Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Posts Tagged ‘corteo’

Primo maggio: Corteo telematico

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 aprile 2020

Si snoderà per oltre otto ore il corteo telematico del 1° maggio proposto da Rete Iside onlus e a cui hanno aderito molte realtà sociali, politiche e sindacali. Un corteo le cui tappe saranno scandite da focus, delegati dai luoghi di lavoro, testimoni di solidarietà, ospiti internazionali per i saluti dai sindacati di tutto il mondo – da Cuba al Sud Africa, dalla Grecia al Venezuela, dalla Francia al Donbass – artisti che hanno deciso di camminare con noi nel corteo: Ascanio Celestini, Grazia Di Michele, Banda Bassotti, Moni Ovadia, Gioel, Assalti Frontali, Giordano De Plano, oltre a poeti, cantastorie e cori popolari.Pazienza Zero, per significare l’indisponibilità a far finta che non sia successo nulla, che si possa riprendere la vita di tutti i giorni senza far pagare il conto ad un sistema che ha mostrato la sua incapacità di governare il boomerang del fallimento della globalizzazione, che ha scelto il profitto invece della salute e della sicurezza di popolazione e lavoratori, rendendo clamorosamente palese la follia del decentramento amministrativo che ha rapinato i territori. Tutte scelte che stanno producendo migliaia di morti.Parleremo di sanità e sicurezza sul lavoro, perché sono centinaia gli operatori della sanità uccisi dal virus, che vanno a sommarsi alla strage quotidiana sui luoghi di lavoro. Una strage per la quale USB chiede con forza l’introduzione del reato di omicidio sul lavoro, così come avvenuto nel 2016 per l’omicidio stradale.Affronteremo il diritto al sapere, alla casa e al reddito, sottolineeremo come oggi le questioni del clima e dell’ambiente in rapporto ai profitti siano più che mai centrali.Con esponenti dei governi di Cuba e del Venezuela affronteremo le grandi questioni dei blocchi economici imposti dagli USA e dalla UE a Paesi che mantengono la propria indipendenza politica, economica e di modello sociale.La repressione delle piccole, misurate e simboliche iniziative di questi ultimi giorni, la repressione del diritto di sciopero, i licenziamenti dei lavoratori rei di aver denunciato la mancanza di tutele sui luoghi di lavoro saranno al centro di uno specifico focus con esperti di diritto del lavoro, magistrati, operatori del diritto che metteranno sotto la lente di ingrandimento le pulsioni autoritarie e di disciplinamento che si stanno manifestando.La situazione nell’industria, nel commercio, nei servizi, tra i collaboratori ei lavoratori autonomi assieme alla grande questione delle campagne e della ormai non più rinviabile regolarizzazione dei migranti daranno forza al corteo telematico del 1° Maggio, pensato e realizzato per ridare ai lavoratori, di cui si celebra la festa, il diritto di parola che ben trent’anni di concertone avevano provato a togliergli per sempre.Facciamo del Primo Maggio il punto limite della nostra pazienza. La fine della nostra pazienza è un dispositivo di protezione di massa.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Primo Maggio un grande corteo telematico attraverserà l’Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 18 aprile 2020

Il Primo Maggio un grande corteo attraverserà tutta la Penisola con lo slogan “Pazienza zero”. In tempi di distanziamento sociale sarà un corteo telematico ma non per questo meno carico di forza e di rabbia: una diretta live no-stop, sui siti e sui social delle organizzazioni promotrici, racconterà le lotte, le denunce e le iniziative di solidarietà – intervallate dai contributi dal mondo della musica – che fanno intravedere la nascita di un’altra società.Non stiamo infatti morendo solo di Covid-19 né la crisi mondiale è frutto unicamente del coronavirus. Affiora ovunque la consapevolezza che il sistema economico e sociale occidentale non sia in grado di proteggere la società umana da una crisi con queste caratteristiche e che sia arrivato il momento di intraprendere un altro cammino. La diffusione del virus ha solo messo in evidenza l’accaparramento delle risorse nelle mani di pochi, che oggi è diventato insopportabile perché mette a repentaglio la nostra stessa sopravvivenza.L’assenza di sicurezza sui posti di lavoro, lo smantellamento della sanità pubblica, l’impreparazione alle emergenze testimoniano che tutto è sacrificato alla competitività delle imprese sui mercati mondiali.Le morti sul lavoro, le morti in mare dei migranti, le morti degli anziani nelle RSA, le morti degli operatori sanitari di base e ospedalieri, dimostrano che è stato ucciso il diritto alla sicurezza ed alla salute e che l’articolo 32 della Costituzione viene subordinato agli interessi delle aziende.La cinica fretta dei padroni a riaprire tutte le attività e la mancanza dei dispositivi di protezione producono una sequela continua di omicidi che non sono dovuti alla diffusione del virus ma alla responsabilità precisa di chi, di fronte ad una emergenza di enormi proporzioni, continua a mettere i profitti ed il valore dei titoli azionari davanti agli interessi della collettività.L’aumento delle disuguaglianze sociali, l’enorme diffusione della povertà, l’allargamento della precarietà e del lavoro povero, il moltiplicarsi delle mille forme di lavoro atipico, autonomo e a partita iva, sfruttato, impoverito e senza tutele, l’accrescersi delle disparità di genere, sono il frutto delle controriforme del mercato del lavoro varate in questi anni. La diffusione del virus ha solo messo in evidenza l’accaparramento delle risorse nelle mani di pochi, che oggi è diventato insopportabile perché mette a repentaglio la nostra stessa sopravvivenza.Il distanziamento sociale è oggi una necessità per fermare il contagio. Ma c’è il forte rischio che diventi un’arma per chiuderci la bocca ed impedire l’esplodere della protesta. Nei rinnovati divieti a scioperare si intravede già una voglia di disciplinare il paese. Un bavaglio alla voce di milioni di lavoratori che vogliono il rispetto del diritto alla salute, al reddito, alla democrazia.I popoli potrebbero aver esaurito la pazienza. Mentre il pensiero unico si sgretola, l’austerità fortemente voluta dall’Unione Europea entra in crisi e le ricette neoliberiste vengono rimesse in discussione, sta forse scoccando l’ora di un nuovo inizio. Difendere la vita e la salute del pianeta e di chi lo abita sono il nuovo imperativo della solidarietà internazionalista.Facciamo del Primo Maggio il punto limite della nostra pazienza. La fine della nostra pazienza è un dispositivo di protezione di massa.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Corteo a Cerere ad Ariccia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 agosto 2017

Locandina Sagra 2017Ariccia Sabato 2 settembre, alle ore 18.30, andrà in scena la rievocazione storica in costume del Corteo di Cerere a cura di Archeoclub Aricino Nemorense e Associazione Tyrrhenum in collaborazione con il Comitato Festeggiamenti del Comune di Ariccia.
Il corteo, come di consueto, uscirà dal portale della splendida dimora barocca di Palazzo Chigi e si snoderà tra la Piazza di Corte e il corso Garibaldi con decine di personaggi in costume romano, che impersoneranno i devoti alla dea Cerere, con offerte votive e prodotti della terra e con l’immancabile maialino votivo che sarà al centro di tutto il corteo.
Un cibo ‘divino’ dunque la porchetta, destinato sin dall’antichità agli dei ed oggi eccellenza culinaria del Lazio e uno dei simboli del gusto della romanità nel mondo. Ma la porchetta di Ariccia, in età romana Aricia patria della madre dell’Imperatore Augusto, non solo è la più famosa (ha ottenuto nel 2011 il riconoscimento IGP) ma è anche molto antica e ce lo dice l’archeologia. Nel 1927 proprio nella Valle di Ariccia vennero alle luce una serie di statue in terracotta (risalenti al III sec. a.C.), tra cui alcune offerenti con un maialino tra le mani, che ora sono esposte al Museo Nazionale Romano, e che si potranno ammirare sabato 2 e domenica 3 settembre nella mostra “La dea Cerere nella valle di Ariccia e l’origine della porchetta” presso la Locanda Martorelli-Museo del Grand Tour, Piazza di Corte n. 4 che conserva importanti tempere murarie del ‘700 a carattere mitologico. (foto: locandina)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corteo contro gli sgomberi

Posted by fidest press agency su sabato, 26 agosto 2017

viminale“Un corteo contro gli sgomberi degli abusivi dalle altrui proprietà? Questo pomeriggio a Roma stiamo assistendo all’ennesimo spettacolo mediatico organizzato ed evidentemente sostenuto da alcune parti politiche pronte come sempre a dare addosso alla Polizia, sottacendo fermamente sulle proprie gravi ed evidenti responsabilità politiche. Un corteo a sostegno di chi pratica l’illegalità? La soluzione ai problemi sociali è indulgere alla commissione di reati? E’ un paese assurdo. Si manifesti una volta tanto a sostegno delle Forze dell’Ordine e delle regole”.
Lo afferma Domenico Pianese, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, a proposito del corteo previsto per questo pomeriggio nel centro di Roma organizzato da collettivi e movimenti per il diritto alla casa anche per protestare contro la politica degli sgomberi delle abitazioni abusivamente occupate. Una manifestazione che desta preoccupazione soprattutto perché segue agli incidenti verificatisi in piazza Indipendenza, nella Capitale, in occasione dello sgombero dell’edificio di via Curtatone, che hanno a loro volta dato il via a forti polemiche dovute all’intervento delle Forze dell’Ordine inviate a liberare la piazza.
“Già è stato grave e incomprensibile – dice Pianese – aver sentito criticare i colleghi impegnati in un servizio pericolosissimo, nonostante siano stati aggrediti e nonostante abbiano come al solito dovuto farsi carico dei problemi causati dalla cattiva gestione di chi aspetta solo che le ‘grane’ scoppino per poi ricorrere come sempre al nostro intervento. Ora dobbiamo anche vedere che si manifesta a sostegno di chi delinque violando di fatto leggi dello Stato che dovrebbero valere per tutti allo stesso modo. E’ vergognoso. Invece che fare cortei a sostegno di chi abusivamente occupa abitazioni che non gli appartengono, politica e istituzioni dovrebbero insorgere a difesa della Polizia di Stato. Se c’è qualcuno che decide di spalleggiare chi occupa illegalmente case ed edifici altrui violando il principio costituzionale che sancisce l’inviolabilità della proprietà, questi non deve trovare sponde politiche né istituzionali”.
“E’ ora di smetterla – conclude il Segretario Generale del Coisp – con atteggiamenti di pericoloso permissivismo che, in pratica, significano ‘favoreggiare’ chi commette dei reati. La manifestazione di oggi pomeriggio, orchestrate dalle solite pseudo organizzazioni che professano l’occupazione delle case altrui come metodo di risoluzione della crisi abitativa, sono solo l’occasione per fomentare agitazioni e creare disordini e sperequazioni in danno dei cittadini onesti. Contiamo sull’altissima professionalità dei colleghi che dovranno ancora una volta rischiare la salute oggi a Roma, ma speriamo comunque che non debbano pagare il solito tributo di sangue per via dell’odiosa strumentalizzazione di alcuni e dell’incapacità assoluta di altri”. (n.r. Crediamo che dalle ceneri del Pd sia nato un nuovo partito: quello dei rom e degli immigrati. D’altra parte la polizia, sino a prova contraria, ha eseguito degli ordini. C’è poi d’aggiungere che per come sono avvenuti i fatti e l’urgenza ad eseguire gli sgomberi genera in noi un dubbio atroce. Cosa si vuole nascondere? Forse urgeva farlo per motivi di sicurezza? Per smatellare un posto che ospitava qualche cellula terroristica o supposta tale? Perché non si dice che i residenti hanno impedito, alcuni giorni prima dello sgombero, ai servizi sociali del comune di Roma di accedere nel fabbricato per un censimento e per offrire assistenza alle persone in condizioni di fragiità e la stessa sorte è capitata ai vigili del fuoco per un sopralluogo sulla sicurezza dello stabile e che il loro rapporto, per quello che sono riusciti a vedere, era di una grave situazione di pericolosità ambientale?)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Preoccupazione per corteo anti-europeisti in strade Testaccio”

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 marzo 2017

“Esprimiamo preoccupazione e stupore per la decisione incomprensibile di far sfilare il corteo degli anti-europeisti di Sabato 25 all’interno delle strade di Testaccio.
Nello storico rione della Capitale c’è molta preoccupazione e stiamo ricevendo moltissime telefonate di ‘testaccini’ e commercianti fortemente in apprensione per la decisione presa.I dimostranti percorreranno via Galvani, via Luca della Robbia, piazza Testaccio,via Geurini, via Branca per tornare infine su via Marmorata.
La paura, legittima, è quella di dover assistere ad episodi di vandalismo e di violenza come già accaduto in passato. Vi è anche una questione di sicurezza che nasce dal voler far passare 8000 persone, come in queste ore viene stimato, attraverso vie strette e lunghe, piene di negozi e banche.Si tratta di una scelta infelice che invece di utilizzare via Marmorata, come solitamente avviene in queste occasioni, impegnerà vie non idonee a questo tipo di manifestazioni.Evidentemente l’assenza della Sindaca, che in questi giorni ha deciso di prendersi una pausa di relax ha determinato da parte dei suoi collaboratori scelte incomprensibili che attengono alla sicurezza dei cittadini e dei quartieri della città” .E’ quanto dichiarano il consigliere capitolino del PD capitolino Marco Palumbo e Sara Lilli consigliera dem del I° Municipio.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Roma, corteo del 25 Aprile: ebrei ancora esclusi

Posted by fidest press agency su sabato, 23 aprile 2016

corteoDi Emanuel Baroz. «Anche quest’anno si ripropone la vergogna per cui gli ex Deportati nei campi nazisti e le bandiere della Brigate ebraiche non potranno sfilare nel corteo organizzato dall’Anpi di Roma che si conclude a Porta San Paolo». Lo sottolinea Aurelio Mancuso, presidente nazionale di Equality Italia. «Già l’anno scorso ex deportati ed ebrei hanno disertato la manifestazione perché nelle edizioni passate furono oggetto di aggressioni e minacce da parte di gruppi antagonisti e pro palestinesi. È colpa dell’Anpi di Roma se tutto ciò avviene, perché – afferma Mancuso – non ha saputo e non vuole tutelare chi davvero ha contribuito alla Resistenza, combattuto la guerra di Liberazione, patito pene indicibili a causa del nazifascismo».
Equality Italia, invita quindi a disertare «un corteo propagandistico di chiaro stampo antisemita» e, aderisce alla manifestazione organizzata da Aned, Centro Ebraico Italiano, Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e Associazione romana amici d’Israele, che si terrà al Centro Ebraico, il Pitigliani, il 25 aprile alle ore 20:00.
Intanto la Comunità Ebraica di Roma ha annunciato che si ritroverà la mattina del 25 Aprile alle ore 9:30 davanti al Museo della Resistenza di Via Tasso a Roma. Lo rende noto un comunicato.
All’appuntamento, previsto per le ore 9.30, verrà ricordato il sacrificio dei partigiani e dei soldati della Brigata Ebraica che, inquadrati nelle fila dell’esercito britannico, collaborarono insieme alla Resistenza per liberare l’Italia dall’oppressione nazifascista. “La Comunità Ebraica – conclude la nota – invita la cittadinanza a partecipare, consapevole che, in questa città, è venuta a mancare la possibilità di celebrare la festa del 25 aprile nei modi e nelle forme che questo anniversario meriterebbe“.
(Fonte: ANSA, 22 Aprile 2016) Nella foto in alto: le scene al corteo del 25 Aprile a Roma nel 2014.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Manifestazione-Corteo

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 febbraio 2011

Roma 19 Febbraio partenza alle ore 15,00 da P.zza Vittorio e arrivo nella P.zza del Campidoglio Il Comitato No Corridoio Rm-Lt per la metropolitana leggera dichiara: ”A tre anni di distanza dall’insediamento di Alemanno, non c’è traccia dei cambiamenti annunciati in campagna elettorale. Al contrario Roma rimane una città immobile che affonda giorno dopo giorno nella corruzione e nel malaffare, immersa in una crisi urbanistica e sociale sempre più profonda e drammatica. In questo contesto, dopo innumerevoli rinvii, il primo cittadino della capitale proclama la convocazione degli “Stati generali di Roma” per il 22 e 23 Febbraio, annunciando la partecipazione di Tremonti e Berlusconi. Il disegno che Alemanno tenterà di rilanciare, coincide con i desideri della rendita fondiaria e dei nuovi centri di potere economico e finanziario. Neppure l’immaginario Olimpico di una città che verrà, potrà cancellare la realtà di una metropoli dalla mobilità soffocata, del degrado ambientale, della cultura negata, dell’esclusione e della segregazione del diverso, della precarietà e del cemento. In ogni angolo della città è sempre più grave e drammatica l’emergenza abitativa, crescono i prezzi dei prodotti di prima necessità e le tariffe dei servizi, viene cancellato sotto i colpi dei tagli e delle esternalizzazioni il già scarso welfare, mentre si accentua la privatizzazione delle aziende ACEA, ATAC e AMA, che gestiscono i servizi fondamentali. Il diritto alla scuola e allo studio, l’accesso alla cultura ed ai saperi, a Roma sono beni sempre meno accessibili, sempre più piegati alle leggi di mercato; nelle periferie e non solo, la sensazione di vivere un naufragio è percepita chiaramente ed i mega progetti di trasformazione urbana a Torbellamonaca e all’Eur, le operazioni scellerate come la svendita delle caserme e del patrimonio pubblico, sono nuove occasioni di speculazione e saccheggio. Le importanti mobilitazioni di questi ultimi mesi, esprimono un forte dissenso nei confronti delle scelte di governo della città, un’altra città che partecipa e resiste, che si autorganizza e lotta per i propri diritti, che non ha paura di mettersi in gioco in prima persona. Proprio le mille esperienze di base, rendono questa città ancora viva e mai domata, da qui proviene la richiesta e la spinta che può generare una grande mobilitazione in grado di infrangere la vetrina con cui si vorrebbe sottrarre la città ai suoi abitanti, mettendo in rete ed in sinergia esperienze, saperi, idee, accumulando la forza necessaria a costruire e conquistare un’altra Roma Citta’ bene comune. Insieme dobbiamo camminare risoluti/e contro gli StatiGenerali che si terranno al Palazzo dei Congressi dell’Eur il 22/23 febbraio, costruendo la nostra critica ed elaborando la nostra proposta”. (Gualtiero Alunni)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Servizio d’ordine polizia municipale romana

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

«La Polizia Municipale di Roma ha adottato tutte le misure e messo in campo tutti i servizi necessari per garantire un servizio d’ordine adeguato rispetto ai numeri comunicati in conferenza di servizio dagli organizzatori della manifestazione svoltasi ieri in piazza del Popolo. Sempre nel corso della conferenza di servizio si era stabilito che i manifestanti avrebbero raggiunto in corteo piazza del Popolo partendo da piazza Napoleone I. Piazza del Popolo è stata raggiunta, però, da chi ha preso parte all’evento anche dalle strade limitrofe, tanto da costringere la Polizia Municipale, che ha lavorato in costante accordo con i funzionari della Questura, a chiudere piazzale Flaminio. Oltre ai vigili del I gruppo sono stati impiegati anche quelli del II e del XVIII. L’evento si è svolto senza alcun incidente e in maniera del tutto pacifica». Lo dichiara il comandante della Polizia municipale di Roma, Angelo Giuliani.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A margine corteo studentesco a Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

Roma Questa mattina un corteo di giovani partito da piazza Venezia è giunto fino in piazza Navona di fronte al Senato. La manifestazione, promossa dai coordinamenti degli studenti dell’Eur, del quarto municipio, di Roma nord e di Frascati, ha visto la partecipazione di migliaia di ragazzi che hanno deciso di lottare insieme di là degli schieramenti politici, marciando dietro lo striscione “studenti uniti contro tagli e privatizzazioni”. “Il Blocco Studentesco è una delle forze che hanno dato vita a questa iniziativa, ma non è assolutamente corretto sostenere che si è trattato di una manifestazione del Blocco Studentesco, come scritto erroneamente da alcuni organi stampa
-precisa Guelfo Bartalucci, responsabile romano del movimento-. I vari coordinamenti studenteschi nati nell’ultima settimana in molte scuole di Roma comprendono al proprio interno ragazzi con opinioni differenti”. Anche Rolando Mancini, altro responsabile del movimento studentesco di CasaPound Italia, ha voluto mettere l’accento sulla trasversalità dell’iniziativa. “Oggi ragazzi di destra e di sinistra insieme hanno dimostrato che è possibile lottare contro i tagli previsti
all’istruzione pubblica e il raddoppio dei finanziamenti alle scuole private, oltre che contro la riforma universitaria, senza la necessità di scendere in piazza con scudi, caschi e intonando cori e slogan appartenenti ad una data parte politica – spiega Mancini-. La gioia e l’entusiasmo che ha contraddistinto questa manifestazione sarà il motore propulsivo delle mobilitazioni delle prossime settimane”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fincantieri: un corteo contestato

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2010

“Le parole del Sindaco Alemanno pronunciate oggi contro il corteo nazionale organizzato dai lavoratori della Fincantieri  che rischiano di perdere il proprio posto di lavoro sono assolutamente vergognose e offendono la coscienza civile e democratica della nostra città. Il Sindaco Alemanno deve sapere che qualsiasi provvedimento unilaterale finalizzato a limitare lo svolgimento dei cortei, oltre ad essere illegittimo in quanto andrebbe a limitare un sacrosanto diritto tutelato dalla costituzione,  sarebbe anche irresponsabile in quanto rischierebbe di mettere fortemente  a repentaglio  l’ordine pubblico della nostra città. Non si può pensare di mettere il bavaglio alla protesta sociale che sta montando, giorno dopo giorno, a causa delle scellerate politiche del Governo Berlusconi e della stessa Giunta Alemanno che tentano di scaricare la crisi economica nazionale ed internazionale sulle famiglie meno agiate. D’altronde un  provvedimento simile, come quello che sta minacciando ormai da mesi  il Sindaco, avrebbe come legittima conseguenza quella della disobbedienza civile da parte di chi ancora crede nella libertà democratiche.  Il Sindaco Alemanno  non confonda  il proprio ruolo con quello di podestà”.   E’ quanto dichiara Giovanni Barbera,  esponente del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Marcia su Roma dei poliziotti

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2010

Roma 13 luglio Il primo concentramento sarà alle 10.00 di martedì 13 luglio a Piazza San Marco nei pressi dell’Altare della Patria e a Piazza Venezia, dove le sagome dei poliziotti pugnalati alle spalle resteranno fino alle 11.30. Da lì intorno alle 12 un esercito di sagome, con megafoni, vuvuzelas e tamburi, si sposterà verso piazza del Colosseo dove si svolgerà un sit-in fino alle 14.
Per sturare le orecchie ad un Governo che fa finta di non sentire, i poliziotti del COISP useranno il frastuono di centinaia di vuvuzelas, per manifestare la propria rabbia contro i provvedimenti previsti nella Finanziaria che umiliano tutte le forze dell’ordine. Accadrà il prossimo 13 luglio, a Roma: in un rumoroso corteo, le bandiere verdi del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia, accompagneranno le sagome dei poliziotti pugnalati alle spalle, diventati ormai il simbolo della protesta degli Operatori della Sicurezza, di quelle donne e quegli uomini che garantiscono l’incolumità dei cittadini e delle Istituzioni, operando da troppo tempo in una situazione di scarsità di mezzi e di personale, e che ancora una volta vengono traditi dal Governo. “Il congelamento degli aumenti contrattuali per 4 anni, l’obbligo di espletare le mansioni superiori dovute agli automatismi di carriera percependo lo stipendio statuito per mansioni inferiori, la probabile scure sulle tredicesime, i tagli alle risorse su straordinari, mezzi e quant’altro, sono provvedimenti che la manovra finanziaria ha in animo di statuire e sono totalmente inaccettabili”, afferma Franco Maccari, Segretario Generale del COISP.  “L’azione irriguardosa del Governo nei confronti dei poliziotti – continua Maccari – sembra quasi il frutto di una volontà di punire chi ha sempre adempiuto con correttezza ai propri compiti, anche facendo venire a galla le magagne fatte da cricche di signorotti dediti a trarre profitto dalla gestione della cosa pubblica. Sembra proprio che qualcuno vuole farci scontare quanto abbiamo fatto per far rispettare le leggi, e che lo abbiamo fatto senza guardare il “colore” dei soggetti sui quali indagavamo. Ebbene, il COISP non accetta che attraverso l’umiliazione, il blocco dello stipendio, il mancato pagamento degli straordinari, si cerchi di demotivare i poliziotti al punto di non farli adempiere più alle loro funzioni”.  “Il risultato che il Coisp intende portare a casa – conclude il Segretario Generale del COISP – è forse pretenzioso ma certamente raggiungibile. Liberare i palazzi della democrazia dall’attuale regime!”

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra: le proteste in piazza

Posted by fidest press agency su domenica, 6 giugno 2010

25 mila in piazza a Roma, 10 mila a Milano, per la prima giornata di mobilitazione contro la manovra-massacro e contro la crisi, indetta da USB Unione Sindacale di Base e Confederazione Cobas. A Roma un corteo partecipato in cui erano presenti tutte le realtà sociali colpite dalla crisi (lavoratori dipendenti, precari, disoccupati, senza casa) ha espresso con forza la necessità di unire le lotte per contrastare l’attacco al mondo del lavoro, del non lavoro e del welfare. Una sosta rumorosa e colorata da fumogeni e fuochi d’artificio si è svolta davanti al Ministero dell’Economia e Finanze, dove i manifestanti hanno gridato forte la loro richiesta di far pagare la crisi a chi l’ha provocata.Il fitto calendario di lotte programmato da USB proseguirà con: 7 e 8 giugno gli scioperi regionali della Scuola in Emilia Romagna e Calabria; 7 giugno lo sciopero dei lavoratori Aeroportuali delle aziende aderenti ad Assohandlers; 8 giugno lo sciopero nazionale di Lsu, Lpu, cassintegrati e lavoratori in mobilità; il 9 giugno lo sciopero del lavoratori della Croce Rossa; 10 giugno i “Tetti della ricerca…e non solo”, con iniziative in tutti gli enti di ricerca; 11 giugno sciopero di 24 del Trasporto pubblico locale; 14 e 15 Giugno sciopero della Scuola in Piemonte, Lazio, Campania e Sicilia; sempre il 14 giugno sciopero generale di 24 ore e giornata di mobilitazione e protesta del Pubblico Impieg

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Doge in corteo tra i padiglioni di Shanghai

Posted by fidest press agency su domenica, 9 maggio 2010

Anche l’Italia è ufficialmente presente alla speciale European Parade organizzata per domenica 9 maggio, nell’ambito delle cerimonia di apertura del World Expo Shanghai 2010, quale omaggio alla storia e alla cultura dei Paesi presenti all’evento. In particolare toccherà al Carnevale di Venezia e ai magnifici costumi d’epoca del Serenisimo Tribunal de l’Inquisithion fare da portabandiera delle tradizioni del nostro Paese, con una rappresentanza che richiama uno dei riti carnascialeschi più antichi ed amati: il Volo dell’Angelo. Doge, Dogaressa e seguito rinascimentale parteciperanno alla grande Parata formata da artisti provenienti da 23 nazioni diverse e che animerà la grande Europe Square fino a sera, quando il concerto della EU Youth Orchestra concluderà la giornata dedicata ai festeggiamenti.Il presidente di Venezia Marketing & Eventi Piero Rosa Salva esprime la propria soddisfazione per la scelta, fortemente auspicata anche dal governo italiano, di far rappresentare l’Italia dal carnevale veneziano: “è una conferma che Venezia, agli occhi degli organizzatori dell’Expo e del mondo intero, è una icona di tradizione, eleganza e cultura. La presenza della delegazione del nostro Carnevale si affianca poi a quella della Città di Venezia nella Urban Best Practices Area dell’Expo, dove verranno presentate le nostre esperienze in materia di sostenibilità e vivibilità urbana, di tutela dei beni architettonici e di innovazione tecnologica in campo ambientale, assieme ad un ristretto numero di città mondiali. Venezia, ancora una volta, è stata ritenuta un esempio a livello planetario su diversi settori di attività”“Si tratta davvero di un grande onore – dichiara il Presidente del Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche Massimo Andreoli, chiamato a guidare la delegazione – ed un segnale forte di come il mondo riconosca sempre più a Venezia il ruolo di capitale ideale della storia e della cultura”.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per non dimenticare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 luglio 2009

Bologna. 2 agosto 2009 XXIX anniversario della strage alla stazione  ore 6.30 – 8.30 – Parco della Montagnola, Piazza VIII Agosto: arrivo da tutta Italia delle staffette podistiche  “Per non dimenticare” ore 8.00 – 14.00 – 1 e 2 agosto – Stazione centrale- stand Poste Italiane: vendita e annullo francobollo commemorativo ore 8.30 – Sala Rossa – Palazzo d’Accursio: incontro con i familiari delle vittime della strage del 2 agosto 1980 ore 8.45 – Sala del Consiglio comunale – Palazzo d’Accursio: incontro con l’Associazione Familiari Vittime della Strage alla Stazione di Bologna ed i rappresentanti delle città, degli enti e delle associazioni aderenti alla manifestazione ore 9.15 – Piazza Nettuno: concentramento con i Gonfaloni delle città e corteo lungo via dell’Indipendenza ore 10.10 – Piazza Medaglie d’Oro: intervento del Presidente dell’Associazione Familiari Vittime della Strage alla Stazione di Bologna, Paolo Bolognesi. Seguono un minuto di silenzio in memoria delle vittime e gli interventi del Sindaco di Bologna Flavio Delbono e di un rappresentante del Governo ore 11.00 – Primo Binario – Stazione di Bologna: deposizione di corone al cippo che ricorda il sacrificio del ferroviere Silver Sirotti deceduto nella strage del treno Italicus ore 11.15 – Chiesa di San Benedetto – Via dell’indipendenza, 64: Santa Messa, celebra S.E. Mons. Ernesto Vecchi, Vescovo ausiliare Chiesa di Bologna ore 11.15 – Piazzale EST – Stazione di Bologna: partenza treno straordinario per San Benedetto Val di Sambro, deposizione di corone alle lapidi che ricordano le vittime degli attentati ai treni Italicus e 904 Napoli-Milano. Interventi del Sindaco di San Benedetto Val di Sambro Gianluca Stefanini, di un rappresentante dell’associazione Familiari e della Presidente della Provincia di Bologna Beatrice Draghetti ore 11.40 – Piazzale Cotabo – Via Stalingrado 65/13: deposizione di corone al monumento in ricordo dei tassisti deceduti il 2 agosto 1980 ore 16.30 – Centro sportivo Pallavicini – Via M.E. Lepido, 194/10: 6a edizione “Lo sport ricorda” partita di calcio fra Consiglio Comunale di Bologna e Stazione di Bologna Centrale ore 21.15 – Piazza Maggiore:  Concorso internazionale di composizione 2 agosto – xv edizione  riservato a partiture per voce ed orchestra eseguite dall’Orchestra e Coro del Teatro Comunale di Bologna – Osman Gioia, Direttore – Paolo Vero, Maestro del Coro

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Il Corteo”: Nuovo libro di Dario Tesser

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 maggio 2009

Il breve spostamento giornaliero in treno per raggiungere il posto di lavoro è scombinato dall’inaspettata assenza di Flora, abituale compagna di viaggio. Altri pendolari salgono su quel treno ma, probabilmente per la prima volta, Beppi li osserva in modo diverso. Interessandosi ai loro discorsi intuisce qualcosa delle loro vite e rivede in modo critico la sua esistenza consumata stancamente cercando di evitare ogni più remoto coinvolgimento. Scansando con caparbietà qualsiasi situazione che lo obbligasse a un esame di sé, ha conquistato un tranquillo quieto vivere che pure non l’ha soddisfatto come si attendeva. Le molte disillusioni a cui, durante il viaggio coatto, torna ripetutamente con la memoria, non lo hanno tuttavia mai scosso tanto da indurlo a ribellarsi. Stavolta però la sopportazione di un se stesso perennemente indeciso lo disgusta e la voglia di scrollarsi di dosso l’apatia lo incalza sempre più causandogli un desiderio forte di reagire in qualsiasi modo. Beppi, studente lavoratore, giovane uomo probabilmente qualunquista comunque irresoluto, cerca di capire come e dove può o vuole schierarsi. Siamo sul finire degli anni ’70 e si ripresenta qui, pur con modalità diverse, il disagio giovanile del ’68: un lungo periodo nel quale l’inquietudine endemica della gioventù di allora porta alla non consapevolezza dei ruoli e provoca il profondo malessere del protagonista del romanzo. http://www.arduinosacco.it/
Dario Tesser è nato nel 1941 a Treviso dove tuttora risiede. Laureato in Scienze politiche è giornalista pubblicista, ha scritto numerosi racconti per alcuni quotidiani del Nordest, si è occupato, inoltre, di gastronomia e di sport. Debutta nella scena letteraria con un volumetto di poesie, edito nel 1978 per i tipi della editrice Canova: Umanamore. Nel 1985 pubblica Alvimar, romanzo ambientato tra le due guerre mondiali in una città di provincia del nord Italia. Il secondo romanzo pubblicato, L’Amore esauriente, ha riscosso, come il primo, un buon successo di critica e di pubblico. Il quarto volume, A Proposito del Cavallo, è un manuale di tecnica equestre. Tesser è, infatti, istruttore di equitazione e quando non lavora ai suoi libri, si occupa, con grande passione, dell’addestramento di cavalli e cavali  Il volume è acquistabile in Internet all’indirizzo Arduino Sacco Editore

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »