Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘cooperative’

Cooperative Services of Florida and Vizient form a Strategic Partnership

Posted by fidest press agency su martedì, 8 gennaio 2019

Vizient and Cooperative Services of Florida (CSF) announced today that they have signed a strategic membership agreement. Vizient will serve as the preferred national group purchasing organization (GPO) and strategic cost management partner for CSF and their member health systems. The agreement also includes an aggregation group development strategy and all analytics modules within the Vizient Savings ActualyzerTM platform.“This is an alignment that makes sense for our members,” said Bob Boswell, president and CEO of LeeSar/CSF. “We will access Vizient’s broader contract portfolio while strengthening the CSF sourcing model through increased analytics capabilities, technologies and onsite support. CSF will maintain its regional GPO identity and will focus on building clinical alignment with members’ physicians and clinicians to provide stronger regional contracts for specialty supplies, drugs, services, and capital equipment.”Cooperative Services of Florida represents four health systems in Florida. Lee Health is the largest and only community-owned healthcare system in SW Florida with a total of 1,457 beds. Sarasota Memorial, an 819 bed hospital, is among the largest and highest rated public health systems in Florida. Central Florida Health includes Leesburg Regional Medical Center with 329 beds, the Villages Regional Hospital with 307 beds and Leesburg Rehabilitation Hospital. Jupiter Medical Center is a not-for-profit, 327 bed regional medical center.“We are excited to welcome Cooperative Services of Florida, and their member hospitals, to Vizient. By aligning our capabilities with the goals of CSF, we believe that we can help accelerate growth in their membership through our joint sourcing and contracting services strategy. Additionally, we believe that their members will benefit from the cost savings insights and opportunities that come from our market-leading supply chain analytics platform,” said Rand Ballard, chief customer officer for Vizient.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bando per la nascita di imprese cooperative

Posted by fidest press agency su domenica, 18 giugno 2017

Parma ateneoParma. Mercoledì 21 giugno, alle ore 17, presso l’Aula Congressi (via Kennedy, 6), il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Parma ha organizzato un incontro per descrivere il progetto Coopstartup, mirato a favorire la creazione di nuove imprese cooperative, nonché gli adempimenti da compiere per partecipare alla selezione.
Interverranno il Direttore del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali Luca Di Nella e Vanessa Sirocchi di Legacoop Emilia Ovest. Legacoop Emilia Ovest, in collaborazione con Coopfond, fondo mutualistico di Legacoop per lo sviluppo del movimento cooperativo, vuole promuovere nuove cooperative capaci di apportare benefici alla comunità locale e al territorio in termini di aumento dell’occupazione e di crescita economico-sociale-culturale.
L’iniziativa è rivolta a gruppi (composti da almeno 3 persone) in maggioranza di età inferiore ai 40 anni, che intendano costituire un’impresa cooperativa con sede legale ed operativa nelle Province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza e a cooperative costituitesi nel 2017, della medesima area territoriale e con una base sociale in maggioranza di età inferiore ai 40 anni.Per ciascuno dei tre progetti vincitori verranno messi a disposizione 15.000 euro a fondo perduto, oltre al supporto offerto tramite figure professionali specializzate e l’accesso a prodotti specifici per le startup cooperative da parte di Coopfond e la convenzione con Banca Etica per l’erogazione di microcredito fino ad un massimo di 25 mila euro.Le domande di partecipazione al bando (http://www.legacoopemiliaovest.coop/imgportfolio/159/img_6/img_766955.pdf) sono accolte e gestite tramite la piattaforma http://www.coopstartup.it/emiliaovest, fino al 18 luglio 2017. L’incontro è aperto a studenti e dipendenti dell’Università di Parma.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

1996-2017: il cooperative learning in Italia

Posted by fidest press agency su martedì, 6 giugno 2017

Roma Venerdì 9 Giugno 2017, ore 11:00 Polo Didattico Principe d’Amedeo, Aula 4 Via Principe d’Amedeo, 186. Il Laboratorio di Ricerca CEFORC “e la Società SIREF “Società Italiana di Ricerca Educativa e Formativa” invitano al seminario di studio in onore del Prof. Mario Comoglio dal titolo “1996-2017, il cooperative learning in Italia. Un sistema generativo tra attualità, criticità e prospettive”.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Europe’s mutual and cooperative insurers will hold their third biennial Congress

Posted by fidest press agency su martedì, 17 aprile 2012

Gdansk, Poland.from 6 to 8 June 2012. The general theme is “Solidarity and mutuality: stable values in an unstable world”. Lech Wałęsa, Peace Nobel Prize winner and founder of the “Solidarność” movement, will be the guest speaker at the Gala Dinner. “The more insurance providers set out to cover those risks that the citizens perceive as traditional social security risks, the stronger is the case for the mutual or cooperative company form which ensures that there is no third party between the customer and the company”, says AMICE President Asmo Kalpala. “Health services are a perfect example of where mutual insurers can step in to provide an efficient and innovative replacement for the public sector. Therefore, we will discuss at our Congress the increasing role of mutuals in the provision of health services”, he adds.
Setting the scene will be Jeff Prestridge, one of the UK’s leading financial journalists, and immediately thereafter, delegates will have the opportunity to question the European Parliament, European Commission and EIOPA about their plans for the financial sector. Discussions and case studies on the practical implementation of Solvency II and on the strategic advantage of an integrated Corporate Social Responsibility policy will provide delegates with examples from other players in the sector. The two-day conference also includes an interactive presentation of how behavioural economics is shaping the financial agenda while technologically-mediated social behaviour is shaping the business agenda. Before closing, mutual insurance managers and outside experts will take a joint look into the future of the sector. Speakers come from AMICE member organisations in several European countries, from the European institutions and from the wider financial sector. Case studies from Denmark, France, the Netherlands and Italy will show the role of the sector in health care provision.
The AMICE Congress 2012 is the place to be this June, for anyone interested in the key role that mutual and cooperative providers play in the European insurance sector and their future success.
AMICE is the Association of Mutual Insurers and Insurance Cooperatives. Its prime purpose is to ensure that the voice of the mutual and cooperative insurance sector in Europe is heard and that the interests of its members are taken into account in securing a level playing field for all insurers in Europe regardless of their legal form.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Associazione Cooperative Friulane: Flavio Sialino è il nuovo presidente

Posted by fidest press agency su sabato, 10 marzo 2012

L’Assemblea dell’Associazione Cooperative Friulane di Udine, tenutasi al Centro Congressi dell’Ente Fiera, ha eletto alla presidenza Flavio Sialino. Fagagnese di 58 anni, subentra a Gianpaolo Zamparo, dal 2000 al vertice dell’Associazione: una lunga carriera nella cooperazione, iniziata nel 1965, e che già nel 1990 l’aveva portato a dirigere l’organizzazione cooperativistica. Il presidente uscente, nel salutare i cooperatori e le autorità presenti, ha tracciato un bilancio del recente sviluppo del movimento cooperativo: «La soddisfazione più grande è aver visto come la cooperazione abbia sempre confermato la sua capacità di tenuta anche in momenti di grave crisi economica. Una soddisfazione che mi sento di condividere con i collaboratori con cui ho lavorato di questi anni», sono state le sue parole. L’Associazione, oggi, rappresenta 314 cooperative della provincia di Udine, con 6.649 addetti e oltre 35.000 soci.Per Sialino: «Il profondo rinnovamento operato congiuntamente al presidente uscente Zamparo, che ringrazio per quanto ha fatto per il movimento cooperativo nei tre mandati da lui svolti, ha avuto l’obiettivo di individuare persone capaci e fortemente motivate al fine consolidare la vicinanza dell’Associazione alle singole cooperative nei momenti importanti della loro attività quotidiana». Il nuovo presidente ha espresso, inoltre, le priorità del suo mandato: favorire i processi di aggregazione e collaborazione, al fine di creare significative sinergie tra le cooperative e renderle più competitive e pronte ad affrontare anche mercati esteri. Ma anche intercettare le nuove esigenze che fanno capo a una maggiore capacità amministrativa e imprenditoriale offrendo servizi sempre più qualificati.All’assemblea, oltre all’assessore regionale Roberto Molinaro, erano presenti il vicepresidente della Provincia di Udine, Daniele Macorig; l’assessore provinciale, Adriano Piuzzi; il presidente della Camera di Commercio, Giovanni Da Pozzo; il vicesindaco di Udine, Vincenzo Martines. Presenti pure i consiglieri regionali Franco Iacop, Alessandro Tesolat, Giorgio Venier Romano, Paride Cargnelutti, Enio Agnola; i senatori Flavio Pertoldi e Mario Pittoni e il deputato Ivano Strizzolo.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prime cooperative tra professionisti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 febbraio 2012

Con l’emendamento che istituisce l’art. 9-bis al decreto legge 24 gennaio 2012 n. 1, il Governo ha colto la maggior parte delle richieste degli Ordini professionali in tema di società professionali modificando l’art. 10 della legge n. 183/2011 (la legge di stabilità) che, diversamente, avrebbe avuto effetti devastanti sul sistema professionale.
A meno di sorprese dell’ultimo minuto (abbastanza improbabili perché l’emendamento è presentato dallo stesso Governo) le Società professionali si faranno e potranno avere anche soci terzi di puro capitale, ma la loro partecipazione sarà limitata ad un terzo del capitale e comunque ad un terzo dei voti sociali, quindi attergato in misura assolutamente minoritaria. La decisione del Governo rappresenta una vera svolta visto che in precedenza, alla richiesta del Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati di modificare l’art. 10 della legge n. 183/2011, era sempre stato risposto negativamente; evidentemente alla fine, il Governo ha compreso che, senza modifiche, i danni che sarebbero stati inferti al sistema erano esiziali.Una svolta positiva dunque, vista con favore da Roberto Orlandi, Presidente del Consiglio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati ed anche VicePresidente Nazionale del CUP, che giunge di buon auspicio in vista dell’imminente grande manifestazione del 1 marzo prossimo, il “PROFESSIONAL DAY”, che coinvolgerà decine di migliaia di professionisti, collegati via satellite da 156 città italiane (ma il numero tuttora in aumento), con la manifestazione principale che si svolgerà a Roma, all’Auditorium della Conciliazione.Le modifiche alle Società professionali introdotte dal Governo producono peraltro un effetto particolare: quello di rendere sostanzialmente possibile la costituzione di sole “Società professionali cooperative”. E sembra averlo ben capito la Lega Coop, presieduta da Giuliano Poletti, che ieri, 27 febbraio, con una fortunata tempistica, ha organizzato a Roma un Convegno sul tema, presente anche il Sottosegretario alla Giustizia Andrea Zoppini.Perché le “Società professionali” possano trovare sostanziale realizzazione nell’ambito cooperativo è presto detto. L’emendamento del Governo limita la partecipazione del socio terzo di capitale al 33% delle quote di partecipazione (ovvero, in alternativa, al 33% dei voti sociali), con l’ovvia conseguenza che il restante 67% di capitale deve essere apportato dai soci professionisti i quali, dovendo comunque provvedere economicamente per la maggior parte, non si vede quale necessità abbiano di capitale terzo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Il Governo Monti vuol colpire i consumi per ridurre il passivo della Bilancia commerciale?”

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 gennaio 2012

Occhio al governo Monti...

Image by Cau Napoli via Flickr

Le dichiarazioni effettuate pochi giorni fa da un sottosegretario del Governo Monti in una trasmissione Televisiva di La7 sulla bilancia commerciale ci fa pensare che forse questo aumento della tassazione non ha il solo scopo di dar respiro alle casse dello Stato con un debito pubblico ormai alle stelle, ma anche quello di ridurre i consumi al fine di diminuire le importazioni per riequilibrare una bilancia commerciale in netto passivo. Lo dicono in una nota il Segretario Nazionale ed il Presidente dell’Associazione per la tutela del Cittadino Assotutela.net Pietro Bardoscia e Michel Emi Maritato.Speriamo che le nostre presupposizioni siano sbagliate anche se la maggior parte delle misure adottare ci fa pensare proprio questo, a partire dall’aumento dell’IVA avvenuto nel 2011 che aumenterà ulteriormente dal 21 al 23% e dal 10 al 12% a partire dal secondo semestre 2012, il quale produrrà una notevole riduzione del potere di acquisto degli Italiani con conseguente riduzione dei consumi. Piuttosto – conclude Bardoscia – si punti sullo sviluppo del turismo vera arma per equilibrare la bilancia commerciale e si adottino realmente tutte quelle misure necessarie a risollevare l’economia italiana in piena depressione a partire dall’attuazione di un vero piano di investimenti in opere pubbliche ed a potenziare il potere di acquisto dei lavoratori sollecitando le classi datoriali a rinnovare il contratto collettivo nazionale del lavoro nei vari settori sull’esempio di quanto avvenuto in quello delle cooperative sociali, nel dicembre scorso, dando respiro ad oltre 300 mila persone.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cooperative e assestamento di bilancio

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 luglio 2011

Dall’Alleanza delle Cooperative del Friuli Vg, il coordinamento tra Confcooperative, Legacoop e Agci, arriva un giudizio cautamente positivo alla manovra di assestamento del bilancio regionale, ma anche un invito a fare di più sotto il profilo della “semplificazione burocratica e amministrativa della macchina pubblica, che rappresenta comunque uno straordinario strumento per ridurre i costi aziendali”, come si legge nella nota congiunta che le organizzazioni di rappresentanza delle imprese cooperative della nostra regione hanno inviato in questi giorni alla Giunta regionale.
Dal movimento cooperativo arrivano, però, anche precise richieste alla Regione: incrementare di 10 milioni di euro il Fondo di Rotazione per l’agricoltura; definire un piano strategico di opere pubbliche da accantierare in tempi certi, e stanziare ulteriori 5 milioni di euro da destinare, a titolo di incentivo, agli enti locali e aziende pubbliche che realizzano affidamenti di lavori e forniture alle cooperative sociali per l’inserimento lavorativo delle categorie di svantaggio e disabilità più significative. È inoltre fondamentale, per il movimento cooperativo, che si passi gradualmente da una fase emergenziale fondata sugli ammortizzatori sociali, a una politica di investimenti. Proprio per questo motivo, le tre centrali cooperative sottolineano che la cooperazione ha registrato dati meno allarmanti rispetto ad altre forme societarie e ora richiedono, quindi, il sostegno della Regione sia con interventi di capitalizzazione di Finreco (il Confidi regionale della cooperazione), sia promuovendo l’imprenditorialità degli occupati delle aziende in crisi con lo strumento della ex Legge Marcora

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I genitori bocciano le mense scolastiche

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 giugno 2011

L’anno scolastico si sta concludendo, è tempo di pagelle, e i genitori danno i voti alle mense scolastiche dei propri figli. Per la maggioranza dei votanti all’instant poll (57%) le mense non raggiungono la sufficienza: un terzo vorrebbe che i pasti fossero cucinati all’interno della mensa invece che da cooperative esterne, e magari elaborati con la consulenza di un nutrizionista (9%). Cresce poi la domanda di cibi biologici e del territorio: la presenza di questi prodotti sulle tavole dei ragazzi a scuola è giudicata inadeguata da circa il 23% dei votanti. Questi alcuni dei risultati dell’instant poll (ancora on line: si può ancora votare) proposto dal sito di alimentazionemelarossa.it con la collaborazione di mammablog.it e genitori.it. Tutto male, dunque? Non proprio: secondo i votanti esistono evidenti aree di eccellenza, se oltre un quarto dei votanti giudica ‘ottimo’ il servizio offerto nelle scuole. E’ particolarmente apprezzata l’attenzione con cui si cerca di soddisfare le esigenze dei bambini con intolleranze o patologie particolari, così come la presenza di frutta e verdura di stagione. I risultati aggiornati del sondaggio – che non pretende di avere un valore assoluto, ma che indica una tendenza – sono consultabili sul sito http://www.melarossa.it, realizzato con la supervisione scientifica della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione. Il sito, completamente gratuito e senza pubblicità, è in grado di elaborare diete con un data base di 435 diverse diete settimanali, per un totale di 3045 menù giornalieri, sulla base delle indicazioni fornite dai LARN (Livelli di assunzione Raccomandata di Energia e Nutrienti per la Popolazione Italiana, prodotto dall’Istituto Nazionale di Ricerca su Alimenti e Nutrizione, in collaborazione con la Società di Nutrizione Umana), dando quindi anche una adeguata rilevanza alla qualità degli acidi grassi (limitando l’apporto di acidi grassi saturi) e del rapporto tra proteine animali e vegetali.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cooperative no a gare al massimo ribasso

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 aprile 2011

Un deciso no all’ipotesi di reintroduzione della procedura al massimo ribasso per gli affidamenti dei servizi alla persona arriva da Confcooperative-Federsolidarietà, Legacoopsociali e Agci Solidarietà. L’attuale stesura della legge regionale 6/2006 stabilisce un tetto al 15 per cento al valore dell’offerta economica nelle procedure di affidamento dei servizi sociali, enfatizzando invece l’attenzione riservata alla qualità dei servizi resi alla popolazione. È una norma innovativa a livello nazionale e che instaura una corretta partnership tra pubblica amministrazione e terzo settore, precisano le tre organizzazioni cooperative. Un plauso arriva invece al varo, da parte della Regione, dell’Atto di indirizzo sulle procedure di affidamento che è, per le cooperative, il primo passo per migliorare la qualità dei servizi offerti favorendo la coprogettazione e la sussidiarietà tra pubblico e privato sociale. Le tre centrali sono invece nettamente contrarie all’ipotesi di modificare la legge per tornare ad attribuire un peso centrale al prezzo nella determinazione degli affidamenti: anzi, l’urgenza, per il mondo della cooperazione sociale è, semmai, quella di garantire adeguati investimenti per il settore.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Centralità ruolo cooperative

Posted by fidest press agency su sabato, 5 marzo 2011

«La Camera di Commercio di Udine, casa di tutte le categorie, è stata una delle prime in Italia a rimarcare la centralità del ruolo delle cooperative nel sistema economico e, cambiando lo Statuto, a inserire un loro rappresentante nei suoi organi di vertice. A maggior ragione sono lieto di essere qui come presidente dell’ente camerale in un’occasione importante per valorizzare un comparto che, anche nella difficile fase economica, sa resistere e guardare al futuro, con la sua struttura in grado di combinare al meglio economia, condivisione e mutualità». Così ha esordito il presidente Cciaa Giovanni Da Pozzo, chiamato a portare le conclusioni del 12esimo congresso di Legacoop Fvg a Pasian di Prato. «Oggi – ha rimarcato Da Pozzo rivolgendosi a Marinig – è un “Renzo-Day”. Perché dietro le coop, dietro alle azioni e ai modelli, ci sono le persone. Renzo ha creato un modello, apprezzato da tutte le categorie e dalle forze politiche, ancor di più grazie a un valore aggiunto dato dalla sua personalità e dalla sua lungimiranza». Perciò, Da Pozzo ha consegnato a Marinig la Moneta di Jacopo Linussio, onorificenza-simbolo della Camera di Commercio, che il presidente conferisce alle personalità d’eccellenza dell’economia, friulana in particolare. «In Italia – ha aggiunto Da Pozzo nel suo intervento – gli addetti delle cooperative sono quasi il triplo di quelli degli stessi settori in altri comparti dell’economia: è indice di struttura del sistema e questo è un plus per la competitività, un fattore estremamente positivo che guarda lontano. Altrettanto importante è l’incidenza della cooperazione nel sistema del credito, ciò che risulta più utile alle Pmi proprio in questi giorni, in cui, infatti, si registra un fortissimo cortocircuito fra sistema imprese e sistema bancario, mai così forte dall’inizio della crisi. In questo senso, la Regione ha agito, con alcune misure che hanno funzionato meglio di altre, ma non è ancora riuscita – ha rimarcato Da Pozzo – a dare la giusta considerazione a quella che invece dev’essere riconosciuta come una vera eccellenza del Fvg, ossia la potenzialità di un sistema, che nel resto d’Italia ci invidiano, formato da Friulia, Mediocredito, Frie, Confidi, organismi che dovrebbero essere armonizzati di più e dunque usati in modo più efficace, per esprimere al meglio il loro valore aggiunto alle politiche del credito».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fatti a mano. Sulle Ande

Posted by fidest press agency su martedì, 1 marzo 2011

Roma, 5 marzo – 3 aprile 2011 Centro Culturale Giovanni Paolo II a San Carlo al Corso – Via del Corso 437 In mostra ci saranno come sempre le opere di falegnameria, intaglio, pittura, scultura, maglieria, ricamo, sartoria realizzati da giovani campesinos, scelti tra i più poveri, a cui l’OMG cerca di dare un’istruzione e una concreta possibilità di lavoro e di futuro senza lasciare la propria terra. La mostra è ideata dai volontari dell’Associazione Don Bosco 3A e dell’OMG per far conoscere l’attività delle scuole e delle cooperative di produzione in Perù e promuovere la vendita delle opere:elementi d’arredo, opere di arte sacra, sculture, tessiture e da quest’anno anche vetrofusioni, realizzati interamente a mano dai ragazzi sulla Sierra Andina. Le forme, i colori, gli intagli recuperano e rivalutano l’arte dei più antichi abitanti di queste terre povere e bellissime. La mostra è aperta tutti i giorni, dalle 16 alle 20 durante la settimana e dalle 10 alle 20 di sabato e domenica. Ingresso gratuito.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Telecom e servizio universale

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 gennaio 2011

Un centinaio di famiglie senza telefono fisso, non in cima agli Appennini, ma a Sesto Fiorentino, comune attaccato a Firenze. A poca distanza da una sede dell’Università fiorentina, il Polo scientifico e tecnologico, dal mese di settembre singoli utenti e interi condomini richiedono a Telecom Italia gli allacci, ma vengono rimbalzati con vari e contraddittorie scuse. L’insediamento è nuovo e a regime potrebbe ospitare circa due mila persone. Si tratta di sei unità abitative per un totale di circa 250 alloggi costruiti da 5 cooperative edilizie. Circa cento gli appartamenti già occupati, che al momento non possono fruire della linea telefonica (tanto meno di un collegamento veloce ad Internet). In conseguenza dell’inadempimento di Telecom Italia in alcuni complessi non è possibile attivare gli ascensori che necessitano di linea telefonica per il servizio assistenza. Un paio hanno rimediato attivando numeri di telefonia mobile (a costi ovviamente più alti).
Telecom Italia essendo il gestore a cui è affidato il servizio universale (fornitura di linea base) è tenuto ad attivare le utenze entro 10 giorni anche sul cucuzzolo di una montagna. In caso di problemi tecnici l’obbligo del gestore è di comunicare senza indugi una data certa per l’attivazione del servizio. E invece, come in altri casi (in tutta Italia), la società invia sms per fissare appuntamenti, salvo non rispettarli. In altri casi i tecnici arrivano ma scoprono che la società non ha predisposto le centraline a cui collegarsi. In alcune comunicazioni scritte, poi, vengono fissati tempi di attivazione, salvo poi essere prorogati. (fonte aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Targa riconoscimento imprese

Posted by fidest press agency su domenica, 14 novembre 2010

Udine 16 novembre Ore 11.00 Camera di Commercio (Sala Valduga) Il presidente, Giovanni Da Pozzo, incontra i giornalisti martedì 16 novembre, alle ore 11, in Camera di Commercio (Sala Valduga), insieme ai rappresentanti delle categorie economiche. Sarà l’occasione per presentare le caratteristiche e i percorsi del progetto “Qui si mangia friulano” dedicato alla promozione, in chiave turistica, delle produzioni agroalimentari friulane e di quelle dell’artigianato locale a esse legate. Alcune decine di imprese d’eccellenza (ristoratori, artigiani della tradizione, cooperative, agricoltori) per la prima volta insieme per la valorizzazione delle filiere di prossimità.
Nell’occasione, verrà divulgato il primo elenco delle imprese provinciali a cui la Camera di Commercio assegnerà la targa di riconoscimento e partecipazione al progetto, da poter esporre nei locali aziendali.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assemblea delle cooperative forestali a Barcis

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 novembre 2010

Barcis 12 novembre, ore 10, alla Foresteria comunale  (via San Giovanni Battista) i referenti del comparto cooperativo forestale e i vertici di Confcooperative si riuniranno per fare il punto sulla situazione nazionale e regionale della forestazione, con un approfondito focus sull’attività multifunzionale delle cooperative forestali, nonché sulle opportunità di sviluppo a beneficio di tutte le comunità locali. Dopo i saluti introduttivi del sindaco di Barcis, Tommaso Olivieri e dell’assessore comunale Daniela Paulon, interverranno il presidente di Fedagri Fvg, Giorgio Giacomello e Stelio Pittin, rappresentante regionale del settore Forestazione di Fedagri. L’incontro proseguirà con la relazione del presidente nazionale del comparto, Gasper Rino Talucci, cui farà seguito il dibattito moderato dal presidente di Confcooperative Fvg, Franco Bosio sulla tematica “La multifunzionalità quale opportunità per lo sviluppo del territorio-Strumenti ed esperienze della cooperazione forestale”. Interverranno, inoltre, Davide Pettenella del Dipartimento Territorio e Sistemi agro-forestali dell’Università di Padova; Stefano Cilli del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e Claudio Violino, assessore regionale alle Risorse agricole. Le conclusioni saranno affidate al direttore nazionale di Fedagri-Confcooperative, Fabiola Di Loreto.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elenco del Ministero degli archeologi italiani

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 settembre 2010

La Confederazione Italiana Archeologi accoglie con favore la notizia che il Ministero per i Beni e le Attività Culturali dopo molti mesi di attesa e di silenzio abbia finalmente rese pubbliche le procedure per l’iscrizione all’elenco degli archeologi che verrà gestito dallo stesso MiBAC.  “Siamo molto soddisfatti – afferma il Presidente Giorgia Leoni – di aver contribuito all’inclusione nell’elenco di società e cooperative archeologiche, che erano state escluse nel mancato rispetto delle leggi, del mercato e del lavoro svolto da queste.” La Confederazione Italiana Archeologi rileva, però, che i dubbi e le perplessità sollevati negli ultimi anni sono caduti nel vuoto: il Ministero ha lavorato al decreto attuativo senza ritenere utile confrontarsi con i professionisti, affidandosi esclusivamente ai propri tecnici e agli accademici, totalmente ignari dell’esperienza e delle realtà lavorative degli archeologi non strutturati. “L’elenco conferma l’esclusione – continua la Presidente Leoni – delle migliaia di archeologi professionisti che, privi di specializzazione o dottorato, lavorano da anni e decenni sui cantieri, nei magazzini e nei musei, a supporto o spesso in sostituzione del personale tecnico delle Soprintendenze. Il Ministero dovrebbe rendersi conto che secondo questi criteri solo pochissimi tra soprintendenti e funzionari tecnici potrebbero iscriversi a quell’elenco. Evidentemente per il Ministero la laurea di uno strutturato vale più di quella di un libero professionista! E’ inaccettabile”  La Confederazione Italiana Archeologi lancia la campagna “Aggiungimi all’elenco” invitando tutti gli archeologi italiani dotati di laurea di vecchio ordinamento, laurea triennale o specialistica ad inviare la domanda di iscrizione all’elenco secondo le modalità indicate dal Ministero.  La Confederazione Italiana Archeologi si impegna affinchè, in linea con la politica di trasparenza avviata dal ministro Bondi, il Ministero renda noti i numeri delle domande ricevute, di quelle accettate e di quelle rifiutate, ricavandone dati concreti e statistiche riguardanti la nostra professione. Siamo sicuri che quando saranno note le proporzioni del fenomeno il Ministero non potrà non modificare il decreto, includendo anche i professionisti che oggi sono ingiustamente esclusi e avviando concretamente il processo di riconoscimento della nostra professione.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Abruzzo: occupazione femminile

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 settembre 2010

“Nonostante l’occupazione continui a diminuire, pur in un quadro di generale miglioramento della situazione economica della Regione, dal Rapporto del Cresa emerge in modo evidente che una dinamica opposta caratterizza, invece, le imprese cooperative, che continuano ad aumentare il loro peso relativo sul totale delle imprese, registrando discreti tassi di crescita”. Questo, in sintesi, il commento del Presidente della Federazione Regionale UNCI Abruzzo, Maurizio Di Franco esaminando i dati elaborati Cresa (Centro regionale di studi e ricerche economico sociali), che nei giorni scorsi a L’Aquila ha illustrato i risultati della sua ultima indagine.  In particolare – tiene a precisare Di Franco – un dato significativo è quello che riguarda le cooperative in rosa che si confermano ancora una volta in espansione. Infatti, a fine 2009, su un totale di 1632 cooperative attive nell’intera Regione (pari al 2,1% del totale italiano e all’1,2% del totale delle imprese attive regionali) ben 458 (il 3,0% del totale nazionale), ovvero 1 su 4, sono costituite da donne. Di queste, il numero più consistente si trova nella Provincia di Chieti, che con 149 unità rappresenta quasi un terzo del totale regionale. Si occupano principalmente di sanità e altri servizi sociali, attività manifatturiere ed altri servizi pubblici sociali e personali.  Questo a dimostrazione – ha concluso Di Franco – della funzione svolta dal sistema mutualistico nel creare opportunità occupazionali alle donne, grazie non solo al forte radicamento al tessuto sociale ma alla capacità di creare nuovi sistemi di flessibilità più conciliabili con le loro esigenze lavorative. L’Unci, infatti, sostiene da tempo che attraverso il metodo cooperativo negli ultimi anni sono stati realizzati numerosi posti di lavoro; un modello, questo, valido ed efficace nel creare occupazione soprattutto al Sud, tra i giovani under 35 e le donne.”

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cooperative del latte

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 luglio 2010

«In una situazione di decisa ripresa per l’agricoltura – i dati ISMEA registrano un aumento dell’8,6% rispetto a maggio e del 7,3% rispetto a giugno 2009 – rattrista un governo che non ascolta chi rispetta la legge e se ne infischia delle istituzioni comunitarie appoggiando chi ha fatto fortune sull’illegalità». Lo dichiara Ernesto Carbone, coordinatore del Forum Agricoltura del PD, commentando dal sito di TrecentoSessanta, l’Associazione che fa riferimento a Enrico Letta, la manifestazione di oggi di Confagricoltura.«Proprio ieri, per la seconda volta in poche settimane – continua Carbone – la direzione generale dell’Agricoltura della Commissione europea in una lettera indirizzata al governo italiano alla vigilia del voto di fiducia sulla manovra (nella quale  è prevista la proroga al 31 dicembre del pagamento delle multe per le quote latte che interessa 109 produttori su oltre 40 mila in regola con la normativa comunitaria) ricordava che ogni modifica alle regole fissate nel 2003 sulla rateizzazione del pagamento delle multe per le quote latte potrebbe violare le norme Ue sugli aiuti di Stato». Voglio ricordare che un deputato leghista della Repubblica che siede in Commissione Agricoltura ha accumulato oltre 1mn di euro di multa. Ci spieghi la Lega – conclude Carbone – la vicenda della Credieuronord: è vero o no che quell’istituto di credito è stato usato dalle cooperative del latte vicino alla Lega per riciclare i soldi provenienti dall’eccessiva produzione lattifera, vietata dall’Europa? Faccia chiarezza su questa vicenda che intreccia la “Banca Leghista” e la Popolare di Lodi di Fiorani».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polo formazione per le cooperative

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 luglio 2010

Confcooperative Fvg potenzia i servizi di formazione alle associate. Irecoop, società dell’organizzazione cooperativa specializzata in consulenza e formazione, amplia infatti l’offerta grazie alla recente acquisizione di Soform, ente formativo accreditato dalla Regione. «Con questa operazione – ha commentato il presidente di Confcooperative Fvg, Franco Bosio – nasce un vero e proprio polo formativo e dei servizi per la cooperazione, in grado di supportare lo sviluppo delle quasi 800 cooperative nostre aderenti: si completa, quindi, il quadro di attività formative, consulenziali e di somministrazione lavoro di cui la nostra centrale cooperativa già dispone grazie a Irecoop e a Cooperjob, l’agenzia interinale della cooperazione». Costituita nel 2001, Soform (finora controllata dalla Federazione delle Bcc, anch’esse aderenti a Confcooperative) si occupa di formazione e qualificazione professionale, attraverso l’organizzazione di corsi di studio, dei quali si occupa di tutte le fasi didattico-amministrative. Nel 2009, la società ha gestito 15 work experience, 5 corsi di alfabetizzazione, 33 corsi “Azioni 26”, 57 corsi “legge 236/93” e 31 corsi a catalogo regionale. Una realtà pienamente consolidata che nell’ultimo esercizio ha fatturato circa 600 mila euro.  Il nuovo polo formativo, ora, sarà in grado di fornire il proprio supporto nella formazione aziendale, nell’alta formazione e in quella finanziata dal Fondo di sviluppo europeo, nonché attività di consulenza avvalendosi dell’esperienza maturata nel tempo dalle due società. (franco bosio)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

90.000 euro per le imprese cooperative

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2010

La Camera di Commercio di Firenze stanzia euro 90.000,00 per contributi a fondo perduto per le imprese cooperative con sede e/o unità operativa nella provincia di Firenze che acquistano servizi di consulenza qualificati.  Il contributo verrà concesso per le seguenti tipologie di spesa:  1. consulenza e assistenza per analisi del merito creditizio nell’ottica di Basilea 2 attraverso l’utilizzo di prodotti specifici per le imprese cooperative;  2. quote di partecipazione e iscrizione a percorsi formativi, seminari e workshop;  3. quote di partecipazione a fiere, mostre ed eventi promozionali in genere sia nazionali che esteri  4. consulenza e assistenza per la redazione del bilancio sociale;  5. consulenza e assistenza per il rilascio e/o il mantenimento per l’anno 2010 delle certificazioni in conformità alle seguenti norme: ISO 14000 o EMAS, ISO 9001, SA 8000, BSI 8008, OHSAS 18001/18002 e delle attestazioni SOA e HACCP;  6. consulenza e assistenza per le attività propedeutiche alla certificazione volontaria di bilancio e due diligence;  7. consulenza e assistenza per la redazione e l’aggiornamento del documento programmatico sulla sicurezza ai sensi del D. Lgs. 196/2003  Il contributo della Camera di Commercio sarà pari:  – pari all’80% delle spese di cui ai punti 1, 2, 3 e 7 (oneri fiscali e previdenziali esclusi), con un massimale di € 1.000,00 e un minimo di spese ammissibili pari a euro 500,00 per ciascun punto,  – pari al 60% delle spese di cui ai punti 4, 5 e 6 (oneri fiscali e previdenziali esclusi), con un massimale di euro 3.000,00 e un minimo di spese ammissibili pari a euro 2.000,00 per ciascun punto  E’ possibile presentare domanda anche per più voci di spesa contemporaneamente, tenendo presente che il contributo massimo concedibile per ciascuna impresa non potrà superare euro 5.000,00  Il disciplinare sarà valido dal 15 luglio 2010 al 30 settembre 2010 salvo esaurimento dei fondi stanziati. Le domande di contributo devono essere trasmesse a partire dal 15 luglio 2010 tramite raccomandata A/R alla Camera di Commercio di Firenze – Piazza dei Giudici, 3 – 50122 Firenze utilizzando il modulo di domanda scaricabile dal sito camerale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »