Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘confapi’

Bruscino (Giovani Confapi): fondamentale l’Alta formazione per il rilancio del Mezzogiorno

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2015

buscino“La prossima programmazione dei Fondi Europei deve tenere al centro il ruolo dell’Alta Formazione e immaginare, con il mondo delle imprese, percorsi didattici tali da far si che i nostri migliori laureati possano supportare al meglio la crescita del nostro sistema produttivo.”
Non usa mezzi termini il Presidente nazionale dei Giovani di Confapi Angelo Bruscino e autore del libro “Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” (Mondadori) che domani, giovedì 15 ottobre, alle 11, parteciperà alla Camera di Commercio di Napoli al forum “Trovi lavoro con l’alta formazione”. Oltre a Bruscino prenderanno parte al dibattito il Presidente della Camera di Commercio di Napoli Maurizio Maddaloni, il Presidente Banco di Napoli Maurizio Barracco, gli economisti Massimo Lo Cicero dell’Università Suor Orsola Benincasa e Vincenzo Maggioni, Seconda Università di Napoli e Referente Scientifico Master MDGI Stoà e l’Amministratore Delegato Harmont & Blaine Domenico Menniti.”Nel mondo globalizzato dell’economia della conoscenza- continua Bruscino- il ruolo dell’alta formazione diventa sempre più importante nella creazione di valore, la possibilità di interagire con docenti che portano esperienze aziendali, entrando nei dettagli sia delle storie di successo che in quelle meno fortunate consente ai nostri giovani di creare le basi per essere protagonisti del futuro produttivo e creativo del paese. Ulteriore valenza poi che un’offerta formativa di così alto livello (lo Stoà è rientrato quest’anno nella classifica delle 10 migliori business school) si realizzi in Campania ad ulteriore dimostrazione che il Sud è foriero di eccellenze ed opportunità. La stessa idea di finanziare con borse di studio della Camera di commercio di Napoli un team di studenti meritevoli dimostra poi attenzione verso i nostri ragazzi (in Campania si concentra il più alto numero di Neet) che restano risorsa rara in un paese demograficamente in declino, nei confronti della quale dobbiamo avere tutti la massima attenzione e cura. In questi anni dopo tutto siamo di fronte ad un bivio e faremmo bene a scegliere la strada giusta da imboccare. (foto bruscino)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giustizia: giovedì 26 febbraio confronto a Roma con i Giovani di Confapi

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 febbraio 2015

campidoglioRoma Campidoglio giovedì 26 Febbraio dalle 16 nella Sala Pietro da Cortona dei Musei Capitolini. Nel corso dell’incontro il presidente nazionale dei giovani di Confapi Angelo Bruscino si confronterà tra gli altri con Sottosegretario al Ministero della Giustizia Cosimo Ferri, il Capogruppo dei Socialisti e dei Democratici al Parlamento Europeo Gianni Pittella, il componente della Commissione Giustizia al Senato Nico D’Ascola, il componente della Commissione Giustizia alla Camera dei Deputati Gianfranco Chiarelli , con l’Ambasciatore Repubblica di Serbia Ana Hrustanovic, il Primo Segretario Ambasciata Stati Uniti d’America John Barbian, il Presidente Cassa Forense Nunzio Luciano, il Presidente di Federnotai Carmelo Di Marco e il Presidente Fondazione C.R.E. Roma Europa Domenico Naccari. “Da anni dichiara il presidente dei Giovani Imprenditori di Confapi Angelo Bruscino- i si parla di riforma della Giustizia, in un’ottica di revisione costituzionale. A noi imprenditori, invece, piacerebbe parlare di un cambiamento della giustizia finalizzato a obiettivi pragmatici, come quelli di ridare efficienza e modernità a un paese come il nostro, nel quale la durata dei processi civili di primo grado è di 493 giorni, mentre nei paesi aderenti al Consiglio d’Europa è di 287 giorni.
Oggi l’Italia è inserita secondo la classifica “Doing Business 2013” della Banca Mondiale, al 160° posto, sui 185 paesi analizzati, per la durata di una normale controversia commerciale. Meglio di noi fanno nazioni come l’Iraq, il Togo e il Gabo, peggio solo l’Afghanistan …” Cosa significa per questo paese una giustizia civile inefficiente? Si traduce in una riduzione degli investimenti, soprattutto di quelli provenienti dall’estero; crea asimmetrie nei tassi d’interesse tra diverse regioni del paese; comporta rigidità nel mercato del lavoro; limita la concorrenza nei settori produttivi, nei servizi, e nelle professioni; provoca una distorsione della struttura delle imprese. Per fermarsi solo ai danni più rilevanti! Secondo uno studio della Banca d’Italia, la lentezza del nostro sistema di giustizia equivale alla perdita di un 1% del Pil, altre stime calcolano che smaltire l’enorme mole di cause pendenti frutterebbe alla nostra economia il 4,9% del Pil.Per attuare-continua Bruscino- una riforma della giustizia che ridia a questo paese anche la dignità giuridica che merita e che rilanci l’economia e gli investimenti utili per la crescita basterebbero poche cose: disincentivare l’abuso processuale che rallenta le cause reali adeguando ad esempio il tasso legale a quello di mercato; incentivare la sottoscrizione di polizze di tutela legale a copertura dei costi processuali, sul modello di diversi paesi europei; introdurre i sistemi di Alternative Dispute Resolution, come la negoziazione diretta con valore di titolo esecutivo in presenza degli avvocati, tavoli paritetici, mediazione e arbitrato; incentivare i tribunali che adottino più rapidamente il processo telematico; introdurre la pratica dei giovani nell’Ufficio del Giudice, ossia laureati selezionati secondo criteri qualitativi che affianchino il giudice, configurando la pratica (tra l’altro positivamente sperimentata a Milano) come normale procedura concorsuale per ottenere l’accesso alla magistratura e come tirocinio abilitante per l’avvocatura.
Basterebbe poco, per dare una sterzata al nostro sistema. Il governo sembra già volere candidarsi a voler far sue alcune di queste proposte, noi ci auguriamo che con la stessa forza dimostrata nel portare avanti le altre riforme, si avanzi velocemente sulla strada che porti questo paese ad avere la Giustizia che merita.” “Il tema della giustizia civile e dei meccanismi alternativi di risoluzione delle controversie-dichiara il Coordinatore Dipartimento ADR e Arbitrato Fondazione AIGA Massimiliano Castellone- si pone, in questo preciso momento storico, in una posizione di assoluta centralità. L’accesso alla giustizia ordinaria diventa sempre più difficile ed oneroso, i tempi sono sempre più lunghi, l’inefficienza della macchina–Giustizia è sempre più marcata ed evidente. Ciò impone ad una avvocatura lungimirante e propositiva di lavorare per il perseguimento di strumenti alternativi di risoluzione delle controversie realmente moderni ed innovativi, oltre che efficaci, che partano dal coinvolgimento diretto dei primi operatori del Diritto, cioè gli avvocati. Abbiamo organizzato quest’evento, che vede relatori illustri sul piano nazionale ed internazionale, anche al fine di discutere delle recenti novità legislative, che hanno introdotto importanti ed innovativi strumenti alternativi al giudizio civile ordinario, quali l’arbitrato endo-processuale e la negoziazione assistita. Il tema verrà peraltro trattato raffrontando la nostra legislazione con ordinamenti di altri Paesi, dove c’è una maggiore consapevolezza del tema. Partendo da tutto ciò, saranno elaborate proposte di miglioramento dell’attuale normativa italiana; proposte che verranno sottoposte, sin dalle prossime settimane, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ed al Ministero della Giustizia.”

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cultura Rurale protagonista oggi a Thiene

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 febbraio 2011

Si riunisce oggi a Thiene (VI), alle ore 14,30, il Coordinamento per la Difesa e la Promozione della Cultura Rurale. Chiamati a raccolta dall’On. Sergio Berlato, i rappresentanti di mondi anche molto diversi tra loro, ma accomunati nel riconoscersi nei principi e nei valori di cui la Cultura Rurale e’ portatrice, si incontreranno  presso la sede della Confavi in via Francesco Foscari n. 8, nella sala riunioni in cui il 12 gennaio 2010 ci fu il loro primo incontro. Sara’ protagonista la Cultura rurale, patrimonio dell’intera collettivita’, scrigno che racchiude una parte insostituibile della nostra storia, della nostra cultura e delle nostre tradizioni, contrapposta all’ignoranza (non conoscenza) prodotta dalla cultura urbana, cosi’ lontana dalla realta’ e dai meccanismi naturali che regolano l’ecosistema. Non conoscenza che e’ cavalcata e sfruttata da persone e organizzazioni che usano la tattica del terrorismo, spaventando la gente per attirarne l’attenzione e proporsi come salvatori dell’umanità e del pianeta. Tra i temi all’ordine del giorno: la presentazione della “Associazione per la difesa e la promozione della Cultura Rurale- Onlus” e della “Fondazione per la Cultura rurale – Onlus”, l’accettazione delle adesioni, la definizione del programma delle attivita’ e l’adozione del Manifesto per la Cultura rurale. Per FederFauna sara’ presente il Segretario Generale Massimiliano Filippi, che come altri ha capito e condiviso immediatamente la portata del progetto, aderendovi convintamente e con contagioso entusiasmo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giovani Imprenditori di Confapi: “Energie Controcorrente”

Posted by fidest press agency su domenica, 3 Mag 2009

Roma 8 maggio  alle 15 nella Sala della Mercede della Camera dei Deputati i giovani imprenditori della Confapi discutono di energia. L’incontro, che rientra nel programma di iniziative della Settimana Europea delle Imprese della Commissione Europea, sarà introdotto dalla Presidente dei Giovani Imprenditori di Confapi Valentina Sanfelice di Bagnoli e vedrà la partecipazione del Presidente di H2U Università dell’Idrogeno Nicola Conenna, del direttore della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia Pier Virgilio Dastoli, del direttore generale di Energit Spa Francesco Di Giovanni, del Presidente dei Giovani Imprenditori di Confcommercio Paolo Galimberti e del Ministro Consigliere agli affari commerciali dell’Ambasciata degli Stati Uniti in Italia Thomas Moore. Modererà i lavori il  giornalista de La Repubblica Antonio Cianciullo. “Abbiamo organizzato questo confronto – dichiara la Presidente dei Giovani Imprenditori di Confapi Valentina Sanfelice di Bagnoli-  perché crediamo che l’Italia dovrà avere un ruolo chiave nella scrittura di quello che sarà il nuovo protocollo di Kyoto. Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama,  infatti,  ha già annunciato che sarà il G8 il luogo nel quale si discuterà di come e in quanto tempo abbassare le emissioni nocive. Ed i giovani imprenditori devono fare la loro parte e rendersi promotori di un nuovo sviluppo fatto di innovazione e di sostenibilità ambientale.  Il clima ed il territorio sono beni preziosi ed ogni impatto su di essi va governato con serieta ed impegno, senza ripetere gli errori del passato. E’ necessario imporre queste questioni con severita,’ ad esempio vincolando il sistema di incentivi solo a chi porta in azienda innovazioni tecnologiche che abbiano un impatto importante sull’abbassamento delle emissioni nocive e sulla preservazione dei territori. E su questo bisogna pretendere soprattutto dalle grandi imprese  per rendere eque le politiche degli  incentivi rispetto a quelle per le Pmi affinchè il connubio tutela dell’ambiente ed innovazione-sviluppo sia una condicio sine qua non.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »