Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘consolati’

Rafforzare i Consolati onorari è stata sempre una delle mie priorità

Posted by fidest press agency su sabato, 17 aprile 2021

“Una delle mie priorità è quella di occuparmi costantemente dei servizi consolari per i nostri cittadini. Recentemente ho chiesto al Ministro plenipotenziario Luigi Maria Vignali, Direttore della DGIT al MAECI, di conoscere la situazione circa la fornitura delle valigette elettroniche ai Consoli onorari, con particolare riferimento a San Diego.Nonostante i ritardi dovuti alla pandemia, il Direttore Vignali mi ha assicurato l’impegno della Farnesina ad aumentare la fornitura delle valigette elettroniche ai Consoli onorari. Ormai i Consoli onorari svolgono un lavoro volontario essenziale al quale molti si avvicinano in tarda età. Per tale ragione, ho depositato, nel 2018, una Proposta di Legge nella quale si chiede di autorizzare a ricoprire l’incarico di console onorario fino al settantacinquesimo anno di età, cioè cinque anni in più rispetto ad oggi. Pertanto, auspico che alla mia Proposta di Legge, aderiscano anche gli altri eletti all’estero e che essa possa essere calendarizzata in Commissione al più presto”.Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Fitzgerald Nissoli, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Carte di identità: abbiamo tecnologia innovativa, applichiamola sia nei Comuni che nei Consolati

Posted by fidest press agency su martedì, 24 aprile 2018

La Commissione Europea ha recentemente rilasciato il nuovo pacchetto sicurezza per garantire maggior controllo sul territorio dell’Unione e presso le frontiere. Il Commissario agli Affari Interni ha inoltre indicato l’Italia come il Paese meno in linea con i più avanzati sistemi di tutela dell’identità.“Seppur è di certo condivisibile l’indirizzo ad abbandonare quanto prima possibile i documenti di identità cartacei, evidente punto debole del sistema di tutela dell’identità – ha dichiarato l’on. Nissoli (FI) – voglio però confermare che l’Italia è, invece, tra i Paesi più avanzati nell’adozione di documenti di sicurezza biometrici quali il passaporto elettronico, il permesso di soggiorno elettronico e la nuova carta di identità elettronica. Ritengo quanto mai opportuno quindi proporre l’Italia come esempio da seguire anche da parte degli altri Paesi europei e confermo anche in questa Legislatura tutto il mio impegno per far sì che lo sviluppo digitale dello Stato progredisca con l’obiettivo di affermare la sicurezza, la razionalizzazione dei costi della pubblica amministrazione e il miglioramento dei servizi ai nostri connazionali, anche all’estero. La tecnologia, sicuramente, potrà aiutare anche a mettere in sicurezza il voto nella Circoscrizione Estero”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chiusura consolati italiani

Posted by fidest press agency su sabato, 9 ottobre 2010

«Le comunità degli italiani sparse per il mondo devono prendere coscienza del fatto che questo governo, questa coalizione, non ha in alcun conto le loro esigenze. Hanno visto tutti che Tremaglia non ha votato la fiducia posta dal governo in violazione agli ordini di partito proprio per questi motivi, un deputato della maggioranza» lo ha dichiarato l’on. Razzi in una nota. Le lamentele non sono strumentali in quanto è da tempo che il deputato responsabile per l’Italia dei Valori nel mondo con le sue interpellanze, cerca di chiedere interventi mirati ma discussi preventivamente sulla base di parametri di fondamentale importanza come il bacino di utenza e la dislocazione sul territorio più o meno strategica da un punto di vista economico e commerciale delle sedi. Si è chiuso, per esempio, il consolato di Losanna con un bacino di 57.000  e si sono lasciate aperte incomprensibilmente le sedi  di Neuchatel e Wettinghen  con un bacino di utenza di gran lunga più piccolo. Gli sforzi dell’on. Razzi in merito alla chiusura delle sedi consolari in Svizzera, non ha mai mancato di osservare che «la Svizzera non è un paese comunitario ragion per cui nessuna sede consolare, in linea di principio, andava chiusa. Per la Svizzera, quindi, gli accordi comunitari non prevalgono eppure così facendo anche contro la logica si tranciano tutti i legami con l’Italia ed i servizi per i nostri connazionali all’estero-ha concluso-».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chiusura consolati in Germania

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 marzo 2009

E’ stata presentata oggi in Commissione esteri l’interrogazione a risposta immediata a firma dell’ On. Aldo Di Biagio e dell’On.Guglielmo Picchi, per sollecitare una risposta del Ministero degli Affari esteri in merito alla presunta chiusura dei consolati di Saarbrucken, Hannover e Norimberga  in Germania. Nell’interrogazione si legge che “il Ministero degli Affari esteri ha tracciato un percorso di razionalizzazione della rete diplomatico consolare in tre fasi, orientato alla contrazione della spesa da parte dell’Amministrazione e ad una ridistribuzione progressiva del personale e delle risorse di bilancio e che le disposizioni della legge finanziaria del 2007 hanno contribuito alla ristrutturazione della rete del MAE incidendo sulle dinamiche di accorpamento e di riorganizzazione delle sedi consolari in alcuni Paesi, segnatamente nel territorio europeo. “Dalle comunicazioni emerse negli ultimi incontri tra i referenti del Mae e quelli del personale impiegato presso le sedi della rete diplomatico-consolare, – continua il testo dell’interrogazione – è stata resa nota la volontà e la necessità di provvedere alla chiusura di determinate sedi consolari”. “Le sedi consolari di Saarbruken, Hannnover e Norimberga – precisano i due deputati eletti in Europa, nell’atto parlamentare – rappresentano un riferimento indiscusso dei nostri connazionali residenti sul territorio tedesco, la cui chiusura potrebbe arrecare una panoplia di criticità e di problematiche per le stesse comunità sul territorio, andando ad infierire sia sulle dinamiche di integrazione della collettività italiana all’estero sia su quelle di crescita e di sviluppo della capacità economica e produttiva del nostro Paese nelle regioni interessate”. Un’attenzione particolare è stata rivolta soprattutto a quella che sarà la condizione dei circa 30 impiegati a contratto, con un’anzianità lavorativa compresa tra i 15 ed i 25 anni, operativi nelle tre strutture consolari, che si configurerebbero tra le prime vittime di un’eventuale chiusura delle suddette sedi, poiché non sono state chiarite, né tantomeno accennate le modalità di gestioni e di organizzazione di queste risorse all’interno della rete diplomatica italiana sul breve-medio periodo. I due deputati hanno chiesto al Ministro degli esteri quali azioni intenda intraprendere al fine di individuare iniziative alternative a quelle della chiusura delle strutture consolari, necessari riferimenti per le collettività italiane in loco, onde evitare complesse quanto inopportune conseguenze sull’operato e sulla capacità produttiva ed economica della comunità sul territorio tedesco e sullo status e sulle condizioni lavorative dei 30 impiegati a contratto operanti in quelle sedi.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »