Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘crescere’

Deep tech Italiane: 3 mosse per farle crescere

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 Maggio 2021

Nei processi di innovazione delle imprese nel post pandemia giocano un ruolo fondamentale le nuove tecnologie e in particolare l’AI. Secondo una recente ricerca di Accenture la quasi totalità dei manager italiani ritiene questo strumento fondamentale per i piani di crescita, triplicando il ritorno degli investimenti rispetto a chi non ne fa uso in maniera strategica.In un contesto del genere diventano decisive le deep tech company, capaci di guidare l’economia, ma anche la società, verso il futuro sempre più digitalizzato. Questa consapevolezza ha varcato finalmente i confini della Silicon Valley per raggiungere anche il nostro paese: fare tecnologia in Italia è infatti possibile puntando sulla capacità tutta italiana di trovare soluzioni in condizioni di difficoltà o comunque di incertezza. Eppure c’è bisogno di sostenere le nuove realtà per diventare finalmente competitivi, colmare il gap rispetto ai colossi internazionali e fare fronte alla mancanza di capitali e competenze.Per fare questo sono necessarie 3 mosse: Promuovere la tecnologia che viene dal basso finanziando start up e spin off ad alto valore aggiunto; Creare un tessuto connettivo forte tra imprese, Istituzioni, università e start up Utilizzare la tecnologia made in Italy per valorizzare le eccellenze del made in Italy (moda, food, manufacturing) La invitiamo a parlarne con Leo Pillon, CEO di Radicalbit, deeptech company italiana, nata nel 2016, altamente specializzata nello sviluppo di prodotti e soluzioni per l’analisi dei dati in streaming attraverso l’applicazione di algoritmi di intelligenza artificiale. Radicalbit e riconosciuta dai più importanti analisti internazionali tra cui Gartner, che l’ha inserita nella sua guida al fianco dei principali colossi mondiali specializzati nella Data Stream Analytics. Leo Pillon è da più di 20 anni nel settore IT, prima come manager e poi come imprenditore. “Anche se sono laureato in economia, ho sempre avuto una grande passione per la tecnologia e, soprattutto, per l’innovazione. Ho sempre lavorato in aziende che hanno fatto dell’innovazione il loro marchio di fabbrica: prima Cirlab!, il primo incubatore di DotCom italiano, poi E-TREE, la prima vera e grande WebCompany italiana, ho proseguito in una start up che si occupava di comunicazione digitale interattiva nello spazio fisico, insomma diciamo che mi piace raccontare cose nuove ai miei clienti e in Italia le idee e le iniziative non mancano di certo”. Nel 2009 la decisione di fare impresa in prima persona, fondando Databiz (oggi Fortitude Group). In pochi anni l’azienda è cresciuta, investendo i primi fondi in R&D per identificare e comprendere nuovi trend tecnologici, tra cui quello degli Advanced Analytics su dati in streaming. Ecco che nel 2016 nasce Radicalbit, prima società al mondo a rilasciare una distribuzione Fast Data e poi una piattaforma completa di DataOPS e MLOPS.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aipb continua a crescere: 5 nuovi associati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 aprile 2021

AIPB, l’Associazione Italiana Private Banking, che, dal 2004, riunisce i principali operatori nazionali e internazionali del Private Banking presenti in Italia e rappresenta oggi oltre 900 miliardi di asset, annuncia l’ingresso di cinque nuovi soci: Algebris, Doorway, Generali Luxembourg, Octium Group e Wire Consulting. Questi nuovi importanti ingressi testimoniano in modo evidente la consapevolezza del ruolo cruciale dell’attività associativa in un’industria, come quella del Private Banking, che oggi sta vivendo importanti evoluzioni (sia dal punto di vista di nuovi operatori sia di più sofisticate esigenze dei clienti) e che può e deve ricoprire un ruolo centrale nella ripartenza del Paese. Che si tratti di società di investimento più tradizionali o delle ultime frontiere del fintech, è sempre più chiara la necessità di fare fronte comune, soprattutto in fasi storiche come questa, per costruire insieme un chiaro percorso di ricostruzione attraverso un’efficace gestione del risparmio della clientela private. Un segmento che oggi è composto da oltre 660mila famiglie italiane con patrimoni finanziari superiori al mezzo milione di euro, caratterizzate da portafogli più diversificati e con orizzonti temporali di lungo periodo. L’industria, facendo leva proprio sulle caratteristiche peculiari di questo genere di clientela, deve saper cogliere le sfide del momento e incanalare al meglio gli investimenti privati su crescita, sviluppo e rilancio dell’economia e del Paese, grazie a un’offerta di soluzioni di investimento e di servizi di consulenza adeguati e innovativi. AIPB – Associazione Italiana Private Banking – nata nel 2004, riunisce i principali operatori nazionali e internazionali del Private Banking, Università, Centri di ricerca, Società di servizi, Associazioni di settore, Studi legali e professionali. Un network interdisciplinare che condivide le proprie competenze distintive per la creazione, lo sviluppo e l’allargamento della cultura del Private Banking che, tradizionalmente, si rivolge a famiglie e individui con patrimoni significativi ed esigenze complesse di investimento. Garantendo il confronto tra i diversi player del settore, scopo di AIPB è promuovere e valorizzare, attraverso costanti attività istituzionali, di ricerca, culturali e formative, il servizio di Private Banking in termini di competenza, trasparenza ed efficacia nei confronti dei bisogni e delle necessità di individui e famiglie.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Progetto “Crescere Cittadini Digitali”

Posted by fidest press agency su martedì, 1 dicembre 2020

Samsung Electronics Italia, azienda che da sempre si dedica allo sviluppo di progetti nell’ambito della formazione sui temi del digitale per diverse fasce della popolazione italiana, dalle nuove generazioni ai più senior, annuncia il il progetto “Crescere Cittadini Digitali” che si concretizza in una serie di attività, previste per le prossime settimane e mesi, a partire dall’omonima guida di Educazione Civica Digitale per gli studenti delle scuole secondarie di primo grado. Con questo progetto, Samsung vuole supportare i giovani italiani, così come i loro genitori ed insegnanti, a crescere come cittadini digitali più consapevoli, in grado di valorizzare al meglio la propria presenza in rete e sui social, restando attenti e coscienti sulle insidie che si nascondono nelle pieghe del web. L’iniziativa è stata presentata oggi durante una conferenza stampa virtuale alla quale hanno presenziato il Viceministro dell’Istruzione Anna Ascani e l’On. Massimiliano Capitanio (componente della IX Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni, nonché promotore e primo firmatario della legge che ha reintrodotto l’insegnamento dell’Educazione Civica nelle scuole in tutti i gradi dell’istruzione, a partire dalla scuola dell’Infanzia fino alla scuola secondaria di II grado).Nelle prossime settimane e mesi, Samsung diffonderà i contenuti della guida “Crescere Cittadini Digitali” in tutte le scuole secondarie di primo grado italiane, e sono già in programma diverse lezioni di educazione civica digitale nelle scuole, per le quali l’azienda si farà accompagnare da un gruppo di esperti scelti per le varie materie trattate nella guida.Per maggiori informazioni sul progetto “Crescere Cittadini Digitali”: http://www.samsung.com/it/campaign/crescere-cittadini-digitali/

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Oro: i prezzi potranno ancora crescere nei prossimi due anni

Posted by fidest press agency su domenica, 26 luglio 2020

L’economia globale sta attraversando una situazione di incertezza senza precedenti e questo ovviamente sostiene le quotazioni dell’oro, bene rifugio per eccellenza. A giugno, il metallo giallo ha visto un aumento del 2.9% chiudendo il mese a circa 1.781 dollari americani per oncia, il livello più alto degli ultimi dieci anni circa. I titoli auriferi, rappresentati dal NYSE Arca Gold Miners Index, hanno fatto anche meglio, crescendo del 6.3% nel corso dello stesso mese.L’oro fornisce agli investitori un mercato con una quantità di liquidità tale che, nel caso in cui avessero bisogno di convertire l’oro in denaro, li metterebbe nelle condizioni di poter sempre accedere al valore dei loro investimenti.Siamo ottimisti sulla commodity perché i prezzi stanno ricevendo adeguato sostegno, in particolare grazie all’enorme quantitative easing, sia monetario sia fiscale, messo in campo dai governi e che proseguirà nei prossimi due anni.
Pertanto, considerate l’incertezza sulle dinamiche del Coronavirus e la ricerca di rifugi sicuri da parte degli investitori, riteniamo che i prezzi dell’oro saranno ben supportati e potranno anche crescere ulteriormente nei prossimi due anni.Non solo: pensiamo che il settore aurifero nel suo insieme si trovi nello stato migliore degli ultimi vent’anni o anche di più. Perché?Perché si sta concentrando su operazioni di allocazione del capitale efficaci, che generano buoni flussi di cassa e restituiscono parte di tale liquidità agli azionisti.Tutto questo non è un caso, ma succede perché le grandi aziende come Barrick e Newmont sono consapevoli che questa è sempre più la direzione che dovrebbero percorrere, concentrandosi sulla generazione di margini e di flussi di cassa piuttosto che solo sull’aumento dei volumi, qualunque sia il costo.Quindi vediamo un certo numero di aziende molto interessanti che, dopo aver pagato i debiti, stanno generando buoni flussi di cassa e continuano a investire in esplorazioni per individuare nuovi asset, del tutto necessari se il mercato avrà sempre più bisogno di oro.Cresce inoltre l’attenzione ai temi ESG nel settore nel suo insieme. Ciò significa gestire l’azienda in modo sostenibile, trattare di conseguenza i dipendenti, le comunità e, più in generale, la collettività per poter mantenere le licenze per operare e continuare a farlo in modo redditizio. Si tratta di un’attenzione destinata a crescere ancora di più.I titoli auriferi offrono anche una bassa correlazione con i mercati e quindi sono un ottimo modo per diversificare il portafoglio. In questo senso è importante adottare un’ottica di lungo periodo. Le azioni sono più volatili rispetto all’oro ma, quando i prezzi della commodity aumentano, tendono a mostrare una maggiore leva finanziaria. Ciò porta una certa volatilità, ma a lungo termine si possono generare rendimenti molto interessanti.In conclusione, siamo molto ottimisti sul settore aurifero perché vi sono aziende molto solide, altre che stanno vedendo rapidi miglioramenti e inoltre si registrano operazioni di M&A che stanno consolidando tutto il comparto.
Nella nostra strategia Global Gold manteniamo un portafoglio di titoli molto concentrato, guardando in gran parte alle aziende produttrici, che stanno generando flussi di cassa nel lungo termine, e incrementando o consegnando dividendi in un momento nel quale, invece, altre società devono tagliarli. Queste compagnie quindi sono nelle condizioni di offrire rendimenti sostenibili agli azionisti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Italia-Cina: cooperare per tornare a crescere

Posted by fidest press agency su martedì, 12 Maggio 2020

Prima che scoppiasse l’emergenza Covid-19, Italia e Cina avevano già intrapreso un percorso molto importante di collaborazione. La cosiddetta ‘Nuova via della Seta’ voluta nel 2013 dal Presidente cinese, Xi Jinping, a fine 2019 stava vedendo un’accelerata nella visita di Luigi Di Maio, volato a Shanghai per partecipare alla China International Import Expo da ministro degli Esteri competente anche per il commercio internazionale. Si erano definiti ulteriori importanti aspetti di questa collaborazione che vuole mirare ad incrementare il commercio e lo scambio del mercato tra Cina ed Europa, quindi anche Italia.Nella prima metà del 2019, secondo l’Istat, c’è stato un aumento dello 0,3% delle esportazioni dall’Italia verso la Cina e le importazioni sono salite del 6,4%.Insomma, poco prima del disastro da Covid-19, tutto sembrava concretizzare rapporti molto più stretti su vari fronti.La Cina ha vissuto per prima il dolore, la paura e la morte che questo virus ha portato a tutto il mondo.Il dolore, la paura e la malattia, fanno spesso perdere il lume della ragione o fanno agire quanto meno d’istinto, buttando all’aria quella razionalità e quella freddezza che aiutano ad affrontare situazioni difficili come questa.È una crisi non solo sanitaria ma anche economica planetaria, che mette in ginocchio lavoratori e datori di lavoro che vedono, in molti casi, i sacrifici di una vita, dissolti a causa di un fantasma sconosciuto. Comprensibili la rabbia, la tristezza, la paura di non poter ricominciare una vita normale, di non poter recuperare lavoro, denaro, futuro. Ma è fondamentale, a maggior ragione in questi casi, mantenere la calma e organizzare ciò che si può organizzare, capire fin dove si può capire, dimenticare il passato che fa male, per quanto possibile.Pensare al futuro è ciò che aiuta a vivere meglio anche momenti difficili.Il Covid-19 non ha di certo portato la distruzione anche nell’amicizia tra Cina e Italia che, anche in questo periodo così difficile, si è forse addirittura rafforzata.La compassione che provavamo per i cinesi ammalati, per i morti da coronavirus, è diventata poi condivisione.Siamo diventati un Paese solo, poi tutti insieme, il mondo intero, è diventato uno stesso paziente o uno stesso potenziale untore. Tutti a cercare politiche strategiche contro un nemico unico. Abbiamo capito sulla nostra pelle cosa significasse soffrire e morire per un nuovo virus, in una nuova ed inedita guerra senza le giuste e necessarie armi pronte. Ci siamo sentiti più vicini.Quando poi è toccato all’Italia e all’Europa, sono state due milioni le mascherine chirurgiche donate dalla Cina, insieme a 200 mila mascherine N95, 50 mila kit e che l’Unione Europea ha poi messo in parte a disposizione del sistema sanitario italiano. Il tutto tramite il Centro di coordinamento della risposta alle emergenze (ERCC), il fulcro del meccanismo di protezione civile dell’UE.Nel mese di marzo era anche arrivato nel nostro Paese un team di medici e ricercatori della Croce Rossa cinese che hanno valutato la situazione accanto ai nostri medici. E non manca tuttora l’aiuto tramite videoconferenze tra medici italiani e medici di Wuhan.Gli italiani, insomma, si sono affezionati di più alla Cina in questa condivisione di emergenza e guardano ad essa con maggiore fiducia rispetto al passato.Nel frattempo Fondazione Italia Cina, Camera di Commercio Italo Cinese e Associazione Italiana Commercio Estero guardano alla partecipazione delle aziende italiane alla terza edizione della ‘China International Import Expo’ di Shanghai, che si terrà a novembre.La terribile esperienza del COVID-19 deve far capire a tutti che solo insieme, con cooperazione, mutuo aiuto, solidarietà ma anche con molta razionalità, si può pensare di tornare a crescere. Non è il momento delle polemiche, non serve andare contro ma è fondamentale andare in-contro all’altro.Cina e Italia, insieme, ce lo stanno dimostrando.(Donatella Briganti in abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Giardini per crescere”

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 gennaio 2020

Parma 21 gennaio, alle 15.30 nella Sala Don Boarini dell’Orto Botanico di via Farini, rivolto a coordinatori pedagogici ed educatori delle scuole dell’infanzia di Parma. Si tratta di un incontro di “disseminazione” del progetto Europeo Erasmus +, finanziato dall’Unione Europea, dal titolo “GARDENStoGROW: Urban Horticulture for Innovative and Inclusive Early Childhood Education”, di cui l’Università di Parma è partner (con il coordinamento di Paola Corsano, docente di Psicologia dello sviluppo del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali) e che ormai volge al termine. L’evento ha dunque l’obiettivo di informare i diretti destinatari (insegnanti e coordinatori pedagogici) in merito ai risultati raggiunti in termini di approfondimento delle conoscenze sul tema e delle ricadute sul piano pratico. Verrà infatti presentata la piattaforma on line “GARDENStoLEARN” a cui gli insegnanti potranno accedere per imparare a realizzare e gestire un orto didattico nelle loro scuole.All’appuntamento parteciperanno, oltre al gruppo di Parma impegnato nel progetto (Paola Corsano, Luisa Molinari, Ada Cigala e Laura Guidotti), i coordinatori di GARDENStoGROW (Museo dei Bambini di Roma “Explora”) e due insegnanti di una scuola partner di Roma. Saranno presenti in apertura, per i saluti istituzionali, Diego Saglia, Direttore del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali, Ines Seletti, Assessora all’Educazione ed Innovazione Tecnologica del Comune di Parma e Andrea Pezzatini, Direttore di ParmaInfanzia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crescere si può, anche rispettando i vincoli europei

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 dicembre 2018

A dimostrarlo è uno studio elaborato da NENS, il centro studi Nuova Economia Nuova Società, in collaborazione con Fondazione Inarcassa, la Fondazione Architetti e Ingegneri liberi professionisti iscritti Inarcassa, presentato nel corso di un evento tenuto presso la sede della Fondazione a Roma al quale hanno preso parte, tra gli altri, il Presidente di NENS ed ex Ministro del Tesoro, Vicenzo Visco, l’On. Pierluigi Bersani e il Presidente dell’UPI – Unione Provincie Italiane, Achille Variati.Attraverso le misure proposte, il paper ha calcolato – a fronte di un’espansione fiscale quantificabile in circa 54 miliardi di euro in tre anni – la creazione di maggior reddito complessivo per 98 miliardi di euro, l’innalzamento del sentiero di espansione del Pil di circa 1 punto percentuale in media all’anno e un’accelerazione del cammino di risanamento delle finanze pubbliche tale da contrastare la spinta verso l’alto del rapporto indebitamento-Pil. In definitiva, la “ricetta” proposta dallo studio ipotizza un aumento del PIL di circa 3,2 punti percentuali in tre anni e la possibilità di raggiungere il pareggio di bilancio già nel 2022. In che modo? Attraverso una manovra di politica economica con interventi sia dal lato delle entrate che delle spese, oltre a specifiche misure che vanno dall’ambito fiscale al sostegno al welfare. Ma è sul versante della spesa che lo studio riserva particolare attenzione con una proposta tanto ambiziosa quanto necessaria e sostenibile: riportare il livello degli investimenti pubblici agli standard pre-crisi.
Nello specifico, lo studio sottolinea la necessità di intervenire attraverso l’estensione per i prossimi tre esercizi di bilancio dell’attuale struttura di sgravi fiscali per interventi di riqualificazione energetica, ristrutturazione edilizia e messa in sicurezza delle abitazioni residenziali; l’estensione dei benefici fiscali anche alle spese di manutenzione ordinaria delle unità immobiliari residenziali, attualmente deducibili solo dai condomini; e infine, l’equiparazione delle spese per ristrutturazione delle unità abitative residenziali appartenenti ai centri storici dei comuni soggetti a spopolamento a quelle sostenute per la messa in sicurezza degli edifici posizionati in zone ad elevato rischio sismico.Nel complesso, considerate le detrazioni definite dall’attuale assetto normativo e dalle ultime leggi di stabilità, gli interventi suggeriti dallo studio comporterebbero un flusso finanziario a carico dello Stato pari a 900 milioni di euro nel 2019, 2,2 miliardi nel 2020 e 3,2 miliardi nel 2010 garantendo una dinamica del PIL sempre positiva e pari, in media, ad un decimo di punto per esercizio fiscale (0,1%). Inizialmente, il maggior contributo alla crescita sarebbe determinato dall’incremento degli investimenti pubblici per il potenziamento della rete infrastrutturale italiana e la messa in sicurezza del territorio. In un secondo momento, a questa fonte di crescita, si affiancherebbe anche il maggior reddito generato dall’incremento della domanda aggregata grazie al miglioramento del reddito disponibile delle famiglie con l’entrata a regime degli sgravi fiscali su IRPEF, IRES e IRAP previsti dal documento NENS – Fondazione Inarcassa.“Una crescita di qualità è raggiungibile unicamente attraverso la riattivazione di un programma serio di investimenti. Non occorrerà soltanto concentrarsi sul raggiungimento dei livelli pre-crisi, ma anche e soprattutto rafforzare le infrastrutture del Paese e riqualificare il patrimonio immobiliare italiano dal punto di vista energetico; mettere in sicurezza il territorio dal dissesto idrogeologico; intervenire sulla crisi delle aree interne attraverso la riqualificazione dei centri dei piccoli comuni colpiti dal fenomeno dello spopolamento. Il piano di fatto tenderà ad autofinanziarsi grazie all’elevato moltiplicatore scaturito da questo tipo di investimenti”. Ha dichiarato Vincenzo Visco, Presidente del NENS durante il dibattito.“Quel che ci vuole è un grande piano di piccole opere rivolte al territorio e agli edifici scolastici e pubblici con investimenti che partano subito, con certezza di finanziamento, potenziando strutture tecniche a scala provinciale e con meccanismi di gara che non facciano perno sul massimo ribasso e sulla umiliazione delle risorse professionali largamente presenti nel paese”, ha sottolineato l’On. Pierluigi Bersani nel suo intervento conclusivo.
“Il rilancio degli investimenti pubblici e privati rappresenta un elemento fondamentale per la crescita e il rilancio dell’economia italiana” ha dichiarato Egidio Comodo, Presidente di Fondazione Inarcassa. “Da questo punto di vista, assumono particolare rilievo iniziative finalizzati alla tutela e riqualificazione del patrimonio immobiliare italiano, pubblico e privato, anche sotto il profilo della prevenzione sismica, e interventi di messa in sicurezza del territorio. Fondazione Inarcassa in questi anni si è distinta per l’impegno proprio in questi ambiti, con iniziative che vanno dalla messa in sicurezza degli edifici scolastici, con il progetto FondAzione Scuola, alla prima edizione della Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica, iniziativa dal grande spessore sociale che ha visto il coinvolgimento di 500 piazze in tutta Italia.” (Nicolò Marcon Ufficio Comunicazione & Media Relations)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Prima edizione di “Unijunior Parma – Conoscere per crescere”

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Parma Sabato 15 dicembre alle 15.30 al Campus, nell’Auditorium del Plesso Polifunzionale, si concluderà con la festa finale di consegna dei diplomi agli oltre 330 piccoli studenti la prima edizione di “Unijunior Parma – Conoscere per crescere”, il ciclo di lezioni universitarie per bambine/i e ragazze/i dagli 8 ai 14 anni.La giornata conclusiva di Unijunior sarà un momento ricco di emozioni. I giovanissimi studenti riceveranno il diploma in “Dottori e Dottoresse Unijunior” alla presenza del Rettore Paolo Andrei, del Delegato del Rettore per la Terza Missione Fabrizio Storti, dei professori e ricercatori che hanno tenuto le lezioni e dello staff di Unijunior.A seguire verrà presentato un estratto dall’ultimo spettacolo teatrale della compagnia Teatrino Alambicco – Leo Scienza i cui lavori coniugano comicità, poesia e momenti di interazione con il pubblico, divertendo piccoli e adulti.In occasione della festa finale anche i familiari dei piccoli studenti avranno accesso alle aule universitarie e potranno assistere alla “proclamazione di laurea”.L’Associazione Leo Scienza, i professori ed i ricercatori dell’Università di Parma sono lieti di avere offerto occasioni di conoscenza e di divulgazione scientifica: il successo della prima edizione svoltasi nella sede di Parma si va ad unire a quello delle altre città emiliano-romagnole dove è attivo il progetto Unijunior (Bologna, Modena e Reggio Emilia, Ferrara, Rimini, Forlì e Cesena, Ravenna).I giovani allievi hanno potuto imparare divertendosi fra i banchi universitari, affollando tutte le 18 lezioni tenute da docenti provenienti dai vari dipartimenti dell’Ateneo parmense che si sono svolte il sabato pomeriggio da ottobre a dicembre. Tanti gli argomenti trattati, in un programma che ha incluso varie discipline (quali biologia, medicina, fisica, architettura, matematica, chimica, ecologia, ingegneria, veterinaria, lettere). I titoli proposti spaziano da “Cristalli a merenda” a “Microbi amici. Microbi buoni che fanno bene”, da “Sui tetti con i gatti” a “A cavallo dello spazio e del tempo”, da “Arcobaleni, miraggi e altre meraviglie della luce” a “Dalla Terra alla Luna in bicicletta”, da “Con Paperino a spasso per Quackenberg” a “I mondi di carta”, da “… mi presento sono il cuore!” a “Prendiamoci cura della Terra…mangiando!”, da “Un naso freddo che scalda il cuore” a “Il terremoto non è il lupo”, da “Alla scoperta delle macchine termiche” a “Con il naso sotto terra: alla scoperta del mondo di sotto!”.Ponte fra territorio ed Università, Unijunior promuove l’interesse verso lo studio, la formazione e la ricerca, aprendo le porte dell’Università, “tempio del sapere” ma anche spazio di condivisione e confronto, anche ai più giovani. Il progetto Unijunior vuole proporre una visione della conoscenza che sia da stimolo per i giovanissimi e guida nelle loro scelte future. Conoscenza intesa non come ricezione passiva e imposta ma come conquista attiva, mossa da curiosità, passione ed intraprendenza, perché “i giovani non sono vasi da riempire ma fiaccole da accendere” [Plutarco].

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra Fotografica: “Legami che aiutano a crescere”

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 novembre 2018

Milano Giovedì 29 novembre 2018, dalle ore 18:30 presso Castelli Gourmet in via Cerano 15 a Milano sarà possibile percorrere un itinerario di luoghi ed emozioni con la mostra-evento dal titolo “Legami che aiutano a crescere”: un’esposizione di suggestive immagini che 14 fotografi, fra cui Nicola Allegri, Silvia Badalotti, Uliano Lucas, Sergio Ramazzotti, Fabio Zoratti, hanno donato alla cinquantenaria associazione.Nell’occasione sarà possibile gustare un delizioso aperitivo e scoprire tutte le nuove proposte di CIAI per un Natale solidale, dai prodotti dolciari come il panettone e i biscotti a forma di cuore, ai taccuini e poi le agende e i calendari del 2019. Tanti modi per aiutare CIAI a rendere serena la vita dei più piccoli, garantendo loro attenzione, sostegno, cura, accoglienza, per aiutarli a camminare verso il futuro. Aperitivo e mostra fotografica organizzata da CIAI.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crescere che impresa!

Posted by fidest press agency su martedì, 23 ottobre 2018

Milano Lunedì 29 ottobre ore 11.30 Mediobanca via Filodrammatici, 3 presentazione di “Crescere che impresa!”, il nuovo programma didattico di educazione imprenditoriale e alfabetizzazione finanziaria rivolto alle Scuole secondarie di primo grado. Interverranno:
Annamaria Lusardi, Direttore Comitato per l’Educazione Finanziaria
Francesco Saverio Vinci, Direttore generale Gruppo Mediobanca
Antonio Perdichizzi, Presidente di JA Italia
Modera: Marco Lo Conte, Il Sole 24 Ore
Sarà presente RadioImmaginaria. La partecipazione all’evento è gratuita.
http://www.crescerecheimpresa.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crescere che impresa!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 ottobre 2018

Milano Lunedì 29 ottobre ore 11.30 Mediobanca Milano Via Filodrammatici, 3. JA Italia e il Gruppo Mediobanca presentano “Crescere che impresa!”, il nuovo programma didattico di educazione imprenditoriale e alfabetizzazione finanziaria rivolto alle Scuole secondarie di primo grado. L’evento di lancio si terrà lunedì 29 ottobre 2018 alle ore 11.30 presso la sede di Mediobanca – Via Filodrammatici, 3, Milano – e rientra tra le iniziative del Mese dell’Educazione Finanziaria, promosso dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria.Il programma ha l’obiettivo di ispirare e incoraggiare ragazze e ragazzi tra gli 11 e i 14 anni a credere in se stessi e nelle proprie idee, dotandoli delle competenze utili a realizzare efficacemente il proprio futuro. La partecipazione all’evento è gratuita. http://www.crescerecheimpresa.it

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Moving Up: nuovi investimenti per crescere nella qualità

Posted by fidest press agency su sabato, 14 aprile 2018

Moving Up, la società specializzata in processi strategici di digitalizzazione per l’Editoria tradizionale e Clienti professionali, annuncia l’ingresso di nuove risorse preposte al potenziamento dell’offerta in ambito DOOH e dei servizi dedicati allo sviluppo di progetti digitali per l’outdoor advertising.A darne l’annuncio Marco Valenti, Ceo&Founder della società italiana che in meno di due anni è giunta ad occupare quasi il 60% del mercato DOOH nazionale e che ha in previsione di aggiungere un’ulteriore quota percentuale entro fine anno.Tra le novità in casa Moving Up, l’ingresso di nuove risorse incaricate di sostenerne la crescita tramite attività mirate a rinforzare il profilo della media company nel digital advertising.
Dopo l’ampliamento del team sales, entra nel team dedicato allo sviluppo di soluzioni tecnologiche per la digital transformation diretto da Vivian Ceresero, Chief Operations Officer, anche Daniele Aloisio con il ruolo di Head of DOOH, professionista esperto nella gestione di progetti digitali cresciuto in importanti realtà romane e milanesi, che avrà il compito di contribuire all’implementazione delle già esistenti piattaforme proprietarie di Moving Up così come alla costruzione di nuovi strumenti dedicati al digital out of home.
“E’ per me fonte di immenso stimolo poter contribuire alla crescita e sviluppo tecnologico di un intero mercato grazie ad una realtà come Moving Up che sta scrivendo sin da oggi le prime pagine dell’Outdoor in chiave digitale e programmatica” afferma Daniele Aloisio all’indomani delle sua nomina.Altre sono le novità in arrivo che si inseriscono nel piano di sviluppo di Marco Valenti, che ha in previsione di aggiungere un’ulteriore quota di mercato del 20% entro l’anno. “La crescita costante mese su mese di Moving Up nel comparto del digital out of home richiede oggi una strutturazione interna articolata in grado di affiancare i nostri Partner, Clienti e le aziende che a noi si vorranno rivolgere nel prossimo futuro con competenze sia commerciali che IT approfondite” dichiara Marco Valenti, Ceo&Founder di Moving Up.“La naturale propensione di Moving Up verso l’innovazione e la capacità di rendere concreti ed efficaci i progetti digitali tramite l’adozione o la creazione di tecnologie dedicate alle vetrine outdoor sono aspetti fondamentali a cui abbiamo dato e daremo sempre alta attenzione” afferma Vivian Ceresero, Chief Operations Officer di Moving Up. “Sono certa che Daniele insieme ai professionisti del team Operations che stanno credendo nel progetto di Moving Up – ndr Lorenzo Caputi e Irma Robbiati, rispettivamente Programmatic Specialist e Trafficker – potremo sviluppare soluzioni realmente rispondenti alle attese dei nostri clienti, degli Editori e del mercato in generale ponendosi in linea se non addirittura anticipando tempi e tendenze”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il capitalismo è un “male oscuro”?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 marzo 2018

Se non usciamo dal pantano in cui ci siamo infilati da quando nel XVI secolo siamo entrati a pieno titolo nella storia del capitalismo, non avremo la possibilità di crescere senza generare conflitti, odi e persecuzioni di ogni genere.
Eppure rileviamo eloquenti segnali di una crisi di sistema che sta per esploderci tra le mani e nono-stante il pericolo immanente cerchiamo di esorcizzarlo dilazionando l’irrinviabile.
Sarebbe da sciocchi il solo immaginarlo perché i segnali di una crisi si avvertono con chiarezza. Lo è la bomba demografica degli immigrati che a milioni cercano di spostarsi dalle aree invivibili del pianete in altre che considerano più ospitali. Lo è l’antisemitismo, il razzismo, la lotta di classe tra chi è e chi ha. Lo sono le diseguaglianze sociali che creano povertà. Lo è l’avidità di pochi che generano guerre e lotte tribali sanguinarie e distruttrici.
Lo è chi rinuncia ad esercitare il suo diritto/dovere di elettore e diserta le urne disgustato dall’operare di certi politici, dall’arroganza dei circoli finanziari e dei potentati industriali. Lo è chi non vuole risolvere alla radice i numerosi conflitti regionali mentre i mercanti di armi non fanno altro che alimentarli per trarne profitti. Ci resta solo la speranza di un ravvedimento ma è un filo molto esile che può spezzarsi da un momento all’altro. (A.R.)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Epson in partnership con Nuance per crescere in Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 2 dicembre 2017

epsonCinisello Balsamo. Pochi mesi dopo aver annunciato lo stanziamento di 585 milioni di euro per promuovere le attività di sviluppo e produzione legate alle tecnologie e alle stampanti inkjet per l’ufficio, Epson ha avviato una partnership con Nuance a livello mondiale. Nell’ambito dell’accordo, Epson Europa intende aumentare la quota nel mercato continentale delle stampanti multifunzione per l’ufficio, che attualmente ha un valore complessivo di circa 8,4 miliardi di euro. L’ambizioso obiettivo finale è quello di incrementare del 25% le vendite per ogni regione e raggiungere così un fatturato di 2 miliardi di euro entro il 2020.
La partnership riunisce le funzionalità offerte dall’integrazione dei sistemi e della gestione dei flussi di lavoro proprie delle soluzioni Equitrac Office/Express ed eCopy ShareScan di Nuance con i vantaggi tipici della tecnologia inkjet che è alla base dei multifunzione Epson per l’ufficio: maggiore efficienza, aumento della produttività, riduzione dei costi e salvaguardia dell’ambiente.
Commentando la partnership, Jacqui Hendriks, European Research and Consulting Manager di IDC, ha dichiarato: “Tra tutte le soluzioni di stampa per l’ufficio vendute nel 2016, una su tre è stata una stampante inkjet. Offrendo la possibilità di accedere alle soluzioni Nuance, Epson consolida sia la propria posizione sia la capacità di acquisire quota di mercato, e soddisfa nello stesso tempo le esigenze in continua evoluzione dei clienti: riduce i costi operativi legati alla stampa, migliora le funzionalità di ricerca grazie alla scansione tramite OCR, nonché offre stampa e gestione documentale avanzate per livelli di sicurezza e controllo più elevati.”
Darren Phelps, responsabile di Business Imaging di Epson Europe, ha dichiarato: “Già da alcuni anni, Epson sta guidando il passaggio dalla stampa laser alla stampa inkjet in ufficio, con conseguente aumento della quota di mercato a livello europeo. La partnership con Nuance agevola ulteriormente l’adozione delle stampanti inkjet per l’ufficio dal momento che coniuga i vantaggi della tecnologia inkjet di Epson con le innovative funzionalità di gestione e integrazione dei sistemi offerte da Nuance.” I multifunzione inkjet Epson per l’ufficio offrono una serie di vantaggi a persone e aziende, tra cui velocità di stampa fino a 100 ppm con un basso costo per pagina e una riduzione sia della quantità di rifiuti prodotti (-99%) sia dei consumi energetici (-96%) rispetto alle stampanti laser. (foto: epson)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Stessa strada per crescere insieme”

Posted by fidest press agency su domenica, 14 Maggio 2017

psicologheE’ il progetto del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi (CNOP) e dell’Unione italiana Ciechi ed Ipovedenti (UICI), nato per rispondere alle esigenze di quelle famiglie che si trovano a vivere situazioni difficili per la nascita di un bambino con patologie della vista nel nucleo familiare.
È proprio quando avviene l’incontro il figlio immaginato e quello reale che, per i genitori, comincia un lungo e doloroso processo di accettazione, di fronte al quale è meglio non essere mai soli.
“Ed è proprio per supportare i genitori e i fratelli in questo tipo di situazioni che nasce il progetto di UICI e CNOP – spiega la psicologa Elisabetta Torchio, coordinatrice del progetto in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta – l’obiettivo è quello di aiutare le famiglie a comprendere che la perdita della funzionalità visiva, seppur importante in una società basata sull’immagine e sull’apparenza, non pregiudica la conduzione di una vita piena e appagante da parte del soggetto disabile”.
Per il progetto sono stati formati, in tutta Italia, ben 150 psicologi e psicoterapeuti (nella foto il team di psicologhe piemontesi). I professionisti, coadiuvati dalle Unioni Ciechi regionali e dagli Ordini degli Psicologi sono in grado di fornire un sostegno psicologico alle famiglie e di creare rete con gli ospedali, in particolare con le neonatologie, le neuropsichiatrie infantili, i centri di riabilitazione, i medici di base e i pediatri. “Lo scopo – spiega ancora Elisabetta Torchio – è innanzitutto quello di informare, al fine di effettuare una diagnosi precoce che porti a prognosi più favorevoli e, al tempo stesso, consenta al disabile di vivere una vita indipendente e serena”. Il progetto ha come obiettivo anche quello di offrire consulenza psicologica specialistica a singoli, coppie e gruppi, in regime di convenzione o di compartecipazione da parte delle sezioni provinciali e regionali dell’UICI, alle quali le famiglie possono rivolgersi direttamente per ogni informazione e per richiedere il servizio. “Vogliamo creare una rete che sostenga i genitori – conclude Torchio – ma l’obiettivo finale è quello di aiutare il minore a vivere una vita il più possibile autonoma e soddisfacente”. (foto: Nella foto il gruppo di psicologhe attive in Piemonte, insieme al presidente dell’Unione Ciechi regionale Adriano Gilberti (al centro, accanto a Elisabetta Torchio, con la giacca rossa)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Montessori di Percorsi per Crescere

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

calcinateVarese. Si comincia il 19 settembre con un corso per grandi e piccini dedicato all’argilla, mentre venerdì 25 si terrà una serata gratuita dal titolo “Il bambino non è un elettrodomestico”. Gli eventi, aperti a tutti, si svolgono nella sede di via Maggiora a Calcinate del Pesce (Varese).Sta per cominciare un anno ricco di iniziativa, scolastiche ed extrascolastiche, alla scuola Montessori di Percorsi per Crescere di Calcinate del Pesce (Varese), che ha messo a punto un calendario ricco di incontri con specialisti e di corsi aperti anche a chi non frequenta la scuola. «Il nostro obiettivo è proporre delle occasioni per migliorare l’approccio educativo dei bambini – afferma Maria Angela Ferioli, presidente della Cooperativa Percorsi per Crescere che gestisce la scuola di Varese -. Anche quest’anno, come già in passato, abbiamo quindi previsto dei momenti in cui la scuola si apre al pubblico. In programma abbiamo dei laboratori per imparare giocando e degli appuntamenti serali con esperti, che affronteranno diversi aspetti interessanti nell’educazione di un figlio».
Da settembre a maggio nella sede della scuola di via Maggiora a Calcinate del Pesce si parlerà quindi di educazione, libertà, sviluppo del linguaggio, ma anche temi pratici come alimentazione e abbigliamento. Alcuni incontri sono dedicati poi al metodo Montessori, per spiegare l’originale approccio educativo di cui troppo spesso si parla in modo non corretto.Il sabato mattina si svolgeranno i laboratori dedicati ai bambini e alle loro famiglie, per trascorrere del tempo insieme per imparare divertendosi, ad esempio con il corso dedicato alla realizzazione di video, all’invenzione di storie o alla preparazione di piatti da gustare insieme.Si comincia con i laboratori del sabato mattina il 19 settembre con il primo dei 4 incontri “La scoperta dell’argilla”, per progettare, disegnare e realizzare piccole opere d’arte, come vasi o bassorilievi. Insieme con Greta Andreoli (Università di Belle arti di Brera), per 4 sabati di fila (il 19, il 26 settembre, il 3 e il 10 ottobre) dalle 10 alle 12.30 si lavorerà quindi con l’argilla Il costo è di 100 euro per ogni coppia accompagnatore-bambino e la quota comprende anche i materiali utilizzati.Per quanto riguarda gli incontri serali, a ingresso gratuito con prenotazione, si parte venerdì 25 settembre alle 20.30 con “Il bambino non è un elettrodomestico” con la psicologa Giuliana Mieli, da oltre 20 anni consulente ospedaliera. «I bambini non hanno un libretto d’istruzione, non si può impostare il programma come si fa con un elettrodomestico e lasciarli alla crescita naturale: vanno seguiti giorno per giorno, con attenzione continua e disponibilità al cambiamento» spiega Ferioli. (foto: calcinate)

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I deputati inaspriscono le norme per proteggere i dati personali

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 marzo 2014

VolturnoGolf01I deputati hanno approvato garanzie più efficaci sui trasferimenti di dati personali ai paesi non UE, in una riforma delle leggi UE sulla protezione dei dati personali approvata mercoledì. Le nuove regole mirano a dare alle persone il pieno controllo sui loro dati personali e, allo stesso tempo, a facilitare la circolazione di dati delle imprese all’interno dell’UE. I deputati vogliono anche aumentare le ammende inflitte alle imprese che infrangono le regole fino a 100 milioni di euro o il 5% del fatturato mondiale.Le nuove regole aggiornano la legislazione europea in vigore, adottata 19 anni fa, sulla protezione dei dati personali per far fronte alle sfide poste dalle nuove tecnologie e dalla crescente tendenza a utilizzare dati personali per la sicurezza.”Ho un messaggio chiaro al Consiglio: ogni ulteriore rinvio sarebbe irresponsabile. I cittadini europei si aspettano da noi di procedere all’adozione di una forte regolamentazione sulla protezione dei dati in tutta l’UE. Se ci sono alcuni Stati membri che non vogliono concludere dopo due anni di negoziati, la maggioranza dovrebbe andare avanti senza di loro”, ha spiegato il relatore per il regolamento generale della protezione dati Jan Philipp Albrecht (Verdi/ALE, DE).””Permettetemi di esprimere la mia insoddisfazione e frustrazione per il fatto che è il Consiglio, o almeno alcuni Stati membri, la ragione per cui non saremo in grado di raggiungere l’obiettivo che ci eravamo prefissati, vale a dire approvare la riforma del pacchetto protezione dati entro la fine del mandato di questo Parlamento”, ha affermato il relatore per la direttiva sulla protezione dei dati personali per la sicurezza, Dimitrios Droutsas (S&D, EL).”

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cos’è la libertà?

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 gennaio 2013

Spesso abbiamo equivocato intorno a questa parola. Abbiamo, a volte, esteso il concetto nella forma che più ci faceva comodo scegliendo la strada che ci ha portato a una libertà “personale” sovente conflittuale con quella del nostro vicino. Se-condo un concetto anglosassone la libertà dell’indi-viduo finisce là dove incomincia quella degli altri. Non è un modo per “imprigionare” la libertà ma per dare a essa una misura entro la quale far convivere tutti i vari segmenti di libertà che percorrono la retta comune di vita delle generazioni presenti in un dato momento storico della nostra esistenza. La libertà è come una misura che regge la sua dimensione solo se le conferiamo un attributo pluralista. In altri termini il concetto di libertà resta relativo se la vogliamo stimare nel suo significato più esaustivo.
E’ la somma di tutte le libertà che riusciamo a conferire a un popolo nel suo insieme e al genere umano nel suo complesso.
Libertà, quindi, individuali e collettive che s’intersecano e si completano a vicenda. E’ una sorta di libertà di vivere in una casa senza dimenticare il nostro vicino di porta e che la sua libertà è altrettanto importante quanto la nostra e rispettando quella altrui si rende un buon servizio alla propria.
Se questa “cultura della libertà” diventasse patrimonio di un insegnamento scolastico, di una pratica di vita coerente da parte degli adulti, noi ci troveremmo con l’idea di una libertà non travisata e, quel che è peggio, travisabile in senso pro domo mea.
Ed essere educati a questo genere di libertà-rispetto è un indubbio modo per crescere e far prosperare il senso della vita in comune. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Crescere insieme, da lontano”

Posted by fidest press agency su martedì, 21 febbraio 2012

Il Sottosegretario al Lavoro e Politiche Sociali on Maria Cecilia Guerra, intervenendo al convegno svoltosi a Sala delle Colonne di Palazzo Marini, “Crescere insieme, da lontano” sul Sostegno a distanza (cfr allegato) si è espressa sul futuro dell’Agenzia per il Terzo settore. “L’interesse di tutti è servire al meglio il Terzo settore, una ricchezza per il Paese – ha detto -; il ministero del Lavoro è stato investito dalla Presidenza del Consiglio dei ministri di stilare un progetto di fattibilità e valutare ipotesi. Il ministero al suo interno ha le risorse e le capacità per garantire le funzioni svolte finora dall’Agenzia in tema di vigilanza, indirizzo e promozione. Deciderà il Consiglio dei ministri venerdì prossimo ma il nostro obiettivo è valorizzare tutte le risorse esistenti e il lavoro svolto finora, sostenendo le attività degli Osservatori del ministero”.
“La chiusura dell’Agenzia non è possibile perché solo una legge emanata dal Parlamento può farlo – ha detto il professor Stefano Zamagni, presidente dell’Agenzia – Il tema da capire è se l’Agenzia possa mantenere o meno le funzioni di terzietà per cui è stata costituita. Se queste funzioni venissero internalizzate da un ministero, verrebbe a cadere il ruolo di terzietà. Un’altra possibilità è avviarsi verso un commissariamento, così da dare al governo il tempo di traghettare l’Agenzia verso il futuro, possibilmente verso un’Authority autonoma e indipendente”.(Agenzia Terzo settore)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salvatore Rosetti: Tia non parla a nessuno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 Maggio 2011

Nascere, crescere e diventare grandi a Palermo, tra vicoli dove la violenza si respira insieme agli odori del mercato, tra i miti dei boss e l’ossessione delle femmine. È qui che vive Tonino, capo di una banda di ragazzini del quartiere Brancaccio, dove si vive rispettando solo la legge del sangue e dell’onore. Il suo è un mondo senza innocenza fino al giorno in cui incontra Tia, che non parla a nessuno. Il silenzio in cui vive la ragazzina è un richiamo irresistibile per il giovane: deve proteggerla anche se non sa spiegarsi perché. Una storia potente, drammatica e cruda dove la morale sta dentro la canna di una pistola. Pagine 342 Euro 18,00 Codice 23781K EAN 978-88-425-4646-7 Mursia editore.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »