Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

Posts Tagged ‘congenite’

Cardiopatie congenite

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 maggio 2017

cardiopatia“Sono delle anomalie della struttura cardiaca o dei grandi vasi presenti sin dalla nascita; in Italia interessano 8 bambini su 1000, introduce Massimo Massetti, Direttore UOC Cardiochirurgia e Dirigente Medico Responsabile di Struttura Complessa presso il Policlinico A. Gemelli, Roma. Grazie ai progressi della cardiologia e della chirurgia pediatrica oggi quasi il 90% dei bambini nati con cardiopatia congenita riesce ad arrivare fino all’età adulta. Si delinea quindi una nuova e crescente popolazione di cardiopatici congeniti adulti, identificati con l’acronimo GUCH (Grow-Up with Congenital Heart disease) che va incontro, a differenza del bambino, a problematiche che non riguardano soltanto il cuore, ma spesso anche i polmoni, il fegato, l’intestino e il cervello. Inoltre, in caso di gravidanza il cuore è sottoposto a uno sforzo maggiore che, in una donna affetta da una cardiopatia congenita, diventa più difficile da sostenere”.“Le cardiopatie congenite nell’adulto saranno al centro di un convegno internazionale sotto il Patrocinio del Ministero della Salute che si terrà a Roma il prossimo 27 maggio che vedrà riuniti gli esperti del Policlinico San Donato, del Policlinico A. Gemelli, dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e i maggiori specialisti in arrivo dagli States, ma anche da Francia, Turchia e Medio Oriente, per affrontare le più importanti tematiche, spiega Alessandro Giamberti, Responsabile Unità di Cardiochirurgia presso Policlinico San Donato. La gestione in termini di diagnosi e cura dei cardiopatici congeniti adulti presenta notevoli difficoltà e criticità che devono essere affrontate da centri dedicati con comprovata esperienza. La collaborazione tra queste storiche strutture è garanzia di successo al fine di poter offrire in Italia un’assistenza di elevata qualità per i pazienti lungo tutto l’arco della loro vita”.“La popolazione dei GUCH è in continuo aumento e conta oggi in Italia oltre 100.000 persone, continua Antonio Amodeo, Responsabile Unità di Funzione ECMO e Assistenza Meccanica Cardiorespiratoria presso Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Roma. La gestione di questi pazienti richiede un’intensa integrazione multidisciplinare che coinvolge figure che agiscono sia nell’ambito della cardiologia e cardiochirurgia sia pediatrica che degli adulti. Infatti, nonostante i pazienti ricevano una correzione radicale della cardiopatia in età pediatrica, accade spesso che necessitino di nuova assistenza sia medica che chirurgica a lunga distanza dall’intervento. La stretta collaborazione tra cardiochirurghi pediatrici e dell’adulto permette di fornire la massima professionalità per il corretto trattamento di queste patologie a volte molto complesse”.“Uno dei momenti più delicati è la presa in carico del paziente nel passaggio dall’età pediatrica a quella adulta, che all’interno del Dipartimento di Medicina Cardiovascolare del Policlinico A. Gemelli, in collaborazione e convenzione con l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, vede la creazione di un percorso clinico-assistenziale dedicato al cardiopatico congenito adulto, spiega Gianluigi Perri, coordinatore del progetto. In circa 3 anni abbiamo gestito 380 pazienti con un team multidisciplinare composto oltre che da cardiologi e cardiochirurghi pediatrici e dell’adulto, da elettrofisiologo, emodinamista, radiologo, anestesista e psicologo. L’80% dei pazienti trattati erano già stati operati per un difetto cardiaco in età pediatrica mentre il restante 20% è stato operato in età adulta eseguendo insieme ai colleghi del Bambino Gesù circa 50 interventi e in alcuni casi specifici con la collaborazione dei colleghi della John Hopkins di Baltimora e della Mayo Clinic”.“Nell’ambito del percorso clinico-assistenziale dedicato al paziente GUCH, conclude Massetti, in alcune specifiche situazioni ci siamo avvalsi dell’utilizzo della sala operatoria ibrida sia per poter svolgere procedure complesse chirurgiche ed interventistiche contemporaneamente, sia in alcuni casi per far partorire donne gestanti portatrici di cardiopatia congenita la cui situazione clinica avrebbe potuto richiedere un intervento al cuore in corso o subito dopo il parto. Nella sala ibrida sono presenti oltre alle consuete attrezzature, apparecchiature per l’imaging (un angiografo integrato con il tavolo operatorio, un ecocardiografo e un sistema a fibre ottiche per procedure endoscopiche) che consentono di svolgere sia l’attività di chirurgia tradizionale che quella interventistica a guida radiologica, che si traducono in procedure chirurgiche minimamente invasive, ovvero meno traumatiche per i pazienti”. Importante il ruolo delle Associazioni dei pazienti che, attraverso il loro sostegno ed esperienza, possono essere un punto di riferimento per le persone con cardiopatia congenita e per i familiari e di supporto in tutto il percorso assistenziale.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sono 8 su 1000 i bambini italiani che nascono con cardiopatie congenite

Posted by fidest press agency su martedì, 16 maggio 2017

cardiopatiaE’, tuttavia, incoraggiante sapere che è in costante aumento il numero di adulti cardiopatici congeniti che sono cresciuti riuscendo ad affrontare positivamente questa condizione. Recenti stime fatte negli Stati Uniti dimostrano che le persone con cardiopatie congenite in età adulta già superano numericamente i bambini che convivono con queste patologie, svincolando il tema di prerogativa della medicina pediatrica e affrontando quindi tutte le problematiche legate all’età adulta. La corretta diagnosi, il trattamento delle principali patologie, la qualità e l’aspettativa di vita di questa nuova popolazione di pazienti, identificata con l’acronimo GUCH (Grown-Up with Congenital Hearth Disease), saranno affrontati in occasione del secondo simposio internazionale sul tema, che avrà luogo a Roma, presso l’Hotel Columbus, il 27 maggio. Il simposio, che ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Salute, è frutto della collaborazione tra l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli, il Gruppo Ospedaliero San Donato e la Johns Hopkins University. L’evento vedrà coinvolti relatori di diverse cardiochirurgie negli Stati Uniti e in Europa, come la Mayo Clinic e la All’s Children Hospital, ai quali si affiancheranno i principali specialisti delle cardiochirurgie pediatriche italiani.
“Grazie ai progressi della cardiologia e della cardiochirurgia pediatrica, spiega il professor Massimo Massetti, Direttore Cardiochirurgia (UOC) e Dirigente Medico responsabile di Struttura Complessa presso il Policlinico A. Gemelli, quasi il 90% di neonati e bambini italiani affetti da cardiopatia congenita oggi raggiunge l’età adulta. Questa storia di successo impone ai medici cardiologi e ai cardiochirurghi di confrontarsi con nuove problematiche che una crescente popolazione di persone che convive con queste patologie comporta. Gestire questa sfida richiede un approccio multidisciplinare, con un’intensa interazione tra le figure professionali che operano nell’ambito della cardiologia e cardiochirurgia pediatrica e quelle che invece si occupano della sfera adulta”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corso di aggiornamento “Alterazioni congenite ed acquisite della coagulazione”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 novembre 2015

porta nuova milanoMilano 24 e 25 novembre Aula Magna G.B. Candiani – Clinica Mangiagalli Via della Commenda, 12 Corso di aggiornamento “Alterazioni congenite ed acquisite della coagulazione”. Nell’ambito di EXPO il Corso ha infatti scelto di focalizzarsi anche sul ruolo di una dieta sana (e in particolare della dieta mediterranea) nel prevenire malattie di grande rilievo sociale ed epidemiologico come i tumori e le malattie cardiovascolari. Gli argomenti di questo Corso spaziano da una revisione e rivisitazione della evidence-based medicine all’analisi critica dello stato di ipercoagulabilità nell’infarto e in altre sindromi coronariche acute e dei relativi metodi di studio. Viene poi messa in evidenza l’evoluzione delle conoscenze scientifiche nel campo di malattie frequenti come le trombosi nei tumori, nonché di rare manifesta-zioni cliniche come la sindrome emolitico-uremica e le coagulopatie nelle malattie autoimmuni. Il Corso è organizzato da Fondazione Irccs Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico (Milano), Irccs Istituto Neurologico Mediterraneo Neuromed (Pozzilli, Isernia), Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica – Sezione di Medicina Critica e Medicine Specialistiche, Università degli Studi (Firenze), e promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima Giornata Mondiale Anomalie Congenite

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 marzo 2015

malattie-genetiche-feto-5“Per la prima volta si celebra la Giornata Mondiale Anomalie Congenite; tali anomalie rientrano tra le malattie rare e sollecitano la nostra attenzione, perché pur essendo rari, i malati sono tanti e non possono essere ignorati. Ogni anno, quasi 8 milioni di bambini in tutto il mondo nascono con anomalie congenite. In molti paesi sono una delle principali cause di morte nei neonati e nei bambini piccoli. I bambini che sopravvivono e vivono con queste anomalie sono ad aumentato rischio di disabilità a lungo termine.” Lo afferma l’on. Binetti, presidente dell’Intergruppo Parlamentare Malattie Rare. Continua l’esponente centrista: “Questa giornata è un’occasione importante per aumentare la sensibilizzazione. L’obiettivo è creare una campagna per ampliare la prevenzione, favorire la diagnosi precoce e individuare processi di cura sempre più efficaci, mettendo in primo piano la ricerca a livello mondiale”. Conclude il deputato Udc: “Con lo screening neonatale è possibile individuare da subito molte di queste anomalie, e il parlamento è fortemente impegnato a promuovere interventi legislativi che vadano in tutte e tre queste direzioni: ricerca, diagnosi e cura.”

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »