Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 299

Posts Tagged ‘cultura’

Anno europeo del patrimonio culturale 2018

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 settembre 2017

European UnionNel quadro del programma Europa creativa per le industrie culturali e creative, la Commissione pubblica un invito a presentare proposte per finanziare progetti di cooperazione transnazionale connessi all’Anno europeo del patrimonio culturale che si celebrerà nel 2018. Gli operatori culturali, come sale da concerto, teatri lirici e gruppi teatrali in tutta l’UE, sono invitati a partecipare alle attività dell’Anno europeo del patrimonio culturale volte a rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio comune europeo.Il Commissario per l’Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, Tibor Navracsics, ha dichiarato: “Oggi facciamo un altro passo verso la concretizzazione del 2018 quale Anno europeo del patrimonio culturale. Il nostro ricco patrimonio culturale è una risorsa importante, che non ci lega soltanto al passato, ma ha un ruolo fondamentale nella costruzione del nostro futuro. Cerchiamo progetti che pongano l’accento sulla dimensione europea di questo ricco patrimonio culturale in tutte le sue forme. Come ha dichiarato il Presidente Juncker nel suo Discorso sullo stato dell’Unione, il 2018 dev’essere una celebrazione della diversità culturale”.Si stima che per i progetti di valorizzazione del patrimonio culturale saranno messi a disposizione 5 milioni di euro complessivi. La Commissione darà la preferenza ai progetti con un impatto a lungo termine focalizzati sulla sensibilizzazione e sulle attività di comunicazione. Le proposte devono essere presentate entro il 22 novembre 2017. I progetti, della durata massima di 24 mesi, dovranno iniziare tra gennaio e settembre 2018.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Corso di lingua e cultura russa a Cagliari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 settembre 2017

università cagliariCagliari. Partirà martedì 26 settembre presso la sala Maria Carta dell’E.r.s.u. in via Trentino. La novità del corso consta nella durata: 150 ore diluite nell’intero anno accademico 2017 – 18, suddivise in 5 moduli, ciascuno dei quali mira a sviluppare sia le conoscenze grammaticali che le competenze comunicative. Ogni modulo prevede inoltre un approfondimento dedicato alla cultura e alle tradizioni della Russia. Altra novità, la presenza di due docenti: un’insegnante, italiana, si occuperà della parte grammaticale e della struttura della lingua, per quanto riguarda la fonetica e la parte pratica ci sarà un intervento settimanale di una docente madrelingua. Inoltre, durante il corso, verranno fatte delle esercitazioni affini ai test della certificazione ТЭУ. Sarà infatti possibile sostenere, alla fine dell’intero evento, grazie alla partnership con il Centro Russo di Scienza e Cultura ROSSOTRUDNICHESTVO, un test specifico (A1) riconosciuto a livello internazionale che certifichi il livello di conoscenza acquisito. Il test prevede il raggiungimento di una competenza linguistico – comunicativa minima in grado di soddisfare esigenze comunicative elementari in un numero limitato di situazioni di vita quotidiana.
Le lezioni, tenute dalle docenti Giulia Mocci ed Eugenia Shcherba, si terranno ogni martedì e giovedì dalle 18.00 alle 20.00, e l’iscrizione al corso avrà, come è nella politica statutaria dell’associazione, una corsia preferenziale per gli studenti universitari. Quest’ultimi, infatti, godranno di uno sconto del 30% sulla quota per la partecipazione al corso, con la presentazione della documentazione che attesta la regolare iscrizione presso l’Ateneo cagliaritano. L’attestato di frequenza verrà rilasciato a chi garantirà l’80% delle presenze. L’evento è organizzato dall’associazione studentesca Youth Caravella, accreditata con l’Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario di Cagliari. E’ possibile iscriversi tramite l’indirizzo web http://linguaeculturarussa.it/

Posted in Cronaca/News, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bergamo: centro della cultura del paesaggio

Posted by fidest press agency su sabato, 2 settembre 2017

bruni renatoferrini francescoBergamo dal 7 al 24 settembre, sarà al centro della cultura del paesaggio, e la bellissima piazza-gioiello di Bergamo Alta diverrà ancora una volta emblema di una riflessione attraverso un esercizio e un allestimento temporaneo.La manifestazione è organizzata dall’Associazione Arketipos insieme al Comune di Bergamo con il sostegno di Regione Lombardia, Camera di Commercio, Fondazione Lombardia per l’Ambiente, Università degli Studi di Bergamo, Parco dei Colli di Bergamo e quest’anno del Consolato Paesi Bassi in Italia. Obiettivo di GreenBook è quello di porre l’accento sui temi del verde, del giardino, della sostenibilità, del paesaggio dando voce ai libri e ai suoi autori. Quindi, focus sulle novità dell’editoria italiana di settore e avvicinamento alla lettura attraverso gli incontri con gli scrittori come è nella mission dell’Associazione Parolario che da diciassette anni lionalla scazzosipelissetti laura sabrinaorganizza con grande attenzione di pubblico l’omonimo festival letterario a Como.Gli incontri organizzati sono undici e tra gli ospiti ci saranno il neurobiologo Stefano Mancuso, il professor Renato Bruni dell’università di Parma, il filosofo Massimo Venturi Feriolo, Simonetta Chiarugi e Camilla Zanarotti, Giordano Giannini, autore di numerosi libri sul tema cinema e arte, il fotografo Dario Fusaro, il giornalista Maurizio Dematteis, Laura Sabrina Pelissetti, presidente ReGiS – Rete dei Giardini Storici e Lionella Scazzosi del Politecnico di Milano, Guido Giubbini, storico dei giardini, Francesco Ferrini professore di Scienze Produzioni Agroalimentari e dell’Ambiente dell’Università di Firenze, Laura Pirovano, filosofa, paesaggista e autrice del blog Giardini in Viaggio. Alcuni incontri saranno condotti da Alfredo Tomasetta, il responsabile della sezione filosofica di Parolario. In collaborazione con la Libreria della Natura (Milano). Ingresso libero. (foto: bruni renato, ferrini francesco, lionalla scazzosi, pelissetti laura sabrina)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La violenza come cultura dell’attenzione

Posted by fidest press agency su martedì, 1 agosto 2017

lavoratoriDa cronisti ci capita spesso di raccogliere il messaggio che proviene da chi scende in piazza per esporre quelle che ritiene giuste rivendicazioni e meritevoli di un’attenzione mediatica. Non manchiamo, ovviamente, di riportare le loro motivazioni ma il rilancio che facciamo acquista un risalto o meno non su ciò che è stato detto e sostenuto con fermezza e determinazione ma dai “clamori” che sono derivati con schiamazzi, aggressioni e danni ai negozi che si trovano lungo il tragitto dei manifestanti.
C’è persino da chiedersi se tutto si fosse svolto in maniera pacifica quale spazio avrebbe potuto ambire, nei notiziari televisivi e nelle pagine della carta stampata, la giusta causa. Questa consapevolezza è senza dubbio chiara agli organizzatori tant’è che cercano, per seguire una strada virtuosa, di ben rappresentare il preannuncio del comizio con vari comunicati stampa. Ma anche su questo verso piovono i distinguo. L’accesso all’informazione dipende molto dalla sigla politica o sindacale o dei vari movimenti d’opinione che promuovono l’iniziativa e dalla possibile ricaduta sull’opinione pubblica. Poi vi è il discorso dei numeri. L’ascolto si dilata se a manifestare sono in tanti e qui parte la propaganda dei numeri che trasforma diecimila presenze in centomila e via di questo passo. Ne consegue il luogo comune che più si è aggressivi e maggiore è l’attenzione e se alla fine si contano numerosi feriti e contusi vuol dire che solo in questo modo la copertura mediatica premia. Quest’andazzo non è condivisibile perché oltre tutto diseduca e mette in secondo piano il motivo stesso della contrarietà di quella parte dei cittadini che ancora credono alla forza delle parole, alla logica del pensiero e a farci riflettere seriamente. Si rende anche un pessimo servizio agli argomenti che s’intendono evidenziare con atti irresponsabili che non favoriscono la conoscenza al grosso pubblico e la loro eventuale condivisione finisce con lo spaventarlo e non certo a renderlo edotto di una ragione che potrebbe avere molti più sostenitori.
Che fare allora? E’ scegliere, a nostro avviso, il ritorno alla lettura, al migliore ascolto televisivo e in streaming live cercando al tempo stesso di coinvolgere più persone tra il pubblico e non tra i soliti tromboni ammazza sentenze. E’ senza dubbio un fatto culturale e d’intelligenza critica che ci permette di setacciare il fatto dal commento, la circostanza tra un interesse personale e una obiettiva valutazione. Dobbiamo in pratica ritornare a ragionare sempre con la testa nostra e non con quella degli altri per imitarli ma non senza aver prima valutato la bontà dei loro intendimenti. (Riccardo Alfonso direttore centri studi della Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Festival della Valle d’Itria

Posted by fidest press agency su sabato, 22 luglio 2017

Alberto Triola - Francesco Lenociomaggio a rodolfo cellettiGrottaglie. Venerdì 28 luglio 2017 presso l’ex Convento dei Cappuccini (Via dei Cappuccini), alle ore 19,00, si svolgerà la Conferenza “Storie di Creazione di Valore: il Festival della Valle d’Itria”. La conferenza è organizzata dal Rotary Club Grottaglie. Porgerà i saluti Mauro Roussier-Fusco, presidente del Rotary Club Grottaglie.Concluderà Gianni Lanzillotti, governatore del Distretto 2120 – Puglia e Basilicata.
Il professor Francesco Lenoci, docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Patriae Decus della Città di Martina Franca, svolgerà la relazione “Storie di Creazione di Valore: il Festival della Valle d’Itria”, prendendo spunto dalla seguente meravigliosa descrizione del gruppo di facebook “Il Festival della Valle d’Itria Ospite come sempre a Milano”, da lui fondato nel 2009:
“Il Festival della Valle d’Itria rientra,
per origini e per meriti acquisiti,
tra le manifestazioni benemerite della Cultura e dell’Arte.
Appartengono alla Storia del Festival:
– molteplici riproposte di opere italiane e internazionali;
– innumerevoli interpretazioni musicali diventate celebri;
– tanti….tanti straordinari interpreti”.
L’ingresso è libero. (foto: Alberto Triola – Francesco Lenoci, omaggio a rodolfo celletti)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Europa: Città prospere grazie a cultura e creatività

Posted by fidest press agency su sabato, 8 luglio 2017

bruxelles-1Bruxelles. La Commissione europea ha reso pubblica la prima edizione assoluta dell'”Osservatorio della cultura e della creatività urbana”. Questo nuovo strumento fornisce dati comparabili sui risultati ottenuti delle città europee in nove ambiti (tra cui la cultura e la creatività) e indica come tali risultati contribuiscano al loro sviluppo sociale, alla crescita economica e alla creazione di posti di lavoro.
L’Osservatorio della cultura e della creatività urbana è stato sviluppato dal servizio scientifico interno della Commissione, il Centro comune di ricerca (JRC), e aiuterà i responsabili politici e i settori culturale e creativo a identificare i punti di forza locali e gli ambiti di miglioramento, come pure a imparare da città comparabili. Lo strumento mette altresì in evidenza la forte correlazione tra la vivacità culturale e varie dimensioni della vita di una città, a cominciare dalla diversità sociale e dall’attività economica. Tibor Navracsics, Commissario europeo per l’Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport nonché responsabile del JRC, ha dichiarato: “Il mio obiettivo è porre la cultura e la creatività al centro dell’agenda strategica europea. In un momento di grandi trasformazioni sociali e di concorrenza globale sempre più aspra tra le città, dobbiamo guardare al di là delle fonti tradizionali di crescita e benessere socioeconomico ed esaminare il ruolo della cultura in città dinamiche, innovative e ricche di diversità. L’Osservatorio della cultura e della creatività urbana mette in evidenza le città europee vincenti che hanno trovato modalità proprie per sfruttare il potenziale offerto dalla cultura e dalla creatività per stimolare lo sviluppo, l’innovazione e la creazione di posti di lavoro e migliorare la qualità della vita dei loro abitanti. Lo strumento offre ai responsabili politici dati concreti per aiutarli a identificare i settori in cui ottengono buoni risultati e quelli in cui è auspicabile un miglioramento.”
L’Osservatorio della cultura e della creatività urbana è il risultato di un progetto di ricerca che ha interessato 168 città di 30 paesi europei. È disponibile come strumento online che consente agli utenti di esaminare le città selezionate e ottenere un’ampia gamma di informazioni quantitative e qualitative sui loro risultati.
L’osservatorio mostra che la città europea culturale e creativa “ideale” sarebbe un mix delle città che registrano i migliori risultati per ciascun indicatore. Questa città avrebbe le sedi e le strutture culturali di Cork (Irlanda), l’attrattiva e la partecipazione culturale nonché i posti di lavoro creativi e basati sulla conoscenza di Parigi (Francia), la proprietà intellettuale e l’innovazione di Eindhoven (Paesi Bassi), i nuovi posti di lavoro nei settori creativi di Umeå (Svezia), il capitale umano e l’istruzione di Leuven (Belgio), l’apertura, la tolleranza e la fiducia di Glasgow (Regno Unito), le connessioni locali e internazionali di Utrecht (Paesi Bassi) e la qualità della governance di Copenaghen (Danimarca). Di queste otto città, cinque hanno meno di 500 000 abitanti (Cork, Eindhoven, Umeå, Leuven e Utrecht). Tra i principali risultati della ricerca vi sono: Città culturali e creative ai primi posti: Parigi, Copenaghen, Edimburgo e Eindhoven presentano risultati migliori rispetto ad altre città con una popolazione simile. La cultura e la creatività contribuiscono a tassi di crescita economica più alti e sono fondamentali per le città a basso reddito.
La dimensione di una città non determina i suoi risultati in ambito culturale e creativo. Le città di piccole e medie dimensioni ottengono in media risultati migliori rispetto a quelle più grandi. Le capitali eccellono, ma non sempre: le capitali sono spesso in testa, ma restano indietro in Austria, Belgio, Italia, Germania, Polonia, Spagna, Paesi Bassi e Regno Unito. Dall’adozione della prima “Agenda europea per la cultura in un mondo in via di globalizzazione” (2007), la cultura ha avuto un ruolo sempre più prominente nella definizione delle politiche dell’Unione europea. In assenza di definizioni o metriche comuni, individuare i beni culturali e creativi e misurarne il valore e l’impatto in modo sistematico e comparabile in tutta Europa resta tuttavia una sfida, soprattutto al livello delle città. Il Centro comune di ricerca (JRC) della Commissione europea ha sviluppato l'”Osservatorio della cultura e della creatività urbana” per colmare tale carenza di informazioni. Lo strumento è stato elaborato sulla base di tre indici principali (vivacità culturale, economia creativa e contesto favorevole), organizzati in 9 ambiti e misurati attraverso 29 indicatori: dal numero di musei e sale concerto all’occupazione nei settori culturale e creativo, dalle domande di brevetto nel settore delle TIC al livello di fiducia delle persone nei confronti dei propri concittadini. Esso raccoglie dati provenienti da diverse fonti pubbliche (quali Eurostat e l’Eurobarometro) e dati sperimentali (ad esempio provenienti da TripAdvisor).
L’osservatorio dovrebbe essere aggiornato ogni due anni per rimanere concettualmente e statisticamente attendibile nel tempo e tra paesi e città, nonché per registrare lo sviluppo di queste ultime.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le Capitali europee della cultura 2020-2033

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 giugno 2017

europa comunitaria2“Bruxelles. Ogni anno, due Stati membri possono designare una città come Capitale europea della cultura. Per la prima volta, anche i Paesi EFTA/SEE potranno partecipare, ogni tre anni, al programma.Le Capitali europee della cultura mirano a promuovere la ricchezza e la diversità delle culture e incoraggiare il senso di appartenenza dei cittadini a un’area culturale comune. Il programma e gli investimenti culturali della Capitale europea della cultura dovrebbero contribuire alla rigenerazione e alla crescita sostenibile della città nel lungo periodo. La città di Matera è già stata selezionata per il 2019. La prossima opportunità per l’Italia sarà nel 2033. Designazione della Capitale europea della cultura: Lo Stato membro organizza una competizione per selezionare la città Capitale europea della cultura con sei anni di anticipo,una giuria, composta da esperti indipendenti nazionali ed europei, compila una prima lista delle potenziali candidate, e successivamente,
la giuria esamina il programma culturale proposto e sceglie una città in ogni Paese. Il programma deve avere una forte dimensione europea e una strategia a lungo termine, con un impatto sostenibile sullo sviluppo sociale, economico e culturale a livello locale. Le prossime tappe nel processo di selezione in corso. La decisione è stata approvata con 606 voti favorevoli, 54 contrari e 6 astensioni.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tra una guerra e l’altra. Incroci fra Italia e Ungheria: storia, letteratura, cultura, mondo delle idee (1921-1945)

Posted by fidest press agency su martedì, 13 giugno 2017

Roma Giovedì 15 Giugno 2017, ore 9:30 / 16 Giugno 2017 Dipartimento di Scienze Politiche, Sala del Consiglio – Accademia d’Ungheria in Roma, Sala Liszt Via Gabriello Chiabrera 199 – Via Giulia 1. Il convegno è organizzato dal Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull’Europa Centro – Orientale (CISUECO) in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università Roma Tre (Ateneo presso cui ha sede amministrativa il CISUECO) e con l’Accademia d’Ungheria in Roma, nell’ambito dell’Accordo stipulato nel 2014 tra il CISUECO e l’ MTA BTK FI (Istituto di Filosofia del Centro ricerche di scienze umanistiche dell’Accademia ungherese delle scienze di Budapest). L’inaugurazione è prevista giovedì 15 giugno 2017, alle ore 9.30 presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università Roma Tre, in presenza del Prof. Vincenzo Mannino, Pro Rettore alle Relazioni internazionali dell’Università Roma Tre, S. E. Krisztina Lakos, Incaricata d’Affari dell’Ambasciata d’Ungheria, dal Prof. István Puskás, Direttore dell’Accademia d’Ungheria in Roma, dal Prof. Roberto Ruspanti, Direttore del Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull’Europa Centro-Orientale, dal Prof. Ferenc Hörcher, Direttore dell’Istituto di Filosofia dell’Accademia Ungherese delle Scienze di Budapest e dal Prof. Francesco Guida, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche. Il Convegno, che fa seguito a quello svoltosi a Budapest nel giugno 2015 avente per oggetto di studio la prima guerra mondiale, si propone di esaminare i rapporti italo-ungheresi dal 1921 al termine della seconda guerra mondiale (1945) analizzati in modo pluridisciplinare e interdisciplinare Il convegno, che si svolgerà in due giorni e in due sedi diverse (le sedute di giovedì 15 giugno 2017 si terranno presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi Roma Tre, mentre quelle di venerdì 16 giugno 2017 presso l’Accademia d’Ungheria in Roma), vedrà la partecipazione di numerosi studiosi provenienti sia dalle più prestigiose università italiane (Bologna, Firenze, Milano, Padova, Pontificia Università S. Tommaso d’Aquino in Urbe-Angelicum di Roma, Roma Tre, Udine, Venezia e Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini di Trieste), che da atenei e ambiti accademici ungheresi parimenti prestigiosi (Istituto di Filosofia del Centro ricerche di scienze umanistiche dell’Accademia ungherese delle scienze, Università Cattolica Pázmány Péter di Budapest, Università ELTE di Budapest, Università di Debrecen, Museo Nazionale Ungherese di Budapest). http://host.uniroma3.it/associazioni/cisueco

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cultura. Cinema America. Di Biase (PD): “ 10,100, 1000 arene come quella di Piazza S. Cosimato”

Posted by fidest press agency su sabato, 27 maggio 2017

Roma, Campidoglio. “Il tentativo di chiudere un’esperienza unica come quella dell’arena del Piccolo Cinema America sembra l’ennesima follia a 5 stelle. Anziché sostenere le iniziative culturali e giovanili che si autofinanziano e che rendono la città più viva e attraente il M5S ne mostra disturbo e fastidio. Io sto con i ragazzi del cinema America che sottraggono al degrado e riqualificano spazi importanti per la cultura. Di arene come quella di piazza San Cosimato ce ne vorrebbero 10,100, 1000. Così in una nota la capogruppo del PD capitolino Michela Di Biase.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

Cous Cous Fest

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 aprile 2017

gabbani©_ANGELO_TRANISan Vito Lo Capo (Trapani) venerdì 15 a domenica 24 settembre 2017, sarà da ricordare con un programma di dieci giorni di eventi che unisce gastronomia, cultura, musica, spettacolo e un forte messaggio di pace e integrazione tra i popoli. La rassegna è stata ideata nel 1997 ed organizzata dall’agenzia di comunicazione Feedback in partnership con il Comune di San Vito Lo Capo. “San Vito Lo Capo e il Cous Cous Fest – spiega il sindaco della cittadina, Matteo Rizzo – sono cresciuti insieme e questa edizione celebrerà questo importante anniversario con un programma memorabile. Venti anni di storia sono un traguardo importante, raggiunto con impegno, sacrifici e tanto lavoro che oggi portano i loro frutti con un evento che si autofinanzia e attira, alla fine dell’estate, oltre 250 mila visitatori con le conseguenti ricadute positive sull’indotto e sull’occupazione”.
Ecco le prime anticipazioni sul programma della prossima edizione che anche quest’anno offrirà ai suoi visitatori un ampio calendario di concerti di grande livello, tutti gratuiti, in piazza Santuario. Si comincia già alla grande venerdì 15 settembre con un concerto internazionale, quello degli Jarabe De Palo, il gruppo spagnolo che festeggerà, insieme al Cous Cous Fest, il ventennale della sua carriera facendo tappa a San Vito Lo Capo con il loro tour mondiale dal titolo “20 anos”. La band approderà a San Vito Lo Capo – dopo tappe dagli Usa all’Europa passando per Messico, Argentina, Perù, Cile, Uruguay, Ecuador, Colombia, Venezuela, Porto Rico e Repubblica Dominicana- per la seconda tappa italiana del loro tour dopo Napoli. Sarà una festa speciale che celebrerà anche i 50 anni del suo leader, Pau Dones, cantautore e chitarrista, con un concerto unico che vedrà sul palco una band di 6 elementi che ripercorrerà i più grandi successi della carriera contenuti nell’ultimo doppio album dal titolo 50 Palos, reinterpretati in una nuova veste piano, archi e voce: dalla prima grande hit, La Flaca, tormentone dell’estate 1997, a Depende, Aqua, Grito, Somos, Bonito, Mi piace come sei. Quest’ultimo lavoro discografico consolida il rapporto speciale degli Jarabe de Paolo con l’Italia dove Kekko dei Modà, Francesco Renga, Noemi e Jovanotti sono ospiti in 4 bellissime featuring. I nuovi arrangiamenti nascono dalla voglia di mostrare i brani nella loro essenza, per lasciare spazio alle sottigliezze e all’immaginazione, per presentarle al pubblico nel loro stato più puro. L’album contiene anche inediti ed è accompagnato anche da un libro scritto da Pau Dones dove vengono raccontati aneddoti legati all’attività del gruppo, esperienze personali e anche riflessioni legate alla malattia appena affrontata.
Venerdì 22 settembre arriva sul palco di piazza Santuario Francesco Gabbani, reduce dal doppio successo del Festival di Sanremo: l’anno scorso vinse infatti nella categoria Nuove proposte con il singolo Amen. Il cantautore toscano presenterà dal vivo l’ultimo album, Magellano, che contiene anche il brano vincitore tra i Big del 67^ Festival, Occidentali’s Karma, certificato triplo platino per gli oltre 150mila download e streaming, con oltre 81 milioni di visualizzazioni su youtube e il record di video di un artista italiano più visto in un solo giorno con 4.353.802 visualizzazioni realizzate domenica 12 febbraio. Una scimmia ballerina, tanta ironia, tanta voglia di giocare, far ballare ma anche far pensare che ha conquistato grandi e bambini, complice anche il balletto del video diventato ormai virale.
Jarabe de PaloCon la vittoria del premio TIMmusic per essere stato il brano più ascoltato sull’omonima piattaforma per la musica in streaming Gabbani si è aggiudicato un posto tra i partecipanti dell’EuroVision Song Contest 2017 che si terrà a Kiev in Ucraina a maggio.
Tra i grandi ospiti del ventennale del Cous Cous Fest arriva Joe Bastianich, l’imprenditore statunitense di origini italiane partner e fondatore di Eataly Usa, il risto-negozio di prodotti italiani di qualità che conta 6 milioni di visitatori l’anno solo nella “Grande Mela”.
Proprietario insieme allo chef Mario Batali di diversi ristoranti a New York tra cui “Del Posto”, l’unico ristorante italiano a guadagnarsi 4 stelle dal New York Times e di altri locali tra Las Vegas, Los Angeles e Singapore, Bastianich è diventato un volto noto in Italia grazie alla partecipazione come presenza fissa tra i giudici di Masterchef Italia. Sarà proprio il vulcanico Bastianich il presidente della giuria di esperti del Campionato del mondo del cous cous, momento centrale dell’evento che vedrà in campo 10 chef internazionali nella tradizionale sfida al piatto di cous cous più buono, un pretesto per parlare di pace ed integrazione culturale. Ma al cibo Bastianich unisce la passione per il vino (i vigneti di famiglia si trovano in Italia, sui Colli Orientali, a Cividale del Friuli) e per la musica con un’attività parallela di musicista professionista. E’, infatti, frontman del gruppo The Ramps, che salirà sul palco del Cous Cous Fest sabato 23 settembre per proporre il loro sound folk-blues-rock.Jarabe de Palo, Gabbani e Joe Bastianich and The Ramps sono i primi annunci dei grandi concerti gratuiti che andranno in scena durante le serate del festival e il cui calendario, con molti big della musica italiana, sarà annunciato prossimamente. (foto: gabbani,Joe Bastianich, Jarabe de Palo)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Como: anche il mondo della cultura e dello sport dicono “Rivogliamo il nostro lago”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 marzo 2017

javierComo. Javier Zanetti, Gianluca Zambrotta, Andrea Vitali, Davide Van De Sfroos, Carlo Recalcati e Loris Capirossi. Sono solo alcuni dei volti noti che hanno aderito all’iniziativa #rivogliamoilnostrolago promossa dal quotidiano La Provincia per ricordare ai politici la promessa di restituire, questa estate, la passeggiata del lungolago di Como a residenti e turisti.
È dal 2009, infatti, che Como è privata del suo lungolago per via di un cantiere dai trascorsi travagliati: l’ultimo capitolo è del marzo 2017 con l’apertura di un nuovo bando e la previsione che il cantiere possa ripartire nel 2018. Così, dopo le 60.208 cartoline raffiguranti il lago «ingabbiato», firmate da comaschi e turisti e consegnate lo scorso anno alla Presidenza del Consiglio, il quotidiano La Provincia ha organizzato una nuova mobilitazione mettendo a disposizione dei cittadini ben 100mila lucchetti in plastica contrassegnati dal simbolo della campagna “Rivogliamo il nostro lago” da appendere simbolicamente sulle grate del cantiere. Un’iniziativa che ha riscosso grandissimo successo: nel solo weekend sono stati distribuiti più di 40mila lucchetti e i restanti sono disponibili nella redazione del quotidiano.Una campagna che è, al tempo stesso, un inno alla bellezza e un atto di denuncia affinché il lungolago possa tornare finalmente ai suoi antichi e ormai dimenticati splendori. E a essere stati in prima linea a sostenere questo appello civico che ha coinvolto gianluca zambrottaERBA - LORIS CAPIROSSI TESTIMONIAL LUCCHETTO SALVIAMO IL NOSTRO LAGOmigliaia di comaschi e non, tanti volti noti, come: Javier Zanetti, ex calciatore e oggi vicepresidente dell’Inter che vive sul Lario da vent’anni, Gianluca Zambrotta, ex calciatore, campione del mondo e comasco doc che già nel 2011 aveva finanziato un allestimento per consentire la riapertura provvisoria di un tratto di passeggiata, Andrea Vitali, scrittore di rilievo nazionale, originario di Bellano, sulla sponda orientale del lago di Como. E ancora: Davide Van De Sfroos, cantautore comasco, che al lago di Como ha dedicato tante canzoni, Carlo Recalcati, già allenatore della Nazionale di basket, oggi alla guida della Pallacanestro Cantù e Loris Capirossi, ex pilota di moto e campione del mondo.Tutti testimonial molto amati dal pubblico che ci hanno “messo la faccia” attaccando i lucchetti colorati lungo le paratie e scattando il selfie #rivogliamoilnostrolago: una foto con il lucchetto in mano spedita via email, sui canali Facebook e Twitter del quotidiano La Provincia con l’hashtag #rivogliamoilnostrolago. Iniziativa che è piaciuta a tantissime persone: sono infatti già numerose le fotografie che sono arrivate al quotidiano e che continueranno a essere pubblicate sul giornale insieme a quelle scattate a negozianti, baristi e turisti, ritratti sul lungolago con il lucchetto. Con un unico obiettivo: ridare presto a comaschi e turisti il lungolago perduto. (javier, gianluca zambrotta, Loris Capirossi)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dal Cosmo alla Terra, alla Vita, alla Cultura: proposte di museo diffuso per la città di Roma

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 marzo 2017

Roma Lunedì 20 Marzo 2017, ore 11:00 / 22 Marzo 2017 Sedi varie Progetto finanziato MIUR – Diffusione della cultura scientifica. Lezioni di lancio, aperte anche al pubblico, su tre percorsi di “museo diffuso”. Sotto i Ponti di Roma: più di una Storia
Fabio Brancaleoni, Maurizio Gargano Lunedi 20 Marzo 2017, ore 11:00-13.00 Dipartimento di Architettura, Aula Libera Largo Gian Battista Marzi 10. Modularità e simmetrie nella città di Roma Antonio Pugliano, Laura Tedeschini Lalli, Alessandra Carlini Proiezione del video: “alternanza scuola- lavoro Liceo Scientifico Cavour – Progetto Mosaici Cosmateschi” premiato dal MIUR come Prodotto di Qualità
Martedì 21 Marzo 2017, ore 9:00-11:00 Dipartimento di Architettura, Aula Libera Largo Gian Battista Marzi 10 Ara Pacis, Il Codice Botanico di Augusto – parlare al popolo con le immagini della natura I Colori della Prosperità: Frutti del Vecchio e Nuovo Mondo – Raffaello, Loggia di Amore e Psiche – Villa della Farnesina.
Giulia Caneva, Antonio Sgamellotti, Paola Virgili Mercoledì 22 Marzo 2017, ore 9:15 Aula Magna Rettorato Via Ostiense 159

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La cultura della capitale è in grave crisi

Posted by fidest press agency su sabato, 18 marzo 2017

teatro eliseoLo “Stato ha il dovere di garantire il buon finanziamento dei grandi teatri nazionali, a partire dall’Eliseo diretto da Luca Barbareschi che, come annunciato ieri in conferenza stampa, potrebbe chiedere i battenti a fine stagione. È ovvio che anche i privati debbano fare la propria parte ma è evidente che in Italia i grandi investitori privati siano lontani dal mondo della cultura. È un problema, ma i finanziamenti pubblici alla cultura sono ancora troppo esigui e spesso- vedi bonus di 500 euro ai diciottenni- inutili e fallimentari, risorse cioè che sarebbero dovute andare al funzionamento complessivo delle grandi istituzioni culturali italiane. Ci sono poi quelli che, in questa scarsezza di fondi, prendono di più e quelli che prendono di meno. L’Eliseo, fa teatro di qualità, va giustamente tutelato. Infine il caso Roma. Rischia l’Eliseo, chiuso il Teatro dell’Orologio, punto interrogativo sul Valle: la cultura della Capitale è in grave crisi ormai da tempo”. È quanto ha dichiara il deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Bruno Murgia, componente della commissione Cultura.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno: Il Crowdfunding per la cultura tra Fundraising e Marketing

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2017

crowdfundingRoma, giovedì 23 febbraio 2017- ore 10.00 Associazione Civita, Sala Gianfranco Imperatori Piazza Venezia, 11.Anche grazie all’Art Bonus – misura di incentivazione fiscale introdotta dal Mibact nel 2014 e resa permanente dalla legge di Stabilità del 2016 – si è tornato a parlare nel nostro Paese di mecenatismo culturale. In quest’ambito, si sta delineando un nuovo donatore 3.0 che usa il web come canale per effettuare donazioni, anche di piccole somme, mostrandosi sempre più partecipe alla vita culturale della comunità, un tempo stimolato, in prevalenza, da cause sociali o umanitarie.In tale contesto, oltre al mondo delle produzioni artistiche, anche il settore culturale in senso stretto, tradizionalmente sostenuto dalla mano pubblica e rappresentato in particolare dalle organizzazioni legate alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio, guarda con crescente interesse al crowdfunding: uno strumento capace di coniugare il fundraising con forme di partecipazione e condivisione di progettualità spesso innovative.Metterne in luce le concrete potenzialità, evidenziando tanto gli elementi di forza quanto i fattori critici e di rischio, è l’obiettivo del convegno “Il crowdfunding per la Cultura, tra fundraising e marketing”, promosso dall’Associazione Civita, previsto per giovedì 23 febbraio 2016 alle ore 10.00 presso la Sala Gianfranco Imperatori della stessa Associazione.
Moderato da Marilena Pirrelli, giornalista di ArtEconomy24-Il Sole 24Ore, l’incontro sarà occasione per presentare il volume “Il crowdfunding nel settore culturale e creativo”, realizzato dal Centro Studi dell’Associazione Civita e edito da Marsilio Editori, dedicato al tema del crowdfunding artistico-culturale e volto a diffonderne la conoscenza e la prassi. Sarà distribuita copia del volume edito da Marsilio Editori (foto: Crowdfunding)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La cultura a Roma rischia lo sfratto per colpa della burocrazia

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2017

meraviglie di romaMentre gli Uffici del Dipartimento Patrimonio – in attuazione della Deliberazione di Giunta Capitolina 140 del 2015 – mandano lettere di sfratto e richieste di canoni esorbitanti a molte associazioni di volontariato, realtà culturali romane e teatri di periferia rischiano di chiudere i battenti, privando i cittadini di presidi culturali vivaci e frequentatissimi. Proseguono gli sgomberi, quindi, ma non si sa neanche come procedere per concedere gli stabili ad altri soggetti. Con il rischio, quasi certezza, di occupazioni abusive degli immobili abbandonati dai precedenti utilizzatori. Allo stato attuale, infatti, esiste solo una bozza di Regolamento per le concessioni, redatta dagli Uffici in piena autonomia ma sconosciuta anche ai Consiglieri di maggioranza.
Si rischia di dilapidare un patrimonio culturale diffuso fatto di giovani, volontari, sperimentazioni ed esperienze costruite nel corso degli anni.Come consiglieri capitolini, ed insieme alle associazioni che operano nel settore, chiediamo che un tema così delicato sia affrontato seriamente e con la giusta attenzione da parte dei due assessorati competenti: Patrimonio e Cultura.Una mozione, proposta dalla cons. Svetlana Celli, ed approvata all’unanimità il 9 febbraio dall’Assemblea Capitolina ha impegnato Sindaco e Giunta ad adottare gli atti necessari per la temporanea sospensione di tutte le istanze di rilascio degli immobili del Comune in concessione per attività senza fine di lucro, fino alla redazione di un apposito nuovo Regolamento.
La priorità è quella di preservare e tutelare le attività sane che rappresentano una risorsa per i territori ed i cittadini dal punto di vista dell’offerta culturale e della creazione di posti di lavoro ed indotto.Vogliamo inoltre che il nuovo Regolamento proceda in maniera spedita, senza intoppi e che sia il frutto di un’ampia partecipazione, aperta al prezioso contributo delle associazioni culturale ed alle Onlus che da anni operano in un settore troppo spesso sottovalutato.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cultura: Bergamo, Chiesto di illustrare delibera su riordino istituzioni culturali in Commissione

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 febbraio 2017

Roma Capitale. “Ho chiesto di illustrare in Commissione Cultura i principi e gli effetti della delibera di Giunta n. 126/2016, un provvedimento fortemente innovativo e complesso che prevede il riordino di una parte significativa delle istituzioni culturali capitoline. Mi fa piacere prendere atto che l’opposizione abbia sentito la stessa esigenza”. Così in una nota il vicesindaco di Roma, Luca Bergamo.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Capitale Italiana della Cultura 2018

Posted by fidest press agency su domenica, 15 gennaio 2017

audizione.jpgRoma. Si è svolta nei giorni scorsi presso la “Sala Spadolini” del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo a Roma l’audizione che ha visto protagonista l’Unione dei Comuni Elimo Ericini (Buseto Palizzolo, Custonaci, Erice, Paceco, San Vito Lo Capo, Valderice) candidata a Capitale Italiana della Cultura 2018. L’Unione dei Comuni Elimo Ericini è infatti tra le dieci città italiane scelte all’unanimità dalla giuria presieduta da Stefano Baia Curioni tra le 21 città partecipanti al titolo di Capitale Italiana della Cultura per il 2018. La proclamazione avverrà martedì 31 gennaio 2017 alle ore 15. In palio, per il vincitore, un milione di euro messo a disposizione dal Governo per realizzare il progetto e l’esclusione delle risorse investite nella realizzazione del progetto dal vincolo del Patto di stabilità.
Presente all’audizione la giuria presieduta da Stefano Baia Curioni, e composta da Francesca Cappelletti, Franco Iseppi, Cristina Loglio, Giuseppe Piperata, Giovanna Pugliese e Alberto Sinigaglia e la delegazione qualificata a rappresentare il territorio dell’Unione dei Comuni Elimo Ericini composta da Giuseppe Bica, sindaco di Custonaci e presidente dell’Unione dei Comuni Elimo Ericini, Giacomo Tranchida, sindaco di Erice e presidente Fondazione EriceArte, Vito Mancuso, presidente della Fondazione Architetti nel Mediterraneo di Trapani “Francesco La Grassa”, Gildo La Barbera, componente tecnico della Fondazione Distretto Turistico della Sicilia Occidentale, Domenico Mogavero, Vescovo di Mazara del Vallo e delegato per le Migrazioni della Conferenza Episcopale Siciliana, Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare (Sicilia), Luigi Biondo, direttore del Polo Museale della provincia di Trapani; Walter Roccaro, direttore del Conservatorio “A. Scontrino” di Trapani, Carla Athayde, direttrice studio Stardust Marsala- Barcelona, Darine Rajhi, direttrice della galleria “Magazzini dell’Arte Contemporanea” Trapani-Tunisi.
L’audizione è stata condotta come una performance teatrale con i diversi protagonisti. Nella fase iniziale dell’audizione è stato proiettato un video prodotto dal Distretto Turistico della Sicilia Occidentale e realizzato da AlfaMediaItalia. Al termine della presentazione la Commissione giudicatrice ha ricevuto un volantino a firma del Prof. Antonino Zichichi, Presidente dell’ Ettore Majorana Foundation and Center for Scientific Culture di Erice- Ginevra, sul “Manifesto di Erice 1982” in cui novantamila scienziati del mondo firmarono per una Scienza senza Segreti e senza Frontiere, nonché con la recita da parte di Darine Rajhi di una poesia di Adonis dal titolo Pace.
Gli investimenti più significativi previsti nel dossier, frutto di una scrupolosa ricognizione, sono concentrati sulla programmazione delle attività culturali per tutto l’anno di candidatura, con la previsione di interventi di durata: la rete museale e archeologica , il parco letterario multimediale “Dino D’Erice”, l’Urban Center nell’ex stazione di arrivo della funivia di Erice, l’arte contemporanea permanente, la rete della cultura immateriale, la rete enogastronomica, l’Osservatorio dei Paesaggi di Sicilia, gli itinerari del Liberty trapanese, i progetti di riuso, rigenerazione, riqualificazione urbana ed ambientale dei sei comuni aderenti all’Unione dei Comuni Elimo Ericini. (foto: audizione)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“5 appuntamenti…viaggiando tra arte e cultura”

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 gennaio 2017

rovigoRovigo Venerdì, 13 gennaio – ore 18.00 Palazzo Roncale, il giornalista Emilio Casalini è il protagonista dell’ultimo dei “5 appuntamenti… viaggiando tra arte e cultura” l’iniziativa culturale promossa dalla Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare e organizzata da Rovigo Convention & Visitors Bureau nell’ambito del progetto di promozione e marketing territoriale per il rilancio culturale e turistico del Polesine.Nel suo ultimo libro Rifondata sulla Bellezza (Spino Editore) che raccoglie tante piccole inchieste su come funziona il sistema turistico in diversi Paesi del mondo, il giornalista dimostra come questa risorsa economica sostenibile, sana e in crescita esponenziale nel resto del pianeta non funzioni come potrebbe in Italia e suggerisce delle idee su come migliorarla.
Quello del turismo, infatti, è un tema che riguarda tutti, in quanto gli attori in gioco non sono solo le istituzioni e gli operatori ma i singoli cittadini, ambasciatori di una ricchezza propria di ogni destinazione, protagonisti dell’accoglienza a vario titolo, fautori di una strategia di promozione che necessita di indubbie competenze complementari, ma anche dell’entusiasmo di tutti. Prenderne coscienza è il primo passo. Cambiare il secondo. Goderne dei frutti è il terzo.
Giornalista e collaboratore di molte emittenti e trasmissioni nazionali tra cui Rai News, Rai Educational e Report (Rai3), Emilio Casalini dal 1997 racconta il mondo e l’Italia attraverso inchieste, documentari e reportage. (foto: rovigo)

Posted in Cronaca/News, recensione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Luca Bergamo alla quinta edizione degli Stati generali della cultura de Il Sole 24 Ore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 dicembre 2016

luca-bergamoRoma Luca Bergamo vice sindaco e assessore alla cultura del comune di Roma è intervenuto alla quinta edizione degli Stati Generali della Cultura organizzati a Roma da Il Sole 24 Ore a partire dal Manifesto per la Cultura promosso nel 2012 dal Direttore de Il Sole 24 Ore Roberto Napoletano. “Negli anni – ha precisato l’Assessore Bergamo – le istituzioni sono diventate attori importanti, ma ognuna separata dall’altra, visto che non hanno avuto un mandato per generare un impatto sulla città. Questo primo atto è di riordino e riorganizzazione che cambia un po’ anche il profilo delle istituzioni culturali a cui viene chiesto non solo di essere delle macchine di produzione economica, ma motori per lo sviluppo di competenza sul territorio”. E soggiunge: “La domanda che faccio io ai privati è: siete disponibili a discutere interventi che hanno un fortissimo valore sociale, che hanno meno immagine ma che sono un elemento di ricostruzione delle condizioni per lo sviluppo economico? Questo discorso va fatto e deve essere anche incorporato in forme di revisione dell’Art bonus, per capire come l’investimento in zone meno servite dalle iniziative culturali riceva dalla normativa stessa dei benefici particolari. Non abbiamo solo bisogno di stabilire un rapporto tra pubblico e privato, ma che questo vada a finire in un determinato posto”.
Sempre sul tema dell’Art bonus e del rapporto tra pubblico e privato, l’Assessore Bergamo ha aggiunto che “la capacità di orientare gli investimenti privati dipende dagli atti di indirizzo generale per cui il Comune ha alcune leve di micro fiscalità. Viceversa, lo Stato nazionale ha delle leve molto più importanti. A me – ha aggiunto Bergamo – piacerebbe molto discutere con il Governo nazionale se e in che misura si possono inserire delle politiche di promozione della partecipazione privata alla vita culturale, degli elementi che consentano e incentivino l’investimento privato nelle zone che ne hanno più bisogno dal punto di vista della coesione sociale”. Per quanto riguarda il comune di Roma l’assessore ha reso noto che spera di portare in giunta un primo provvedimento per trasformare le istituzioni partecipate culturali in un sistema. Si tratta di 12 realtà che assorbono il 93% del bilancio”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cultura del rispetto e violenza di genere

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 dicembre 2016

Boldrini lauraLunedì 19 dicembre, alle 16.30 nell’Aula Pessina della storica sede centrale dell’Ateneo federiciano, si svolgerà l’incontro “Cultura del rispetto e violenza di genere, nel web e nel mondo reale” promosso dal Comitato Unico di Garanzia dell’Ateneo. Con l’obiettivo di sostenere un’azione di informazione e formazione, all’interno dell’Ateneo e sul territorio, aiutando a comprendere le radici culturali che sono alla base della violenza di genere. Ospite dell’incontro la Presidente della Camera onorevole Laura Boldrini che discuterà dei temi della violenza contro le donne, in particolar modo sul web. Dopo i saluti del Rettore Gaetano Manfredi , interverranno Concetta Giancola, docente Federico II e Presidente del Comitato Unico di Garanzia e l’onorevole Valeria Valente Presidente del Comitato Pari Opportunità della Camera dei Deputati. Seguirà la tavola rotonda con la partecipazione di Fabiola Silvestri, Primo Dirigente Polizia Postale di Stato di Napoli, Cultura del rispetto e violenza di genere Maura Striano, Coordinatrice del Dottorato “Mind, Gender and Language”, Dipartimento Studi Umanistici Universita degli Studi di Napoli Federico II, Patrizia Esposito, Presidente del Tribunale per i Minorenni, Ester Siracusa, Avvocato penalista, Elvira Reale, Psicologa, Centro Dafne –Codice Rosa dell’Ospedale Cardarelli di Napoli. Modera l’incontro Patrizia Capua, giornalista de “La Repubblica”. L’evento si concluderà con una performance dell’attrice Cristina Donadio accompagnata dal musicista Marco Zurzolo.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »