Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘corridoio’

Estensione del corridoio adriatico da Ancona fino a Foggia

Posted by fidest press agency su domenica, 19 settembre 2021

“Il governo italiano ha chiesto e ottenuto dalla Ue, nell’ambito della trattativa sulla revisione della rete Ten-T che si sta concludendo in queste ore, l’inserimento tra le priorità infrastrutturali europee dell’estensione del corridoio adriatico da Ancona fino a Foggia per poter così connettere le regioni centro meridionali (Marche, Abruzzo, Molise e Puglia) del versante orientale del Paese. La Fast e la Confsal sono particolarmente soddisfatte di questa iniziativa, che recepisce appieno le nostre indicazioni”, dice Pietro Serbassi, Segretario Generale Fast-Confsal. “L’estensione del corridoio baltico adriatico dalle Marche fino in Puglia – prosegue il Segretario Generale – è uno degli obiettivi strategici che abbiamo segnalato al Governo Conte II l’8 ottobre del 2020 nel corso del Convegno dal titolo “ITALIA VELOCEMENTE CONNESSA” organizzato a Roma presso l’Hotel Quirinale per confrontarci con imprese, parti sociali e istituzioni sulle nostre proposte per il PNRR. Seguiremo con attenzione l’evolversi di questa trattativa perché permetterebbe, con orizzonte 2030, di rafforzare la parte cd. core della rete TEN-T in Italia completando un progetto di corridoi per il trasporto combinato che era stato ipotizzato già nel 1996!” “Il documento realizzato dal nostro centro studi coordinato da Pasquale Cataneo – spiega Serbassi – dopo una serie di analisi, studi e comparazioni di scenari e prospettive, nei vari segmenti dei trasporti e della logistica, ha elaborato una serie di proposte suddivise in tre ambiti: INFRASTRUTTURE E SERVIZI, POLICIES E NORME E FINANZIAMENTI. Ed è proprio nel primo settore che abbiamo sottolineato la necessità di completare il corridoio baltico adriatico, che era stato posizionato fino ad Ancona, allungandolo fino alla Puglia”. “Questa nostra visione infrastrutturale e sistemica – sottolinea il Segretario Generale Confsal, Angelo Raffaele Margiotta – è stata ripresa successivamente anche dalle quattro regioni adriatiche centromeridionali interessate che, il 24 ottobre del 2020 a Pescara, nella sede della Provincia, hanno firmato un protocollo per lo sviluppo del Corridoio Adriatico. Siamo convinti che il binomio confronto/proposta tra governo e parti sociali sia la strada per migliorare anche il sistema dei trasporti e della logistica nei vari ambiti con l’obiettivo di rilanciare lo sviluppo socio-economico del nostro Paese puntando al recupero e al rilancio prioritario delle aree del Paese come il Mezzogiorno, che possono avere un doppio ruolo di volano: il primo, con l’interdipendenza economica presente tra macro-aree a livello nazionale e l’altro, nell’area del Mediterraneo, verso il commercio mondiale e verso i Paesi che si affacciano su tale contesto geopolitico ed economico”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corridoio turistico Italia-Germania

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 Maggio 2020

Arriva dalla Germania il maggior numero di turisti stranieri che visita il nostro Paese per vacanza: in media, negli ultimi anni, sono state oltre 58 milioni le presenze dei turisti tedeschi in Italia, pari al 28% del totale dei visitatori stranieri. Quest’anno, tuttavia, le limitazioni agli spostamenti determinate dall’emergenza sanitaria ancora in corso rischiano di bloccare questo grande flusso.
La Fondazione Think Tank Nord Est ha stimato quanto vale il contributo della Germania all’economia turistica del nostro Paese e, di conseguenza, quali sono i rischi legati al mancato superamento del blocco attualmente in corso. Da giugno a settembre, infatti, in tutta Italia sono in pericolo circa 35,6 milioni di pernottamenti ed una spesa sul territorio di quasi 4 miliardi di euro.
La regione con le maggiori criticità è il Veneto: nei prossimi 4 mesi rischia di mettere a repentaglio 11,2 milioni di presenze di turisti tedeschi, che rappresentano più di un terzo di tutti i visitatori stranieri. Anche il Trentino Alto Adige teme un forte contraccolpo, in quanto da giugno a settembre gestisce in media 9,3 milioni di pernottamenti di ospiti provenienti dalla vicina Germania, pari a circa il 63% del totale dei turisti stranieri. In Toscana e Lombardia il mercato tedesco per la prossima estate vale quasi 2,8 milioni di notti, mentre in Emilia Romagna e Sardegna circa 1,6 milioni di presenze. Ma i turisti tedeschi sono presenti in massa in tutte le regioni italiane: in Friuli Venezia Giulia sono in dubbio 900 mila pernottamenti, circa 830 mila in Piemonte e Liguria.
In Veneto, il blocco delle vacanze dalla Germania penalizza maggiormente la città metropolitana di Venezia, con oltre 6 milioni di pernottamenti a rischio, prevalentemente nelle località balneari. Anche in provincia di Verona c’è molta preoccupazione, in quanto sono in forse circa 4,3 milioni di presenze dei turisti tedeschi, soprattutto lungo le sponde del Lago di Garda. Nel rodigino il mercato tedesco vale circa 335 mila notti nei prossimi 4 mesi, mentre in provincia di Padova si stimano circa 238 mila presenze in pericolo. Meno forte il rischio nel bellunese (quasi 100 mila pernottamenti in forse), in provincia di Treviso (61 mila) e nel vicentino (41 mila).
“La stagione turistica balneare in partenza nei prossimi giorni si preannuncia molto difficile – spiega Antonio Ferrarelli, presidente della Fondazione Think Tank Nord Est – a causa delle restrizioni ancora in vigore sugli spostamenti. In particolare, preoccupa il blocco dei turisti tedeschi, in quanto rappresentano la quota principale dei visitatori stranieri che raggiungono il nostro Paese, specialmente d’estate. A ciò si aggiunge il ritardo nella riapertura dei confini con l’Austria. Gli operatori turistici stanno preparando le strutture per accogliere in massima sicurezza i loro ospiti: è quindi fondamentale definire quanto prima dei protocolli sanitari standard tra i Paesi europei, al fine di agevolare la ripartenza dell’industria delle vacanze, che vale il 13% del Pil italiano.”

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corridoio Eur Laurentina-Tor Pagnotta pronto entro l’autunno

Posted by fidest press agency su martedì, 30 gennaio 2018

meleoRoma. Proseguono i lavori per il completamento del Corridoio Eur Laurentina-Tor Pagnotta, con la realizzazione della rampa di accesso al viadotto sul Grande Raccordo Anulare, in prossimità del quartiere Fonte Laurentina.“Dopo anni di fermo, prevediamo l’inaugurazione del Corridoio entro quest’autunno. Con quest’infrastruttura godremo di un nuovo sistema di trasporto sostenibile, a basso impatto ambientale, che connetterà in maniera rapida ed ecologica i quartieri a sud dell’Eur con la rete metropolitana, in un’ottica di intermodalità. Con l’apertura riposizioneremo i 45 filobus, che ora viaggiano sulla Nomentana, sul loro tracciato originario”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi. “L’opera era rimasta in sospeso per molti anni in attesa della realizzazione del viadotto da parte del Consorzio Tor Pagnotta Due, collaudato nel maggio scorso. Nel piano investimenti per il 2018 sono stati stanziati 12,3 milioni per i due Corridoi di mobilità e grazie all’impulso di questa Amministrazione e al continuo monitoraggio stiamo procedendo con l’iter delle attività progettuali e delle autorizzazioni per consegnare quest’opera ai cittadini”, spiega l’Assessore alla Città in Movimento di Roma Capitale Linda Meleo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Profughi: corridoio umanitario

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2016

ProfughiRoma Fiumicino Lunedì 29 febbraio 2016 briefing per la stampa è alle 11.45 al Terminal 5 di Fiumicino. Lunedì 29 febbraio 2016 da Beirut arriverà a Fiumicino, il primo cospicuo gruppo di profughi siriani che grazie al progetto dei “corridoi umanitari”, entrerà in tutta sicurezza e legalmente in Italia.Si tratta di 24 famiglie, 93 persone in tutto – di cui 41 minori – che in ragione della loro condizione di vulnerabilità hanno ottenuto un visto umanitario a territorialità limitata rilasciato dall’ambasciata italiana in Libano.
La maggior parte proviene da Homs, città siriana ormai rasa al suolo. Altri da Idlib e Hama. Una volta in Italia saranno traferiti in diverse località.Lo scorso 4 febbraio la piccola siriana Falak, malata di tumore, con la sua famiglia era giunta a Roma aprendo di fatto il primo varco legale verso l’Europa. Si tratta di un progetto-pilota che nel quadro di un accordo raggiunto a metà dicembre tra governo italiano, la Comunità di Sant’Egidio. la Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia (FCEI), e la Tavola Valdese, prevede l’arrivo di un migliaio di casi in due anni non solo dal Libano, ma presto anche dal Marocco e dall’Etiopia.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corridoio Roma-Latina: Replica a A. Ruggeri

Posted by fidest press agency su domenica, 8 agosto 2010

E’ uscito il 28/07/10 su “Latina Oggi” e il 04/08/10 su “il Pontino” un intervento di Ruggeri sul corridoio Roma-Latina. La risposta viene  da Gualtiero Alunni Portavoce del Comitato  No Corridoio Roma-Latina. Scrive alunni:  “Prima di tutto vogliamo rispondere alle affermazioni del sig. Ruggeri sulla metro e sulla ferrovia argomentando le nostre moderne e sostenibili proposte sull’intermodalità e la sicurezza, rimaste inascoltate dalle amministrazioni regionali che si sono succedute: la costruzione della metropolitana leggera Roma-Pomezia-Ardea, il potenziamento e miglioramento delle linee ferroviarie pontine (Roma-S.Palomba-Latina e Nettuno – Campoleone), i parcheggi di scambio, l’adeguamento in sicurezza di tutta la Pontina. Questi interventi saranno di minor costo, di minor impatto ambientale e urbanistico, di minor inquinamento, ottenendo per i pendolari la sicurezza totale della Pontina e con la riduzione dei flussi di auto private, la tanta e giusta agognata riduzione delle interminabili file. Dando la priorità a queste sostenibili infrastrutture su ferro, si dimostrerà l’inutilità dell’autostrada.  Il sig. Ruggeri, tra l’altro, ci definisce “gli attivisti/professionisti della critica”, ma noi siamo semplici cittadini di diversa estrazione politica che in maniera autonoma dai partiti e con l’autofinanziamento, ci battiamo per la sicurezza stradale e per soluzioni efficaci e sostenibili. Le “presunte percentuali, calcoli, esborsi…” sono ricavati dai dati ufficiali del progetto dell’autostrada RM-LT. I nostri “commenti personali” sono il frutto di analisi tecniche e scientifiche collettive. Poi se per “infangare” s’intende la scesa il campo e le pressioni dei costruttori, unici beneficiari dell’opera, come Impregilo e l’Acer, basta andare a leggere il “Sole 24 Ore” del 30/6/2010. E ancora perché si parla di Nuova Pontina? L’opera infrastrutturale è una autostrada di tipo “A”, delle più pesanti, che non percorrerà tutta la Pontina, ma bensì si fermerà a Borgo Piave (Latina Nord) e nel suo percorso di 54 Km, per circa la metà, correrà esterna al quel tratto di Pontina (da Pomezia Nord ad Aprilia Nord), basta vedere tracciato approvato in Conferenza dei Servizi. Invece di parlare di “fiore all’occhiello” è più giusto parlare dell’ennesimo mostro di cemento e asfalto utile agli speculatori e non ai pendolari, perché per l’ingresso a Roma si continueranno a fare file interminabili pagando perfino il pedaggio/beffa”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comitato No Corridoio Roma – Latina

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 aprile 2010

Gualtiero Alunni Portavoce del comitato risponde alla Polverini: “Nelle “60 puntuali e dettagliate azioni di governo” riportate nella lettera Lei dichiara: “In particolare mi è chiarissima la necessità dell’adeguamento della Roma-Latina, non è più possibile assistere allo stillicidio di incidenti quotidiani. Mi impegno a mettere in campo da subito tutte le risorse disponibili per la messa in sicurezza dell’arteria”. Se ci fermassimo a questo, saremo d’accordo e Le consiglieremo di chiedere che gli 800 mln della quota pubblica per costruire l’autostrada Roma-Latina vengano stornati per l’adeguamento in sicurezza di tutta la Via Pontina. Ma ha continuato: “sul piano della viabilità regionale andremo molto oltre: vogliamo riprendere il progetto del corridoio tirrenico meridionale da Fiumicino a Formia e realizzare la Cisterna-Valmontone”. In riferimento a quest’ultima affermazione, Lei in campagna elettorale dichiarava su SKY, facendo una enorme gaffe: “difatti pochi giorni fa l’ho percorsa nel tour elettorale”. Dato che per fortuna ancora non esiste, poteva almeno dichiarare che l’aveva sognata nei suoi incubi notturni! La riesumazione del progetto della Giunta Storace, che per la sua lunghezza di oltre 130 km verrebbe a costare almeno 4.000 milioni di euro, essendo in project financing, lo Stato e quindi tutti i cittadini “contribuiranno” per il 40%, sborsando 1.600 milioni di euro per un’opera inutile, perché è nota a tutti l’impossibilità dell’ingresso a Roma e non si risolverebbe neanche costruendo il secondo GRA, che sposterebbe, danneggiando e aumentando le file, il traffico sulle altre consolari. Quindi, la buona amministrazione vorrebbe che s’intervenisse con l’unica soluzione sostenibile e cioè l’ottimizzazione dell’intermodalità, la riduzione dei tempi di percorrenza, dei costi e dell’inquinamento: la costruzione della metropolitana leggera Roma-Pomezia-Ardea e il potenziamento delle attuali reti ferroviarie. Così facendo si porterebbe ad attuazione anche il Suo auspicio Presidente Polverini: “Una mobilità accessibile ed efficiente si garantisce con investimenti nelle infrastrutture del trasporto pubblico regionale e nel materiale rotabile. Solo così si potrà rilanciare il trasporto ferroviario da e verso la Capitale e le altre principali località laziali, e conquistare una effettiva integrazione ferro-gomma”.  Le chiediamo di recedere da quanto ha ulteriormente dichiarato: “promuoveremo rapidamente un Accordo di programma quadro con il ministero delle Infrastrutture, il comune di Roma e le province del Lazio proprio per indirizzare le risorse su questi investimenti prioritari”. Per non andare sulla cattiva strada La invitiamo, prima che prenda decisioni affrettate, a confrontarsi democraticamente con le Comunità locali, le Associazioni e i Comitati al fine di trovare insieme una soluzione condivisa e partecipata. Diversamente, come accaduto ai suoi predecessori, si troverà a dover fronteggiare una dura opposizione sociale degli agricoltori, degli ambientalisti, dei pendolari e delle comunità dell’agro romano e del pontino. Di potenziali “Attila devastatori” ne abbiamo avuti abbastanza, speriamo che la Regione Lazio avendo per la prima volta una donna come Presidente, voglia ascoltare i cittadini e non i soliti poteri forti speculativi”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regionali Lazio e Lombardia

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 marzo 2010

Roma 5/3/2010 Nel pomeriggio di oggi è stato convocato il consiglio dei ministri. L’ipotesi più accreditata, dopo l’incontro svoltosi al Quirinale tra Berlusconi e Napolitano e alla presenza dei ministri dell’Interno e della Difesa, Roberto Maroni e Ignazio La Russa (coordinatore del Pdl), e il ministro della Semplificazione normativa Roberto Calderoli, è quella di un decreto legge. Resta dubbia l’opzione scelta se rinviare il voto o far riaprire i termini di presentazione delle liste. Da “voci di corridoio” si afferma che il Presidente della Repubblica ha esternato alcune perplessità nella prima riunione ma che sono state fugate del tutto nel secondo incontro a quattr’occhi avuto con Berlusconi. Cosa si siano detti di tanto importante non si sa. Resta il “pasticcio” di una giustizia messa in ginocchio. Comunque vada c’è sempre qualcuno che potrà dire: le firme non sono sufficienti? Abbiamo presentato la lista in ritardo? Niente di preoccupante. E’ pronto un dl del governo e tutto si rimette a posto. Ma, ci domandiamo, se si fossero invertite le posizioni e ad essere esclusi fossero state le opposizioni il Governo sarebbe stato altrettanto sollecito? Ne dubitiamo. (foto da L’Unità)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

Pontina: Corridoio Roma-Latina

Posted by fidest press agency su sabato, 20 febbraio 2010

Dichiarazioni di Gualtiero Alunni Portavoce del Comitato NO Corridoio Roma-Latina: “Giovanni Faiella (23 anni), Natascha Chichur (47 anni), Francesco Anellino (47 anni) sono i nomi di coloro che nel 2010 allungano la lista dei morti per incidente stradale sulla Pontina. Nel 2009 la lista nera era di 7 morti e 248 feriti. Dalla sua costruzione ormai sono centinaia coloro che hanno perso la vita sulla strada più pericolosa d’Italia (seconda solo alla Via Romea). Denunciamo tutti gli amministratori regionali che si sono succeduti, che invece di adeguare in sicurezza tutta la Pontina si sono cimentati nel progettare inutili e dannosi Corridoi autostradali oppure come per gli ultimi interventi spacciati per ”messa in sicurezza” ne fanno uno strumento vergognoso di campagna elettorale.  Andiamo a vedere di che si tratta: Riducono i raggi di curvatura pericolosi? No, tappano qualche buca. Costruiscono le corsie d’emergenza? No, sistemano le scarpate. Eliminano gli incroci raso? No, fanno qualche rotatoria. Costruiscono spartitraffico a norma? No, rifanno un po’ di segnaletica stradale. I morti non sono propaganda. Peseranno come un macigno sulle coscienze di tutti quegli amministratori distratti e subalterni ai poteri forti. Per l’ennesima volta chiediamo di ritirare il progetto del corridoio autostradale Roma-Latina e di stanziare gli 800 mln di euro per l’adeguamento in sicurezza della ss. Pontina e per la cura del ferro”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Osservatorio Torino-Lione

Posted by fidest press agency su domenica, 2 agosto 2009

“Una delle condizioni che oggi ci consentono di dare avvio alla fase due del progetto della Torino Lione in modo condiviso è stata l’acquisizione da parte dell’Osservatorio del Piano strategico della Val Susa: ora occorre entrare nel merito del Piano per capire come finanziarlo e attraverso quale strumento operativo”. Così Antonio Saitta, presidente della Provincia di Torino, ha commentato l’incontro dell’Osservatorio Torino Lione che si è svolto in Prefettura e a cui ha preso parte il Ministro dei trasporti Matteoli.  “Per raggiungere questi obiettivi, a ottobre si terrà un seminario con i ministeri delle infrastrutture e dell’ambiente, e in quest’occasione potremo approfondire le modalità con cui dare applicazione al Piano strategico. Credo che un’Agenzia territoriale potrebbe essere il sistema migliore per realizzare gli interventi, e l’incontro autunnale ci darà modo di verificare quali sonogli orietamenti in proposito”. Giudizio positivo dunque da parte del Presidente della Provincia sulla riunione odierna dell’Osservatorio, “che è stata anche la prima occasione per incontrare i nuovi ammiistratori della Val Susa”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Notti animate a Castel Sant’angelo

Posted by fidest press agency su domenica, 28 giugno 2009

Roma la manifestazione, giunta ormai alla sua settima edizione, che prenderà il via mercoledì 1 luglio e durerà fino al 30 agosto. E’ il programma di “Notti Animate sulle Terrazze di Castel Sant’Angelo”, Tutte le notti, dalle 20:45 alle 0:45 (venerdì e sabato fino alle ore 1:45), il castello sarà accessibile a grandi e bambini, con un programma fitto di eventi, che andranno dall’arte al cabaret, all’intrattenimento per i più piccoli. I bambini avranno a disposizione l’intero Bastione San Marco animato da clown, giocolieri, fachiri e mangiafuoco pronti ad esibirsi e rilasciare gadget come caricature o figure create con i palloncini. A distanza di un anno, tornano le visite serali delle carceri del Castello, spazi angusti e ricchi di storia, che hanno visto prigionieri illustri nel corso dei secoli. Grande attesa anche per la riapertura del Passetto, il corridoio segreto che collega Castel Sant’Angelo ai Palazzi Vaticani. I visitatori potranno così addentrarsi lungo il Passetto di Borgo, anch’esso solitamente inaccessibile e diventato famoso grazie a Dan Brown ed al suo romanzo “Angeli e demoni”, di cui è da poco uscito il film nelle sale cinematografiche. Dopo una cena a lume di candela al Bastione San Matteo, nel ristorante “La cucineria dei Masi”, con un menù ricco di “specialità del castello”, sarà possibile assistere agli spettacoli della manifestazione, passando dalla musica folk, con un programma arricchito da molti nuovi artisti e nomi prestigiosi nell’ambito della musica tradizionale e popolare, al cabaret, che prevede l’alternarsi sul palco di un gran numero di comici che allieteranno le magiche serate di luglio ed agosto. Lungo tutti gli spazi del castello sarà possibile visitare stand artigianali e gallerie d’arte. In particolare è previsto un appuntamento con la Neo Pop Art, con la presenza di un noto artista americano, ed una mostra sul riciclo con l’installazione di macchinette innovative per il riciclaggio, iniziativa presa da parte degli organizzatori al fine di aumentare l’attenzione per il rispetto dell’ambiente. Il tutto si svolgerà nella suggestiva ed affascinante cornice delle logge e dei cortili del castello capitolino costruito sul Mausoleo di Adriano. La manifestazione si tiene in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Romano e con il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Per info e prenotazioni http://www.castelsantangelo.com

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »