Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘costa yemenita’

Mondo arabo: fremiti insurrezionali

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 gennaio 2011

L’isola della Felicità, questa una delle diverse traduzioni dall’antico sanscrito per Socotra, 300 km sud dalla costa yemenita, a est del corno d’Africa, punto d’unione tra l’Oceano Indiano, il mare Arabico e il famigerato Golfo di Aden. Si parte da Roma con un certo ritardo.
Ma è il giorno di Natale, c’era da aspettarselo e poi è anche un modo per iniziare a calarsi nei ritmi del Medio Oriente che eccitati come bambini, ci apprestiamo a conoscere in prima persona! Atterriamo di sera a Sanàa, capitale dello Yemen. E’ buio, ma il tragitto fino all’hotel, dove passeremo appena qualche ora prima di tornare in aeroporto per prendere il volo per Socotra, è abbastanza illuminato, tanto da permetterci di ammirare le costruzioni un pò vecchiotte, che ricordano chiaramente lo stile veneziano.  Alti e stretti palazzi, finestre a volta appuntita, con tanti segmenti colorati e colonnine a torciglione. Lungo il primo tratto di strada, incontriamo diversi posti di blocco con militari armati di kalashnikov, che andranno a scemare fino a scomparire del tutto, poco distanti dall’aeroporto.  La situazione di fatto non allarma nessuno, nonostante gli avvisi della Farnesina a non recarsi in Yemen….. Un reportage di Sandra Vallelunga, che invitiamo a leggere su: http://www.cybernaua.it/news/reportage.php?idnews=2684

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Yemen: nuova sciagura nel golfo di Aden

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 aprile 2009

Due imbarcazioni sono affondate durante lo scorso weekend a largo della costa yemenita della regione di Hadramout, circa 660 km a est di Aden. Il bollettino è di 8 persone annegate e 22 disperse. La prima imbarcazione, che trasportava 40 somali, si è capovolta sabato sera mentre i passeggeri iniziavano a sbarcare per raggiungere la costa yemenita, a circa 80 km a est di Mayfa’a, dove l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) gestisce un centro di accoglienza. 20 persone sono riuscite a raggiungere la costa vicino a Rass al Kalb, dove uno dei partner dell’UNHCR, la SHS  (Society for Human Solidarity), ha dato loro acqua e cibo prima di trasferirli a Mayfa’a dove hanno ricevuto ulteriore assistenza e sono stati registrati. Non è stato recuperato nessun corpo e il destino dei dispersi rimane ignoto. I sopravvissuti hanno riferito che
l’imbarcazione era partita da Marera, a est della città somala di Bossasso. Nel tardo pomeriggio di domenica si è consumata la seconda tragedia al largo della costa di Rujeema, 120 km a est di Mayfa’a. I sopravvissuti hanno detto che 8 persone sono morte e 2 sono disperse dopo che l’imbarcazione su cui viaggiavano ha iniziato a imbarcare acqua per il mare mosso. Secondo i testimoni alcuni dei decessi sarebbero avvenuti per soffocamento dopo che gli scafisti avevano coperto l’area passeggeri con un telo impermeabile per evitare che entrasse l’acqua. 13 persone sono riuscite a sbarcare vicino a Rujeema. Sono state subito soccorse dalla SHS e poi trasferite al centro di accoglienza di Mayfa’a. I sopravvissuti hanno riferito che l’imbarcazione era partita dalla città somala di Elayo, a ovest di Bossasso. Quest’anno 339 imbarcazioni e 17.035 persone sono arrivate in Yemen dopo aver affrontato il pericoloso viaggio dal Corno d’Africa attraverso il Golfo di Aden. Finora 74 persone sarebbero morte e 51 disperse in mare. Coloro che affrontano la traversata sono in fuga da situazioni disperate di guerra civile, instabilità politica, povertà e carestia in Somalia e in tutto il Corno d’Africa.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »