Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 349

Posts Tagged ‘costosi’

Italia Paese povero con consumi costosi e lavoro ingabbiato

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 luglio 2022

Un paese con l’inflazione all’8% dove si deve litigare con taxisti e balneari per liberalizzare trasporti e far pagare il giusto a chi di dovere… questa è la fotografia del rapporto annuale Istat. Non siamo nel baratro perché abbiamo scelto l’Unione europea che, per esempio sulla questione energetica, ci sta consentendo di non navigare a vista. Un Paese povero che ha bisogno del reddito di cittadinanza per, presumibilmente, le situazioni più disperate. Un Paese che non ha giovani che vogliano lavorare con stipendi da fame stagionali che vengono loro proposti dagli operatori turistici e che, con meno giovani in assoluto, si ostina con norme restrittive che impediscono l’arrivo di migranti desiderosi di lavorare ed integrarsi. Un Paese dove il ritardo sulle liberalizzazioni si fa sentire in modo pesante soprattutto sul mondo del lavoro, coi sindacati che continuano a proporre ulteriori ingabbiamenti salariali e di inquadramento che scoraggiano mobilità e imprenditoria. Un Paese povero che al governo ha di tutto e di più: da chi vuole monopoli e domini di corporazione ovunque a chi timidamente “dice” di essere liberista senza mai fare nulla per metterlo in pratica. Il punto centrale, a nostro avviso, è capire se vogliamo essere un Paese libero in economia e nei diritti o rinnovare sistemi assistenziali già giunti allo stremo e su cui, invece, lavoratori, cittadini, corporazioni di ogni tipo continuano a fare affidamento. Vincenzo Donvito Maxia http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I 10 giocatori di calcio più costosi al mondo

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 gennaio 2021

Il Centro Internazionale per lo Studio dello Sport (CIES), soprannominato “l’Osservatorio calcistico”, ha appena svelato la classifica annuale dei calciatori con il più alto valore di mercato. Il costo potenziale dei migliori calciatori viene valutato sulla base di criteri molto concreti, come l’età, la posizione, l’attività nel club e nella nazionale, il livello del campionato in cui giocano, i mezzi finanziari del club se necessario. venditore e quelli dei potenziali acquirenti, la durata del contratto o la nazionalità. L’attaccante del Manchester United Marcus Rashford ha preso il comando con un valore di 165,6 milioni di euro. Fa detronizzare così, evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, la stella del PSG, Kylian Mbappé, ora 5 ° nella prestigiosa classifica: 1. Marcus Rashford (165,6 milioni di euro) 2. Erling Haaland (152 milioni di euro) 3. Trent Alexander-Arnold (151,6 milioni di euro) 4. Bruno Fernandes (151,1 milioni di euro) 5. Kylian Mbappé (149,4 milioni di euro) 6. Jadon Sancho (148,3 milioni di euro) 7. João Félix (141,5 milioni di euro) 8. Alphonso Davies (139,2 milioni di euro) 9. Raheem Sterling (136,9 milioni di euro) 10. Kai Havertz (136 milioni di euro)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Volkswagen e controlli costosi

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2015

volkswagenI controlli a campione che, giustamente, il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, intende fare sulle auto Volkswagen, costeranno circa 8.000 euro ad auto, per un totale di 8 milioni di euro. “Il Governo deve chiedere i soldi alla Volkswagen! Non è giusto che paghi il contribuente italiano. Siamo soddisfatti che il ministro Del Rio abbia accolto la richiesta dell’UNC di fare verifiche in Italia, visto che certo non potevamo fidarci di quelle fatte in Germania, ma i controlli devono essere pagati dai tedeschi, non certo gli italiani” ha dichiarato Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.”E’ ovvio che in caso di centraline truccate, scatterebbe addirittura il diritto al risarcimento del danno, per i consumatori. Ma la Volkswagen, anche se i veicoli italiani risultassero puliti, deve comunque farsi carico dell’onere finanziario legato ai controlli, visto che vengono fatti per colpa loro” ha proseguito Dona.
“Nel caso di auto italiane truccate, poi, il consumatore si troverebbe una vettura di minor valore. Da qui il diritto al risarcimento. Senza contare che, in prospettiva, in regioni come la Lombardia, dove si pagano ticket d’ingresso, ad esempio in Area C a Milano, o i veicoli più inquinanti hanno già oggi limitazioni alla circolazione nel periodo di accensione del riscaldamento, tra qualche hanno potrebbe esserci danni ancora maggiori, nel caso di un ulteriore giro di vite” ha proseguito Dona.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Negli ospedali dispositivi medici troppo costosi

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2011

La UPC dissenya un dispositiu per ajudar a cam...

Image by agenciaacn via Flickr

Un dispositivo medico su tre risulta essere troppo costoso rispetto ai benefici. Per questo occorre istituire un registro dei device più diffusi negli ospedali, che permetta di valutarne l’efficacia e governare l’innovazione, nonché prevedere un ruolo più dinamico per il farmacista ospedaliero. A sostenerlo Laura Fabrizio, presidente della Sifo, nel suo intervento al 32esimo congresso della società organizzato a Firenze. Secondo la Sifo, device come pace maker, protesi d’anca e di ginocchio, valvole cardiache impiantabili senza chirurgia, sono assai diffusi negli ospedali, pur non essendo vantaggiosi nel rapporto costo-beneficio. Mentre medicinali più in grado di cambiare la vita dei pazienti sono meno diffusi: negli ultimi cinque anni non se ne sono visti più di una decina, nonostante il rapporto beneficio-costo sia positivo in nove casi su dieci. «Per contenere la crescita ormai esponenziale della spesa sanitaria» è la denuncia «sarebbe necessario istituire quanto prima un sistema di governo dell’innovazione e implementare il ruolo del farmacista». «La selezione nel campo dei dispositivi» aggiunge Andrea Messori, vicepresidente Sifo, «deve diventare più aggressiva rispetto a quella sui farmaci, perché le condizioni di partenza sono diverse».(fonte farmacfista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Tumore prostata, nuovi farmaci efficaci ma costosi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 giugno 2011

Le approvazioni di tre nuovi farmaci, avvenute negli ultmi 15 mesi, per il trattamento del tumore alla prostata in stadio avanzato, che allungano la sopravvivenza dei pazienti di alcuni mesi, da parte della Food and drug administration, hanno sollevato riflessioni da parte delle assicurazioni sanitarie. Lo riporta il New York Times, secondo cui le nuove terapie potrebbero costare alla nazione «miliardi di dollari in spese mediche». Farmaci come sipuleucel-T (Provenge), abiraterone acetato (Zytiga) e cabazitaxel (Jevtana), secondo gli analisti, promettono proventi esorbitanti alle case farmaceutiche che li producono, che potrebbero arrivare a superare il miliardo di dollari di fatturato. Gli stessi costi, tuttavia, preoccupano gli assicuratori e, di conseguenza, i pazienti. Sipuleucel-T, per esempio, costa 93 mila dollari per una tranche di trattamento, mentre la spesa con abiraterone acetato arriva a circa 5 mila dollari al mese. Infine, tre settimane di trattamento con cabazitaxel costano circa 8 mila dollari. In definitiva, con questi farmaci si potrebbe arrivare a una spesa di 500 mila dollari e oltre per paziente, spiega Joel Sendek, analista finanziario di Lazard: «Una cifra che il sistema non può permettersi, soprattutto perchè l’80% dei pazienti sono in Medicare, cioè il sistema di assistenza sanitaria pubblica americana destinato agli anziani».

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanzioni ai medici che prescrivono farmaci costosi

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 Maggio 2010

Roma. “Sulla questione urge fare chiarezza al più presto. È vero che in passato si sono riscontrati casi di medici compiacenti che speculavano prescrivendo medicinali in accordo con le grandi case farmaceutiche, ma è altrettanto vero che i dottori della Asl Rm B sono chiamati quotidianamente a confrontarsi con pazienti portatori di malattie gravi e per questo voglio credere nella loro buonafede quando ribadiscono che per curare queste patologie occorrono i farmaci brevettati. Per fugare qualsiasi dubbio chiedo a chi di dovere di fare una volta per tutte luce sulla reale efficacia dei generici, di condurre su di essi studi più approfonditi, stabilendo se possono essere applicati per qualsiasi caso. Se gli esiti saranno positivi concorderò per la loro somministrazione”. Con queste parole il vicesegretario regionale dell’Italia dei Valori, Oscar Tortosa, commenta l’ultimo caso di malasanità che investe la capitale. I medici della Asl Rm B, III Distretto, sono stati invitati dalla direzione regionale a rivedere le proprie prescrizioni di farmaci griffati per patologie quali colesterolo, ipertensione e ulcera, poiché il loro elevato costo contrasta con i tagli del piano di rientro sanitario regionale.  “In questa vicenda si deve comprendere che i primi a rimetterci sono i cittadini, qui è a rischio la loro salute e su questa non si può scherzare – conclude l’esponente del partito guidato da Antonio Di Pietro – I debiti della Regione in materia di sanità hanno oramai raggiunto livelli inauditi, ma ciò non deve essere un pretesto per prendere decisioni affrettate non conformi con le esigenze degli ammalati”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »