Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘connessione’

Seconda stagione di Complimenti per la connessione

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 giugno 2017

Rai: sede di romaRoma Giovedì 22 giugno ore 10.30 Sala A Viale Mazzini, 14 Incontro stampa per la presentazione di COMPLIMENTI PER LA CONNESSIONE II Serie tv spin off di Don Matteo 20 episodi da 6 minuti In onda dal lunedì al venerdì Con Nino Frassica, Simone Montedoro, Francesco Scali, Nadir Caselli, Caterina Sylos LabiniRegia di Valerio Bergesio. Una produzione Rai Fiction – Lux Vide. Prodotta da Matilde e Luca Bernabei. Molte novità nella seconda stagione di Complimenti per la connessione: dalla caserma si passa a casa Cecchini per affrontare le tematiche legate alla “casa connessa”: Wi-fi, servizi di home banking, smart home, smart tv e nuove tecnologie legate al mondo del web. Un serie inclusiva che offre l’opportunità di far conoscere internet e i suoi vantaggi a chi ha ancora poca dimestichezza con il web. In onda su Rai1, da lunedì 3 luglio in prima serata

Posted in recensione, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Internet: ci sono 3,2 miliardi di utenti nel mondo

Posted by fidest press agency su martedì, 23 febbraio 2016

internetPiù del 45% della popolazione mondiale, pari a 3,2 miliardi, era connessa a Internet alla fine del 2015, secondo uno studio pubblicato dall’American social network di Facebook, che ha pubblicato il suo rapporto annuale Lunedi. Restano ancora 4,4 miliardi di persone che non hanno ancora accesso a Internet, di cui il 90% sono nei paesi in via di sviluppo. Tuttavia, la situazione progredisce, in quanto la percentuale di famiglie che hanno accesso a Internet nei paesi in via di sviluppo è aumentata dal 12% del 2008 al 28% nel 2015, grazie a ” a prezzi accessibili e un aumento del reddito mondiale”. Secondo il rapporto, i governi di questi paesi hanno un ruolo da svolgere per rendere Internet più accessibile e conveniente. La relazione indica inoltre che l’accesso a Internet a banda larga diventa sempre più accessibile. Il costo si è abbassato dell’ 82% negli ultimi quattro anni, e il calo è stato maggiore nei paesi in via di sviluppo. Tuttavia, rimane un divario molto ampio. In molti paesi, le donne usano internet molto meno rispetto agli uomini. E anche se il mondo usufruisce delle infrastrutture necessarie, quasi 1 miliardo di persone restano analfabete o incapaci di trarre beneficio dal contenuto, dei dettagli dei documenti online. Il rapporto stima che migliorare l’accesso ad internet è “una sfida importante, che richiederà la collaborazione di molti governi attraverso l’innovazione e gli investimenti”, valutando tale mancanza di cambiamenti significativi nella tendenze attuali, più di 3 miliardi persone sarà ancora in linea nel 2020. Ogni giorno siamo sempre più connessi. Il web permea ogni secondo della nostra vita; ce ne accorgiamo quando infiliamo lo smartphone nella nostra tasca, quando siamo in metropolitana, in strada, al cinema, persino a letto. Questa progressiva evoluzione del nostro modo di comunicare e connetterci con altre persone, aziende e servizi, osserva Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, dati alla mano, non è una prerogativa dei Paesi occidentali ma riguarda praticamente tutto il mondo. Facebook è quello più utilizzato nel mondo, ma non in Cina, e la penetrazione delle connessioni mobile raggiunge il 93% della popolazione mondiale. La ricerca evidenzia poi la penetrazione di internet per ogni Paese, e l’Italia non ci fa una bella figura: il nostro 58% ci posiziona infatti alle spalle della Polonia. Per quanto riguarda il nostro Paese, internet raggiunge oggi il 58% della popolazione, pari a 35 milioni e mezzo di italiani. Il 42% degli italiani sono su Facebook.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno: Musicologia

Posted by fidest press agency su domenica, 11 marzo 2012

Roma lunedì 12 marzo 2012 ore 17.00 aula Pirrotta – edificio facoltà di Lettere piazzale Aldo Moro, 5 Aaron S. Allen, docente di Musicologia alla Greensboro University of North Carolina, terrà una conferenza dal titolo Fidelio in Italia. L’evento si inserisce nella serie di appuntamenti Colloquia 2012, curati dalla sezione di musicologica del dipartimento di Studi greco-latini, italiani, scenico-musicali. Allen studia da anni le opere di Beethoven e sta completando una monografia sul Fidelio. Allen, assistant professor of musicology a Greensboro, University of North Carolina, si occupa della ricezione italiana di Beethoven nell’Ottocento e sta completando una monografia su Fidelio. Si interessa anche alla nuova disciplina denominata ecomusicologia che studia le connessioni fra musica, cultura e natura. Il prof. Allen dirige il gruppo di studio sull’ecocriticism della American Musicological Society (Franco Piperno)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nell’era di internet

Posted by fidest press agency su domenica, 12 giugno 2011

“La grande sfida, agli inizi del terzo millennio, è quella di recuperare i rapporti umani. E’ quella di ritrovare un’autentica comunicazione, che troppo spesso oggi viene sostituita da una fredda connessione”.
Con queste parole Tonino Cantelmi, presidente dell’Associazione italiana psicologi e psichiatri cattolici, ha aperto a Roma il convegno “La psicologia e le sfide della modernità”, organizzato dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.
All’incontro hanno partecipato suore, sacerdoti, catechisti, operatori di pastorale giovanile, medici, psicologi e infermieri.
“Non dobbiamo rinunciare alla bellezza delle nuove tecnologie, come Internet, che hanno molti lati positivi e possono essere utilizzate in modo costruttivo. L’importante è che non si sostituiscano alla realtà della vita quotidiana, al valore di un abbraccio vero e di una stretta di mano”, ha sottolineato Cantelmi.
Fra i vari interventi, lo psicologo dello sviluppo Daniele Mugnaini ha spiegato che “i bambini italiani stanno quasi due ore al giorno davanti alla TV. Quasi la metà ha il televisore in camera da letto, dice di non poterci rinunciare e vede tranquillamente film col bollino rosso; la maggioranza gioca ai giochi elettronici e ha Internet in casa. Il 60% di questi ha Internet in camera da letto, lo usa quasi tutti i giorni e ha un profilo sul social network”. “Tra gli stimoli con cui bambini e adulti sono bombardati – ha detto Mugnaini – compaiono molto l’oggettificazione della donna (anche in certe bambole, in diversi giochi elettronici e nell’abbigliamento), la collocazione del rapporto sessuale in relazioni disimpegnate, la sessualità spettacolare (anche nelle pubblicità e nei video musicali), ricreativa, casuale, sempre vincente e sempre più connotata da violenza e istintualità”. La psicoterapeuta Beatrice Toro ha parlato del triste fenomeno dei siti a favore dell’anoressia che “rappresentano uno dei tantissimi nodi di intreccio tra web, psicologia e psicopatologia”. “In questi blog e siti – ha spiegato – le ragazze gareggiano per perdere peso, si fotografano e mettono on line i loro ‘progressi’. È un’immersione entro logiche che sembrano ricalcare, in parte, miti normali: la magrezza, la bellezza, l’estetica a ogni costo. Non a caso, chi gestisce i siti non si ritiene una persona che soffre di un disturbo, ma piuttosto, un individuo che ha liberamente scelto uno ‘stile di vita’ anoressico, una filosofia della perfezione. Un modo di rendere innocue e trasgressive, nel contempo, le patologie alimentari, che vengono trattate come personaggi, semidivinità o, semplicemente, amiche”.
“Oggi – ha ricordato Beatrice Toro – dati scientifici ci dicono che le utilizzatrici di questi siti compromettono ulteriormente la loro salute: le anoressiche on line peggiorano il loro stato fisico, si ossessionano nel confronto e nella competizione. La loro autostima ne esce danneggiata”.
Lo psichiatra Antonio Sarnicola ha parlato dell’obesità che “insieme ai disturbi del comportamento alimentare, rappresenta un’emergenza sociale e sanitaria mondiale”. Sarnicola ha sottolineato che, nel caso dell’obesità, “la qualità della vita è compromessa anche e soprattutto per le conseguenze psicologiche indotte dai fallimenti dei precedenti tentativi dietetici e da una cultura che vede nell’obeso un soggetto pigro, trascurato e senza volontà. Si può perciò osservare in pazienti obesi il frequente riscontro di una scarsa stima di se stessi, depressione, disagio emotivo e altri problemi di natura psicologica, causati dai pregiudizi sociali, dalla discriminazione e dall’isolamento che compromettono la vita di relazione di queste persone”. La psicologa Michela Pensavalli ha parlato delle persone con dipendenze affettive “che vivono la relazione con l’altro come aspetto principale, fondamentale della loro vita, spesso come ossessione”. “Queste persone – ha spiegato – usano le relazioni con il proprio partner come mezzo per compensare la loro fragilità. Devono sempre sentirsi importanti e desiderate per avere stima di loro stesse. Il punto di vista del loro compagno è il loro metro di valutazione e osservazione di se stesse e del mondo circostante. Perdono il proprio punto di orientamento e si affidano completamente all’altro cercando di compiacerlo”.
Il congresso si è concluso con un intervento di German Sanchez, direttore operativo dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum che ha parlato dei problemi che possono sorgere nella società “liquida” di oggi. “La mente dell’uomo liquido che abita soltanto gli spazi tecno-mediatici – ha spiegato German Sanchez – non conosce altro spazio che il piccolo – grande mondo che le è proporzionato da Internet o dal proprio telefonino. Nella mente dell’abitante di questa società gli spazi sono abbattuti, rendendo così pericolosissimo il confine tra il reale e il virtuale. L’uomo liquido passa più tempo abitando il mondo virtuale che il mondo reale. Crea per sé un mondo ideale nel mondo virtuale. Quando deve passare al mondo reale la delusione è così grande che molte volte non riesce a fare una differenza tra mondo reale e mondo virtuale. Spesso il suo scopo è lasciare quanto prima il mondo reale, per andare ad abitare il mondo virtuale. Per lui, il mondo reale è una copia malfatta del mondo virtuale”.
German Sanchez ha concluso il suo intervento ricordando l’importanza del contributo positivo che sacerdoti e suore possono dare in un mondo sempre più spesso caratterizzato da rapporti non autentici, frutto di un cattivo uso delle nuove tecnologie. Un contributo che nasce soprattutto dalla capacità di trasmettere entusiasmo, ottimismo e speranza nel domani. Il convegno “La psicologia e le sfide della modernità” è stato organizzato dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum in collaborazione con AIPPC (Associazione Italiana Psicologi e Psichiatri Cattolici), Istituto di Terapia Cognitivo Comportamentale, SCINT scuola di specializzazione in psicoterapia cognitiva interpersonale, Italian Hospital Group, La Fondazione Centro di Formazione Culturale, UGL Medici.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Progetto wi-fi nelle scuole

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

È partita il 9 maggio l’iniziativa “Scuole in WiFi”, che mira a realizzare reti di connettività senza fili negli istituti scolastici italiani per offrire servizi innovativi, sia di tipo didattico sia amministrativo. L’intera scuola, comprese le aule, saranno coperte con una connessione internet senza fili che permetterà a studenti e professori di sfruttare la rete a fini didattici. Gli istituti scolastici coinvolti saranno 5mila per i prossimi mesi e altrettanti entro il 2012. Tutte le istituzioni scolastiche principali statali di ogni ordine e grado possono prenotarsi sul portale Scuola Mia per richiedere la fornitura tecnica. L’iniziativa rappresenta un tassello del più ampio progetto di digitalizzazione “Scuola Mia”, presentato nell’aprile scorso dai ministri Brunetta e Gelmini, che prevede, oltre all’introduzione delle reti wi-fi, altre novità come le pagelle digitali, la posta elettronica certificata, le iscrizioni e i pagamenti online. Il kit WiFi è costituito da un insieme di apparati e servizi, finalizzati a consentire alle istituzioni scolastiche di realizzare un collegamento alla rete internet, con tecnologia senza fili, di un’area del proprio edificio (ad esempio l’aula magna, un’aula didattica, un laboratorio d’informatica, ovvero anche più aule didattiche). Le istituzioni scolastiche possono presentare la domanda per la fornitura del kit WiFi fino alle ore 24 del 15 luglio 2011

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quale scienza per il XXI secolo?

Posted by fidest press agency su domenica, 9 gennaio 2011

Albert Einstein

Image via Wikipedia

L’evo moderno per la scienza parte dalla meccanica classica di Galilei-Newton, si dispiega con la relatività di Einstein ed oggi tende ad affrontare “l’insondabile” cercando di ridurre sempre più lo spazio che ci divide con l’ignoto che va oltre le stelle e va oltre la nostra vita. Non vi è dubbio che il principio di relatività di Einstein formulato nel 1905 è l’effettivo classico giro di boa della scienza contemporanea. Con lui abbiamo digerito non senza qualche difficoltà di comprensione il modo di stabilire una profonda connessione tra spazio e tempo o cronotopo a quattro dimensioni, l’uso della geometria degli iperspazi, cioè a più di tre dimensioni. Senza voler avere la pretesa di addentrarmi in una materia certamente affascinante ma altrettanto ostica per i nostri palati di non addetti ai lavori posso semplicemente dire che il vero segreto sulle origini della vita, intendo nella forma scientifica testata, resta inaccessibile, anche se la fantascienza più volte vi soccorre con teorie suggestive ma che hanno il solito difetto di non essere provate di là di ogni ragionevole dubbio. Penso, ad esempio, all’Universo e al problema cosmologico. “Le difficoltà della cosmologia – osserva Giuseppe Arcidiacono – derivano dal fatto che noi non possiamo muoverci liberamente nello spazio e nel tempo e quindi ci dobbiamo limitare ad osservare l’universo.” Questa impotenza della scienza di produrre dal sapere scientifico un sistema di verità definitive, ma di procedere solo per tentativi ed errori ci da la misura dei complessi problemi che sono a monte e delle sfide che noi abbiamo lasciate ai posteri, sia pure ad torto collo. Posso solo aggiungere l’interessante riflessione che ho proposto nel mio libro “Le ombre” dove la risposta sui temi della vita e della morte pur non trovando una spiegazione definitiva in termini scientifici in un certo qual modo li affianca con una conversazione da me avuta con una “entità” che vi appare e vi scompare e che sembra volermi dire che esiste una attiguità di mondi paralleli che la nostra vista non riesce ad individuare, colta da cecità spaziale, e che la loro interdipendenza ci rende meno soli nell’universo ma non ci spiega il perché dei nostri errori e delle nostre malvagità se non come uno specchio delle “cattive brame” che spettatori di una immaginaria platea assistono allo spettacolo che noi offriamo loro con trame da film degli orrori. Siamo i guitti dell’universo, ma specializzati in parti drammatiche. Forse la scienza potrà renderci tutto ciò più consapevoli o escluderlo in modo definitivo. Forse è proprio questo l’altro giro di boa che ci attendiamo. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Kit per micro imprese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 luglio 2010

Le chiamano micro-imprese e sono le aziende con meno di 10 dipendenti: un fenomeno in costante aumento negli ultimi anni, tanto che queste piccole aziende in Italia costituiscono il 95,6% del totale (dati Euler Hermes). Siseco ha realizzato “Vendo Subito”, un kit completo di soluzioni hi tech pensato appositamente per loro, partendo dalle proposte più semplici fino ad arrivare a quelle più sofisticate, che comprende internet, computer, fonia, generazione di contatti ed opportunità, CRM semplice e servizi di segreteria.
Ecco in cosa consiste il kit per micro-imprenditori di Siseco: il primo passo di solito è la messa on-line della società grazie a Impresa Semplice di Telecom Italia, partner di Siseco, che fornisce computer, connessione a internet 24 ore e telefonate a un costo fisso prestabilito mensile. Quindi si realizza un sito Internet istituzionale, semplice ma esplicativo e si esegue una indicizzazione precisa delle parole chiave più ricercate per settore. L’obiettivo è creare una vetrina Internet costruita con i più moderni principi di web lead generation capace di intercettare i “navigatori” più interessati: i potenziali clienti compilano un modulo e il contatto arriva direttamente al cliente.
E’ possibile integrare questi dati facendoli confluire direttamente nel CRM, il Customer Relationship Management per la gestione dei clienti, l’organizzazione dell’attività commerciale o per avere sotto controllo in modo facile e intuitivo il pacchetto clienti. Inoltre, per essere sempre raggiungibili, Siseco propone il servizio “Sempre reperibile con Siseco”, una sorta di segretaria virtuale dedicata che garantisce sempre la risposta al telefono, ma anche la pianificazione dell’agenda.
Oggi queste aziende riescono a gestire volumi d’affari elevati anche con pochissime risorse, grazie agli aiuti che dà la tecnologia: «In alcuni casi si tratta di imprenditori che si sono messi in proprio magari dopo che l’azienda dove lavoravano ha chiuso, spesso inseguendo la passione di una vita – afferma Lorenzetti -. In altri casi si tratta di persone che svolgono questa attività da anni ma che adesso, con la contrazione dei mercati, sono costretti a rivedere la gestione per contenere le spese al centesimo».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mine Action

Posted by fidest press agency su sabato, 3 aprile 2010

Roma 3 aprile 2010 dalle 16.00 alle 16.05 Piazza del Popolo ( davanti alla Chiesa di Santa Maria in Montesano – Chiesa degli artisti) Quinta Giornata Internazionale per la sensibilizzazione sul problema delle mine e sostegno alla giornata indetta dalle Nazioni Unite (4 aprile 2010). L’obiettivo sarà di richiamare l’attenzione sui diritti delle persone con disabilità di cui tre importanti Trattati Internazionali evidenziano importanti punti di connessione. La Campagna Italiana contro le mine celebra oggi la Giornata Internazionale sul problema delle mine giunta alla sua quinta edizione richiamando l’attenzione su diritti di tutte le persone con disabilità, siano esse vittime di mine antipersona, di bombe cluster e di ordigni inesplosi in generale, sia di tutte quelle persone colpite da disabilità per motivi diversi dall’incontro con un ordigno inesploso. Tutte queste persone sono accomunate dalla difficoltà dell’integrazione e vittime di pregiudizi. “Dal Cartagena Action Plan (piano d’azione 2010-2014), firmato da circa 100 paesi a dicembre scorso in occasione della Seconda Referenza di Revisione del Trattato di Ottawa per la messa al bando delle mine, è emersa come priorità per gli anni a venire l’assistenza alle vittime, ed il loro reinserimento socio-economico, ma tutto questo passa in secondo piano se non si garantisce a queste persone il pieno rispetto della loro dignità come esseri umani dichiara Santina Bianchini presidente dalle Campagna Italiana contro le mine.”. Ancora oggi ci sono circa 70 paesi inquinati da mine e ordigni inesplosi in cui le popolazioni vivono sotto la costante minaccia di un incidente in cui perdere un arto, entrambi, o la vista e sperimentare così la condizione di disabilità.  “Abbiamo deciso di fare di questa Giornata O.N.U sul problema delle mine un momento di riflessione sulle condizioni di vita e sui diritti negati delle persone che nelle diverse parti del mondo si trovano a lottare quotidianamente con ostacoli e barriere non solo architettoniche, ma soprattutto culturali” dichiara Giuseppe Schiavello direttore nazionale della Campagna Italiana . Dall’entrata in vigore del trattato di Ottawa (che oggi conta 156 Stati parte) sono state distrutte 44 milioni di mine contenute negli arsenali,  molte zone sono state sminate e le terre restituite ad un uso produttivo. Ma c’è ancora molto da fare per raggiungere l’obiettivo di un mondo libero dalle mine ed in cui tutti abbiano garantita l’accessibilità a servizi ed alle opportunità. Sin dalla prima edizione della Giornata O.N.U. dedicata al problema delle mine la Campagna Italiana ha organizzato le iniziative per la ricorrenza coinvolgendo i giovani.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Connessione impianto fotovoltaico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2010

Enerpoint Energy annuncia la connessione a fine dicembre 2009 dell’impianto fotovoltaico da 1 MWp situato a Monteparano (TA) e realizzato da Enerpoint S.p.A.  Composto complessivamente da 5.740 moduli fotovoltaici sarà in grado di produrre energia elettrica equivalente al fabbisogno di circa 500 famiglie. L’energia fotovoltaica prodotta eviterà l’emissione in atmosfera di circa 800 tonnellate annue di CO2. Grazie all’entrata in esercizio di questo impianto Enerpoint Energy raggiunge i 2 MWp di impianti collegati (il primo impianto da 1 MWp è stato infatti quello realizzato a Grottaglie, TA). Nel primo semestre 2010 Enerpoint Energy porterà a termine e collegherà ulteriori 5,5 MWp tra gli impianti in corso di realizzazione in Puglia e quelli sui tetti delle case in costruzione a L’Aquila.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rete elettrica: le maggiori “strozzature”

Posted by fidest press agency su domenica, 7 giugno 2009

Fra Calabria e Sicilia e fra Campania e Puglia tali strozzature sono dovute ai mancati investimenti sulla rete elettrica. Una ricerca condotta dall’Istituto Ref. (Ricerche e consulenza per l’economia e la finanza) su incarico di Consumers’ Forum ha stimato i danni subiti dai consumatori per i mancati investimenti sulla rete, causa delle numerose strozzature esistenti. Fra le maggiori criticità sulla rete di trasmissione elettrica risultano i mancati investimenti  sulla connessione fra la Calabria e la Sicilia, tra la Campania e la Puglia, oltre ai collegamenti tra le regioni: Piemonte-Lombardia, Emilia Romagna-Toscana, e tra Slovenia e Friuli Venezia Giulia. Nella ricerca viene stimato che i mancati investimenti e quindi la strozzatura tra la Calabria e la Sicilia comporta da sola un costo annuo a carico degli utenti di circa 320 milioni di euro. Queste strozzature, definite in gergo, “congestione”, comportano maggiori perdite di rete, difficoltà a utilizzare al meglio l’energia prodotta dalle nuove centrali e quindi, di fatto, una minore concorrenza sul mercato. Investimenti che contribuirebbero ad alleviare il peso della bolletta elettrica che grava sui consumatori. Consumers’ Forum, organizzatore dell’evento, e Adiconsum, Acu, Lega Consumatori, Casa del Consumatore, Unione nazionale Consumatori, sollecitano il Governo, Terna e l’Autorità per l’energia,  ad intraprendere ciascuno le azioni di propria competenza al fine di realizzare senza altro indugio tutti gli investimenti necessari. Ancora una volta le associazioni consumatori si pongono nei confronti del Governo, delle istituzioni non con mere denunce, ma con analisi e proposte.

Posted in Confronti/Your opinions, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »