Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Posts Tagged ‘crespi ricerche’

I ministri che ispirano fiducia

Posted by fidest press agency su martedì, 8 marzo 2011

Renato Brunetta e Giulio Tremonti sono i Ministri che ispirano maggiore fiducia agli italiani. E’ quanto rivela il sondaggio effettuato da Crespi Ricerche. Brunetta, Ministro alla Funzione Pubblica, riporta il 48% della fiducia, acquistando l’1% rispetto alla scorsa rilevazione di gennaio. In discesa invece Tremonti (Economia) che, pur attestandosi al secondo posto in classifica, perde lo 0,1% piazzandosi al 46%. Al terzo posto, a pari merito al 45%, Mara Carfagna (Pari Opportunita’) che acquista l’1%, Giancarlo Galan (Politiche Agricole) e Gianfranco Rotondi (Attuazione del programma) che scendono ambedue dell’1%. Insieme a loro, sempre al 45%, troviamo Ferruccio Fazio (Salute) e Umberto Bossi (Riforme), che acquistano il 2%, e Giorgia Meloni (Politiche Giovanili) che avanza dell’1%. Gli italiani assegnano invece il 44% della fiducia a Roberto maroni (Interni) che scende di 2 punti percentuali, a Maurizio Sacconi (Walfare) e a Angelino Alfano (Giustizia), in calo ambedue dell’1%. In salita invece Stefania Prestigiacomo (Ambiente), che raggiungendo il 43% sale di 1 punto percentuale, mentre si attestano al 42%, a parimerito, Franco Frattini (Esteri) e Ignazio La Russa (Difesa), che perdono ambedue il 3%. In discesa anche Maria Stella Gelmini (Istruzione, Universita’ e Ricerca), che perdendo il 2% si attesta al 38%. Resta invece stabile Roberto Calderoli (Semplificazione legislativa) al 38%. Acquista punti Paolo Romani (Attivita’ produttive), che registrando un +3% si porta al 38%. Stabile rispetto alla rilevazione di febbraio è Elio Vito (Rapporti con il Parlamento), che si registra al 35%, mentre scende Altero Matteoli (Infrastrutture), che perdendo l’1% si ferma al 34%. Stessa percentuale per Raffaele Fitto (Rapporti con le Regioni), in salita del 2%, mentre resta stabile Michela Brambilla (Turismo) al 32%. In coda alla classifica Sandro Bondi (Beni Culturali), che perdendo 2 punti percentuali si ferma al 30%.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sondaggi elettorali: Pd supera Pdl

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 marzo 2011

Ieri mattina durante la trasmissione Agora’ condotta da Andrea Vianello sono stati presentati gli ultimi dati dell’osservatorio di Crespi Ricerche. Il centrodestra di Silvio Berlusconi, presentato conl’ampia articolazione dei possibili partiti che potrebbero appoggiare la sua lista, si attesta al 40,9%, con il Pdl al 27%, la Lega al 10%,La Destra al 2%, Forza del Sud, nonostante sia un partito che ancora non si è presentato nello scenario nazionale, ottiene l’1%, ovvero il doppio della somma ottenuta dal Pid di Romano piu’ l’Adc di Pionati, che rappresentano il gruppo dei Responsabili e che insieme raggiungono lo 0,5%. L’Udeur del redivivo Mastella si attesta poi allo 0,4%. nelcentrosinistra il Pd è al 24,4%, l’Italia dei Valori al 5,2%, Rc+Pdci al 2%, il Sel all’8%, i Socialisti allo 0,8% e la Lista Pannella-Bonino all’1,2%, per un totale del 41,6%. Una sostanzialeparita’ che vede in vantaggio il centrosinistra di una lunghezza. Arbitro è l’area del Polo della Nazione, definito Terzo Polo, in cui l’Udc è al 6,8%, Fli al 6,5%, l’Api di Rutelli all’1,2%, l’Mpa all’1%, LibDem allo 0,2%, attestandosi sopra al 15%, ovvero al 15,7%. Il Movimento Cinque Stelle di Grillo si ferma all’1,8% e il numero degli indecisi è ancora altissimo: 42%. Se non esiste una marcata crisi in termini di intenzioni di voto di berlusconi, benche’ in calo la sua crisi la vediamo nella fiducia : -29,1% in un anno, passando dal dato del Febbraio 2010, 60,1%), al 31% di Febbraio 2011, con una differenza, appunto, di 29,1 punti. Meglio fa il suo Governo, che aFebbraio 2011 si attesta al 35%. Domani pubblicheremo i dati riguardanti la fiducia nei ministri.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sondaggio Crespi Ricerche: sanità nel meridione

Posted by fidest press agency su sabato, 25 settembre 2010

Crespi Ricerche pubblica il suo ultimo sondaggio e questa volta si occupa del sistema sanitario nelle regioni Campania, Calabria e Sicilia. Dati alla mano balza subito agli occhi un’inconfutabile insoddisfazione del ‘popolo’ del Sud nei confronti degli ospedali, recentemente diventati il caso mediatico ‘della stagione’, in seguito al decesso di una donna, morta dopo aver dato alla luce suo figlio, apparentemente a causa di una lite tra due medici del Policlinico di Messina. E infatti in Sicilia il 53,3% degli intervistati è assolutamente insoddisfatto dai complessi ospedalieri serviti dalla regione. Non va bene neanche in Campania e in Calabria dove il malessere è manifestato, rispettivamente, dal 57,% e dal 57,7% degli abitanti. Poche strutture ma buone: è questa la richiesta dei cittadini che alla quantità preferiscono, ovviamente, la qualità e sarebbero pronti a percorrere chilometri e chilometri pur di vedersi garantito un sistema efficiente e soprattutto di cui fidarsi. E infatti più della metà della popolazione meridionale è favorevole all’ipotesi di chiusura degli ospedali meno efficienti. Un’assoluta mancanza di fiducia nella sanità in generale. E’ questo il risultato dell’indagine di Crespi, secondo cui i cittadini del meridione non sono soddisfatti neanche dalle Asl che deludono il 56,1% dei siciliani, il 59,7% dei cittadini calabresi e il 60,8% della popolazione campana. Sul banco d’accusa finiscono anche i medici di famiglia che deludono il 45, 9% della popolazione in Sicilia, il 48,4% in Calabria e il 49,3% in Campania. Voto insufficiente. Sanità bocciata nel meridione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »