Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘conferenze’

Ciclo di conferenze Narconon contro la droga

Posted by fidest press agency su sabato, 16 marzo 2019

L’ultimo rapporto del 2018 dell’Osservatorio Europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (EMCDDA) colloca l’Italia tra i primi posti in Europa nel consumo di droga. In particolare l’Italia è al secondo posto, dopo la Francia, per l’uso di cannabis ed al quarto per l’uso di cocaina. Dalle informazioni raccolte l’87% della popolazione europea ha dichiarato di aver usato cannabis nella propria vita, ma sono soprattutto i giovani a consumarne di più con una percentuale del 21% delle persone di età fra i 15-24 anni. In sostanza l’Italia è fra i Paesi europei con il più alto consumo di droghe, con il 22% di persone fra i 15 e i 64 anni che nel 2017 ha fatto uso di sostanze più o meno pesanti.
È un fenomeno di dimensioni enormi, in costante crescita e soprattutto con un sempre maggiore coinvolgimento dei ragazzi di minore età.
Purtroppo le strategie messe in campo finora e in particolare quella della legalizzazione non sono vincenti, basti pensare all’Olanda che, avendo adottato da anni una legislazione di questo genere, ha, come l’Italia, la stessa percentuale del 22% di persone che hanno usato droghe nel 2017. Riteniamo che uno strumento determinante, capace di migliorare il comportamento dei nostri ragazzi ed il loro senso critico siano delle vere e proprie lezioni di prevenzione. L’insegnamento su cosa sono le droghe, quali effetti causano mentalmente e fisicamente, l’esposizione delle più basilari verità, la smentita delle falsità che circolano su questi argomenti e delle oneste e puntuali risposte ai quesiti degli studenti siano vitali nella prevenzione alla tossicodipendenza e all’alcolismo.
Le comunità Narconon, presenti in Italia dall’inizio degli anni ’80, oltre a svolgere un’attività riabilitativa nei confronti di chi abusa di droga e alcol sono particolarmente impegnate da tempo nell’organizzare conferenze di prevenzione nelle scuole come quelle che sono state svolte nel recente fine settimana al Centro di Formazione Professionale di Terni e di Narni. Grazie a questo incontro gli studenti presenti hanno avuto modo di accrescere la loro consapevolezza inerente questa problematica sociale e migliorare il proprio senso critico fiduciosi di saper affrontare le tentazioni che il marketing della droga subdolamente propone loro a ogni angolo della strada.
Le entusiastiche dichiarazioni rilasciate dagli studenti in forma anonima al termine della conferenza fanno ben sperare nel fatto che si terranno alla larga da possibili coinvolgimenti in attività pericolose e illegali.
Gli operatori delle comunità Narconon confidano nel fatto che le autorità della Pubblica Istruzione intensifichino incontri simili.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pagine di storia: Il vizietto “Antico” delle Conferenze per la spartizione degli assetti mondiale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 agosto 2018

In campo internazionale maturò, sul finire della seconda guerra mondiale, la solita logica ripartitoria degli assetti mondiali riesumando gli antichi rituali delle conferenze di pace tra i vincitori e persino la scelta dei luoghi era motivo d’intense trattative.
Come per Teheran, nel 1943, il primo conflitto di volontà si ebbe per la scelta della sede della conferenza. Fino all’ultimo si pensava di non farla a Yalta, una modesta cittadina in Crimea, e che Churchill riteneva un luogo detestabile oltre che scomodo, per raggiungerla, e, peggio an-cora, per restarci qualche giorno. E le previsioni del Primo Ministro britannico non furono lungi dal vero quando si dovette intraprendere il viaggio.
S’impiegarono ben sei ore di volo da Malta, dove s’incontrarono Churchill e Roosevelt. Quest’ultimo era sbarcato a La Valletta, con il suo seguito, dall’incrociatore americano Quincy. Allora le condizioni di salute del Presidente americano erano critiche e lo stesso dicasi del suo più fidato consigliere Harry Hopkins. Basti pensare che il Presidente americano morì poche settimane dopo la conclusione della storica conferenza.
La permanenza a Yalta, in queste condizioni, fu ancora più drammatica. Basti pensare che vi era un solo bagno per i 40 generali ed alti ufficiali britannici presenti. Mancavano altresì le bacinelle per lavarsi almeno la faccia. E tutti dormivano in una sorta di camerate a cinque posti letto ciascuna. Così ci trovammo con uno Stalin in perfetta forma rispetto a un Churchill reduce da un’influenza e che rimase per buona parte della conferenza ringhioso e corrucciato ed un Roosevelt ridotto ad una mummia egiziana col pomo d’Adamo sporgente e la pelle vizza e con le mani che gli tremavano. Il buonumore dei russi venne anche dal successo militare delle loro armate che avevano già raggiunto la periferia di Berlino. A questo punto si capisce be-ne che eravamo al cospetto di una situazione assurda. Da una parte si stavano per decidere le sorti future del mondo e dall’altra pesavano come macigni l’incapacità degli americani di presentarsi al meglio della forma per far valere la loro supremazia militare e la loro sfera d’influenza politica, rispetto ad una Russia indebolita da una guerra di sterminio di proporzioni bibliche. Tali condizioni l’avevano esposta in prima persona, con l’invasione tedesca e congiunta a molte dolorose ferite non solo militari, ma che attengono il settore della produzione industriale, per usi civili.
Gli americani, invece, riuscirono a esercitare tutta la loro influenza solo nel chiedere ai russi una dichiarazione di guerra al Giappone, quando si sapeva che essa era formale. Ma Roosevelt andò anche oltre. Per lui Churchill era il rappresentante di un sistema coloniale che aveva fatto il suo tempo mentre Stalin rappresentava “l’uomo dell’avvenire, un emancipatore. E la pace non doveva tollerare la sopravvivenza di alcun dispotismo”. Ma la differenza su questi modi confusi d’intendere il rapporto anglo-americano e quello russo lo indicò chiaramente Churchill allorché con fierezza affermò: “io sono il solo che possa essere rovesciato in qualunque momento dai rappresentanti del mio paese: e ne sono fiero”. Ma lo zio Joe rise di gusto. E’ un genere di fierezza che non capiva e che non condivideva. Stava proprio qui la differenza che separava l’Occidente dall’Oriente, tra il bolscevismo staliniano e la democrazia anglo-americana, pur con le tante contraddizioni di quest’ultima. Per il resto Yalta divenne solo una ripetizione degli antichi trattati, dove le nazioni vincitrici si spartirono i paesi sconfitti, per aree d’influenza, e realizzarono, di comune accordo, quel nuovo imperialismo tanto esecrato da Roosevelt nei confronti di Churchill e della classe dirigente americana. Lo vide rispuntare nelle mire espansionistiche dei russi. Ma non lo capì in tempo. Tuttavia lo intesero bene quei popoli che dovevano essere restituiti alla democrazia con libere elezioni e che invece si videro sospinti verso la dittatura di stampo sovietico sulla punta delle baionette delle armate russe. In pratica ciò che alla vigilia di Yalta le truppe sovietiche hanno militarmente occupato, ed anche di più, resta saldamente nelle loro mani, quando la parola passa dalle armi alla politica, e sono la Romania, la Bulgaria, l’Ungheria, la Cecoslovacchia, la Polonia, la Prussia, la Slesia, i paesi baltici e la stessa Jugoslavia attraverso il plenipotenziario Tito.
Così si avviò a conclusione, dal 4 al 14 febbraio del 1945, quello che passò alla storia come il “mito di Yalta”. Nel frattempo la Germania stava crollando, sotto i colpi di una duplice offensiva, a Ovest e a Est. Varsavia era stata già liberata. Hitler era sepolto dal 16 gennaio nelle catacombe del suo bunker sotto il palazzo della Cancelleria a Berlino e ne uscirà soltanto morto.
I russi erano a 50 Km., dalla capitale tedesca. In Italia si preparava l’offensiva di primavera ed entrarono in linea due gruppi di combattimento del nuovo esercito italiano, il “Cremona” del generale Primieri e il “Friuli” del generale Scattini.
Le cose andavano bene anche in estremo oriente, seppure con minore velocità. Mac Arthur era ritornato a Luzon per studiare il piano d’invasione del Giappone. Ma le premesse per la vittoria finale furono create un anno prima, allorché gli anglo-americani sbarcarono il 6 giugno in Normandia aprendo il secondo fronte.
I sovietici, nel frattempo, cominciarono il grande attacco dal Baltico all’Ungheria con la conseguente caduta prima di Atene e poi di Belgrado. A sua volta Mac Arthur aveva rimesso piede nelle Filippine e a Leyte le flotte degli ammiragli Halsey, Kinkaid e Sprague distrussero quella del Giappone. Nonostante ciò, non furono tutte rose e fiori dentro e fuori Yalta se guardiamo la situazione in prospettiva. (Servizio Fidest)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inaugurazione del ciclo di conferenze ‘Dialoghi sulla Riforma 1517-2017’

Posted by fidest press agency su martedì, 9 Mag 2017

raggiRoma L’evento inaugurale del ciclo di incontri Dialoghi sulla Riforma 1517-2017, si terrà mercoledì 10 maggio alle ore 10 nella Sala della Protomoteca, Palazzo del Campidoglio, Roma. Alla luce della positiva esperienza della serie di incontri Dialoghi sulla Sostenibilità – Roma 2016, il Comitato Regionale di Coordinamento delle Università del Lazio (Crul) organizza un ciclo di convegni in occasione del quinto centenario dall’affissione delle 95 tesi di Lutero e dell’avvio della Riforma protestante in Europa. Programma:
Saluto istituzionale Virginia Raggi – Sindaca di Roma Capitale
Intervento introduttivo La Riforma a Roma. I luoghi di culto protestante nella Capitale Mario Panizza – Presidente Crul, Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre
Lectio Magistralis La Riforma, ieri e oggi Emidio Campi – Università di Zurigo, Istituto di Storia della Riforma Svizzera. Modera: Paolo Ruffini – Direttore TV2000
Gli eventi successivi si terranno:
Roma 17 maggio 2017 – Ethos e conoscenza, Lumsa (in collaborazione con Tor Vergata, Sapienza, Campus Bio-Medico e Università Cattolica)
Roma 6 giugno 2017 – I linguaggi della Riforma: architettura, letteratura, rappresentazione, Roma Tre (in collaborazione con Sapienza e Tor Vergata)
Roma 10 ottobre 2017 – Riforma e costruzione europea, Tor Vergata (in collaborazione con Roma Tre e Università Europea)
Roma 31 ottobre 2017 – Economia e società. Una mappa degli effetti della Riforma Protestante, Sapienza (in collaborazione con Roma Tre, Foro Italico, Unint e Luiss)
Roma 10 novembre 2017 – Dinanzi a Lutero: ripercussioni e reazioni nella cultura artistica italiana, Tuscia (in collaborazione con Sapienza, Roma Tre, Tor Vergata, Cassino)
Roma 5 dicembre 2017 – Chiese e confessioni in Europa, Cassino (in collaborazione con Tor Vergata).

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La prof.ssa Weidenhiller ad Hannover

Posted by fidest press agency su martedì, 28 marzo 2017

hannoverHannover, Germany Giovedì 30 Marzo 2017, ore 14:30 / 1 Aprile 2017 Raum 415 Königsworther Platz la professoressa Ute Christiane Weidenhiller sarà ad Hannover (Germania) dal 30 marzo al 1° aprile per partecipare al convegno Brigitte Kronauer. Narrationen von Nebensächlichkeiten und Naturdingen,che si terrà alla Leipniz Universität Hannover. Il titolo del contributo della professoressa è: Anpassung, Verführung, Täuschung: extreme Natur(an)sichten in Brigitte Kronauers Die Tricks der Diva.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Regina Apostolorum, a 500 anni dalla riforma Luterana al via il ciclo di conferenze “Teologia ed Evangelizzazione”

Posted by fidest press agency su sabato, 28 gennaio 2017

Ateneo Pontificio Regina ApostolorumRoma. In occasione dei 500 anni dalla riforma luterana l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA) propone un ciclo di conferenze dal tema: “Teologia ed evangelizzazione”.
La prima, in ordine di tempo, è quella dell’8 marzo dal titolo: “Il principio della Sola Scrittura, il problema della canonicità e l’uso della bibbia fra i luterani alla luce del criticismo biblico”. Relaziona sull’argomento il Padre Cristóbal Vilarroig L.C., il quale riassume così il senso della conferenza- È noto il disagio che sentiva Lutero davanti alla lettera di San Giacomo. I libri deuterocanonici dell’Antico Testamento – prosegue il Professore- sono passati da essere visti con sospetto, ad avere un relativamente pacifico luogo in appendice e, infine, alla totale espulsione delle bibbie protestanti. Nell’ultimo secolo, comunque, tornano ad essere visti con non poco interesse, e magari come qualcosa di più che “gradino prezioso per capire l’unità della Rivelazione”.
La seconda in calendario, a cura di Padre Ralph Weinman, si terrà sempre presso il Regina Apostolorum, il 5 aprile dal titolo “Joseph Ratzinger ed i Luterani, storia di un rapporto”.
Il docente discuterà come “nel corso della sua vita Joseph Ratzinger è stato in costante dialogo con i Luterani. Questo rapporto non si fonda sulla valutazione dei vantaggi e degli svantaggi insiti in un possibile compromesso, bensì sulla verità di fede. Partendo da questo fondamento egli individua i principi essenziali perché l’unità – tanto necessaria in un’epoca di forte secolarizzazione – possa rafforzarsi. Il dialogo basato sulla fede pone in evidenza le responsabilità di talune correnti luterane – che hanno contribuito a provocare l’indebolimento dell’identità cristiana dell’Europa. Questa conferenza aiuta a comprendere la portata della cosiddetta Riforma, il cui 500 anniversario si celebrerà proprio quest’anno.
Il 10 maggio, il dibattito si concentrerà sul: “Simul iustus et peccator”: perspectiva luterana, católica y ecuménica”. A condurre la conferenza Padre Pedro Barrajón LC, docente APRA e Rettore dell’UER.
Il ciclo celebrativo si concluderà il 24 maggio 2017 con Padre Nicholas Bossou L.C. e il suo intervento su: “L’interpretazione della Bibbia nel tempo della Riforma: alcuni punti di comparazione fra Giovanni Calvino e San Francesco di Sales”. Il riformatore di Ginevra- dichiara il Padre Bossu- non segue il classico schema dei “quattro sensi della Scrittura” ereditato dal Medio Evo ma interpreta la profezia di Ezechiele 37 (le ossa secche) in due modi contrastanti nella sua vastissima opera teologica. Ne vogliamo offrire una valutazione critica, e comparare i suoi principi esegetici a quelli di San Francesco, che rimane molto classico in questo campo”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Apra: “Dialogare con la cultura”. Ciclo di conferenze al via dal 24 novembre

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 ottobre 2016

Ateneo Pontificio Regina ApostolorumRoma. L’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA), in Via degli Aldobrandeschi, 190, partendo dalla propria identità intende avviare un dialogo con la cultura attuale nelle sue varie espressioni e discipline quali: la scienza, la politica, l’economia, la psicologia, la sociologia, la medicina, il diritto e le scienze ambientali. Lo fa attraverso i suoi diversificati programmi di formazione e questo anno anche mediante un ciclo di conferenze “In dialogo con la cultura” che partiranno il 24 novembre per chiudersi il 18 maggio 2017. Si tratta di un percorso formativo che mira ad arricchire i partecipanti offrendo loro, non solo conoscenze e analisi di alcuni temi di attualità ma anche esperienze esistenziali costruttive di dialogo nella ricerca di risposte concrete alla crisi culturale che attraversa la società globalizzata. Infatti, per trovare risposte alle domande di una società complessa è necessario e urgente promuovere una cultura di dialogo che possa essere foriero di valori positivi, capaci di porre al centro degli interessi la persona umana nella sua piena dignità, nella sua capacità relazionale e nella sua apertura alla trascendenza.
Tutte le conferenze si terranno dalle ore 17 alle ore 18. La prima in calendario è prevista per il 24 novembre, “La cultura dello scarto” a cura di P. Prof. Michael Ryan. “L’ecologia alla luce dell’Enciclica Laudato sì” del Prof. Alberto García si terrà il 15 dicembre. Il 12 gennaio 2017 si svolgerà “La donna nella Chiesa” a cura della Dott.ssa Marta Rodríguez. Mentre il 23 febbraio 2017 “Il genere e la crisi della mascolinità e della femminilità” a cura di P. Prof. Alberto Carrara, L.C. “Le religioni e il relativismo” di P. Prof. Marcelo Bravo, L.C. il 16 marzo 2017. Ultimo in calendario a chiudere il ciclo “L’utero in affitto. La mercificazione delle donne” a cura della Prof.ssa Giorgia Brambilla che si terrà il 18 maggio 2017.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pavia: settimana del cervello

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 marzo 2011

Pavia nei giorni 14-15-16-18 marzo, dalle ore 14 alle ore 16, ospedale aperto. La Fondazione “Istituto Neurologico Nazionale Casimiro Mondino” di Pavia aderisce per il secondo anno consecutivo alla “Settimana Mondiale del Cervello” (13-20 marzo 2011), un’occasione di incontro con i cittadini per far conoscere le strutture e i servizi dell’Istituto. Con l’iniziativa “Ospedale aperto” a chiunque volesse visitarlo e ricevere informazioni. Accanto a numerose conferenze divulgative, in calendario sabato 19 marzo, è prevista anche una conferenza per gli operatori sanitari lunedì 14 marzo in Aula Berlucchi, dal titolo emblematico “Leggere l’attività del cervello”. Negli ultimi tempi si stanno sperimentando tecniche sempre più innovative nel settore delle neuroimmagini, finalizzate a leggere e registrare l’attività elettrica delle cellule cerebrali: grazie a sofisticati computer, micro-chip e scanner in via di sperimentazione, si potrà comprendere appieno il funzionamento del cervello e studiare nuovi farmaci per la cura delle malattie neurologiche come, ad esempio, l’Alzheimer, ma anche – perché no – investigare i sogni e il pensiero di ognuno di noi. Nel nostro cervello, infatti, in particolare nella zona lobo temporale, dove avvengono i processi mentali, restano “tracce di memoria”, ricordi indelebili, che possono essere decifrati. La conferenza in programma il 14 marzo al Mondino intende fare il punto della situazione su questa nuova frontiera delle Neuroscienze, tra timori e speranze per il futuro. “Il recente sviluppo tecnologico ha consentito una estesa analisi non invasiva del sistema nervoso, che può essere impiegata sia a scopi clinici che per comprendere approfonditamente le funzioni cerebrali dell’uomo – spiega il prof. Egidio D’Angelo, fisiologo dell’Università di Pavia coinvolto nel progetto – La magnetoencefalografia (MEG) e la risonanza magnetica funzionale (fMRI) permettono di visualizzare vari aspetti delle funzioni cerebrali. La stimolazione magnetica transcranica (TMS) consente di stimolare il sistema nervoso centrale inducendo plasticità sinaptica ed attivando selettivamente specifici circuiti.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bologna si rivela 2011

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 gennaio 2011

Bologna 24 gennaio alle ore 11.30 presso Palazzo Fava (Via Manzoni, 2) si terrà  la  Conferenza stampa di presentazione di Bologna si rivela 2011 un progetto di Philippe Daverio Il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Fabio Roversi-Monaco, e Philippe Daverio, presentano alla stampa tutte le iniziative in programma per venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 gennaio a Palazzo Fava, San Colombano, San Giorgio in Poggiale, Santa Cristina, Casa Saraceni, Santa Maria della Vita e San Michele in Bosco. Saranno illustrate nel dettaglio le esposizioni artistiche, le performance musicali, i relatori, i numerosi ospiti e i contenuti delle conferenze. Nel corso della sesta edizione di Bologna si rivela,  la Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna inaugurerà Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni penultimo tassello del percorso museale Genus Bononiae. Musei nella Città. Alla conferenza stampa parteciperà anche l’Arch. Angelo Micheli, dello Studio De Lucchi che ha curato l’allestimento di Palazzo Fava.
Palazzo Fava diventerà struttura regolare di esposizioni: nei suoi spazi saranno allestite mostre di opere appartenenti alla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e mostre di opere provenienti da altre importanti collezioni pubbliche e private. Bologna si rivela è realizzata in occasione di Arte Fiera 2011. (de chirico, balla, fontana)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Laboratorio Multisensoriale per bambini sordociechi

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 novembre 2010

La Roberto Wirth Fund Onlus annuncia la nascita del Laboratorio Multisensoriale “Il Primo Passo…”, realizzato grazie al contributo della Fondazione Johnson & Johnson. Si tratta di un laboratorio innovativo destinato all’attuazione di programmi psico-educativi personalizzati, volti a favorire lo sviluppo comunicativo e linguistico dei  bambini sordociechi, da 0 a 6 anni, anche con l’uso della Lingua dei Segni Tattile.  Il taglio del nastro è avvenuto subito dopo la conferenza stampa, moderata dalla giornalista Laura Riccetti, che si è svolta presso la Sala Conferenze dell’Istituto Statale per Sordi di Roma dove ha sede il laboratorio.  “Il Primo Passo…” è un ambiente in cui, attraverso una varietà di stimoli, effetti di luce, colori, odori, impressioni tattili e sonore, il personale specializzato della Roberto Wirth Fund Onlus adopera un modello di intervento volto a sviluppare le capacità comunicative dei bambini sordociechi.  Molti bambini sordociechi, non potendo utilizzare la vista e l’udito, hanno difficoltà a comunicare e ad interagire con il mondo esterno, ad interpretare le informazioni provenienti dall’ambiente circostante e a sviluppare concetti. Questa situazione può determinare gravi ritardi nei processi di apprendimento e quindi nello sviluppo complessivo dei piccoli.  Questi programmi rappresentano una grande novità sul territorio italiano anche grazie alla collaborazione che la Roberto Wirth Fund Onlus ha attivato con il George Brown College di Toronto, uno dei più importanti centri al mondo che si occupa di sordocecità infantile.
La Roberto Wirth Fund Onlus è un’associazione che supporta i bambini sordi e sordociechi da 0 a 6 anni e le loro famiglie, dalla nascita al momento della diagnosi, dall’inizio del percorso abilitativo e riabilitativo agli anni della scuola, servizi, programmi e persone che pienamente rispondono alle loro specifiche esigenze. (img2648, laboratorio)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Mito della Ribellione: Mostra collettiva

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 settembre 2010

Roma dal 25 settembre al 6 ottobre Inaugurazione: sabato 25 settembre ore 18.30 Casa Internazionale delle Donne (Sala Atelier) Via della Lungara 19, (dal lunedì al venerdì 9.00-19.00, sabato 9.00-13.00) Curatrici: Linda Filacchione e Marina Zatta e le collaborazioni di Gloria Ceschin, Gemma Guirado Robles, Yasmin Mohamed Samir,  Alessandra Parrella, Mara Valente.
La Casa Internazionale delle Donne è un luogo storico del femminismo romano sito in via della Lungara nel noto quartiere Trastevere. La casa Internazionale delle Donne è posta in un magnifico ex convento rinascimentale ed è provvista di spazi per conferenze e riunioni, bar, ristorante, negozio equo solidale, foresteria e la sala Atelier progettata come sala espositiva. I miti dell’antica Grecia erano concepiti per simboleggiare i diversi caratteri dell’animo umano. Come rappresentazioni della ribellione femminile al potere maschile, gli antichi hanno elaborato i miti di Medea ed Antigone.
Chi erano Medea ed Antigone? Entrambe figure della mitologia greca rappresentano, ciascuna con tratti diversi, due caratteri di grande personalità, due donne indomite, incapaci di sottomettersi al potere maschile e capacissime di ribellarsi con grande potenza.
Medea arriva ad uccidere i suoi figli per ribellarsi a Giasone che, dopo aver trascorso con lei una vita e generato due figli, per mere brame di potere politico decide di ripudiarla per aprirsi un varco verso un matrimonio regale. Antigone invece non si ribella per motivi di orgoglio, la sua disubbidienza è verso il potere maschile ed al contempo politico, verso un Re despota che nega la sepoltura alle spoglie di suo fratello, un’ingiustizia che Antigone vive non solo come sofferenza sul piano personale, ma in una più vasta visione etica del mondo nella quale il culto dei morti è sacro e và rispettato.
A queste figure femminili, né sante né puttane, Soqquadro dedica questa mostra, in un momento storico in cui le battaglie femministe sembrano cosa passata ed al contempo si rinnova una visione della donna centrata sulla sua “femminile grazia” o “procace sensualità” che in nulla rispetta la vera e potente essenza dell’anima delle donne, capaci di costruire con lacrime, sudore e sangue grandi pagine di Storia. http://www.soqquadro.eu  (vincent, flavio, elena, cinzia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una politica per l’Africa

Posted by fidest press agency su sabato, 5 giugno 2010

Roma 11 giugno 2010 presso la Sala conferenze di Palazzo Marini (Camera dei Deputati), la Sezione internazionale della Fondazione Basso tiene una conferenza  su “Una politica per l’Africa” che si terrà in via del Pozzetto, 158. Interverranno il prof. Romano Prodi, presidente della Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli, e Luigi Ciotti, presidente di Libera. L’incontro si inserisce all’interno di un ciclo di conferenze organizzato dalla Fondazione Basso-Sezione Internazionale intitolato: “L’Africa nella crisi economica. Dinamiche interne e relazioni internazionali”. I precedenti appuntamenti hanno affrontato i temi della cooperazione internazionale e del ruolo dei media nel raccontare l’Africa, per poi passare all’analisi degli attori economici in campo e dei fenomeni migratori, fino ad arrivare a una ricognizione sull’operato della giustizia internazionale nel continente africano.  L’intervento del prof. Romano Prodi, in questo ciclo di incontri, risulta essere un prezioso contributo dato l’impegno del professore come presidente sia della Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli, sia del Gruppo di lavoro ONU-Unione Africana sulle missioni di peacekeeping in Africa. Il programma della serata è il seguente: ore 17: apertura a cura della Fondazione Basso – Sezione Internazionale ore 17.15: introduzione di Luigi Ciotti, presidente di Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie ore 17.30: Lectio magistralis “Una politica per l’Africa” del prof. Romano Prodi ore 18.15: Dibattito col pubblico.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festa dell’architettura di Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 5 giugno 2010

Roma 9-12 Giugno 2010 Piazza Manfredo Fanti 47 Casa dell’Architettura Le location della Festa dell’Architettura, per quanto riguarda gli eventi ufficiali, sono quattro: la Casa dell’Architettura – Acquario Romano (9 giugno), l’Auditorium Parco della Musica e il MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo (10 giugno), il MACRO Testaccio (11 e 12 giugno), con un fitto programma di incontri, lezioni, mostre, convegni e conferenze, tra cui la lectio magistralis dell’architetto portoghese Alvaro Siza Vieira, Premio Pritzker nel 1992 e medaglia d’oro del RIBA nel 2009, che si tiene durante la giornata inaugurale.  Oltre settanta gli eventi collaterali che coinvolgono l’intera città per quasi un mese ( fino al 27 giugno ) grazie all’adesione di numerose istituzioni ed associazioni. La Festa dell’Architettura di Roma approfondisce i grandi temi della trasformazione dal punto di vista architettonico e urbanistico. È l’occasione per una grande rassegna internazionale, che coinvolge anche i protagonisti di grandi eventi di trasformazione come l’Expo di Milano e le prossime Olimpiadi di Londra. Il taglio dell’evento, i suoi contenuti e le partecipazioni costituiscono una grande opportunità per lanciare temi e progetti di sviluppo futuro in vista del 2020, della candidatura olimpica, e non solo. Il programma della Festa dell’Architettura di Roma “Index Urbis” è diviso in cinque sezioni.
Ciascun appuntamento, in programma tra l’11 ed il 12 giugno presso MACRO Testaccio – Pelanda, prevede un moderatore e alcuni invitati scelti tra amministratori, costruttori, committenti, esperti e architetti romani. Questi gli argomenti affrontati: “Abitare a Roma, cambiare le periferie” ; “Edilizia sostenibile?” ; “Olimpiadi” ; “Da verde a paesaggio : a Roma nessuna traccia di paesaggio contemporaneo?” ; “Città digitale, la città, la rete e la sua forma”.
Oltre settanta progetti sono stati presentati da istituzioni, associazioni e gruppi di cittadini. Il ventaglio degli appuntamenti prevede mostre, convegni, presentazioni di libri, rassegne di video e film, installazioni e anteprime di progetti. Rimandando all’elenco completo delle organizzazioni aderenti e al programma/calendario, si segnalano le mostre delle accademie straniere e delle università nord americane presenti a Roma, di musei come l’Andersen, di storiche istituzioni come l’Accademia di San Luca, di gallerie di architettura e d’arte, e il contributo degli antropologi urbani, dei fotografi e dei videomaker. In particolare, nella settimana dal 13 al 19 giugno la Casa dell’Architettura – Acquario Romano ospita una serie quasi continua di appuntamenti, a partire dalla serata interattiva “amoRoma”.   http://www.indexurbis.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lazio: cattolici popolari del Pd

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 aprile 2010

Dichiarazione di  Gianfranco Zambelli (Cons. Comune di Roma), Maurizio Policastro (Cons. Comune di Roma),  Mirko Coratti (Cons. Comune di Roma), Ugo Onorati (Cons. Provincia di Roma),  Enzo Carpenella (Cons. Provincia di Roma):” C’è una sorta di gara tra gli esponenti del Pd in questi giorni a rilasciare interviste sul futuro del partito e sull’analisi del voto regionale. Per lo più si tratta di evidenti forme di protagonismo di chi vuole indicare rotte precise dalle pagine dei giornali, piuttosto che tornare a fare politica tra la gente e con la gente. Quello che si è perso, e i nostri elettori lo hanno avvertito, è la vocazione territoriale del partito e un progetto pienamente condiviso. Il Presidente della Provincia di Roma, per esempio, ha parlato di dare maggior peso a chi amministra, parlando di conferenze programmatiche, tralasciando piuttosto la riflessione sul calo di consensi registrati rispetto alle passate tornate elettorali proprio nell’hinterland romano. E’ chiaro che, per quel che riguarda la scelta della candidata alla Regione Lazio, abbiamo pagato un prezzo politico, pur essendo la Bonino una figura di primo piano. A questo va aggiunto che abbiamo peccato di presunzione parlando troppo presto di posti da occupare e di incarichi da assegnare, ancor prima di vincere. Senza peraltro mai favorire il pluralismo, sia nel partito che nelle istituzioni. Evidentemente la lezione di Roma nel 2008 è servita a poco. Per il Pd, e soprattutto per il Pd laziale, è giunto il tempo dell’umiltà e del ritorno in strada ad ascoltare e a farsi interprete delle esigenze dei cittadini. E’ la nostra mission della prima ora, quella che ci ha portato a governare bene ovunque e che ci ha offerto la possibilità di prodigarci, senza se e senza ma, a sostegno soprattutto delle fasce più deboli”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenze Episcopali d’Europa

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 marzo 2010

“Come un Paese per il fatto di essere piccolo o grande non è più o meno importante, così una Chiesa minoritaria non è meno importante”, con questa espressione il Primo Ministro Moldavo Vlad Filat ha introdotto, questa mattina, il colloquio con i rappresentanti delle Conferenze Episcopali del Sud Est Europa, riunitesi da oggi e fino a domenica a Chisinau in Moldova. Il Primo Ministro ha accolto nella sede del Governo la rappresentanza cattolica ed ha espresso chiara manifestazione di intenti e collaborazione: ”Siamo coscienti del lavoro che dobbiamo fare e speriamo che la Chiesa si impegni nel sostegno alla formazione di un popolo che abbia alla sua base i migliori principi morali sui quali costruire la nuova società’”. “I problemi in Moldova sono numerosi – ha continuato il Primo Ministro – però all’origine di tutti questi problemi c’e’ la crisi morale. Per questo dobbiamo tornare alla radice dei problemi. Soltanto sapendo da dove veniamo, sapremo dove andremo. La Chiesa deve giocare un ruolo decisivo nel cammino della Moldova verso l’Europa”. Dal canto suo, il vescovo di Chisinau, Mons. Anton Cosa, ha rivolto un saluto al primo ministro presentando i partecipanti e ribadendo l’impegno della Chiesa al servizio del popolo moldavo: “ci sentiamo parte viva di questa terra per la quale ogni giorni spendiamo le nostre risorse di fede e di carità perché il popolo Moldavo possa crescere e ritrovare, nella solidarietà del mondo cattolico, motivo di grande speranza. La Chiesa, attraverso le sue strutture, continuerà a realizzare quanto necessario perché si superi ogni situazione di disagio sociale. Il Nunzio Apostolico nella Repubblica Moldova, Mons. Francisco-Javier Lozano, ha portato il saluto del Santo Padre, assicurando la vicinanza della Chiesa cattolica al popolo moldavo e auspicando il sostegno della Santa Sede nel cammino della Moldavia verso la piena integrazione in Europa. Infine il Cardinale Vinko Puljic ha richiamato l’importanza della libertà religiosa e della libertà  di coscienza dicendo che “là dove i politici hanno una strategia per promuovere questa libertà, la Chiesa appoggerà tutte le buone iniziative”

.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La bioetica di fronte alle biotecnologie

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Roma 2 marzo 2010, a, alle 17.10, presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (via degli Aldobrandeschi 190), nell’ambito del Master in Scienza e Fede, si terrà la conferenza con ingresso libero “La bioetica di fronte alle biotecnologie”. Parlerà Padre Gonzalo Miranda, L.C., docente della Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.  Padre Gonzalo Miranda, L.C. è nato a Gerona, in Spagna. Nel 2001 ha fondato la Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, della quale è stato Decano fino al 2006. E’ autore di numerose pubblicazioni su temi di bioetica e di morale, argomenti ai quali dedica la sua intensa attività didattica e di conferenze in Italia e all’estero. L’incontro con Padre Gonzalo Miranda, L.C. fa parte della serie di conferenze “Biotecnologie e questioni bioetiche”. La conferenza sarà trasmessa anche in videoconferenza a Bologna, presso l’Istituto Veritatis Splendor (Via Riva di Reno, 57). Il rapporto tra Scienza e Fede è un tema con cui ci si confronta sempre più spesso. Da una parte gli incessanti sviluppi della scienza e della tecnica suscitano nuove ed urgenti questioni etiche ed antropologiche. Dall’altra ci troviamo di fronte al pluralismo culturale e religioso, che suscita il bisogno di proporre punti di incontro verso il dialogo e la comune ricerca della verità. L’obiettivo del Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum è sviluppare competenze teorico-culturali sul rapporto tra Scienza e Fede in generale, fornendo un’ampia e profonda formazione su ciò che tale rapporto significa nell’attualità.  Il Master rientra nel quadro del Progetto STOQ (Science, Theology and the Ontological Quest), portato avanti dall’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum insieme ad altre cinque università pontificie: Lateranense, Gregoriana, Santa Croce, Salesiana e San Tommaso d’Aquino, sotto gli auspici del Pontificio Consiglio della Cultura e con il supporto della John Templeton Foundation. (gonzalo)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sacconi preannuncia Fazio ministro

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2009

Ferruccio Fazio ministro della Salute? “Credo proprio di sì”. Il responsabile del Welfare, Maurizio Sacconi, risponde così ai giornalisti sulla nomina del futuro ministro della Salute, mentre in Aula a Montecitorio di discute il Ddl per l’istituzione del dicastero, scorporandolo dal Welfare. Sacconi lo ha detto, fugando così i dubbi circolati nei giorni scorsi, entrando nella sala delle conferenze della Camera dei deputati per partecipare a un convegno.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assemblea delle Conferenze Episcopali d’Europa

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2009

Parigi giovedì 1 ottobre 2009 ore 11.45 – Maison de la CEF – 58 avenue de Breteuil. La Presidenza del CCEE incontrerà la stampa In occasione dell’assemblea plenaria del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE) che si svolgerà, da giovedì 1 a domenica 4 ottobre prossimo a Parigi, presso la Maison de la Conférence des évêques de France, sul tema “Chiesa e Stato, venti anni dopo il crollo del muro di Berlino”, la Presidenza del CCEE risponderà alle domande della stampa. Alla Conferenza stampa interveranno:Il Cardinale Péter Erdő, Arcivescovo di Esztergom-Budapest e Presidente del CCEE;Il Cardinale Josip Bozanić, Arcivescovo di Zagabria e Vice-Presidente CCEE; Il Cardinale Jean-Pierre Ricard, arcivescovo di Bordeaux e Vice-Presidente CCEE. Nel corso della Conferenza stampa, alcuni estratti dei risultati dell’indagine europea promossa dal CCEE su Chiesa e Stato sarà consegnata ai giornalisti.  Tra gli altri temi che verranno discussi dai Presidenti delle Conferenze episcopali: la visita di Papa Benedetto XVI in Repubblica Ceca (26-28 settembre 2009); l’Anno Sacerdotale (19 giugno 2009-19 giugno 2010); l’attenzione della Chiesa Cattolica per le popolazioni in Terra Santa; il rapporto Chiesa e Media nell’ultimo anno; l’ideologia dei gender nel panorama legislativo europeo e questioni attuali di bioetica. Saranno presentati anche le attività e progetti delle Commissioni CCEE nel campo dei Media, delle migrazioni, della catechesi, della scuola e dell’università, delle vocazioni e dell’ambiente.  All’incontro dei Presidenti delle Conferenze episcopali d’Europa prenderanno parte anche, per la Santa Sede, il cardinale Giovanni Battista Re, Prefetto della Congregazione per i Vescovi, Mons. Dominique Mamberti, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, Mons. André Dupuy, Nunzio Apostolico presso l’Unione Europea e Mons. Aldo Giordano, Osservatore Permanente presso il Consiglio d’Europa.  Nel corso della Conferenza stampa, alcuni estratti dei risultati dell’indagine europea promossa dal CCEE su Chiesa e Stato sarà consegnata ai giornalisti. Tra gli altri temi che verranno discussi dai Presidenti delle Conferenze episcopali: la visita di Papa Benedetto XVI in Repubblica Ceca (26-28 settembre 2009); l’Anno Sacerdotale (19 giugno 2009-19 giugno 2010); l’attenzione della Chiesa Cattolica per le popolazioni in Terra Santa; il rapporto Chiesa e Media nell’ultimo anno; l’ideologia dei gender nel panorama legislativo europeo e questioni attuali di bioetica. Saranno presentati anche le attività e progetti delle Commissioni CCEE nel campo dei Media, delle migrazioni, della catechesi, della scuola e dell’università, delle vocazioni e dell’ambiente.  All’incontro dei Presidenti delle Conferenze episcopali d’Europa prenderanno parte anche, per la Santa Sede, il cardinale Giovanni Battista Re, Prefetto della Congregazione per i Vescovi, Mons. Dominique Mamberti, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, Mons. André Dupuy, Nunzio Apostolico presso l’Unione Europea e Mons. Aldo Giordano, Osservatore Permanente presso il Consiglio d’Europa.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Università di Pavia ricorda Guglielmo Marconi

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2009

Pavia 2 ottobre – 20 dicembre 2009 Museo della Tecnica elettrica dell’Università (via Ferrata 3, Pavia).  mostra e un ciclo di conferenze internazionali in occasione delle celebrazioni per il centenario del conferimento del Premio Nobel per la fisica a Guglielmo Marconi (1874-1937) e Karl Ferdinand Braun (1850-1918) per il loro contributo allo sviluppo della telegrafia senza fili l’Università di Pavia propone una mostra celebrativa ed una serie di conferenze ad esse collegate. La mostra “Comunicare senza fili: dai segnali ai suoni” sarà inaugurata il 2 ottobre alle ore 17,00 e resterà fino al 20 dicembre 2009 presso il Museo della Tecnica elettrica dell’Università  Si tratta di una esposizione rivolta al largo pubblico, con particolare attenzione alle scuole di diverso grado, che intende mettere a fuoco la grande rivoluzione della comunicazione senza fili.  Scaturita dalla scoperta delle onde elettromagnetiche di Heinrich R. Hertz intorno al 1887-88, questa rivoluzione venne portata avanti tra Ottocento e Novecento da diversi inventori. Marconi diede il contributo fondamentale, trasformando in breve tempo la telegrafia senza fili in un mezzo efficace di comunicazione di segnali a breve e lunga distanza. Il centro della mostra sarà costituito da una pregevole collezione di radio ricevitori civili prodotti da Marconiphone a partire dal 1922 e poi, con lo stesso marchio Marconiphone, da Gramophone ( La Voce del Padrone) a partire dal 1929 e da EMI (Electric and Musical Industries) dopo il 1931. Verranno inoltre organizzate dimostrazioni pratiche di trasmissioni direttamente dalla sede del Museo.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tour operator russi sul lago d’Orta

Posted by fidest press agency su sabato, 5 settembre 2009

opertoriOrta San Giulio (No),  Educational-tour targato Lago d’Orta per quasi trenta operatori turistici russi. Importante iniziativa di promozione, voluta dal Consorzio Cusio Turismo e dall’associazione Prenota Italia, in collaborazione con BusinessTour Moscow, Enit e Alitalia.  Quella che sta per concludersi è stata una settimana intensa, fatta di visite culturali ed escursioni, articolate in più tappe, da Torino alle Langhe, dal Monferrato al Canvese, per finire con il Mottarone e il Lago d’Orta. Numerosi gli appuntamenti enogastronomici, i sopralluoghi negli hotel e nei resort più prestigiosi. Spazio inoltre a conferenze e business meeting. Come spiega Massimiliano Ferrari, responsabile eventi del Conosrzio Cusio Turismo: “Abbiamo accolto gli operatori russi, fornendo loro gli elementi idonei alla conoscenza del territorio per la futura creazione di pacchetti di viaggio su misura, dallo shopping tour ai viaggi d’affari, dalla convegnistica ai matrimoni”.  “Il Lago d’Orta – dice il presidente del Consorzio Cusio Turismo Andrea Giacomini – punta su un turismo diversificato e di qualità. Iniziative come questa favoriscono la conoscenza del territorio e lo sviluppo del turismo”.  L’evento, che ha toccato le località più belle e significative del Lago d’Orta, si è concluso a Milano, con visita guidata e shopping tour. (opertori)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival dei sensi

Posted by fidest press agency su sabato, 18 luglio 2009

martina francaValle d’Itria, 21-22-23 agosto Debutta in Puglia il Festival dei Sensi, il primo grande festival culturale del Sud promosso dall’associazione Iter Itria su idea di Milly Semeraro. Organizzato in collaborazione con i comuni di Cisternino (BR), Locorotondo (BA) e Martina Franca (TA), che ospitano la manifestazione, e con la Regione Puglia, ha come presidente onorario Giuseppe Giacovazzo, pugliese di Locorotondo già direttore de «La Gazzetta del Mezzogiorno». Il taglio del nastro è fissato venerdì 21 agosto alle ore 18,00 a Locorotondo dove prenderà ufficialmente il via una tre giorni (21-22-23 agosto) di lezioni, dibattiti, conferenze itineranti, degustazioni, induzioni olfattive, tour panoramici su treni d’epoca e mostre all’insegna dei 5 sensi. A tenere a battesimo la prima edizione del Festival sarà Vittorio Sgarbi, che domenica 23 agosto chiuderà la rassegna in veste di critico d’arte con un intervento dal titolo “Da Caravaggio a Brancaleone da Romana”. Luciano Canfora, Amos Luzzatto, Raffaele Nigro, Victor Stoichita, Enzo Tiezzi, Ruggero Pierantoni, Detlev Schild, ma anche il creativo Guido Cornara, il food designer Marc Bretillot e l’antropologo e architetto Franco La Cecla sono alcuni dei nomi eccellenti invitati a parlare dei sensi da angolazioni diverse. Oltre alle conferenze di saggisti, storici, filosofi, urbanisti, scienziati italiani e stranieri e un nutrito programma di mostre e allestimenti, fra i quali una rivisitazione delle tradizionali luminarie in collaborazione con il Politecnico di Bari, il calendario prevede anche esperienze sensoriali con personaggi illustri che animeranno i tre centri storici coinvolti ogni sera a partire dalle 18,00. Un’attenzione particolare è riservata ai bambini, per i quali sono stati organizzati laboratori dell’infanzia alla scoperta dei colori e della vita in fattoria oltre a curiosi giochi scientifici. Il Festival dei Sensi si propone come manifestazione culturale di alto livello, capace di coinvolgere appassionati e curiosi con un programma che mescola in armonioso equilibrio conferenze di insigni accademici a una serie di iniziative volte alla conoscenza del territorio e delle tradizioni locali. Dalla gastronomia all’arte, dalla storia alla natura, tutti potranno scoprire profumi, sapori, colori di Puglia in un contesto storico-paesaggistico d’eccezione, la Valle d’Itria, conosciuta nel mondo per i suoi caratteristici trulli. Per l’occasione verranno aperte al pubblico masserie private solitamente non accessibili, ma teatro delle iniziative saranno anche chiostri e piazze dei centri storici, belvedere panoramici e percorsi naturalistici al di fuori degli itinerari turistici più conosciuti. http://www.festivaldeisensi.it. (martina franca)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »