Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 340

Posts Tagged ‘confronto’

Pa: Sorrentino (Fp Cgil), risorse per contratti non bastano, allargare confronto

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 novembre 2018

“Le risorse per il rinnovo dei contratti pubblici non bastano, mentre il confronto deve essere ampio e va allargato su tutti gli aspetti che riguardano il lavoro pubblico. Il ministro Bongiorno vuole limitarlo al tema del contratto ma così sarebbe solo una consultazione, non si tratterebbe di una negoziazione”. Così la segretaria generale della Fp Cgil, Serena Sorrentino, in merito all’incontro con il ministro della Pubblica, Giulia Bongiorno, nel rilanciare le undici proposte del sindacato per un Pa migliore e ribadire le priorità della categoria: “Bisogna potenziare gli organici della Pa, andando oltre lo sblocco del turn over, mentre le risorse per i rinnovi contrattuali sono un primo segnale ma sono inadeguate, al di sotto di quelle stanziate dal passato governo”.”Abbiamo preso atto – osserva Sorrentino – che sulle assunzioni questo governo ha offerto una prima riposta ma per le condizioni nelle quali versano le pubbliche amministrazioni non serve il solo sblocco del turn over ma bisogna certificare la programmazione dei fabbisogni con l’obiettivo di potenziare gli organici e incrementare l’offerta dei servizi. Per queste ragioni serve lavorare sui provvedimenti normativi. Ad esempio bisogna intervenire lavorare sulle procedure concorsuali, garantendo temi certi e celeri sul reclutamento del personale. Nel frattempo vorremo sapere se è possibile attingere dalla graduatorie ancora attive e intervenire sulle norme per garantire l’attuazione del piano triennale di stabilizzazioni 18/20 e occuparsi di quelle tipologie di precari che ad oggi sono escluse dalle stabilizzazione”.Sul rinnovo contrattuale, aggiunge la segretaria generale della Funzione Pubblica Cgil, “è evidente che siano state stanziate risorse che segnano una scelta del governo di non riproporre il blocco contrattuale. Ma se misuriamo l’entità di queste risorse, abbiamo letto infatti nella legge di bilancio di 1,7 miliardi stanziati nel triennio, queste sono al di sotto di quelle investite dal passato governo, che erano pari a 2,7 miliardi. Così come abbiamo sostenuto col passato governo, anche nella precedente trattativa, lo ripetiamo adesso: non ci accontenteremo del solo recupero dell’inflazione, vogliamo aumenti che garantiscano il recupero del potere d’acquisto delle retribuzioni dei dipendenti pubblici. Da qui la nostra valutazione: pur comprendendo il primo segnale di non riproporre il blocco, le risorse sono inadeguate e vanno implementate. Anche perché servono risorse per completare il percorso contrattuale 2016/2018 e finanziare il nuovo sistema di classificazione e dell’ordinamento professionale. Su questo punto ribadiamo l’esigenza di convocare le commissioni paritetiche e concludere la riscrittura in tempi brevi dei nuovi ordinamenti: i lavoratori non possono più aspettare”.Infine, aggiunge Sorrentino, “rimangono sul tappeto i rinnovi dei contratti della dirigenza delle Funzioni centrali, delle Funzioni locali e del contratto dei Medici e della dirigenza sanitaria che sciopereranno il prossimo 23 novembre, così come l’esigenza di liberare la contrattazione decentrata come strumento, attraverso interventi sulla produttività, per fare operazioni di valorizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori”. Ultima questione posta da Sorrentino: “Vorremmo sapere dal ministro Bongiorno se il percorso di confronto si esaurisce con oggi o se c’è modo e possibilità di continuare non solo sulla legge di bilancio ma su altre importanti partite. Come lo sono il tema della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e l’avvio del confronto sull’atto di indirizzo come primo passo verso la trattativa per i rinnovi contrattuali”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Avviare confronto per rinnovo contratti pubblici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 novembre 2018

A rivendicarlo sono Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Uil Pa in una lettera inviata al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e al ministro della Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, insieme al presidente della Conferenza delle Regioni e Province Autonome, Stefano Bonaccini, al presidente dell’Anci, Antonio Decaro, e alla controparte, il presidente dell’Aran, Sergio Gasparrini. Le categorie del lavoro pubblico di Cgil, Cisl e Uil chiedono così l’avvio di un confronto sul rinnovo dei contratti nazionali relativi al prossimo triennio e avanzano, in un documento unitario approvato dagli esecutivi unitari dal titolo ‘Contrattiamo Diritti’, undici punti per una Pa migliore, mettendo al centro un maggiore investimento pubblico per la crescita e lo sviluppo del Paese, passando per più occupazione e più risorse. Proposte sulle quali le lavoratrici e i lavoratori pubblici si stanno esprimendo votandole sul sito http://www.contrattiamodiritti.it, così come raccogliendo firme in tutti i luoghi di lavoro pubblici, determinando il massimo del coinvolgimento e della partecipazione. Obiettivo di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Uil Pa, in vista dell’approvazione della legge di Bilancio, è mettere al centro, tra le altre cose, il tema delle risorse, del rinnovo del contratto e del varo di un piano straordinario di assunzioni nella Pa per rispondere all’emergenza occupazionale e contrastare le esternalizzazioni.A sostegno delle proposte, e della richiesta di avvio del confronto, le categorie del pubblico di Cgil, Cisl e Uil, promuoveranno nella giornata di giovedì 8 novembre tre grandi attivi interregionali. A Milano, alla presenza del segretario confederale della Cgil, Roberto Ghiselli, e del segretario generale della Uil Fpl, Michelangelo Librandi, presso la Sala Valente del Tribunale Civile in via Freguglia 14 a partire dalle ore 10. A Roma, dove sarà presente la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, la segretaria generale della Fp Cgil, Serena Sorrentino, e il segretario generale della Cisl Fp, Maurizio Petriccioli, presso la Sala della Protomoteca del Campidoglio in piazza del Campidoglio 55 dalle ore 10. E, infine, a Napoli, con il segretario confederale della Uil, Antonio Focciollo, e il segretario generale della Uil Pa, Nicola Turco, presso l’Auditorium Regione Campania al Centro Direzionale di Napoli, Isola C3, in viale della Costituzione 80, sempre dalle ore 10.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diritti umani: confronto con l’Europa e il ruolo dei cattolici

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 settembre 2018

Perugia venerdì 28 settembre alle ore 16.30 nella sala della dottorato del chiostro della cattedrale di San Lorenzo nell’ambito della presentazione del numero del secondo trimestre della rivista dell’Azione cattolica Dialoghi, promossa dall’AINC, associazione italiana dei notai cattolici presieduta da Roberto Dante Cogliandro che introdurrà l’iniziativa.
Il dovere di pensare, Francesco e i diritti umani, un futuro incollato al presente sono solo alcuni dei temi trattati. “C’è un’Italia da ricucire, c’è una politica che ha bisogno di ritrovare la maiuscola, c’è un laicato cattolico che ha fatto la storia d’Italia chiamato oggi ad impegnarsi di più nella costruzione di ciò che chiamiamo bene comune”. Un’attenzione ben presente all’Azione Cattolica che attraverso la sua rivista culturale ripropone alcuni contenuti emersi in occasione del 18º convegno Bachelet. Occorre continuare la riflessione sul ruolo e la responsabilità storica che i cattolici hanno in quanto cittadini della Repubblica con l’intento di tenere accesa la luce del confronto culturale sul quadro politico nazionale ed europeo a volte dalle tinte preoccuparti che al di là delle apparenze rischia di essere poco attento ai problemi e alle persone. Dialoghi intende dunque rappresentare uno spazio per ricominciare a pensare, pensare criticamente, a pensare insieme. L’iniziativa, dopo l’introduzione di Roberto Dante Cogliandro vedrà gli interventi del giornalista Alessandro Campi, il notaio Elisabetta Carbonari, il presidente dell’Istituto Serafico di Assisi Francesca Di Maolo, il consigliere di Stato Stefano Fantini, il vescovo di Perugia Paolo Giulietti, la giornalista Donatella Miliani, il direttore di Rai Vaticano Massimo Milone e il professore per Giorgio Sensi.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Roma si confrontano i massimi esponenti delle nanotecnologie

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 agosto 2018

Roma dall’11 al 14 settembre ore 9,00 in Via Eudossiana 18 adiacente alla Chiesa di San Pietro in Vincoli, a pochi minuti a piedi dal Colosseo si confrontano i massimi esponenti delle nanotecnologie. Oggi le nanotecnologie rappresentano per la scienza e la tecnologia una disciplina in forte crescita attraverso processi innovativi che stanno influenzando radicalmente la quotidianità della nostra esistenza. La multidisciplinarietà e la trasversalità delle applicazioni nanotecnologiche sta raggiungendo livelli fino a qualche anno fa impensabili, grazie alla scoperta continua di fenomeni fisici alla nanoscala in settori come la chimica organica, la biologia molecolare e la fisica dei semiconduttori. La trasversalità applicativa di queste discipline, già ai massimi livelli, è in continua evoluzione, considerando che ormai tutti i settori tecnici-scientifici stanno traendo beneficio dalle stesse. Ma non è tutto. Le aspettative e le potenzialità future sono addirittura maggiori, grazie al continuo approfondimento e alle nuove conoscenze scientifiche affrontate da molteplici punti di vista.
“Nanoinnovation – precisa il Prof. Marco Rossi, coordinatore del Comitato Organizzatore – ha come obiettivo principale e caratterizzante quello di mettere in contatto accademia, ricerca e sistema imprenditoriale allo scopo di presentare idee innovative, trasferire know-how, permettendo l’integrazione di conoscenze ed esperienze tra i diversi settori di applicazione”.
“Il convegno – conclude Rossi – è quindi strutturato per favorire l’interazione e lo scambio di opinioni e aspettative con il duplice scopo di contribuire sia alla crescita di una coesa e connessa comunità scientifico-tecnologica nazionale, che al monitoraggio dell’evoluzione delle nanotecnologie e delle altre tecnologie abilitanti (KET) e del loro ruolo per una innovazione realmente sostenibile”.
The Tutorial Lectures held in the morning of Sept. 11th will introduce the scientific programme of NanoInnovation beginning in the afternoon of the same day with the plenary sessions and that will continue with the multi-track sessions scheduled on September 12th-13th and 14th, including:
KEYNOTE Sessions with distinguished and internationally recognized speakers;
SPECIAL Sessions and Workshops on specific and hot topics;
THEMATIC SYMPOSIA focused on the applications of nanotechnology and on the most recent findings of nanoscience, as driving and boosting forces for sustainable innovation.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il confronto pubblico sull’Europa

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 luglio 2018

La sua identità e le sue culture, la storia e la memoria dei popoli d’Europa, e l’Unione Europea, la costruzione politico-istituzionale che si è, sin dall’inizio, dotata di meccanismi di funzionamento e di interazione politico-economici e politico-militari, è, oggi più di ieri, letteralmente soffocato dalla spessa coltre, da un lato, della retorica, dall’altro, della propaganda. L’Europa, nel suo dispositivo saliente, l’Unione Europea sembra avere imboccato, in modo pressoché irreversibile, la strada dell’integrazione, e tuttavia continua a trovarsi, persistentemente, davanti ad un bivio: arroccarsi come una «fortezza dell’opulenza», una versione riveduta e corretta dello «splendido isolamento», fino a trasformare le sue città in luoghi dell’esclusione e della separazione tra “abbondanza” e “rarefazione”; o determinare l’apertura, inedita, a un capitolo nuovo della geopolitica, che superi le vecchie separazioni tra luoghi e città e ridefinisca uno spazio di inter-connessioni e di reciproche aperture tra popoli e culture d’Europa.Anche quando parliamo di dispositivo, con riferimento alla Unione Europea, non abbiamo, ipso facto, “chiuso” la questione: non si tratta, per sua natura, di un dispositivo inamovibile, perché, appunto, è frutto di un processo storico e sociale, con le sue contraddizioni e le sue accelerazioni, e si sviluppa in parallelo con la dinamica dei rapporti di forza, tra le classi all’interno di ciascun Paese europeo, e tra configurazioni statuali delle singole formazioni economico-sociali, in termini di rapporti di forza tra Stati, singoli mercati nazionali, rispettive borghesie nazionali. Sviluppando, su questa falsariga, il punto di partenza: la Fortezza Europa e l’Europa dei Muri, l’ordoliberismo e le tecnocrazie, sono come le facce di un medesimo poliedro; e questo poliedro cristallizza la realtà odierna dell’Unione Europea, sulla quale diversi attori hanno impresso il proprio marchio, che è stata sin qui codificata nei Trattati, ma che non è data una volta per tutte.Molte delle crisi che attraversano l’Unione Europea e sfigurano il volto dell’Europa sono manifestazioni di questa matrice: la crisi dei rapporti ad Oriente, specie tra l’Unione Monetaria e la Grecia e tra l’Unione Europea e la Turchia, ma anche, più recentemente, nell’ostilità contro la Russia, che tracima persino, a più riprese, in vera e propria «russofobia» o «slavofobia» e nella stupefacente inerzia sullo scenario vicino-orientale, non una sola parola che sia tale rispetto alla escalation e al massacro delle forze israeliane contro il popolo palestinese, ha a che vedere con questo “bivio” e allude al modo con cui lo si individua e lo si riconosce, ci si mette in condizione di affrontarlo e superarlo. Focalizzare un punto di orizzonte strategico, riconoscere le diversità e le contraddizioni, costruire le relazioni adeguate e le misure necessarie per affrontarle e superarle, dotarsi degli strumenti per attraversarle e trasformarle, sono tutte parole del lessico della politica. Ecco: “questa” Europa ha abbandonato la centralità della politica come misura dell’agire.
Situarsi in un contesto, orientare l’asse. Di questo vi sarebbe bisogno: un contesto di relazioni utili al miglioramento della qualità della vita e al progresso economico e sociale; un asse di orientamento necessario a “rompere la gabbia” e “costruire apertura” al mondo. È lo schema di una Europa, traducibile nella realtà, capace di costruire rapporti paritari a Ovest, a Est, a Sud; orientata al Mediterraneo e non all’Atlantico; ricostruita a partire dai bisogni sociali e non dalla valorizzazione finanziaria, su un modello sociale fondato su lavoro e welfare, inclusione e cooperazione, e non sulle logiche del capitale e della frontiera. Far dialogare le sponde, a partire dal Mediterraneo: un rapporto che si caratterizzi per la vocazione al dialogo tra le culture, per ritrovare le ragioni della convivenza nel reciproco riconoscimento delle identità sociali e culturali. Il tema dell’identità, in questo scenario, è sempre problematico. La stessa identità mediterranea è caratterizzata degli apporti che l’hanno plasmata nel corso di una storia millenaria. Non avrebbe senso azzerarla per raggiungere una unità storicamente improponibile; occorre lavorare, piuttosto, perché tale patrimonio di diversità risulti nuovamente produttivo di civiltà e non di conflitti.Assumendo una prospettiva inter-nazionale e multi-nazionale. La politica, quando costruisce futuro, è sempre un ponte tra generazioni: trasferisce ideali e aspirazioni; rilegge e riconfigura le istanze e i bisogni; innesca lotte e rivendicazioni, per la trasformazione; rigenera i rapporti sociali, e la memoria collettiva. (Gianmarco Pisa fonte: Pressenza international press agency)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Palagiustizia Bari: Bonafede svilisce e mortifica il leale confronto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 giugno 2018

“Appena qualche giorno fa’ il Presidente del Tribunale di Bari ha dichiarato che ‘la sospensione dei processi lascia Bari senza giurisdizione penale’ ed il Procuratore della Repubblica ha addirittura annunciato di avere scritto al CSM per chiedere di aprire una pratica a tutela dei colleghi baresi definendo ‘uno spot’ il decreto legge che sospende sino al 30 settembre i termini processuali e di prescrizione ed i processi penale senza detenuti.Concordo appieno con quanto dichiarato dal Procuratore Volpe che sostiene che ‘per recuperare i tre mesi di sospensione del processi ci vorranno tre anni. Le cancelleria saranno costrette a fare almeno 60mila notifiche per convocare le nuove udienza e per i costi inutilmente sostenuti, come consulenze e intercettazioni per processi che non arriveranno a sentenza, bisognerebbe informare la Procura della Corte dei Conti’. A queste piu’ che corrette quanto pacifiche (per chi conosce e pratica il mondo giustizia) osservazioni, hanno fatto coro non solo i Presidenti delle sezioni penali di Bari ma anche la Camera Penale.Il Ministro Bonafede eviti di fare inutile polemica via Facebook e metta (nelle appropriate sedi istituzionali) urgentemente la parola fine a questa vicenda. La Giustizia non si amministra dai social e non si affida al web”. Lo afferma in una nota Giusi Bartolozzi, deputata di Forza Italia.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

AIFI: “Bene ministero per famiglia e disabilità, disponibili al confronto”

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 giugno 2018

“Salutiamo con interesse l’arrivo del nuovo ministro, con la speranza che continui nell’opera di valorizzazione delle professioni sanitarie, processo ormai definitivamente consolidato con l’istituzione degli Ordini professionali, per migliorare il sistema salute in Italia“. Questo il commento di Mauro Tavarnelli, presidente dell’Associazione italiana fisioterapisti (AIFI), alla nomina di Giulia Grillo come nuovo ministro della Salute.
Secondo l’unica associazione rappresentativa della categoria, l’obiettivo è realizzabile attraverso “l’adozione di nuovi modelli organizzativi in cui AIFI da tempo si sta spendendo con proposte operative e mettendo in rete buone prassi già esistenti: soprattutto- spiega Tavarnelli- in varie regioni d’Italia in cui la figura del fisioterapista assume un ruolo diverso, più diretto, nella presa in carico dei cittadini ma anche nella prevenzione e nella gestione della cronicità”.
Per il presidente di AIFI è da analizzare con attenzione, inoltre, l’istituzione del ministero della Famiglia e della Disabilità, affidato a Lorenzo Fontana. “Lasciando ovviamente diritto di parola alle rappresentanze delle persone con disabilità, quello che possiamo dire è che rappresenta un ministero nuovo di cui ancora non conosciamo le potenzialità perché non sono state declarate le deleghe- evidenzia Tavarnelli- Ma rappresenta una novità interessante nonostante una criticità da valutare: per essere davvero efficiente, infatti, il ministero dovrebbe avere una trasversalità politico-operativa elevata dal momento che, per migliorare la qualità di vita delle persone con disabilità, occorre intervenire su tanti argomenti diversi che afferiscono a vari ministeri, come quello della Salute, delle Politiche sociali e del Lavoro, delle Infrastrutture, ecc”.
Infine, Tavarnelli ribadisce la disponibilità di AIFI “a collaborare con il Governo, come abbiamo sempre fatto, e a dare il nostro contributo per migliorare il sistema salute impegnandoci quotidianamente”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“L’Italia centrale tra Medioevo e contemporaneità. Sistemi economici e culturali a confronto”

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 aprile 2018

Camerino venerdì 27 aprile, con inizio alle 9,30, presso la Scuola di Giurisprudenza dell’Università di Camerino, in via D’Accorso 16, i professori Ivo Biagianti, docente di Storia moderna dell’Università di Siena, e Gioacchino Garofoli, docente di Politica economica dell’Università dell’Insubria, presenteranno il volume miscellaneo “L’Italia centrale tra Medioevo e contemporaneità. Sistemi economici e culturali a confronto”, a cura di Emanuela Di Stefano e Catia Eliana Gentilucci, Quaderno del Consiglio regionale delle Marche, n. 242, in cui sono raccolti gli atti del Convegno pluridisciplinare svoltosi nella primavera del 2016, allo scopo di offrire un’analisi storica di lungo periodo e maturare sul tema un punto di vista consapevole. L’incontro si aprirà con i saluti del Rettore Unicam Claudio Pettinari e del Direttore della Scuola di Giurisprudenza Rocco Favale.Si tratta di un’opera divisa in più sezioni, alla quale hanno collaborato ricercatori e docenti di Università marchigiane, umbre, toscane e abruzzesi, che offre un quadro d’insieme delle diverse regioni mettendo a confronto aspetti istituzionali, demografici, socio-economici e culturali, ma anche un’occasione di approfondimento e dibattito sul tema della macroregione fra quanti hanno concrete responsabilità nella gestione economica e politica dei territori in esame.
Le riflessioni conclusive saranno affidate a Pietro Marcolini, presidente ISTAO, a Daniele Salvi, capo di gabinetto del presidente del Consiglio regionale delle Marche, e Gianluca Spinaci, Comitato delle Regioni dell’Unione Europea. A quanti parteciperanno verrà consegnata una copia del volume.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mozart e Schubert: due giovani geni a confronto

Posted by fidest press agency su sabato, 24 marzo 2018

Roma mercoledì 28 marzo alle 18.00 all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” (Auditorium “Ennio Morricone”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) l’Orchestra Roma Sinfonietta, Marco Fiorini e Gabriele Bonolis interpretano Mozart e Schubert. La prima parte del programma è dedicata a Wolfgang Amadeus Mozart. La Serenata notturna K 239 ha la particolarità di essere scritta per due piccole orchestre e questo permette a Mozart un brillante gioco di alternanze e sovrapposizioni tra i due gruppi. Segue il Concerto n. 4 in re maggiore per violino e orchestra K 218, che affascina per la bellezza delle melodie e per la sicura valorizzazione delle possibilità virtuosistiche ed espressive del violino. Mozart stesso era solito interpretarlo personalmente nel doppio ruolo di solista e direttore d’orchestra, come farà ora Marco Fiorini, che è stato primo violino dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia ed è ora impegnato in un’intensa attività concertistica per importanti istituzioni, avendo spesso come partner Myung-Wung Chung, Alexander Lonquich, Michele Campanella e Mario Brunello e altri celebri musicisti. Ha inoltre fondato il Quartetto di Roma, con cui suona regolarmente in Italia, Europa ed Estremo Oriente.
Nella seconda parte del concerto, Gabriele Bonolis dirigerà l’orchestra nella Sinfonia n. 5 in si bemolle maggiore, scritta da Franz Schubert nel 1816, a diciannove anni, la stessa età a cui Mozart componeva il Concerto K 218: in effetti la precoce genialità è paragonabile a quella di Mozart. E proprio a Mozart rimanda questa Sinfonia e precisamente alla più famosa delle sinfonie mozartiane – la quarantesima, in sol minore – di cui cita letteralmente un tema nel terzo movimento. Gabriele Bonolis, per anni è stato collaboratore di Morricone ed ora svolge una brillante carriera come direttore d’orchestra. Nel suo curriculum figurano l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l’Orchestra Sinfonica “G. Verdi” di Milano, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, il Festival dei 2 Mondi di Spoleto, l’Accademia Filarmonica Romana, l’Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, l’Orchestra Sinfonica Nazionale Ceca, l’Opera di Stato di Dresda, l’Opera Reale di Muscat (Oman) e altre importanti istituzioni musicali italiane e straniere.L’Orchestra Roma Sinfonietta è stata fondata nel 1993 ed ha collaborato con artisti quali Nicola Piovani, Luis Bacalov, Quincey Jones, Roger Waters, Dulce Pontes, Mariella Devia, Claudio Baglioni, Michael Bolton, Michael Nyman, Andrea Bocelli, Jovanotti, Peppe Servillo e Gianni Ferrio. In particolare collabora stabilmente da oltre quindici anni con Ennio Morricone, con cui ha tenuto concerti nei più grandi e prestigiosi teatri del mondo.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I giovani nel confronto con la storia ed il loro futuro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 agosto 2017

emigrazione-giovani-italiani-esteroSe andiamo a ritroso nel passato, o se ci avventuriamo nel futuro, sull’onda delle simulazioni proposte dagli scrittori fantascientifici o anche e solo dagli esperti analisti che partono da eventi presenti e vi costruiscono possibili scenari tra dieci ed anche 20-30 anni a venire, ci accorgiamo che non sempre esiste una novità, tanto sconvolgente, da farci cambiare totalmente le attuali abitudini di vita e di relazione tra popoli ed etnie. Il tema ricorrente sembra essere quello della mancata valutazione dei problemi dello sviluppo delle aree deboli ed in ritardo e che hanno provocato e continuano a provocare oggi, come continueranno a farlo in futuro, enormi squilibri di crescita che attraversano le economie e le realtà nazionali e continentali. Questo perché le logiche che dominano le politiche economiche secondo la dottrina capitalistica, che va per la maggiore, non sembrano voler cedere il passo a quelle più attente a combattere i divari, che, una volta storicamente determinatisi, sono difficili da contrastare e ridurre, se non con impegni assai cospicui e duraturi di risorse investibili. Questo volersi dare carico di una redistribuzione delle opportunità terrestri secondo criteri di equanimità e di giustizia a prescindere dai profitti che verrebbero a mancare, non sembra una scelta percorribile né oggi né domani come non lo è stato in passato. In questa misura si rende impraticabile ora, e sempre, un pareggiamento tendenziale delle convenienze poiché non è possibile individuarla tra chi produce beni e da essi vuol trarne, vendendoli a terzi, il massimo profitto. E può ottenerlo solo da chi ha un reddito adeguato per acquistare tali prodotti. Così si lasciano morire milioni di malati di aids del terzo mondo perché non hanno i soldi per procurarsi le medicine, così si lasciano morire di sete e di fame quelle popolazioni che non hanno i mezzi per sviluppare una produzione agricola adeguata, e via di questo passo. Non solo. Nelle aree del cosiddetto “benessere” restano delle sacche di povertà e di emarginazione dove le risorse destinate al riequilibrio restano modeste e finiscono con il vanificare di fatto ogni spinta verso la crescita o, per lo meno, la riduzione del divario tra le regioni più ricche e quelle meno dotate. Mancano la buona volontà, il coraggio politico ed il senso di responsabilità di quanti dovrebbero sentirsi in prima fila a sostenere una visione del mondo fondata sulla pace e sull’unificazione dei rispettivi destini. (Riccardo Alfonso direttore centro studi politici e sociali della Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Casa: Mazzillo, avviato confronto con Ater Roma per nuova fase politiche abitative

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 giugno 2017

roma10Roma. È necessario dare ulteriore impulso al confronto avviato con Ater Roma, al fine di inaugurare una nuova fase per le politiche abitative nella Capitale. La scelta della sindaca Virginia Raggi, di collegare la delega sulle questioni dell’assistenza alloggiativa a quella al Bilancio e Patrimonio, corrisponde all’esigenza di puntare su un utilizzo più efficiente delle risorse destinate a un tema così complesso e delicato. Per affrontarlo occorre dunque mettere a sistema tutte le responsabilità e competenze che, a vario titolo, riguardano l’‘emergenza casa’ nella città di Roma”. È quanto dichiara l’assessore al Bilancio, Patrimonio e Politiche abitative di Roma Capitale, Andrea Mazzillo.“Con l’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale si è già svolto un proficuo dialogo sulla riqualificazione di Corviale – aggiunge Mazzillo – e si sta discutendo l’ipotesi di un protocollo di intesa che affronti alcuni nodi fondamentali: l’efficientamento delle procedure di assegnazione degli alloggi popolari, il potenziamento delle attività di manutenzione, la ridefinizione degli standard abitativi per adeguarli alle mutate esigenze sociali, l’accelerazione delle procedure di alienazione”.“Sappiamo che Ater attraversa un periodo non semplice – continua l’assessore – a causa della questione irrisolta riguardante la compensazione delle posizioni creditorie e debitorie nei confronti di Roma Capitale, richiesta dall’Azienda regionale. Ma la quasi totalità di tali crediti e debiti afferiscono alla Gestione commissariale del Governo per il debito pregresso del Comune di Roma, in quanto si tratta di obbligazioni sorte prima del 28 aprile 2008. Il nostro impegno è quello di favorire un’interlocuzione con il commissario straordinario del debito – conclude Mazzillo – e invitiamo anche la Regione Lazio a mettere in campo tutte le azioni necessarie a scongiurare i rischi di tenuta finanziaria dell’ente sottoposto al suo controllo”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I grandi ospedali milanesi si confrontano

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 maggio 2017

Milano il 15 maggio si terrà nell’auditorium Testori di Palazzo Lombardia, in piazza Città di Lombardia a Milano, il convegno “La sanità a Milano: una eccellenza europea” con inizio alle ore 18. Si tratta dell’ultimo appuntamento della rassegna, dopo quelli dedicati all’internazionalizzazione, alla cultura e all’università, e vedrà la partecipazione del governatore della Lombardia Roberto Maroni, che firmerà in quest’occasione un protocollo d’intesa tra Regione Lombardia e distretti Rotary 2041,2042 e 2050, che coprono l’area lombarda »per realizzare insieme diversi progetti che permettano di migliorare la qualità della vita dei cittadini lombardi» come spiega Pier Marco Romagnoli, governatore del distretto 2041. Il convegno sulla sanità – ad ingresso libero – sarà aperto da Roberto Weinstein, Direttore del Dipartimento Scienze biomediche, chirurgiche e odontoNiguardaiatriche, della Università degli Studi di Milano. “L’assistenza sanitaria pubblica a Milano” sarà analizzata da Gianvincenzo Zuccotti , Prorettore della Facoltà di Medicina della Università degli Studi di Milano. “La ricerca scientifica negli IRCCS milanesi” sarà il tema dell’intervento di Giovanni Apolone, Direttore scientifico dell’IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori; “il ruolo della Fondazione Ca’ Granda Policlinico” sarà presentato da Marco Giachetti, Presidente della Fondazione Ca’ Granda Policlinico; “insegnare medicina in un ateneo privato” sarà oggetto dell’intervento di Marco Montorsi , Rettore di Humanitas University; “la ricerca farmacologica e longevità” sarà al centro dell’intervento di Giorgio Racagni, Direttore del Dipartimento Farmacologia dell’Università degli Studi di Milano; “la sanità non profit a Milano” sarà analizzata da Mario Colombo, direttore generale dell’IRCCS Istituto Auxologico Italiano; “la sanità privata a Milano” sarà analizzata da Nicola Bedin, Amministratore delegato del Gruppo Ospedaliero San Donato; infine di “Niguarda: il grande Ospedale Metropolitano” parlerà Loredana Luzzi, Direttore Socio-sanitario dell’Ospedale Niguarda.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Le leggi elettorali si fanno con il confronto di tutte le forze politiche”

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 maggio 2017

elezioni“Non con assi bilaterali. Pur nutrendo grande simpatia nei confronti di Franceschini, rispondo come i latini: timeo Danaos et dona ferentes (temo i Greci anche se portano doni). Grazie caro Dario, ma questo non è il metodo per dialogare sulla legge elettorale”.Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un’intervista a “Il Fatto Quotidiano”, commenta le interviste di ieri del ministro dei Beni e delle attività culturali “La strada è quella suggerita dal presidente Mattarella, ovvero lavorare a una legge con il massimo consenso possibile. Anche perché, se si comincia a trovare sponde di qua o di là, poi si arriva a effetti carambola che generano il caos. La legge elettorale è cosa troppo importante per essere fatta di sponda o di sponde”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge elettorale: riprende il confronto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 maggio 2017

elezioni“Con la celebrazione delle primarie del Partito democratico finalmente si potrà entrare nel merito della discussione, qui alla Camera in Commissione Affari costituzionali, sulle legge elettorale. Eravamo stati bloccati fino a ieri perché il Pd doveva celebrare il suo congresso, oggi è stato rieletto Renzi, tutto sembra chiaro. Adesso ci aspettiamo che anche dal Partito democratico vengano elementi di chiarezza”.Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.“Il mandato del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è altrettanto chiaro: trovare la più ampia condivisione sul nuovo sistema di voto, trovare coerenza tra la legge della Camera e quella del Senato per avere una maggioranza tendenzialmente omogenea.Su questi punti noi siamo perfettamente d’accordo. Siamo disponibilissimi a lavorare e a confrontarci con tutte le forze politiche presenti in Parlamento, per fare presto e bene”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Donne (non più) anonime Confronto sul femminicidio

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 marzo 2017

donneRoma Venerdì 24 marzo 2017 – ore 19.00 AlbumArte – via Flaminia 122 la curatrice del progetto Daniela Trincia parlerà sulla violenza e nello specifico la violenza maschile sulle donne e le ripercussioni anche sui minori con:
Andrea Bernetti Psicologo, psicoterapeuta e formatore, iscritto all’Ordine degli Psicologi del Lazio. Lavora a Roma ed è Presidente e socio fondatore del Centro Ascolto Uomini Maltrattanti di Roma (CAM Roma), nonché di altri progetti rivolti alla genitorialità e in particolar modo alla paternità. Esperto nel lavoro con i gruppi, realizza corsi di formazione sulle competenze comunicative e relazionali, team building, supervisione e gruppi di psicodramma, social dreaming e altri giochi per scoprire un modo diverso di stare in relazione e di conoscersi.
Cristiana Guerra Laureata in scienze dell’educazione con indirizzo educatore professionale dopo una decina d’anni di esperienza in case famiglia per minori di tutte le età e provenienza nel 2011 con la dott.ssa Salatino apre la casa famiglia I Paguri Onlus per minori vittime di abusi maltrattamenti e incuria. Ad oggi è responsabile e coordinatrice della stessa.
Flavia Posabella Psicologa psicoterapeuta familiare sistemico-relazionale; docente universitario di psicologia generale e dell’età evolutiva. Esperta in famiglia, coppie, adolescenti, bambini. CTU del Tribunale Civile di Roma. Vice Presidente dell’Associazione Philos La.Fat.in.a. Onlus che promuove e interviene nei processi di crescita del bambino.
Stefania Salatino Psicologa dell’età evolutiva e psicoterapeuta del l’approccio centrato sulla persona. Dal 2004 ad oggi lavora presso strutture con minori vittime di abusi e maltrattamenti. Dal 2008 al 2011 ha lavorato presso Il centro famiglie “azzurra” per il sostegno alla coppia e alla genitorialità. Dal 2009 svolge attività privata di terapia individuale di coppia e familiare.
Nel 2017 gli appuntamenti di Donne (non più) anonime ad AlbumArte avranno una cadenza pressoché bimestrale. Di volta in volta, saranno comunicati gli ospiti partecipanti.
Il calendario dei prossimi incontri del 2017:
venerdì 24 marzo ore 19.00
mercoledì 31 maggio
mercoledì 27 settembre
mercoledì 22 novembre
L’intero progetto annuale ha ottenuto il patrocinio dell’Assessorato alle Pari Opportunità del Municipio II di Roma Capitale. (foto: donne)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stadio Roma: Raggi, parere negativo con prescrizioni su vecchio progetto giunta Pd

Posted by fidest press agency su sabato, 4 marzo 2017

stadio-roma“Roma Capitale ha espresso un parere negativo con prescrizioni relativamente al progetto dello stadio di Tor di Valle presentato dalla giunta del Pd, per intenderci quello con oltre un milione di metri cubi di cemento. Come già detto, questa amministrazione è pronta a valutare positivamente i miglioramenti già definiti nel corso del confronto con la As Roma”. Così in una nota la sindaca di Roma Virginia Raggi. “Entrando nel merito della mancata sospensione della conferenza dei servizi, risulta che siano stati gli uffici della Regione Lazio a non volerla concedere, diversamente da quanto assicuratoci nei giorni precedenti – spiega -. Spiace che in Regione qualcuno cerchi di strumentalizzare questa vicenda che abbiamo sbloccato dopo sei anni di immobilismo. Nuovamente si cerca di fermare il cambiamento e creare confusione con vecchi trucchi, privando così la città ed i cittadini di una opportunità di crescita e sviluppo eco-sostenibile”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Premio Nobel della letteratura nel mondo, a confronto critici letterari da nove paesi

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

Pozzallo (RG). Dal 20 al 21 gennaio venticinque tra scrittori, saggisti e critici di fama internazionale, provenienti da nove paesi del mondo, tra cui Giappone, Spagna, Francia, USA, Venezuela, Romania, Albania, Catalogna, oltre che da diverse città italiane parteciperanno al convegno annuale dell’Associazione internazionale dei Critici letterari (AICL) dal titolo «Il Premio Nobel della letteratura nel mondo» nell’auditorium “Paolo Monaca” dell’Istituto comprensivo “Antonio Amore”. Il convegno, organizzato in Sicilia in occasione dei centocinquanta anni dalla nascita del Premio Nobel Luigi Pirandello, intende offrire un contributo alla riflessione sul valore dei Premi Nobel per la letteratura nei diversi Paesi del mondo. È la seconda volta che l’AICL sbarca in Sicilia: la prima risale nel 2001, quando si tenne un convegno a Gela per il centenario della nascita di Salvatore Quasimodo. La manifestazione sarà preceduta il 19 gennaio (ore 10,00) dall’intitolazione dell’Auditorium a Paolo Monaca, primo preside della seconda scuola media di Pozzallo, oggi Istituto Comprensivo “A. Amore”. La cerimonia prevede una breve commemorazione con l’intervento del figlio Corrado, la scopertura di una lapide e di un busto di bronzo dell’artista Paolo Marazzi, donato dalla famiglia Monaca.
Il convegno di Pozzallo, rivolto a studenti di scuole medie e superiori, universitari e docenti, sarà articolato in due sessioni pomeridiane, con inizio alle ore 16,00. Gli interventi spazieranno sul vasto panorama sulla letteratura mondiale: dai francesi Federic Mistral e Albert Camus allo spagnolo Camilo Josè Cela, dalla polacca Wislawa Szybroska al cileno Pablo Neruda passando per gli italiani Pirandello, Quasimodo, Deledda, Fo fino all’ultimo premio Nobel, lo statunitense Bob Dylan. Per i dettagli si rinvia al programma allegato. Ai partecipanti al convegno sarà rilasciato, ai sensi di legge, l’attestato di partecipazione, da parte dell’UCIIM (Unione cattolica italiana insegnanti medi), quale Ente riconosciuto dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
La kermesse letteraria rappresenterà anche un’importante vetrina per il territorio ibleo. I delegati e gli ospiti dell’AICL incontreranno i sindaci di Pozzallo e Ispica e visiteranno i luoghi di cultura del territorio a Pozzallo, Ispica, e Modica. In conclusione del convegno sarà consegnato il Premio Europeo Farfa di cultura e territorio. (foto: maddalena migliore)

Posted in Cronaca/News, recensione, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma capitale. Atac e Atm: bilanci a confronto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 novembre 2016

atac trasporti romaRoma. Sintesi dell’intervento del segretario dell’Aduc, Primo Mastrantoni, al convegno organizzato il 22/11/2016 dall’associazione La Marianna e Fondazione Einaudi su trasporti e rifiuti a Roma. Nell’aprile scorso la candidata a Sindaco, Virginia Raggi dichiarò che l’Atac, l’azienda dei trasporti pubblici romani, “è un fiore all’occhiello per Roma”. Vediamo alcuni dati riferiti al 2015.
a) L’eta’ media delle vetture e’ di 12 anni;
b) 179 sono i milioni di km/vettura percorsi da Atac e Roma Tpl (-6,2% rispetto al 2014);
c) -6,6% la differenza tra il servizio programmato ed effettuato;
d) 653.445 sono le corse soppresse (-22% rispetto al 2014);
e) 53,2% le corse di superficie soppresse per guasti alle vetture;
f) 51% le corse soppresse della metropolitana per mancanza di personale;
g) -6,6 milioni di biglietti venduti rispetto al 2014.
Se confrontiamo i bilanci di Atac, con il proprio Piano Industriale e con quelli dell’Atm, azienda di trasporto pubblico di Milano, le “sorprese” aumentano.I dati si riferiscono ai bilanci 2015.
Atac: Piano industriale e bilancio.
Prima di esaminare i bilanci Atac e Atm e’ opportuno effettuare un confronto tra quanto previsto dal Piano Industriale dell’Atac, il documento, cioe’, che illustra in termini qualitativi e quantitativi le intenzioni del management relative alle strategie competitive dell’azienda, le azioni che saranno realizzate per il raggiungimento degli obiettivi strategici e soprattutto diffonde la stima dei risultati attesi e il bilancio dell’Atac stessa.
I valori sono approssimati.
atmVetture/Km: il Piano Industriale prevedeva 171 milioni, quelli effettuati sono stati 150 milioni.
Costi della produzione: il Piano Industriale prevedeva 945 milioni di euro, quelli effettivi sono stati 1 miliardo di euro.
Quindi, alla diminuzione dei km percorsi si è registrato un aumento dei costi!
Margine Operativo Lordo (livello di autofinanziamento): il Piano Industriale prevedeva 100 milioni, quello effettivo è stato di 57 milioni. Costo del personale: complessivamente 537 milioni, per dipendente 45.250 euro. Il costo del personale assorbe in sostanza il Valore Aggiunto, pari a 593 milioni, con conseguenze negative per l’autofinanziamento. Si rileva l’alta conflittualità con il personale che e’ costata 1.9 milioni di euro nel 2015. Perdita di esercizio: il Piano Industriale prevedeva 43 milioni, invece, e’ di 79 milioni.
Debiti: in totale ammontano a 1 miliardo e 350 milioni.
Atac e Atm: bilanci a confronto.
Utile e perdite: Atm utile di 24 milioni, l’Atac perdita di 79 milioni.
Debiti: Atm ha debiti per 711 milioni, l’Atac per 1.350 milioni.
Pubblicita’: Atm ha incassato 18 milioni, l’Atac 8 milioni.
Multe: Atm ha incassato 8 milioni, l’Atac 1 milione.
Interessi passivi: Atm 1 milione, Atac 10 milioni.
Fatturato per dipendente: Atm 110mila, Atac 83mila.
Margine Operativo Lordo (livello di autofinanziamento): Atm 163 milioni, Atac 57 milioni.
Considerato che la Sindaca Virginia Raggi è stata consigliere comunale dal 2013 al 2015, e quindi in grado di conoscere la situazione, appare difficile sostenere l’Atac come “fiore all’occhiello di Roma”. Evidentemente di marziani in Consiglio Comunale ce n’erano diversi. (fonte ADUC Associazione per i diritti degli utenti e consumatori)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Referendum costituzionale: l’Italia a un bivio. Sì e no a confronto

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2016

emanuele-bilottiRoma Martedì 15 novembre 2016, alle 11.00, all’Università Europea di Roma, via degli Aldobrandeschi 190, si terrà il seminario “Referendum costituzionale: l’Italia a un bivio. Sì e no a confronto”.
Introdurrà l’incontro il Prof. Emanuele Bilotti, Ordinario di Diritto Privato e Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza all’Università Europea di Roma.
Interverranno il Prof. Giuseppe Colavitti, Associato di Istituzioni di Diritto Pubblico all’Università dell’Aquila, e il Prof. Filippo Vari, Ordinario di Diritto Costituzionale nel Corso di Laurea in Giurisprudenza all’Università Europea di Roma.
“È sicuramente un bene – ha spiegato il Prof. Emanuele Bilotti – che, in vista della prossima consultazione referendaria, nella quale saremo chiamati a confermare o a respingere la riforma costituzionale elaborata dal Parlamento, tutti i cittadini possano essere informati in maniera adeguata. Un’informazione corretta non è però sempre accessibile per tutti, in particolare per quanti non possono contare su una formazione giuridica. D’altra parte, i contenuti della riforma sono piuttosto articolati e presentano indubbiamente una certa complessità sotto il profilo tecnico-giuridico.
È dunque in un’ottica di servizio che, come docenti del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza dell’Università Europea di Roma, abbiamo organizzato un breve momento di approfondimento e di confronto sulla riforma: un momento appositamente pensato, peraltro, per gli elettori più giovani, gli studenti delle ultime due classi delle Scuole superiori.
Si tratta di un pubblico che conosciamo bene e che sappiamo essere giustamente esigente. È un pubblico che si tiene per lo più lontano dai confronti televisivi, ma che cerca nondimeno risposte chiare e non accetta di essere strumentalizzato. Il nostro obiettivo è allora quello di esporre i contenuti della riforma in una maniera corretta e non approssimativa, ma pur sempre con semplicità e senza rischiare di annoiare con inutili tecnicismi.
È evidente poi che un’iniziativa di questo tipo non intende assolutamente orientare il voto in un senso o nell’altro. L’Università Europea di Roma, in quanto alta Istituzione formativa, non si schiera certo politicamente. Come già in altre circostanze, però, non si tira indietro quando si tratta di mettere le proprie competenze tecniche al servizio della società. L’equilibrio dei contenuti sarà assicurato dal coinvolgimento di due specialisti del diritto costituzionale, i quali, nel dibattito scientifico che ha accompagnato l’elaborazione della riforma, hanno già avuto modo di assumere posizioni antagoniste nella valutazione dei suoi contenuti da un punto di vista rigorosamente tecnico”. (foto: emanuele bilotti)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pubblico impiego: “Da mesi si vive solo di proclami, senza alcun tavolo di confronto”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 novembre 2016

medicoContinua la campagna mediatica del Governo sui rinnovi contrattuali e le nuove assunzioni del pubblico impiego. Da una parte non si stanziano le risorse necessarie per firmare il contratto e dall’altra si parla di nuove assunzioni quando in realtà si tratterà solo di stabilizzare i lavoratori precari già in organico negli ospedali. Nessuna nuova assunzione quindi, le condizioni lavorative per i lavoratori della Sanità non cambieranno. Il Governo ancora non dice come voglia procedere sulle stabilizzazioni per sanare le imminenti scadenze, a partire da quella dei 40 mila posti di lavoro con i contratti co.co.co che cesseranno ogni loro attività entro il 31 dicembre 2016 e successivamente gli 80 mila contratti a termine della Pubblica Amministrazione, in scadenza a fine 2018. “Le risorse messe a disposizione per i rinnovi contrattuali sono del tutto insufficienti, e la FSI si prepara già alla mobilitazione per dare battaglia per rivendicare un contratto vero e innovativo – dichiara il Segretario Generale Dario Luigi Cagnazzo – senza trascurare la forte preoccupazione sulle ricadute della Legge Brunetta nelle buste paghe dei lavoratori”. Sono ormai mesi che si vive di proclami, ma la triste realtà è che, ad oggi non esiste alcun tavolo di confronto con il Governo, né sono state presentate proposte per rilanciare il mondo del comparto sanitario ridefinendo i ruoli e le competenze dei vari professionisti che operano ogni giorno con abnegazione e professionalità nel SSN. “I lavoratori aspettano da 7 anni il rinnovo contrattuale, è un loro diritto che gli è stato negato da ormai troppo tempo – continua il Segretario Generale – se vogliamo rilanciare la sanità bisogna con responsabilità aprire immediatamente le trattative, questo chiedono i Lavoratori e nulla di più”. (foto: medico)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »