Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘contrasto’

Contrasto alle fake news e tutela della brand reputation

Posted by fidest press agency su martedì, 12 marzo 2019

Parma giovedì 14 marzo, dalle ore 10 alle 13, al Dipartimento di Scienze Economiche ed Aziendali (Aula K16 Via Kennedy), si terrà il workshop Contrasto alle fake news e tutela della brand reputation organizzato da Retailab e CentroMarca.
L’incontro fornirà aggiornamenti e indicazioni sulle strategie di risposta alla diffusione di informazioni infondate che possono danneggiare l’immagine dell’azienda e dei suoi marchi. Nel corso dei lavori, attraverso inquadramenti teorici e case study, saranno approfonditi il contesto sociale, le declinazioni del fenomeno e le strategie di risposta delle imprese.Aprirà i lavori il prof. Guido Cristini – Docente di Retail Marketing all’Università di Parma. Interverranno Ivo Ferrario – Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne Centromarca; Luce Mariniello – Funzionario del Servizio Economico- Statistico dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM); Marcello Gelo, Global Marketing Director Mutti; Luca di Leo -Responsabile Relazioni con i Media Gruppo Barilla e Filippo De Caterina – Direttore Corporate Communication, Sustainability e Public Affairs L’Oréal Italia.
Silvia Bellini, docente di Marketing Operativo all’Università di Parma, coordinerà il dibattito con gli studenti, e infine la prof.ssa Beatrice Luceri (docente di Marketing Internazionale) e la prof.ssa Maria Grazia Cardinali (docente di Shopper Marketing) concluderanno l’incontro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lombardia: “contrasto a tutto campo al caporalato”

Posted by fidest press agency su domenica, 10 febbraio 2019

La Commissione regionale Attività produttive ha audito diverse organizzazioni professionali agricole, cooperative e organizzazioni sindacali sul fenomeno del caporalato in Lombardia.
Monica Forte, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “Sul Caporalato in Lombardia ho presentato il 4 dicembre un’interrogazione alla quale sarà data risposta in Commissione regionale antimafia nei prossimi giorni.Vogliamo conoscere lo stato di attuazione del Protocollo per la prevenzione e il contrasto al sfruttamento lavorativo e al caporalato del 2014, esteso nel 2016 anche allo sfruttamento sessuale, siglato tra Regione, Prefettura e altri soggetti.Il tema ovviamente coinvolge diverse direzioni generali regionali e più Commissioni consiliari.Passaggio successivo, per noi urgente, sarà l’istituzione di un tavolo di lavoro trasversale a più commissioni, necessità oggi condivisa anche con i presidenti delle commissioni agricoltura e lavoro, per approfondire il tema con la partecipazione di tutte le forze politiche.È essenziale contrastare a tutto campo il caporalato in Lombardia. Da questo punto di vista la Commissione regionale Antimafia ha un ruolo rilevante in relazione al profilo delle infiltrazioni criminali connesse al fenomeno che investe trasversalmente tutti i settori produttivi, dall’agricoltura, all’edilizia, al commercio, alla logistica, ai trasporti e così via.Il caporalato non interessa solo le regioni del sud, proprio per questo è urgente intervenire con fermezza nella legislazione della Lombardia”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nasce AssoAML l’associazione degli esperti nel contrasto dei reati finanziari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 novembre 2018

Sono questi i principali ambiti dei quali intende occuparsi la neonata AssoAML, associazione anti money laundering. Costituita a Milano su iniziativa di alcuni esperti del settore tra i quali l’avv. Fabrizio Vedana Vice direttore Generale di Unione Fiduciaria, il professor Valerio Vallefuoco, il notaio Angelo Busani, Antonio Martino, già capo dell’UCIFI dell’Agenzia delle Entrate e Tiziana Ballarini Of Counsel PwC TLS per la Compliance Anti Money Launderin.L’associazione si propone di costituire un centro aggregativo di riferimento per lo studio, l’approfondimento, la discussione e la divulgazione della normativa in materia di antiriciclaggio, di contrasto del finanziamento del terrorismo e di lotta alla corruzione.
L’associazione si candida ad avere un ruolo di propulsione e diffusione sul corretto utilizzo delle nuove tecnologie, blockchain e criptovalute in primis ed essere un affidabile interlocutore per quanti nelle aziende, bancarie e non, negli studi professionali e negli operatori non finanziari si occupano di antiriciclaggio ed ora anche di whistleblowing.
Nelle prossime settimane AssoAML presenterà il suo sito e le iniziative che verranno avviate nel corso del nuovo anno.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rafforzare attività di contrasto allo sfruttamento lavorativo

Posted by fidest press agency su sabato, 11 agosto 2018

Le recenti tragedie avvenute nel foggiano in questi ultimi giorni hanno portato al centro dell’attenzione mediatica il tema dello sfruttamento lavorativo nei campi, di cui sono vittime molti migranti e cittadini italiani.“La nostra organizzazione è impegnata da anni nel contrasto allo sfruttamento lavorativo”, afferma Federico Soda, Direttore dell’Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo dell’OIM (l’Agenzia delle Nazioni Unite per le Migrazioni), “e ci auguriamo che la presa di coscienza di queste ore non sia solo un episodio momentaneo ma che rappresenti l’inizio di un rinnovato impegno volto a risolvere un problema che da anni causa immense sofferenze a migliaia di persone.”“Alcuni programmi interregionali di contrasto dello sfruttamento sono in fase di definizione, occorre quindi realizzarli in modo efficiente per promuovere percorsi di legalità, garantire il rispetto delle norme di base in materia di lavoro e sicurezza, fare emergere casi di sfruttamento, contrastare i caporali, regolarizzare i trasporti e prevedere alloggi dignitosi per i lavoratori stagionali.”Proprio in quest’ottica, l’OIM Italia ha già avviato un dialogo con l’Ispettorato del Lavoro per rafforzare i controlli sul territorio ma anche per promuovere efficaci meccanismi di accesso al lavoro regolare attraverso un più ampio coinvolgimento di imprenditori etici.“Il lavoro stagionale nei campi è di fondamentale importanza per il settore agroalimentare”, continua il Direttore OIM, “e non è accettabile che vi siano così tante persone (tra cui tantissimi migranti regolari e irregolari) impiegate in condizioni di grave sfruttamento, se non proprio di semi-schiavitù.”
“E’ il momento che tutti i soggetti coinvolti – istituzioni, settore datoriale, società civile e Grande Distribuzione (che potrebbe avere un ruolo fondamentale nell’eliminare alcune storture del sistema) – comincino a lavorare insieme per ripristinare al più presto la legalità”, conclude Soda.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Infezioni batteriche e contrasto all’antibiotico resistenza in Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 16 giugno 2018

Gli antibiotici, dalla loro introduzione circa settanta anni fa, hanno ridotto in maniera significativa il numero dei decessi causati dalle malattie infettive e migliorato lo stato di salute dei cittadini. Parallelamente allo sviluppo degli antibiotici si è, però, verificata la resistenza batterica, che oggi è un problema a livello mondiale. Di contrasto all’antibiotico-resistenza si è parlato oggi al Convegno dal titolo ‘Scenari, priorità e obiettivi, secondo un approccio One Health”, un evento organizzato a Roma, da MSD Italia, che ha visto confrontarsi associazioni, rappresentanti delle Istituzioni e del mondo scientifico.
L’eccessivo e inappropriato utilizzo degli antibiotici negli uomini e negli animali e le scarse pratiche di controllo delle infezioni hanno trasformato l’antibiotico-resistenza in una seria minaccia alla salute pubblica globale. Questo comporta un prolungamento della degenza ospedaliera, il fallimento terapeutico e un significativo numero di morti, con conseguente incremento dei costi sanitari. Gli specialisti che sono intervenuti hanno illustrato le dimensioni del fenomeno e si sono confrontati sulle possibili linee di intervento. Nella prima parte dell’evento si sono susseguite le relazioni di: Ranieri Guerra, Assistant Director General OMS; Gianni Rezza, Direttore del Dipartimento di Malattie Infettive, Parassitarie ed Immunomediate, Istituto Superiore di Sanità; Claudio D’Amario, Direttore Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute; Prof. Giovanni Battista Gaeta, Ordinario e Direttore UOC Malattie Infettive dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli; Prof. Giuseppe Signoriello, membro della Commissione sull’Antibiotoco-Resistenza della Regione Campania; Tonino Aceti, Coordinatore Nazionale per i Diritti del Malato, Cittadinanzattiva.
In una seconda parte si sono confrontati in una Tavola Rotonda i rappresentati delle Società Scientifiche coinvolte nel contrasto all’antibiotico-resistenza: Prof. Massimo Andreoni, Direttore Scientifico SIMIT; Prof. Matteo Bassetti, Vice Presidente SITA; Dott.ssa Carla Fontana, Delegato Regionale Lazio AMCLI, Prof. Francesco Menichetti, Presidente GISA.
In Europa, oltre 4 milioni di persone l’anno vengono colpite da infezioni batteriche ospedaliere, con 25mila morti stimate per infezioni provenienti da germi resistenti. Le infezioni correlate all’assistenza (ICA) colpiscono ogni anno circa 284mila pazienti causando circa 4.500-7.000 decessi.
Nel mondo, nel 2050, le infezioni batteriche causeranno circa 10 milioni di morti l’anno, superando ampiamente i decessi per tumore (8,2 ml/anno), diabete (1,5 ml/anno) o incidenti stradali (1,2 ml/anno) con un impatto negativo – secondo recenti stime del Fondo Monetario Internazionale – di circa il 3,5% sul PIL mondiale. L’Italia è il primo paese europeo per utilizzo di antibiotici in ambito umano e terzo per uso sugli animali negli allevamenti intensivi, secondo i dati dell’Agenzia Europea per i medicinali (EMA). Secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, in Italia il livello di antibiotico-resistenza si colloca fra i più elevati in Europa con una percentuale annuale di pazienti infetti fra il 7 e il 10%. Inoltre, sempre secondo i dati dell’ISS, ogni anno, in Italia, si verificano in Italia 450-700 mila infezioni in pazienti ricoverati in ospedale (soprattutto infezioni urinarie, seguite da infezioni della ferita chirurgica, polmoniti e sepsi). Di queste, si stima che circa il 30% siano potenzialmente prevenibili (135-210 mila) e che siano direttamente causa del decesso nell’1% dei casi (1350-2100 decessi prevenibili in un anno).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Maggiore contrasto alla violenza sulle donne

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 giugno 2018

“La cronaca di oggi racconta di tre gravissimi episodi di violenza di genere verificatesi nel territorio della provincia di Mantova. La cronaca locale – anche nelle zone generalmente più tranquille o apparentemente tali – restituisce uno spaccato nazionale che purtroppo non si smentisce. La violenza domestica e quella all’interno delle relazioni sentimentali interpersonali, resta un’emergenza ed un fenomeno strutturale e sommerso” – così in una nota la Senatrice di Fratelli d’Italia Isabella Rauti. “Al neonato Governo chiediamo con forza – convinti di interpretare un sentimento diffuso nel Paese, al di là degli schieramenti politici – di non dimenticarsi delle donne, di applicare appieno la Convenzione di Istanbul sulla violenza contro le donne – che l’Italia è stata tra i primi Paesi europei a ratificare, il 19 giugno 2013 – e di vigilare sulla corretta applicazione delle norme in materia con particolare riferimento a tutte le disposizioni contenute nella Legge n.119 del 15 ottobre 2013 , sul contrasto alla violenza di genere”. “E – prosegue la Senatrice Rauti – è evidente che nel Contratto di Governo non si sia dedicata un’attenzione particolare e specifica al mondo delle donne, al fenomeno della violenza, alle questioni di pari opportunità nonché al lavoro ed all’occupazione femminile”, conclude la Senatrice di Fratelli d’Italia.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma Capitale aderisce alla Giornata Internazionale per l’eliminazione della povertà

Posted by fidest press agency su domenica, 20 maggio 2018

Roma Capitale ha aderito alla ‘Giornata Internazionale per l’eliminazione della povertà’, che ricorre ogni anno il 17 ottobre. E’ quanto prevede una Memoria approvata dalla Giunta capitolina, che consente così alla città di accedere a un’importante iniziativa di carattere internazionale introdotta dall’ONU con apposita risoluzione il 22 dicembre 1992.Il provvedimento assegna, inoltre, all’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale il mandato di implementare, all’interno del Piano Sociale Cittadino, strumenti di accompagnamento e rafforzamento volti al contrasto del fenomeno dell’impoverimento e dell’isolamento sociale.
Il tema della povertà è stato analizzato oggi in Campidoglio, nel corso del 7° Meeting del Comitato Internazionale per il 17 ottobre, costituito da persone di tutte le estrazioni sociali, tra cui persone in condizione di povertà, impegnate nella lotta contro la miseria e provenienti da vari continenti.Nel corso dei lavori è stato scelto il tema su cui sarà focalizzata la Giornata nel 2018: i diritti umani. Proprio quest’anno si celebra, infatti, il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, che rappresenta il primo documento a sancire universalmente (cioè in ogni epoca storica e in ogni parte del mondo) i diritti che spettano all’essere umano.
Durante l’ultima sessione l’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre ha condiviso ragionamenti e riflessioni con Donald Lee, Presidente del Comitato per il 17 ottobre, con Claudio Calvaruso, Presidente di Atd Quarto Mondo Italia e con Isabelle Pyapert Perrin, delegata generale del Movimento Internazionale Atd Quarto Mondo. L’Assessora ha inoltre illustrato le attività in corso per prevenire e contrastare la povertà.In occasione del 17 ottobre Roma Capitale organizzerà eventi, manifestazioni, iniziative di sensibilizzazione, evidenziando l’importanza dell’accoglienza, del volontariato e del contributo di tutta la comunità a partire dalle persone che vivono in condizioni di disagio, nessuno escluso.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Strategie di contrasto alla criminalità organizzata

Posted by fidest press agency su martedì, 1 maggio 2018

Parma Mercoledì 2 maggio, alle ore 9, nell’Aula dei Cavalieri del Palazzo Centrale dell’Ateneo (via Università 12), si terrà il secondo incontro del ciclo di seminari “Strategie di contrasto alla criminalità organizzata: prevenzione, repressione, tutela dei diritti”, organizzato da Giacomo Degli Antoni, Presidente del Corso di studi in Scienze politiche del Dipartimento di Giurisprudenza, Studî politici e internazionali e da Laura Pineschi, presidente del Centro Studi in Affari Europei e Internazionali (CSEIA).Programma:
Coordina Giacomo Degli Antoni Presidente dei Corsi di Studio in Scienze Politiche, Università di Parma
Ore 9.00 Armando Barani Professore a contratto di Diritto dell’Unione europea, Università di Parma La tutela degli interessi finanziari dell’Unione europea rispetto all’azione fraudolenta del crimine organizzato: l’istituzione della Procura europea
Ore 9.30 Giorgio Conti Professore aggregato di Diritto amministrativo, Università di Parma
La Legge 190/2012 – la normativa anticorruzione, e per la repressione della corruzione e della illegalità nella Pubblica Amministrazione
Ore 10.00 Chiara Scivoletto Professore associato di Sociologia giuridica, della devianza e del mutamento sociale, Università di Parma Figli della ‘ndrangheta, ragazzi di mafia. Risorse della giurisdizione e delle comunità locali
Ore 10.30 Vincenza Pellegrino Professore associato di Sociologia dei processi culturali, Università di Parma La criminalità organizzata e le appartenenze culturali: che cosa ci insegna il carcere
Ore 11.15 Stefano Putinati Professore aggregato di Diritto penale dell’economia, Università di Parma Le misure di prevenzione patrimoniali come strumento di lotta alle mafie
Ore 11.45 Bruno Pierri Professore a contratto di Storia politica estera italiana, Università di Parma Criminalità telematica e sicurezza cibernetica: sistemi politici a confronto
Ore 12.15 Fausto Pagnotta Professore a contratto di Storia dei diritti umani e web society, Università di Parma
La dimensione digitale del web e le nuove sfide della criminalità organizzata alla cultura della legalità: una prospettiva europea.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trattati internazionali: nuovi Accordi tra Italia e Costa Rica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 ottobre 2017

fucsia-nissoli-fitzgeraldRoma. Oggi, l’on. Nissoli è intervenuta, in Commissione esteri della Camera dei Deputati, in qualità di relatrice sul Trattato di estradizione ed il Trattato di assistenza giudiziaria in materia penale tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica del Costa Rica. Tali strumenti giuridici sono volti – ha detto l’on. Nissoli – ad “intensificare i rapporti di cooperazione tra l’Italia ed i Paesi extra-Ue, al fine di migliorare la cooperazione giudiziaria internazionale e di rendere più efficace, nel settore giudiziario penale, il contrasto della criminalità”.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Unione della sicurezza: la Commissione intensifica gli sforzi per contrastare i contenuti illeciti online

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 settembre 2017

terrorismo londraBruxelles. La Commissione presenta oggi orientamenti e principi per le piattaforme online per rafforzare la prevenzione, l’individuazione e la rimozione proattivi dei contenuti illeciti che incitano all’odio, alla violenza e al terrorismo. Come annunciato dal Presidente Juncker nella sua lettera d’intenti che accompagna il discorso sullo stato dell’Unione del 13 settembre, la Commissione europea presenta oggi orientamenti e principi per le piattaforma online. L’obiettivo è rafforzare la prevenzione, l’individuazione e la rimozione proattivi dei contenuti illeciti online che incitano all’odio, alla violenza e al terrorismo. La crescente disponibilità e diffusione di materiale terroristico online, oltre a rappresentare una grave minaccia per la sicurezza dei cittadini dell’UE, mina la fiducia di questi ultimi nell’ambiente digitale, che rappresenta un motore fondamentale di innovazione, crescita e occupazione. Le misure proposte fanno seguito alle conclusioni del Consiglio europeo del giugno 2017, ribadite dai leader del G7 e del G20, e costituiscono un primo elemento del pacchetto antiterrorismo annunciato dal Presidente Juncker. Contribuiranno a rendere più efficace la lotta contro i contenuti illeciti e faranno progredire i lavori in corso per creare un’autentica ed efficace Unione della sicurezza e un mercato unico digitale più forte.
Mariya Gabriel, Commissaria responsabile per l’Economia e la società digitali, ha dichiarato: “La Commissione ha deciso di affrontare con decisione il problema dei contenuti illeciti online. La situazione non è sostenibile: in oltre il 28% dei casi le piattaforme online impiegano più di una settimana per rimuovere i contenuti illeciti. Oggi trasmettiamo loro un chiaro segnale affinché agiscano in modo più responsabile, il che è fondamentale per i cittadini e per lo sviluppo delle piattaforme.”
Con l’aumento dei contenuti illeciti online, compresi la propaganda terroristica e i discorsi xenofobi e razzisti che incitano alla violenza e all’odio, le piattaforme online hanno un ruolo sempre più importante e devono assumersi maggiori responsabilità sociali. I nuovi orientamenti presentati oggi le esortano a intensificare ulteriormente gli sforzi per impedire la diffusione dei contenuti illeciti. Dato il ruolo sempre più importante che rivestono nel fornire l’accesso alle informazioni, la Commissione si aspetta che le piattaforme online agiscano rapidamente nei prossimi mesi, soprattutto sul fronte dell’incitamento al terrorismo e all’odio, già vietato dalla normativa UE sia online che offline.
Proattività ed efficacia nella rimozione dei contenuti illeciti.
Come primo passo per contrastare efficacemente la pubblicazione di contenuti illeciti online, la Commissione propone strumenti comuni per individuare, rimuovere e prevenire rapidamente e in modo proattivo la loro ricomparsa.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Evasione fiscale e attualità dei mezzi nazionali e internazionali di contrasto

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 settembre 2017

cassazioneMilano 18 settembre, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, presso la Sala Alessi di Palazzo Marino, piazza della Scala, 2.Il Convegno si propone di offrire un confronto aggiornato e fornire ipotesi prospettiche di contrasto sul fenomeno dell’evasione fiscale attraverso l’approfondimento delle diverse esperienze di istituzioni politiche, amministrative, della magistratura, del mondo della ricerca e quello della professione. Gli interventi dei relatori si concentreranno, in particolare, su ciò che si è fatto e su quanto si pensa di fare, non solo per rendere efficace il contrasto all’illecito fiscale, nazionale e internazionale, ma anche per riportare equità nel sistema; sull’attualità dell’ordinamento tributario e sulla sua idoneità nel fornire all’Agenzia delle Entrate, alla Magistratura, alla Guardia di Finanza, ai Comuni e a tutte le Istituzioni coinvolte i migliori strumenti per prelevare i tributi e difendere il dovere contributivo; sui problemi giuridici pratici, legati applicazione della legge, che discendono dal tentativo di assoggettare a imposta fatti che si manifestano in modi non tradizionali e soprattutto legati all’economia digitale; sullo scambio dell’informazione rilevante tra i diversi Paesi e la strumentalità del diritto penale.Al Convegno intervengono:
Maria Elena Boschi, Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio dei Ministri
Vittorio Emanuele Falsitta, Straordinario di Diritto Penale Tributario presso l’Università Europea di Roma e ivi Direttore del Centro di Ricerca sulla Fiscalità Etica
Ernesto Maria Ruffini, Direttore dell’Agenzia delle Entrate
Francesco Greco, Procuratore Capo della Repubblica di Milano
Renato Bricchetti, Presidente Vicario della Corte d’Appello di Milano
David Pitaro, Dirigente di Banca d’Italia, Presidente del Gruppo sullo scambio automatico di informazioni del Global Forum on Trasparency and Exchange of Information dell’OCSE
Giovanni Canzio, Primo Presidente della Suprema Corte di Cassazione.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Contrastare l’aumento delle epidemie di HIV, tubercolosi ed epatite C

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 luglio 2017

strasburgo-parlamento-europeoStrasburgo Parlamento europeo. Mercoledì, i deputati hanno chiesto alla Commissione di sviluppare un programma a livello UE e a lungo termine per affrontare l’aumento delle epidemie di HIV/AIDS, tubercolosi ed epatite C.Sono necessari programmi armonizzati di sorveglianza delle infezioni per individuare in modo tempestivo focolai di queste malattie contagiose, valutare l’andamento dell’incidenza della malattia, fornire stime sul carico della malattia e monitorare efficacemente e in tempo reale la sequenza di diagnosi, trattamento e cura, dicono i deputati. Poiché l’HIV rimane la malattia trasmissibile con la più elevata stigmatizzazione sociale, la Commissione e gli Stati membri dovrebbero facilitare l’accesso a trattamenti innovativi, anche per i gruppi più vulnerabili, e adoperarsi per combattere l’impatto sociale. Inoltre, i deputati chiedono agli Stati membri di rendere i test HIV disponibili gratuitamente al fine di garantire una diagnosi precoce.La tubercolosi (TB) costituisce la principale causa di decesso delle persone affette da HIV ed è diventata una seria minaccia per la salute a carattere transfrontaliero, in un mondo in cui la mobilità della popolazione è in aumento. Il numero di persone che hanno contratto la tubercolosi nel mondo è aumentato nel 2014 per il terzo anno consecutivo. Nel caso dell’epatite C, oltre il 90% dei pazienti non presenta sintomi al momento della contrazione della malattia. Non esiste attualmente negli Stati membri un protocollo standardizzato per lo screening e i dati sulle persone affette dalla malattia potrebbero essere sottostimati. La Commissione dovrebbero pertanto istituire un piano multidisciplinare finalizzato a standardizzare i protocolli di screening, di controllo e di cura per eradicare l’epatite C nell’UE entro il 2030.I deputati hanno infine sottolineato l’importanza di affrontare l’emergente crisi della resistenza antimicrobica esortando i leader UE a istituire misure transfrontaliere di prevenzione e avviare azioni congiunte.
· nel 2015, circa 30 mila nuovi casi di infezione da HIV sono stati segnalati da 31 Paesi EU/EEA.
· circa 120 mila persone in Europa hanno sviluppato una forma di tubercolosi multi farmacoresistente (MDR-TB)
· l’epatite virale (HCV) è considerata una delle principali minacce alla salute pubblica globale
· secondo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), 1 persona su 7 affetta da HIV non sa di essere sieropositiva
· il periodo stimato che intercorre tra l’infezione da HIV e la diagnosi è di quattro anni
· per il 2050, dei 10 milioni di decessi stimati nell’UE ogni anno e attribuiti alla resistenza ai farmaci, circa un quarto sarà dovuto a ceppi di TBC resistenti ai farmaci.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Droga: renderla legale per contrastarla?

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 giugno 2017

droga cannabis-vicino“Non solo non possiamo condividere le parole del Procuratore Roberti in tema di droghe, ma anzi le consideriamo una denuncia gravissima cui dovrebbero far seguito conseguenziali interventi che consentano, ove mai fosse vero che il contrasto agli stupefacenti non funziona – cosa peraltro non vera – di renderlo ancora più efficace. Ma pensare di legalizzare la droga perché non si riesce a contrastarla è quantomeno bizzarro. Significa, nella pratica, che lo Stato deve arrendersi a un fenomeno illegale che ammette di non riuscire a contenere. Una resa che non ci troverà mai d’accordo. Per noi, di fronte a un comportamento illegale, l’alternativa alla repressione non può esistere. Lo Stato deve decidere di combattere e vincere la guerra al traffico e allo spaccio della droga, perché abbandonare significherebbe consegnare il paese e i cittadini all’oblio della legalizzazione”. Così Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, a commento delle dichiarazioni attribuite dai media al Procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti, che in tema di droghe cosiddette “leggere” ha affermato: “O facciamo funzionare la repressione oppure tanto vale legalizzare per tagliare fette di mercato”, e ancora: “I traffici sono aumentati soprattutto da quando sono state aperte le porte dell’Albania ai traffici verso l’Italia. Non funziona neanche la cooperazione internazionale. La legalizzazione è una presa d’atto che il sistema di contrasto al traffico di droghe leggere non funziona”.
“Donne e uomini della Polizia di Stato – insiste Pianese – lottano senza sosta e senza riserve contro un mercato della morte che produce danni irreversibili ai cittadini e ingrassa le tasche della criminalità. Lo fanno con sacrifici straordinari e con altrettanto straordinari risultati. Nessun operatore in divisa potrà mai accettare un ragionamento che apre la strada anche solo a un’idea vaga di ammissione di una presunta incapacità di far rispettare la legge. Né la legge si può piegare alle ‘esigenze di mercato’ o alla necessità di decongestionare i tribunali. La legge penale deve servire a garantire e tutelare i diritti dei cittadini non ad altro. E noi appartenenti alle Forze dell’ordine esistiamo per far sì che le leggi dello Stato abbiano una concreta e reale applicazione. Se a qualcuno pare che non si faccia abbastanza o che certi fenomeni illegali siano troppo vasti, allora è il caso di darci maggiori e migliori strumenti per combatterli, non cedere il passo all’illegalità e a chi attenta alla salute dei cittadini”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Serve una mobilitazione diffusa nel contrasto alla violenza sulle donne

Posted by fidest press agency su venerdì, 31 marzo 2017

violenza sulle donne«Prima Borgo Vercelli, poi Pinerolo. Il Piemonte si è tinto del sangue rosso di due donne che sono state le ennesime vittime della follia maschile. Una di queste, Fiorilena Ronco, è stata operata nella notte e adesso le sue condizioni sono stabili. A ventiquattro ore di distanza il bilancio si aggrava: fuori dalla nostra regione, nel casertano, oggi un uomo ha ucciso la moglie e poi si è lanciato dal balcone. Concordo con Telefono Rosa: questi fatti non devono diventare la normalità, bisogna reagire di fronte all’inaccettabile» – ha dichiarato Monica Cerutti, assessora alle Pari Opportunità della Regione Piemonte. «L’ho detto ieri e lo ribadisco oggi: il lavoro che dobbiamo fare è di prevenzione e culturale. Istituzioni e forze dell’ordine non devono lasciare sole le donne quando le situazioni sono a rischio, è il caso del tentato femminicidio di ieri a Borgo Vercelli dove l’uomo aveva già ricevuto una diffida a non avvicinarsi alla donna. In Piemonte, anche grazie all’approvazione della legge regionale numero 4 del 2016 contro la violenza sulle donne, siamo stati in grado di rinnovare e rendere solida la rete regionale dei centri antiviolenza sostenendo il loro lavoro e affiancandoli nel percorso che stanno portando avanti. È di ieri l’ultima riunione del Tavolo di coordinamento regionale dei centri antiviolenza e delle case rifugio durante il quale abbiamo discusso delle linee programmatiche per l’utilizzo dei fondi per gli anni 2017-2018 del piano nazionale d’azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere» – ha commentato Monica Cerutti, assessora alle Pari Opportunità della Regione Piemonte.
«Credo che sia fondamentale agire a sostegno delle nuove generazioni portando avanti un lavoro di rinnovamente culturale che inizi all’interno degli istituti scolastici incentivando l’educazione all’affettività, il rispetto tra i sessi e il superamento degli stereotipi. I nostri ragazzi non devono crescere pensando che le donne siano un oggetto o che dipendano dalle figure maschili. La parità dei ruoli deve essere un principio che nessuno può mettere in discussione. Rinnovamento culturale è sinonimo anche di contrasto a messaggi sessisti e fuorvianti come per esempio la locandina promozionale del party degli studenti del Politecnico che tanto ha fatto discutere. Il lavoro che dobbiamo fare è enorme e dobbiamo continuare a farlo con ancora maggior determinazione» – ha concluso Monica Cerutti, assessora alle Pari Opportunità della Regione Piemonte.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cinque azioni della Regione Piemonte di contrasto alla violenza sulle donne

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2016

violenza sulle donneLa riunione del Tavolo di coordinamento permanente regionale con i centri antiviolenza e le case rifugio che si è tenuta oggi pomeriggio è stata l’occasione durante la quale Monica Cerutti, assessora regionale alle Pari Opportunità, ha voluto fare il punto di quelle che sono le azioni contro la violenza sulle donne realizzate dalla Regione Piemonte e in programma per il prossimo anno.
«L’obiettivo è quello di mettere insieme le attività poste in atto a livello nazionale e a livello regionale per rendere il sistema ancora più forte. Le risorse regionali, insieme ai 2.000.000 di euro dei fondi statali destinati alla nostra regione, ci permettono di ipotizzare per il 2017 una rete regionale dei centri antiviolenza e delle case rifugio ancora più capillare» – ha dichiarato Monica Cerutti, assessora regionale alle Pari Opportunità della Regione Piemonte.L’assessora alle Pari Opportunità ha poi elencato le cinque azioni di queste settimane che la Regione Piemonte ha messo in programma a sostegno del contrasto alla violenza di genere:
1) è stato approvato il regolamento attuativo della legge regionale numero 4 del 2016 a favore di “Interventi di prevenzione e contrasto della violenza di genere e per il sostegno alle donne vittime di violenza ed ai loro figli”;
2) è stato firmato un accordo con la Fondazione Don Mario Operti Onlus per l’inserimento e/o il reinserimento socio-lavorativo a favore delle vittime di violenza;
3) è in corso un nuovo bando di 94.000 euro che si vanno ad aggiungere alle progettualità già esistenti per azioni volte alla sperimentazione e diffusione degli interventi per la presa in carico degli autori della violenza; alla realizzazione di attività di informazione e sensibilizzazione; alla realizzazione do attività formative di aggiornamento per gli/le operatori/trici in relazione ai profili standard presenti nel Repertorio regionale degli Standard Formativi, quali l’Operatrice servizi antiviolenza, al fine di garantire un’offerta formativa omogenea e certificabile su tutto il territorio regionale.
4) è in fase di elaborazione il piano triennale delle azioni di contrasto alla violenza di genere;
5) a inizio 2017 verrà pubblicato il bando che disporrà i criteri di ripartizione dei fondi (1.000.000 di euro) a sostegno dei centri antiviolenza e delle case rifugio: il 67% verrà destinato ai centri antiviolenza e alle case rifugio già esistenti; il 33% verrà destinato a nuovi centri antiviolenza e nuove case rifugio Il milione di euro restante invece dovrà essere utilizzato per azioni volte alla formazione, all’inserimento lavorativo delle donne che hanno subito violenza, all’autonomia abitativa e all’implementazione dei sistemi informativi relativi ai dati sul fenomeno.
«Queste risorse si aggiungono ai 500.000 euro stanziati dalla Regione Piemonte e previsti dalla legge regionale numero 4 del 2016. A tutte le azioni elencate potranno accedere anche i centri antiviolenza che hanno partecipato al bando del Dipartimento per le Pari Opportunità di marzo 2016 e che non hanno viste ammesse le proprie proposte progettualità» – ha dichiarato Monica Cerutti, assessora alle Pari Opportunità della Regione Piemonte.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Contrastiamo l’evasione fiscale: Firmiamo la petizione

Posted by fidest press agency su domenica, 20 novembre 2016

evasione-fiscale-controlliLa Commissione europea ha mosso un primo passo per fare in modo che multinazionali gigantesche come Amazon o Facebook operino secondo regole fiscali comuni in tutta Europa, e cessino di sfruttar le differenze di regime di tassazione da nazione a nazione.C’è però un ostacolo. Paesi come l’Irlanda, l’Olanda e il Lussemburgo, che aiutano le aziende a schivare certi oneri fiscali potrebbero bloccare la proposta, a meno che paesi come la Germania o la Francia non facciano sentire la loro voce adesso. Purtroppo finora queste due nazioni sono rimaste in silenzio. Dobbiamo convincerle a parlare chiaro, a prendere una posizione.Perché la petizione abbia successo servono le firme di 100.000 cittadini UE determinati a far sapere ai ministri della Finanza europei quanto urgente sia bloccare l’evasione fiscale praticata da certi colossi imprenditoriali. Di’ ai ministri della Finanza della UE di impegnarsi per un cambiamento radicale in tema di tassazione delle imprese.Questo è uno degli schemi più ricorrenti tra le strategie di evasione fiscale delle multinazionali. Una compagnia che ha base in un paese a bassa tassazione fa pagare a una delle sue società sussidiarie, con sede in un paese ad alti regimi fiscali, un importo spropositato per l’uso del suo brand e dei suoi prodotti, conosciuti come diritti, o royalties. Di conseguenza queste “imposte” riducono artificialmente le tasse che la società sussidiaria deve pagare nel paese in cui risiede e alla fine il profitto viene “trasferito” nel paese a bassa tassazione. Questo processo prende il nome di profit-shifting. Il testo della proposta non è perfetto, comprende alcuni punti discutibili che potrebbero consentire a certe aziende di ridurre il loro tasso di imposta, ma almeno è un primo passo. Se perdiamo questa opportunità di contrastare il profit shifting allontaniamo anche la possibilità di pianificare in futuro riforme fiscali importanti nella lotta all’evasione.Dobbiamo agire in fretta e fare in modo che gli Stati membri dell’UE convincano le altre due potenze in seno all’Unione europea. Possiamo spingere Francia e Germania a entrare in scena e pronunciarsi.Uno dei punti di forza di WeMove è che siamo in grado di passare all’azione rapidamente e far arrivare la nostra voce dove occorre su tutto il territorio europeo. Siamo una grande comunità di oltre 440.000 cittadini in tutta Europa. Dal punto più a nord della Svezia fino alla punta più estrema a sud d’Italia. Cresciamo in modo rapido e costante. Unisciti a noi e metti fine agli abusi fiscali in Europa. (Olga, Viviana e la squadra di WeMove.EU)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Contrasto povertà e difesa famiglia

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

povero“La relazione Istat arriva in un momento di straordinario interesse per i lavori parlamentari. Siamo alla vigilia dell’approdo in Aula della legge delega sul tema della povertà ed è fondamentale mettere a fuoco alcune verità elementari, ma che proprio per questo dovrebbero orientare in modo chiaro e deciso il dibattito delle prossime ore. Si tratta di uno dei disegni di legge più attesi in tempi di crisi prolungata, di crescita rallentata e di disoccupazione quantomeno stazionaria. L’Istat parte da un parametro quanto meno ovvio: il lavoro è il grande discriminante della condizione di povertà italiana”. Lo dichiara l’on. di Area popolare Paola Binetti.
“La relazione mette in evidenza un fatto comune a tutte le categorie considerate: anche all’interno delle famiglie con persona di riferimento occupata, la famiglia si colloca nel quinto di spese più basso (31,3%) e le famiglie straniere si trovano frequentemente nei livelli di spesa meno elevati: il 51,8% di loro appartiene ai livelli più bassi. Interessante anche il riferimento alla spesa per prestazioni sociali erogata dalle amministrazioni pubbliche. Nel 2015 – prosegue Binetti – la vecchiaia ha assorbito quasi la metà della spesa, la malattia circa un quarto, la famiglia solo il 5,5%. Sono dati noti alla pubblica opinione perché percepiti come dati esperienziali; qualcosa di cui si rendono conto anche senza la tecnicalità dei dati, che invece è fondamentale per la politica. La documentazione Istat – conclude Binetti – conferma quanto pochi siano gli investimenti per le famiglie e quanto siano invece in aumento i costi per l’invecchiamento progressivo della popolazione e per il corrispondente inverno demografico, in un Paese che stenta a crescere proprio a cominciare dai nuovi nati”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Norme per il contrasto all’omofobia

Posted by fidest press agency su martedì, 19 luglio 2011

E’ prevista per oggi la discussione alla Camera dei Deputati delle Norme per il contrasto dell’omofobia e transfobia e il voto delle pregiudiziali di Costituzionalità presentate da Pdl, Lega e UDC, per affossare la proposta di legge. Per Arcigay l’approvazione delle pregiudiziali di costituzionalità sarebbe un atto di intollerabile violenza contro le persone omosessuali e transessuali. Proprio per questo l’associazione, nei giorni scorsi, aveva diffuso un appello a tutti gli Italiani “che credono nella Democrazia, nella Giustizia, nella Dignità e nell’Eguaglianza perché siano presenti, a Roma alle 15 di fronte al Parlamento della Repubblica, alla maratona oratoria per chiedere al Parlamento un segnale forte contro l’omofobia e la transfobia”. Arcigay organizzerà poi, sempre nella giornata di domani, manifestazioni e sit-in di piazza nelle città di Brescia (h. 19, Piazza Loggia), Pavia (h. 18.30, Piazza della Vittoria), Torino (h.18, Piazza Castello), Milano (h. 18, Porta Venezia angolo Piazza Oberdan), Bologna (h. 19, Parco del Cavaticcio), Livorno (h.14.30, Sala consiliare) e Reggio Calabria (h. 19, Piazza Italia).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contrasto all’evasione fiscale

Posted by fidest press agency su martedì, 24 maggio 2011

Analisi del rischio di evasione per concentrare i controlli sulle situazioni più critiche; tutoraggio delle imprese per verificare in anticipo le operazioni a rischio; ispezioni non protratte oltre il necessario quando vengano rilevate solo violazioni formali. Questi alcuni degli indirizzi operativi per la prevenzione e il contrasto dell’evasione per l’anno 2011, contenuti nella Circolare n. 21/E dell’Agenzia delle Entrate del 18 maggio 2011. Per i grandi contribuenti: le attività di tutoraggio da svolgere nel corso del 2011 sono state estese alle imprese che nel 2009 hanno conseguito un volume d’affari o di ricavi non inferiore a centocinquanta milioni di euro. Per le imprese di medie dimensioni: previsti piani d’intervento, elaborati sulla base di analisi di rischio di evasione o elusione fiscale a livello locale. Un’attenzione particolare andrà riservata al controllo del corretto adempimento degli obblighi in materia di imposta sul valore aggiunto. Anche per il 2011 vale il criterio di differenziare la tipologia d’intervento, considerando le caratteristiche delle posizioni da sottoporre a controllo, privilegiando le attività istruttorie esterne, con controlli mirati e verifiche dei casi a maggior rischio di evasione o elusione fiscale. Per le imprese di minori dimensioni e lavoratori autonomi: la circolare precisa che un fattore decisivo dovrà essere la selezione delle posizioni di maggior rischio di evasione. Infine, per le attività di accertamento: va privilegiato il controllo delle annualità più recenti, compreso il 2009, a partire dal secondo semestre.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Infiltrazioni mafiose

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 maggio 2011

Forlì 21 maggio 2011, a partire dalle ore 10 in Piazzetta “Novanta Pacifici” per presentare la nuova legge di contrasto alle infiltrazioni mafiose e per la cultura della legalità. «Si tratta di un risultato importantissimo: l’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna ha di recente approvato la legge regionale per la prevenzione e il contrasto alle infiltrazioni del crimine organizzato; una legge che opera su più livelli,dall’educazione alla legalità fino a provvedimenti di contrasto a usura e racket, mettendo in rete le informazioni che Amministrazioni, forze dell’ordine e altri soggetti hanno accumulato negli anni – ricorda Monari, che presiederà il convegno – Con l’Osservatorio Regionale raccoglieremo tutti i dati e il materiale disponibile. La Giunta predisporrà unCentro di Documentazione aperto ai cittadini, in cui sarà possibile informarsi e trovare contenuti aggiornati e completi.Verranno attivati percorsi didattici, saranno realizzate iniziative pubbliche e verrà istituita, il 21 marzo, la Giornata regionale in ricordo delle vittime di mafia. La legge velocizza le procedure burocratiche per l’utilizzo dei beni sequestrati: per facilitare il recupero ad uso sociale di tali beni da parte dei Comuni, la Regione attiverà uno sportello per fornire assistenza e informazioni e saranno erogati contributi per cofinanziare gli interventi di restauro, risanamento e riutilizzo». «Dopo il saluto di Marco Di Maio, Segretario territoriale del PD di Forlì, il Consigliere Regionale Tiziano Alessandrinirelazionerà sui contenuti della legge, quindi gli interventi del Consigliere regionale Thomas Casadei, del referente regionale dell’associazione Libera Daniele Borghi, del Presidente dell’Assemblea legislativa Matteo Richetti, del Procuratore aggiunto della DNA Alberto Cisterna e del Presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani. Le conclusioni saranno affidate al Presidente del Gruppo PD alla Camera dei Deputati Dario Franceschini» afferma Marco Monari. Il Segretario Regionale del PD Stefano Bonaccini, il sindaco di Forlì Roberto Balzani, il Presidente della Provincia di Forlì-Cesena Massimo Bulbi e la vicepresidente del Gruppo PD in Regione Emilia-Romagna Anna Pariani interverranno all’appuntamento

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »