Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘consiglio ministri’

Scuola – Assunzioni: il Consiglio dei Ministri ratifica numeri al ribasso

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 agosto 2018

Secondo il sindacato Anief, il contingente autorizzato è molto al di sotto delle aspettative: tra gli insegnanti si poteva fare molto di più, considerando che ci si è fermati al mero turn over, che vi sono 50 mila posti di sostegno liberi più altrettanti su disciplina vacanti e che si è penalizzato ancora una volta il Sud; pure tra gli assistenti amministrativi e tecnici, come per i collaboratori scolastici, i conti non tornano, perché si è attuato un programma di assunzioni in ruolo che copre solo la metà dell’organico di diritto e che non tiene conto di altre diverse migliaia di posti in organico di fatto che continueranno ad andare a supplenza. Per ciò che riguarda i dirigenti scolastici, invece, si assumono un pugno di vincitori di concorso, senza pensare che vi sono quasi 2 mila reggenze da coprire e che per evitare di andare incontro ad un annus horribilis dal punto di vista organizzativo, si sarebbe benissimo potuto dare sia la possibilità di confermare i presidi pensionandi, sia avviare un corso riservato ai ricorrenti della selezione 2011. Ma c’è un dato sulle assunzioni altrettanto importante e di cui pochi parlano: è quello che riguarda le immissioni in ruolo del personale educativo, per le quali il Ministero dell’Economia non ha tenuto conto della richiesta presentata dal Miur di autorizzarne 77, concedendone appena 46. Marcello Pacifico (Anief-Cisal): “Quella presa sulle assunzioni degli educatori è una decisione che ci lascia sconcertati, perché l’amministrazione procede soltanto con l’autorizzazione per le immissioni in ruolo di un posto su dieci in organico di diritto; mentre continua l’esclusione dalle procedure concorsuali riservate, dopo che la Buona Scuola aveva ignorato la presenza degli educatori, come se fossero docenti di un altro Paese. Se non ci saranno integrazioni nel contingente del personale educativo Anief è pronta sin d’ora a ricorrere nei tribunali del lavoro per il risarcimento dell’ennesimo danno gratuito arrecato alla categoria. Il nostro sindacato ha anche intenzione di rivolgersi pure al Tar per il mancato avvio dei concorsi pubblici riservati.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Commissione per i bilanci approva €3 milioni in aiuti ai lavoratori licenziati in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 aprile 2014

624.Viva il 1°  Maggio Festa dei lavoratori1.218 lavoratori italiani dovrebbero ricevere il sostegno dell’UE per cercare di tornare sul mercato del lavoro dopo aver perso il posto di lavoro. La commissione per i bilanci del Parlamento europeo ha approvato martedì circa € 3.000.000 dal Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione. La decisione deve ancora essere approvata dal Parlamento nel suo insieme e dal Consiglio dei ministri.
Il produttore televisivo italiano VDC Technologies ha dovuto chiudere il suo stabilimento di Frosinone a causa della forte concorrenza proveniente dalla Cina. Questo ha portato al licenziamento forzato di 1.218 dipendenti di VDC Technologies e di 54 di Cervino Technologies. Le autorità riceveranno € 3.010.985 per aiutare i 1.146 lavoratori che incontrano le maggiori difficoltà a trovare un nuovo lavoro. Un importo equivalente sarà assegnato dalle autorità italiane.VDC Technologies e Cervino non sono le uniche aziende della regione Lazio che hanno subito gli effetti combinati della crisi economica e dei cambiamenti nei flussi commerciali globali. Sia l’attività economica sia l’occupazione sono diminuite a causa della globalizzazione, secondo quanto affermano le autorità italiane. La disoccupazione è in aumento (fino al 10,8% nel 2012 dal 8,5% nel 2009) e le esportazioni dei principali settori industriali della regione si stanno riducendo. La risoluzione è stata approvata con 22 voti favorevoli e 1 contrario.Il Parlamento voterà il provvedimento in sessione plenaria a Strasburgo, il 16 aprile. Il testo dovrà essere approvato anche dal Consiglio dei Ministri dell’UE.Il Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) è stato creato per offrire un sostegno per i lavoratori colpiti dai cambiamenti strutturali nel commercio internazionale. I fondi approvati sono destinati a ricerca di nuovi impieghi, formazione e sovvenzioni per facilitare il reinserimento sul mercato del lavoro. Il limite annuale di finanziamento è fissato a €150 milioni.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo Monti: fase due

Posted by fidest press agency su martedì, 27 dicembre 2011

Mario Monti - Caricature

Image by DonkeyHotey via Flickr

Oggi Monti è rientrato a Roma dopo la breve pausa natalizia trascorsa a Milano in famiglia. Dal suo entourage ci dicono che ha presso già contatto con i suoi ministri per preparare la riunione di domani dell’esecutivo e per mettere a punto la fase due della manovra. I mercati, come si sa, tengono alto i valori dello spread come a significare che bisogna fare in fretta e bene. L’Italia è in fase recessiva. I consumi sono calati sotto le feste, rispetto all’anno precedente, del 15% e cresce il malumore della gente nei confronti del governo in quanto si è convinti, a ragione, che il maggior peso della crisi è stata caricata nella sua totalità sui redditi da lavoro dipendente. Anche a livello politico monta il dissenso in specie tra i partiti extraparlamentari e i sindacati continuano ad essere sul piede di guerra sospinti dalle pressioni continue dei loro iscritti. Da più parti si vocifera che il Governo Monti intende alleggerire la pressione fiscale sui redditi da lavoro per attenuare il forte malumore degli italiani così duramente provati dalla crisi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Consiglio ministri a sorpresa

Posted by fidest press agency su domenica, 4 dicembre 2011

A dire il vero già da qualche giorno era ventilata la possibilità che il consiglio dei ministri potesse essere convocato nel tardo pomeriggio di domenica anticipando così quanto era stato programmato per la giornata del lunedì. La spiegazione più ovvia va ricercata nel fatto che i provvedimenti presi avrebbero potuto influire sull’andamento dei mercati alla riapertura, per l’appunto, del lunedì. Un’altra ragione com’è noto, è la fretta. In entrambi i casi si sta cercando una forzatura temporale anche perchè più passano le ore più sarà difficile al governo far digerire al parlamento e al paese una medicina tanto amara quanto impopolare e, a nostro avviso, frutto di un out out comunitario che ha il solo scopo di far levare all’Italia le castagne dal fuoco mentre ben altri dovrebbero essere gli incaricati a tali funzioni: vedasi la Francia e la Germania in primo luogo, interessati come sono a salvaguardare le rispettive economie a spese degli altri.
Resto sempre più convinto che si tratta di una sporca faccenda che dobbiamo subire come abbiamo già fatto ai tempi della presidenza del Consiglio Ciampi e Amato per poter aderire alla moneta unica, la stessa che oggi ci procura tanti affanni e rischia di vanificare sia i sacrifici passati sia i presenti. Ma ciò che ci sconcerta è l’atteggiamento degli italiani così come accade ad un pugile che incassa un diretto al volto e rimane, per un attimo, imbambolato in piedi prima di crollare al tappeto. Siamo al Ko e non certo per quel 10% degli italiani che continua a sguazzare nella propria ricchezza ma a chi ha perso anche quei miseri ma preziosi dieci euro di rivalutazione della pensione al costo della vita, per non dire altro come l’aumento esponenziale dell’addizionale Irpef delle amministrazioni locali, delle tariffe dei trasporti pubblici delle bollette della luce, gas e del telefono ecc. ecc. Il tutto si traduce in un introito per le casse dello Stato di 24 miliardi tutti a carico dei redditi medio bassi e solo una “infarinatura” per gli altri. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »