Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘contrabbando’

Crimine organizzato ed economia locale

Posted by fidest press agency su domenica, 29 Mag 2011

I confini dell’economia illegale sono cambiati drasticamente. Un tempo erano circoscritti al contrabbando e al traffico di stupefacenti nelle regioni dell’Italia meridionale. Ora – come ha sottolineato Michele Polo, docente alla Bocconi, introducendo il secondo incontro dell’anteprima partenopea del Festival dell’Economia di Trento dal titolo “L’estorsione nell’area di Napoli e Caserta” – questa semplificazione è ampiamente superata. I confini si sono allargati, il fenomeno è diventato più complesso. S’è creata una zona grigia tra attività illecite e non che coinvolge altre aree del Paese, frenando lo sviluppo. A partire dal riciclaggio ed il reinvestimento di proventi derivati dal crimine organizzato che non si limita certo al Sud Italia, ma coinvolge anche altre
realtà L’economia sommersa ed illegale interessa Napoli come Milano. S’insinua in quella “terra di mezzo” sulla quale hanno cercato di puntare i riflettori gli altri interventi della mattinata, ponendo l’accento su come l’estorsione, negli ultimi anni, abbia “paralizzato” lo sviluppo economico di alcune regioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Armi, occasioni da perdere

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2009

L’Editrice Missionaria Italiana presenta il secondo annuario sul mercato delle armi leggere in Italia prodotto dal centro di documentazione OPAL. Una questione, quella del finanziamento alle armi, civili o militari, che riguarda direttamente il funzionamento e la salute della nostra democrazia: le armi leggere sono diventate il grande combustibile che alimenta genocidi e crimini contro l’umanità e che ogni giorno fa più di mille morti nelle principali metropoli del pianeta. In media, sul prelievo fiscale di una famiglia italiana di 4 persone, circa 1300 euro l’anno sono destinati a spese militari e quindi ad alimentare il grande e complesso mercato delle armi nel quale il nostro Paese è tra i primi dieci al mondo. Nel 2007 ha esportato ufficialmente in 71 paesi, ma naturalmente questi dati non tengono conto di tutto il volume di merci e affari, spesso legati al contrabbando, che rende i numeri ancora più grandi ed espressivi. Questo annuario dell’OPAL, oltre a riportare dati aggiornati su tale mercato e a fissare le responsabilità italiane in questo settore specifico del commercio internazionale, apre un dibattito che sempre più deve uscire dalla clandestinità e diventare pubblico: non solo per il volume di affari che muove e per i rapporti che crea, ma anche e soprattutto perché si riferisce al tipo di società e di mondo che si vuole o si cerca di costruire. Molto più che in altri settori dell’economia, è importante che su questo argomento ognuno esprima il suo parere e, con conoscenza di causa, possa dire quanto e come le armi devono trovare spazio nel mondo di oggi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »