Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘corpo’

Plasmare la complessità, autismo tra mente e corpo

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 marzo 2019

Roma 6 aprile Aula Gerin de La Sapienza in Viale Regina Elena 336 dalle 8.30 alle 16.30 plasticità cerebrale e autismo sarà il connubio al centro dell’evento organizzato a Roma dall’Università degli studi La Sapienza, l’Istituto di Ortofonologia (IdO) e l’Osservatorio italiano studio e monitoraggio autismo (Oisma), in occasione della giornata mondiale che ricorre ogni anno il 2 aprile. “Un postulato sicuro sull’autismo è la complessità- spiega Rosaria Ferrara, presidente Oisma- perché sia la mente che il corpo sono due dimensioni ugualmente e completamente prese dal disturbo”. Su questo tema, si confronteranno “esperti provenienti da tutta Italia, ma anche i genitori. Plasmare la complessità significa guardare al futuro- spiega la psicologa- chiedersi cosa potranno fare questi bambini quando saranno giovani e poi adulti. Il convegno si pone l’obiettivo di lanciare lo sguardo lontano, e lo fa coinvolgendo i genitori”. Ferrara porterà alla giornata di studio il caso clinico di un ragazzino che rientra nello spettro autistico livello 1, che in passato veniva definito Asperger. “Osserveremo l’evoluzione dello stesso soggetto da due punti di vista completamente differenti: quello del terapeuta e quello della mamma. Voglio mostrare come si è evoluto questo sguardo e come è stata affrontata la sfida dell’autismo dal nucleo familiare”, aggiunge la ricercatrice.
La definizione dell’autismo si avvicina a quella di personalità autistica. “Le persone autistiche rimangono autistiche a vita, ma l’autismo si plasma. C’è un continuo adattamento e cambiamento tra la persona e l’ambiente- precisa la presidente dell’Oisma- per questo motivo la famiglia e la scuola si devono aprire all’autismo. La sfida di noi terapeuti è quella dell’autonomia dei ragazzi, per renderli il più autonomi possibile rispetto a ciò che sarà il loro futuro”. In aiuto delle famiglie, il 6 aprile l’Oisma presenterà una mappatura delle strutture più accreditate sul territorio nazionale.
Numerosi, dunque, gli esperti che prenderanno parte alla giornata di studio: Nicola Purgato, responsabile della comunità educativa riabilitativa Antenna 112 di Venezia (Mestre); Chiara Mangiarotti della Fondazione Martin Egge; Gianni Carbone, docente di Economia de La Sapienza, che approfondirà gli aspetti della disability management e le misure da prendere per favorire l’inserimento lavorativo dei giovani con autismo; Magda Di Renzo, responsabile del servizio Terapie dell’IdO; Rosaria Ferrara; Enrico Nonnis, neuropsichiatra infantile e direttore dell’Unità Complessa di Salute mentale dell’età evolutiva della Asl Roma 3. Tante e diverse le professionalità perché l’autismo è una questione complessa, che richiede più sguardi. Ci sarà, infine, l’attrice Sabrina Paravicini con il figlio Nino, asperger, per presentare il loro film ‘Be kind’.
L’ingresso è libero e sarà possibile ricevere un attestato di partecipazione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Disidratazione: il nemico numero uno per la salute

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 agosto 2018

Le ondate di calore rappresentano un importante rischio per la salute pubblica specie per la popolazione anziana cui manca lo stimolo della sete quando il corpo si disidrata. Le ondate di calore sono tanto più pericolose quanto maggiore è l’intensità, il tasso di umidità, la durata e quando il caldo persiste nelle ore notturne. I rischi del caldo sono legati agli effetti della disidratazione, condizione fisiopatologica che comporta una serie di effetti sul rene, sul cervello e sull’apparato cardiovascolare. Il rischio principale delle ondate di calore è rappresentato dal colpo di calore che si caratterizza per una grave alterazione dei meccanismi di termoregolazione e per l’incapacità dell’organismo di disperdere calore. La temperatura interna può salire fino a 40/41 gradi, mentre la sudorazione diminuisce fino ad arrestarsi. Compaiono cefalea, confusione mentale, fatica a respirare. Nei casi gravi compaiono insufficienza renale, collasso cardiocircolatorio, aritmie, danno cerebrale e coma. Il colpo di calore può portare a morte in poche ore dall’inizio dei sintomi e miete vittime nei soggetti defedati e in quelli affette da patologie croniche. Prima dell’arrivo del soccorso medico, il trattamento consiste nel porre il paziente in ambiente fresco e ventilato, al riparo dal sole; nel toglierli i vestiti, bagnargli il corpo con asciugamani inumiditi, nell’applicargli una borsa di ghiaccio sul capo. Il trattamento medico deve prevedere il monitoraggio della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca, del volume sanguigno e della funzionalità renale. Per prevenire il colpo di calore e gli altri danni da calore specie negli anziani occorre soprattutto non lasciarli soli ad affrontare l’ondata di calore, occorre limitarne l’esposizione al caldo dotando qualche ambiente di aria condizionata, ventilando le stanze in cui vivono, aiutandoli a fare docce frequenti e soprattutto aiutandoli a bere acqua in quantità sufficienti a evitare la disidratazione, L’assunzione di acqua deve avvenire nell’intero corso della giornata senza aspettare lo stimolo della sete per una quantità totale di 1,5-2 litri che può variare a seconda delle condizioni cliniche del soggetto e dello stato di salute. L’assunzione di bicchieri di acqua durante l’intero arco della giornata deve essere considerata una misura salva-vita. I pasti devono essere leggeri, ricchi di frutta e verdura. Da evitarsi le bevande zuccherine, specie quelle ricche di caffeina e teina in quanto aventi effetti diuretici. L’acqua deve essere fresca per abbassare la temperatura interna. (Da un articolo del dott. Walter Pasini Presidente della Società Italiana di Medicina del Turismo) (Redazione Fidest)

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno “Psico-somatico o Somato-psichico. Il corpo fra posture ed imposture”

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

Roma Venerdì 20 gennaio alle ore 17 presso l’Ateneo Ateneo Pontificio Regina Apostolorum a Roma (aula Master, 1° piano) si terrà il seminario “Psico-somatico o Somato-psichico. Il corpo fra posture ed imposture” organizzato dal Gruppo di neurobioetica. Interverrà il dottor Espedito De Leonardis. L’evento sarà reso fruibile anche dal canale YouTube del gruppo di studio.Il Prof. De Leonardis ha dichiarato, circa la tematica al centro del seminario: “Approfondendo i miei studi mi resi conto che il corpo umano era come un ologramma e che qualunque terapeuta che avesse avuto una chiave olografica poteva averne accesso e modificarlo. Era per questo che uno stesso problema poteva essere risolto sia da uno psicologo, da un medico, da un chiropratico, osteopata, fisioterapista o da un agopuntore. Da qui la deduzione che un’emozione condiziona un organo target, altera la sua chimica e si manifesta a livello strutturale. Cominciai allora a rivedere il corpo e a considerarlo come un’armonia interrotta dal disagio della persona che si traduceva in malattia”.
E prosegue: “Ho quindi cominciato a cercare l’espressione fisica delle emozioni e tutte le possibili tecniche per migliorare quella condizione di alterata armonia che definiamo malattia. Il corpo è un continuo fluire di energia che è legata essenzialmente ai bisogni che sono espressi dalle emozioni. Le emozioni, a loro volta sono veri e propri bisogni primari e rinnegarle e non riconoscerle porta ad uno stato di disagio fisico”.
Il lavoro che il docente porta avanti, parte dal presupposto che il corpo sia la “fisicità” della mente ma che, al tempo stesso, la mente non sia confinata nel cervello.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Il Corpo delle donne e la politica”

Posted by fidest press agency su domenica, 13 novembre 2016

Parma ateneoParma alle ore 14.30 alla Casa della Musica, nell’ambito del progetto “Con gli occhi delle donne” di Università e Comune di Parma. Sarà un approfondimento sulla rappresentanza di genere, la partecipazione delle donne alla politica e l’accesso alle cariche elettive.Relatori saranno Giuditta Brunelli, Professoressa Ordinaria di Diritto costituzionale all’Università di Ferrara, Gabriele Maestri, Dottore di Ricerca in Teoria dello Stato e Dottorando di Ricerca in Studi di Genere all’Università di Roma Tre, Maria Rosa Amorevole, Consigliera di Parità della Regione Emilia-Romagna.L’incontro sarà introdotto da Nicoletta Paci, Vice Sindaco e Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Parma, e sarà moderato da Antonio D’Aloia, Professore Ordinario di Diritto Costituzionale al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Parma.Il tema oggetto del seminario rappresenta un profilo “classico” della questione di genere che attiene all’effettiva garanzia dei diritti di cittadinanza. Ma si tratta altresì di un problema della politica, nonché della stessa democrazia, che risulta scarsamente rappresentativa, incompiuta, perché si priva delle “voci” e della sensibilità di una componente essenziale del tessuto sociale.Gli articoli 48 e 51 della Costituzione sanciscono espressamente il diritto di uomini e donne al voto e all’elettorato passivo, ma il cammino verso una sostanziale parità nella partecipazione alla vita politica e istituzionale appare ancora tutt’altro che compiuto. L’incontro sarà l’occasione per riflettere sugli ostacoli culturali e “materiali” all’ingresso delle donne nei luoghi della rappresentanza e sul ruolo che in quest’ambito rivestono le misure di riequilibrio di genere. L’evento è accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Parma (2 cfu).Il ciclo di seminari “Il Corpo delle donne. 1946-2016: la condizione giuridica femminile” rientra nel progetto “Con gli occhi delle donne” firmato da Università di Parma e Comune di Parma per celebrare il settantesimo anniversario del suffragio femminile in Italia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Una nuova libertà per il corpo: Workshop con Qudus Onikeku

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2016

Qudus OnikekuGenova Venerdì 15 aprile, ore 18-20 Sabato 16 aprile, ore 10-12 Teatro Akropolis Via Mario Boeddu, 10. La ricerca sul corpo e l’azione di Qudus Onikeku si basa in gran parte su una filosofia che cerca nella danza la sua natura convulsa e schizofrenica. Un approccio che, cioè, trovi la possibilità di creare dualità e opposizioni, e consenta al corpo di acquisire la capacità di farsi veicolo di molteplici espressioni. Il tutto passa attraverso regole base di improvvisazione e un’attenzione particolare alla ripetizione e al parossismo, alla forza e alla fluidità, alla quiete e al nulla. Un approccio che, inoltre, esamina come i vincoli, le restrizioni e le limitazioni aprano la porta ad un nuovo tipo di libertà per il corpo, e, nel processo, creino nuovi modi di muoversi.
L’esplorazione delle connessioni naturali del corpo, dei modi con cui utilizzare la gravità e il suolo come un vero partner nella danza e con cui sviluppare una forte armonia con ciò che ci circonda, costituiscono una possibilità di equilibrio tra ciò che possiamo controllare e ciò che invece ci trascende.
Qudus Onikeku, uno dei più brillanti danzatori e coreografi della nuova generazione di artisti a cavallo fra Africa e Francia, nasce a Lagos (Nigeria) nel 1984, e attualmente vive e lavora tra Parigi e la Nigeria. A Parigi si è formato presso il Centre National des Art du Cirque. Ha lavorato in Africa, Europa, Asia, Stati Uniti, America Latina e Caraibi, con coreografi di fama mondiale come Heddy Maalem, Sidi Larbi Cherkaoui e Jean Claude Galotta. Nel 2004 crea la sua prima performance da solista e nel 2010 presenta il pluripremiato My Exile is in my Head, prima parte di una trilogia e vincitore della categoria di solo presso la Danse L’Afrique Danse 2010 a Bamako.
Nel 2007 Qudus fonda YKProjects, un’organizzazione internazionale con sedi a Parigi e Lagos, il cui scopo è produrre, diffondere e organizzare svariati progetti che riguardano l’arte e la danza. Dalla sua fondazione YKProjects ha seguito progetti in tutto il mondo.
Il workshop è a iscrizione obbligatoria. Costo: 60 Euro. (foto: Qudus Onikeku)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Con il diavolo in corpo

Posted by fidest press agency su domenica, 23 ottobre 2011

View of Govan Stand Ibrox Stadium before Range...

Image via Wikipedia

Di Antonio Carioti, Un’apprezzata firma del giornalismo culturale italiano svela in un racconto appassionato e senza segreti i suoi quarant’anni di tifo milanista: dai ricordi d’infanzia sulle imprese di Rocco e Rivera alle fresche emozioni per i gol di Pato e Ibrahimovic. Quattro decenni di storia del calcio ma soprattutto di accesissima passione culminati nella sfida di Manchester con gli eterni rivali bianconeri, poi proseguiti con la disfatta di Istanbul e la vendetta di Atene, fino all’agognata rivincita sul predominio interista nato da Calciopoli. Su tutto, l’orgoglio di tifare per la prima squadra di Milano, la più titolata del mondo. Pagine 328 Euro 18,00 Codice 18805U EAN 978-88-425-4926-0

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il vuoto intorno di Claudio Volpe

Posted by fidest press agency su martedì, 31 maggio 2011

Avevo pensato all’insignificanza dell’uomo. A quanto siamo patetici. Agli uomini che nella vita si incontrano, si scontrano, si azzannano sulla scacchiera delle cose prive di senso. Quanti uomini nel mondo? Quanti esseri umani? Uomini che piangono, uomini che soffrono il dolore che fa parte di loro come fosse un pezzo del loro corpo. Uomini che sbagliano, uomini che non sanno perdere, uomini che non sanno vincere, uomini che sanno tutto e uomini che non sanno niente. Uomini che costruiscono e uomini che distruggono, uomini che giudicano e uomini che vengono giudicati. Uomini che muoiono uccisi senza pietà e uomini che sbattono la pietra per cavarne fuori una statua. Uomini che amano e uomini che odiano, uomini che sono soddisfatti di sé e uomini che se stessi è il loro peggior nemico. Uomini che sono uomini e si sentono donne, uomini che sono donne e si sentono uomini, uomini che amano uomini che vorrebbero essere donne, uomini che fabbricano speranze e uomini che distruggono quelle speranze. Uomini che fanno vestiti e uomini che indossano quei vestiti. Uomini che vorrebbero fuggire, via, lontano verso il mai più e uomini che sono fuggiti e non possono tornare. La nostra vita è fatta di uomini nati nella terra e uomini nati nell’oro, uomini che sono uguali e uomini che sono diversi, uomini che sono cittadini e uomini che sono stranieri, uomini che sono puliti e uomini che sono sporchi. Uomini che vogliono cambiare le cose e uomini che le cose le vogliono sempre uguali. Uomini che non sanno pregare e uomini che hanno dovuto imparare a farlo. Uomini che non riescono a ricordare e uomini che non riescono a dimenticare. Uomini. Semplicemente uomini. Patetici. Meravigliosi. Claudio Volpe è nato a Catania nel 1990. Questo è il suo primo romanzo. Pag. 280 – Euro 15,00 – ISBN 9788876063169

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il corpo come messaggio

Posted by fidest press agency su sabato, 16 aprile 2011

Nella puntata di sabato 16 aprile del magazine di Rai Educational dedicato all’arte e alla cultura (Rai Tre, ore 16:20), in studio il performer italiano da anni trapiantato a Londra A vederlo mette un po’ in soggezione con quella testa rasata, coperto di tatuaggi, i denti foderati di metallo e il piercing al labbro. Basta poco, però, per capire che dietro questa corazza si nasconde un personaggio dalla tenerezza disarmante con una gran voglia di dimenticare un’adolescenza durissima. La storia professionale di Franko B, nato a Milano e trasferitosi giovanissimo a Londra, fonda le proprie radici nella militanza punk e nell’attivismo gay. Nel 1990 ha iniziato a lavorare in campo artistico utilizzando il video, la fotografia, la pittura e la scultura mescolando vari media. Ha realizzato performance nei massimi musei britannici, dal Tate Modern, all’ICA passando per la South London Gallery, ma anche in quelli di mezzo mondo da Città del Messico a Milano, da Amsterdam a Copenhagen, da Madrid a Vienna. Il corpo, dunque, inteso come zona di guerra, territorio di esperienze, tela, supporto, linguaggio, strumento di denuncia talvolta mortificato da una forma di autolesionismo per permettere all’artista di utilizzare il proprio sangue nelle opere.
Nato nel 2006, Art News è il magazine settimanale di Rai Educational che si occupa di arte e cultura in onda il sabato pomeriggio su Rai Tre. Maria Paola Orlandini, autrice del programma con Luigi Ceccarelli e Vincenzo Sferra, conduce la trasmissione coadiuvata da esperti quali Claudio Strinati, Antonio Paolucci, Cristiana Perrella, Demetrio Paparoni.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

il corpo e i suoi linguaggi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 marzo 2011

Palermo, 27 marzo 2011, dalle ore 10:00 alle 18:00 presso lo Studio Forte Feldenkrais, via Nicolò Garzilli 25, si svolgerà il seminario dal titolo Capire e capirsi con L’Enneagramma, il corpo e i suoi linguaggi. Presiederà l’incontro Caterina Forte dello Studio Forte Feldenkrais e la Dottoressa Teresa Michiara, (Grafologa e Counselor individuale e di coppia, conduce gruppi di formazione, seminari e corsi sulla conoscenza di sé e l’Enneagramma dal 1992) che condurrà personalmente la lezione del seminario.  Questo incontro si propone come un momento per comprendere  il corpo e le sue manifestazioni con riferimento alle  9 personalità dell’Enneagramma. Dal Greco Antico ennea = nove egramma = punto, è un antico metodo di conoscenza tramandato dai Sufi, oltre alla descrizione di nove modi di essere, sentire, pensare e agire, con una metodologia semplice e sicura fornisce uno strumento per conoscere meglio se stessi e gli altri, per esaltare i propri lati positivi smorzando quelli negativi, per capire meglio affinità e avversioni in noi e negli altri, esplorare i filtri e i modelli di comportamento tipici delle nove personalità di cui è composto l’Enneagramma. Le nove tipologie sono contrassegnate per i loro ‘doni’ a cui corrispondono altrettante ‘trappole’, cioè modi errati e statici di reagire alle situazioni. L’attenzione viene quindi puntata sulle motivazioni che spingono ogni personalità ad agire, sulle identificazioni  dei condizionamenti che hanno influito sul suo carattere.Conoscere l’Enneagramma e confrontarsi in gruppo è dunque un viaggio che ognuno può intraprendere verso una nuova comprensione di sé e dei rapporti umani, per arrivare ad acquisire nuovi modelli di comportamento che liberano lo spirito originario racchiuso all’interno di sé oltre all’esplorazione dei linguaggi del corpo negli aspetti salutari e non, nella somatizzazione tipica delle 9 personalità e nella “gestione” dello stress. Linguaggi del corpo: postura, movimento, somatizzazioni, cenni di morfopsicologia e linguaggio non verbale, cause di stress in relazione alle 9 personalità di base, somatizzazioni e significati, salute, malattia e le diverse percezioni, il corpo e la sua energia, i blocchi energetici, capire i messaggi del corpo, accettazione del corpo e della fisicità.   Il seminario è aperto a tutti coloro che sono interessati a migliorare se stessi. Non sono richieste precedenti conoscenze specifiche.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corpo e mente

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 marzo 2011

Empoli 22 marzo, a partire dalle ore 16, si parlerà delle disfunzioni che affliggono il cervello e delle interazioni fra corpo e mente, nei locali del Palazzo della Esposizioni, in piazza Guido Guerra a Empoli. Queste tematiche potranno essere approfondite con Giuseppe Lombardo e Leonello Guidi, direttori delle unità operative di medicina generale e di neurologia dell’Asl 11. Il 29 marzo prossimo, invece, saranno le novità in ambito oncologico ed il rischio trombotico gli argomenti trattati nel corso dell’incontro informativo gratuito dedicato alla salute. Il ciclo di appuntamenti con l’informazione sanitaria è organizzato dall’Associazione dei Cittadini per la Salute in collaborazione con Astro (Associazione per il sostegno terapeutico e riabilitativo in oncologia), il Delfino Azzurro, Avis e Asl 11.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gesù: Il corpo. Il volto nell’arte

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 marzo 2010

Venaria (Torino) fino all’1/8/2010 Scuderie Juvarriane della Reggia di  piazza della Repubblica, 4 La figura di Gesu’ nell’arte occidentale A cura di Mons. Timothy Verdon  Comitato scientifico: Michele Bacci, Mons. Giuseppe Ghiberti, Silvia Ghisotti, Andrea Gianni, Andrea Longhi, Lucetta Scaraffia  Segreteria scientifica: Donatella Zanardo  Allestimento: Massimo Venegoni  La mostra e’ promossa e organizzata dal Consorzio di Valorizzazione Culturale La Venaria Reale sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica con il patrocinio di: Pontificio Consiglio della Cultura, Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici della CEI, Comitato per l’Ostensione della Sindone in collaborazione con: Arcidiocesi di Torino, Servizio nazionale della Conferenza episcopale italiana per il Progetto culturale, Associazione Sant’Anselmo – Imago Veritatis.  Le opere esposte, comprendenti un nucleo di capolavori prestati per l’avvenimento dai piu’ importanti musei, chiese e collezioni italiane ed europee, sono organizzate in un percorso inteso a riscoprire la centralità del corpo nel pensiero europeo nonche’ a interrogarsi sul legame tra corpo umano e identità divina implicito nel culto della Sindone.  In tutto oltre 180 opere con capolavori, fra gli altri, di Andrea Mantegna, Luca della Robbia, Giovanni Bellini, Antonio del Pollaiolo, Correggio, Giorgione, Paolo Veronese, Tintoretto, Annibale e Ludovico Carracci, Guercino, Donatello, Rubens e Michelangelo con il suo magnifico Crocifisso ligneo fiorentino. Catalogo Silvana Editoriale (Immagine: Andrea Mantegna, Il Redentore, 1493, tempera su tela, 55 x 43 cm, Correggio, Museo Il Correggio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Buselli su Artgallery: lo spazio prende corpo

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 marzo 2010

Milano Associazione Artgallery Via Orseolo, 3 Ilaria Buselli è l’artista di marzo di Artgallery. La pittrice esporrà le sue opere per un mese nella galleria virtuale dell’Associazione. Ilaria Buselli è nata a La Spezia nel 1981. Vive e lavora a Firenze.
 Frequenta la Scuola Libera del Nudo di Firenze e si diploma all’Accademia di Belle Arti di Carrara in pittura con il Professor Omar Galliani.
L’artista fa parte dei soci fondatori dell’associazione culturale Allerta Permanente. Inoltre, partecipa attivamente alle attività del gruppo di ricerca artistica “Il Malpensante” pubblicando sull’omonima rivista. Opere di Ilaria Buselli sono in esposizione permanente presso la galleria PerformContemporaryArt di La Spezia. Ilaria Buselli ha partecipato a numerose mostre. Segnaliamo alcune delle più recenti: Trentapertrenta=Novecento (Fonderia delle Arti, Roma 2009 – a cura di Antonietta Campilongo), Without (Caprinica, Viterbo 2007 – a cura di Antonietta Campilongo), Specchio non mente (Roma 2007 – a cura di Antonietta Campilongo), Spazio prende corpo (La Spezia, 2006, mostra personale), Emergenze3 (2005 – Castè, Ponzano Superiore, Vernazza, (SP) a cura di Enrico Formica), Arte aperta (2005 – Sarzana (SP), I segni e le forme, itinerario artistico internazionale di pittura e scultura (2005 Pietrasanta (LU). (Giulia Altissimo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Voi date loro da mangiare”

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Lettera al direttore. Ad Avellino il parroco don Rocco Mansueto, ha negato la prima comunione a una bimba disabile di 10 anni, perché, a suo dire, bambina e famiglia non hanno seguito il catechismo. Il sacerdote ha fatto lo stesso errore che fa la Chiesa, negando la comunione ai divorziati risposati. Come la Chiesa, si è messo in una posizione diversa da Cristo. Quando Gesù disse: «Questo è il mio corpo che è dato per voi. Fate questo in memoria di me» (cf Luca 22,19), non pose nessuna condizione alla distribuzione del pane spezzato. Giovanni riferisce che il Signore lavò i piedi anche a chi non capiva il suo gesto: «Arriva dunque a Simon Pietro. Gli dice: Signore, tu mi lavi i piedi? Gli rispose Gesù: Ciò che io ti faccio, tu ora non lo sai; lo comprenderai in seguito (Gv 13,6-7). Nel miracolo della moltiplicazione dei pani, Gesù, dando incarico agli apostoli di distribuire alla folla pane e pesci, disse: «Non è necessario che se ne vadano; voi date loro da mangiare» (Mt 14,16). Non disse: «Niente pane ai divorziati risposati, e niente pane ai disabili che non conoscono le Scritture». Nessuna discriminazione per chi chiede il pane spezzato. Evidentemente la Chiesa e il prete di Avellino non si sentono compresi in quel “voi”. (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ostensione del corpo di sant’Antonio

Posted by fidest press agency su sabato, 23 gennaio 2010

Padova dal 15 al 20 febbraio 2010 Un nuovo sito http://www.santantonio.org/ostensionedelsanto2010, realizzato dai frati del «Messaggero di sant’Antonio» e della Basilica del Santo, rivolto ai pellegrini che giungeranno, per visitare le spoglie mortali di Sant’Antonio.  All’interno del sito, di facile navigabilità, tutte le informazioni in italiano e in inglese, sulla vita del Santo; sulla precedente ostensione e ricognizione avvenute nel 1981; sulla traslazione del 2008; sulla Cappella dell’Arca che si appresta ad accogliere, dopo il restauro, il corpo del Santo; sulla Cappella delle Reliquie che invece lo ospiterà per la settimana di ostensione.  E ancora, le informazioni per giungere alla Basilica, nel cuore della città di Padova, vicinissima a Prato della Valle, con le indicazioni per il parcheggio, per l’alloggio, per dove sia più comodo pranzare e la  pianta con indicato il percorso che i pellegrini seguiranno per accedere dall’ingresso al Santuario alla Cappella delle Reliquie.  Attraverso questo nuovo sito, inoltre, i pellegrini, potranno prenotare on line l’attestato di pellegrinaggio con il timbro commemorativo dell’evento, da ritirare, una volta giunti in Basilica, all’Ufficio Accoglienza nel Chiostro della Magnolia.  Nel sito, vi sono inoltre gli orari di tutte le celebrazioni previste nella settimana di ostensione e collegandosi in streaming, sarà possibile assistere in diretta, sabato 20 febbraio alle ore 11.00, alla Santa Messa officiata dai Frati del «Messaggero di sant’Antonio» e rivolta a tutti gli abbonati, i lettori e gli amici della Rivista più diffusa nel mondo. E ancora, le foto e il video della precedente ostensione del 1981 e della traslazione avvenuta nell’aprile 2008.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Ostensione corpo di S. Antonio Padova

Posted by fidest press agency su sabato, 16 gennaio 2010

Padova. Fino a sabato 20 febbraio 2010, i fedeli potranno venerare le Spoglie mortali di S. Antonio esposte nella Cappella delle Reliquie della Pontificia Basilica del Santo in Padova. Si intende così dare seguito al desiderio espresso da molti di rivedere il Corpo del Santo, prima del suo ritorno alla splendida Cappella dell’Arca, recentemente restaurata. I lavori, complessi e delicati, iniziati il 12 aprile 2008 con il trasferimento temporaneo dell’urna nella Cappella di S. Giacomo, si sono conclusi il 4 dicembre 2009. L’ostensione coincide con la festa liturgica della Traslazione di S. Antonio (detta anche Festa della Lingua), che si celebra ogni anno in Basilica il 15 febbraio, a ricordo soprattutto della prima traslazione del Corpo del Santo, avvenuta l’8 aprile 1263 ad opera di S. Bonaventura (che ritrovò in quella occasione la Lingua incorrotta) e di quella del 15 febbraio 1350, quando la tomba del Santo ebbe la sua definitiva sistemazione nell’attuale Cappella dell’Arca. La festa pubblica viene celebrata la domenica che segue il 15 febbraio. Con l’approvazione del Delegato Pontificio per la Basilica, S. E. Mons. Francesco Gioia, sentito il Vescovo di Padova, S. E. Mons. Antonio Mattiazzo, l’ostensione seguirà questo programma: domenica 14 febbraio, ore 21: trasferimento, in forma privata, dell’urna contenente il Corpo del Santo dall’attuale collocazione temporanea alla Cappella delle Reliquie; da lunedì 15 a sabato 20 febbraio: per venerare il Corpo di S. Antonio, i fedeli potranno liberamente accedere alla Cappella delle Reliquie, durante l’orario di apertura della Basilica (6,15 – 19,00, sabato fino alle ore 20), con ingresso dalla porta laterale (verso Via Cesarotti) e uscita all’altezza del chiostro della Magnolia; per partecipare alle consuete celebrazioni quotidiane resteranno riservate le orte anteriori della Basilica; sabato 20 febbraio, ore 21: reposizione del Corpo di S. Antonio, in forma privata, alla Cappella dell’Arca; domenica 21 febbraio: si svolgerà normalmente la Festa della Traslazione (detta anche della Lingua) di S. Antonio. I momenti salienti saranno il solenne Pontificale del Delegato Pontificio alle ore 11 e la S. Messa delle ore 17, presieduta dal Ministro provinciale dei Frati Minori Conventuali, cui seguirà la tradizionale Processione all’interno della Basilica con la Reliquia del Mento di S. Antonio. I pellegrini e i devoti del Santo potranno così rivedere il Corpo di S. Antonio, ricomposto e visibile in un’urna di vetro, dopo 29 anni dall’ultima ricognizione canonica e medico-scientifica avvenuta nel gennaio 1981, a 750 anni dalla morte del Santo, cui seguì una memorabile ostensione, che si prolungò fino al 1° marzo 1981. In quella occasione affluirono in Basilica circa 650 mila pellegrini.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | 4 Comments »

Editoria: Il corpo dei Settanta

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 dicembre 2009

Il corpo, l’immagine e la maschera di Edwige Fenech – di Stefano Loparco – Pag. 330 – Euro 18,00 – ISBN 978 – 88 – 7606 – 258 – 2 Edwige Fenech è stato il ‘prodotto’ collettivo di esperti artigiani che bene conoscevano le leggi del botteghino e la psicologia maschile. Più prodotto di consumo che opera artistica e dunque opera pop. Fu anche un bene a domanda rigida, tipico dei mercati monopolistici, e dalla curva gaussiana in continua ascesa, nonostante il suo perdurare sul mercato. Insomma, un marchio di successo. Uscito dalle forbici del montaggio, però, il mito di Edwige Fenech prendeva forma nei sogni di milioni di connazionali. Entrava nella vita della gente, nelle grandi città fino ai più sperduti paesini del mezzogiorno, a regalare ancora quegli enormi struggimenti che solo lei sapeva suscitare. È lei il corpo dei Settanta, l’oggetto del desiderio, il culto nascosto di una nazione intera. Lo sanno bene operai e dirigenti, forze dell’ordine e studenti, brigatisti e neofascisti, lo sa bene quel pezzo di umanità che per tutto il decennio si è combattuta sulle strade fino a darsi la morte: il corpo dei Settanta sono anche loro; la pancia molle di un paese scivolato nella centrifuga sessantottina con spirito ottocentesco, e fuoriuscito piagato dalla violenza, spaventato dal futuro e ossessionato dal sesso. Un paese che in Edwige Fenech ha veduto l’incarnazione di un mondo migliore: florido e rigoglioso come i suoi seni, colorato e vivace come i suoi film, ilare e umano come le storie paciose di tante sue commedie. Un mondo bello e pacificato, fuori dalle storture del potere e dalla scarsità delle risorse. Proprio com’era Edwige. «Sembrava ce ne fosse per tutti» – si diceva di lei. Come sappiamo non è andata così. Non ce n’è stato per tutti. Edwige ha scostato il seno e il mondo si é scoperto in affanno. Depauperato da un’economia finanziaria che logora le risorse e avvizzisce la terra, il pianeta si è avviato, gracile, verso l’imponderabile ministero dell’ignoto.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Canonizzazione María Rafael Arnáiz Bar?n

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 ottobre 2009

Roma, Città del Vaticano. Domenica 11 ottobre Papa Benedetto XVI canonizzerà il beato María Rafael Arnáiz Bar?n, più conosciuto come fra Rafael (hermano Rafael). Il ricordo vivissimo di San Rafael è legato in gran parte agli scritti, in cui viene dato ampio spazio in questo volume e nei quali si ritrova tutta la carica interiore e soprannaturale che ne spiega l’enorme successo e la rapidissima diffusione. Rafael Arnáiz Barón ha scritto moltissimo, ma assolutamente non in prospettiva letteraria o a scopo divulgativo. Ha scritto rinunziando a molte ore di sonno, sotto l’impulso dell’eructavit cor meum verbum bonum. Ha scritto soprattutto per esigenza del suo spirito, per «fare orazione», per dar corpo e forma ai pensieri che gli urgevano dentro, e che, nel venire formulati, si decantavano, prendevano consistenza e si sviluppavano sotto l’impeto della spinta interiore. È impressionante rilevare come nell’anima del nostro giovane frate trappista, così esuberante e così sensibile ai valori umani e al bello della natura e dell’arte, cresciuto nel clima indubbiamente ovattato di una famiglia agiata, in un’epoca peraltro sconvolta da profondi sommovimenti sociali, abbia potuto coesistere una tanto profonda gioia di vivere con una ancor più profonda attrattiva per le cose del cielo, e per la via della croce che ad esso conduce. Il profilo tracciato da padre Paolino rende ragione di una fama che continua a crescere di giorno in giorno, richiamando un interminabile affluire di fedeli alla tomba nella chiesa abbaziale di San Isidro de Dueñas.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XX edizione del Festival “FiuggiPlateaEuropa”

Posted by fidest press agency su sabato, 11 luglio 2009

Fiuggi14 luglio. ”Berluscandal, etica, politica, estetica, erotica nella Roma dei due Papi”  è il titolo del convegno che si terrà a Fiuggi il prossimo, nell’ambito della XX edizione del Festival Internazionale “FiuggiPlateaEuropa” ed in occasione della consegna del premio letterario “La dolcetta d’oro” destinato a donne che scrivono di eros e giunto quest’anno alla sua sesta edizione. Ideato da Pino Pelloni questo incontro vedrà a confronto scrittrici italiane e straniere, autrici di romanzi e racconti erotici, figlie e nipotine delle grandi pioniere del genere, da Colette ad Anais Nin, da Pauline Réage a Catherine Millet. Mezzo secolo dopo l’Histoire d’O di Pauline Réage, stiamo assistendo da qualche anno al trionfo di questa scrittura “libertina” femminile per la soddisfazione degli editori più coraggiosi. Sono i “gioielli indiscreti” della donna che iniziano rumorosamente a parlare, liberi finalmente da odiose cinture di castità e congiure del silenzio. La donna cerca di superare l’autoriduzione insita nel suo senso di inferiorità intellettuale, liberandosi anche dalla lingua corrente, contaminata dal colonialismo corporeo del maschio. Parlare, rompere il tabù, dare memoria di queste esperienze, relega la donna nell’ambito della rivendicazione privata dell’uso del corpo e della propria sessualità, anche quando questa rivendicazione va verso un uso “pubblico” del corpo. Lontani i tempi, era il 1964, quando il libro di Milena Milani “La ragazza di nome Giulio” venne sequestrato e finì al centro di un processo clamoroso  per offesa al pubblico pudore. In appello tutto si risolse per il meglio grazie anche all’intervento del poeta Giuseppe Ungaretti che testimoniò la libertà d’espressione. Oggi le cose sono molto cambiate ma val la pena ricordare, a proposito della cosiddetta letteratura di genere, che è il romanzo ad essere definito erotico, non la scrittrice.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lacune bibliografiche

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

Lettera al direttore Gentile direttore, una lunga trasmissione (Enigma Raitre 26 giugno) dedicata a streghe e mistiche e al loro rapporto non soltanto spirituale con il sacro. Si è parlato dell’ultima grande mistica italiana, Gemma Galgani, e non è stato fatto il minimo cenno ai due libri più importanti dedicati alla santa: La follia della croce di J.F. Villepelé, (Città Nuova), che la esalta, e La Sposa di Gesù Crocifisso  (Kaos Edizioni) del nostro Renato Pierri, che la distrugge. E sarebbe stato interessante, poiché si parlava della sensualità espressa nelle estasi da questa santa, citare quella dell’11 agosto 1902: “O amore, o amore infinito! Vedi: l’amor tuo mi penetra con troppa veemenza fino nel corpo…Fallo fallo!…Ch’io muoia e muoia d’amore…Calma, calma o Gesù; se no l’amor tuo finirà con l’incenerirmi! O amore, amore infinito! Fa che l’amor tuo  tutta mi penetri; altro da te non vo’. Mio Dio, mio Dio, ti amo…”. (Miriam Della Croce)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »