Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Posts Tagged ‘contratto collettivo’

Campidoglio, firmato nuovo Contratto decentrato dei dipendenti capitolini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 luglio 2017

campidoglioÈ stato firmato ufficialmente il nuovo Contratto collettivo decentrato integrativo dei dipendenti capitolini. “Oggi viene sancito, anche formalmente, l’avvio di una nuova stagione nei rapporti con il personale capitolino – dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi – superando l’atto unilaterale per valorizzare la partecipazione dei lavoratori all’organizzazione del lavoro, per riconoscere i loro diritti e per premiare la loro professionalità in funzione dei servizi offerti ai cittadini. Roma Capitale si conferma dunque come modello di confronto sul futuro del pubblico impiego a livello nazionale”.Il delegato della sindaca al Personale Antonio De Santis e il Direttore del Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane del Campidoglio Angelo Ottavianelli hanno siglato con le organizzazioni sindacali di categoria (Cgil, Cisl, Uil, Csa, Diccap e Usb) il nuovo Contratto che fa decadere formalmente, a decorrere dal 1 luglio 2017, l’atto unilaterale approvato dalla precedente amministrazione nel 2014.La sottoscrizione da parte di Roma Capitale è stata autorizzata dalla Giunta Capitolina con una delibera approvata venerdì scorso, che recepisce i termini del pre-accordo siglato con i rappresentanti sindacali dei lavoratori lo scorso 4 maggio. Con tale provvedimento si autorizza anche l’integrazione delle risorse necessarie al Fondo per il salario accessorio per l’anno 2017.”È una giornata importante per noi tutti – afferma De Santis – che comprova la capacità dell’Amministrazione di superare le difficoltà giuridiche ed economiche ereditate dal passato e che hanno ostacolato, negli ultimi anni, il godimento di legittimi diritti da parte dei dipendenti capitolini. Dopo aver sbloccato il pagamento del salario accessorio e aver raggiunto l’intesa sul nuovo contratto decentrato oggi archiviamo definitivamente l’atto unilaterale, condividendo con i sindacati la visione di una macchina amministrativa che ha come unico obiettivo la valorizzazione del personale correlata al potenziamento dei servizi alla città”.In occasione della firma del contratto, la sala commissioni del Dipartimento Risorse Umane, che tradizionalmente ospita le trattative sindacali e dove è stato siglato il documento, è stata intitolata alla memoria della dirigente sindacale Nicoletta Calcagni, scomparsa pochi mesi fa.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sanità privata: ai lavoratori uno stipendio in meno

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Il mancato rinnovo del biennio economico relativo al Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro scaduto nel dicembre del 2005 produce effetti insostenibili sulla busta paga dei lavoratori della sanità privata. Uno studio dell Ugl Sanità, realizzato elaborando dati Istat, evidenzia che per l effetto combinato della perdita del potere di acquisto e del mancato recupero dell inflazione per ogni 1000 euro di retribuzione netta mensile ad oggi la perdita secca e di 141 euro al mese, in pratica uno stipendio in meno all anno. I 120.000 addetti del settore che aspettano da 41 mesi il rinnovo del contratto assistono al più classico degli scaricabarile tra le associazioni datoriali e le Regioni mentre il Ministero del Lavoro resta a guardare.  Si tratta di una situazione oggettivamente insostenibile, anche perché stiamo parlando di lavoratori che percepiscono redditi medio-bassi, per i quali ricevere uno stipendio mensile in meno ogni anno incide in modo significativo sulla vita e sulla famiglia.   ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Nazionale UGL Sanità   Per questo la UGL Sanità ha chiesto al Ministero del Lavoro di aprire un tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali, le associazioni datoriali e le Regioni. È inaccettabile   aggiunge Capone   che ancora una volta siano i lavoratori a pagare le inefficienze del sistema sanitario .  Chiediamo alle Regioni di vincolare la concessione dell accreditamento alle strutture sanitarie private al rinnovo dei CCNL scaduti del settore In sintesi lo studio elaborato dall Ugl Sanità prende in esame il reale potere di acquisto ad oggi della retribuzione del dicembre 2005 rilevando come su 1000 euro netti la perdita mensile sia di 71 euro mentre il mancato riconoscimento dell’inflazione produce un  ulteriore perdita di 70 euro equivalente, su base annua, ad una mensilità.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »