Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘credito imposta’

“L’editoria è allo stremo”

Posted by fidest press agency su sabato, 6 marzo 2021

“Auspichiamo che il sottosegretario Moles riesca ad inserire nel dl Sostegno il credito di imposta per la distribuzione della stampa e la proroga, per il 2021, dell’agevolazione sull’Iva per la vendita di quotidiani e periodici. FDI, indipendentemente da chi siede al governo, è in prima linea a difesa delle aziende editoriali e del lavoro degli operatori dell’informazione – così il capogruppo di FDI in commissione Editoria e Cultura, deputato Federico Mollicone – Sul sostegno alla filiera editoriale e sui progetti per l’innovazione da inserire nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza Moles avrà il nostro sostegno. Provvedimenti necessari per la salvaguardia delle imprese e di tanti posti di lavoro, sia di giornalisti che tecnici. Abbiamo già chiesto l’audizione in commissione Editoria per confrontarsi sulle linee programmatiche, certi della sua sensibilità.” By Carlo Prosperi

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Finalmente approvato credito d’imposta per pmi ed editori

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 luglio 2019

“Siamo soddisfatti dell’approvazione della misura del credito d’imposta sull’editoria al Senato nel dl Cultura. La misura incentiverá le aziende a investire nella pubblicitá, beneficiando i settori coinvolti. Giá alla Camera presentammo una pdl sottoscritta dai principali gruppi parlamentari per stabilizzare la misura e renderla permanente, trasformandola poi in un emendamento al dl Crescita dapprima sostenuto dal sottosegretario Crimi e poi misteriosamente scomparso dal provvedimento. Durante un nostro question time in commissione, inoltre, il sottosegretario affermò, anche per nostra richiesta, di voler rifinanziare la misura e renderla stabile. Fratelli d’Italia è stato, quindi, il primo partito a condurre la battaglia in ogni sede. Ora finalmente ci saranno milioni di euro annuali per PMI e startup, beneficiando anche in maniera indiretta l’editoria online, radio e tv.”È quanto dichiarano i parlamentari di FDI Federico Mollicone, deputato capogruppo in commissione Cultura e responsabile Cultura del partito, e Antonio Iannone, senatore componente della commissione Cultura ed Editoria.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Credito d’imposta agli investimenti pubblicitari

Posted by fidest press agency su sabato, 28 luglio 2018

La Fieg comunica che sulla Gazzetta Ufficiale del 24 luglio è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con le disposizioni applicative per l’attribuzione del credito d’imposta agli investimenti pubblicitari incrementali su quotidiani e periodici. Le domande per l’accesso all’agevolazione, relativa agli investimenti pubblicitari incrementali sulla stampa effettuati nel 2017 e nel 2018, andranno presentate a decorrere dal prossimo 22 settembre ed entro il 22 ottobre.Il Presidente della Fieg, Andrea Riffeser Monti, ha così commentato: “Con la pubblicazione in Gazzetta del DPCM diventano finalmente concrete le agevolazioni previste per le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali che decidono di utilizzare i giornali per promuovere i propri prodotti, i propri servizi, le proprie iniziative. Si premia in questo modo, con una misura anticiclica e positiva per l’intera economia, un mezzo di comunicazione conveniente ed efficace, vicino ai cittadini”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’aumento del credito di imposta fino al 45% non risolve i problemi del Mezzogiorno

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 febbraio 2017

agricolturaPosticipa ancora una volta la ricerca delle vere soluzioni da percorrere. Come Ufficio di Coordinamento Confeuro ribadiamo la necessità di strutturare un piano di rilancio del Meridione che passi prima di tutto dallo sviluppo del comparto agroalimentare.
Nel Sud Italia si registrano oggi forti storture all’interno della filiera agricola e numerosi sprechi ingiustificati che ricadono pesantemente sui prezzi dei prodotti e sul reddito agricolo. E’ da questi elementi da correggere, e quindi da una visione di crescita futura, che bisogna ripartire se si vuole agevolare la rinascita del Meridione.
Purtroppo però l’agricoltura continua ad essere vista come una sorta di cimelio antico da preservare, ma non è affatto così, anzi, rappresenta perfettamente i valori e le fondamenta di una società sostenibile e civile alla quale bisognerebbe ispirarsi per il domani.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Filiera carta, editoria, stampa

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 maggio 2009

I rappresentanti di ACIMGA (produttori di macchine grafiche), AIE (editori di libri), ANES (editoria periodica specializzata), ARGI (distributori di macchine, sistemi e prodotti per il settore grafico), ASIG (stampatori  di giornali), ASSOCARTA (produttori di carta), ASSOGRAFICI  (industrie grafiche, cartotecniche e trasformatrici) e della FIEG (editori di quotidiani e di periodici) hanno incontrato la Commissione  Industria del Senato tornando a mettere in luce gli impatti della crisi finanziaria internazionale sulla Filiera che rappresenta oltre il 5% dell’occupazione manifatturiera complessiva, e a chiedere interventi di politica industriale per sostenere la competitività e i livelli produttivi delle aziende.  Tra le dodici richieste di politica industriale avanzate nel corso dell’incontro l’esigenza di riattivare il credito d’imposta, il credito agevolato per gli investimenti in innovazione tecnologica,  la reintroduzione del credito d’imposta sugli acquisti di carta a favore di editori e stampatori  e, più in generale, la promozione dei consumi culturali del nostro Paese per salvaguardare le attività di impresa e i livelli occupazionali della Filiera che riguardano oltre 800 mila addetti, se si considera il complesso delle attività collegate. “Il peso della nostra Filiera nel panorama economico italiano è particolarmente rilevante” hanno sottolineato i rappresentanti delle Associazioni “con un fatturato complessivo 2008 di 40,2 miliardi di euro (-4,3% rispetto al 2007) e un saldo positivo della bilancia commerciale che nel periodo 2000-2008 è cresciuto da 1,4 ad oltre 3 miliardi di euro, grazie all’espansione delle esportazioni ”. Le Associazioni hanno espresso forte preoccupazione per un quadro di sintesi dei primi mesi del 2009 che vede cali accentuati del fatturato che, per alcune realtà della Filiera, si collocano intorno al 20% come confermato anche dal forte ridimensionamento dei dati della pubblicità, “motore” principale dei consumi dei prodotti della Filiera: gli investimenti pubblicitari sulla stampa sono infatti crollati del 26% nei primi tre mesi 2009 (-23,6% sui quotidiani, -26,9% sulla free press, -29,2% sui periodici – Fonte: Nielsen Media Research). Per incentivare la pubblicità i settori rappresentati nella Filiera chiedono che venga attivato un sistema di detassazione degli utili reinvestiti in campagne pubblicitarie in misura incrementale.   Ulteriore peggioramento sul fronte occupazionale dove i dati INPS sulle ore totali di intervento della cassa integrazione richieste dal settore carta e poligrafici mostrano un incremento del 166% passando dalle 746.000 ore del primo trimestre 2008 alle 1.982.000 ore del primo trimestre 2009, anche per effetto delle sempre più numerose chiusure delle aziende. Molto forte, infine, la preoccupazione per i costi dell’energia.  Per contenere il prezzo dal gas dalla speculazione del prezzo del petrolio, potrebbe essere utile introdurre un sistema analogo a quello già previsto per l’aumento dei tassi di interesse. In ogni caso, la strada maestra per avere prezzi del gas competitivi rimane quella del completamento del processo di liberalizzazione. I dati della Filiera Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione Fatturato 2008: 40,2 miliardi di €, -4,3% rispetto al 2007 Occupazione totale diretta: 247 mila addetti, pari al 5% dell’occupazione manifatturiera complessiva Occupazione totale indotta: 500 mila addetti fino ad oltre 800 mila unità considerando anche tutte le attività collegate

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »