Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘delusione’

Perché la Raggi mi ha deluso?

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 giugno 2017

campidoglioIn campagna elettorale per le ultime amministrative a Roma la figura della candidata Cinque stelle mi ha profondamente colpito perchè l’ho vista determinata e con un “cipiglio” da donna combattiva e che sa cosa fare e cosa l’attende. L’ho poi vista davanti ai primi ostacoli balbettare e commettere madornali errori come nella scelta nella sua squadra di giunta. Ho cercato di spiegarmelo con la situazione romana che non è facile da gestire anche da parte del più smaliziato dei personaggi della nostra politica. Ho sperato così che facesse tesoro dei suoi errori e che nonostante le avversità tenesse la barra dritta del comando. E’, invece, incappata in altri incidenti di percorso e a questo punto mi è parso molto difficile giustificarla, a prescindere.
Ora cerco di comprendere meglio ciò che la sta rendendo sempre più impopolare di là delle manifestazioni di facciata che cercano di dipingerla per ciò che purtroppo non riesce ad essere e che è stato il motivo conduttore che l’ha portata ad essere la prima donna sindaco a Roma. Quello stesso volto che si è presentato come una passionaria durante la sua campagna elettorale dopo la nomina ha avuto e continua ad avere un’espressione sbiadita quasi eterea come se vivesse su un altro pianeta e le sfuggisse la realtà che pure la circonda.
Poiché a dispetto della vicenda romana continuo a credere nel processo riformatore del movimento guidato da Grillo ho cercato di sgranare il rosario delle lamentele per capire sino in fondo dove incominciano i veri problemi e dove partono i supposti tali per ragioni più di convenienza politica e non per un interesse dei cittadini. Penso soprattutto all’Ama, all’Atac e alle buche stradali.
A questo punto ho avanzato una proposta che le ho indirizzato direttamente e attraverso delle conoscenze comuni per suggerirle il modo come riannodare il feeling con il suo elettorato coinvolgendolo in progetti locali e facendosi vedere per le strade della capitale e non solo in meeting istituzionali. E’ una buona idea a detta di alcuni e mi sarei aspettato almeno un “No grazie, non mi interessa” ed invece è calato un silenzio tombale. E ho pensato: Alle opposizioni non poteva capitare di meglio. Darle addosso è come bombardare la croce rossa. Mi dispiace per Grillo e il suo movimento ma se lo son voluta. (Riccardo Alfonso direttore centri studi politici e sociali della Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Azzurri fuori dal Mondiale

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 giugno 2010

L’Italia è battuta dalla Slovacchia per tre reti a due. L’Italia campione del mondo chiude il girone all’ultimo posto con 2 punti ed e’ eliminata. Era il match valido per la terza ed ultima giornata del gruppo F dei Mondiali. La Slovacchia ha segnato con la doppietta di Vittek (25’pt, 28′ st) e il gol di Kopunek (44′ st). All’Italia non bastano le due reti di Di Natale (36′ st) e Quagliarella (47′ st). Gli azzurri sono apparsi spompati e inconcludenti e in balia di avversari tecnicamente inferiori ma animati da una grande forza di volontà e imbrigliati dal loro contropiede. Sugli spalti i tifosi italiani annichiliscono. C’è sconforto e profonda delusione. Solo negli ultimi dieci minuti vi è stato, dopo la rete degli italiani, una certa vivacità di gioco che ha portato anche una rete segnata ma annullata dall’arbitro per fuori gioco. Avevamo scritto: l’Italia scommette sugli azzurri ma, evidentemente, sono gli azzurri a non scommettere su se stessi. Con tre partite ai mondiali di cui due pareggiate e una sconfitta si esce in malo modo e con la coda tra le gambe da questa competizione internazionali per la quale molti avevano affidato le loro speranze se non proprio certezze d’arrivare ai quarti di finale. Gli azzurri hanno ripetuto gli insuccessi dei mondiali in Svizzera nel 1954 e in Brasile nel 1950 dove sono usciti nella prima fase e poi dal Cile nel 1962, in Inghilterra nel 1966 e del 1974 allorchè in Germania furono sconfitti dalla Polonia. Ricordiamo che la più clamorosa figuraccia gli azzurri l’hanno fatta con la Corea del Sud dove furono battuti per 2-1 con lo “zampino” dell’arbitro Byron Moreno.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Cuba libre di Yoani Sánchez

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 aprile 2009

yoaniYoani Sánchez è un strana dissidente: non denuncia, non attacca, non contesta. Semplicemente racconta nel suo blog cosa significa vivere oggi nel regime comunista di Cuba: la difficoltà di fare la spesa e la fame cronica, l’arte di ripararsi gli elettrodomestici guasti, la lotta per leggere le vere notizie tra le righe del giornale di partito, la paura del ricovero in ospedale dove manca anche il necessario per sterilizzare, la convivenza forzata con la propaganda che si insinua nei media, nelle piazze e nelle scuole, il panico quando arrivano le convocazioni della polizia, la preoccupazione per gli amici in carcere, la nostalgia per i tanti che sono fuggiti e la delusione per tutti quelli che hanno smesso di credere al futuro. Ma soprattutto sfata il falso mito dell’efficienza castrista e descrive, tra tenerezza e rabbia, la frustrazione per le potenzialità inespresse e i sogni perduti di chi, come lei, è nato nella Cuba degli anni Settanta e Ottanta e si ritrova rinchiuso in un’utopia che non gli appartiene. Di questa generazione Yoani è diventata l’inconsapevole portavoce, e il suo blog, che ha fatto il giro del mondo è ora un libro. Yoani Sánchez si definisce una semplice cittadina, ma in realtà è una vera rivoluzionaria, una donna che lotta con tutte le sue forze per far conoscere le se idee all’interno di una società che non ammette anticonformismo. Le sue parole sono frecciate ironiche che danno vita a un blog molto frequentato come Generación Y e servono da stimolo per inaugurare un nuovo corso per l’ultimo baluardo comunista. Purtroppo i suoi commenti vengono letti soltanto all’estero, perché a Cuba il blog risulta oscurato ed impossibile collegarsi.Traduzione e cura di Gordiano Lupi – http://www.infol.it/lupi Rizzoli – Pag. 240 – Euro 17 (foto yoani)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »