Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘decenza’

Manifestazione Arcigay

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 novembre 2010

Firenze 6 novembre 2010 a, a partire dalle ore 16, in via Cavour 1, davanti alla sede della Prefettura, si svolgerà una manifestazione pubblica, indetta da Arcigay Firenze “Il Giglio Rosa” O.N.L.U.S., per reagire alle vergognose esternazioni del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi secondo cui ‘è meglio essere appassionati di belle ragazze che gay’. “Riteniamo che il presidente Berlusconi, con quest’ennesima dichiarazione pubblica, e il suo Governo abbiano raggiunto i limiti della decenza e della civiltà” dichiarano i rappresentanti di Arcigay Firenze. “Manifesteremo per la dignità di milioni di lesbiche e gay offesi e denigrati da una politica becera e noncurante dei diritti fondamentali delle persone. Ci auguriamo di essere in tanti: associazioni, rappresentanti istituzionali, sindacati e cittadini, di destra e di sinistra, uniti contro le discriminazioni inammissibili del Presidente del Consiglio e le violazioni sistematiche del suo Governo nei confronti delle minoranze e delle diversità”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Berlusconi alle corde?

Posted by fidest press agency su sabato, 18 settembre 2010

Il caso “Berlusconi” fa riflettere. Le sue insistenze per avere subito un provvedimento che lo affranchi dai suoi guai giudiziari lo rendono nervoso e persino aggressivo. Rosario Amico Roxas chiedendosi la ragione di tanta ansietà ci espone la situazione nell’intento di portare luce a una vicenda che, a suo avviso, rappresenta un limite, se non oltre, di decenza istituzionale. Il tutto, per Rosario, incomincia nel “ 1970 allorchè Dario Azzaletto, figlio di Giuseppe (fiduciario di Andreotti in Sicilia), diviene socio della banca Rasini. Sempre nel 1970, il procuratore della banca Luigi Berlusconi (padre del cavaliere) ratificò un’operazione destinata ad avere un peso nella storia della Rasini: la banca acquisisce una quota della Brittener Anstalt, una società di Nassau legata alla Cisalpina Overseas Nassau Bank, nel cui consiglio d’amministrazione figurano nomi destinati a divenire famosi, come Roberto Calvi, Licio Gelli, Michele Sindona e monsignor Paul Marcinkus.
Quando il giornalista del New York Times, Nick Tosches, chiese a Sindona (poco prima della misteriosa, ma non troppo, morte di quest’ultimo): «Quali sono le banche usate dalla mafia?». Sindona rispose: «In Sicilia il Banco di Sicilia, a volte. A Milano una piccola banca in Piazza dei Mercanti». L’unica banca presente a Piazza dei Mercanti, al tempo, era inequivocabilmente la Banca Rasini. La Banca Rasini risulta, inoltre,  anche nella lista di banche ed istituti di credito che gestirono il passaggio dei finanziamenti di 113 miliardi di lire (equivalenti ad oltre 300 milioni di euro nel 2006) che ricevette la Fininvest, il gruppo finanziario e televisivo di Berlusconi, tra il 1978 ed il 1983, da ignoti benefattori, per cui il cavaliere, interrogato in proposito al processo Dell’Utri come persona informata dei fatti, si avvalse della facoltà di non rispondere. Il giornale inglese The Economist cita ripetutamente la Banca Rasini nel suo noto reportage su Silvio Berlusconi, sottolineando come, ad avviso dei recensori del reportage, Berlusconi abbia effettuato transazioni per mezzo della banca. È stato invece accertato che Silvio Berlusconi ha registrato presso la banca ventitré holding come negozi di parrucchiere ed estetista. Anche per fare chiarezza su questi fatti nel 1998 l’archivio della banca è stato messo sotto sequestro”. A questo punto c’è da chiedersi quali sono i timori del cavaliere sui risvolti di queste faccende? “Non riguardano – afferma Rosario – le piccole operazioni, per quanto discutibili, dalle quali si è salvato con prescrizioni, oppure “per intervenuta modifica della legge sul falso in bilancio”, oppure con sanatorie, condoni o perdoni acquistati (Previti fu molto attivo in quegli anni).  I timori riguardano ben altri intrecci dove si incontrano mafia, politica, affari, Vaticano e P2; lì dentro ci sono morti, dispersi, scomparsi, banda della Magliana, il bandito De Pedis sepolto in Sant’Apollinare. La coincidenza vuole che in tutte queste circostanze, appare l’ombra del cavaliere”. “Lo scivolone – precisa Rosario – in un modesto processo di corruzione, come nel caso Mills, potrebbe aprire varchi nella difesa dai quali uscirebbero moltissimi segreti di Stato che ancora incombono sull’Italia come  irrisolti oppure coperti dal segreto di Stato”. E’ questo il back ground che riaffiora oggi e rende agitati i sonni del Cavaliere. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alemanno e la ricetta anticrisi

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 giugno 2010

“Alemanno continua a sorprenderci ogni giorno di più con dichiarazioni innovative per rientrare del debito accumulato dal Comune, ma il suo piano altro non è che un semplice spostamento di aumenti da pagare per i cittadini romani da una voce all’altra per renderci meno amara la pillola. Come se non bastasse la politica di austerità messa in pratica dalla Regione, che ha già provveduto a tagliare posti letto negli ospedali, ora interviene in pompa magna anche il primo cittadino della Capitale con aumenti spropositati di Irpef e Ici, che arriverà a toccare il 10 per mille sulle case sfitte, non rendendosi conto che la stragrande maggioranza delle famiglie romane è costretta a vivere con una busta paga ai limiti della decenza”. Non usa mezzi termini Oscar Tortosa, vicesegretario per il Lazio dell’Italia dei Valori, per esprimere tutte le sue perplessità relative alle ultime dichiarazioni del sindaco capitolino, Gianni Alemanno, per sfuggire alla morsa della crisi, rilasciate ieri all’Auditorium al cospetto del sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta.“Evidentemente al sindaco non è bastato aumentare la retta degli asili nido e delle mense scolastiche, ora vuole colpire anche ciò che abbiamo di più caro, la nostra casa – tuona l’esponente del partito guidato da Antonio Di Pietro – Perché invece di inventare nuove tasse non si propone una ferrea e decisa caccia agli evasori fiscali di questa città? Perché non mandiamo i dipendenti comunali casa per casa a scovare questi truffatori? Facciamo le dovute verifiche su chi specula alle spalle dei cittadini, anziché continuare a creare commissioni su commissioni, altrimenti continuando di questo passo Alemanno arriverà a tassare anche l’ombra dei balconi. Concludo – aggiunge Tortosa – facendo notare al sindaco che oramai il malumore collettivo è palpabile, la gente è esasperata e pronta a scendere in piazza, perché non possiamo più assistere inermi a questo scempio”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bari assistenza alla deriva

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2009

Mancata applicazione della Legge 626 (relativa alla sicurezza sui luoghi di lavoro) e condizioni igieniche al limite della decenza. Questo il quadro desolante relativo alle postazioni di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) emerso a seguito di una task-force condotta dalla Asl di Bari lo scorso mese di maggio. In seguito a tale supervisione da parte dell’Azienda sanitaria locale, non vi è stata alcuna ristrutturazione o messa norma delle suddette postazioni. Una situazione che desta non poche preoccupazioni, rendono noto i sindacalisti del Sindacato dei Medici Italiani (Smi-Puglia), anche in vista degli eventuali interventi relativi alla diffusione dei virus influenzali. “Lo Smi-Puglia chiede, a chi di competenza, una decisiva svolta nella ristrutturazione complessiva delle sedi di Continuità Assistenziale – dichiara Carlo Autorino, sindacalista del Sindacato dei Medici Italiani della sezione Puglia – E’ assurdo che un servizio sanitario essenziale per l’utenza non possa tutelare, in maniera dignitosa, la salute dei cittadini che vi fanno quotidianamente riferimento. Basti pensare ai locali privi di condizioni igienico-sanitarie in cui i medici sono costretti a svolgere il proprio turno, ma anche a ricevere e visitare i pazienti. Recenti notizie di cronaca hanno riportato casi di contagio del virus‘A-H1N1’; motivo per cui gli specialisti raccomandano massima igiene e precauzione, proprio per evitare una ulteriore diffusione della nuova influenza. Ma poi, paradossalmente, ci si ritrova a far riferimento a strutture sanitarie prive di quelle norme igieniche basilari ed elementari. Inoltre – conclude Carlo Autorino – auspichiamo nella celere integrazione tra Continuità Assistenziale e Assistenza Primaria; una clausola di grande rilevanza per il sistema sanitario territoriale contenuta nell’Accordo integrativo regionale (AIR), ma non ancora portata a compimento. Nonostante siano passati quasi due anni dalla firma dell’AIR”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »