Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘confessione’

Jessie Burton: La Confessione

Posted by fidest press agency su martedì, 14 gennaio 2020

Uscita prevista: 23 gennaio. Dopo il successo mondiale di Il miniaturista e La musa (tradotti in 40 lingue, con oltre un milione di copie vendute), l’autrice inglese ci consegna il suo romanzo probabilmente più affascinante e magnetico. Una profonda esplorazione dell’animo femminile attraverso la storia indimenticabile di tre donne sempre in bilico tra desiderio e ossessione, accettazione e riscatto, mistero e confessione. Un pomeriggio d’inverno ad Hampstead Heath, nel 1980. Elise Morceau, ventenne molto bella che si guadagna da vivere facendo la maschera a teatro, incontra Constance Holden e ne rimane stregata. Constance, detta Connie, è arrogante e attraente, è una scrittrice di successo e il suo romanzo sta per diventare un film a Hollywood. Tra le due donne inizia un rapporto di amorosa ossessione e di progressiva dipendenza. Esasperata da Connie, Elise la lascia, una prima volta: decide per una vita normale, si sposa con un uomo, rimane incinta. Ma Elise rifiuta la sua nuova vita, che la lascia sempre insoddisfatta, fino a quando una sera si trova ad ascoltare casualmente una conversazione di sconosciuti e ne resta sconvolta: ciò che sente dire a quella festa la spinge a compiere una scelta radicale, che cambierà la sua vita. Così Elise scompare nel nulla senza lasciare traccia. Trent’anni dopo, Rose, la figlia di Elise, alla ricerca di risposte su sua madre, rintraccia Constance (Connie), che è stata l’ultima persona a vederla viva, per ottenere una confessione, scavando nel loro passato… Editore: La nave di Teseo

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Jesse Burton: La confessione

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 dicembre 2019

Uscita prevista: 23 gennaio. Dopo il successo mondiale di Il miniaturista e La musa (tradotti in 40 lingue, con oltre un milione di copie vendute), l’autrice inglese ci consegna il suo romanzo probabilmente più affascinante e magnetico. Una profonda esplorazione dell’animo femminile attraverso la storia indimenticabile di tre donne sempre in bilico tra desiderio e ossessione, accettazione e riscatto, mistero e confessione. Un pomeriggio d’inverno ad Hampstead Heath, nel 1980. Elise Morceau, ventenne molto bella che si guadagna da vivere facendo la maschera a teatro, incontra Constance Holden e ne rimane stregata. Constance, detta Connie, è arrogante e attraente, è una scrittrice di successo e il suo romanzo sta per diventare un film a Hollywood. Tra le due donne inizia un rapporto di amorosa ossessione e di progressiva dipendenza. Esasperata da Connie, Elise la lascia, una prima volta: decide per una vita normale, si sposa con un uomo, rimane incinta. Ma Elise rifiuta la sua nuova vita, che la lascia sempre insoddisfatta, fino a quando una sera si trova ad ascoltare casualmente una conversazione di sconosciuti e ne resta sconvolta: ciò che sente dire a quella festa la spinge a compiere una scelta radicale, che cambierà la sua vita. Così Elise scompare nel nulla senza lasciare traccia. Trent’anni dopo, Rose, la figlia di Elise, alla ricerca di risposte su sua madre, rintraccia Constance (Connie), che è stata l’ultima persona a vederla viva, per ottenere una confessione, scavando nel loro passato… (fonte: la nave di Teseo)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tanto peggio tanto meglio?

Posted by fidest press agency su domenica, 10 marzo 2013

Non sono pochi i commentatori politici e anche i lettori del blog di Grillo che accreditano l’idea del movimento come quella di chi aspetta l’implosione del sistema per uscire allo scoperto con i numeri del consenso popolare. Credo che tale visione sia riduttiva. Lo dimostra il fare e il saper fare del gruppo grillino in Sicilia e la disponibilità a un confronto parlamentare sulle leggi che realizzino un reale cambiamento e in tempi certi. E’ che se ci troviamo in questa situazione lo dobbiamo al fatto che il Pd non è credibile non come partito ma per via della sua classe dirigente. Lo dimostra il suo passato, un passato costellato solo di promesse e del suo arroccamento in chiave antiberlusconiana lasciandosi sedurre dai temi del cavaliere tanto che ha persino tollerato che i parlamentari della sua coalizione passassero al Pdl come se nulla fosse e ci è voluta una confessione spontanea di un senatore, anni dopo e a ridosso della prescrizione del reato, per stendere sulla vicenda un sospetto davvero molto inquietante. Ora ci troviamo al cospetto di un caso davvero allarmante con l’accusa esplicita sull’esistenza di una magistratura golpista filo stalinista e persino nazista. Se è questo l’atteggiamento di un partito che ha governato in Italia per tanti anni ciò significa che bisognerebbe mandare i carabinieri ad arrestare questi “criminali” che attentano alla democrazia anche se sono dei magistrati. In caso contrario sarebbe proprio la dirigenza del Pdl da essere messa sotto accusa per la gravità delle cose dette e dell’invocata sollevazione di popolo per fini personali. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La confessione di Michele e la musica di Chopin

Posted by fidest press agency su martedì, 26 ottobre 2010

Vorrei ringraziare di cuore il direttore di La Repubblica.it. e fargli i miei complimenti. Il primo titolo questa mattina (25 ottobre) era: “La confessione di Michele.  Così ho ucciso Sarah. Gli interrogatori della zio e della cugina”. E poi la sorpresina del lunedì, così, tanto per cominciare bene la settimana: “Tutti gli audio”. Ci pensate? Tutti gli audio! Ci ho passato l’intera mattinata a sentire. Per rendere più piacevole l’ascolto ho messo un sottofondo musicale. Non so neppure io perché, ma mi ci azzeccava la Sonata n. 2 di Chopin. Non potete immaginare l’effetto. Un sogno. Grazie Repubblica.it! (Miriam Della Croce)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »