Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘conduzione’

Bradicardia e disturbi della conduzione: le nuove linee guida Usa

Posted by fidest press agency su domenica, 25 novembre 2018

L’American College of Cardiology, l’American Heart Association e la Heart Rhythm Society hanno pubblicato una linea guida per la valutazione e il trattamento di pazienti con bradicardia e disturbi della conduzione cardiaca sul Journal of American College of Cardiology, Circulation, Journal of American Heart Association e HeartRhythm. Queste raccomandazioni, pensate per delineare la presentazione e l’approccio alla valutazione clinica dei pazienti, presentano tra gli altri argomenti la selezione e la tempistica degli strumenti di test diagnostici, inclusi i dispositivi di monitoraggio e i test elettrofisiologici, nonché le opzioni di trattamento disponibili come interventi sullo stile di vita, terapia farmacologica e dispositivi esterni e impiantati, in particolare dispositivi di stimolazione. Gli autori affrontano anche considerazioni particolari per diverse popolazioni in base all’età, alle comorbilità o ad altri fattori rilevanti. La linea guida include per esempio raccomandazioni sulla sorveglianza post-procedura e sull’impianto di pacemaker in individui con anomalie di conduzione successive alla sostituzione transcatetere della valvola aortica (TAVR). Il documento affronta anche le modalità di approccio alla cessazione della terapia con pacemaker e propone diverse considerazioni sul fine vita. I membri del comitato di scrittura sottolineano l’importanza di un processo decisionale condiviso tra il paziente e i medici, così come dell’assistenza incentrata sul paziente.
«Le decisioni terapeutiche si basano non solo sulle migliori prove disponibili, ma anche sugli obiettivi di cura e sulle preferenze del paziente» afferma Fred Kusumoto, della Mayo Clinic Florida di Jacksonville, che ha presieduto il gruppo di lavoro. «I pazienti dovrebbero essere indirizzati verso materiale informativo affidabile per aiutarli nella comprensione e nella consapevolezza delle conseguenze e dei rischi di ogni azione proposta» prosegue. Tuttavia, secondo gli autori, ci sono ancora lacune nella conoscenza di come gestire la bradicardia, in particolare per quanto riguarda il ruolo in evoluzione delle tecnologie di pacing emergenti. Gli esperti prevedono che per il prossimo futuro la terapia di stimolazione richiederà l’impianto di un dispositivo, e che saranno necessari ulteriori studi per comprendere meglio le implicazioni a lungo termine associate a una terapia che dura per tutta la vita. (fonte: doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agriturismo. attenzione alle fregature!

Posted by fidest press agency su domenica, 29 aprile 2012

Italiano: agriturismo English: agritourism

Italiano: agriturismo English: agritourism (Photo credit: Wikipedia)

L’agriturismo torna in auge per questi ponti primaverili ma attenzione alle fregature! I furbi, come al solito, non sono pochi e sotto le mentite spoglie di una struttura agrituristica si cela il semplice ristorante in campagna. Vediamo di capire.
L’agriturismo e’ un’ attivita’ complementare rispetto a quella propriamente agricola, vale a dire che l’agricoltore integra le entrate derivanti dalla propria attivita’ di conduzione del fondo (che deve essere preminente, a differenza di quella relativa al turismo rurale e all’ecoturismo che non prevedono tale obbligo) con l’offerta di vitto e/o alloggio. La ristorazione prevede la somministrazione di pasti e bevande ricavati prevalentemente dalle materie prime dell’azienda e della zona. Un’ottima iniziativa, prevista dalla normativa nazionale e da quelle attuative regionali, che ha lo scopo di valorizzare i prodotti locali e nel contempo fornire un’ulteriore fonte di reddito per l’agricoltore. Per questo, oltre ai tradizionali sostegni all’agricoltura, le aziende agrituristiche ricevono finanziamenti pubblici aggiuntivi e facilitazioni (deroghe urbanistiche e sanitarie, formazione, promozione, ecc.), destinati a sostenere questa benemerita attivita’. Insomma il consumatore nel momento in cui siede a tavola ha gia’ dato un contributo, con le proprie tasse, allo sviluppo dell’azienda agrituristica e vorrebbe tranquillamente gustare i “prodotti del contadino”. Succede a volte che le materie prime non siano… “prevalentemente ricavate” dall’attivita’ del podere. Come distinguere dunque un agriturismo vero da uno fasullo? Qui di seguito alcune domande da fare prima di prenotare.
* chiedere l’estensione della azienda: un agriturismo non puo’ avere, per esempio, un solo ettaro di terra per fornire i propri alimenti.
* chiedere quanti posti ci sono nel ristorante: un agriturismo non puo’ avere 200 coperti!
* chiedere quali materie prime produce l’azienda: se c’e’ solo l’orto, di proprio al massimo possono fornire il rosmarino!
* chiedere se nelle vicinanze esistono impianti industriali, autostrade o grandi citta’: l’aria pulita dovrebbe essere una condizione essenziale da esigere.
* chiedere il prezzo: come gia’ detto, un contributo con le nostre tasse l’abbiamo dato. Riteniamo equo un costo medio di 40 euro a persona a notte, compresa la prima colazione (con prodotti locali e non con i dolci industriali!).
* chiedere un depliant dell’azienda o visitarne il sito Internet: sapere dove si va evita delusioni! (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra: profondamente sbagliata

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 settembre 2011

L’adeguamento anticipato dell’innalzamento dell’età pensionabile per le donne e l’aumento dell’IVA sono, oltre ad altri punti, due errori pesantissimi contenuti nella manovra bis. In particolare – ha dichiarato il Segretario Nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo – la penalizzazione delle donne del settore privato, dopo quelle del settore pubblico, non tiene affatto conto della realtà della società italiana e penalizza la donna non solo come lavoratrice, ma anche come madre e cittadina sulla quale pesa l’onere della conduzione di una famiglia, della crescita dei figli, dell’assistenza a portatori di handicap e anziani eventualmente presenti nel nucleo familiare. Anche l’aumento dell’IVA può provocare danni alla nostra economia – ha proseguito Fatuzzo – dal momento che farà infiammare l’inflazione, provocherà la riduzione dei consumi e penalizzerà, come sempre, il ceto medio-basso. È un madornale errore porre la fiducia su questa manovra – ha concluso Fatuzzo – dal momento che era opportuno la partecipazione attiva di tutte le forze politiche presenti in Parlamento, con possibili miglioramenti che avrebbero reso questa manovra bis più condivisa e partecipata.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scandalo affittopoli a Milano

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 gennaio 2011

“Trovo semplicemente incivile che enti pubblici come il comune di Milano e consoci, possano gestire un patrimonio collettivo in modo a dir poco clientelare e nepotistico. Gli amministratori di tali beni hanno l’obbligo istituzionale di essere trasparenti nella conduzione di tutto ciò che appartiene ai cittadini”. Duro il primo commento del viceresponsabile meneghino dell’Italia dei Diritti, Filippo Monteleone, allo scandalo di affittopoli che ha investito i patrimoni immobiliari amministrati dal comune di Milano, dal Policlinico, e dal Pio Albergo Trivulzio. Da quanto si legge sulle pagine di un giornale nazionale infatti, 3700 tra case, negozi e locali, sono stati affittati non secondo la logica del bisogno, ma favorendo solo alcuni privilegiati, nello specifico professionisti, medici, architetti, giornalisti, amici o parenti di, che pagano delle quote annuali decisamente più basse rispetto al mercato privato, pur vivendo a pochi passi dal centro città. “La politica di tali scelte a me sembra molto evidente – afferma deciso l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro –, obiettivo principale è quello di creare e alimentare la forbice della disuguaglianza, snaturare ancor di più quello che non sia già la natura stessa della società civile. In questo modo si creano élite sempre più forti che hanno canali preferenziali per tutto ciò che dovrebbe essere appannaggio della collettività, e che sono disposte all’omertà assoluta pur di mantenere i propri privilegi a scapito di chi ha sempre meno, e sempre meno strumenti per far valere i propri diritti”.  “Spero vivamente che venga aperta un’inchiesta su questo nuovo scandalo milanese – conclude Monteleone –, e che  vengano fuori nomi, elenchi, riferimenti chiari, in modo tale che si possa far luce sul torbido che c’è da sempre nella pubblica amministrazione, e che troppo spesso, viene interpretata come privata”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conduzione educativa assistenziale

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 ottobre 2010

Sono in questa comunità di servizio e terapeutica “Casa del Giovane“ da tempo ormai, e mi accorgo che c’è sempre qualcosa da imparare, da rielaborare e tenere ben a mente.  Anche quando i percorsi, i metodi, le dinamiche sono tutte al loro posto, c’è un lampo che attraversa il nostro passo, e ci obbliga a fermarci per riflettere.  Molti sono i giovani accolti in queste strutture, e molti sono coloro che accompagnano i loro passi, con attenzione e capacità  intuitive, che a volte “servono“ più delle competenze acquisite con lo studio delle tecniche educative. Certo è  difficile comprendere il disagio che li avvolge, ancor più  esplicare metodi educativi risolutivi, perché  ogni persona è un mondo a sé, allora intervenire diventa “scienza della mente e del cuore, scienza del non ancora, ma che avverrà”, e non sempre è facile riuscire dove la vita non è stata ancora vissuta, ma è stata incredibilmente lacerata fin dal suo sorgere. Le storie che incontro sono pezzi di vita che sbarrano la strada, bussano alla porta della ragione per tentare di sfiorare finalmente un senso, quel senso che i giovanissimi prendono a calci, per reazione all’indifferenza o all’incapacità dell’altro di farsi carico delle sofferenze che sono state loro imposte da un mercato che disconosce il povero e annichilisce il ricco. La nostra è una società che etichetta, che ingabbia, che modella a proprio uso e consumo, per poi gettare via l’involucro usato o avariato. E’ una società che allunga il passo, che ha memoria corta, una società che recita, sì, il Padre Nostro, ma lo fa meccanicamente, per non sentire l’importanza di quelle parole, né gli impegni assunti con quella preghiera. Qualcuno ha detto che, finchè i bambini non saranno intesi come figli di tutti, essi saranno destinati a scontrarsi, e soccombere, con gli interrogativi di questa esistenza.  Forse non sarebbe male osservare a quanto siamo tutti bravi a fare i dottorandi di filosofie comportamentali astratte, a tal punto da ingabbiarci in una serie di mancanze, che hanno prodotto  l’otturazione delle intercapedini ove stanno in embrione i mondi futuri.  Riflettendo con onestà intellettuale, si potrebbe sostenere che le negatività  messe in atto dai ragazzi,  non sono altro che l’esplicitazione di una superficialità verso la propria persona e i propri sentimenti: frutto di un modello genitoriale per lo meno inadeguato. Ecco allora la paura, la sfiducia in se stessi e negli altri, la convinzione di non valere qualcosa, né di poter fare cose significative per il proprio futuro, e questa percezione genera diffidenza, disimpegno, alimentando solo l’attenzione al “tutto e subito, qui e ora “.Penso che si diventi responsabili se e quando si esercitano responsabilità  reali, seppure appropriate all’età, non certamente attraverso una conduzione educativa assistenziale, fatta di cose date gratis, e di un po’ di regole infagottate con l’elastico, perché in questa ottica verrebbe a mancare la vera responsabilizzazione, quella basata sulla fiducia, sulla tecnica dialettica che non consente agli interlocutori di barare.Questo è il solo modo per andare incontro alle solitudini che devastano il mondo giovanile, alle incapacità  di trasformare relazioni interpersonali conflittuali, in relazioni vere, che servano ad elevare anima e cervello, quindi a costruire nuove convivenze e comunità. (Vincenzo Andraous)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giudici. E’ colpo di Stato?

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 giugno 2010

Lettera al direttore. Vorrei subito specificare che non ho intenzione di fare inutile allarmismo e neppure di porre una domanda retorica. Non sono mosso da parte politica o ideologica ne tanto meno da qualunque forma di antagonismo, ma semplicemente vorrei sensibilizzare i cittadini ed i politici a valutare la seguente situazione e rispondere alla domanda posta nel titolo. Partiamo dall’inizio. Uno dei fondamenti del nostro Stato è la Divisione dei poteri: legislativo, esecutivo, giudiziario. Il primo fa le leggi, il Parlamento eletto dal popolo, in rappresentanza del popolo che detiene naturalmente e legittimamente la proprietà e la conduzione dello Stato (“la sovranità appartiene al popolo”, dice l’articolo 1 della Costituzione). L’ultimo invece, attraverso i giudici, controlla che le leggi siano applicate e punisce chi non le rispetta nella società e nel vivere quotidiano.  I giudici al contrario dei politici non sono eletti dal popolo per questo motivo non hanno titolo di sovranità popolare, di fare o stabilire loro stessi se una legge è giusta o no, ma semplicemente di riconoscerla ed applicarla nei tribunali.
Partiamo dunque dalla “uguaglianza” dei cittadini, fondamento della convivenza pacifica, e dalla Famiglia, uno dei nostri diritti naturali e civili più importanti, dice la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (ONU, 1948): …“Uomini e donne hanno il diritto di sposarsi e di fondare una famiglia, senza alcuna limitazione di razza, cittadinanza o religione. Essi hanno eguali diritti riguardo al matrimonio, durante il matrimonio e all’atto del suo scioglimento.” E se vi dicessi che per 20.000.000 di padri e 10.000.000 di minorenni italiani questi due semplici diritti oramai non sono più garantiti? E se vi dicessi che l’abrogazione (cancellazione) dei diritti di uguaglianza e famiglia è avvenuta proprio per mano del Potere giudiziario? Figli espropriati alla propria famiglia, denuncie e ricatti, sparizione della proprietà privata, discriminazione sessuale: dov’è scritto che un figlio separato non può più avere due genitori allo stesso pari? dov’è scritto che 30.000 false denuncie compiute ogni anno per ottenere profitto dalla separazione devono restare impunite? dov’è scritto che la falsa testimonianza in tribunale non è più reato? dov’è scritto che pochi mesi di matrimonio o convivenza determinano la perdita della propria casa a favore della persona con cui avevi convissuto? dov’è scritto che padre o maschio vale 20% e madre o femmina vale 80%?  Non è scritto da nessuna parte, in nessuna legge. Ecco perché ritengo che in Italia sia in atto una Tirannia verso Famiglia e uguaglianza da parte del potere giudiziario, che senza ragione e titolo ogni giorno espropria persone ad altre persone, averi ai rispettivi proprietari, proprio come nell’antica Roma dove i figli potevano essere sequestrati e le famiglie precettate per decreto giudiziario. (fonte: http://www.infanzia-adolescenza.info  (Fabio Barzagli responsabile etico nazionale candidato alla Camera dei Deputati nel 2008)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

La crisi del settore auto

Posted by fidest press agency su sabato, 7 novembre 2009

Riparte la rubrica Easy Driver del TG1 ma la musica è sempre la stessa La trasmissione prosegue nella esclusiva promozione delle auto straniere  Nelle ultime 5 settimane sponsorizzate 9 auto straniere e una italiana La TV pubblica finanziata con i soldi dei contribuenti  danneggia l’immagine di un prodotto d’eccellenza della nostra industria.  Poiché questa impostazione di Easy Driver dura ormai da tempo e a nulla sono valse le ripetute proteste di questa Associazione, sorprende il fatto che non solo dai Dirigenti della RAI TV non vengano prese iniziative per tale anomala conduzione del programma, ma che anche dai rappresentanti della nostra industria automobilistica (almeno non ci risulta) non si reagisca ad un comportamento che danneggia non solo l’industria dell’auto ma anche l’immagine di un settore che è un punto di forza della nostra industria  (Avv. Franco Gugliucci)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tecniche di interrogatorio

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2009

Genova, 24 ottobre 2009, Via Mura degli Zingari 1 – Piazza Principe  Una giornata full immersion (7 ore di lezioni ed esercitazioni pratiche), tenute dal Prof. Marco Strano, uno dei massimi esperti in Italia di tecniche per la rilevazione della menzogna.  Il corso è a numero chiuso (max 40 partecipanti) e insegna le tecniche di conduzione di interviste in ambito investigativo e giudiziario ma può essere molto utile anche in ambito clinico e nel colloquio di business.  Per questo corso viene richiesto ai partecipanti un contributo alle spese di 50? per concorrere alle spese. E’ compreso un manuale operativo e un diploma di partecipazione.  Programma: o Psicofisiologia della menzogna o Psicologia della menzogna Esperimenti pratici con il Lie Detector (macchina della verità) e altre tecnologie per la rilevazione della menzogna Tecniche di interrogatorio psicologico: il modello FBI e il modello ICAA (con esperimenti pratici) Lineamenti di intervista cognitiva L’interrogatorio di minori

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Palermo sott’acqua

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 settembre 2009

L’Assemblea spontanea di Iscritti e Simpatizzanti, degli indipendentisti del Fns svoltasi a Palermo, nei locali di Via Brunetto Latini, 26, ha preso in esame la drammatica situazione di veri e propri allagamenti verificatisi in diversi quartieri e in diverse infrastrutture della Città, a causa del maltempo. << Denunziamo ad alta voce il preoccupante stato di caos nel quale puntualmente si viene a trovare la Città di Palermo. La nostra città ci appare abbandonata a se stessa, priva di una conduzione adeguata ed incapace di affrontare la ordinaria amministrazione. Insomma: una città che, ovviamente, va poi allo sfascio di fronte ad eventi atmosferici eccezionali ma prevedibili, anzi previsti e annunziati in tempo utile.>> Ha dichiarato il Segretario della Sezione Centro, Giovanni BASILE, nella relazione introduttiva. Sulle stesse posizioni il Dr. Giancarlo ALAGNA, che ha sottolineato l’esigenza di un intervento forte da parte della Regione Siciliana e da parte di tutte le Autorità comunque competenti in materia. L’Avvocato Ignazio Guarnera, Penalista, ha auspicato un’inchiesta giudiziaria ed un’inchiesta amministrativa da parte della Regione sul modo in cui è stato gestito, negli ultimi anni, il Comune di Palermo.  << Queste inchieste>> ha sottolineato Guarnera << dovrebbero tenere conto dei comportamenti e delle scelte che l’Amministrazione Comunale ha operato. Ed anche dei mancati interventi laddove occorrevano quegli interventi che avrebbero potuto evitare disagi e disastri.>> << E dovrebbero tenere conto delle tante cose che non vanno per il giusto verso. Senza trascurare ciò che è stato detto e visto nel corso di una recente trasmissione televisiva, a proposito dell’utilizzazione del personale della GESIP>>. Ha detto Giovanni Basile, che ha concluso i lavori confermando l’impegno degli Indipendentisti FNS per la Rinascita di Palermo e preannunziando un documento di denunzia e di rottura, che sarà redatto dalla Segreteria Nazionale del Partito e che terrà conto di quanto oggi è stato discusso dall’Assemblea cittadina.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bergamo città luogo d’incontro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 giugno 2009

percorsiBergamo 5 Giugno 2009 ore 17.00 Sala conferenze del Teatro Donizetti e Auditorium di piazza della Libertà ore 21.00 Presentazione del Quaderno dello Spettacolo a cura di Maria Grazia Panigada durante l’incontro si ascolteranno i racconti di alcuni dei protagonisti, intervallati dalle immagini realizzate dal 2006 al 2009. Anteprima del video del Carnevale 2009,  a cui hanno partecipato diversi gruppi di Altri Percorsi Forse domani mi sposo Gruppo Teatrale No-made regia di Albino Bignamini I giovani attori di No-made sono i corsisti che nel 2006 hanno iniziato a frequentare il laboratorio teatrale realizzato dal Teatro Donizetti presso il centro EDA di Redona, con la conduzione di Albino Bignamini (Pandemonium Teatro). In questi anni hanno realizzato diversi spettacoli: Appunti di viaggio (Teatro Donizetti, 2006), Il filo. Là dove finisce il mare c’è come una montagna (Chiostro minore della Chiesa di San Francesco, 2007), Non c’è Andriy? (Auditorium di piazza della Libertà, 2008). Inoltre hanno partecipato al Carnevale 2008. Bergamo Piazza delle meraviglie, regia di Antonio Catalano, e al Carnevale 2009 (Le mosche volanti, teatro di strada con oggetti scenici di Marcello Chiarenza). Nel 2009 hanno preso parte al Corteo dei Gentili (Trezzo d’Adda per la regia di Antonio Catalano).  Si ringrazia l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Bergamo che durante quest’anno ha ospitato la compagnia nel proprio spazio prove presso il Polaresco. (immagine percorsi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »