ad un nucleo di convivenza comunque stabile) e’ difatti, pur sempre di natura costituzionale, ma riposa sui principi di cui agli artt. 4 e 37 della Costituzione (che tutelano, rispettivamente, la scelta di qualsiasi forma di lavoro, e i diritti della donna lavoratrice), mentre il fondamento della risarcibilità del danno biologico si fonda sul diverso principio della tutela della salute.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Commercio pugliese e strutture vendita

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2010

Bari. L’attività di concertazione sviluppata con gli Stati Generali del Commercio ha avuto nella proroga alla moratoria per le aperture delle nuove grandi strutture di vendita, inserita  nel decreto Omnibus approvato in Consiglio Regionale, il suo naturale epilogo. “Siamo ovviamente soddisfatti del lavoro svolto, di cui il provvedimento approvato è un tassello importante ma non esaustivo. Un lavoro serio e meticoloso che  ha portato, e siamo certi porterà in futuro, ottimi frutti per il commercio pugliese” – ha dichiarato il presidente regionale Confcommercio Matteo Biancofiore.  “Della serietà e della lungimiranza con cui si è sviluppato il confronto – ha proseguito il presidente di Confcommercio – non possiamo che dare merito all’Assessore Capone che ha condiviso con le forze sociali ed economiche regionali questo percorso che punta a far sviluppare nuove e intergrate dinamiche economiche nelle politiche urbane. Attività organiche di programmazione che sappiano finalmente dare diano il giusto valore alle imprese del terziario”. La logica delle deroghe, che pure sembra aver fatto capolino in Consiglio, non ha trovato giustamente spazio perché figlia di quella programmazione disorganica che tante distorsioni ha causato sul territorio. Come altre volte evidenziato – ha concluso Biancofiore – una volta chiarita la cornice normativa di programmazione, il confronto con il resto del mondo produttivo pugliese non potrà che essere ben accetto per favorire lo sviluppo dell’economia regionale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La leggenda New trolls

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 gennaio 2010

Si parte da Genova, loro città natale, il 30 gennaio (Teatro Carlo Felice) per toccare inizialmente anche Vicenza il 26 febbraio (Teatro Comunale) e Milano (Teatro Smeraldo) il 4 marzo e i botteghini stanno già per registrare il “tutto esaurito”. Cresce l’attesa per il ritorno sulle scene della storica formazione dei New Trolls, ricomposta nel suo nucleo originario formato da Vittorio De Scalzi, Nico Di Palo, Gianni Belleno e Giorgio D’Adamo che nel lontano 1967 diedero vita a quella che può non a torto essere definita la prima band italiana del “rock progressive”.  La leggenda New trolls è il nome d’arte rinnovato dei quattro musicisti che hanno “concondiviso” in oltre quarant’anni di onorata carriera il piacere di esibirsi davanti a sterminate platee e “diviso” la loro formazione più volte in corso d’opera. Ma ciò che conta adesso sono le radici… Nati sotto la spinta e l’incoraggiamento di Gianni De Scalzi, papà di Vittorio, che stimolò il figlio ad esibirsi nel suo ristorante “La caravella d’oro” di Genova e “custoditi” dalla madre Armanda, che registrò lei il nome a causa dell’età non adulta del figlio, i giovanissimi e nuovi Trolls interpretavano allora un cosiddetto “beat psichedelico”, mix dei classici ritmi beat del periodo con il rock e altre nuove tendenze, primo esempio di musica progressiva, genere non a caso definito tutt’oggi “Prog”. A differenza di formazioni a loro contemporanee quali i Nomadi, i Camaleonti e i Corvi, interpreti principalmente di cover di brani stranieri, i New Trolls crearono dunque una musica totalmente improntata alla ricerca, che ebbe il primo grande successo con Senza orario senza bandiera, scritto nel 1968 insieme a Fabrizio De Andrè e considerato universalmente il primo concept album italiano, proseguendo poi con Concerto Grosso per i New Trolls composto appositamente per loro nel 1971 dal maestro Luis Enrìquez Bacalov, oggi Premio Oscar di levatura internazionale. Il Sound prima maniera, accompagnato dai più noti frammenti pop del periodo successivo e da alcune composizioni inedite, sarà dunque il protagonista dei concerti proposti nel 2010  dagli “storici”, diretti dall’amico di sempre Pepi Morgia, che proprio con loro iniziò la sua attività di light designer e regista musicale.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La crisi dell’io

Posted by fidest press agency su martedì, 15 settembre 2009

Nel mentre stiamo costruendo un modello di società sempre più complesso ed articolato, non abbiamo ancora chiara l’idea che tale archetipo ha bisogno di una identità umana capace di reggere il passo alle novazioni. Ed è un discorso che potremmo riassumere con una sola parola: culturale. Esso implica, ovviamente, molte altre considerazioni compresa la sua flessibilità e capacità di adattamento al mutare delle condizioni della cornice mentale del mondo. In altri termini la maturazione di un processo evolutivo riguarda, in primo luogo, il tratto del nostro rapporto esistenziale ma è anche destinato ad influenzare i segmenti di vita che ci seguono e che, in un modo o nell’altro, riprendono il filo della nostra partecipazione sociale e politica. Oggi possiamo, meglio di prima, rimescolare le carte del nostro gioco e renderlo condiviso o condivisibile in dimensioni spaziali sempre più ampie. Lo dobbiamo, probabilmente, ad Internet. Esso è capace di veicolare tante realtà, metterle a confronto, pilotarle, tracciare una rotta o simularne molte altre e fare, in tal modo, esperienza affinché attraverso tale modalità si giunga meglio alla comprensione dei contenuti. Non possiamo dire come Hegel di essere colombe che voliamo e trovare resistenza nell’attrito e se non ci fosse attrito come voleremmo bene.  In realtà non voleremmo per niente. Ed è proprio questo il punto. Noi siamo strutturati per vivere una realtà costituita da un punto fermo e che la costruzione del nostro futuro non si fonda sui se ed i ma. Noi possiamo solo migliorarci per adattare il nostro essere al nostro divenire comprendendo il funzionamento tecnico che regola i nostri moduli di vita e rendendoli compatibili con il mondo che ci circonda e armonizzando i rapporti con i nostri simili. E soprattutto essere consapevoli che esistono valori positivi che vanno sostenuti e protetti e negativi che vanno individuati ed isolati perché aberranti, perché nemici del progresso, perché contrari alla civiltà dell’homo novus.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »