Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘condono’

Come non si governa il commercio ambulante

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 giugno 2017

bancarelleRoma. Non governare, o meglio, aumentare i problemi invece di risolverli. Di fatto, le regole della Giunta capitolina, a guida M5S, per mercati, bancarelle e camion bar, invece di mettere ordine aumentano il caos per la gioia di non si sa chi, o si sa. E’ prevista una sanatoria per le bancarelle anomale, e già non ci siamo perchè il condono è un vulnus contro il diritto e, inoltre, sono ridotte le sanzioni per gli abusivi il che pone le basi per il diffondersi degli irregolari e per un successivo condono.
Alla faccia della legalità tanto invocata (a parole). Persa una occasione per dare un assestamento ad un settore lasciato allo sbando per anni. Così non si governa un bel niente. (Primo Mastrantoni, Segretario Nazionale Aduc)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“No al condono o scenderemo in piazza”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 ottobre 2011

In questi giorni, la nostra associazione è stata letteralmente presa d’assalto da centinaia di e.mail inviate dai nostri associati e da molti cittadini, indignati per l’ipotesi di un possibile condono, che rappresenta una misura ”iniqua e non risolutiva”, oltre ad essere una beffa nei confronti dei tanti cittadini onesti che pagano puntualmente le tasse, nonostante siano stati massacrati dalle ultime manovre governative. Inoltre il condono – continua il Segretario Nazionale dell’Associazione Assotutela.net Pietro Bardoscia – e’ una misura una tantum che non inciderebbe in modo concreto ne’ sulla riduzione del debito pubblico ne’ sul reperimento di risorse da destinare alla crescita. In merito a questo ultimo tema, costatiamo un Governo ormai allo sbando, bacchettato dalla Corte dei Conti sulla legge delega in materia fiscale e assistenziale che a quanto sembra è affidata a mezzi di copertura incerti, circoscritti e superati dagli eventi, oltre a soffrire di genericità e indeterminatezza. Per questo riteniamo doveroso da parte nostra scendere in piazza qualora dovesse passare questo condono “salva evasori”, mentre siamo favorevoli all’ idea di un prelievo dell’ 1% sulle baby pensioni e ad una minipatrimoniale del 5 per mille.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Berlusconi: “condono pro vita e post mortem”

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 luglio 2010

“Ci sentiamo particolarmente generosi e abbiamo deciso di fare un regalo al Governo, sebbene non lo meriterebbe. Vi diamo la ricetta per risolvere tutti i problemi della giustizia italiana. Una sola legge, la chiameremo “Condono pro Silvio pro vita e post mortem”. Un solo articolo che reciti più o meno così. “Qualunque cosa abbia fatto Silvio Berlusconi da 1 anno di vita in poi, ad esempio rubare la marmellata, alzare la gonna alla compagnella di scuola, imbrogliare ad asso piglia tutto, qualunque cosa, tutto ma proprio tutto, gli verrà condonato. E la legge resterà in vigore anche 10 anni dopo la morte ufficiale del Presidente del Consiglio, così, se magari gli scappa la marachella lassù, è coperto”.  E’ questa la provocazione lanciata da Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di polizia, rispetto alle modifiche proposte dal Pdl per il Lodo Alfano. “Ora noi vorremmo essere seri su un argomento del genere. Ma non ci riusciamo proprio perché è il Governo che ogni volta  che discute di un provvedimento riduce tutto a una pantomima, una barzelletta”. – Dice ancora Maccari – “Noi non vogliamo far polemica a tutti i costi, però se tra un lodo e un altro, tra un modo di impedire a Premier e Ministri di presentarsi dinanzi al giudizio della corte, tra un legittimo impedimento ed un viaggio, magari ci si potesse occupare dei problemi che riguardano milioni di italiani.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | 2 Comments »

Condono ai falsi invalidi?

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 giugno 2010

”Tra le migliaia di emendamenti alla Manovra ne svetta uno per bizzarria. È quello della Lega a proposito dei falsi invalidi. L’idea del Carroccio è di aprire l’opportunità di un condono: entro 180 giorni i falsi invalidi e i medici che li hanno certificati possono autodenunciarsi evitando così le eventuali sanzioni. «In questo modo – spiega Massimo Garavaglia, vicepresidente leghista della commissione Bilancio del Senato – diamo la possibilità allo Stato di risparmiare soldi e tempo per tutti gli accertamenti, mentre chi è nel torto potrà riparare senza pagare nulla. Sapendo che comunque prima o poi li avremmo scoperti». Si tratta di un’idea tutt’altro che originale: già nel 1994 era stata accantonata malamente, per evidente inapplicabilità, una analoga proposta avanzata allora da AN e appoggiata da Forza Italia e dalla formazione di Clemente Mastella. Anche la “rinnovata” proposta sembra ignorare il settore dell’accertamento delle minorazioni civili, i meccanismi di riconoscimento, lo stesso fenomeno degli accertamenti facili. Inoltre fissa la sua attenzione solo sugli invalidi che percepiscono provvidenze assistenziali e non su quelli che fruiscono di agevolazioni indirette. Se è vero che almeno il 70% delle persone cui è stata revocata la pensione in seguito agli ultimi controlli presenta ricorso, come si più ritenere che i “falsi invalidi”, motu proprio, si autodenuncino? «I “falsi invalidi” sono una piaga innanzitutto per chi disabile lo è per davvero – prosegue Pietro Barbieri, Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap –  Non ci devono più essere scusanti per dilazionare l’impegno a favore delle persone con disabilità, l’adeguatezza degli stanziamenti, le politiche di reale inclusione.» La preoccupazione di FAND e FISH, in effetti, più che a queste estemporanee proposte, deriva dall’incombere dei tagli ai trasferimento alle Regioni. Uno studio della CGIA di Mestre della scorsa settimana evidenzia un taglio di ben 878 milioni di euro per le voci relative all’assistenza sociale. E quei tagli riguarderebbero anche gli invalidi, quelli veri.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo condono edilizio in Campania?

Posted by fidest press agency su domenica, 25 aprile 2010

“Sicuramente i termini per il condono edilizio saranno nuovamente riaperti. In campagna elettorale si fanno tante promesse: spesso queste non vengono mantenute e le richieste che invece sono esaudite sono quelle più sbagliate”. E’ questo il commento del viceresponsabile per la Campania dell’Italia dei Diritti, Angelo Di Mauro, alla notizia che l’abbattimento delle costruzioni abusive nella regione è stato bloccato dopo la vittoria alle regionali della coalizione del centrodestra e che il governo emanerà un decreto di condono edilizio per il territorio napoletano già martoriato dall’abusivismo. “Il Governo, ogni volta che accade una sciagura parla di dissesto idrogeologico, piange sul latte versato, e continua a finanziare condoni edilizi. Tali provvedimenti possono essere presi – continua Di Mauro – ma sempre seguendo una condotta irreprensibile, invece anche stavolta sarà emanato un decreto che non seguirà un criterio preciso”. L’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro termina aggiungendo: “Quando poi ci saranno situazioni di pericolo e di catastrofi idrogeologiche in queste zone spero che il Governo si assumi le sue responsabilità, condanni la solita edilizia spregiudicata e mandi in galera gli speculatori”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Multe auto, in 5 anni aumentate del 643%

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2010

Negli ultimi cinque anni in Italia il numero delle multe comminate agli automobilisti e’ aumentato del 643%, il risultato più alto in Europa. Lo rileva un’indagine di Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani, che con Lo Sportello del Contribuente ha analizzato i dati dei singoli stati Ue.  Dopo l’Italia, nella classifica figurano la Romania con il 194%, la Bulgaria con il 158%, l’Albania con il 148%, l’Estonia con il 118%, la Slovacchia con il 106% e la Croazia con il 98%. Nelle ultime posizioni l’Inghilterra con il 17%, la Germania con il 15% e, ultima, la Svezia con il 11%.  A livello territoriale, in Italia le multe automobilistiche sono aumentate del 663% nel Nord Est, del 648% nel Centro, del 594% nel Nord Ovest, del 567% nel Sud e del 513% nelle Isole.  Fra le infrazioni più contestate nel 2009, permangono il divieto di sosta, la guida senza casco o senza cintura di sicurezza. “Dai dati è inoltre emerso – sottolinea Vittorio Carlomagno, presidente di Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani – che solo un italiano su tre paga la multa senza contestarla, mentre il 68% impugna il verbale innanzi al Prefetto o al Giudice di pace”.  “E’ un altro primato negativo per l’Italia – continua Carlomagno – Gli enti locali devono attuare ‘strategie fiscali’ diverse. Per far quadrare i conti debbono puntare sulla tax compliance, anziché sul condono delle multe automobilistiche che difficilmente riscontrerà adesioni. Infatti, buona parte delle multe elevate fino al 2004 sono cadute in prescrizione” Per tutti gli automobilisti delle città di Roma, Napoli, Genova, Treviso, Macerata, Perugia, L’Aquila, Bari, Salerno e Catanzaro che vogliono regolarizzare la propria posizione con le multe o aderire al condono, Contribuenti.it ha raddoppiato i funzionari presenti al call-center (0642828753) de “Lo Spor tello del Contribuente” per verificare la correttezza delle comunicazioni e che non siano gonfiate di verbali prescritti, mai notificati, già pagati o duplicati oppure che contengano spese non dovute relative alla procedura di fermo amministrativo di € 30,99 mai effettuata. Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »