Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘credenze’

Lanciato il nuovo sito web inglese della comunità baha’i

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 gennaio 2015

Baha’iIl sito web inglese della comunità baha’i è stato lanciato in una nuova versione accessibile a http://www.bahai.org . Questo sito che rappresenta ufficialmente la Fede baha’i in rete è stato aperto nel 1996 e questa è la sua più recente versione. Esso esamina le credenze e gli scritti della Fede baha’i e presenta le esperienze delle persone che, ispirate dagli insegnamenti di Baha’u’llah, cercano in tutto il mondo di contribuire al miglioramento della società.Il sito riveduto comprende due sezioni «What Baha’is Believe [Che cosa credono i baha’i]» e «What Baha’is Do [Che cosa fanno i baha’i]» e offre una nuova versione della Baha’i Reference Library.
La sezione intitolata «What Baha’is Believe [Che cosa credono i baha’i]» intende organizzare una selezione delle più importanti credenze della Fede baha’i in alcune aree tematiche, come The Life of the Spirit [La vita dello spirito], God and His Creation [Dio e la Sua creazione]e Universal Peace [La pace universale]. «What Baha’is Do [Che cosa fanno i baha’i]» esamina il lavoro per il progresso sociale svolto dai baha’i, assieme a coloro che condividono le loro aspirazioni.Il sito comprende anche una nuova versione della Baha’i Reference Library, l’autorevole fonte online degli scritti baha’i che offre una selezione di opere di Baha’u’llah, del Bab, di ‘Abdu’l-Baha, di Shoghi Effendi e della Casa Universale di Giustizia, nonché altri testi baha’i Per leggere online l’articolo in inglese, vedere le foto e accedere ai link si va a: http://news.bahai.org/story/1037

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le credenze vanno tutte rispettate

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

Lettera al direttore. Su D – La Repubblica del 4 giugno, Umberto Galimberti, rispondendo ad Attilio Doni che critica la posizione di molti cattolici riguardo al testamento biologico, scrive: “In ordine alla fede, ogni discussione è inutile perché le credenze vanno tutte rispettate”. Bella questa! Immagino me stesso e il filosofo Galimberti qualche secolo indietro, a Piazza Campo dei Fiori, tra la folla, mentre un altro filosofo, con la lingua serrata da una morsa, nudo, viene legato ad un palo ed arso vivo. Sapendo che Umberto è un amico e che non mi tradirà, gli sussurro all’orecchio: “Come si può fare questo in nome di Dio?”, e lui: “Le credenze vanno tutte rispettate!”. Caro filosofo, se ogni discussione in ordine alla fede fosse stata inutile, qualcuno ancora oggi rischierebbe d’essere bruciato vivo. Esistono credenze innocue, e credenze perniciose. Di queste ultime più si discute e meglio è. E quanto al rispetto verso alcune credenze, ho serie perplessità. Tralasciando l’argomento del testamento biologico, si pensi alla posizione attuale della Chiesa cattolica nei riguardi degli omosessuali, delle donne, delle coppie di fatto (Renato Pierri)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Il Popolo dei Monti

Posted by fidest press agency su domenica, 28 febbraio 2010

Di Mariangela Corbetta  Aspetti della vita di una tribù berbera del Medio Atlante marocchino Un libro che nasce da una storia d’incontri e da un interesse profondo per la cultura dei Beni-Ouaraïn, la tribù berbera discendente dall’antico popolo degli Imazighen: gli Uomini liberi.  I Beni-Ouaraïn sono una popolazione di lingua tamazight che vive da sempre nelle montagne del Marocco, con costumi e credenze molto diverse da quelle arabe. Un Marocco nascosto e silenzioso che si rannicchia all’ombra protettrice dei monti, lontano dai circuiti turistici e che non si è ancora lasciato sedurre dai soldi e dalla modernità. Dopo il primo viaggio l’autrice è tornata più volte nel Medio Atlante e per lunghi periodi, stringendo legami con la popolazione e consolidando amicizie: “a ognuna delle mie visite mi si svelava un po’ più del loro mondo: ogni stagione aveva i suoi riti e le sue celebrazioni, i suoi lavori agricoli particolari. La mia condizione d’ospite e d’amica mi permetteva di partecipare ai matrimoni, alle feste e, in generale, al quotidiano: aiutavo Tichwa, Yamina o Addoun (la nuora del fratello di Yamina) a cucinare, ad accudire i bambini, andavo ad attingere l’acqua alla sorgente e a cogliere erbe selvatiche commestibili e piante medicinali.” Dall’interesse per lo stile di vita inizia la raccolta di una serie interminabile di appunti dal quale nascerà questo libro, frutto di osservazioni personali svolte nell’arco di una quindicina di anni, che esula dalle norme metodologiche di rigore nelle ricerche antropologiche e che lascia spazio a sensazioni e sentimenti. L’osservazione, (ove possibile approfondita e convalidata dalla ricerca bibliografica), ha svelato un sistema sociale basato sul rispetto dell’individuo, la risoluzione pacifica dei conflitti, le decisioni comunitarie, la solidarietà inter-generazionale e la complementarità dei sessi. Una società di fede musulmana in cui non v’è traccia di integralismo e che vive la spiritualità in un modo semplice e sereno, con l’osservanza dei grandi principi dell’islam e quel particolare sentimento del sacro, ovunque diffuso nella natura, che viene loro da un passato antichissimo.
Mariangela Corbetta è laureata in Etnologia e in Arte, e vive in Alsazia dal 1985 dove si dedica alla creazione di ateliers artistici  d’ispirazione Waldorf per bambini e adulti. Dal 1988 effettua lunghi soggiorni in Marocco e dal 2003 in India e in Nepal. Ha scritto vari saggi di antropologia ed etnologia pubblicati da case editrici italiane e straniere, in particolare segnaliamo la collaborazione con L’Harmattan, editrice di Parigi per la quale ha pubblicato vari numeri della collana Nouvelles études anthropologiques e la collaborazione con La Foudre , rivista di etno-medicina di Dijon, Francia.Con Le Furet, rivista di infanzia e immigrazione di Strasburgo, Lussemburgo, ha pubblicato un’inchiesta sulla popolazione del Medio Atlante Marocchino, mentre con La perle de Rosée di  Losanna in Svizzera è uscito un suo libro illustrato per bambini. In Italia ha pubblicato per Medusa Edizioni due libri: Himalaya. Sentieri di luce nella grande montagna e Viaggio nell’Impero del Marocco.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »