Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘degrado’

Il laghetto dell’Eur in stato di degrado

Posted by fidest press agency su sabato, 8 dicembre 2018

Roma “Il laghetto dell’Eur, una delle passeggiate più affascinati della capitale è da mesi in stato di abbandono in attesa di interventi senza tempo. Non si capisce cosa aspetta la il Campidoglio a far sentire la propria voce presso l’ente EUR gestore dello spazio verde. I giardini progettati dall’architetto Raffaele de Vico oggi si presentano come una ferita in una zona della capitale definita anche la ‘City di Roma’.
Il parco che delimita il bacino d’acqua, ubicato nel centro di importanti sedi di istituzioni nazionali e internazionali, di un polo museale, di società multinazionali, dominato dal Palazzo dello Sport e a pochi passi dal polo congressuale e della Nuvola di Fuksas, è purtroppo vittima del mal governo di questa città. L’area verde che delimita lo specchio d’acqua dell’Eur, è completamente abbandonata a se stessa, con i cancelli lasciati aperti e accessibili giorno e notte. I lavori in corso per il ripristino dell’area giochi dei bambini, sono segnalati da cartelli di pericolo senza nessuna sicurezza, oltrepassarli è un vero ‘gioco da ragazzi’, con accesso senza problemi all’argine del lago. I comitati di quartiere hanno più volte segnalato a Eur spa, il degrado e i pericoli in cui versa l’area verde, cosa aspetta l’amministrazione capitolina ad intervenire? Ho predisposto una interrogazione urgente alla sindaca e alla giunta per conoscere i motivi che impediscono gli interventi di manutenzione e riqualificazione dell’area. “
Così in una nota il consigliere del Pd capitolino Giulio Pelonzi.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: Degrado e baraccopoli

Posted by fidest press agency su sabato, 22 settembre 2018

Il degrado di uno dei luoghi più importanti di Roma, il Gianicolo, ormai arriva fino alle sue pendici. Non bastavano i busti presi sempre più d’assalto dai vandali. Ora in via Garibaldi, poco prima del varco ztl, a due passi da Trastevere, è sorto un piccolo accampamento con i soliti panni stesi, immondizia e oggetti di scarto che sporcano l’area verde vicino al rudere di un manufatto. Le baraccopoli improvvisate sono ormai parte del tessuto urbano in tutti i municipi, nessuno escluso, a causa della sciatteria nel loro contrasto, insieme ad assurde politiche di accoglienza i cui risultati fallimentari sono questi. Siamo stanchi di vedere dal sindaco Raggi una politica per i nomadi e gli immigrati fatta di bonus assistenziali per pagarsi l’affitto o case già arredate con spese da milioni di euro per l’assistenza se poi i risultati sono quelli di vedere la Capitale invasa da tutti quelli che sperano di trovare il paradiso e poi si trovano a vivere tra topi e rifiuti nella vegetazione di Roma” lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, dirigente regionale della Lega Salvini premier.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Firenze degrado e turismo: I panini da mettersi in tasca… Che fare?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 settembre 2018

Proprio così, i panini da mettersi in tasca… è questa la politica dell’amministrazione del Comune di Firenze per affrontare uno dei problemi che attanagliano la città, il degrado da overdose di turismo. Infatti da qualche giorno è stata attiva l’ordinanza che impedisce di consumare per strada il cibo comprato in via de’ Neri e strade limitrofe, e chi si azzarderà verrà multato. Questa strada alle spalle di Palazzo Vecchio è stata rinominata Borg’Unto, con un pindarico riferimento al cibo non sano che il termine “unto” richiama. Eppure, un bel panino alla finocchiona… ma questo è un altro discorso. L’ordinanza di per sé, a nostro modesto avviso, è da incompetenti e tipica di chi vuole lavarsi la coscienza prendendo provvedimenti che di facciata sembrano risolutivi, ma che nella pratica sono solo più pericolosi della precedente situazione di mancanza di disposizioni.
Dove dovrebbero andare a consumare -i turisti che hanno visto, e capito, i cartelli di preannunciate multe salate- i panini e le pizzette che comprano in quelle strade? Secondo l’ordinanza dovrebbero andare al giardino di villa Demidoff di lungarno Serristori o al giardino Martin Lutero di lungarno Torrigiani. Ma dove vivono i nostri amministratori per pensare una cosa del genere? Ve l’immaginate una persona che si compra un panino o una pizzetta, se la mette in tasca (si fa per dire estremizzando…) e poi si sposta in uno di questi luoghi per mangiarselo? Suvvia, è proprio il contrario del motivo per cui si acquista un cibo del genere…. mangiato lì per lì e via… Cosa succederà quindi? Qualche multa esemplare con tanto di articoli e interviste sulla stampa locale, sì da mostrare il lato maschio dei nostri tutori dell’ordine e dell’amministrazione comunale, e poi nulla. A meno che al Comune non siano non solo incapaci per aver emesso una simile ordinanza, ma anche pazzi, perché una cosa del genere, vista l’importanza di Firenze nel mondo come meta turistica, come minimo rimbalzerà su tutte le cronache mondiali, considerandoci fra le righe come dei perfetti imbecilli.
Noi siamo convinti che l’amministrazione fiorentina voglia il bene della città, facendo aumentare il turismo, rendendolo più consapevole, più amico della città e dell’ambiente, che vogliamo fornire a questo turismo maggiori incentivi per crescere… ma, purtroppo, ci stanno solo mostrando di essere incapaci. Di lavorare solo alla costruzione di un alibi di facciata e di aggravare le situazioni già difficili che esistono… quanti, nel nostro aso di Borg’Unto, invece di “migrare” ai giardini consigliati (e meno noti ai più) consumeranno, per esempio, in piazza Signoria? In che mani continuiamo a stare… sono anni, decenni, che si dice che questi problemi esistono e che vanno affrontati con degli investimenti e non con dei divieti e basta. Ma non accade nulla. Sembra che i soldi da investire non vengano valutati nel classico meccanismo di dare-avere, ma solo come una suppellettile inutile.
Ipotesi. Noi peroriamo, per esempio, la costruzione di almeno una cinquantina di bagni pubblici gratis (con controlli stretti e continui per igiene e pulizia), funzionali per chi poi -con esecrazione pubblica che si rinnova puntualmente anche con inutili multe salate- non si sia costretti a pisciare per strada o a mangiarsi del cibo con le mani sporche. E accanto a questi bagni pubblici delle piccole e diffuse aree di sosta attrezzate per riposarsi e consumare il proprio cibo -dal punto di vista estetico ed architettonico le soluzioni sono tante e anche molto gentili. E’ probabile che qualche commerciante ottuso protesterà perché non venderà più una bottiglia d’acqua o un caffè per consentire l’uso dei propri servizi igienici, ma questo vale di più della soddisfazione dei turisti e dell’immagine “friendly” che Firenze ne gioverebbe in giro per il mondo? Non è invece proprio il caso di fare investimenti in questo ambito?
Altrimenti, per non esplodere l’amministrazione dovrà adottare l’unico provvedimento possibile in un contesto in cui si usano solo i divieti (che apparentemente sono senza costi pubblici): vietare la vendita di cibo da asporto in tutte queste strade oggi soggette all’ordinanza, che un domani non potrà che riguardare come minimo tutto il centro storico. Divieto che è molto probabile che non verrà mai preso, con una sola conseguenza: la moltiplicazione dei problemi attuali. Crediamo che occorra una mentalità imprenditoriale, semplice ma decisa, per attuare ciò che noi auspichiamo. Pensare, cioé, che l’economia legata al turismo non sia solo una rendita di posizione o con qualche investimento di promozione pubblicitaria. Ma una scelta a tutto tondo, dove il dare-avere sia una conseguenza dei propri investimenti, considerando tutti i momenti di questo processo economico, e non solo quello promozionale. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma Capitale: Il Muro di Ostia

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 novembre 2017

ostiaE’ il muro del lungomare che separa i cittadini dal mare di Ostia. Costruito per tutelare gli interessi dei proprietari degli stabilimenti balneari che, di fatto, ne hanno fatto una enclave, separata dal Municipio X (Ostia) e della stessa Capitale. Il resto, quello che apprendiamo dalle cronache di questi giorni, fa parte del contesto degradato del quale il Muro ne è l’emblema.
Chi frequenta le coste di altre Regioni può tranquillamente passeggiare sul lungomare, godendo appieno della vista marina, senza ostacoli. Ad Ostia, no, non è consentito. Il Muro ostacola la vista, impedisce la visione, costringe il cittadino a immaginare ciò che è di tutti. Come poteva questa frazione litoranea (232 mila abitanti!) di Roma Capitale essere diversa da quello scempio paesaggistico?
Vedremo nei prossimi mesi se i nuovi amministratori sapranno amministrare diversamente o scivoleranno verso l’accondiscendenza al simbolo del degrado: il Muro. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma Piazza Vittorio: Un gioiello lasciato nel degrado

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 agosto 2017

piazza-vittorio-esquilino“Che Piazza Vittorio, uno dei luoghi più belli di Roma per testimonianze storiche e paesaggistiche, sia abbandonato al degrado fa davvero rabbia, il tutto nel completo disinteresse dell’Amministrazione Raggi che sebbene sia stata da noi allertata a più riprese, oltre che dai comitati di quartiere, sembra non curarsi minimamente dello stato in cui versa il luogo. Recarsi nel parco all’interno della piazza è ormai diventata un’impresa, bisogna infatti aggirare il gruppo fisso di pusher nord-africani, il gruppo di slavi dell’Est Europa perennemente ubriachi, i senzatetto e immigrati che espletano i loro bisogni all’aperto urinando e defecando noncuranti davanti gli occhi sgomenti dei residenti del quartiere e dei turisti. Vista l’urgenza della situazione, abbiamo presentato a questo riguardo un’interrogazione dettagliata di tutte le problematiche che affliggono questo luogo che è un unicum nel suo genere, vista la presenza di reperti archeologici e strutture architettoniche importanti quali i resti del Ninfeo di Alessandro Severo conosciuto come i “Trofei di Mario” e la celebre “Porta Magica” opera di metà Seicento qui collocata nel 1890, oltre al fatto che la piazza fu realizzata dal grande architetto Gaetano Koch, che la realizzò tra il 1882 e il 1887. Del resto all’ordine del giorno è anche l’aspetto sicurezza, a causa delle continue risse tra sbandati extracomunitari con precedenti penali, oltre la casbah di bancarelle che vendono la loro paccottiglia sotto i portici della piazza, che impediscono il transito dei pedoni. Chiediamo al Sindaco Raggi di intervenire immediatamente per attuare un complessivo progetto di riqualificazione e valorizzazione di questa zona, risolvendo il degrado che investe l’intera Piazza Vittorio, luogo simbolo dell’Esquilino”. Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Degrado cimiteri romani

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 luglio 2017

cimitero-veranoValeria Campana la portavoce del Comitato Cimiteri Capitolini ci segnala che oggi pomeriggio presso l’Assessorato Ambiente a Porta Metronia un gruppo di cittadini romani presenterà l’ennesima protesta formale sia sul degrado in cui versano i cimiteri romani sia per il mancato riscontro alle continue segnalazioni che il comitato ha inoltrato all’amministrazione capitolina, all’assessorato competente e all’Ama. E’ una iniziativa che avremmo voluto non ci fosse e di certo non vi sarebbe stata se la sensibilità da sempre dichiarata a partire dalla sindaca Virginia Raggi e dal responsabile dell’assessorato competente e dalla stessa Ama si fosse tradotta in fatti concreti.
Perché non si ascoltano le giuste rimostranze dei cittadini come se si provasse gusto ad esacerbare gli animi? In questo modo si rende un cattivo servizio all’idea che i romani si erano fatta del vento del cambiamento che il Movimento cinque stelle ha più volte sostenuto con fermezza e ponendo al primo posto proprio la volontà di ascoltare i propri amministrati. Come dire? Si predica bene e si razzola male.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Villa di Plinio il Giovane: va strappata all’incuria e al degrado

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 luglio 2017

villa plinio il giovaneRoma. “Oggi vogliamo segnalare lo stato di assoluto degrado e abbandono in cui si trova la Villa di Plinio il Giovane all’interno della pineta di Castel Fusano nel territorio del X Municipio; stiamo parlando di un importantissimo sito archeologico che non è nemmeno presente nelle piantine del parco di Castel Fusano. L’area archeologica si trova tra via degli Atlantici e via della Villa di Plinio, ma è nascosta tra la folta vegetazione e già riuscire ad accedervi di per se stesso è un’avventura. Non ci sono controlli di alcun tipo, l’unico cartello presente è quello con la pianta del Parco Urbano Pineta di Castel Fusano e la zona è tristemente nota per essere caduta in mano ai cosiddetti ‘tombaroli’, gente senza scrupoli che alimenta il traffico del mercato nero dei reperti antico-romani. La Villa di Plinio è anche uno degli scenari macabramente preferiti dalle sette sataniche e il senso di degrado è alimentato dal fatto che non esiste un percorso di visite guidate. Facciamo poi notare che nel 2007 vennero stanziati ben 500mila euro da parte dell’allora assessorato alle Politiche culturali del Comune di Roma: risorse che avrebbero dovuto essere impiegate per la messa in sicurezza del sito mediante la creazione e fruizione di inediti percorsi turistici guidati. Progetti caduti nel nulla. E’ pertanto ferma intenzione della nostra amministrazione quella di procedere spediti verso la tutela e la valorizzazione della storica Villa di epoca romana, attivando un percorso virtuoso di manutenzione contro il degrado che attualmente la attanaglia e un monitoraggio costante della situazione”.Lo dichiara in una nota la Presidente della Commissione capitolina Turismo, Moda e Relazioni Internazionali Carola Penna (M5S).

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Degrado ambientale a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 13 maggio 2017

virginia raggiRoma “Sono passati sette mesi dalla mia interrogazione, si ricorda che da regolamento la risposta ad un’interrogazione scritta è di trenta giorni, relativamente al degrado che sussisteva e sussiste anche oggi in questo campo sportivo sito in Via Lanfranco Maroi all’altezza del civico 21, dove troviamo erba alta, rifiuti, muretti rotti, recinzioni rubate, bottiglie di vetro, canestri per il basket anch’essi rubati. Con questa interrogazione si richiedeva appunto un intervento urgente per la riqualificazione dell’area ma si voleva altre sì mettere un punto sulla vicenda competenze, dal momento che le voci sulla gestione di questo spazio tra i cittadini è diversificata. In tutti questi mesi l’Assessore al Patrimonio del Municipio XI, Stefano Lucidi ha prodotto zero, nonostante la reiterata richiesta del sottoscritto per sollecitare una risposta in merito, ad oggi non abbiamo in mano nulla, quello che è certo è che questo spazio, il quale potrebbe realmente fungere come luogo aggregativo per giovani ed anziani, è assolutamente inutilizzabile e decadente. Il presidente Torelli è stato più impegnato a dirimere malumori e dissidi interni in tutto questo tempo, piuttosto che cercare di dare risposte concrete alle istanze territoriali. Auspichiamo una sterzata definitiva da parte di questa amministrazione inconcludente, anche perché il periodo di stage è finito da un pezzo” Così in una nota Daniele Catalano consigliere di Fratelli d’Italia del Municipio Roma XI

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: degrado a Villa Sciarra

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 ottobre 2016

villa-sciarra“Le transenne da settimane privano un intero quartiere e soprattutto i bambini anche dell’adiacente scuola Crispi dell’unica attrazione a loro dedicata di Largo Oriani, in un quartiere che non offre alternative di svago complice anche il pericoloso degrado in cui versa da tempo Villa Sciarra”, così in una nota Giovanni Picone, capogruppo di Fratelli d’Italia e Marco Giudici, Vicepresidente del Consiglio del Municipio XII “Le promesse di potenziare il piccolo parco giochi di Largo Oriani e la bonifica del prato adiacente, divenuto ricettacolo di sporcizia, sono rimaste fino ad oggi vane. Il problema va risolto quanto prima perché nonostante le transenne i bambini continuano a giocare con l’unica attrazione disponibile nella zona. Per evitare problemi chiediamo un intervento a tutela della loro sicurezza, che risolva il guasto nel più breve tempo possibile e restituisca un gioco sicuro al quartiere.” (foto: villa sciarra)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stadio Paolo Rosi: Affitto a 52 Euro l’anno e un inconcepibile degrado

Posted by fidest press agency su martedì, 23 agosto 2016

Stadio Paolo Rosi2

Stadio Paolo Rosi1

Roma Campi da tennis, pallacanestro, calcetto, bocce inutilizzati da anni e degradati, immobili fatiscenti, alberature pericolanti, aree a verde incolte e rifiuti sparsi. Cosi’ si presenta lo stadio Paolo Rosi (ex Stadio delle Aquile). 140.000 metri quadrati concessi dal Comune di Roma ai dipendenti dello stesso comune tramite il CRAL (Circolo Ricreativo Aziendale dei Lavoratori) per la modica cifra di 52 euro l’anno (esattamente 51,65 euro). Le foto testimoniano solo una parte del degrado. L’unica area decente sono le corsie per l’atletica affidate alla Fidal, la federazione di atletica leggera affiliata al CONI.
La convenzione tra il Comune di Roma e il CRAL prevede che lo stesso Circolo debba provvedere a “realizzare a propria cura e spese le eventuali opere di adattamento ed eventuale valorizzazione dell’immobile,…., senza la necessità di ulteriore atto e senza il diritto al rimborso della relativa spesa” e di “farsi carico di tutte le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria”. L’evidenza del degrado, pero’, e’ sotto gli occhi di tutti. Non e’ piu’ tollerabile che un’area pubblica venga lasciata in tale abbandono. Abbiamo sollecitato la sindaca Virginia Raggi ad assumere le iniziative del caso, considerato che si e’ in presenza di inosservanze alle prescrizioni della convenzione e di danno alla cittadinanza per la mancata utilizzazione di impianti pubblici. (stadio paolo rosi)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A Roma si torna a parlare di ronde

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 marzo 2015

ronde_internaPaolo Marchionne, minisindaco del III Municipio di Roma Capitale, intervistato da Radio Cusano Campus, l’emittente del’Università Degli Studi Niccolò Cusano, nel corso del format ECG Regione da Andrea Di Ciancio e Roberto, ha commentato: “Non servono le ronde o le passeggiate della legalità, ma altre iniziative. Può essere molto più utile il fatto che si possa realizzare una zona di videosorveglianza diffusa ad opera dell’amministrazione, poi ovviamente se quella dei cittadini vuole essere una manifestazione di natura politica o civile per alzare il campanello di allarme è assolutamente legittima, ma le passeggiate notturne possono comunque esporre i residenti ad altri tipi di rischi e non mi sento assolutamente di caldeggiarle”. La risposta di Marchionne arriva dopo l’intervento, sempre su Radio Cusano Campus, di un esponente del Comitato di Quartiere Valli Conca D’Oro, che ha annunciato: “Noi non chiediamo piste ciclabili su via Conca D’Oro per abbellire il quartiere, ma solamente le basi: sicurezza, la lotta al degrado e il rispetto per i cittadini che pagano le tasse. Cose che non avvengono. Se le Istituzioni non sono in grado di garantire quello che è il minimo sindacale sono tenute a dimettersi. Ci organizzeremo in ronde? L’otto marzo ci sarà un incontro, il comitato di quartiere si organizzerà in passeggiate serali per supportare, entro tutti i termini di legge, la polizia, i carabinieri e i vigili urbani, per far sì che i problemi legati alla sicurezza che riguardano il nostro quartiere vengano meno. La situazione è diventata insostenibile, dove le istituzioni non mettono mano, ci metteremo mano noi”. (foto fonte il fatto quotidiano)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma Castel Sant’Angelo: degrado e rifiuti

Posted by fidest press agency su sabato, 2 luglio 2011

“Non c’è dubbio che la città di Roma sia sempre più sporca. Se una volta il problema riguardava le zone meno centrali, oggi il problema riguarda anche e soprattutto il centro storico, comprese le stesse aree monumentali, lasciate in un degrado spaventoso. Purtroppo questa è la Roma del Sindaco Alemanno e di “parentopoli”. Basti pensare alla zona di Castel Sant’Angelo, una delle mete più frequentate dai turisti di tutto il mondo che, oltre a poter ammirare il suggestivo monumento che si affaccia sul Tevere, sono costretti ad assistere allibiti all’indecoroso spettacolo rappresentato da una distesa di rifiuti sparsa nei sottostanti giardini, proprio sotto le sue mura del Castello. Le foto che abbiamo raccolto in questi giorni (allegate al presente comunicato) dimostrano quanta poca attenzione l’attuale Giunta Alemanno abbia nei confronti del nostro patrimonio storico e architettonico, invidiato da tutto il mondo. Un pessimo biglietto di visita per la città e per la sua immagine nel mondo”. E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, membro della direzione romana del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio. (foto,1,2,3)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pietralata, “dal degrado ai servizi per i residenti”

Posted by fidest press agency su sabato, 2 luglio 2011

Roma zona Pietralata a ridosso della stazione Tiburtina. “Lo sgombero in corso del capannone occupato in via delle Cave di Pietralata 102 è un altro importante traguardo che si aggiunge alla lunga lista di interventi coordinati dal Dipartimento sicurezza del Campidoglio e condotti dalla Questura e dalla Polizia di Roma Capitale per ripristinare decoro e sicurezza in tutti i quartieri della città vittime di episodi di furti, scippi, degrado e disturbo della quiete pubblica. Finalmente Via delle Cave di Pietralata sarà riqualificata, così come indicato nel progetto S.d.o. (sistema direzionale orientale), che tra l’altro prevede la realizzazione di un’area verde e ampi luoghi di parcheggio nella zona, che andranno a servire la stazione metropolitana di Quintiliani e la zona densamente popolata a ridosso di Largo Beltramelli, fino a Via dei Monti Tiburtini. Ora è necessario velocizzare le operazioni di bonifica e riqualificazione per restituire maggiori servizi e una migliore qualità della vita alle migliaia di residenti del quartiere”– ne dà notizia Fabrizio Santori, Presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Degrado foreste europee

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 giugno 2011

Sono stati presentati lo scorso 21 giugno, presso l’Auditorium Internazionale di Bruxelles, i risultati del progetto FutMon, il più grande progetto LIFE+ mai finanziato dall’Unione Europea, che forniscono un quadro aggiornato delle condizioni delle foreste in Europa. Il progetto, della durata di 2 anni e mezzo è stato co-finanziato con 16 milioni di euro dall’Unione Europea e ha coinvolto 23 Stati Membri e 38 enti, tra cui, per l’Italia, il Corpo forestale dello Stato, il Consiglio Nazionale delle Ricerche e il Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura. L’Università di Camerino ha partecipato al progetto con il prof. Roberto Canullo della Scuola di Scienze Ambientali, responsabile a livello europeo delle attività di intercalibrazione e valutazione della qualità dei dati di campo relativi al monitoraggio della vegetazione e della diversità vegetale. Il monitoraggio forestale in Europa è iniziato 25 anni fa sotto l’egida congiunta dell’Unione Europea e del programma ICP Forests del Consiglio Economico per l’Europa delle Nazioni Unite. Grazie a questo progetto, la rete di monitoraggio forestale europea esistente è stata completamente ridisegnata e testata, ed è ora basata su 300 aree di studio intensivo integrate con una rete estensiva di 5000 aree, delle quali 22 in Italia, che coprono tutto il territorio europeo dalla Lapponia alla Sicilia. E’ stata inoltre ridefinita la rete di monitoraggio estensivo, così da renderla integrabile con gli inventari forestali nazionali, per ridurre i costi e facilitare l’uso dei dati raccolti. Il progetto ha coinvolto circa 200 esperti, tra i quali appunto il prof. Canullo, e i dati raccolti sono stati inseriti in una banca dati centralizzata, dove sono a disposizione della Commissione Europea e, su richiesta, di altri ricercatori per usi scientifici. La rete complessa di siti di monitoraggio forestale rappresenta il migliore esempio di “infrastruttura” europea che, tra l’altro, si presta agli obiettivi delle ricerche a lungo termine sulla diversità e le funzioni dell’ecosistema forestale.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni amministrative

Posted by fidest press agency su martedì, 31 maggio 2011

Dichiarazione di Mario Staderini, Segretario di Radicali Italiani “Pur tenendo presente il carattere antidemocratico anche di queste elezioni, i risultati assumono un indubbio valore di fatto. In assenza di una vera alternativa a questo regime, gli italiani vanno dalla parte che si pensa meno colpevole del degrado del Paese, perché ufficialmente, e televisivamente, meno berlusconiana. Ad essere sconfitti, insieme a Berlusconi, sono oggi il vuoto di riforme liberali dell’attuale Governo commissariato da Tremonti e la propaganda xenofoba della Lega di Bossi e Maroni. A vincere sono le persone – come Pisapia, De Magistris e Zedda – che, con il sistema a doppio turno delle comunali, tornano al centro della politica. Ha ragione Bersani nel chiedere una nuova legge elettorale, ma che sia la riforma fondata sul collegio uninominale maggioritario e non la controriforma proporzionalistica che ci porterebbe dritti a Weimar”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Degrado culturale, politico e sociale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 maggio 2011

Roma 26 maggio 2011 – ore 16.00 P.zza Sant’Apollinare, 49 Pontificia Università della Santa Croce Istituto Superiore di Scienze Religiose all’Apollinare – Aula “Alvaro del Portillo” un incontro organizzato dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose della Pontificia Università della Santa Croce e dalle Paoline per parlare di questi tempi e del degrado culturale, politico e sociale. Sembra più facile alzare la voce per una denuncia, che non cercare strade per una ripresa di vita e di coraggio. Abbiamo celebrato 150 anni di unità nazionale, ma si avverte la fatica e la precarietà di una unità tutta ancora da raggiungere. In queste pagine, il teologo Antonio Staglianò, da più di due anni vescovo della diocesi di Noto (SR), ripercorre i molti interventi della Chiesa italiana e delle Chiese locali evidenziando quegli aspetti relativi al Sud, al suo patrimonio di cultura, di fede e di tradizioni religiose che contribuiscono ad alimentare quella speranza di cui si avverte tutta l’urgenza. Intervengono S.E. Mons. Diego Coletti, Vescovo di Como, S.E. Mons. Domenico Graziani, Arcivescovo di Crotone – S. Severina Prof. Giovanni Maria Vian, Direttore de L’Osservatore Romano Modera Prof. Don Marco Porta, Direttore ISSR all’Apollinare Sarà presente l’Autore

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Degrado di piazza S. Cosimato a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2011

Roma. Pavimentazione dissestata, canali di scolo divelti e pericolose voragini, banchi del mercato instabili, vegetazione incolta, questa è la desolante immagine che si ha visitando la storica piazza di San Cosimato, nel quartiere Trastevere di Roma.  Nel maggio del 2006 lo spazio ha subito un’opera di rinnovo con la valorizzazione delle presenze storico-archeologiche, delle aree adibite agli scambi sociali e ai giochi per bambini, e l’allestimento dei banchi per il mercato. Peccato che da allora nessuna opera di mantenimento sia stata eseguita, nonostante le continue lamentele degli abitanti del quartiere, e sempre più spesso è facile inciampare tra le bottiglie rotte lasciate dai vari senzatetto che trovano un giaciglio notturno sotto le strutture delle bancarelle. Interviene sulla questione il segretario romano dell’Italia dei Valori, Roberto Soldà: “Mi piange il cuore pensando alla bellezza incustodita di questa piazza storica, e punto il dito sulla cattiva manutenzione sin qui svolta dal Comune di Roma, che dovrebbe tutelare ricchezze del genere. Vorrei inoltre evidenziare che sin dove la nostra amministrazione municipale è riuscita, grazie all’impegno del consigliere Sergio Grazioli, abbiamo apportato delle migliorie alla piazza di San Cosimato. Basti pensare alla riparazione dei giochi per i bimbi, all’installazione di paletti parapedonali per negare l’accesso ai tir e all’organizzazione della festa della Befana. Speriamo che dal Campidoglio – conclude l’esponente del partito guidato da Antonio Di Pietro – qualcuno si decida a fare altrettanto”

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Appello allarmato del Coisp sul degrado della politica

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 gennaio 2011

E’ sdegnata la reazione di Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia, alle parole di Daniela Santanchè che, non avendo argomentazioni forti per controbattere civilmente e democraticamente quanto affermato da Alessia durante la trasmissione puntata di Anno Zero e componente della struttura nazionale del Coisp, ma prima di tutto una donna ed un poliziotto”., è passata alle minacce e agli insulti. “Berlusconi, a sua volta, minaccia i magistrati nel silenzio più totale del ministro della giustizia e per parlare con gli italiani e raccontare solo le sue verità il premier utilizza lo stesso metodo di Bin Laden, i video messaggi – continua il leader del Sindacato Indipendente di Polizia – i parlamentari avvocati del Pdl pretendono che il Capo della Polizia riferisca di indagini in corso senza che il ministro competente spenda una sola parola per dissociarsi,” Ma questo che Paese è? Qualcuno ce lo dica per favore perché questa nazione non ha più nulla della Repubblica democratica fondata sul lavoro dove tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali, come è sancito nei primi articoli della costituzione”.  “Siamo indignati – dice ancora Maccari – delusi ma soprattutto angosciati all’idea di far crescere i nostri figli in questo Paese. Signor Presidente Napolitano riteniamo a questo punto che sia improrogabile, nelle more dei suoi poteri, intervenire prima che le follie della politica si trasformino in una pericolosa miccia sociale che deflagrando lascerà sul campo molte vittime dal punto di vista etico, morale e istituzionale”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Profughi a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 dicembre 2010

Roma 30 dicembre 2010  ore 11.00   nella sede dell’ex Ambasciata della Somalia in Italia  via de Villini 9 Conferenza stampa su   Profughi a Roma gli invisibili di via dei villini e gli altri Introduce Luigi Manconi presidente di A Buon Diritto Intervengono Roberto Natale presidente della Federazione nazionale stampa italiana Shukri Said portavoce di Migrare Valeria Carlini del Consiglio italiano per i rifugiati Alberto Barbieri di Medici per i diritti umani Vincenzo Vita di Articolo 21 Interverrà Dario Marcucci presidente del III Municipio. Si stima che a Roma circa 1.500 rifugiati vivano in condizioni abitative di drammatico degrado. Si tratta di persone che sono fuggite dal proprio paese a causa di conflitti armati o di persecuzioni per motivi etnici o religiosi o per appartenenza a determinate nazionalità o gruppi sociali o per le proprie opinioni politiche, e che hanno ottenuto dallo Stato Italiano il riconoscimento della condizione giuridica di rifugiato.  Centinaia e centinaia di loro vivono, in qualche caso da molti anni, in sistemazioni di fortuna, destinate a trasformarsi in veri e propri ghetti. Come quello di via Arrigo Cavaglieri (Romanina), quello di via Collatina, quello di Via dei Villini e come la baraccopoli di Ponte Mammolo o ancora come le sistemazioni occasionali, quale quella del binario 15 della Stazione Ostiense. Ciò in totale assenza di qualunque politica pubblica e di strutture di seconda accoglienza, in grado di sostenere l’inserimento sociale e la ricerca di occupazione, l’accesso ai servizi e il riconoscimento dei diritti di cittadinanza.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ddl Gelmini: gli italiani all’estero si mobilitano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Dalle città europee domenica 12 Dicembre 2010 un grande numero di Italiani all’estero, principalmente studenti (sia Erasmus che frequentanti l’intero corso di laurea), è riuscito a coordinarsi per organizzare una mobilitazione unitaria nelle diverse città estere in cui attualmente vive, come movimento di solidarietà alle proteste che stanno avvenendo nelle ultime settimane in Italia contro il DDL Gelmini e, in generale, contro il degrado dell’università italiana. La mobilitazione avverrà in 16 paesi diversi, ed impegnerà diverse città.
Prima della mobilitazione verrà fatto circolare un video in cui saranno raccolte varie testimonianze degli Italiani attualmente all’estero. Vi preghiamo, se siete interessati, di fornirci un indirizzo email a cui poter far pervenire il video, una volta completato. Il giorno della mobilitazione, oltre al presidio nei luoghi più rappresentativi delle varie città, è prevista un’opera di volantinaggio in cui si spiegherà ai cittadini locali il significato della manifestazione. Verranno raccolte numerose testimonianze fotografiche che, ancora una volta, possiamo farVi pervenire. Movimento degli Italiani all’Estero.

Posted in Estero/world news, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »