Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘confessioni’

Le confessioni di un pentastellato

Posted by fidest press agency su martedì, 23 luglio 2019

Partiamo dal dato statistico che ha visto il movimento ottenere alle politiche dello scorso anno il 32% dei consensi e scendere l’anno successivo alle europee al 17%. Nel mezzo vi è l’esperienza di governo con i leghisti che sono riusciti ad ottenere un risultato elettorale opposto passando dal 17% al 34% e ora ci dicono sono già al 37% mentre i pentastellati cercano di contenere il tracollo sia pure con qualche affanno. Non credo che siano in pochi, tra gli elettori di ieri e quelli di oggi, a chiedersi cosa ha determinato questo tracollo e dove sono finiti i tanti voti persi. Qualcuno attribuisce il dato negativo al popolo astensionista ma questa ipotesi mi convince poco. Bisogna, invece, capire cosa ha rappresentato il movimento nell’immaginario popolare. Lo è stato sicuramente di protesta nei confronti dei partiti tradizionali che a tutt’oggi continuano a predicare bene e a razzolare male. Lo è stato la voglia di un cambiamento per un paese ingessato dove la giustizia per dirsi compiuta si realizza in tempi biblici, dove la corruzione sta diventando patologica, dove si perdono sistematicamente i valori fondanti della nostra società coltivando il dispregio per le istituzioni mentre le stesse non riescono a farsi rappresentare da figure valide e carismatiche, dove si rischia ogni giorno di dar credito agli imbonitori di turno inseguendo un miraggio di perbenismo che è solo di facciata e dove predomina il culto del parvenu senza arte né parte ma con la patacca addosso del “vincente”. Oggi va ad aggiungersi un altro aspetto non secondario della nostra società che è quello che non abbiamo più pazienza ad aspettare. Vogliamo i cambiamenti in tempo reale, vogliamo essere guidati da una mano sicura e decisionista che sappia porre freno alle pretese corporative e sappia imporre il rispetto per i più deboli, risvegliare l’orgoglio dell’appartenenza e garantire un’equa ridistribuzione delle risorse. In tutto questo i pentastellati hanno offerto una speranza che ora rischia d’infrangersi proprio sul terreno a loro più congeniale della protesta, della lotta per un mondo migliore, per un’Italia a “cinque stelle”. Se non ritorniamo ad essere quelli che eravamo non ci resta che recitare il de profundis.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Spettacolo: “Le confessioni di un assassino sentimentale”

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 Mag 2018

Roma da venerdì 11 maggio al domenica 13 maggio 2018 Ore 21 (Domenica pomeridiana ore 18) TEATRO SALA UNO – Piazza di Porta San Giovanni, 10 debutta lo spettacolo: “Le confessioni di un assassino sentimentale” con Matteo Maria Dragoni (Il Killer), Chicco Sciacco (Lo Specchio),
Cristina Frioni (L’Uomo degli Incarichi), Stefano Di Giulio (L’Incarico), Virginia Menendez (La Gran Figa Francese) e con la partecipazione del Coro degli allievi dell’Accademia di Arti Drammatiche TeatroSenzaTempo di Roma: Cinzia Greco, Virginia Risso, Sara Morassut, Maria Enrica Recchia, Angela Bulzomì, Giulia Capuzzimato e Federico Fiordigigli.
Un diario, da sempre, accoglie le confessioni degli uomini che come impronte rimangono poi impresse sui suoi fogli.Ma un killer abituato a non lasciare traccia, preferisce affidare la propria confessione ad una puttana, ed è proprio da questa scena che ha inizio l’adattamento drammaturgico che Antonio Nobili e Margherita Caravello fanno del romanzo Diario di un killer sentimentale di Luis Sepulveda. Marciapiedi umidi, sigarette, clacson di tassisti nevrotici, neon e puttane non sono né un vizio né una necessità ma rappresentano una parte del rito di chi vive la notte, di chi specchia velocemente se stesso riconoscendo il proprio volto distorto in una pozza d’acqua sul marciapiede. Ed è proprio su questi marciapiedi, di notte, che si muove un killer di professione, accompagnato soltanto dal fumo della sua sigaretta. Professionale sempre, un fuori classe nell’uccidere senza lasciare tracce, spunta sul suo carnet di sangue nomi come fossero fronde che un aborigeno taglia col suo machete, agilmente, spietato come pochi, fino a quando si innamora… Per Margherita Caravello è il debutto alla regia.
Biglietti (Esclusa tessera del teatro di € 3): € 10 (Prezzo Unico) Per chi prenota entro Domenica 6 Maggio prezzo ridotto a 7 euro.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le “Confessioni di uno scrittore”

Posted by fidest press agency su domenica, 11 giugno 2017

mirella serriCori. Sabato 17 Giugno, alle ore 18:00, presso la Biblioteca civica “Elio Filippo Accrocca” si terrà un nuovo appuntamento con le “Confessioni di uno scrittore”, la rassegna letteraria promossa dal Comune di Cori, dall’Associazione Arcadia e dalla Libreria Voland di Cisterna di Latina, per ascoltare dalla voce degli autori le storie e i percorsi che si nascondono dietro ogni libro. Il prossimo ospite è Mirella Serri, giornalista, scrittrice e docente di letteratura italiana all’Università Sapienza di Roma, autrice di “Bambini in fuga”, edito da Longanesi nell’Aprile di quest’anno.Il saggio ricostruisce l’avventurosa vicenda e le peregrinazioni attraverso l’Europa di un gruppo di 63 giovanissimi ebrei dai 6 ai 17 anni che, dopo aver perso i genitori nei campi di concentramento tedeschi, attraversano la Germania e la Slovenia e riescono ad arrivare a Nonantola, paese in provincia di Modena. Qui, a dispetto del fascismo e delle campagne razziali, l’intera popolazione si mobilita per aiutarli, offrendo loro ospitalità e protezione per bambini in fugaun anno intero. Un medico e un parroco di Nonantola diventeranno i primi italiani annoverati fra i “Giusti tra le nazioni”.All’inseguimento degli orfani vi sono Adolf Eichmann, Adolf Hitler e il Gran Muftī, Amīn al-Husaynī, che dopo aver lasciato Gerusalemme è approdato a Berlino. Padre del radicalismo e dell’estremismo islamico, Amīn al-Husaynī ha ricevuto dal Führer l’incarico di limitare l’emigrazione ebraica dall’Europa. Per precludere ai profughi l’ultima via di scampo, Amīn al-Husaynī dà vita anche a una divisione di SS musulmane nei Balcani, ma il suo progetto non conseguirà il successo sperato e non riuscirà a coinvolgere i giovani islamici della penisola balcanica.È una storia di eroi e di ribellione corale alle dittature, tutta italiana e al tempo stesso universale di generosità e profonda umanità, in una lotta contro il male che si rivela, con altri volti e altri nomi, drammaticamente attuale. Racconta Mirella Serri: “Oggi ci sono tanti bambini che vengono nel nostro Paese mentre noi assistiamo impotenti alla strage che sta avvenendo in Siria. Ho voluto ricostruire questa vicenda per capire il ruolo degli italiani e sottolineare il coraggio degli abitanti di Nonantola che, in epoca di leggi razziali, non ebbero alcuna diffidenza nei confronti degli orfani ebrei”. (foto: mirella serri, bambini in fuga)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le confessioni di Frattini

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Frattini ha spiegato come abbiano dato una mano alla politica estera di Roma: l’amicizia personale con Putin ha aiutato ad avvicinare la Russia alla Nato e quella con Gheddafi a fare della Libia un partner affidabile nel Mediterraneo. Ma assieme alle precisazioni di Frattini arrivano i nuovi file di Wikileaks sulle relazioni Roma-Mosca, una connessione economica talmente forte che ha un prezzo, quello di “glissare” sulla democrazia: «Sebbene il governo italiano abbia compreso le manchevolezze del governo russo (leggi: rispetto dei valori e delle libertà democratiche) non può permettersi di essere troppo duro nelle sue critiche» si legge nel nuovo documento che spiega come «il rappresentante dell’Eni viene spesso chiamato il secondo ambasciatore d’Italia in Russia». E mentre Frattini precisa che «l’amicizia personale tra Berlusconi, Putin e Medvedev ha un impatto che va al di là dei rapporti Gazprom-Eni», i nuovi cablogrammi riportano la relazione del responsabile dell’ambasciata Usa a Mosca che dà conto delle «lunghe visite di Putin e famiglia a Berlusconi nella sua residenza di famiglia in Sardegna, a spese del premier». (Da Il Messaggero del  5 dicembre e segnalato da Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Buttana di lusso. Confessioni di una escort

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 novembre 2010

Palermo 19 novembre alle ore 17, presso l’Aula Rostagno del Palazzo delle Aquile (piazza Pretoria 1),  Presentazione del volume di Alessia Cannizzaro, “Buttana di lusso. Confessioni di una escort”, Edizioni La Zisa , Ne discuteranno con l’autrice Stefania Blandeburgo, Elisabetta Cinà, Rosario Filoramo e Francesco Panasci.
Una città a luci rosse annidata tra le pieghe di un perbenismo di facciata. Palermo è anche questo. E a svelarne il suo lato oscuro è Chiara (o almeno così dice di farsi chiamare), una escort palermitana che da anni lavora proprio nella sua città. Sesso a pagamento, in casa o in trasferta, appartamenti di lusso come alcove, o hotel fuori porta. Tra i suoi clienti politici, avvocati, professionisti in genere, tutta gente della “Palermo bene”. Chiara ci racconta, senza falsi pudori, vizi e virtù di una città sommersa, conditi da particolari piccanti e non sempre prevedibili.
Alessia Cannizzaro è giornalista professionista, laureata in Scienze della Comunicazione e in Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale. Da anni lavora per tv e testate locali e nazionali. E proprio per un quotidiano palermitano ha condotto un’inchiesta sulla Palermo a luci rosse.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Palermo: Triduo pasquale

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 aprile 2010

Palermo. Con il Triduo pasquale,  entrano nel vivo le celebrazioni delle Settimana santa che culmineranno con la domenica di Pasqua e che coinvolgeranno i fedeli. Tanti gli appuntamenti in Cattedrale a iniziare da domani mattina con la celebrazione della Messa Crismale durante la quale saranno benedetti gli oli che serviranno ad amministrare i sacramenti. Qui di seguito tutte le celebrazioni:
Giovedì santo 1 aprile 2010 Alle ore 9.30, l’Arcivescovo mons. Paolo Romeo, presiederà in Cattedrale la Concelebrazione Eucaristica della Santa Messa Crismale, l’unica messa che può essere celebrata nella mattina del Giovedì Santo, con i Sacerdoti diocesani e religiosi dell’Arcidiocesi, quale segno della comunione tra il Vescovo e i suoi fratelli nel sacerdozio ministeriale.Durante la solenne liturgia verranno benedetti gli oli santi. L’olio dei catecumeni, col quale si ungono sul petto i battezzandi prima del lavacro battesimale per infondere la forza, segno della lotta contro il male; l’olio degli infermi col quale si ungono sulla fronte e sulle mani i cristiani seriamente ammalati per infondere forza e sollievo nella malattia; l’olio del Crisma, olio misto a balsamo, con cui vengono unti sul capo i battezzati, sulla fronte i cresimati, sulle mani i sacerdoti, sul capo i vescovi come segno della consacrazione dello Spirito Santo. Alle ore 18, in Cattedrale, durante la Santa Messa “Nella Cena del Signore” che ricorda quell’ultima Cena durante la quale Gesù istituì l’Eucaristia e il sacerdozio ministeriale, si svolgerà il rito della lavanda dei piedi. Alle ore 22 l’Arcivescovo, in Cattedrale, presiederà un’ora di Adorazione Eucaristica presso l’Altare della Reposizione.
Venerdì santo 2 aprile 2010 Alle ore 7.30, l’Arcivescovo mons. Paolo Romeo, celebrerà la Liturgia delle Ore con la partecipazione del Seminario Arcivescovile e con quanti, sacerdoti, suore, laici, vorranno unirsi. Successivamente, insieme ad altri sacerdoti, si metterà a disposizione delle Confessioni per l’intera mattinata. Nel pomeriggio, alle ore 18, l’Arcivescovo presiederà, sempre in Cattedrale, la Liturgia della Passione con la proclamazione della Passione di Gesù dal Vangelo di Giovanni, la Preghiera universale, lo scoprimento, l’ostensione e l’adorazione della Croce, quindi la Comunione eucaristica. Si ricorda che il Venerdì Santo è giorno di digiuno, di astinenza, di meditazione e di preghiera.
3 aprile 2010 Alle ore 7.30 Sabato santo e Pasqua di Risurrezione. l’Arcivescovo mons. Paolo Romeo celebrerà in Cattedrale la Liturgia delle Ore con la partecipazione del Seminario Arcivescovile e con quanti, sacerdoti, suore, laici, vorranno unirsi. Alle ore 22.30 mons. Romeo presiederà la Veglia Pasquale che ricorda la notte santa in cui Cristo è risorto, composta da vari momenti significativi: la benedizione del fuoco, la processione all’altare con il cero pasquale, il canto del Preconio Pasquale, la Liturgia della Parola, la Liturgia battesimale e la Liturgia Eucaristica. Durante la Liturgia battesimale riceveranno i sacramenti dell’Iniziane cristiana: Battesimo, Cresima e Confermazione, 7 catecumeni adulti di diversa estrazione sociale.
4 aprile 2010 Alle ore 11, l’Arcivescovo presiederà il solenne Pontificale della Pasqua di Risurrezione e alla fine impartirà a tutti i presenti la benedizione apostolica con annessa l’indulgenza plenaria.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: “Confessioni a Rebibbia”

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Roma 3 marzo alle 16,30 alla Casa Circondariale Rebibbia Nuovo Complesso, col patrocinio del Municipio V e dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma Borghetto Prenestino all’inferno: senza ritorno  Evento organizzato  dalla Casa Circondariale Rebibbia Nuovo Complesso  per la regia di Marcello Cotugno Lo spettacolo, che ha già riscosso grande successo al Teatro Belli di Roma, con repliche tutte esaurite, sarà rappresentato in un evento unico il Il carcere è il luogo da cui parte la storia, ispirata a una vicenda reale, che vede protagonista un giovane outsider della criminalità romana. Egli rifiuta la società dei colletti bianchi, della “quieta disperazione” borghese e allo stesso tempo non riesce a far parte dei nomi importanti della mala: è un criminale di seconda fascia che vede scorrere davanti ai suoi occhi anni irrequieti, pieni di malessere e di sangue, in contesti che genericamente vengono definiti pasoliniani. L’idea della messinscena nasce dalla tradizione del “cunto” siciliano calibrando musiche e parole, con una narrazione in prima persona. La performance di Alfredo Angelici si struttura attorno al momento musicale realizzato dallo stesso Danilo Pennone, sulla scena sia nei panni del personaggio Cric sia come musicista (chitarra e mandolino) nonché autore delle musiche insieme al cantautore romano Marco Turriziani (voce e chitarra anche lui interprete nel ruolo del Molisano) e a Salvatore Zambataro (quest’ultimo, nella veste di Capellino, al clarinetto e alla fisarmonica). Uno spettacolo che racconta l’esperienza del carcere, da dove ha inizio la storia, per tornare come coronamento nel luogo da cui essa ha avuto origine. “Il fine delle pene non è di tormentare e di affliggere” scrive Cesare Beccaria nel suo Dei Delitti e Delle Pene, e l’intento è proprio quello di sottolineare che la detenzione per quest’uomo ha significato un vero percorso riabilitativo più che una dolorosa punizione. Una storia che non lascia indifferenti e che si risolve in un punto interrogativo che scuote la coscienza di ognuno di noi: tra i giovani delle nostre periferie quanti Natalino stanno preparando il loro sterile viaggio nell’imbuto del male? Questo spettacolo aiuta a capire, forse, perché alcuni si perdono e altri si salvano. (spettacolo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il vangelo secondo Pilato

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2010

Romanzo di Eric-Emmanuel Schmitt. Dall’autore di Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano e Milarepa, una rilettura della vita di Jeshua, a metà tra una confessione e un poliziesco che si svolge fra i meandri di Gerusalemme e narra la ricerca del corpo scomparso del Nazareno. romanzo di Eric-Emmanuel Schmitt  Edizioni San Paolo 290 pagine € 17,50

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Confessioni di un prete

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 novembre 2009

A uomini e donne, credenti e non, in tempi difficili Incontri quotidiani, curiosi a volte ma anche profondi e rivelatori; un prete tra la gente, un prete che si muove tra le bancarelle del mercato del suo quartiere e parla con le persone più volentieri in casa che dal pulpito: il ritratto di un tempo difficile, nel quale non può però venir meno la speranza. di Davide Caldirola Edizioni San Paolo160 pagine € 12,00

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La vita virtuale mette in crisi quella reale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 agosto 2009

Altro che l’idraulico o la segreteria, il bagnino o la hostess, oggi il vero pericolo per la coppia sono i social networks. A denunciare questo fenomeno planetario che ha conquistato centinaia di milioni di persone in tutto il mondo sono sessuologi, psicologi e consulenti di coppia, per i quali i social networks allontanano i partner (53%), moltiplicano le “occasioni” di tradimento (41%), ma soprattutto creano sfiducia e sospetto (36%), ma anche mancanza di dialogo all’interno della coppia. Sotto accusa non “lo strumento”, ma il suo utilizzo da parte degli utenti: troppo tempo collegati, a discapito del tempo che viene passato insieme al partner, si lasciano coinvolgere troppo (25%) e troppo facilmente si lasciano andare a confessioni e intimita’, come sottolinea il 21% degli esperti che hanno partecipato allo studio. D’altra parte, come evidenzia il 58% degli esperti, il partner in carne ed ossa e’ “svantaggiato”: la relazione virtuale e’ piu’ semplice, intrigante e meno impegnativa. Ma ad essere a rischio non e’ solo la stabilita’ all’interno della coppia: per il 71% si crea una concezione distorta dell’amicizia e i “litigi virtuali” rischiano di mettere in crisi interi gruppi di amici (63%). Ecco allora che dagli esperti arriva il “decalogo” sul corretto utilizzo dei social networks. E’ quanto emerge da uno studio promosso da FOUND!, societa’ di digital Pr e digital marketing communication, che ha coinvolto 260 esperti tra sessuologi, sociologi, consulenti di coppia, ma anche avvocati, che hanno analizzato le relazioni personali e le cause di litigio all’interno di coppie e di gruppi di amici che utilizzano abitualmente i piu’ conosciuti social networks. Il loro successo e’ planetario: da solo Facebook conta piu’ di 250 milioni di iscritti che in ogni momento e in ogni luogo “condividono” la propria vita reale con i propri amici virtuali. Un fenomeno che apre grandi opportunita’, ma che, come ha evidenziato in una recente inchiesta la CBS, desta alcune preoccupazioni, tanto che il network televisivo ha parlato di Social Network addiction (letteralmente “dipendenza da social Network“). E non si tratt a  di un “probl e ma” solo americano: recenti studi hanno evidenziato come in Italia 1 minuto su 7 su Internet lo si passa su un social network, il Daily Mirror ha portato alla luce che nella sola Londra il 44% degli abitanti  ammette di essere “drogato di Facebook” e ci trascorre fino a 30-40 ore a week end. Ma che effetti ha tutto questo sui rapporti interpersonali e soprattutto come influisce nei rapporti di coppia? Secondo gli esperti che hanno collaborato allo studio promosso da FOUND!, societa’ che si occupa della comunicazione e del marketing rivolto ad internet, influisce moltissimo e non certo in modo positivo, tanto che il 74% ritiene che questa “dipendenza” da social network abbia ampliato sia in “numero” che le “possibili cause” di litigi e rotture all’interno della coppia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Confessioni di una mente criminale di Danilo Pennone

Posted by fidest press agency su martedì, 12 Mag 2009

confessioneRoma 28 maggio – ore 21:00 Teatro Quarticciolo  Via Ostuni 8 Pièce tratta dal romanzo Adattato e interpretato e diretto da Alfredo Angelici con le musiche di Danilo Pennone e Marco Turriziani che,  con Salvatore Zambataro, accompagneranno lo spettacolo. Parteciperà l’autore. È l’estate del 1971 quando Natale, un ragazzo di soli tredici anni, viene coinvolto nell’assassinio di un uomo. Un gesto tragico vissuto come un rituale di iniziazione. Una strada diretta negli inferi del consumo di droghe e delle rapine a mano armata e segnata dal paesaggio desolante dell’estrema periferia romana. Orfano di madre e presto rinchiuso in un riformatorio, Natale cercherà un suo riscatto militando nella famigerata gang dei Marsigliesi e, subito dopo, diventando uno dei “bravi ragazzi” della banda della Magliana. Un momento di “gloria” a cui, inevitabile, segue uno sbandamento pauroso. Ora è il sottobosco della stazione Termini ad accogliere Natale. Una fauna umana variopinta e accaldata di truffatori, prostitute, assassini e poveracci: una folla consapevole del proprio fallimento esistenziale e condannata allo squallore. Quando tutto sembra perduto, ecco che per Natale arriva la stagione dei ricordi. Immagini di amicizia e di inaudita violenza si sovrappongono all’epopea della malavita romana in una storia criminale su cui aleggia un destino sospeso tra il tempo della morte e quello dell’amore.
Danilo Pennone è nato a Roma, dove vive e lavora come assistente alla cattedra di Storia del cinema presso l’Università «La Sapienza». Tra le sue pubblicazioni, diversi articoli su riviste specializzate e il volume I celti, miti e leggende. (foto confessione)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »