Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘consiglio regionale’

M5S Lombardia propone il voto online per un Consiglio Regionale agile

Posted by fidest press agency su domenica, 12 aprile 2020

“Serve un consiglio regionale agile, la democrazia non si può fermare, soprattutto in tempi di crisi. Proponiamo alla Giunta e al Presidente del Consiglio lombardo il voto online in Consiglio regionale”, lo dichiara il Consigliere regionale M5S Marco Degli Angeli.“Di fronte ad un’emergenza sanitaria”, spiega, “è fondamentale aver a disposizione tutti gli strumenti idonei per garantire concertazione e condivisione. In Friuli Venezia Giulia, prima Regione in Italia, hanno attivato la prassi del voto online per i consiglieri nel giro di tre settimane.È una soluzione semplice, l’unico ostacolo, per assurdo, potrebbe essere rappresentato dalla connessione internet domestica del singolo consigliere.Si è investito troppo in sprechi per infrastrutture inutili e troppo poco in implementazione digitale, il vero ponte verso il futuro”.“Un esempio concreto è proprio quello dell’Europarlamento, dove nei giorni scorsi si è svolta la prima seduta plenaria a distanza, con 687 europarlamentari collegati dai diversi Stati membri. Lo scenario ancora incerto ci deve spingere a trovare, da subito, soluzioni e strumenti validi per poter affrontare i prossimi mesi”, conclude Degli Angeli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Consiglio Regionale all’unanimità ha approvato la mozione a tutela del Lambrusco

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 luglio 2016

Milano. La mozione è nata su iniziativa del Movimento 5 Stelle, in particolare del consigliere Fiasconaro. Con il voto di oggi, dunque, si chiude l’iter del provvedimento che punta alla difesa di una delle eccellenze più accreditate del nostro territorio. “La proposta – come spiegato da Fiasconaro in altre occasioni – è quella di salvaguardare la menzione del vitigno Lambrusco, ancorandola cioè alla produzione delle zone geografiche di cui è tipico, per scongiurare la liberalizzazione del nome Lambrusco. Dalla Ue, come noto, ci sono stati segnali confortanti, con il commissario all’agricoltura Hogan che ha confermato l’intenzione di riaprire la discussione riguardante la tutela dei vitigni senza penalizzare l’attuale modello del sistema vitivinicolo italiano di qualità. Ci sono stati accordi politici – prosegue Fiasconaro – e impegni per evitare tale liberalizzazione, però non vi è ancora nulla di scritto e formale. L’obiettivo di questa risoluzione è quello di impegnare anche regione Lombardia a vigilare affinché si formalizzi un accordo che possa tutelare il vitigno e la produzione tipica di Lambrusco. Il testo del documento è chiaro: si impegna il presidente Maroni e la giunta a vigilare affinché l’atto delegato sulla tutela dei vini identitari venga ritirato, e che comunque non si realizzi una indiscriminata liberalizzazione dell’utilizzo della menzione di un vitigno, proponendo misure volte alla tutela del carattere locale e della peculiarità del vitigno Lambrusco, nonché delle produzioni Dop e Igp che da esso prendono il nome».

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »