Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘congresso’

Scuola – Bangkok: VIII Congresso mondiale dell’Istruzione

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 agosto 2019

Si è svolto nei giorni scorsi a Bangkok l’VIII Congresso Internazionale sull’Istruzione sul tema dell’iniziativa degli educatori e dei sindacati. Al centro del dibattito ci sono stati la promozione dei diritti di democrazia, umani e sindacali, l’avanzamento, l’importanza di un’istruzione di qualità per tutti, ma soprattutto il futuro della professione dell’insegnante. Come ribadito dall’Anief, già partecipe della stesura del Manifesto europeo della professione insegnante, occorre, a livello internazionale, compiere sforzi congiunti per garantire un’istruzione pubblica di qualità ed esortare tutti i governi a fornire risorse adatte alla gestione scolastica, denunciando piani di austerità, adeguamenti strutturali e tutte le misure risultanti che minano il futuro dell’istruzione, della gioventù e, più in generale, della nostra società.Tra le questioni emergenti, il Congresso ha sottolineato come la centralità dell’insegnamento richieda la necessità di prestare particolare attenzione alle remunerazioni e alle condizioni di lavoro dei docenti, per garantire il pieno riconoscimento degli insegnanti come professionisti qualificati.Il Congresso auspica uno sviluppo dell’Istruzione supportato, oltre che dalle Istituzioni, dagli stessi docenti e dai loro sindacati per garantire che l’Istruzione resti bene pubblico e diritto umano cui tutti possono avere accesso liberamente. È sottolineato dal Congresso l’enorme potere dell’Istruzione anche per la salvezza del pianeta dal degrado, sociale e ambientale. Sono incoraggiati inoltre la nomina di un numero maggiore di donne nei ruoli dirigenziali, la promozione della sicurezza degli ambienti scolastici, il ruolo dei giovani come parte attiva delle comunità, la tutela di tutte le minoranze. L’Istruzione Pubblica e i sindacati liberi – dichiara il Congresso – sono il vero pilastro della democrazia, ove questi ultimi richiamino i Governi alle responsabilità assunte nei confronti di quanto previsto nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell’uomo, negli obiettivi di sviluppo sostenibile, nell’agenda di sviluppo 2030. Il futuro della professione insegnante, anche in relazione alla rivoluzione già in atto dell’Intelligenza Artificiale, sarà garantito dai sindacati che collaborino con il pubblico e sviluppino un “patto sociale” che definisca il futuro del lavoro.

Posted in Estero/world news, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nono Congresso annuale di PACE

Posted by fidest press agency su domenica, 28 luglio 2019

Praga. Qual è il ruolo delle lobby e del Public Affair oggi in Europa? E come influenza la democrazia? Questi i temi principali della nona riunione annuale di PACE– Public Affairs Community of Europe – svoltasi il 17 e 18 maggio scorso presso il Malostranská Beseda a Praga (Repubblica Ceca), ospiti dell’associazione residente CEC Government Relations.
Il network delle associazioni di lobbisti in Europa è stato creato per fornire alle organizzazioni aderenti un’identità europea solida e riconosciuta. Promotore della fondazione – nonché uno dei membri aderenti – è il Chiostro, trasparenza e professionalità delle lobby- associazione italiana da sempre interessata a promuovere la cultura, la pratica e la regolamentazione a tutela della trasparenza nella rappresentanza degli interessi.Durante il Congresso annuale PACE, Maria Grazia Persico è stata nominata Board Managing Director. Già vice Presidente del Chiostro e CEO e Founder della società di consulenza MGP&Partners, Maria Grazia opera nel settore del Public Affairs dall’inizio della sua carriera professionale, prima in ANIMA – Federazione della Meccanica di Confindustria – poi in Orgalime – Federazione Europea della Meccanica – e successivamente presso il Comune di Milano. “Il pay off di PACE – Trasparenza. Interessi. Democrazia” sostiene Maria Grazia Persico “dovrebbe aiutare a far comprendere come la difesa degli interessi è parte integrante del processo democratico, ed è forse per questo motivo che il nostro settore è in rapido sviluppo. Consapevoli di questo sarebbe necessario lavorare e impegnarsi per migliorare la reputazione dei lobbisti e cercare di individuare e concretizzare una legislazione che possa favorire una crescita costante e sostenibile di queste organizzazioni”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

35esimo Congresso Internazionale di Storia dell’Arte

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Firenze, dal 1 al 6 Settembre 2019 Fiera, Villa Vittoria Palazzo Vecchio, Teatro dell’Opera Dopo oltre quarant’anni, il Congresso Mondiale di Storia dell’Arte del CIHA (Comité International d’Histoire de l’Art) torna in Italia per svolgersi a Firenze.
“MOTION: Transformation” costituisce la prima parte del 35esimo Congresso Internazionale del CIHA che per la prima volta si terrà in due paesi diversi a distanza di un anno. La seconda parte dal titolo “MOTION: Migrations” avrà luogo infatti a San Paolo del Brasile nel settembre 2020.Il congresso MOTION intende dare avvio a uno straordinario dibattito trans-culturale riguardo a uno dei temi da sempre di maggior rilievo nella cultura globale: il Movimento, declinato su due dei suoi aspetti più importanti, Trasformazione e Migrazione. La prima parte del congresso, organizzato dal CIHA Italia in collaborazione con il Kunsthistorisches Institut in Florenz-Max-Planck-Institut, si svolgerà a Firenze Fiera, nei saloni di villa Vittoria, in grado di ospitare i circa mille partecipanti attesi, e in alcuni dei più prestigiosi edifici storici della città, tra cui Palazzo Vecchio.L’evento, realizzato grazie al contributo dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e con il supporto della Getty Foundation di Los sandro botticelli allegoria primaveraAngeles e del Kunsthistorisches Institut in Florenz-Max-Planck-Institut, ha ottenuto i patrocini di: MiBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali), Comune di Firenze, Città Metropolitana, Università di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Regione Toscana.Al ricco programma delle giornate di studio, che contemplano circa centoventi interventi di studiosi di ogni parte del mondo, si aggiungono eventi aperti al pubblico e lectiones magistrales, come quella che vedrà protagonista la storica dell’arte indiana Kavita Singh a Palazzo Vecchio. Sono previste anche visite a musei e collezioni fiorentine noti e meno noti, secondo percorsi legati tematicamente al congresso, grazie alla speciale collaborazione delle direzioni dei diversi musei e istituzioni coinvolti.In una prospettiva transculturale, interdisciplinare e innovativa, il congresso fiorentino prende avvio da una riflessione rivolta sia al ruolo dell’artista inteso come “colui che agisce e fa”, in quanto dotato della capacità divina di plasmare la materia e di creare forme nuove, sia alla natura dell’oggetto d’arte a sua volta dotato di “anima”.Tra i relatori saranno presenti studiosi provenienti dalle più importanti università e istituzioni a livello mondiale, tra cui l’École des Hautes Études en Sciences Sociales (Parigi), il Courtauld Institute (Londra), la Humboldt-Universität zu Berlin, la Columbia University (New York), la Jawaharlal Nehru University (New Delhi), l’Universidade Federal de São Paulo, la Scuola Normale Superiore (Pisa), l’University of Hong Kong.Le nove sessioni del congresso
Sessione 1: L’arte come visione
La sessione si focalizza sulle relazioni fra arte e ispirazione divina, in una prospettiva comparata e transculturale. Prendendo in esame alcune figure di artisti e di mistici capaci di creare immagini mentali che dialogano con quelle reali, saranno indagati i rapporti fra realtà osservabile, spiritualità, visione e creatività e messi in luce i legami complessi che intercorrono fra vedere con gli occhi, immaginare e ricordare.
Sessione 2: L’arte e la materia nel corso del tempo
Argomento chiave della sessione è l’importanza della materia nell’arte, non solo in relazione alla scelta del materiale compiuta dall’artista nel momento in cui crea un’opera, ma anche rispetto ai modi in cui i materiali cambiano nel corso del tempo, mettendo a rischio di deperibilità gli oggetti d’arte, che non sono fatti di materia inerte ma viva.
Sessione 3: L’arte e la natura
La sessione affronta il tema dei rapporti multiformi fra arte e natura, concetti a cui ci si riferisce in maniera separata solo a partire dalla prima età moderna. In tempi più lontani, infatti, non esisteva separazione netta fra le due, essendo entrambe, Natura e Arte, frutto di un disegno di origine divina. Nel corso degli interventi verranno messi a fuoco i momenti cruciali di questo processo di distinzione.
Sessione 4: L’arte e le religioni
In questa sessione si ragionerà, da un punto di vista storico-artistico e antropologico, sul potere delle immagini nelle religioni di culture diverse. Perché adoriamo le immagini? Cosa ci porta a fidarci di loro?Si parlerà di oggetti dotati di anima, di idoli, avatar, apparizioni e di violenza contro le immagini religiose, in una prospettiva il più possibile transculturale.
Sessione 5: L’arte fra disegno e scrittura
La sessione propone una riflessione su affinità e divergenze tra disegno e scrittura. Come fanno le linee a produrre forme? Dritte o curve, spezzate o continue, le linee sono la prova tangibile del processo attraverso cui le opere d’arte vengono create e i testi vengono scritti. Muovendosi tra figura e linguaggio, esse sono al contempo traccia di un percorso creativo e mezzo di comunicazione.
Sessione 6: Iconicità e processo di produzione in architettura
Nella cultura contemporanea cresce la tendenza a trasformare anche i grandi capolavori dell’architettura in pure immagini, in icone. Questa visibilità, mai così grande, sta producendo cambiamenti sostanziali anche nel modo di guardare all’architettura come esperienza fisica, a più dimensioni. A partire da qui, la Sessione propone di adottare un approccio all’icona architettonica che sia orientato allo studio dei processi creativi e produttivi.
Sessione 7: Arte, potere e pubblico
Il lavoro di artisti e architetti è sempre stato utilizzato da singoli o da gruppi appartenenti ai più svariati contesti politici e religiosi per acquisire e mantenere potere. La sessione si concentra su alcuni momenti di crisi e cambiamento in cui le opere d’arte hanno contribuito a trasformare sistemi obsoleti, schemi tradizionali e relazioni di potere fra gruppi sociali diversi, mettendo la società di fronte a nuove idee o persino utopie.
Sessione 8: L’arte, i critici e gli spettatori
La storia dell’arte insegna come i percorsi degli artisti prendano forma anche in relazione al lavoro dei critici. La sessione mira a esaminare il ruolo degli artisti, dei critici e degli spettatori dal dopoguerra a oggi, osservando il tema dalla prospettiva della “scomparsa” (di limiti, di contenuti, di memoria) e discutendo di morte, censura e nuove tecnologie.
Sessione 9: Voyage
Concepita come sezione di raccordo tra le due parti del congresso che si svolgeranno a Firenze e a San Paolo del Brasile, la sessione intende invitare gli studiosi a scambiare idee sul tema del “Viaggio”. Saranno affrontati gli scambi artistici e culturali tra Brasile e Italia, ma non solo: il viaggio, infatti, può essere declinato secondo diverse prospettive, dalla migrazione di persone alla circolazione di oggetti e documenti. E ancora: il viaggio dell’artista, dell’uomo di cultura, dell’esploratore scientifico, del pellegrino, nonché i viaggi determinati da intenti coloniali, militari, diplomatici, o legati a scorribande piratesche e a fenomeni di banditismo. (foto: sandro botticelli allegoria primavera)
http://www.ciha-italia.it/florence2019/2018/04/07/tickets-booking/

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Congresso Eular: European League Against Rheumatism

Posted by fidest press agency su sabato, 15 giugno 2019

Madrid. In Italia si registrano ancora troppi ritardi nella diagnosi delle malattie reumatologiche, soprattutto riguardo alle artropatie infiammatorie che sono le più gravi ed invalidanti. L’artrite reumatoide viene individuata con ritardo, a volte anche uno o due anni dopo l’esordio dei primi sintomi. Per la spondilite anchilosante il paziente può aspettare anche fino a cinque anni. Si tratta di un gruppo di patologie potenzialmente invalidanti che colpiscono in totale il 3% degli italiani. Quando non vengono riconosciute in tempo possono determinare danni irreversibili all’apparato locomotore. Inoltre in alcune Regioni l’assistenza reumatologica ambulatoriale e ospedaliera è insufficiente. Le liste di attesa risultano lunghe e i ritardi, sia nella diagnosi che negli interventi terapeutici, rischiano di prolungarsi ulteriormente con conseguenze serie per i malati. E’ questo l’allarme lanciato oggi dalla Società Italiana di Reumatologia (SIR) in occasione del Congresso EULAR (European League Against Rheumatism) che si è aperto a Madrid. Nella capitale spagnola, si riuniscono oltre 15 mila specialisti da tutto il mondo per fare il punto su malattie in forte crescita nel Vecchio Continente. “Per garantire una migliore assistenza a tutti i pazienti chiediamo l’attivazione, su tutto il territorio nazionale, delle reti reumatologiche regionali – afferma il dott. Luigi Sinigaglia, Presidente Nazionale della SIR -. In Paesi come Germania, Francia o Spagna questi network territoriali sono attivi da diversi anni e hanno ottenuto risultati straordinari in termini di facilitazione dell’accesso alle cure e di razionalizzazione delle spese. In Italia esistono strutture sanitarie di assoluta eccellenza tuttavia manca un’uniformità nell’assistenza. Auspichiamo quindi che le Istituzioni nazionali adottino un modello vincente anche perché la nostra Penisola presenta un rapporto tra abitanti e presenza di reumatologi tra i più bassi a livello continentale”. “Anche per questo siamo al penultimo posto in Europa per utilizzo di nuovi farmaci biologici contro le malattie reumatologiche – sottolinea il prof. Mauro Galeazzi, Past President SIR -. Oggi abbiamo a disposizione cure efficaci che possono ottenere la remissione completa della malattia. Sono farmaci estremamente complessi che devono essere prescritti e somministrati solo in strutture sanitarie adeguate e da personale specializzato ed è fondamentale che la strategia terapeutica venga istituita con estrema tempestività. Così è possibile garantire ad un numero sempre crescente di persone una buona qualità di vita nonché ridurre le sempre crescenti spese sanitarie e sociali che un intervento terapeutico precoce è in grado di contenere”. “Va infine creata una nuova e più forte alleanza con i medici di medicina generale – aggiunge il prof. Roberto Caporali, Segretario del Presidente SIR -. Di solito è lui il professionista che svolge il delicato compito di diagnosticare all’esordio la malattia. Il suo ruolo può essere fondamentale per identificare i primissimi sintomi delle patologie, segnalare una ricomparsa della patologia oppure identificare effetti avversi legati alle terapie. Come Società Scientifica chiediamo quindi che oltre alle reti siano attivati anche in tutte le Regioni i percorsi diagnostici terapeutici assistenziali (PDTA) così come previsti dalle attuali leggi nazionali”.
Le malattie reumatologiche colpiscono oltre 5 milioni di cittadini italiani per un totale di 120 milioni persone in tutta Europa. Rappresentano la prima causa di disabilità del Vecchio Continente e i costi totali ammontano a 240 miliardi di euro l’anno. “Le più esposte risultano le donne in età lavorativa e riproduttiva e questo spiega il grande impatto socio-economico che determinano – sostiene il prof. Carlomaurizio Montecucco, Presidente di FIRA ONLUS -. Una delle chiavi per sconfiggere le patologie reumatologiche è riuscire ad incrementare la ricerca clinica e di base per trovare nuove opzioni di trattamento e nuovi marcatori diagnostici. In questo settore la reumatologia italiana risulta all’avanguardia in Europa, nonostante alcune carenze strutturali e organizzative nella rete assistenziale. Al Congresso EULAR di Madrid il nostro Paese si colloca ai primissimi posti per numero di studi e lavori scientifici presentati. Per salvaguardare questo importante patrimonio servono però maggiori risorse e investimenti nonché maggiore coordinamento tra i vari centri. La sfida del futuro è riuscire ad approfondire le nostre attuali conoscenze sui meccanismi patogenetici che sono alla base di quasi tutte queste patologie”.
La reumatologia italiana rappresenta un esempio virtuoso in Europa per le attività educazionali rivolte alla popolazione. La SIR è per la prima volta presente al congresso EULAR con un proprio stand nel quale esporrà ai congressisti le due campagne educazionali del 2019 Malattie Reumatologiche? No Grazie! e #Reumadays 2019. La prima ha visto gli specialisti della SIR andare in 25 centri anziani a illustrare agli over 65 la natura e le modalità di presentazione delle malattie reumatologiche. Per la seconda invece sono stati allestiti nelle piazze di 11 città degli speciali info-point dove medici specializzati e associazioni di pazienti hanno svolto attività informative. “L’obiettivo è stato mettere in guardia i cittadini di ogni fascia d’età sui rischi determinati da malattie molto serie – conclude Sinigaglia -. Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti e siamo pronti a ripartire con altre iniziative simili volte a favorire l’informazione e la prevenzione”.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

38esimo congresso Nazionale ACOI

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 giugno 2019

Matera la più rappresentativa Società Scientifica Chirurgica Italiana, tiene fino al 12 giugno il suo congresso nazionale. In tale sede Medtronic, azienda leader nel settore dei dispositivi medici, completa l’offerta tecnologica in ambito chirurgico, grazie al lancio della nuova linea VISUALIZATION, che comprende prodotti per imaging mininvasivo con focus sulla fluorescenza a infrarossi. L’azienda entra così nel mercato della visualizzazione, diventando partner preferenziale nella chirurgia, grazie alla completezza dell’offerta tecnologica.
Un ulteriore passo a conferma del posizionamento di Medtronic come prima azienda in grado di fornire un portfolio completo di prodotti integrato (capital equipment e disposable), in linea con la strategia della multinazionale di fornire tecnologie e soluzioni che permettano una diffusione sempre maggiore della Chirurgia Mininvasiva in Italia, ancora ferma al 27% del totale interventi, rispetto ad una media europea che si aggira intorno al 30-35%. Innovazione tecnologica e adozione dei percorsi paziente di eccellenza come ERAS (Enhanced Recovery After Surgery) sono aree di grande focus per il gruppo Surgical Innovations di Medtronic Italia.La nuova linea VISUALIZATION comprende una colonna laparoscopica completa, basata su tecnologia FULL HD NATIVA (ELEVISION HD), che garantisce un’ottima qualità di immagine e colori molto naturali e può essere utilizzata in qualsiasi specialistica grazie alle funzioni e ai profili dedicati e una piattaforma multidisciplinare per la chirurgia fluorescenza-guidata (VISIONSENSE IRIDIUM 3) laparotomica e laparoscopica, in grado di sovrapporre le immagini della luce visibile a quelle in fluorescenza senza la necessità di passare da una modalità all’altra. Si tratta di una tecnologia in grado di effettuare in tempo reale la misurazione quali-quantitativa della perfusione dei tessuti in ogni punto e della concentrazione di verde di Indocianina all’interno delle vie linfatiche.
La molecola di Verde di Indocianina diventa fluorescente quando illuminata con luce ad infrarossi e permette di acquisire informazioni in tempo reale relative alla vascolarizzazione durante un intervento di chirurgia colorettale.L’adozione di questa tecnologia può consentire ai chirurghi di ridurre la percentuale di alcune complicanze e di migliorare quindi l’esito clinico con un evidente beneficio per il paziente, un supporto molto valido per la chirurgia, specialmente quella oncologica.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

106° Congresso Nazionale della Società Italiana di Otorinolaringoiatria

Posted by fidest press agency su domenica, 26 maggio 2019

Palacongressi di Rimini tra il 29 maggio ed il 1° giugno 2019 106° Congresso Nazionale della Società Italiana di Otorinolaringoiatria. Una vera e e propria riunione del “gotha” dei massimi esperti mondiali di Otorinolaringoiatria, organizzata dal prof.Claudio Vicini, direttore del Dipartimento Testa – Collo dell’ Ausl Romagna, dell’Uo di Otorinolaringoiatria di Forlì e presidente della Società italiana di Otorinolaringoiatria
“Il Congresso Nazionale – spiega il prof.Vicini – è il vero e più alto punto di incontro non solo per tutti Soci, ma anche per quanti desiderino a qualunque titolo contribuire alla crescita della cultura scientifica e medico-chirurgica del distretto testa-collo. Lo sviluppo, la promozione ma soprattutto la diffusione e la condivisione di questa cultura sono il vero obiettivo dell’evento.” L’importanza e la dimensione scientifica del congresso si evince gia’ dal simbolo scelto per rappresentarlo e dal richiamo continuo, anche attraverso l’organizzazione di vari eventi durante il congresso, della figura del patologo forlivese G.B.Morgagni, Sua Maestà Anatomica. “Innanzitutto – spiega il prof.Vicini – l’angelo in primo piano, che mi è piaciuto per la scelta cromatica e per l’incredibile effetto tridimensionale. Il primo richiamo di questa immagine è relativo alla sede del Congresso: il dettaglio è infatti tratto dalla Pietà, dipinto a tempera su tavola, di Giovanni Bellini, databile 1470 circa, conservato nel Museo della città di Rimini. Ancora, presso gli antichi Romani la pietas esprimeva essenzialmente l’insieme dei doveri che l’uomo ha verso gli uomini: cosa di più allusivo all’atto medico? In secondo piano poi, in filigrana, il frontespizio dell’opera principale di sua maestà anatomica Giovan Battista Morgagni (che pochi sanno avere avuto i natali a Forlì …), che simboleggia le profonde ed antiche tradizioni culturali della nostra società. Non in contrapposizione ma in naturale evoluzione l’immagine del globo, con le diverse nazioni collegate da un moderno reticolo elettronico che rappresenta il web. Infine in basso l’inconfondibile profilo a disco volante del Palacongressi, che, sono certo, vi stupirà per modernità, bellezza ed efficienza.”
Durante il congresso verranno affrontate tutte le classiche aree tematiche della disciplina (AUDIOLOGIA, VESTIBOLOGIA E FONIATRIA; OTOLOGIA E NEUROTOLOGIA; ONCOLOGIA E CHIRURGIA RICOSTRUTTIVA; LARINGOLOGIA; RINOLOGIA E ALLERGOLOGIA; DISTURBI RESPIRATORI DEL SONNO; DAY SURGERY; NUOVE TECNOLOGIE). Tantissimi gli esperti mondiali che parteciperanno alle sessioni, provenienti da Stati Uniti, Egitto, Spagna, Corea, Olanda, Belgio, Francia, Turchia, Gran Bretagna, Singapore, Qatar.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Congresso investigatori privati italiani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 maggio 2019

Si è da poco concluso, a Napoli, il 62° congresso della Federpol, l’associazione più rappresentativa degli investigatori privati italiani.Il congresso ha segnato un vero cambio di passo per tutto il comparto non solo degli investigatori privati, ma anche di quello della sicurezza privataInfatti, grazie alla recente nomina a Presidente di Luciano Tommaso Ponzi, la Federpol è riuscita, in pochi mesi, a raggiungere importanti obiettivi che sono sotto gli occhi di tutti gli associati e delle istituzioni. Come ribadisce il responsabile nazionale stampa, Fabio Di Venosa, grazie a questo motivo che il numero di soci è in netto incremento e la partecipazione attiva è aumentata considerevolmente, e una riprova ne è appunto il congresso tenutosi a Napoli presso il Grand Hotel Oriente, dove si è registrata la presenza di oltre trecento soci provenienti da tutta Italia.
Durante il congresso si è percepito chiaramente il cambio di passo dato non solo dal presidente, ma da tutta la squadra che ha costruito all’interno dell’associazione e che sta portando la figura dell’investigatore ad una nuova consapevolezza del suo ruolo all’interno della società e del mondo del lavoro.Sono stati illustrati tutti i nuovi corsi di formazione che si sono attivati ed il programma di quelli futuri, sottolineando l’importante accordo raggiunto con le università per la certificazione degli stessi.
Sono poi state illustrate le proposte del comitato studi legislativi ed il confronto con le istituzioni per il rilascio del tanto sospirato tesserino ministeriale.Successivamente sono stati premiati 3 laureati che hanno portato le loro tesi di laurea su temi investigativi, un’iniziativa volta a dare spazio e merito ai giovani, in cui la Federpol crede molto.Infine si sono affrontati gli attualissimi argomenti legati alla privacy ed a tutte le problematiche legate alla professione dell’investigatore privato.Tante le personalità intervenute, sia dal mondo accademico che da quello delle istituzioni, che hanno risposto con piacere alle numerose domande della platea. Finito il congresso ora non resta altro che darsi da fare per valorizzare ulteriormente la figura dell’investigatore privato. (fonte: ComunicatiStampa.net)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Congresso nazionale della Società Italiana di Medicina Estetica

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 maggio 2019

Emanuele BartolettiIl Sime taglia un nuovo, importante traguardo: quello di quest’anno è il 40°, e cade in un momento strategico per la crescita della società scientifica e per le iniziative a tutela dei pazienti e dei medici estetici. In questo quadro si inserisce la collaborazione assai stretta tra la Sime e CittadinanzAttiva. L’esigenza di questa nuova sinergia nasce da una domanda sempre maggiore di richiesta di trattamenti di medicina estetica e da una informazione e consapevolezza dei cittadini che si sottopongono a questo tipo di ‘interventi’ e dei rischi che ne potrebbero derivare. Con Cittadinanzattiva abbiamo quindi deciso di:
-attenzionare il tema della formazione, mossi anche dalla ulteriore preoccupazione che trattamenti di medicina estetica non vengono effettuati solo da medici, ma anche da soggetti altri, non deputati realizzare tale attività, quali le estetiste, le stesse pazienti;
-informare i cittadini a fare scelte consapevoli, fornendo tutte le informazioni necessarie per effettuare tali scelte, rischi inclusi;
-fornire gli strumenti di tutela da attivare;
– realizzare una survey per monitorare il livello di informazione e di consapevolezza dei cittadini che fanno ricorso alla medicina estetica;
– studiare una campagna di informazione e sensibilizzazione sul tema della medicina estetica;
– lavorare alla revisione congiunta del modulo del consenso informato come principale strumento di comunicazione da conoscere e divulgare;
– siglare un vero e proprio Protocollo di intesa tra le parti;
-implementare la partnership con altre attività da definire;
– coinvolgere alcune tra le principali testate femminili per sensibilizzare i cittadini sul tema della medicina estetica;
In quest’ottica è stato organizzato un incontro, magistralmente condotto da Rosanna Lambertucci, tra il pubblico e alcuni dirigenti della Sime – Gloria Trocchi, Domenico Centofanti, Nadia Fraone, Elisabetta Fulgione e il sottoscritto – per parlare di temi ‘caldi’ come la tutela dei pazienti, la sicurezza degli interventi, le nuove tecniche e le possibili complicanze. Il nostro impegno è sempre quello di non banalizzare la medicina estetica, privilegiando il termine ‘medicina’ piuttosto che ‘estetica’, per evitare che si rivolgano a persone e strutture non competenti, rischiando danni e complicanze.
Con queste premesse il 40° congresso Sime ha dedicato diversi approfondimenti scientifici e highlight considerati più importanti nel senso e nella qualità della vita, complice anche un notevole allungamento dell’aspettativa e una nuova longevità. Allo stesso modo, per venire incontro alle esigenze dei pazienti e della Società in costante mutamento, è cambiata la nostra disciplina.Nella sessione centrale del Congresso opinion leader stranieri di chiara fama e indiscussa esperienza si sono confrontati affrontando il tema sotto diversi punti: dalla costante attenzione del natural look, alla evoluzione della tecnica nel corso degli anni, dall’attenzione al differente approccio e iter terapeutico che il medico deve adottare in caso di paziente anziano e di quello giovane, di paziente femminile e di paziente maschile, fino ad arrivare all’analisi della Medicina Estetica in rapporto alla millenial generation e all’influenza dei social.
Nello specifico è stato affrontato il tema delle occhiaie, partendo dall’eziopatogenesi dell’inestetismo fino ad arrivare ai possibili approcci terapeutici che comprendono la cosmesi, i filler, il trattamento con laser, la supplementazione orale e la chirurgia estetica. Il trattamento delle dark circles è molto richiesto dai pazienti perché l’attenuazione delle stesse aiuta a migliorare lo sguardo, illuminando il terzo superiore del volto e donando un aspetto più sereno e riposato con un conseguente effetto antiaging importante.
Si è passati poi alla terapia fotodinamica e alla sua evoluzione in medicina estetica: si è partiti dalla presentazione della Fotodinamica classica, o PDT (Photo Dynamic Therapy), per arrivare alla Daylight in cui foto-sensibilizzanti classici vengono utilizzati con la luce solare. Affrontandoo poi la più moderna fotobiomodulazione. Si tratta di strumenti molto utili per il medico estetico nel trattamento specifico dell’acne ma anche dell’invecchiamento cutaneo.
Per l’Acne considerata una patologia multidisciplinare che non coinvolge solo i giovani, ma anche le pazienti in età più avanzata è stata dedicata una tavola rotonda con specialisti di diverse discipline per fornire i diversi punti di vista sulla patologia e sul suo trattamento.
Ma non finisce qui. Importanti opinion leader hanno illustrato le loro esperienze sul trattamento di aree anatomiche di cui raramente si discute nei Congressi di Medicina Estetica. Sono stati analizzati quei distretti anatomici che erroneamente suscitano meno interesse ma che spesso costituiscono un disagio importante per il paziente, quali i padiglioni auricolari, le ginocchia, le palpebre inferiori dismorfiche, l’area ombelicale ed altre ancora.
Tra le novità del Congresso SIME, si parla di Exposoma: l’insieme di fattori esterni a cui il nostro corpo è esposto per tutta la durata della vita, partendo già dal concepimento. Tra questi troviamo il sonno, l’alimentazione, lo stress, i campi elettromagnetici e le radiazioni. Attraverso l’apporto e il confronto multidisciplinare, si è cercato di fare il punto su come questi fattori influiscono sui nostri organi e quindi anche sulla nostra cute.
Oltre a questi argomenti, il Congresso SIME di quest’anno offre numerosi approfondimenti su temi specifici. Tra questi le sessioni dedicate a esercizio, nutrizione e forma fisica, argomento che sta riscontrando sempre maggiore interesse, all’approfondimento sull’universo dei cosmetici in medicina estetica, in cui si vorranno sfatare i falsi miti per scoprire la realtà dietro questi prodotti, al trattamento degli inestetismi secondari o iatrogeni, al confronto tra dieta mediterranea e orientale, all’analisi degli esami più idonei da prescrivere nell’ottica della medicina anti-aging, agli ormoni di maggiore attualità: DHEA e melatonina, alla terapia con vitamina A nella sua formulazione topica e in quella sistemica.Nutrizione e cervello è l’argomento della sessione congiunta ADI, ANSISA, SIO, SISDCA, SIME. Vi sono, inoltre, i consueti approfondimenti sulla PEFS e su tecniche e novità nei vari settori della medicina estetica, quali filler,peeling, biostimolazioni, laser ealtri ancora. Infine viene data ampia visibilità agli strumenti innovativi di marketing a supporto del medico estetico.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

75° Congresso della Società Italiana di Pediatria

Posted by fidest press agency su sabato, 18 maggio 2019

Bologna, 29 maggio 2019 Palazzo dei Congressi, Piazza della Costituzione 4 si apre il 75° Congresso della Società Italiana di Pediatria, il più importante appuntamento scientifico del Paese sui temi della salute psicofisica del neonato, bambino e adolescente. Il Congresso quest’anno sarà congiunto con due società affiliate alla SIP: SITIP (Società Italiana di Infettivologia Pediatrica) e SIMEUP (Società Italiana di Medicina Emergenza Urgenza Pediatrica).
Natalità, allattamento al seno, nutrizione, stili di vita, vaccini, benessere a scuola, problemi adolescenziali, organizzazione delle cure pediatriche, nuove prospettive di cura aperte dalla ricerca scientifica saranno alcuni dei temi affrontati nei corsi, nelle tavole rotonde e nelle letture magistrali. Ad animarli i diversi protagonisti che a vario titolo operano a tutela dei bambini: non solo pediatri, ma anche psicologi, neuropsichiatri infantili, bioeticisti, rappresentanti di istituzioni, accademici.
“Una novità, ma in linea con quanto la SIP sta facendo da anni, è il tentativo di coinvolgere i cittadini su grandi temi quali quelli della prevenzione, della natalità, degli stili di vita”, afferma il Presidente SIP Alberto Villani. “Per tale motivo saremo presenti in una delle piazze centrali di Bologna (Piazza Re Enzo) con un gazebo dove verranno date informazioni, distribuiti materiali informativi e offerta la possibilità di imparare alcune manovre salvavita”.
Lo sport e il bambino: perché, quando, quanto, come. La guida SIP per aiutare mamme e papà ad avviare correttamente i bambini all’attività sportiva.
Aiuta il fisico, influenza positivamente il carattere, è un potente moltiplicatore di esperienze sociali: per questo lo sport nella vita dei bambini deve essere parte integrante del processo di crescita. Sin da piccolissimi. Ma a che età si può iniziare a praticare sport? Qual è lo sport più indicato per ciascuna età? Quanto tempo dedicare all’attività motoria? La nuova Guida SIP con i consigli per avviare correttamente i bambini all’attività fisica (con un focus su asma e sport).
Smartphone e tablet, rischi e opportunità: un nuovo Position Statement della SIP destinato ai preadolescenti e agli adolescenti.
Preadolescenti e adolescenti trascorrono gran parte del loro tempo sui dispositivi digitali, la metà di essi è costantemente online. Quali sono gli effetti sull’apprendimento, sul sonno, sulla vista, sull’attenzione? Quando si può parlare di vera e propria “addiction”? Quali sono invece gli aspetti positivi sulle interazioni sociali che emergono dalle evidenze scientifiche? I Pediatri italiani, che lo scorso anno si erano espressi con un Position Statement sul corretto uso di smartphone e tablet da 0 a 6 anni, hanno prodotto un nuovo documento per la prima volta rivolto a preadolescenti e adolescenti. Il lavoro nasce da un’analisi della letteratura internazionale e sarà dibattuto in una tavola rotonda con neuropsichiatri, del mondo della scuola e dei media.
Figli, sempre di meno, sempre più sani. Diagnosi prenatale anticipata, tecniche non invasive con migliore accuratezza predittiva, maggiore sopravvivenza dei neonati prematuri, terapie geniche che consentono di guarire bambini da malattie per i quali un tempo l’unica soluzione sembrava l’aborto selettivo, screening postanali: tutto questo ha rivoluzionato in pochi anni la salute dei neonati. Questo e tanto altro in una tavola rotonda sulla promozione della natalità e della salute in Italia. Con un focus sul calo della fecondità in Italia. Salute del cuore, non è solo un affare da adulti. Le malattie cardiovascolari, che rappresentano la più importante causa di morte e di spesa sanitaria nelle società avanzate, si manifestano da adulti ma i processi di alterazione vascolare che ne sono la premessa cominciano nei primi 10 anni di vita. Diversi fattori di rischio (obesità, ipertensione) sono già presenti e attivi in età pediatrica e non riguardano esclusivamente gli obesi ma anche i bambini di peso normale. Quali sono nemici del cuore in età pediatrica? I consigli “salvacuore” dei pediatri italiani: sarà presentato il Manuale sul rischio cardiovascolare in età pediatrica e adolescenziale, primo nel suo genere, redatto dal Gruppo di Studio Ipertensione Arteriosa e Rischio Cardiovascolare della Società Italiana di Pediatria insieme alla SIEDP (Società Italiana Endocrinologia Pediatrica).
Allattare è bello. Un corso per aiutare le mamme ad allattare al seno con docenti di eccezione: mamme pediatre che hanno allattato.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

40° Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Estetica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 maggio 2019

Roma Venerdì 17 maggio 2019 – ore 11.30 Sala Maggioni del ‘Rome Cavalieri Waldorf Astoria Hotels & Resorts’ (ex hotel Hilton) in via Cadlolo, 101. Tra i temi principali della conferenza stampa il focus del congresso – i millennial e la medicina estetica – le ultime novità e i progressi della disciplina – dalle occhiaie all’acne, dalle aree dimenticate (ginocchia e ombelico) ai danni del fumo e dell’alimentazione – l’abuso di filler, l’analisi degli errori e la gestione delle complicanze in medicina estetica.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XXIII Congresso Nazionale CIPOMO_Tra tecnologia e informazione

Posted by fidest press agency su martedì, 14 maggio 2019

Lecce 16-18 maggio 2019 si tiene il XXIII Congresso Nazionale di CIPOMO (Collegio Italiano Primari Oncologi Medici Ospedalieri). Si propone quest’anno di affrontare un tema estremamente attuale: l’evoluzione della Medicina attraverso il sorprendente sviluppo tecnologico e le numerose informazioni che da esso provengono. I membri del CIPOMO si riuniranno in questa occasione per capire, discutere e riflettere su quanto le nuove tecnologie e i nuovi canali di informazione, come i social e l’intelligenza artificiale, stiano influenzando il mondo dell’oncologia e soprattutto quanto i medici oncologi siano preparati e propensi al cambiamento.
Il Congresso si apre con un’analisi dei tradizionali mezzi di comunicazione finora utilizzati per parlare di medicina. Il confronto tra il punto di vista giornalistico e quello medico forniranno utili spunti di riflessione sull’importanza di veicolare informazioni mediche accurate. La seconda parte della giornata sarà dedicata, invece, ai nuovi canali di informazione che caratterizzano l’era digitale in cui i professionisti della sanità sono spesso portati a interfacciarsi in maniera completamente innovativa.
Dopo una giornata dedicata ai metodi di comunicazione del presente e del futuro, durante la sessione dal titolo “Comunicare nella cronicizzazione”, verrà preso in esame da un lato il ruolo della comunicazione tra operatori e tra ospedale e territorio, dall’altro il contenuto tra trasmettere. Si cercherà di capire e discutere, infatti, quale potrebbe essere il modo migliore per parlare di tematiche delicate e complesse come la gestione delle tossicità, la gestione degli stili di vita e l’immunoterapia.
Nella stessa giornata verrà dedicato ampio spazio a riflettere su come la tecnologia incida sia sull’organizzazione sanitaria attraverso la costruzione dei percorsi come quello dei PDTA (percorsi diagnostici terapeutici assistenziali) che sui servizi di assistenza tramite le reti oncologiche regionali.
Consapevoli delle potenzialità offerte delle nuove tecnologie, il Congresso metterà in luce come queste possano migliorare gli attuali servizi di assistenza, toccando temi come i big data, le nuove normative legate alla privacy e alla sicurezza e il rapporto del cittadino con le nuove tecnologie sanitarie.
Nella settima sessione, attraverso una sorta di vetrina, si darà spazio alle concrete nuove tecnologie disponibili: l’intelligenza artificiale, le chatbot, nonché la gestione automatizzata delle terapie. Luca Colombo, Country Director Facebook Italy, sarà chiamato a discutere della possibile esistenza del connubio fra social media e medicina. Consapevoli della necessità di formare in maniera adeguata i primari oncologi del domani, un’intera sessione verrà dedicata all’OMFT (Oncology Management Fast Track), programma di formazione manageriale organizzato da CIPOMO in collaborazione con SDA Bocconi, che negli ultimi anni ha coinvolto 50 oncologi. Il viaggio di tre giorni sull’impatto dell’evoluzione della comunicazione e della tecnologia terminerà con un’occasione di riflessione, prevista per sabato 18 maggio, quando saranno presentati i progetti di CONTACI. L’iniziativa si propone di riportare al centro della cura gli aspetti meno appariscenti ma altrettanto importanti della medicina per offrire una buona assistenza, come l’ascolto, l’empatia e l’organizzazione dei servizi in funzione dei bisogni dei malati. Sarà un momento di incontro e confronto fra pazienti, medici, infermieri e associazioni, che si concluderà con la premiazione dei migliori progetti in ambito oncologico e assistenziale.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mueller lascia al Congresso USA il giudizio sull’ostruzione alla giustizia di Trump

Posted by fidest press agency su domenica, 5 maggio 2019

By Domenico Maceri. “Ringrazio il brillante e rispettatissimo avvocato Alan Dershowitz per avere demolito le stupidissime asserzioni legali del ‘Giudice’ Andrew Napolitano”. Questa la reazione di Donald Trump per commentare le recenti prese di posizioni di due collaboratori della Fox News sul tema dell’ostruzione alla giustizia contenuto nel rapporto del procuratore speciale Robert Mueller sul Russiagate. La colpa di Napolitano è di aver dichiarato che il rapporto di Mueller specifica la colpevolezza del presidente per ostruzione alla giustizia, considerando i suoi comportamenti “illegali, indifendibili e condannabili”. Secondo Napolitano, esistono i presupposti per procedere all’impeachment. Napolitano ha poi fatto dichiarazioni che cercano di colmare il buco nei suoi rapporti con Trump, spiegando in un’intervista alla Fox Business Network che il presidente è un suo amico da trent’anni e lo sarà per altri trenta. Ha etichettato anche normale che il 45esimo presidente lo abbia attaccato personalmente per distrarre l’attenzione dal rapporto di Mueller.
Come ho già scritto in proposito, Mueller ha concluso le sue indagini senza però incriminare il presidente anche perchè vi è una direttiva del ministero di Giustizia dove è precisato che un presidente in carica non può essere incriminato. Nel merito, a questo riguardo, va precisato che non sono state trovate prove inconfutabili di cospirazione fra Trump e i russi nonostante la campagna “sistematica” russa di sconvolgere l’elezione americana del 2016. La stessa sorte non è toccata ad altri 34 soggetti, alcuni dei quali sono già in carcere o hanno in corso dei processi. Da aggiungere pure che Mueller ha indirizzato 14 inchieste ad altri procuratori, 12 delle quali sono finora segrete.
Nel merito Mueller ha spiegato che “un’accusa criminale contro un presidente in carica” inciderebbe negativamente sulle sue capacità di governare. Questo potrebbe spiegare il suo comportamento nelle indagini dirette su Trump. Si ricorda che il 45esimo presidente non è stato interrogato direttamente da Mueller ma si è limitato a rispondere a domande per iscritto che ovviamente sono state preparate con l’assistenza dei suoi legali. A parecchie di queste domande Trump ha risposto di non “ricordare”. Posssiamo supporre che la decisione di Mueller di non insistere sull’interrogatorio faccia a faccia con Trump va ricercata nel fatto che poteva attingere da altre fonti le informazione che reputava utili alle sue indagini anche se nel suo rapporto aveva sottolineato di ritenere “insufficienti” le argomentazioni addotte da Trump. Resta quindi irrisolta la domanda cardine sul perché un candidato presidenziale avesse accettato volentieri l’assistenza russa per la sua corsa alle presidenziali.
La storia ci dice che un procuratore speciale può interrogare un presidente in carica. George W. Bush e Bill Clinton si sono sottoposti a testimoniare in casi di accertata ostruzione. Il primo fu nel caso di Valerie Plame, l’agente della Cia la cui identità fu rivelata da alcuni funzionari del governo. Uno di questi responsabili, Lewis “Scooter” Libby, capo di Gabinetto del vice presidente Dick Cheney a quei tempi, fu condannato per aver mentito agli investigatori, ma alla fine fu graziato in parte da Bush e, in modo definitivo, da Donald Trump. Clinton dovette testimoniare davanti un gran giurì per le indagini di Whitewater, un’inchiesta su investimenti immobiliari della famiglia Clinton e di alcuni collaboratori del presidente.
Ma chi è Mueller? E’ una persona rispettabile e moralmente integra a dispetto degli attacchi ricevuti da Trump durante i 22 mesi di indagini. Secondo un sondaggio (53% favorevoli) gli americani hanno su di lui un’opinione positiva. Il fatto che non abbia incriminato il presidente non lo si deve, tuttavia, intendere come una decisione assunta dal procuratore speciale nel considerare l’inquisito al di sopra della legge. Infatti, il rapporto spiega che il “Congresso può applicare le leggi di ostruzione al presidente” seguendo il principio che “nessuno” ha completa immunità, nemmeno il presidente. Significa, in altre parole, che solo il Congresso ne ha la facoltà.
Mueller difatti, come hanno rilevato parecchi analisti e in particolar modo Laurence Tribe, esperto di diritto costituzionale della Harvard University, ha fornito al Congresso una road map per procedere nel giudicare il presidente. Spetta ora al congresso trarne le conclusioni”.
Ricordiamo ai nostri lettori che Domenico Maceri, PhD, è professore emerito all’Allan Hancock College, Santa Maria, California. Alcuni dei suoi articoli hanno vinto premi della National Association of Hispanic Publications. (La Fidest è grata al prof. Maceri per il suo autorevole intervento riguardo questa spinosa questione che vede un presidente Usa coinvolto in un’inchiesta così delicata e divisiva per l’opinione pubblica del suo paese come nel resto del mondo).

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Roma: primo congresso nazionale sulla tutela delle Forze di Polizia

Posted by fidest press agency su sabato, 6 aprile 2019

Roma. Il prossimo 9 aprile si svolgerà a Roma, presso l’Ateneo salesiano, il primo congresso nazionale sulla tutela delle forze di polizia. Al congresso parteciperanno ospiti illustri molto conosciuti in ambito Sicurezza, come il Colonnello del Carabinieri Sergio De Caprio (Capitano Ultimo) e l’avvocato Giorgio Carta, noto legale esperto in Diritto militare e per le forze di Polizia, al quale di recente è stato conferito l’incarico di curare gli aspetti giuridici del Sindacato Italiano Militari (SIM). Interverranno al congresso anche Fabio Massimo Castaldo (vice presidente del Parlamento europeo), Filippo Verrone (presidente del tribunale militare di Roma), Antonio Serpi (segretario generale del SIM Carabinieri), Stefano Paoloni (segretario generale del sindacato di polizia SAP) e Franco Maccari (vice presidente del sindacato di polizia FSP). (fonte: Redazione GrNet.it)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primo Congresso Provinciale UIL Sicurezza Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 2 aprile 2019

Roma Grande soddisfazione per il primo Congresso Provinciale UIL SICUREZZA ROMA dove il Segretario Generale Antonio Lanzilli e il Segretario Nazionale Sergio Di Folco hanno ribadito l’importanza del sindacato nella Roma Capitale. E’ evidente che in una città come Roma , afferma il Segretario Di Folco, le problematiche relative alla sicurezza come i furti in casa, lo spaccio e le violenze sono in aumento , l’unica soluzione è radicalizzare la polizia non soltanto nel centro della città ma anche nelle periferie. Per fare tutto ciò bisogna mettere in condizione i poliziotti di fare il proprio lavoro con delle tutele in più che oggi non hanno. Potenziare, tutelare i poliziotti vuol dire mettere in sicurezza i cittadini . Chiude il Segretario Generale Uil Sicurezza Antonio Lanzilli complimentandosi con il Segretario Generale Provinciale UIL SICUREZZA ROMA Martino Esposito e il Segretario GENERALE AGGIUNTO UIL Sicurezza Roma VITTORIO DI PIETRO che insieme a Sergio Di Folco, ribadisce, sono convinto che riusciranno a far crescere sempre di più la segreteria della UIL SICUREZZA ROMA creando un filo conduttore tra l’amministrazione e i cittadini.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Treviso il quarto congresso internazionale di fisioterapia respiratoria

Posted by fidest press agency su martedì, 29 gennaio 2019

Treviso dal 21 al 23 marzo prossimi. Ormai giunto alla quarta edizione, l’appuntamento incentrato sulla fisioterapia respiratoria avrà come titolo ‘La tecnologia al servizio della clinica: suggerimenti dal passato per scommettere sul futuro’, e radunerà più di 300 tra specialisti del settore e ricercatori, provenienti dall’Europa e da ogni parte del mondo, pronti ad affrontare le sfide per i prossimi anni in campo riabilitativo pneumologico.
L’evento sarà arricchito da una ricorrenza particolare: quest’anno, infatti, l’Associazione, che da sempre diffonde la cultura della fisioterapia respiratoria in Italia, festeggia i 30 anni dalla sua fondazione avvenuta nel 1989.
“Il progresso ha cambiato in modo drastico la qualità e l’aspettativa di vita delle persone con insufficienza respiratoria. Ad esempio- continua Lazzeri- la possibilità di avere ossigeno liquido al domicilio, in contenitori di dimensioni trasportabili, ha consentito ai pazienti di mantenere uno stile di vita attivo e una vita sociale prima inimmaginabile. Ma ha trasformato anche la nostra professione di fisioterapisti ridefinendo ambiti di intervento sempre più ampi e specifici. Ricordo che agli esordi della mia carriera lavorativa, il saturimetro era uno strumento che richiedeva una valigia per essere trasportato: oggi ha la dimensione di un ditale e addirittura può essere uno dei sensori accessori di smartphone e smartwatch”.
Il Congresso sarà l’occasione per far conoscere alle nuove generazioni di fisioterapisti la storia della professione e di far toccare con mano ‘pezzi’ di tecnologia del passato e del presente, in un percorso virtuale e fisico che verrà allestito nella exhibition hall. Direttamente dagli archivi di ospedali e grazie alla disponibilità di molte aziende del settore, strumenti e macchinari del passato saranno esposti a fianco delle apparecchiature di ultima generazione per raccontare, anche attraverso la tecnologia, l’evoluzione di una professione.
Non solo celebrazione di un percorso, ma anche grande confronto scientifico, che si svilupperà tra sessioni plenarie e parallele, simposi, tavole rotonde e workshop. Si partirà dal tema attualissimo della presa in carico della fragilità nel paziente con patologia respiratoria cronica e nell’anziano.
Un tema “che in futuro ci impegnerà tantissimo come fisioterapisti specialisti in ambito respiratorio, soprattutto per quanto riguarda il domicilio. L’educazione all’autogestione della fase stabile di malattia- continua la presidente dell’ARIR- è la chiave di volta nella cura e prevenzione secondaria delle patologie respiratorie croniche; gli accessi del professionista saranno sempre più interventi irrinunciabili e finalizzati ad evitare riacutizzazioni, accessi al pronto soccorso e ricoveri impropri”.
Sessioni specifiche saranno dedicate alle ultime strategie di ricondizionamento e di allenamento, alla gestione delle problematiche respiratorie nella Fibrosi Cistica e nelle Bronchiectasie, nel paziente acuto, tracheostomizzato, in terapia intensiva, prima e dopo intervento chirurgico o trapianto polmonare. Per ogni argomento uno sguardo anche al ‘piccolo paziente’ sotto la guida di colleghi esperti in ambito pediatrico. Lo stretto legame tra professione e tecnologia sarà in ogni caso uno dei fili conduttori della convention. Ventilatori meccanici e CPAP, dalla valutazione al trattamento dei disturbi respiratori del sonno. “Come professionisti- spiega Lazzeri- siamo molto coinvolti anche nella terapia di questi disturbi, con la peculiarità di avere una particolare attenzione all’autonomia della persona, scegliendo le soluzioni il meno invasive possibili e dal minor impatto sulla qualità di vita del paziente”.
Alcune tecnologie diagnostiche verranno presentate in una veste diversa e proposte come guida alla fisioterapia respiratoria (ecografia toracica, tomografia a impedenza elettrica-EIT, tecnica delle oscillazioni forzate-FOT, ecc). “Anche in un ambito tradizionalmente legato alla forte competenza professionale del fisioterapista, come la gestione delle secrezioni bronchiali, vedremo come la tecnologia ci può assistere, arrivando a potenziare il nostro intervento e a migliorare l’autonomia del paziente” aggiunge la presidente dell’ARIR. Infine, un tema di grandissima attualità come le tecnologie mediche e di massa per la riabilitazione e il monitoraggio diretto e a distanza (Tele-riabilitazione e Tele-monitoraggio).
Al centro del programma congressuale anche un momento di riflessione sulle sfide del prossimo futuro in ambito di autonomia e responsabilità professionale, alla luce della legge Gelli-Bianco e delle prospettive di riconoscimento delle competenze specialistiche introdotte con il CCNL del comparto sanitario.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Congresso Siapav: Più attenzione alle patologie vascolari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 dicembre 2018

Cagliari. Le malattie cardio-cerebrovascolari sono la prima causa di morte in Italia e nei paesi sviluppati e uno dei più importanti problemi di sanità pubblica, anche a causa del loro impatto in termini di disabilità. L’attenzione e le grandi risorse dedicate agli eventi acuti rischia però di far dimenticare che la malattia è già presente da anni , in molti pazienti , silente ma non meno pericolosa.
“Il fatto che il 40% dei soggetti che subisce un infarto o un ictus nella fascia di età tra 35 e 64 anni muoia subito dopo l’inizio dei sintomi o comunque prima di arrivare in ospedale ha un impatto emotivo e mediatico più forte rispetto al lento processo di danno al sistema vascolare che presenta fattori di rischio evitabili e strategie di prevenzione” spiega il Dottor Guido Arpaia, Presidente della Società Italiana di Angiologia e Patologia Vascolare, società medica che raccoglie in sé tutte le professionalità mediche e chirurgiche che si dedicano alla gestione delle malattie vascolari. Il ruolo centrale della salute dei vasi, anche allo scopo di diminuire le cronicità che interessano i sopravvissuti agli eventi acuti, è stato confermato è sottolineato, nelle varie sessioni del congresso nazionale appena concluso a Cagliari. In particolare, è oramai ben evidente l’impatto di queste malattie sulla spesa sanitaria: basti pensare che più della metà dei ricoveri sono attribuibili a complicazioni di patologie croniche che vedono nel sistema vascolare il protagonista del danno come ipertensione, diabete, ipercolesterolemia, fumo di sigaretta… (Documento di strategia – Alleanza italiana per le malattie cardio- cerebrovascolari, 2017). “L’ipertensione, per esempio, rappresenta uno dei principali fattori di rischio ed interessa il 51% degli uomini e il 37% delle donne tra i 35 e i 74 anni (Dati indagine OEC/HES-ISS-ANMCO). Peccato che buona parte di questi, il 40% e il 35% rispettivamente, non ne sia consapevole, perdendo una preziosa occasione di mettere in atto misure di prevenzione” prosegue Arpaia. L’arteriopatia obliterante periferica (AOP) è una delle malattie del sistema vascolare più comuni ed interessa tra il 3 e il 7% della popolazione generale per raggiungere un picco superiore al 20% nei soggetti con più di 75 anni. Al danno dell’endotelio, la parete interna dei vasi sanguigni, consegue la formazione di placche aterosclerotiche che possono ridurre il regolare afflusso di sangue e complicarsi con un’ostruzione acuta del vaso stesso o con piccoli emboli che andranno ad ostruire vasi più periferici.
Quando sintomatica la AOP degli arti inferiori si estrinseca con la ‘claudicatio’ intermittente anche nota come ‘malattia delle vetrine’, caratterizzata da dolore più frequentemente al polpaccio, ma eventualmente anche a coscia e piede, che si presenta durante il cammino ed alleviato solo dal riposo. Nei casi più gravi si verifica una vera e propria ischemia dovuta alla compromissione della circolazione con dolore e formazione di ulcere cutanee. I pazienti con AOP sono da considerare ad altissimo rischio di complicanze vascolari, sia locali che in altri distretti come il cuore ed il cervello, in modo del tutto indipendente dal fatto che la malattia sia sintomatica o ancora silente e, spesso, misconosciuta.“Eppure nella maggioranza dei casi la diagnosi potrebbe essere effettuata anche dal medico di medicina generale con una semplice misurazione della differenza di pressione a livello di braccio e caviglia eseguita con un manicotto e un doppler portatile. L’indice della differenza tra i due livelli pressori può documentare precocemente l’aterosclerosi degli arti inferiori in pazienti a rischio portatori di diabete, ipertensione, livelli elevati di colesterolo, sindrome metabolica, obesità, fumo di sigaretta e vita sedentaria, tutte situazioni facilmente individuabili con un’ accurata anamnesi” spiega Arpaia. Al congresso nazionale si è fatto il punto anche sul TEV, acronimo di tromboembolismo venoso, altra condizione non rara e spesso silente e fatale. Esso non sempre è adeguatamente valorizzato nonostante sia la terza malattia cardiovascolare più frequente e prima causa di morte prevenibile intraospedaliera in quanto complicanza frequente di molte delle Patologie che portano a ricovero e della stessa riduzione della mobilità causata dalla malattia. La valutazione del rischio trombotico ed emorragico di ogni singolo Paziente dovrebbe essere implementata soprattutto in area medica: “Eppure basterebbe calcolarli (per esempio mediante gli score PADUA ed IMPROVE) e trattare i pazienti con una profilassi a base di eparina a basso peso molecolare o meccanica quando questa controindicate per ridurre il rischio in maniera considerevole. Nei pazienti oncologici serve un’ attenzione anche maggiore in quanto molte neoplasie possono produrre fattori pro-trombotici o comprimere localmente i vasi. Anche se in questi casi la profilassi farmacologica non è completamente codificata, almeno per la terapia del TEV sono ora disponibili i nuovi anticoagulanti orali diretti (NOAC) il cui profilo di sicurezza è sovrapponibile alle eparine ma con un vantaggio in termini di maneggevolezza grazie alla somministrazione orale che hanno dimostrato un favorevole impatto nel trattamento del TEV oncologico”. L’altra condizione sotto i riflettori degli angiologi è il linfedema, che interessa i vasi linfatici e conta 40000 nuovi casi l’anno. L’autostrada costituita dai vasi linfatici drena il 10% delle sostanze circolanti per poi scaricarle nelle vene succlavie. Il loro malfunzionamento si manifesta con gonfiore e stasi della linfa, ricca di proteine e causa di edema di elevata consistenza e difficile riduzione, agli arti superiori e inferiori, raramente in altri distretti. Il linfedema può essere costituzionale ma frequentemente è secondario ad interventi di chirurgia oncologica, ginecologica ed urologica. E’ ben noto il linfedema post-mastectomia che può interessare una donna su quattro con sintomi quali gonfiore, senso di pesantezza, limitazione nei movimenti, subito ma anche dopo alcuni anni dall’intervento. Un programma di Terapia Fisica Complessa consistente in linfodrenaggio, bendaggi e tutori elastici, terapie mediche e chirurgiche possono favorire il miglioramento del problema purché il paziente sia consapevole della cronicità e seguito con costanza: sembra infatti che proprio questa malattia sia una delle principali cause di ‘nomadismo’ medico.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XVII Congresso Nazionale di Associazione Italiana Dislessia

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 novembre 2018

Milano 14 e 15 dicembre presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi, in via Festa del Perdono si terrà il XVII Congresso Nazionale di Associazione Italiana Dislessia. Obiettivo dell’evento, dal titolo “Dislessia: liberi di apprendere”, è rimarcare l’importanza di imparare attraverso strategie, modalità e mezzi più congeniali e funzionali a ciascuno. Una “libertà di apprendere” da interpretare, quindi, non solo in termini di studio, ma anche di scelta personale, per ciò che riguarda l’indirizzo scolastico, il percorso universitario e, successivamente, la carriera professionale.Un ragazzo con DSA non è sempre libero di scegliere il proprio futuro: che cosa può fare la scuola per favorire una vera libertà di apprendimento? Quali benefici ha, anche sul piano neuro-funzionale, utilizzare una strategia di apprendimento più adeguata? Cosa perdiamo quando invece non ci viene data la possibilità di apprendere nel modo a noi più consono, anche in termini di autostima e motivazione? Questi e altri temi saranno indagati nel corso dei due giorni di convegno.
L’evento è aperto al pubblico, soci e non, in particolare studenti, genitori, docenti e professionisti del settore medico-sanitario. Le due giornate saranno l’occasione per parlare di DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) a tutto tondo, a partire dagli aspetti clinico-diagnostici, alla didattica inclusiva, fino ad arrivare alla dimensione personale di sviluppo delle potenzialità.Il convegno prevede un ricco programma di incontri e workshop, e vedrà alternarsi sul palco della plenaria numerose personalità del mondo accademico, istituzionale, sportivo e dello spettacolo.È richiesta l’iscrizione al congresso online sul sito aiditalia.org (https://www.aiditalia.org/it/attivita/980)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

11° Congresso della Funzione Pubblica Cgil

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 novembre 2018

Perugia da mercoledì 28 novembre a sabato 1° dicembre presso l’Hotel Giò Wine e Jazz Area in via Ruggero D’Andreotto 19 11° Congresso della Funzione Pubblica Cgil dal titolo: ‘Il lavoro nei servizi pubblici è. Per tutti, tutti i giorni’. Una quattro giorni che metterà al centro il valore dei servizi pubblici, e di coloro che li garantiscono nel pubblico e nel privato, guardando ai processi di innovazione e al bisogno di un piano straordinario di occupazione.
Oltre 500 tra delegate e delegati, studiosi di fama internazionale e autorevoli ospiti, insieme ad una rappresentanza del governo, nonché della Cgil nazionale, ruoteranno nel corso di questi quattro giorni e che si concluderanno con l’elezione del segretario generale della Fp Cgil. Tra le presenze al Congresso: la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, e il sottosegretario al Ministero della Pubblica Amministrazione, Mattia Fantinati, entrambi previsti per mercoledì 28 novembre, giorno d’apertura, e che interverranno subito dopo la relazione introduttiva della segretaria generale uscente della Fp Cgil, Serena Sorrentino. Insieme ai segretari generali di Cisl Fp, Uil Fpl e Uil Pa, Maurizio Petriccioli, Michelangelo Librandi e Nicola Turco, e al segretario generale di Epsu, Jan Willem Goudriaan, anch’essi previsti per il 28 novembre.
Il giorno dopo, giovedì 29 novembre, inframezzeranno il dibattito congressuale gli interventi della europarlamentare, Cécile Kyenge, e del presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini. Previste poi le relazioni del professor Nicolò Giangrande sul tema ‘Perimetro pubblico, disuguaglianze e crescita economica’ e del ricercatore dell’Inail, Emanuele Gruppioni, su ‘La Ricerca Pubblica fa bene alla Salute’.
Venerdì 30 novembre interverrà Rosa Pavanelli, segretaria generale di Psi, il famoso epidemiologo britannico, il professor Michael Marmot, con una relazione su ‘La Salute diseguale’ e il professor Enrico Giovannini su ‘Diseguaglianze e sostenibilità sociale’. Sempre venerdì verrà presentata la ricerca sul lavoro nelle pubbliche amministrazioni, condotto da Marta Fana e dalla Fondazione Di Vittorio, dal titolo ‘Piano Straordinario per l’Occupazione nelle Pubbliche Amministrazioni’. Infine, le conclusioni della giornata con l’intervento del segretario confederale della Cgil, Franco Martini.
Per chiudere, sabato 1° dicembre, ultimo giorno del Congresso, sono previste le elezioni del comitato Direttivo e dell’Assemblea generale della Fp Cgil. Infine, intorno alle ore 12, l’elezione del segretario generale, con la chiusura dei lavori prevista per le ore 13.30.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fp Cgil va a Congresso

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 novembre 2018

Perugia. Da mercoledì 28 novembre a sabato 1° dicembre si terrà a Perugia l’11° Congresso della Funzione Pubblica Cgil. Appuntamento all’Hotel Giò Wine e Jazz Area in via Ruggero D’Andreotto 19. Una quattro giorni che metterà al centro il valore dei servizi pubblici, e di coloro che li garantiscono sia nel pubblico che nel privato, guardando ai processi di innovazione e al bisogno di un piano straordinario di occupazione.
Oltre 500 tra delegate e delegati, studiosi di fama internazionale e autorevoli ospiti, insieme alla rappresentanza del governo, nonché della Cgil nazionale, ruoteranno nel corso di questi quattro giorni, che si concluderanno con l’elezione del segretario generale della Fp Cgil. Tra le presenze: la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, e il sottosegretario al Ministero della Pubblica Amministrazione, Mattia Fantinati, entrambi previsti per mercoledì 28 novembre giorno d’apertura, subito dopo la relazione introduttiva della segretaria generale uscente della Fp Cgil, Serena Sorrentino. Insieme ai segretari generali di Cisl Fp, Uil Fpl e Uil Pa, Maurizio Petriccioli, Michelangelo Librandi e Nicola Turco, al segretario generale di Epsu, Jan Willem Goudriaan, anch’essi previsti per il 28 novembre.
Il giorno dopo, giovedì 29 novembre, inframezzeranno il dibattito congressuale gli interventi della europarlamentare, Cécile Kyenge, e del presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini. Previste poi le relazioni del professor Nicolò Giangrande sul tema ‘Perimetro pubblico, disuguaglianze e crescita economica’ e del ricercatore dell’Inail, Emanuele Gruppioni, su ‘La Ricerca Pubblica fa bene alla Salute’.
Venerdì 30 novembre interverrà Rosa Pavanelli, segretaria generale di Psi, insieme al famoso epidemiologo britannico, il professor Michael Marmot, con una relazione su ‘La Salute diseguale’ e al professor Enrico Giovannini su ‘Diseguaglianze e sostenibilità sociale’. Sempre venerdì verrà presentata la ricerca sul lavoro nelle pubbliche amministrazioni, condotto da Marta Fana e dalla Fondazione Di Vittorio, dal titolo ‘Piano Straordinario per l’Occupazione nelle Pubbliche Amministrazioni’. Infine, le conclusioni della giornata con l’intervento del segretario confederale della Cgil, Franco Martini.
Per chiudere, sabato 1° dicembre, ultimo giorno del Congresso, sono previste le elezioni del comitato Direttivo e dell’Assemblea generale della Fp Cgil. Infine, intorno alle ore 12, l’elezione del segretario generale, con la chiusura dei lavori prevista per le ore 13.30.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’universo senior si riunisce a Rimini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 novembre 2018

Rimini dal 30 novembre al 2 dicembre 2018 presso il Palacongressi di Rimini la VII edizione del Congresso della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute, che vedrà riuniti in una tre giorni di lavori 6.000 delegati Senior Italia FederAnziani, in rappresentanza del mondo dei pazienti, e 2.000 esperti, tra medici di medicina generale, rappresentanti delle società scientifiche, della filiera sanitaria, delle massime istituzioni nazionali e locali. I lavori, articolati in sessioni plenarie e Dipartimenti focalizzati su singole aree terapeutiche, si concluderanno domenica 2 dicembre, quando i risultati delle attività scientifiche saranno proposti all’approvazione dei 6.000 delegati Senior Italia FederAnziani.Quest’anno il Congresso sarà focalizzato sul grande tema della prevenzione intesa come pratica centrale anche e, a maggior ragione, in età senior per migliorare la qualità della vita, ottimizzare le possibilità di cura e garantire la sostenibilità del Sistema Sanitario.Di prevenzione si parlerà, ovviamente, in CosmoSenior, la grande manifestazione, organizzata da Senior Italia FederAnziani in collaborazione con Italian Exhibition Group, che si svolgerà in concomitanza al Congresso, sempre presso il Palacongressi di Rimini. Prevenzione, ma non solo, perché nell’ambito di CosmoSenior – quest’anno alla sua sesta edizione – i temi più strettamente inerenti la salute sono solo una delle (fondamentali) facce del mondo senior, in cui stili di vita e qualità della stessa diventano tutt’uno, comprendendo non solo le buone prassi sanitarie, ma anche gli aspetti legati per esempio al tempo libero, il turismo, l’economia, i servizi, la tecnologia, il fitness e molto altro. Una tre giorni tra workshop, vasta scelta di aree espositive, convegni tematici e molto altro. Tante quest’anno le attività in primo piano: screening gratuiti, corsi di danza e di ginnastica, momenti dedicati alla pet therapy e allo showcooking all’insegna del sano e buon mangiare. Il tutto su una superficie di 11.000 metri quadri interamente dedicati a quelli (gli over 55) che oggi rappresentano il 35,4% della popolazione italiana (fonte Istat).

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »