Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘cristoforo colombo’

Salvaguardia della figura di Cristoforo Colombo e del Columbus Day in USA

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 giugno 2021

“Dopo una lunga battaglia che ho portato avanti con determinazione il Parlamento italiano ha approvato, quasi all’unanimità, la mozione a mia prima firma sulla salvaguardia della figura di Cristoforo Colombo e del Columbus Day in USA, nella quale si impegna il Governo ad una azione diplomatica verso gli Stati Uniti per tutelare la nostra identità culturale di cui Colombo e’ simbolo.Ringrazio sentitamente tutti i Colleghi che hanno sostenuto la mia iniziativa e tutte le associazioni italoamericane, oltre che i singoli, che si sono prodigate per difendere il Columbus Day e le statue di Colombo dalla rimozione.L’America e’ libera e forte anche grazie al contributo degli italiani e questo non si può rimuovere dalla storia!” Lo ha dichiarato l’on. Fucsia Fitzgerald Nissoli, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Negli Stati Uniti è in corso un incomprensibile processo di rimozione storica della figura di Cristoforo Colombo”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 settembre 2020

“Si verifica in varie forme, tra cui quella della distruzione di alcune statue erette in suo onore e che rappresentano un simbolo dell’identità culturale italiana in Usa. Tale opera di rimozione delle statue è in corso anche con due città gemellate con Genova e cioè Baltimora e Columbus. Per tale ragione abbiamo scritto una lettera al Sindaco di Genova, Bucci, e al Presidente della Regione Liguria, Toti, chiedendo di adoperarsi con le autorità locali americane per salvaguardare le statue di Colombo in queste due città.Al Sindaco Bucci ed al Presidente Toti abbiamo chiesto di esprimere la loro condanna “degli atti violenti che hanno portato ad una così umiliante rimozione della statua ed una richiesta di impegno da parte delle amministrazioni locali di giungere ad un accordo che possa portare ad una pacifica conclusione di una situazione molto imbarazzante ed offensiva, non solo per la Comunità Italiana in America ma per la nazione italiana e la città di Genova ed i Genovesi”. Lo hanno dichiarato i deputati di Forza Italia, Fucsia Fitzgerald Nissoli (eletta in Nord e Centro America), Roberto Bagnasco e Roberto Cassinelli (eletti in Liguria).

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Agli italiani di Baltimora: uniti riusciremo a salvaguardare la figura di Colombo contro ogni tentativo di revisionismo storico!

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2020

“Recentemente ho partecipato ad una riunione online con gli italiani che vivono a Baltimora (USA) e che hanno protestato per quanto accaduto alla statua di Cristoforo Colombo. Infatti, il 4 luglio scorso dei manifestanti hanno divelto la statua di Colombo, a Baltimora, nel quartiere di Little Italy, nell’ambito delle proteste iniziate a fine maggio dopo l’uccisione dell’afroamericano George Floyd durante un fermo di polizia a Minneapolis. Un episodio di intolleranza che ha reso molto triste la festa del 4 luglio ai cittadini italoamericani che hanno contribuito alla costruzione della città’ di Baltimora.Un fatto che potremmo definire luttuoso per molte associazioni come L’italiano American Organizations United che ha costruito la Columbus Piazza, dove e’ stata posta la statua del navigatore genovese, quella che i vandali hanno distrutto e gettata nel porto interno.Di fronte a questo scempio,la Comunità italiana di Baltimora si è subito unita e tutti insieme sono andati a recuperare i pezzi della statua.Al recupero hanno partecipato, assieme ad attivisti italoamericani, anche il Delegato Nino Mangione, l’ex Senatore John Pica, Tom Iacoboni, Santo Grasso.Inoltre, voglio ringraziare in modo particolare, oltre questi rappresentanti della Comunità, anche le associazioni coinvolte nella causa di recupero e restauro della statua di Cristoforo Colombo in Little Italy e cioè l’Italian American Civic Club of Maryland Inc., l’Italian American Organizations United, the Associated Italian American Charities of Maryland, l’OSIA Grand Lodge of Maryland, e l’OSIA Little Italy Lodge.Nella riunione online sulla piattaforma zoom, ho portato loro il mio sostegno e solidarietà in qualità di parlamentare italiana eletta in Usa e dato la mia disponibilità a lavorare insieme per tutelare il nostro patrimonio culturale a partire dalla figura di Colombo. Ho comunicato loro che, a tal proposito, ho presentato una mozione alla Camera dei Deputati per impegnare il Governo ad attivarsi sul piano politico e diplomatico per la difesa della figura di Colombo quale espressione della nostra identità culturale.Sono convinta che lottando uniti per il nostro diritto alla salvaguardia del nostro cultural heritage sapremo dare forza alle nostre ragioni e salvaguardare anche la figura di Colombo contro ogni tentativo di revisionismo storico!”Lo ha dichiarato l’On. Fucsia Nissoli Fitzgerald, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scienza – Campagne liberali: Demonizzazione Colombo è posizione contro l’idea di sviluppo

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 ottobre 2017

columbus day1Roma. Nel giorno dell’anniversario che celebra l’approdo di Cristoforo Colombo sulle coste caraibiche, le polemiche oltreoceano gettano ombra sul valore immenso della scoperta. “Gli esploratori come Colombo iniziarono a seguire il metodo sperimentale, anticipando le mosse della scienza moderna” – afferma l’associazione Campagne Liberali – “ed è anche grazie alle scoperte come quella dell’America che la superstizione e la stregoneria sono state superate, accelerando lo sviluppo tecnologico e la comprensione scientifica del mondo”. “Certamente Colombo era un esploratore e un colonizzatore, ma le proteste che hanno avuto luogo in questi giorni sono incomprensibili” – continua la nota di Campagne Liberali. “Sarebbe stato bello non aver dovuto studiare sui libri di scuola le nefandezze compiute a danno delle popolazioni indigene dagli europei, ma ciò non sposta nemmeno di una virgola l’immenso valore scientifico della scoperta. Grazie alla curiosità e all’ingegno di tanti uomini come Cristoforo Colombo, si sono poste le basi dello sviluppo dell’uomo, da un punto di vista economico, sociale e tecnologico. Più semplicemente abbiamo costruito il progresso di oggi”.
“Cristoforo Colombo deve continuare ad essere celebrato senza polemiche strumentali e tendenziose” – conclude Campagne Liberali. “Allo stesso modo dobbiamo continuare a raccontare la Storia, sviscerandone anche gli aspetti più crudi, gli stessi che hanno reso il mondo di oggi meno crudele e più attento al prossimo”.
Campagne Liberali è una piattaforma di cittadini non partisan che difende il diritto alla libera scelta e promuove il corretto dibattito scientifico.
L’esigenza di creare una piattaforma che contribuisca alla diffusione di informazioni scientifiche e del metodo sperimentale è nata dalla preoccupazione per le continue operazioni di disinformazione che sono una minaccia alla libertà di scelta. Le campagne attualmente attive sono tre.
La prima mira a combattere l’ondata anti-scientifica e demagogica contro l’olio di palma guidata da numerosi interessi particolari. Le notizie e le informazioni non corrette su questo ingrediente hanno, infatti, creato un clima di falso allarmismo che ha danneggiato cittadini e imprese.
Obiettivo della seconda – dedicato al conflitto tra la scienza e le cosiddette “bufale” – è sostenere la scienza e il metodo scientifico contro le affermazioni false e il pregiudizio. Questa campagna ha raccolto l’adesione di numerosi esponenti del panorama accademico e scientifico italiano.
La terza, infine, “Liberi di scegliere”, combattendo ogni forma di intolleranza o protezionismo, pone l’accento sulla responsabilità individuale e sulla libertà di scelta dei cittadini di fronte allo Stato, il cui ruolo deve essere quello di informare questi ultimi e creare le condizioni affinché essi compiano scelte consapevoli. http://www.campagneliberali.org

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

U.S.A.: odio etnico nei confronti degli italiani?

Posted by fidest press agency su domenica, 10 settembre 2017

columbus day“E’ evidente che la furia con la quale associazioni liberal stanno distruggendo le statue di Cristoforo Colombo cela un odio etnico nei confronti degli italiani. Da un punto di vista storico, il ruolo dell’esploratore genovese è al di sopra di ogni sospetto e le strumentalizzazioni oggi rappresentano un terribile negazionismo del suo ruolo e un infondato tentativo, basato su presupposti fasulli, di riscrivere la storia. Presenteremo una mozione alla Camera dei deputati per impegnare il governo a intervenire sulle istituzioni statunitensi affinché si ponga fine a questa ingiusta criminalizzazione di un grande italiano del quale la nostra comunità è fiera. Per questo, esprimiamo solidarietà agli italiani di New York, profondamente offesi da questa campagna d’odio e chiediamo alle nostre istituzioni culturali di scendere in campo perché il genocidio degli indiani d’America non fu certo opera di Cristoforo Colombo, non scherziamo…”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chi è il vero violento?

Posted by fidest press agency su martedì, 29 agosto 2017

columbus dayGuardando le foto dei monumenti dedicati a Cristoforo Colombo imbrattati o presi a martellate in varie città degli USA, e ci riferiamo alle foto apparse sui siti ed i quotidiani di tutto il mondo delle statue aggredite più che brutalmente, abbiamo provato la sensazione di aver ricevuto sulla nostra pelle un episodio di violenza a nostro avviso più grave da un punto di vista psicologico che fattuale.
In nome del “Politically correct”, infatti, alcuni sostenitori delle cosiddette minoranze si sono avvicinati ad alcune statue di un Simbolo dell’Italia tutta ed hanno iniziato a distruggerle, ovviamente solo dopo aver accertato che il numero di giornalisti e fotografi presenti fosse più che adeguato .… e tutto questo in nome della protesta contro la violenza e lo schiavismo.
Ebbene chi ha fatto violenza a chi?
Che ne direste se un tale decidesse di entrare in casa vostra e di appiccicare, ovviamente senza chiedervi alcun tipo di permesso, e dopo aver criticato tutte le vostre scelte di vita, anche un semplice adesivo con una scritta, ovviamente decisa da lui, sul televisore o sulla vostra scrivania e sulla porta della camera dei bambini?
Pensiamo non avreste difficoltà ad affermare, anche senza l’ausilio di una Psicologa, che le possibilità potrebbero essere solo due: l’una, il gesto di un folle e, la seconda, quella di un comportamento sì “sano“ ma maleducato e violento, per l’assoluta assenza di rispetto sia per le vostre idee che per gli oggetti a voi più cari.
Un folle, infatti, in un episodio più acuto degli altri del suo delirio narcisistico, potrebbe pensare di aver distrutto l’oggetto odiato, solo per il fatto di averlo “posseduto” almeno virtualmente, ad esempio “imbrattandolo” o colpendolo a martellate come purtroppo è avvenuto, seppure solo per pochi minuti. Infatti, l’aggressività e l’odio per la realtà circostante che nasce dal conflitto angoscia-attacco diventa sintomo in caso di nevrosi o peggio di psicosi . Questo non è ovviamente il caso di una persona sicuramente perfettamente equilibrata come sono i pacifisti “politically correct” americani che sono entrati in “casa nostra” imbrattando o cercando di distruggere un nostro Simbolo. Si, diciamo casa nostra, perché quei monumenti sono stati donati dagli italiani all’estero alle città nelle quali vivono, da molti anni, dopo aver fatto incredibili sacrifici e che adesso lì sono e si sentono casa loro! Come a casa ci sentiamo noi al Columbus Circle di New York, altro sito nel mirino dei più che violenti esponenti del politically correct (e scusateci ma non ne possiamo più di sentire una a parola così fasulla). Ebbene sì, una di noi due, Susy, è non solo Genovese ma vive a poche centinaia di metri da quella statua e la saluta e le sorride tutte le mattine quando passa da lì. Ed ebbene sì, noi due facciamo spesso colazione insieme a New York, per organizzare il nostro lavoro, ed ogni volta che vediamo la statua di Colombo pensiamo anche al suo immenso coraggio che gli ha permesso di sfidare la Paura più grande, quella di andare incontro all’ignoto e di insegnare a tutti noi che se si vuole andare “in un posto dove non si è mai stati, bisogna prendere una strada che non si è mai presa”! Ci sentiamo anche noi una minoranza da rispettare e perché mai non dovremmo essere rispettate? Forse solo perché siamo italiane e non “Native “? E ci chiediamo, quanti fra quelli che hanno imbrattato e preso a martellate la Statua di Cristoforo Colombo sono realmente “Nativi Americani “ ? E quanti invece di loro sono in America grazie all’intuizione e al coraggio proprio di Colombo ed alla speranza di costruire un Mondo Nuovo ed aperto a tutti! A tutti vuol dire anche alla minoranza italiana, alla quale noi siamo fiere, ma proprio fiere, di appartenere.
L’impressione che abbiamo di quanto sta accadendo nella mente degli “anti Cristoforo” è quella della rappresentazione di una violenza ben architettata in termini “pubblicitari“ con l’arroganza di colui a cui tutto è permesso, anche il diritto di “imbrattare “ il simbolo del lavoro e dei valori di tutto un Popolo. (On. Susy De Martini, Medico Neuropsichiatra e e On. Fucsia Fitzgerald Nissoli Coordinatrice Forza Italia Nord e Centro America) (foto: columbus day)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

New York: l’Italia in festa

Posted by fidest press agency su domenica, 9 ottobre 2011

COLUMBUS DAY PARADE  2010   /   Italian-Americ...

Image by asterix611 via Flickr

New York si appresta a vivere un lungo weekend di festa. L’Italia sarà al centro dei festeggiamenti perchè gli Stati Uniti celebrano Cristoforo Colombo, l’uomo che il 12 ottobre 1492 per primo arrivò nel Nuovo Mondo. Fu il presidente Franklin Roosevelt che nel 1937 istituì il Columbus Day come festa nazionale. A New York ogni anno una parata vede sfilare italiani e italo-americani lungo la Fifth Avenue in una festa dove il verde, bianco e rosso sono i colori principali.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“L’uomo che superò i confini del mondo”

Posted by fidest press agency su domenica, 6 marzo 2011

monumento a Cristoforo Colombo a Cogoleto, Italy

Image via Wikipedia

Il nuovo libro di Ruggero Marino, “L’uomo che superò i confini del mondo – vita e viaggi di Cristoforo Colombo l’eroe che dovrebbe essere santo” (Sperling & Kupfer), è l’ulteriore approfondimento di una ricerca che va avanti ormai da circa 20 anni, dopo “Cristoforo Colombo e il papa tradito” e “Cristoforo Colombo l’ultimo dei Templari” che Mauro Mazza, definì rigoroso, ma avvincente come il “Codice da Vinci” mentre Gianni Letta parlò del lavoro di Marino come del più importante caso di revisionismo degli ultimi decenni. Dei Templari”, ancora avvincenti vicende frutto di 20 anni di indagini. Bastano poche parole a sovvertire 500 anni di “storia” colombiana.Una frase come Non nobis, Domine, non nobis, sed Nomimi tuo da gloriam (“Non a noi, non a noi, Signore, ma al tuo nome dona la gloria”), il definitivo marchio templare dell’enigma.  Se in “Cristoforo Colombo. L’ultimo dei Templari” Ruggero Marino invitava a ripensare l’immagine del navigatore tramandata ai posteri, in questo nuovo libro, la sua tenace e anticonformista ricerca storica si spinge ancora oltre, regalandoci un’appassionante narrazione che smonta uno a uno i “miti” e le secolari e infondate accuse costruite sulla figura dell’ammiraglio cittadino genovese.  A partire proprio dalla grande bugia, quella che tutt’oggi si trova sui libri di scuola, secondo cui Colombo approda al Nuovo Mondo per errore. Niente di più falso: il navigatore è perfettamente consapevole del suo obiettivo ed è molto più di un semplice e fortunato marinaio. È un messaggero, incaricato direttamente da un Papa, quell’Innocenzo VIII che subirà come lui una damnatio memoriae a opera del successivo pontefice, lo spagnolo Rodrigo Borgia, Alessandro VI. E l’Ammiraglio, il Christo Ferens (come si firmava), subirà l’infamia di tornare in Spagna in catene, per poi essere liberato da quei re cattolici, Ferdinando e Isabella, cui si è devotamente affidato, ma che hanno più di una responsabilità tanto nell’accaduto quanto nella falsificazione storica che seguirà. Ancora una volta l’indagine appassionata di Ruggero Marino si muove lungo i percorsi di un’incredibile contro-storia. In relazione ai quattro avventurosi viaggi di Cristoforo Colombo, alle sue reali e misteriche conoscenze, alle sue qualità sciamaniche, alle “prescoperte”, alle mappe “impossibili”, alla situazione politica e religiosa, che accompagnò le imprese del “navigatore dei due mondi”, al suo ruolo di inviato della Chiesa di Roma e di cavaliere crociato, plausibilmente figlio di papa Innocenzo VIII. Erede di un sogno anche templare.Per secoli la figura di Colombo sarà dimenticata, e tuttora è in attesa di un’autentica riabilitazione. Per due volte è stato avviato un processo di beatificazione da parte di Pio IX e Leone XIII e regolarmente interrotto. Marino ne rivela l’incredibile documentazione. I mille volti di Colombo. http://www.ruggeromarino.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »