Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘conoscenza’

“L’avventura della conoscenza”

Posted by fidest press agency su martedì, 17 settembre 2019

E’ il tema dell’intervento della Senatrice a vita e docente alla Statale di Milano Elena Cattaneo in occasione dell’evento organizzato oggi a Roma per i 150 anni dell’Associazione Italiana Editori (AIE) alla presenza del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella: “In ogni scoperta si nascondono racconti straordinari: passione, dubbi, coraggio, quello che serve per osare entrare in strade mai tracciate prima – ha spiegato-. Sapendo di poter fallire. Ma, anche in quel caso, si tornerà sempre a ricominciare. Perché la storia dell’uomo è una continua, inarrestabile esplorazione, nel tentativo costante di spostare sempre un po’ più in là la frontiera della conoscenza. Per sfidare questo confine l’umanità si è passata il testimone della conoscenza con la scrittura. Ogni pensiero raccolto in tavolette, papiri, pergamene, libri e – oggi – anche bit è una tessera di un mosaico unico e irripetibile, un chicco di una spiga che alimenta quei “granai dello spirito”, le biblioteche, da alimentare nel pubblico e nel privato specie in tempi in cui da più parti si tende a svilire la meraviglia della conoscenza”. In una giornata dedicata ai temi della conoscenza e della lettura, la Senatrice Cattaneo ha spiegato: “Avventura e metodo, passione e rigore: bilanciare questi apparenti opposti, come in una reazione chimica ben riuscita, è una delle peculiarità più significative, a mio avviso, della ricerca scientifica”. “Benché il nostro cervello – ha continuato –, ancora per molti versi uguale a quello che avevamo quando vivevamo nelle caverne, sia spesso portato a diffidare delle novità, la curiosità e la spinta verso la conoscenza sono istinti insopprimibili, connaturati a noi esseri umani. La ricerca non si può bloccare: non si arresta ai confini nazionali e trova sempre una via per andare avanti, nonostante le mille difficoltà che si possono presentare sul suo percorso”. Il metodo scientifico, ha concluso Cattaneo, è “la nostra bussola. È lo strumento migliore, ad oggi, che l’uomo abbia inventato per imparare a conciliare al meglio la sua parte istintiva e la sua parte razionale, l’apollineo e il dionisiaco, la scoperta e il consolidamento, la potenza creatrice che dà inizio a ogni cosa nuova e il rigore nel definirla. Finché quello che ieri sembrava impossibile diventa parte del nostro quotidiano”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Indagine demoscopica Cittadini e Malattie Rare: Conoscenza e Percezione

Posted by fidest press agency su domenica, 3 marzo 2019

Gli italiani non hanno le idee chiare sulle MR, a partire dalla loro definizione epidemiologica: più della metà pensa che colpiscano 1 persona su 100, mentre la soglia fissata per la definizione di rarità è 1 ogni 2000. Quasi tutti ritengono che le malattie rare siano di origine genetica, poco più della metà del campione però ritiene anche che possano essere sessualmente trasmissibili.Questo è emerso dall’indagine demoscopica Cittadini e Malattie Rare. Conoscenza e Percezione, realizzata da Osservatorio Malattie Rare in parnership con Datanalysis, Istituto di ricerche demoscopiche Area Salute.
L’indagine, condotta a campione, ha rivelato che c’è confusione anche sulle possibilità terapeutiche legate alle malattie rare. Due terzi dei cittadini contattati pensa che i farmaci per le malattie rare siano solo sperimentali. Mentre sappiamo che i farmaci approvati da EMA (Agenzia Europea del Farmaco) con indicazione per malattie rare sono stati 21 nel solo corso del 2018. Tra questi una terapia genica e due terapie immunologiche CAR-T – tecnicamente parlando ‘terapie avanzate’ – di estrema avanguardia ma certo non più sperimentali. A questa nuova tipologia di terapie l’Osservatorio Malattie Rare ha appena dedicato un portale ad hoc: http://www.osservatorioterapieavanzate.it
Sempre sui farmaci, l’86% è convinto che costino molto al nostro SSN, quando in realtà la spesa sanitaria complessiva per i malati rari nel è di 1,36miliardi l’anno, pari all’ 1,2% della spesa sanitaria complessiva. [Fonte: Rapporto OSSFOR 2018]
Non è chiara ai più nemmeno la situazione socioeconomica che caratterizza le famiglie con malattie rare. Il 74% pensa che i malati rari abbiano sempre diritto all’invalidità civile e alla Legge 104, il che dimostra che in pochi sanno che sono proprio i malati rari ad avere le maggiori difficoltà in termini di riconoscimento di diritti esigibili. Lo dimostrano le continue richieste che pervengono allo Sportello Legale Omar “Dalla parte dei Rari”, che ha erogato più di 50 consulenze in meno di un anno proprio su questo tema.
Sappiamo che la spesa sociale per i malati rari si attesta intorno al 100milioni di euro l’anno [Fonte CIEIS Tor Vergata 2018] ma le famiglie che convivono con malattie rare sono spesso in situazioni di difficoltà economica, dovuta al mancato riconoscimento del ruolo dei caregiver (quasi sempre i genitori) e agli ancora insufficienti ammortizzatori sociali previsti. L’indagine è stata condotta dal 15 al 21 febbraio 2019, utilizzando la metodologia delle interviste telefoniche CATI.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federico Motta Editore: l’iniziativa “La bussola della conoscenza”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 gennaio 2019

Parallelamente allo sviluppo di Internet e del web cosiddetto “collaborativo”, è emersa una tendenza a esprimere e promuovere posizioni antiscientifiche che mettono in discussione principi considerati validi in quanto empiricamente verificati. Alla luce di questo fenomeno, si rivela sempre più necessario tutelare la formazione delle nuove generazioni e assicurarsi che ricevano le informazioni corrette per apprendere con senso critico le fondamentali scoperte che a cui ci ha portato il progresso scientifico. Federico Motta Editore già nel 2006 ha contribuito, con la qualità e l’autorevolezza con cui da sempre si contraddistingue, a portare nelle scuole primarie e secondarie di primo grado concetti legati al tema dell’evoluzione e al viaggio di Charles Darwin. L’iniziativa, ideata e prodotta da Federico Motta Editore in collaborazione con Turisti per caso, il Museo di storia naturale di Milano e il Parco Oltremare di Riccione, è stata intitolata “La bussola della conoscenza” e rappresenta di fatto un progetto formativo innovativo, di particolare importanza divulgativa. La figura di Charles Darwin e i temi legati alla sua opera sono stati trasmessi agli studenti attraverso il laboratorio didattico multimediale “Il Viaggio di Darwin”, che unisce aspetti ludici e formativi.
Il laboratorio multimediale “Il Viaggio di Darwin” è stato in seguito pubblicato anche su CD-Rom: il progetto ha consentito a Federico Motta Editore di aggiudicarsi il premio Pirelli INTERNETional Award per il miglior prodotto multimediale italiano del 2006. La proposta didattica ha riscontrato fin da subito un ampio consenso: l’iniziativa ha consentito alla casa editrice di configurarsi come attore fondamentale nel settore della divulgazione editoriale in ambito scientifico. In passato Federico Motta Editore aveva già ricevuto i riconoscimenti del Ministero dell’Istruzione, diventando ufficialmente ente formativo. L’esperienza proposta nelle scuole primarie e secondarie di primo grado nel 2006 ha mantenuto un carattere ludico, pur affermandosi come un’importante occasione di apprendimento: l’iniziativa ha avuto successo nel rispettare le aspettative del target di riferimento, risultando divertente ma non per questo meno autorevole e significativa. I concetti e le informazioni scientifiche veicolate, pur non essendo di facile comprensione, sono stati trasmessi con efficacia grazie al laboratorio didattico multimediale.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I libri sono una finestra aperta alla conoscenza: ma sono serviti realmente?

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 agosto 2018

Non tutti i libri che posseggo (circa 3.500) sono freschi di stampa. Non pochi fanno sentire il peso dei loro anni con una copertina sgualcita, una pagina sbeccata. Alcuni di essi segnano un’età veneranda che va dal XVIII secolo al XX. Li guardo e rifletto. Quanti sono stati, nel corso dei miei lunghi anni, acquistati con l’intento di leggerli e li ho delusi?
Fu anche il momento della mia consapevolezza che lo scrivere, come per la lettura non aveva altro che un modo per distrarmi dai reali problemi della vita, perché la conoscenza sarebbe servita a poco a me stesso e meno che mai agli altri se l’umanità per secoli continua a vivere su valori enunciati pomposamente e altrettanto cinicamente disattesi.
Oggi come ieri scendo per strada e m’imbatto con un mendicante, con la vecchietta al mercato che centellina i pochi spiccioli che ha nel borsellino prima di fare un acquisto, prendo nota delle tante miserie umane e della ricchezza di chi vive nel superfluo mentre a molti manca in necessario. Se questa è la vita, ben misera essa mi appare. Ora che mi sento un sopravvissuto che senso ha aver letto e scritto tanto? D’altra parte che posso dire? I libri da me scritti, nati per essere raccolti in tomi ora si sparpagliano in unità distinte e restano, tuttavia, a dispetto delle mie amarezze una testimonianza dei miei fervori giovanili. Ho messo nero su bianco i miei trascorsi giovanili, gli anni della maturità e ora quelli del declino. Ho cercato di non disperdere i miei “ricordi” associandoli agli eventi della vita che mi hanno attraversato ora appena sfiorati ora impressi indelebilmente dentro di me. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuove diagnosi per l’Alzheimer

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 marzo 2018

Brescia. I giovani ricercatori dell’Irccs Fatebenefratelli di Brescia stanno studiando cosa succede quando avviene una stimolazione elettromagnetica transcranica nel malato di Alzheimer e un progetto italiano appena approvato (costo: 450mila euro) aggiungerà nuovi tasselli di conoscenza: in pratica, sarà validata una nuova metodica diagnostica non invasiva di questa forma di demenza, che potrebbe sostituire quelle più invasive attualmente impiegate. L’Irccs si è aggiudicato un bando per stabilire il potenziale diagnostico di misure funzionali delle connessioni cerebrali ottenute dalla combinazione della stimolazione magnetica transcranica con l’elettroencefalografia nella demenza di Alzheimer a esordio tardivo e in quella, più rara, ad esordio precoce. Si tratta di una metodica studiata in pochissimi centri nel mondo. Questo lavoro sarà svolto in collaborazione con l’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, con l’impiego di almeno 3 giovani ricercatori. «Il principale vantaggio di questo approccio è la possibilità di ottenere una valutazione della connettività nel singolo paziente, oltre alla non invasività della tecnica e al basso costo» osserva la coordinatrice Marta Bortoletto. Questo progetto si tradurrà in un nuovo strumento per aiutare la diagnosi, anche nelle prime fasi della malattia di Alzheimer e per varianti atipiche, e per monitorare la progressione della malattia e l’effetto dei trattamenti. «Pertanto, avrà un impatto diretto sulla ricerca clinica con una potenziale estensione di applicazione ad altre forme di demenza e altre sindromi di disconnessione» sottolinea la Bortoletto.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale per la Conoscenza della Leucemia Mieloide Cronica

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

Leucemia Mieloide AcutaRoma Domenica 24 settembre, in occasione della Giornata Mondiale per la conoscenza della Leucemia Mieloide Cronica (CML Day) è in programma a Roma la prima Fitwalking a sostegno di AIL. La passeggiata solidale non competitiva per il CML Day, realizzata con il patrocinio del Comune di Roma e del CONI, avrà luogo nel verde della Terrazza del Pincio di Villa Borghese alle ore 9.00 e prevede un percorso di 3 Km con partenza e arrivo a Piazzale del Pincio. La cura della Leucemia Mieloide Cronica negli ultimi anni ha avuto dei risultati estremamente significativi nel campo delle terapie. La Fitwalking for AIL sarà un’occasione per raccontare i traguardi raggiunti e le ulteriori prospettive nella cura e per sensibilizzare i pazienti affetti da questa patologia sulla possibilità di condurre una vita attiva, incoraggiandoli alla pratica dello sport. La Leucemia Mieloide Cronica (LMC) è un tumore del sangue prodotto da uno scambio di materiale genetico, o traslocazione, fra il cromosoma numero 9 e il cromosoma numero 22. Per questo motivo è stato scelto come giorno per la celebrazione della Giornata Mondiale per la Conoscenza della LMC il 22 settembre. La LMC solo 10 anni fa era una patologia considerata incurabile. Oggi, grazie agli straordinari progressi della ricerca, la malattia è sotto controllo ma c’è ancora naturalmente da fare, e tanti traguardi da raggiungere, per garantire una cura definitiva per tutti.
Quest’anno ricorre il 10° anniversario della “Giornata Mondiale” e in oltre 80 Paesi in tutto il mondo, le Associazioni di Gruppi di Pazienti organizzano eventi ed iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi legati alla malattia. In Italia, l’AIL insieme al Gruppo AIL Pazienti Leucemia Mieloide Cronica, ha scelto di celebrare la Giornata domenica 24 settembre con un’iniziativa all’insegna dell’attività fisica e della solidarietà.
Il Fitwalking è una disciplina sportiva nata solo qualche anno fa ma ormai molto diffusa, utile per mantenere il fisico allenato senza compiere sforzi eccessivi, è l’ideale per chi desidera fare sport e migliorare le proprie capacità fisiche passeggiando nella natura. In occasione della Fitwalking for AIL sulla Terrazza del Pincio verrà allestito un villaggio per l’accoglienza, il percorso prevederà la partenza dalla scenografica Terrazza, poi 3 km attraverso il parco, con il taglio del traguardo nuovamente al Pincio. Il Gruppo AIL Pazienti Leucemia Mieloide Cronica nasce nel 2009. Si tratta di un gruppo di auto mutuo aiuto costituito da pazienti e familiari, impegnato a diffondere la conoscenza della malattia, ad incoraggiare la ricerca per la sua cura, ad aggiornare i pazienti sulle innovazioni terapeutiche e a promuovere iniziative di advocacy a favore della comunità dei pazienti.
L’AIL, da oltre 45 anni, promuove e sostiene la ricerca scientifica per la cura delle leucemie, dei linfomi e del mieloma. Assiste i malati e le loro famiglie, accompagnandoli in tutte le fasi del lungo e spesso sofferto percorso della malattia, offrendo loro servizi, conoscenza e comprensione. È al loro fianco per migliorarne la qualità della vita e sostenerli nel complesso percorso delle cure. La quota di partecipazione alla Fitwalking for AIL è di 5 euro che saranno destinati interamente all’AIL. (foto: nuovi traguardi)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

BPCO, una malattia che gli europei conoscono poco

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

European public opinion“Hai mai sentito parlare di BPCO?” Due volte su tre, la risposta a questa domanda è “no”. Soltanto il 45% dei tedeschi, il 44% degli inglesi, il 41% degli spagnoli, appena il 20% dei belgi e, fanalino di coda, il 10% degli italiani, infatti, ha risposto di sì. A rivelarlo è un’approfondita indagine realizzata a luglio da GfK Eurisko in cinque paesi europei (Italia, Germania, Spagna, Regno Unito, Belgio) su un campione di 4.250 persone dai 18 anni in poi. In media, “ha sentito parlare di BPCO” il 35% degli intervistati e soltanto il 10% ha associato la sigla alla Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva. Un numero sorprendentemente basso per una malattia che colpisce 348 milioni di persone nel mondo e che entro il 2020 sarà la terza causa di decesso. L’indagine GfK Eurisko “La BPCO (Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva) le conoscenze, i vissuti, l‘impatto sulla qualità di vita”, svela molti aspetti di questa malattia e della percezione che se ne ha. Correttamente, viene considerata grave o molto grave nella quasi totalità dei casi (95%) e nella classifica delle patologie più severe viene messa al quinto posto, dopo cancro, infarto, ictus e Alzheimer. Anche riguardo alla prevenzione c’è un buon livello di consapevolezza: i dati mostrano che per la maggior parte delle persone che la conoscono, la BPCO può essere prevenuta non fumando o smettendo di fumare (84%) e facendo controlli periodici (63%). Il fumo, in particolare, è considerato la causa principale dell’insorgere della malattia (da oltre l’80% di chi ne ha sentito parlare), seguito dall’inquinamento (54%) e dalla familiarità (37%).“È indispensabile che si alzi la guardia su questa malattia, che nel mondo causa tre milioni di morti ogni anno”, afferma Leonardo M. Fabbri, già Professore di Medicina Interna e Respiratoria presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, Visiting Professor di Medicina Interna e Respiratoria all’Università di Ferrara e Gothenburg (Svezia). “Secondo l’indagine GfK Eurisko – continua Fabbri – l’opinione pubblica la pone al quinto posto tra le malattie più invalidanti, dopo gli eventi cardiovascolari. Ma pochi forse sanno che oggi la mortalità di chi è ricoverato in ospedale per infarto è del 15% a tre anni, mentre la mortalità di un paziente con BPCO ricoverato per una riacutizzazione della malattia, cioè un peggioramento acuto dei sintomi, è del 50% nello stesso periodo”.
I sintomi della malattia più presenti risultano essere la stanchezza (48%), la mancanza di fiato/fiato corto (dispnea, 46%), la tosse secca (40%), il senso di oppressione sul petto e la difficoltà a respirare (31%).Ma al di là dell’elenco dei singoli sintomi, i dati svelano il grande impatto della malattia sulla qualità della vita. La BPCO influenza la vita in generale nel 75% dei casi, il lavoro e le attività quotidiane nel 66%, la vita sociale, le relazioni e la vita familiare nel 56% e la vita di coppia nel 51%.
Scendendo più nel dettaglio, nel 79% dei casi i pazienti hanno difficoltà a fare qualsiasi tipo di attività sportiva; nel 62% non riescono a dedicarsi come vorrebbero al proprio hobby; nella stessa percentuale (62%) non riescono a prendersi cura dei bambini o a giocare con loro; il 56% limita i viaggi, il 53% la vita affettiva, il 47% gli incontri con gli amici e il 42% le uscite per andare al ristorante, al cinema, a teatro, al pub.
Solo il 35% dei pazienti intervistati assume un solo farmaco, il 42% ne assume due e ben il 23% ne assume tre o più. Questo per molti significa dover gestire più inalatori: un problema che si riflette sull’aderenza al trattamento. Se il 75% segue le prescrizioni del medico, infatti, uno su quattro non riesce: la metà perché si sente meglio e pensa di non aver bisogno del farmaco, il 41% perché si dimentica, il 13% perché “assumere tante medicine lo fa sentire malato”. Altri commentano che “è difficile utilizzare differenti tipi di inalatore”, che la cura non è efficace e che è una cura complicata, ed è facile commettere errori.
In ultimo, l’indagine ha sondato quali siano i bisogni ancora insoddisfatti di questi pazienti. Ebbene, la stragrande maggioranza – 85% – vorrebbe un farmaco che lo facesse stare meglio, il 77% vorrebbe un farmaco che agisse più in fretta, il 65% vorrebbe usare un solo inalatore, il 60% vorrebbe dover assumere un solo farmaco.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dalla preistoria alla storia e alla cronaca

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 agosto 2017

mondo-multi-polareGli eventi che hanno cadenzato il passo della storia sono partiti da una memoria orale, dalla mitologia, da vaghe scritture fatte più di simboli che di lettere per poi passare ad una narrazione episodica e letteraria ed infine alla trattazione scientifica e globale degli eventi fondamentali della vita degli esseri umani. Man mano che questo livello d’informazione si rendeva più preciso e si approfondiva con il supporto di elementi tecnici e tecnologici abbiamo avuto la possibilità di valutare gli eventi con il massimo possibile di approssimazione alla realtà. Questo discorso oggi lo poniamo mentre stiamo assistendo da cronisti ciò che i posteri tra una decina di lustri potranno dire di noi e ci chiediamo se essi sapranno sgrossare le tante coperture surrettizie che abbiamo creato per andare dritti al nocciolo della questione. E se oggi volessimo fare storia, di questa cronaca, potremmo forse dire le stesse cose che lo storico pronuncerebbe tra 50 anni? Probabilmente No. Il perché è facilmente intuibile. Siamo troppo versati a curare il particolare, a dare una versione edulcorata alle circostanze che più ci stanno a cuore e ad esternalizzare con severità ciò che meno ci aggrada. Forse i nostri figli e nipoti di oggi potranno permettersi di fare questo salto di mezzo secolo e ritrovarsi tra le mani una storia che essi hanno vissuto da spettatori, così come accade oggi agli anziani che da giovanissimi si sono trovati nel bel mezzo di una grande guerra mondiale. E’ un discorso che non facciamo a caso. Conoscere la storia contemporanea, diciamo degli ultimi 50-100 anni, è una buona cosa soprattutto per i politici dei nostri giorni. Potrebbero evitare dei grossolani errori o incappare in giudizi storici troppo affrettati. Un tempo vi erano le scuole di partito volte all’indottrinamento ideologico dei funzionari che formavano l’ossatura dei rispettivi movimenti politici. Fungevano da “guardiani” dell’ortodossia. Oggi potremmo riesumarli, ma cambiando la logica dell’indottrinamento per quella della conoscenza per quanto sia possibile obiettiva e critica su fatti e circostanze del nostro immediato passato e che a tutt’oggi vi riverbera la sua lunga ombra. Forse potremmo diventare più saggi e comprendere meglio la cronaca politica di questi giorni. Forse potremmo evitare qualche errore di troppo. Chissà. (Riccardo Alfonso direttore Centro studi sociali e politici della Fidest da “Lezioni di politica”)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per le Aziende conoscere il cliente è fondamentale

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 luglio 2017

pirellone-milanoMilano. Le aziende credono di conoscere i loro clienti, ma non è vero o non li conoscono abbastanza. In realtà, infatti, il 42% dei consumatori non si sente né ascoltato né compreso, come emerge da una recente ricerca internazionale realizzata da ResearchScape per Talend. La survey ha indagato su un campione di 1094 consumatori dai 18 anni in avanti, di 4 nazioni diverse, con interviste on line avviate in marzo 2017. Lo scopo dello studio era di capire tra l’altro il comportamento dei consumatori per influenzare le loro decisioni di acquisto e migliorare il servizio clienti, con lo scopo ultimo di aumentare i fatturati e creare fidelizzazione a fronte di una tendenza all’infedeltà ai brand, al calo dei consumi e a scelte sempre più autonome.
Di quanto sia necessario oggi conoscere meglio i propri clienti e delle tecnologie disponibili, si è discusso nel corso di una tavola rotonda dal titolo “La Centralità del cliente: metodi per un dialogo diretto ed efficace”.
Hanno partecipato al confronto: Angela Perego, SDA Bocconi School of Management, Alberto Bruno, Amministratore unico di BRAL, distributore Perfetti Van Melle (confetteria); Alfonso Marra, AD di Klompan International (multinazionale dei tessuti tecnici da lavoro), Carlo Scarbolo, Business Analysis e CRM di Cattolica Assicurazioni, Matteo Rivolta, Presidente e AD di RIFRA Milano (arredi), Michele Pagani, AD, CRO e General Manager di Serralunga (arredi) e Bernard Cantournet, che propone BES, una nuova metodologia di ricerca di mercato cross channel, che utilizza un algoritmo proprietario e un nuovo approccio visual e raggiunge i soggetti con strumenti multipiattaforma.
Il messaggio complessivo emerso dal workshop è stato quindi incentrato sulla necessità di cambiare i paradigmi di analisi dei consumatori, esplorando nuove strade per sviluppare il necessario dialogo confidenziale con il proprio cliente.
“La raccolta e l’analisi dei dati deve essere velocissima – insiste Angela Perego – per permettere all’impresa d’interagire con il suo mercato di riferimento attraverso proposte collegate al comportamento attuale dei clienti”.
“Sfide importanti – sottolinea Angela Perego – determinate dal fatto che non è più l’azienda a guidare gli acquisti del consumatore, ma è il cliente a decidere quando, se e come comprare”. Anche nel B2B si sente l’esigenza di una relazione costante con l’end-user: “C’è distonia tra canale commerciale e produttore, che non sa nulla del mercato a cui rivolge l’offerta – dice Michele Pagani di Serralunga, azienda del settore arredo che conta € 30 mld di fatturato in Italia -. Per questo occorre mettere in comune quello che si sa del cliente con un CRM dotato dei campi necessari secondo una strategia commerciale evoluta e personalizzata. Per aumentare i ricavi la conoscenza del consumatore finale è fondamentale”.
Per Alfonso Marra di Klopman, azienda manifatturiera che produce tessuto tecnico per l’abbigliamento da lavoro e che utilizza le survey di BES, “il passaggio, per la nostra azienda, dal monopolio al regime di concorrenza ci ha spinto a creare differenziazione competitiva sviluppando la comunicazione non solo col cliente diretto B2B, ma anche con il brand che adotterà la divisa, ovvero l’end-user. Un processo conoscitivo molto complesso, ma siamo arrivati ad un livello soddisfacente.” Sempre nel B2B un originale punto di vista lo porta Matteo Rivolta, Presidente e CEO di RIFRA Milano: “A guidare le nostre scelte di mercato non è il singolo cliente bensì la concorrenza. Questa strategia aziendale è data dal fatto che produciamo prodotti innovativi sui quali quindi eventuali clienti non potrebbero esprimere richieste. Proprio per questo motivo, la comunicazione on e off line è mirata non ai prodotti ma al brand, per creare una relazione di fiducia continuativa”.
“Anche l’esperienza di BES conferma i dati della ricerca, – conclude il CEO di BES, Bernard Cantournet -. Oggi le aziende sostengono di voler conoscere bene il cliente, cercano risposte sui social e con i Big Data, ma non fanno la cosa più semplice che è chiedergli direttamente cosa vuole, chi è, cosa si aspetta. La comunicazione monodirezionale azienda-cliente è una strategia superata. I clienti non sono più dei soggetti passivi da spingere all’acquisto, ma chiedono di essere ascoltati attivamente dai brand così come dalle istituzioni. I tradizionali metodi di intervista dei consumatori, però, risultano spesso inefficienti e rischiano di diventare addirittura controproducenti, se riportano in azienda una visione parziale e faziosa della realtà. In un contesto economico mutevole, dato da una concorrenza esasperata, da un ridotto potere d’acquisto e da una tecnologia pervasiva, serve innovazione anche nel settore delle indagini di mercato. I nuovi strumenti basati sulla Business Intelligence e sugli algoritmi permettono di instaurare un dialogo con i soggetti come se ci si trovasse a prendere un caffè con ognuno di loro. Questo è quanto offre il Metodo BES Sapere, Comprendere, Decidere, già applicato con successo in diverse aziende come la rivista ‘L’Impresa’ – Gruppo Il Sole 24 Ore, la onlus ‘Rondine’, nota come Cittadella della pace, Klopman International, Assicurazioni Generali, IPSEN Innovation for patient care, VITEC Group, BNP Paribas e Carrefour. (foto: Bernard Cantournet)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Conoscenza e nuovi media per la ricostruzione somala: L’Archivio Somalia

Posted by fidest press agency su martedì, 23 maggio 2017

Roma Mercoledì 24 Maggio 2017, ore 15:30 Aula Magna del Rettorato Via Ostiense 159. Il Centro Interdipartimentale di Studi Somali organizza una giornata di studio a conclusione del progetto Archivio Somalo allo scopo di presentare i risultati degli ultimi anni di lavoro e di valutarne gli obiettivi, le finalità, il riscontro internazionale e gli sviluppi futuri. Programma:
Saluti Prof. Mario Panizza – Rettore Università degli Studi Roma Tre Amb. Elisabetta Belloni – Segretario Generale MAECI Amb. Cabduraxmaan Sh. Ciise Maxamed – Ambasciatore della Repubblica Federale Somala Prof. Alessandro Volterra – Direttore Centro Studi Somali Modera Prof.ssa Annarita Puglielli – Presidente Onorario Centro Studi Somali
Intervengono: Prof. Ali Jimaale Ahmed – Queen’s College, City University di New York Dott. Mario Raffaelli – Presidente AMREF Italia.
Verranno presentati i due progetti paralleli: l’Archivio Somalo Offline e il documentario L’Archivio Somalo e le sue origini. http://www.archiviosomalia.it/ilprogetto.html

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Verso la conoscenza delle basi genetiche dell’aterosclerosi

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 aprile 2017

Praga, Stare Mesto 1983, mostra Jappelli 01Praga 23 aprile 2017. Un’anteprima dell’85mo Congresso della Società Europea di Aterosclerosi. È il meeting “Lipids & lipoproteins atherosclerosis: from genes to therapy”, dedicato ai progressi della genetica nella comprensione e nella lotta all’aterosclerosi. Promosso dalla Fondazione Internazionale Menarini e presieduto da Alberico Catapano, Docente di Farmacologia all’Università di Milano e Presidente della Società Europea di Aterosclerosi, si svolgerà a Praga il 23 aprile, mentre in serata si aprirà il congresso europeo.«Negli ultimi anni abbiamo assistito a un’esplosione di informazioni provenienti dalla genetica e dalla biologia che hanno aperto la strada a una migliore comprensione della fisiologia e della patologia di numerose malattie» spiega Catapano. «Lo studio della dislipidemia non fa eccezione: con l’avvento di nuove tecnologie per lo studio del codice genetico, la conoscenza della genetica umana delle lipoproteine è progredito notevolmente. L’applicazione di queste tecnologie, parallelamente alla comprensione delle basi metaboliche per le forme genetiche delle dislipidemie, ha posto le basi per l’identificazione di possibili target per l’intervento farmacologico e per lo sviluppo di nuovi farmaci. Il meeting analizzerà queste nuove frontiere e come queste recenti conoscenze modificheranno l’approccio clinico relativo al controllo delle dislipidemie e di conseguenza delle malattie cardiovascolari».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In ricordo di Margherita Hack

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 giugno 2016

MargheritaHackMargherita Hack aveva una intelligenza superiore e un umorismo sagace, mescolati in un arcobaleno di idee illuminate che hanno fatto di lei un riferimento impareggiabile di emancipazione e razionalità.Il valore della sua esistenza si comprende nella contrapposizione alla devastazione delle azioni antiumanitarie della religione dominante.Si era informata sugli obiettivi di Democrazia Atea ed in un colloquio indimenticabile, circondate dai suoi gatti, ci aveva posto domande sulla nostra determinazione politica contro la deferenza clericale, sul nostro antifascismo, sulla nostra convinta difesa dei diritti umani.La ricerca scientifica e la tutela dell’istruzione pubblica erano le sue preoccupazioni più pressanti e il programma politico di Democrazia Atea non li trascurava.Dunque decise che le sue battaglie potevano trovare nel nostro partito una cornice di totale condivisione.Non ha mai interferito con la conduzione del partito, esprimendo posizioni personali di benevolenza o di contrasto con chiunque in quel momento subiva la sovraesposizione mediatica, e nessuno avrebbe mai potuto ingabbiare le sue valutazioni nella pochezza di una logica contingente.Nè un partito che fa del libero pensiero la sua arma contro l’oscurantismo avrebbe mai potuto inciampare nella contraddizione di pretendere da chiunque posizioni di convenienza politica a scapito di una autonomia di giudizio. Il libero pensiero di cui la Hack era una lucida esponente, ruotava su tre poli tra loro inscindibili: la politica, la divulgazione didattica e la ricerca scientifica.Ci ha lasciato testimoni di un palpito sovratemporale di tensione ideale protesa verso il principio di laicità. Democrazia Atea nella ricorrenza della sua morte la ricorda con affetto e riconoscenza. (mi associo al ricordo di Margherita Hack che ho spesso citata nei miei libri e di cui conservo un’immutata stima e rispetto per il suo grande contributo alla conoscenza. Riccardo Alfonso)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno: Terre marchigiane Conoscenza e gestione

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 maggio 2016

Terre marchigianeAncona venerdì 27 Maggio 2016 nell’Aula Magna del Rettorato, P.zza Roma. Il Convegno si propone di indagare il rapporto tra paesaggio e rete dei musei e contemporaneità. Per comprendere, conservare, valorizzare il “paesaggio” è necessaria una conoscenza ampia che corrisponda alla specificità del tema nella sua accezione di “sistema complesso”.Le diverse discipline culturali, che concorrono, insieme agli interventi della politica, alla formazione del paesaggio, rappresentano strumenti per l’ interpretazione dello stesso nelle sue diverse componenti: naturali, estetiche, economiche e sociali.In analogia ai processi di comprensione è maturata la consapevolezza che la conservazione, la valorizzazione e la gestione del paesaggio richiedono anch’essi processi interdisciplinari nei quali le diverse competenze intervengono, in maniera paritetica, mantenendo la loro specificità ed autonomia scientifica.
Come il paesaggio esprime i valori culturali del territorio, inteso come fenomeno totale e diffuso, i musei ne rappresentano una sintesi, in quanto luoghi di accumulazione di quegli stessi valori che interpretano e restituiscono alla fruizione.La rivoluzione tecnologica della società contemporanea offre strumenti e possibilità i cui limiti sono solo quelli delle capacità di immaginazione e progettazione degli operatori, garantisce la creazione di interrelazioni disciplinari, sia nelle fasi di ricerca e conoscenza, sia nelle fasi di valorizzazione e gestione, consente agli istituti culturali di ridefinirsi come soggetti attivi del territorio e della comunità in cui agiscono. (foto: Terre marchigiane)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

ONU: diritto alla conoscenza e universalità dei diritti umani

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 aprile 2016

Altare della patria (3)Roma Il 7 aprile, alle ore 15.00, a Palazzetto Venezia Piazza San Marco 51, Presentazione di “SOS stato di diritto” e della risoluzione ONU. Sposare la causa dello stato di diritto non vuol dire fermarsi solo ad un’operazione giuridica, bensì agire anche per la salvaguardia delle connesse libertà. Daqui, la discussione sullo stato di diritto non può prescindere da quella sul “diritto alla conoscenza” che, dopo il “diritto alla verità”, consiste nel diritto di conoscere in quale modo e per quale motivo i governi prendono determinate decisioni che influiscono sui diritti umani, sulle libertà civili e sulle scelte di politica internazionale.E’ il filo conduttore della nuova campagna promossa da Marco Pannella con il Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito, in collaborazione con la Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale (SIOI), l’Istituto Affari Internazionali (IAI) ed il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Insieme avvieranno un percorso graduale all’ONU che culmini con una risoluzione in Assemblea Generale che riconosca a livello internazionale la codificazione del diritto umano universale alla conoscenza.“SOS stato di diritto”: la presentazione della risoluzione si terrà giovedì 7 aprile, alle ore 15.00, presso la SIOI – Associazione Italiana delle Nazioni Unite,dove interverranno – tra gli altri – il presidente della SIOI Franco Frattini, il viceministro agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Vincenzo Amendola, Giulio Terzi presidente del “Global Commitee for the Rule of Law”, il consigliere scientifico dello IAI Natalino Ronzitti, e Elisabetta Zamparutti, membro del Comitato del Consiglio d’Europa per la Prevenzione della Tortura. Sarà inoltre presente all’incontro Matteo Angioli, membro del Consiglio generale del Partito Radicale e di “Non c’è Pace Senza Giustizia”, curatore del volume degli atti della Conferenza “Universalità dei Diritti Umani per la transizione verso lo Stato di Diritto e l’affermazione del diritto alla conoscenza”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma diventa il centro per la formazione della comunità scientifica sulle malattie rare

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2015

malattie-genetiche-feto-5Roma, Lo è in particolare su malattia di Pompe, malattia di Gaucher, Mucopolisaccaridosi di tipo I e malattia di Fabry: quattro Malattie Metaboliche da Accumulo Lisosomiale ad oggi identificate, che fanno parte di un gruppo di circa 50 patologie rare di origine genetica – con una frequenza stimabile di 1/5-6.000 nati vivi – che colpiscono In Italia circa 100 nuovi nati ogni anno. ‘Train the Trainer’ si è svolto sotto la Direzione Scientifica di Carlo Dionisi Vici, Responsabile U.O. di Patologia Metabolica del Dipartimento di Medicina Pediatrica, IRCCS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, con il patrocinio di SIP – Società Italiana di Pediatria, SIMGePed – Società Italiana Malattie Genetiche Pediatriche e Disabilità, Ospedale Bambino Gesù e SIMMESN – Società Italiana Per lo Studio delle Malattie Metaboliche Ereditarie e lo Screening Neonatale ed il supporto non condizionato di Genzyme, società del Gruppo Sanofi.“Si tratta di una sfida per migliorare la conoscenza e la comunicazione nel campo delle malattie rare metaboliche. Un nuovo modo di fare formazione in un settore in cui è importante aumentare il grado di conoscenza su un selezionato, ma ampio numero di specialisti provenienti da diverse discipline, che poi possano trasferire quanto appreso nel loro centro territoriale, in un meccanismo a cascata” afferma il Dott. Carlo Dionisi Vici“Sono patologie per cui esiste una cura quindi in primo luogo ci concentreremo su tutti gli aspetti diagnostici. Ma nelle sessioni frontali e interattive molto spazio sarà dato al percorso clinico assistenziale e riabilitativo e alla condivisione di esperienza tra le diverse discipline” continua Dionisi Vici.
“L’incontro ha il patrocinio dell’Ospedale Bambino Gesù, centro di eccellenza per le malattie rare con una sensibilità che parte dal Direttore scientifico della struttura, il prof. Bruno Dallapiccola fondatore di Orphanet. Una sensibilità che si concretizza nell’impegno quotidiano nella ricerca di nuovi approcci terapeutici e assistenziali e nel costante confronto con le associazioni pazienti, le società scientifiche e le aziende di settore” conclude Dionisi Vici.
Nella prima giornata sono state organizzate sessioni frontali sulle patologie e la loro gestione, mentre la seconda sarà divisa in seminari interattivi, tenuti da esperti di varie discipline, che forniranno un aggiornamento approfondito e mirato alle effettive necessità che i discenti incontrano nella quotidiana pratica clinica, con l’esposizione di casi clinici.
Le malattie da accumulo lisosomiale Si tratta di patologie multisistemiche, accomunate da un accumulo di sostanze, dovuto a un’alterazione delle funzioni dei lisosomi (organuli deputati alla degradazione e al riciclo dei materiali prodotti dal metabolismo cellulare) e in particolare da carenza o malfunzionamento di specifici enzimi responsabili delle loro attività.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata informativa sull’infezione da VIRUS EBOLA

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 gennaio 2015

Ebola/Roma, stazionarie le condizioni del medico colpito da virus EbolaRoma, sabato 31 Gennaio 2015 dalle ore 08.30 alle ore 14.00, presso la Sala Conferenze dell’Ordine (Roma – Via A. Bosio, 19/A) si terrà una “Giornata informativa sull’infezione da VIRUS EBOLA e sulle attuali conoscenze mediche e strategie per la prevenzione”, organizzata dall’Ordine provinciale dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri di Roma. Interverranno come relatori: Giovanni Rezza (Direttore Dipartimento Malattie Infettive, Istituto Superiore di Sanità), Giuseppe Ippolito (Direttore Scientifico, Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” I.R.C.C.S.), Gianfranco Tarsitani (Ordinario di Igiene Università di Roma “Sapienza”), Giulia Civitelli (Medico in formazione specialistica in Igiene e Medicina Preventiva, Università di Roma “Sapienza”).Porterà il saluto dell’Ordine il presidente Roberto Lala.Nel corso dei lavori sarà fatto il punto sull’origine e l’evoluzione dei focolai di Ebola, con particolare riguardo all’epidemia in corso in Africa occidentale, la trasmissione delle malattie Infettive e la comunicazione del rischio, le esperienze e le criticità di gestione nelle strutture sanitarie.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Volontari della conoscenza

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 settembre 2013

Campidoglio: La cordonata capitolina - Roma, I...

Campidoglio: La cordonata capitolina – Roma, Italia. (Photo credit: Wikipedia)

Al via la campagna di adesione alla “Rete dei volontari della conoscenza” e la 4ª edizione del concorso patrocinati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Venerdì 27 settembre alle 10 la presentazione in Campidoglio, con il lancio della 12ª edizione di “Nonni su Internet”, il nuovo progetto ISIS e la premiazione dei volontari impegnati con “The Knowledge Volunteers” in Italia, Spagna, Repubblica Ceca e Grecia, nel programma Grundtvig per l’invecchiamento attivo. Interviene il vicesindaco di Roma Capitale Luigi Nieri.
Dai più giovani che frequentano ancora la scuola primaria ai più anziani ultranovantenni sono più di 36.000 i volti di tutte le età e nazionalità che animano la Rete dei volontari della conoscenza. Una Rete nata già grande grazie a undici edizioni di Nonni su Internet, il progetto di alfabetizzazione digitale per la terza età basato sul modello di apprendimento intergenerazionale, che ha “diplomato” quasi 20.000 over 60. E grazie a 16 diverse declinazioni territoriali del progetto, attuate in Italia e in Europa per rispondere a bisogni specifici, la Fondazione Mondo Digitale ha messo a punto una piattaforma integrata di strumenti (da manuali ad alta leggibilità a video virali) per accelerare il processo di realizzazione di una società della conoscenza per tutti. I volontari della conoscenza sono un vero e proprio motore sociale per la promozione di una cittadinanza attiva, per migliorare la coesione, promuovere l’occupazione e aumentare il capitale umano e sociale.
La campagna “La conoscenza è una ricchezza, condividila!” sarà presentata in Campidoglio venerdì 27 settembre alle ore 10, con la proiezione di uno spot, un vero e proprio video virale in grado di “contagiare” nuovi volontari in ogni parte del mondo.
L’evento prevede il lancio di una serie di iniziative correlate: la Rete dei Volontari della conoscenza, la quarta edizione del concorso “Volontari della conoscenza”, la 12ª edizione di Nonni su Internet, nato nella capitale e ora diffuso in tutta Italia e in diversi paesi europei, e il nuovo progetto ISIS, che ha ottenuto il “Premio per l’Anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni” (Governo italiano/Politiche per la famiglia). L’evento è anche occasione per festeggiare il successo del progetto “The Knowledge Volunteers” (TKV), finanziato dalla Commissione Europea, e premiare i volontari impegnati in Italia, Spagna, Repubblica Ceca e Grecia.
Ad aprire l’evento sarà il vicesindaco di Roma Capitale Luigi Nieri. Parteciperanno anche Erica Battaglia, presidente della Commissione Politiche sociali, e Valeria Baglio, presidente della Commissione Scuola. Alfonso Molina, professore di Strategie delle Tecnologie all’Università di Edimburgo e direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale, presenterà la Rete dei Volontari della conoscenza. Seguiranno le testimonianze e la premiazione dei volontari con interventi dei rappresentanti delle organizzazioni partner europee. Coordinerà Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La grande tradizione dell’Italia comunitaria

Posted by fidest press agency su sabato, 19 gennaio 2013

L’Italia, non dimentichiamolo, è tra i paesi fondatori dell’Unione europea. Essa è la custode dell’originale spirito europeistico. Il suo ruolo è ancora più importante oggi perché assume un significato più diretto, naturale e immediato con le nazioni mediterranee e medio orientali e che essa considera per nulla “marginali” nella politica estera comunitaria e nazionale. E’ l’Italia di ieri e di oggi che ha avvertito e continua a farlo nel presente l’esigenza di dare ai paesi della sponda Sud del Mediterraneo una loro convinta partecipazione alla nuova grande Comunità europea. Questa non è solo una lezione magistrale di vita, ma è anche una costante nell’insegnamento che va giustamente ripreso e rilevato di continuo nelle scuole italiane di ogni ordine e grado. Se noi vogliamo uscire dalle nostre chiusure territoriali grandi o piccole che siano dobbiamo incominciare ad essere multietnici e multiculturali proprio nei luoghi dove il sapere viene aperto alla conoscenza e dove i giovani si misurano nella ricerca costante di una loro identità unitaria sia pure commisurata alle loro differenti tradizioni e al rispetto e alla conservazione di esse. Ciò non deve, tuttavia, far perdere di vista il grande carico di equilibrio che si aggiunge sulle spalle dei futuri go-vernanti della grande Europa, per evitare il pericolo di egemonie di ruoli attorno a paesi in grado di eser-citare forti attrazioni, come ad esempio la Germania rispetto ai paesi dell’Est, e quindi a favore di una politica est-ovest, a scapito dell’equilibrato rapporto generale, ma soprattutto nord-sud. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Torna la settimana della bonifica

Posted by fidest press agency su sabato, 12 maggio 2012

Dal 12 al 20 maggio prossimi, per iniziativa degli enti consortili territoriali e con il coordinamento dell’ANBI si terrà la manifestazione. E’ giunta alla 12° edizione e ha per tema “Consorzi di bonifica ed Enti Locali: una forza per il territorio” e vedrà l’organizzazione di centinaia di eventi mirati ad incrementare la conoscenza sulle attività di gestione delle acque a tutela delle comunità e delle attività economiche, nonchè per lo sviluppo dell’agricoltura. A tale scopo contribuiranno visite guidate, biciclettate e marce non competitive lungo gli argini, concorsi scolastici, esercitazioni di protezione civile, mostre, concerti, convegni, spettacoli teatrali, competizioni nautiche e molto altro ancora.
Sarà anche l’occasione per scoprire gli ecomusei dell’acqua e del territorio, così come gli itinerari turistici ed i percorsi ciclopedonali lungo la storia della Bonifica. Grande attenzione sarà pure dedicata alle oasi naturalistiche ed ai tanti luoghi ambientalmente pregevoli, frutto del costante lavoro di manutenzione del territorio.
<La Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione è un evento ormai consolidato nella programmazione dei Consorzi di bonifica – afferma Massimo Gargano, Presidente dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni (A.N.B.I.) – Quest’anno abbiamo voluto sottolineare l’indispensabile rapporto di collaborazione con gli altri enti operanti sul territorio, in primis le Amministrazioni Comunali, con la cui organizzazione di rappresentanza nazionale (A.N.C.I.) abbiamo stipulato un Protocollo d’Intesa per ottimizzare l’integrazione di dati ed esperienze, dando vita ad un vero e proprio “front office” per il territorio.>

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pavia: settimana cultura

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 aprile 2012

Pavia - Lavandaia

Pavia - Lavandaia (Photo credit: RossoGialloBianco)

Pavia. dal 14 al 22 aprile su tutto il territorio nazionale, offrendo un ricco calendario di appuntamenti: mostre, convegni, aperture straordinarie, laboratori didattici, visite guidate e concerti, che renderanno ancora più speciale l’esperienza di tutti i visitatori. Lo scopo fondamentale della Settimana della cultura è quello di trasmettere l’amore per l’arte e favorire nuove esperienze culturali attraverso la conoscenza dell’immenso patrimonio italiano, grazie anche al coinvolgimento di altre Istituzioni pubbliche e private, per una partecipazione estesa e capillare su tutto il territorio. Ecco le proposte dell’Università di Pavia:
L’Italia prima dell’Italia
Incontro in occasione della mostra didattico-bibliografica Geografia e storia della lingua italiana dedicata a Maria Corti nel decimo anniversario della scomparsa; l’Associazione “Roberto Almagià” – Collezionisti italiani di Cartografia antica presenta riflessioni sulle carte geografiche e topografiche dell’Italia dal Medioevo all’Unità Nazionale. Presentazione di Angelo Stella; introduzione di Vladimiro Valerio
Sergio Trippini, Il perchè di una scelta Emilio Moreschi, Quando l’Italia era al centro del Mondo
Roberto Borri, L’Italia nelle antiche carte – Dal Medioevo all’Unità Nazionale.
18 APRILE, ore 17.00 Biblioteca Universitaria, Salone Teresiano Strada Nuova, 65 Cent’anni dopo la tragedia del Titanic Riflessioni sul ruolo della telegrafia senza fili nelle operazioni di soccorso Mostra La tragedia del Titanic del 14-15 aprile 1912 ebbe una straordinaria risonanza nell’opinione pubblica mondiale per le dimensioni del disastro e per il ruolo che ebbe la nuova tecnologia nelle operazioni di salvataggio. A cent’anni di distanza il Centro di Ricerca per la Storia della Tecnologia dell’Università di Pavia, in collaborazione con l’Institution of Engineering and Technology (IET), propone un evento, aperto a tutti, di riflessione sulla telegrafia senza fili, l’invenzione appena sviluppata da Guglielmo Marconi, che cent’anni fa consentì di salvare un gran numero di persone. L’evento comprende la presentazione della storia della telegrafia senza fili, una mostra di strumenti d’epoca e proiezioni di filmati.
14 APRILE, ore16.00 inaugurazione
14 – 22 APRILE apertura: 9.00-19.00 visite Museo della Tecnica Elettrica, Via Ferrata, 6 La medicina raccontata. Storie di chirurghi e anatomisti tra realtà e fantasia Apertura straordinaria Il Museo per la Storia dell’Università dedicherà la Settimana della Cultura alle sue collezioni anatomiche. Preparati e strumenti Sette-Ottocenteschi forniranno lo spunto per visite guidate a tema, volte a delineare il lavoro e la vita di medici, chirurghi e anatomisti che operarono all’Università di Pavia e contribuirono alla formazione del Museo. L’orario di apertura sarà ampliato e la domenica pomeriggio le sale del Museo ospiteranno Letture ad alta voce tratte da testi di G. Leopardi e I.U. Tarchetti (prenotazione obbligatoria).
16 – 22 APRILE apertura 9.00-12.00/14.00-18.00 lun – ven e 15.30-18.30 dom Museo per la Storia dell’Università, Strada Nuova, 65 Il risveglio della natura: incontro con gli animali della primavera
Visita guidata alle collezioni del Museo di Storia Naturale dell’Università di Pavia con particolare riguardo agli animali che si risvegliano in primavera.
14 APRILE, ore 10.00 Museo di Storia Naturale,Via Guffanti, 13. Storia di cinquecento vanesse. Quando la letteratura incontra gli animali
Incontro con gli animali delle collezioni del Museo di Storia Naturale dell’Università di Pavia attraverso letture di brani in poesia e prosa sulla vita e sulle abitudini degli amici animali.
17 APRILE, ore 18.00 Palazzo Botta, Piazza Botta, 9 I shot the albatross. Quando la letteratura incontra gli animali Incontro con gli animali delle collezioni del Museo di Storia Naturale dell’Università di Pavia attraverso letture di brani in poesia e prosa sulla vita e sulle abitudini degli amici animali.
21 APRILE, ore 16.00
Museo di Storia Naturale, Via Guffanti, 13 Orto botanico: tutto il verde intorno a te Apertura straordinaria e visita L’Orto botanico offre al pubblico due aperture straordinarie domenica 15 e 22 aprile proponendo una visita alle fioriture primaverili e alle piante in serra.
15 e 22 APRILE, ore 14.00-17.00 Orto botanico: tutto il verde intorno a te. Presentazione del PGT
Incontro Presentazione del PGT – Piano di Governo del territorio – redatto dal Direttore dell’Orto botanico per le aree verdi del territorio comunale di Pavia e mostra fotografica dei luoghi verdi da visitare domenica 15 e 22 aprile.
15 e 22 APRILE, ore 14.00-15.30 Dipartimento di scienze della terra e dell’ambiente, Via S. Epifanio, 14 Le collezioni del Museo di Mineralogia dell’Università di Pavia Apertura straordinaria Vengono proposte alcune visite guidate straordinarie alle collezioni di minerali esposte presso il Museo di Mineralogia dell’Università di Pavia. L’iniziativa si pone due scopi: fare conoscere ai visitatori il ruolo essenziale dei minerali per la produzione delle materie prime utilizzate nei più svariati processi industriali e non, e introdurre nuovi utenti al mondo della mineralogia spesso misconosciuto ma tanto affascinante. Il percorso proposto permetterà di conoscere le diverse collezioni conservate e di mettere in evidenza per ciascuna le peculiarità sia scientifiche che storiche.
16 – 20 APRILE apertura 9.00-11.00 lun, 10.00 – 12.00 mar – mer, 9.00 – 11.00 ven Museo di Mineralogia, Via Ferrata, 1 Orto botanico: Tutto il verde intorno a te. Il sistema Qr code
Visita guidata L’Orto Botanico ha avviato un progetto di Realtà aumentata all’interno delle proprie collezioni per offrire ai visitatori notizie e approfondimenti sulle specie esposte. Una visita guidata illustrerà il sistema Qr code e le sue potenzialità con l’uso di smartphone e tablet.
15 e 22 APRILE ore 16.00-17.00 Dipartimento di scienze della terra e dell’ambiente, Via S. Epifanio, 14

Posted in Cronaca/News, Uncategorized, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »