Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘conversione’

Conversione, la ripartenza e la “ricostruzione”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 aprile 2020

“Sono giornate particolari, stare in casa senza poter vedere i propri cari, spesso distanti anche solo pochi chilometri non è facile. Questo sforzo collettivo, però, sta portando dei risultati. Vorrei approfittare di questa domenica per ringraziare i medici, gli infermieri, le forze dell’ordine, la protezione civile e i volontari che si stanno spendendo per proteggere la nostra comunità.
Ma vorrei ringraziare anche voi che avete rinunciato alle vostre abitudini ci state aiutando a combattere questo virus. A questa fase di chiusura, quasi totale, seguirà una fase di convivenza e lentamente torneremo alla normalità. Garantendo la sicurezza sanitaria, mentre consentiamo all’economia di rimettersi in moto. Per questo stiamo continuando a lavorare incessantemente alle modalità di rilancio delle nostre attività produttive.
La parola d’ordine dei prossimi mesi deve essere conversione, la ripartenza e la “ricostruzione” si devono focalizzare su questa parola. La scuola deve ripartire, certo, ma non può, ad esempio, non inglobare l’esperienza della didattica digitale. I servizi pubblici, gli uffici privati, le aziende, devono ripartire, ma non possono accantonare l’esperienza e le potenzialità del telelavoro. Sarebbe una retromarcia incomprensibile. Sul nostro domani ci vuole, come ha detto anche oggi Papa Francesco, “una visione d’insieme, altrimenti non ci sarà futuro per nessuno”. E questa visione d’insieme dobbiamo volerla in Italia, ma anche e soprattutto a livello europeo. Mettendo da parte qualche egoismo e pensando un po’ di più al benessere collettivo.
Grazie per tutto quello che ciascuno di voi sta facendo. E state sicuri che ci rialzeremo presto, perché continuiamo ad essere il Paese più bello del mondo”. Così, su Facebook, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Caso di Huma Younus

Posted by fidest press agency su martedì, 21 gennaio 2020

Svolta storica per il caso di Huma Younus e per tutte le ragazze cristiane rapite e convertite forzatamente all’Islam in Pakistan. Come riferisce ad Aiuto alla Chiesa che Soffre l’avvocato della 14enne cattolica, Tabassum Yousaf, questa mattina i due giudici dell’Alta Corte del Sindh, Muhammad Iqbal Kalhoro e Irshad Ali Shah, hanno chiesto al poliziotto incaricato delle indagini di condurre in aula Huma nel corso della prossima udienza che è stata fissata per il 3 febbraio. Se ciò dovesse accadere, sarà la prima volta che una vittima di conversione forzata testimonierà in tribunale. La vicenda della giovane rapita il 10 ottobre scorso ha già visto altri due importanti primati: si tratta di un primo caso di conversione e matrimonio forzato che giunge dinanzi ad un’Alta Corte pachistana e della prima volta in cui si chiede l’applicazione del Child marriage restraint act, legge che vieta i matrimoni con minori entrata in vigore nel 2014 in Sindh e finora mai applicata.«Fino ad oggi nessuna famiglia era riuscita a chiedere giustizia – spiega l’avvocato Yousaf – perché i cristiani sono poveri e poco istruiti e non hanno i mezzi necessari per l’assistenza legale. Nel loro dramma i genitori di Huma sono stati fortunati, perché Aiuto alla Chiesa che Soffre si è fatta carico di tutte le spese legali. Altrimenti non saremmo potuti arrivare a questo punto». Il sostegno di ACS ha inoltre permesso di affiancare alla Yousaf, che segue il caso pro bono, anche un avvocato musulmano della Corte Suprema, Mujahhid Hussein. La sua esperienza, unita alla sua fede islamica, può fare la differenza.Tuttavia non sarà facile riportare a casa Huma, anche a causa della corruzione e della connivenza delle forze di polizia con i rapitori. «Stamattina in aula – riferisce l’avvocatessa – il funzionario incaricato delle indagini Akhtar Hussain ha riferito che lo scorso 9 gennaio Huma è stata convocata al tribunale di primo grado per firmare una dichiarazione in cui afferma di essere maggiorenne. Né io, né i genitori ne eravamo al corrente, e simili procedure non potrebbero avvenire in assenza di entrambe le parti. È chiaro come la polizia stia aiutando il sequestratore».Se il rapitore, il musulmano Abdul Jabbar, sostiene soltanto a parole che la ragazza sia maggiorenne, i genitori di Huma hanno fornito in aula altri due documenti che ne attestano la minore età: un attestato della scuola e il certificato di battesimo della parrocchia cattolica St. James di Karachi. Entrambi i documenti portano la data di nascita di Huma: 22 maggio 2005.
In attesa della prossima udienza, i genitori di Huma lanciano attraverso ACS l’ennesimo accorato appello: «Faccio appello alla comunità internazionale e ai grandi mezzi di comunicazione. Vi chiedo di alzare la voce in difesa di Huma. Mia figlia ha 14 anni, se vostra figlia di 14 anni stesse subendo tutto questo, voi che cosa fareste, quanto soffrireste? Considerate la nostra bambina come se fosse vostra figlia. Aiutateci per favore!».

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Criteo: crescita ricavi annuali

Posted by fidest press agency su martedì, 12 luglio 2011

Criteo annuncia che i ricavi annuali sono cresciuti da 0 a 200 milioni di dollari in soli tre anni. Nello stesso lasso di tempo, il numero dei dipendenti della società è passato da 20 a 350 grazie a un’espansione in 20 paesi tra America, Europa e Asia. La crescita di Criteo segna una svolta nel marketing online con una nuova leva d’acquisizione come espansione del search. Criteo migliora l’esperienza d’acquisto agevolando la scoperta dell’offerta prodotto più rilevante attraverso il retargeting personalizzato. Accresce inoltre il tasso di conversione globale del sito merchant incrementando le vendite globali. Criteo inviò il suo primo click a un inserzionista nel maggio del 2008. Oggi eroga milioni di click al giorno. Questi click sono generati e tracciati come avviene per il search, attraverso l’interfaccia self-service di Criteo, con possibilità di bidding per categoria merceologica, o mediante il software di tracciamento del SEM dell’inserzionista. I lead di Criteo si convertono in vendite col medesimo tasso di conversione del search engine marketing tradizionale, permettendo la misurazione di Criteo sulla base della pura performance. “Molti inserzionisti volti alla performance hanno già saturato da tempo le loro campagne SEM esistenti e sono alla ricerca di nuove aree di crescita” racconta JB Rudelle, CEO e fondatore di Criteo. ”Purtroppo non sono stati in grado finora di trovare un altro canale capace di generare le medesime performance post-click del search. Con Criteo possono finalmente estendere le loro campagne search e generare quelle vendite incrementali che ora stanno perdendo.” Simon Dupuy, Head dell’Online Advertising di Expedia, ci spiega: “Criteo ha dimostrato di essere un efficace mezzo per Expedia nel dare ai nostri utenti informazioni targetizzate, producendo valore per i nostri clienti e facilitandone ulteriormente i loro viaggi. Assicurare in un modo rilevante la fidelizzazione dei clienti è prioritario per Expedia e la risposta che stiamo ricevendo dai nostri viaggiatori nell’ultimo anno mostra che Criteo è fondamentale nell’attuazione di questo obiettivo.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Aborting America

Posted by fidest press agency su domenica, 16 gennaio 2011

Milano 21 gennaio alle ore 17.30 all’Auditorium San Carlo sarà presentata la prima edizione italiana di Aborting America, il libro con il quale il suo autore Bernard Nathanson racconta la sua conversione da leader del movimento abortista a pro Life.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Wi-Fi libero?

Posted by fidest press agency su sabato, 15 gennaio 2011

In questi giorni inizia l’esame del disegno di legge 2494, che nel testo presentato, prevede l’abolizione dell’articolo 7 del “Decreto Pisanu”. Allo stesso tempo, l’articolo 2 del cosiddetto “Decreto Milleproroghe” ha già modificato in senso meno restrittivo tale l’articolo 7 (salvo modifiche in sede di conversione). In totale, non è ancora chiaro come cambierà la normativa in materia d’identificazione degli utenti che utilizzano reti condivise, né (se dovesse essere confermata in sede di conversione la cancellazione dell’obbligo di conservare i dati e registrare gli utenti recentemente intercorsa), come farebbe il gestore del servizio Wi-Fi a collaborare con la Polizia Postale o la Guardia di Finanza.
Endian, azienda italiana leader nelle soluzioni open source di Unified Threat Management (UTM) e network security, mette in guardia i gestori di servizi Wi-Fi dai possibili pericoli, in termini di responsabilità (civile e penale). La navigazione libera mette il gestore del servizio in una posizione difficile, poiché anche se non gli si richiede più (a livello normativo) di tenere traccia degli utenti che hanno usufruito del servizio, egli rimane il responsabile, o quanto meno il referente, qualora venissero riscontrate attività illecite nella sua rete. In caso di accertamenti da parte delle autorità giudiziarie, il gestore dovrà, infatti, innanzitutto dimostrare di non essere egli stesso l’autore di tali attività e di aver usato un buon grado di diligenza nella predisposizione di tutte le misure adeguate a tracciare il colpevole (anche se occorre verificarne la compatibilità con la normativa sulla privacy).
Per questo motivo, a prescindere da quelle che saranno le misure più idonee a garantire “un giusto equilibrio tra la libertà di comunicazione, lo sviluppo della new economy e idonei standard di sicurezza” che il tavolo tecnico del Parlamento individuerà nei prossimi mesi, i gestori dei servizi Wi-Fi dovrebbero preferire soluzioni con funzionalità HotSpot, invece che Access Point, poiché così facendo si tiene separata la propria rete da quella in cui si offre il Wi-Fi pubblico; è possibile monitorare il traffico web attraverso l’analisi e il filtro dei contenuti; autenticare in maniera univoca l’utente, e quindi rintracciarlo se necessario; mantenere traccia di tutto il traffico attraverso i file di log. Infine, è bene abbinare queste funzionalità con quelle di protezione reti (UTM), che impediscono intrusioni attraverso firewall avanzati.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il decreto sicurezza finisce in rissa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 dicembre 2010

Dichiarazione del Senatore Radicale Marco Perduca: “La riunione delle commissioni congiunte affari costituzionali e giustizia, che doveva affrontare la conversione in legge del decreto legge cosiddetto sicurezza che, tra le altre cose, prorogherebbe al 2013 la flagranza di reato differita, si è conclusa con una rissa che ha visto coinvolti i senatori Bianco, Mugnai col pidiellino Balboni che ha colpito al volto il capogruppo in prima del Pd. C’è da chiedersi se da queste aule qui possano uscire misure capaci di garantire la sicurezza in un paese che, ci dice l’Istat, ha il più basso tasso di criminalità d’Europa.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Approvato nuovo antiaritmico in Europa

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 settembre 2010

Merck & Co. e Cardiome hanno annunciato che l’Ema ha approvato vernakalant (Brinavess) come trattamento per la conversione rapida della fibrillazione atriale (Fa) a ritmo sinusale negli adulti, per pazienti non operati con Fa di sette giorni o meno e per pazienti dopo chirurgia cardiaca con Fa di tre giorni o meno. La decisione segue il parere favorevole emesso dal Comitato per i farmaci per uso umano (Chmp) e si fonda sui risultati di tre studi controllati contro placebo e uno di confronto con amiodarone. In particolare, negli studi ACT I e III, il farmaco è stato valutato nella conversione di pazienti da Fa a ritmo sinusale, a 90 minuti per una durata minima di un minuto, su 390 pazienti adulti emodinamicamente stabili con fibrillazione atriale di breve durata (da 3 ore a 7 giorni) contro un placebo. Nel primo caso ha cardiovertito il 51% dei pazienti trattati contro il 4,0 % del gruppo placebo, nel secondo studio il 51,2% contro il 3,6% del gruppo placebo. Nel complesso la conversione è avvenuta con un tempo mediano di 10 minuti. Lo studio ACT II ha incluso 150 pazienti con Fa sostenuta (da 3 a 72 ore di durata), verificatasi tra le 24 ore e i 7 giorni successivi all’innesto di bypass aorto-coronarico e/o all’intervento di chirurgia valvolare. La conversione è avvenuta nel 47% dei casi contro il 14% del gruppo placebo. (fonte doctor news)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conversione dei pedofili

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 luglio 2010

Lettera al direttore “Sono persone malate o criminali, per loro è possibile la conversione”, a parlare, riferendosi ai preti pedofili, è il Cardinale honduregno Oscar Andrés Rodriguez Maradiaga, salesiano, già tra i papabili nel conclave del 2005, in un`intervista esclusiva a Tgcom, la testata multimediale del Gruppo Mediaset.  “I bambini ispirano tenerezza, bontà, affetto, amore – dice il porporato – quando si cade in queste aberrazioni mentali,  dev`essere una persona veramente perturbata. Sono crimini orribili, che non si possono mai giustificare.  Una persona così, con il peccato, ferisce la madre Chiesa, però può trovare la strada per la conversione”. Sulla possibilità di infliggere la scomunica ai preti pedofili, il cardinale Maradiaga ha risposto dicendo: “Ci sono dei casi in cui la scomunica è prevista, ma essendo una sanzione, un allontanamento dalla Chiesa, dobbiamo tenere conto che la Chiesa è amore e quindi spesso si sceglie di dare la possibilità a queste persone senza dignità di redimersi”. In disaccordo con quanto affermato da Mons. Charles Scicluna, il promotore di giustizia della Congregazione per la Dottrina della Fede – che citando il Vangelo di Marco aveva parlato di inferno più duro per i preti pedofili – il porporato honduregno ha precisato: “Io non penso che sia così, uno che fa questa cose è un sacerdote indegno, un criminale o un sacerdote ammalato che dev`essere subito aiutato. Soltanto Dio può giudicare le persone e non noi”. E su possibili casi di pedofilia in America Latina, il Cardinal Maradiaga ha detto: “Abbiamo anche noi degli episodi di pedofilia nella Chiesa, ma la nostra è un`altra cultura. Non amiamo gli scandali così quando succede si cerca sempre di applicare immediatamente la legge canonica e le direttive della Congregazione per il Clero”. (Fabio Marchese Ragona News Mediaset)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comune Roma: rinviato il bilancio di previsione

Posted by fidest press agency su martedì, 16 marzo 2010

«L’approvazione del bilancio di previsione 2010 sarà rinviata per legge. Il rinvio è infatti previsto dalle norme introdotte nel decreto legge n. 2/2010 contenente interventi urgenti per gli enti locali e le regioni, attualmente all’esame della Camera».  È quanto dichiara l’assessore al Bilancio e allo Sviluppo Economico, Maurizio Leo. «Il provvedimento che dovrebbe ricevere domani, 16 marzo, il via libera di Montecitorio – sottolinea Leo – ridefinisce, infatti, le procedure per il piano di rientro della Gestione commissariale del Comune di Roma che sono propedeutiche alla definizione del bilancio di previsione 2010 della gestione ordinaria dell’amministrazione capitolina. Secondo quanto previsto dalle modifiche approvate in sede di conversione al decreto legge che, dopo il sì della Camera dovrà essere ratificato dal Senato entro il 27 marzo, il Comune di Roma, prima di poter varate il nuovo bilancio di previsione dovrà, infatti, attendere la ricognizione definitiva dell’attivo e del passivo rientranti nel piano di rientro della Gestione commissariale». In particolare le norme in questione stabiliscono che il nuovo commissario straordinario del Governo, al fine di assicurare la necessaria separazione anche formale delle due contabilità, non sarà più il Sindaco di Roma e che lo stesso dovrà procedere alla definitiva ricognizione dell’attivo e del passivo della Gestione commissariale. Solo in questo modo sarà possibile individuare, per differenza, quali voci dovranno entrare a fare parte del bilancio della gestione ordinaria del Comune di Roma e, di conseguenza, possibile mettere a punto il bilancio di previsione per il 2010. Con decreto del Presidente del Consiglio saranno, infine, individuati i nuovi termini per la deliberazione del bilancio di previsione per l’anno 2010, oltre che per l’approvazione del rendiconto dell’esercizio 2009.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pacchetto sicurezza: disappunto di Save the Children

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 maggio 2009

Il maxi emendamento in materia di immigrazione, parte del Ddl Sicurezza e appena approvato alla Camera, attraverso il meccanismo della fiducia, desta forti preoccupazioni sia per i suoi contenuti che per la modalità di approvazione. Secondo Save the Children, presentano forti criticità le norme che prevedono l’introduzione del reato di immigrazione clandestina, l’impossibilità di accesso agli atti di stato civile per gli stranieri senza permesso di soggiorno e dell’allungamento fino a 180 giorni dei tempi di permanenza dei migranti nei CIE, provvedimento quest’ultimo che tra l’altro era già stato rigettato dal Parlamento per ben due volte e che è stato introdotto ora nel Ddl Sicurezza con emendamento. Molto preoccupanti sono le norme, incluse nel maxi emendamento, che riguardano la conversione del permesso di soggiorno alla maggiore età e che sostanzialmente si traducono in una maggiore difficoltà di ottenimento dello stesso per i minori stranieri non accompagnati che arrivano nel nostro paese. Infatti, per la conversione sarà necessario che il minore straniero sia affidato o sottoposto a tutela e sia  inserito in un progetto di integrazione da almeno due anni. Save the Children ritiene permangano delle forti criticità anche per la previsione di misure specifiche per il rimpatrio di minori stranieri non accompagnati comunitari coinvolti nella prostituzione, in quanto esse introdurrebbero un criterio di discriminazione nei confronti di uno specifico gruppo di minori,  inammissibile ai sensi dell’art. 2 della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza (CRC) nonché e dell’art. 3 della Costituzione Italiana. La norma non considera altresì che i minori stranieri non accompagnati coinvolti in prostituzione in Italia molto spesso possono essere vittime di gravi forme di sfruttamento e tratta, e se rimandati nei paesi di origine potrebbero essere in molti casi privi di un ambiente familiare e socio-economico idoneo a garantirne i diritti.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Digitale terrestre, via libera a 5 nuove reti

Posted by fidest press agency su martedì, 21 aprile 2009

Con la delibera dell’ Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM) approvata l’8 aprile 2009 viene definito il percorso per il definitivo spegnimento delle reti analogiche (switch off), previsto per la fine del 2012, la conversione delle reti digitali esistenti e l’incremento dell’offerta delle frequenze disponibili per nuovi operatori. Le 21 reti disponibili in digitale verranno divise in otto reti destinate alla conversione di quelle analogiche; altre otto alla conversione delle reti digitali esistenti; le cinque reti rimanenti, invece, andranno sul mercato, stimolando la concorrenza nell’offerta, considerata anche la disponibilità della capacità di trasmissione (ogni frequenza è in grado di trasportare da quattro a sei/sette programmi). Nello specifico, la delibera stabilisce che: 8 reti saranno destinate alla conversione delle attuali reti analogiche. Gli operatori nazionali esistenti avranno assegnata capacità di trasmissione sufficiente per la trasmissione dei programmi a definizione standard ed ad alta definizione. 8 reti digitali saranno dedicate alla conversione in tecnica singola frequenza delle attuali reti digitali esistenti che oggi utilizzano il sistema meno efficiente della multifrequenza. Ciascun operatore avrà diritto alla conversione delle reti digitali attualmente operanti; all’esito della conversione dell’attuale sistema televisivo nazionale risulterà disponibile un dividendo nazionale di 5 reti. Le 5 nuove reti consentiranno l’entrata in onda di nuove emittenti non ancora presenti sul mercato. Dal dicembre 2003 è iniziata nel nostro Paese l’era della televisione digitale terrestre. In precedenza la diffusione televisiva terrestre avveniva esclusivamente in modalità analogica. La Sardegna è la prima regione italiana ad aver concluso il passaggio definitivo al digitale terrestre lo scorso 31 Ottobre. Il prossimo obiettivo è la Val D’Aosta. La transizione al digitale terrestre coinvolgerà progressivamente tutte le Regioni italiane.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »