Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘cyrano de bergerac’

Teatro: Cyrano De Bergerac

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2017

rostand_cyrano_frontisRoma Dal 20 gennaio al 19 febbraio dal martedì al sabato ore 21.00; domenica ore 19.00 Teatro Stanze Segrete, Via della Penitenza 3. Oggi a distanza di 120 anni, nella sua versione originale in versi, il dramma di Edmond Rostand torna in scena a Roma con la regia di Matteo Fasanella Con Virna Zorzan, Gianpiero Botta, Antonio Coppola, Michele Prosperi, Leonardo Iacuzio Darkside LabTheatre Company Produzione: Stefano Sbarluzzi Produzioni. Un piccolo scrigno per accogliere l’immortale storia d’amore ispirata alla figura storica di Savinien Cyrano de Bergerac, uno dei più estrosi scrittori del seicento francese.A proporre il lavoro, partendo dalla versione originale, senza alterarne i versi ma apportando solo qualche taglio, è Darkside LabTheatre Company di Matteo Fasanella, già definita dalla stampa “una fucina di giovani talenti”, con la produzione coraggiosa di Stefano Sbarluzzi Produzioni.
Una compagnia under 30, che già si è fatta notare negli anni passati con progetti di qualità e che inaugura il 2017 con una vera e propria sfida: riportare in scena il Cyrano De Bergerac nella sua versione originale in versi.A farla da padrone, ovviamente – forte della poetica narrazione in versi – è una delle storie d’amore più belle che la letteratura abbia mai creato: l’amore, il genio, le virtù, l’uomo.La lucidità del personaggio maschile, viene ingannata dall’amore, che mette a nudo le fragilità di un uomo quasi perfetto, aldilà delle sue famigerate carenze fisiche. “Chi la vide sorridere conobbe l’ideale”: un ideale che porta Cyrano alla consapevolezza della sconfitta, ed egli affida il suo genio a un uomo che è in grado di soddisfare tutti i suoi sogni.”Se mi par che vi sia di speranza un’ombra, un’ombra sola”: la speranza, meravigliosa e vana, induce Cyrano a rendere questo amore, forse unico, palpitante. Egli utilizza tutte le sue virtù senza però mai slegarsi dalla maschera che lo protegge. Ne rimane talmente vincolato che, anche quando la verità viene a galla, preferisce immolarsi e concedersi alla sua vera musa ispiratrice: la libertà.Come può l’amore indurre a rinunciare al proprio volto? Come può l’amore portare un uomo a spalleggiare il proprio “nemico” nella conquista del proprio sogno?

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cyrano De Bergerac

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2009

cirano1ciranoRoma 7 ottobre  –  8 novembre 2009 Teatro Argentina La stagione del Teatro Argentina si apre il 7 ottobre con un capolavoro della letteratura teatrale di fine Ottocento “Cyrano de Bergerac”, lo spettacolo che debutta in prima nazionale assoluta, ha come protagonista uno dei più grandi talenti del teatro italiano: Massimo Popolizio.  Regia Daniele Abbado  Scene e costumi Graziano Gregori Costumi Carla Teti  con  Rossana, una Nobile Viola Pornaro, Cristiano di Nuevillette, un Nobile Luca Bastianello; Conte De Guiche Dario Cantarelli; Ragueneau, un Nobile Stefano Alessandroni; Le Bret Giovanni Battaglia; Capitano Carbone, un Poeta Andrea Gherpelli; Montfleury, Lignière, un Cadetto Marco Maccieri; Lisa, una Nobile, una Suora Carlotta Viscovo;  La Governante, una Nobile, una Suora Elisabetta Piccolomini; Bellarosa, un Cadetto Luca Campanella; Visconte di Valvert, un Poeta, un Cadetto, un Musicista Mauro Santopietro; Il Seccatore, un Poeta, un Cadetto, il Cappuccino Roberto Baldassari; Un Nobile, un Poeta, cadetto Bertrand, un Musicista Simone Ciampi;Un Nobile, un Poeta, un Cadetto Flavio Francucci; Un Nobile, un Cadetto Davide Lora  La storia di questo testo è rocambolesca e stupefacente quanto il suo protagonista: Cyrano, un vero acrobata della parola, un funambolo del verso, un poeta e pensatore, interpretato magistralmente da Massimo Popolizio, per la regia di Daniele Abbado. Lo spettacolo è prodotto dal Teatro di Roma.  Cyrano è un incantatore di donne ma innamorato infelice, anzi, innamorato senza speranza alcuna della cugina Roxanne, corrisposto solo nell’ombra dell’equivoco; la giovane è innamorata di Christian al quale Cyrano presta le proprie arti poetiche. Christian parlerà e scriverà imbeccato da Cyrano, per conquistare Roxanne, dando vita ad un triangolo amoroso che si protrarrà fino alle ultime righe del lavoro. Soltanto in punto di morte Cyrano troverà il coraggio di uscire da un’ombra durata quindici anni, per svelarsi a Roxanne e a sé stesso, concludendo in tal modo il suo rocambolesco percorso terreno. Un amore, sembra dirci, non ha bisogno di essere condiviso per essere esemplare. Cyrano lo sconfitto, suggeritore della vita e dell’opera di altri, ci indica passaggi dell’esistenza che non conosciamo, mescola estetica e vita, vita avventurosa e vita letteraria. Quando se ne va, porta nel mondo delle ombre il suo gran naso, simbolo di libertà, indipendenza, diversità, marchio di un eroe che si batte fino in fondo anche contro l’impossibile, persino contro le tenebre. Nel testo, la  ricorrente metafora della luna simboleggia questa diversità di carattere utopico, fino alla famosa scena in cui Cyrano inventa “sei mezzi buoni di violare l’azzurro” e salire sulla luna. Resta la risonanza dell’agire di un personaggio in fuga verso l’eroismo di ogni gesto quotidiano, che assume su di sé la impossibilità di qualsiasi eroismo individuale. Un combattente già sconfitto in partenza, che lotta fino alla fine contro un destino tragicomico.  (cyrano)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »