Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘denuncia’

Il Pd denuncia il poco rispetto della Raggi per le prerogative assembleari

Posted by fidest press agency su domenica, 5 agosto 2018

Roma. De Vito su Fb sposa tutte le nostre denunce. Sono due anni che ripetutamente denunciamo la completa mancanza di rispetto istituzionale da parte della Sindaca e della sua Giunta nei confronti delle prerogative regolamentari e statutarie dell’Assemblea Capitolina e quindi dei suoi membri. Reiteratamente importanti provvedimenti vengono sottoposti al giudizio dell’aula all’ultimo momento, come è successo per la gara a doppio oggetto che ha segnato il destino dei lavoratori della Multiservizi, senza dare neanche il tempo a chi deve votare il provvedimento di poter leggerlo. Deliberazioni che giungono in aula, senza i pareri degli uffici, delle relative Commissioni e dei Municipi interessati. Municipi che a quanto pare stanno decidendo di non esprimere più il parere di loro competenza su provvedimenti che non hanno il doveroso parere dei Dipartimenti. Manovre vitali per la città, quali quella di assestamento di bilancio di 320 milioni complessivi, che vengono stravolte da un maxi emendamento last second della Giunta, che è bene ricordare è inemendabile, con il quale si sono sottratti ben 140 milioni alla possibilità dei Consiglieri Comunali di pianificare gli investimenti, possibilità che lo Statuto in materia di bilancio da in via esclusiva all’aula Giulio Cesare. Questo modo di lavorare è una delle cause per le quali la città in ginocchio. Ricordiamo a questa Giunta che i membri del Consiglio hanno ricevuto direttamente dagli elettori il mandato e che per rispetto degli elettori debbono esercitarlo. Oggi il Presidente dell’aula De Vito con il suo post su FB ha confermato le nostre denunce., meglio tardi che mai si dice a Roma. Forse la perdita di consensi, forse le spaccature interne al Movimento gli stanno facendo aprire gli occhi o forse sono state le grida dei lavoratori umiliati e traditi dai loro provvedimenti. Se è vero il “ravvedimento” di De Vito, noi non possiamo che accoglierlo favorevolmente, perché in questo momento drammatico che sta vivendo la nostra Capitale siamo ben consapevoli che non servono scontri politici ma solo ed unicamente trovare soluzioni per risollevare la nostra amata città.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Telefonia: denunciate 10 pratiche scorrette che nascondono costi illegittimi in bolletta

Posted by fidest press agency su sabato, 5 maggio 2018

Unc denuncia all’Antitrust le aziende Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb per poca trasparenza nell’addebito dei vari servizi di telefonia. Sul sito http://www.consumatori.it i dieci costi nascosti nella bolletta del telefono.
“Prosegue la nostra guerra totale alle compagnie telefoniche, questa volta per fermare l’abuso dei costi nascosti in bolletta: del resto dopo la vicenda dei 28 giorni, gli operatori stanno facendo di tutto per recuperare entrate a costo di inserire importi vari nelle fatture in modo poco trasparente.” E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Presidente dell’Unione Nazionale Consumatori annunciando la denuncia all’Autorità Antitrust dei principali operatori telefonici (Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb) con l’accusa di addebiti oscuri per la fruizione di vari servizi.“Dopo il polverone del cambio tariffario a 28 giorni, l’attenzione dei consumatori sui costi della telefonia è ancora più alta -afferma l’avvocato Dona- per questo motivo nelle ultime settimane sono giunte ai nostri sportelli centinaia di lamentele su addebitati poco trasparenti da parte degli operatori: in pochissimi ad esempio sanno di pagare per il servizio “Chiamami” o simili, così come spesso non si conosce che ascoltare i messaggi in segreteria ha un costo. Molti consumatori sono indignati per gli importi addebitati per la chiamata necessaria a conoscere il credito residuo o per aver utilizzato il cellulare come hotspot: se al danno si aggiunge la beffa di pagare senza saperlo si capisce bene perché l’indignazione diventa rabbia nei confronti di quegli stessi operatori che vantano negli spot la loro serietà nei confronti del cliente.”
“Purtroppo siamo di fonte ad un imbarbarimento etico del mercato della telefonia: per questo motivo -conclude Dona- abbiamo denunciato all’Authority Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb e abbiamo raccolto sul nostro sito http://www.consumatori.it tutti i costi nascosti in bolletta. E’ ora che i consumatori siano al corrente di quanto pagano e per cosa pagano, in maniera tale da poter fare scelte consapevoli.”

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proposta di legge per denunciare i trattati europei

Posted by fidest press agency su martedì, 10 aprile 2018

E’ stato depositato in Corte di Cassazione il testo della proposta di legge costituzionale di iniziativa popolare per l’indizione di un Referendum di denuncia dei trattati Europei per l’uscita dall’Unione Europea. L’Unione Sindacale di Base, che ha già avviato la raccolta di firme su un’altra legge di iniziativa popolare per abrogare le modifiche dell’articolo 81 della Costituzione attuate dal governo Monti nel 2012, al fine di introdurre il Pareggio di Bilancio nella nostra Carta, ha sottoscritto anche la presentazione della richiesta di un Referendum che, denunciando i trattati europei in vigore, possa consentire l’uscita del nostro Paese dall’Unione Europea.La raccolta di firme sulle due leggi rientra nella più complessiva campagna sui tre NO lanciata dalla piattaforma Eurostop di cui USB è parte: NO EU, NO EURO, NO NATO. Il quesito formulato indica questi presupposti:
1. Il Presidente della Repubblica, su deliberazione del Consiglio dei Ministri, indice un referendum per il giorno delle elezioni dei rappresentanti del Parlamento europeo, avente per oggetto i quesiti indicati nell’articolo 2.
2. Hanno diritto di voto tutti i cittadini che, alla data di svolgimento del referendum, abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e che siano iscritti nelle liste elettorali del comune, a norma delle disposizioni contenute nel testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1967, n. 223, e successive modificazioni ed integrazioni.
I quesiti da sottoporre a referendum sono i seguenti:
a) “Ritenete voi che lo Stato italiano debba denunciare il Trattato sull’Unione Europea e il Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea, per uscire dall’Unione Europea?”;
b) “Ritenete voi che lo Stato italiano debba denunciare il Trattato sulla stabilità, sul coordinamento e sulla governance nell’Unione economica e monetaria (cosiddetto Fiscal Compact) e il Trattato che istituisce il Meccanismo europeo di stabilità (MES), per consentire politiche espansive, che contribuiscano al superamento dell’attuale situazione di crisi economica, di disoccupazione e precarietà del lavoro, e alla garanzia di efficaci servizi pubblici?”.(Unione Sindacale di Base)

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dipendenti Bankitalia devono poter denunciare alle Procure

Posted by fidest press agency su martedì, 28 novembre 2017

Banca d'ItaliaSecondo quanto afferma al Quotidiano nazionale Pierferdinando Casini, presidente della Commissione di inchiesta sulle banche, la Vigilanza ha avuto falle e deve essere migliorata, ma ci sarà bisogno di una Procura nazionale contro i reati finanziari.”Bene, ma non basta! Bisogna cominciare ad eliminare dal Testo Unico Bancario l’art. 7 comma 2 secondo il quale i dipendenti della Banca d’Italia, nell’esercizio delle loro funzioni di vigilanza hanno l’obbligo di riferire esclusivamente al Direttorio tutte le irregolarità constatate, anche quando assumano la veste di reati. Altrimenti gli esposti alle Procure di Bankitalia saranno sempre troppo tardive per poter tutelare i risparmiatori” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Fino a che il compito di Bankitalia resta quello di salvare in primo luogo le banche e non i risparmiatori, nascondendo i reati ed i problemi sotto il tappeto, ci saranno autorizzazioni di aumenti di capitale a danno dei risparmiatori” conclude Dona.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trivelle Scilipoti: denuncerò Renzi e Napolitano anch’io

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 aprile 2016

scilipoti“Rimango sempre più sconvolto per come il Presidente del Consiglio Renzi e la sua squadra continuino a rivendicare orgogliosamente il risultato negativo di questo referendum nelle interviste rilasciate, frutto del loro incosciente invito all’astensione. “Lo afferma Domenico Scilipoti Isgrò, senatore di Forza Italia. “Sia privati cittadini che personalità politiche hanno già provveduto a sporgere denuncia. Anche io sono determinato a querelare il presidente del Consiglio e l’ ex presidente della Repubblica, senatore Giorgio Napolitano, in base alla legge 352/1970, poiché il loro condizionamento è gravissimo, rappresentando pubblici ufficiali che hanno più volte indotto l’elettorato all’astensione. Persino la Corte di Cassazione nel 1985 intervenne nei confronti dell’allora presidente Craxi nella campagna referendaria contro la “scala mobile”, tanto da farlo convergere a schierarsi per votare No piuttosto che a favore del non voto”, aggiunge Scilipoti Isgrò. “Oltre al danno la beffa: Renzi accusa i promotori del referendum di aver causato lo spreco di oltre 300 milioni di euro, ma è stato proprio lui a buttarli consapevolmente via in quanto avrebbe potuto accorpare il quesito alle amministrative di giugno”, conclude Scilipoti Isgrò.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banche: l’UNC e MC denunciano Banca Popolare di Vicenza alla Consob

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

Banca d'Italia“Dopo centinaia di segnalazioni di richieste di assistenza e tutela collettiva di azionisti della Banca Popolare di Vicenza, l’Unione Nazionale Consumatori e Movimento Consumatori si sono determinate a presentare due esposti con cui chiedono alla Consob di indagare sulle modalità con le quali sono state vendute le azioni che, a seguito della delibera dell’Assemblea dei soci dell’11 aprile 2015, hanno subito un deprezzamento da € 62,50 a € 48,00 per azione e quindi da mesi non hanno mercato (per cui è come se non valessero nulla).
Dalle segnalazioni ricevute, infatti, risulta che le azioni della banca vicentina sono state vendute a piccoli risparmiatori per importi molto rilevanti, senza una preventiva informazione sul rischio e sulle difficoltà di vendita, molto spesso a persone anziane nella necessità di disporre dei propri risparmi a breve termine.
“Ci auguriamo che l’attività ispettiva della Consob sanzioni le numerose condotte irregolari che sono emerse dalle segnalazioni che sono giunte alla nostra Associazione e i risparmiatori coinvolti siano risarciti nel più breve tempo possibile”, commenta Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Riteniamo che la normativa che tutela i risparmiatori sia stata diffusamente violata nella vendita delle azioni, è necessario quindi che la Consob faccia chiarezza”, afferma Alessandro Mostaccio, segretario generale MC, che aggiunge: “Gli azionisti che ora rischiano di vedere andare in fumo il frutto dei propri sacrifici non solo potranno seguire gli sviluppi delle indagini ed eventualmente costituirsi come parte civile, ma hanno la possibilità già oggi di verificare se i loro diritti sono stati rispettati”.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Napolitano e C. denunciati

Posted by fidest press agency su domenica, 8 aprile 2012

La formale denuncia sporta il 2 aprile scorso presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Cagliari, dall’avvocato cagliaritano Paola Muso nei confronti del Presidente della Repubblica, Mario Monti, i ministri del suo governo e tutti i membri del Parlamento riguardano reati molto gravi quali:
– attentato contro l’integrità, l’indipendenza e l’unità dello Stato;
– associazioni sovversive;
– attentato contro la Costituzione dello Stato;
– usurpazione di potere politico;
– attentato contro gli organi costituzionali;
– attentato contro i diritti politici del cittadino;
– cospirazione politica mediante accordo;
– cospirazione politica mediante associazione.
La denuncia è la conseguenza delle vicende seguite alle dimissioni del governo Berlusconi. In quell’occasione era dovere del Presidente della Repubblica sciogliere le Camere e indire nuove elezioni. E’ stata, invece, scelta una strada che la denunciante considera incostituzionale con i reati che ne fanno da corollario.
Il Presidente della Repubblica ha cercato, a suo tempo, di giustificare il suo operato adducendo a sostegno la grave crisi economica che aveva colpito il Paese. Ma così facendo ha, se non altro, dimostrato, come si evince dal testo della denuncia, che è stata disattesa non solo la sovranità di un popolo in materia di politica ma anche “monetaria, economica e fiscale” ovvero attraverso gli strumenti, che un popolo determina le sue sorti. Il paese, quindi, è diventato strumento passivo della volontà altrui avendo ceduto la sua sovranità alla Banca Centrale Europea la quale non ha fatto altro, negli ultimi mesi, che dettare le politiche economiche del Governo Monti.
La denuncia è passata sotto silenzio per diversi giorni prima di “esplodere” sul web ma tacitata dalla carta stampata dando ragione alle dichiarazioni di Antonio Pietro che considera l’informazione sotto il bavaglio degli interessi di regime. Pochi giornalisti hanno dato il loro sostegno e tra essi spicca Paolo Barnard che già in altre occasioni aveva espresso le sue perplessità sulle mosse di Palazzo che hanno portato alla situazione odierna. Per lui e per altri si tratta, senza mezzi termini, di un “golpe finanziario”. Sconcerta che tutto questo sia accaduto pur avendo a tutela della costituzione personalità fortemente sensibili ai valori e ai contenuti della carta costituzionale. Sarà difficile, tuttavia, che si avrà il coraggio istituzionale di assumersi la responsabilità di tali gravi atti e di trarne le dovute conseguenze. Il testo integrale della denuncia è reperibile nel seguente link: http://www.scribd.com/doc/87677876/Denuncia-in-Procura-Del-2-Aprile-2012#fullscreen (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions, Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Diversamente settentrionali”

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 febbraio 2012

Sicilia: il buono, il brutto e il cattivo nel libro di Mario Ingrassia. Da oggi in libreria per le Edizioni Galassia Arte, arriva “Diversamente settentrionali”, il primo libro, frutto di 25 anni di attività sindacale, del marsalese Mario Ingrassia che, attraverso spunti, riflessioni e aneddoti anche divertenti, offre un ritratto originale e stimolante di vita sociale, economica, e politica di un’isola oggi più che mai sotto i riflettori, per la sua voglia di riscatto.
Cosa vuol dire essere siciliani? Nella risposta a questa domanda è racchiuso l’intento dell’autore. Non un libro di denuncia, ma un racconto dei momenti belli e brutti di vita siciliana, dunque: una riflessione agrodolce sulle particolarità dei siciliani, secondo Mario Ingrassia “diversamente autocritici”, “diversamente sindacalisti”, “diversamente imprenditori”, “diversamente originali”, “diversamente nuovi eroi”. Sotto tutti questi aspetti e attraverso l’analisi delle molte contraddizioni, talora grottesche, che caratterizzano l’isola e chi la vive, si declina questa piccola ma interessante indagine sulla peculiarità di abitare in Sicilia.Sullo sfondo della crisi di legittimità e del declino politico, imprenditoriale e sindacale, l’agile volumetto spazia dalla descrizione delle aziende che operano nella più completa anarchia organizzativa – l’importante è che si faccia quello che dice “u Principale” -, fino ad alcune originalità tutte siciliane rimaste intatte nel tempo: la particolarità di avere un carattere che si adegua alle evenienze; la fila notturna, davanti all’ufficio postale, per riscuotere la pensione che è anche un pretesto per socializzare, attendendo l’apertura mentre si gioca a carte; la donna che, da sempre, ha fatto credere all’ingenuo “maschio” siciliano che fosse lui a comandare.Piccole o grandi che siano, sono certe peculiarità che fanno dei siciliani dei “diversamente settentrionali”, da sempre divisi su tre posizioni, riguardo alla propria terra: chi vuole lasciarla, chi si è rassegnato e chi lotta per cambiarla. Il futuro, secondo Ingrassia, è tutto in mano ai giovani.
L’AUTOREMario Ingrassia è nato ad Asti il 17 settembre del 1963 e vive a Marsala, in provincia di Trapani, dove lavora in un’azienda di trasporti. Diversamente settentrionali è la sua prima opera, nella quale affronta temi molto attuali e di grande impatto sociale per tutti gli italiani.
Con questo libro, le Edizioni Galassia Arte, la casa editrice fondata dallo scrittore Andrea Mucciolo, conferma la sua identità forte e sfaccettata. L’obiettivo principale della nuova realtà editoriale con sede a Roma, è infatti quello di distinguersi per una linea editoriale originale e innovativa, rispecchiata in un catalogo che offre pubblicazioni soprattutto dell’area umanistica (politica, società, religione, storia, filosofia, psicologia, fino alla critica cinematografica e televisiva, toccando anche internet e i social network) e della scrittura creativa. Per maggiori informazioni: http://www.edizionigalassiaarte.it.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Protesta neuropsichiatri?

Posted by fidest press agency su sabato, 17 dicembre 2011

 

Modena

Image by Axel V via Flickr

Modena. Non esistono eccessi di diagnosi né eccessi di prescrizioni, ma una pratica clinica basata su evidenze, linee guida e professionalità competente; nella nostra provincia il ricorso al citato farmaco è al di sotto della media nazionale”. Così il dott. Paolo Soli , direttore della Struttura Complessa NPIA Modena Sud, respinge quanto scritto da ‘Modena Qui’ il 9 dicembre, ripreso ieri in un comunicato dell’Istituto di Ortofonologia (IdO) e rilanciato dall’agenzia stampa Dire.
Nel servizio del 9 dicembre il quotidiano on line ‘Modena Qui’ dava conto di una lettera di protesta di alcuni psichiatri modenesi, nella quale sostenevano di essere stati “sollecitati a prescrivere farmaci”, tra cui appunto il Ritalin. A questo proposito, il dott. Soli respinge al mittente: “rispetto ad una lettera di dimissioni degli operatori della NPIA di Modena, posso dire che siamo di fronte ad un’araba fenice: anche se era difficile pensare che una denuncia così grave potesse passare inosservata, dopo la pubblicazione degli articoli da parte del quotidiano ‘Modena Qui’, abbiamo prodotto una ulteriore verifica e non possiamo che confermare che agli atti non risulta alcuna lettera…”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Università Roma 3:crollo crontrosoffitto a Fisica

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 ottobre 2011

Roma Tre University

Image via Wikipedia

Roma “Quello che è successo oggi nel laboratorio della facoltà di Fisica ha dell’incredibile. Siamo davvero sconvolti per la gravità del fatto ma anche arrabbiati perchè non ci spieghiamo come sia potuto accadere” lo dichiara Diana Fabrizi Senatore Accademico di RomaTre eletta nella lista di Azione Universitaria in merito al crollo del controsoffitto del laboratorio di Fisica avvenuto quest’oggi in seguito a delle infiltrazioni d’acqua. “Questo episodio è l’esempio concreto di quello che Azione Universitaria denuncia da anni – continua la nota. Quando ci indignavamo per la mala gestione dei fondi, per la poca attenzione destinata ai servizi per gli studenti e per gli sprechi condotti dall’amministrazione dell’Ateneo, vedi l’ormai famigernato Agrumeto, venivamo descritti come visionari, oggi che si poteva sfiorare la tragedia, siamo sempre più convinti che avevamo ragione. Se i fondi destinati agli atenei fossero stati utilizzati realmente per la manutenzione e la ristrutturazione delle strutture universitari oggi staremmo parlando di centri all’avanguardia e non di controsoffitti crollati”. “Siamo certi che ora più di qualcuno darà la colpa ai tanto paventati tagli del Governo alle Università. Noi invece – conclude la Fabrizi – continuiamo a dire chè è la lotta agli sprechi la vera battaglia e da parte nostra, pur non accusando nessuno, abbiamo il dovere di chiedere le dovute spiegazioni al Preside della Facoltà e al Rettore Fabiani, perchè non possiamo credere che un solo giorno di pioggia comprometta la stabilità delle nostre aule. Ci auguriamo che da ora in avanti, anche grazie alla razionalizzazione dei fondi, ai maggiori controlli e alla spinta anti baronati che la Riforma Gelmini ha messo in atto, non si ripeta più un episodio come quello di oggi. Nessuno di noi può nè deve pensare di non essere al sicuro nel proprio Ateneo”

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chi vuole fermare Bits of future?

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 agosto 2011

In una nota l’Associazione Scienza per l’Amore rende noto: “Sono emersi finalmente significativi dettagli circa le accuse mosse per tentare di bloccare il progetto umanitario Bits of future: food for all, promosso dall’Associazione Scienza per l’Amore e legato all’utilizzo della tecnologia HYST inventata dall’Ing. Umberto Manola. Sulla pagina internet http://mammoletta.wordpress.com/ un anonimo ha riportato il testo di una denuncia depositata alla Polizia Municipale di Roma – VIII Gruppo; il documento è datato 24 novembre 2010 e riporta testualmente: “Rendo noto: a seguito di quanto già comunicato a questo Spett.le Ufficio di Polizia Giudiziaria, con spontanea dichiarazione, di fronte agli inquirenti, desidero aggiungere altre notizie a me pervenute e riflessioni sul comportamento del Sig. Danilo Speranza…” L’opinione di questo anonimo sulla tecnologia HYST è abbastanza chiara: “…la macchina del miracolo, così come costruita non ha nessuna applicazione pratica. Pensando poi che il progetto sta andando avanti fin dal lontano 1982, credo che, dato l’avanzamento della tecnologia, la suddetta e/o supposta macchina sia di gran lunga sorpassata da qualsiasi frullatore commerciale, con separatore dei liquidi dal costo massimo di 50 euro o giù di lì”.
“Se anche fosse un esperto, – aggiunge la nota – la sua opinione comunque non concorda con quella di almeno quattro università, dell’ENEA, dell’IFAD, di un alto responsabile tecnico della FAO e dei Ministri dell’agricoltura di due Paesi africani che hanno già aderito al progetto umanitario Bits of future: food for all, vediamo quali siano le basi della sua convinzione. Nella sua denuncia, l’anonimo riporta testualmente: “A prova di quanto detto potrei citare il risultato della conferenza tenuta a Piacenza il 15 Dicembre 2009 dove il Professor Francesco Masoero ricercatore dell’Università di Piacenza (…) interpellato ha così risposto: per poter utilizzare le farine prodotte con questa metodologia si dovrebbe prima di tutto immergerla nella soda (250 tonnellate al giorno) per poterla forse usare, eventualmente come farine per la nutrizione animale, con costi altissimi e dopo averle nuovamente esaminate e constatata l’assenza di veleni oggi presenti in grande rilevanza nelle farine trattate con metodologia HYST. Una mia riflessione sul prodotto, dice il Prof. Masoero, così come presentato dall’Ing Manola, mi ha portato a comunicare all’inventore della tecnologia che sarebbe più proficuo bruciare questo prodotto per produrre energia”.
“Visto che la denuncia è così dettagliata, – si precisa – vi invitiamo a visionare il filmato integrale della conferenza tenutasi il 15 dicembre 2009 presso l’Università di Piacenza (http://www.biohyst.it/galleria.asp?lang=it&idPag=429). In questo modo potrete verificare se quanto sopra riportato sia effettivamente stato detto dal Prof. Masoero o sia solo un FALSO prodotto dal misterioso denunciante”.
Ma se tutto ciò non risponde a verità quelli dell’Associazione dell’Amore si chiedono: “Allora perché il 30 marzo 2011 gli impianti HYST sono stati sequestrati? Nove mesi non sono stati sufficienti alla Polizia Municipale di Roma per verificare l’attendibilità delle accuse?” E soggiungono: Attendiamo impazienti la fine dell’inchiesta, in modo da poter dare a noi stessi, all’opinione pubblica, ai governi africani interessati al progetto Bits of future: food for all e a tutti coloro che nel frattempo sono morti di fame risposte alle seguenti domande:
• È stata verificata la competenza tecnica del misterioso denunciante?
• Sono state confrontate le sue dichiarazioni con la documentazione video del convegno di Piacenza?
• Sono stati interpellati il Prof. Masoero e il Prof. Prandini per verificare se leobiezioni  provengono da loro valutazioni?
• Oppure, senza nessuna verifica e senza nessun amore per la verità, queste valutazioni sono state acquisite come veritiere?
• Oppure, il che sarebbe ancora peggio, sono state utilizzate per fermare il progetto umanitario Bits of future: food for all?
Interrogativi che meritano una risposta e meritano, soprattutto, un pronto riscontro per fugare ogni dubbio perché ne va, qualunque sia la risposta definitiva, della vita di esseri umani. (n.r. la Fidest si è limitata a riportare il comunicato sia pure in sintesi per dovere d’informazione. Restiamo, tuttavia, disponibili ad ogni chiarimento, precisazione e quanto altro nel merito. Precisiamo a scanso di equivoci che la nostra mission non è quella di fornire solo notizie  ma di cercare di pervenire ad un obiettivo riscontro dei fatti. D’altra parte è possibile inserire in questo stesso post ogni argomento in favore o contro quanto segnalato e l’accesso è ancor più gradito essendo consapevoli dei gravi disagi esistenziali che stanno affrontando le popolazioni africane)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 6 Comments »

Denuncia contro Berlusconi

Posted by fidest press agency su martedì, 24 maggio 2011

Ieri mattina Emma Bonino e Marco Cappato con l’assistenza dell’Avv. Giuseppe Rossodivita, hanno depositato una denuncia alla Procure della Repubblica di Roma e di Milano contro Berlusconi ed i direttori dei TG che venerdì 20 maggio hanno trasmesso le pseudo-interviste registrate del Presidente del Partito del Popolo della Libertà. Nell’esposto i Radicali rilevano come gli interventi di Berlusconi nei Tg siano – per temi trattati, scenografia con tanto di simbolo elettorale alle spalle e montaggio del registrato – dei veri e propri spot elettorali assolutamente vietati nei notiziari. Nell’esposto si evidenzia come, se fosse stato Berlusconi a pretendere dai direttori dei telegiornali – mediante costringimento o induzione determinato dalla sua qualità – la contestuale messa in onda di questi spot, non ci sarebbe nulla di diverso – per la struttura della condotta, le qualità soggettive dei protagonisti e le evidenti utilità di cui ha beneficiato il Presidente del Partito del Popolo delle Libertà – dalla concussione che i Pm di Milano hanno contestato al Premier allorquando contattò telefonicamente il questore per far affidare Ruby alla consigliera regionale Nicole Minetti, in contrasto con le norme di settore. Qualora invece i direttori dei tg fossero stati pienamente consenzienti e compartecipi allora si sarebbe in presenza di un evidente reato di abuso d’ufficio. Marco Cappato, Capolista della Lista Bonino Pannella, a riguardo ha dichiarato: “Si è trattato di spot analoghi a quelli, celebri, che Berlusconi inscenava per Forza Italia sino a quando è entrata in vigore la legge n. 28 del 2000; mancava solamente la foto di famiglia in bella vista sulla scrivania. L’occupazione delle tv da parte di Berlusconi non è cosa alla quale si può rimediare con dei semplici spazi di riparazione, ne può essere sufficiente l’intervento dell’AGCOM. Fatti così gravi debbono essere valutati anche in sede penale, come da tempo sottoponiamo alla Procura di Roma”. Mario Staderini, Segretario di Radicali Italiani, ha ricordato che “questa denuncia si inserisce nella lunga lotta Radicale a difesa del diritto del popolo italiano a poter conoscere prima di scegliere e deliberare. La stessa lotta per la quale sabato scorso abbiamo reso noto i dati clamorosi elaborati dal Centro d’ascolto dell’informazione su ascolti e presenze dei politici nei programmi di approfondimento, e che vede Marco Pannella impegnato in una lunga iniziativa nonviolenta per la vita della democrazia.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per educare alla vita buona del Vangelo

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 maggio 2011

Roma 26 maggio 2011 – ore 16.00 P.zza Sant’Apollinare, 49 Pontificia Università della Santa Croce Istituto Superiore di Scienze Religiose all’Apollinare – Aula “Alvaro del Portillo” In questi tempi di degrado culturale, politico e sociale, sembra più facile alzare la voce per una denuncia, che non cercare strade per una ripresa di vita e di coraggio. Abbiamo celebrato 150 anni di unità nazionale, ma si avverte la fatica e la precarietà di una unità tutta ancora da raggiungere. In queste pagine, il teologo Antonio Staglianò, da più di due anni vescovo della diocesi di Noto (SR), ripercorre i molti interventi della Chiesa italiana e delle Chiese locali evidenziando quegli aspetti relativi al Sud, al suo patrimonio di cultura, di fede e di tradizioni religiose che contribuiscono ad alimentare quella speranza di cui si avverte tutta l’urgenza. Di questo libro si parlerà in un incontro organizzato dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose della Pontificia Università della Santa Croce e dalle Paoline e che si svolgerà Giovedì 26 maggio alle ore 16, presso la sede dell’Università in piazza Sant’Apollinare Intervengono
• S.E. MONS. DIEGO COLETTI, Vescovo di Como
• S.E. MONS. DOMENICO GRAZIANI, Arcivescovo di Crotone – S. Severina
• PROF. GIOVANNI MARIA VIAN, Direttore de L’Osservatore Romano
• Modera PROF. DON MARCO PORTA, Direttore ISSR all’Apollinare
Sarà presente l’Autore

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Freddo di Lars Norén

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 aprile 2011

Roma 2 aprile (ore 21) e domenica 3 aprile (ore 17) al Teatro Biblioteca Quarticciolo debutta “Freddo”, del drammaturgo svedese Lars Norén per la regia di Marco Plini. Un atto di denuncia, un contributo alla riflessione su una cultura della tolleranza sempre più necessaria per un futuro prossimo. Lo spettacolo continua le repliche il 5 aprile (ore 21) al Teatro Tor Bella Monaca per approdare dal 7 al 17 aprile al Teatro India (tutte le sere ore 22.30 – domenica ore 18.00 – lunedì riposo).  Tre ragazzi adolescenti si ritrovano a festeggiare la chiusura dell’anno scolastico in un bosco, in compagnia di qualche birra, dando sfogo all’intonazione di cori nazisti. Connotati di teste rasate e grotteschi simboli nazisti tatuati sul corpo, apparentemente potrebbero sembrare solo tre giovani inquieti il cui unico fine è perdere tempo. I discorsi dei ragazzi riflettono la situazione della Svezia di fine millennio, spaventata dall’arrivo degli immigrati che sono vissuti come possibili inquinatori del puro sangue svedese. Ma i tre amici non sono lì per caso: stanno aspettando l’arrivo di Kalle, loro compagno di scuola di origini coreana, che è stato adottato da una famiglia svedese. Il suo arrivo innesca un crescendo di tensione e violenza che culminerà nel più tragico degli epiloghi. “Freddo” affronta la questione del razzismo, del disagio giovanile e della xenofobia temi oggi molto vivi nei paesi scandinavi. (freddo1,2,3,)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A un anno dalla “Truffa” Formigoni

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 febbraio 2011

Milano 1/3/2011 Consiglio regionale.”A un anno dal deposito di documentazione palesemente falsa ad opera di Lega e Pdl a sostegno di un Presidente incandidabile – ha dichiarato Marco Cappato (che fu in quelle stesse ore escluso dalla competizione elettorale come candidato Presidente per la Lista Bonino Pannella per…insufficiente numero di firme presentate!)- continuiamo a chiedere giustizia, sia in sede civile che penale, da parte dei tribunali e di quella Procura di Milano che inizialmente chiese l’archiviazione della nostra denuncia senza alcuna indagine; continuiamo a chiedere che il responsabile politico di questa enorme truffa elettorale non solo si scusi con gli elettori della Lombardia e i cittadini italiani per le menzogne da lui raccontate, ma anche si dimetta dall’incarico che ricopre abusivamente. Saremo perciò davanti al Consiglio regionale martedì 1 marzo dalle 12 per manifestare insieme alle persone che non si siano rassegnate a un potere illegale e truffaldino, e che ritengano indispensabile per la vita di ogni giorno il rispetto dei diritti civili e politici di tutti i cittadini. Mi auguro che le “opposizioni ufficiali” vogliano finalmente interrompere il loro silenzio e mobilitarsi affinché questa vicenda non finisca insabbiata o prescritta, come già purtroppo accadde per la corruzione internazionale dello scandalo “Oil for food” e i rapporti di Firmigoni con il regime di Saddam Hussein. Quanto sta accadendo in Libia e nel Maghreb dovrebbe insegnare qualcosa sulle conseguenze devastanti che si provocano quando si calpesta la legalità istituzionale e i diritti democratici internazionalmente riconosciuti.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia: richiesta sospensione trattato amicizia

Posted by fidest press agency su sabato, 19 febbraio 2011

“Dichiarazione di Matteo Mecacci, Deputato Radicale e relatore dell’Osce su Democrazia e Diritti umani “Gli eventi in corso in Libia e le notizie sull’uccisione di decine di manifestanti a Bengasi e in altre zone della Libia, richiedono che il governo italiano intervenga immediatamente per chiedere a Gheddafi di fermare la violenza contro i cittadini che chiedono riforme democratiche. Infatti l’Italia, avendo scelto con il consenso di D’Alema e del Partito Democratico – e contro l’opposizione dei radicali – di offrire una partnership privilegiata al colonnello libico con un trattato che garantisce, tra l’altro, la cooperazione con le forze armate libiche, e che costa 4 milioni di euro agli italiani, ha oggi la responsabilità politica di porre fine a un sostegno politico e finanziare che rischia di macchiare anche le mani del governo italiano del sangue che sta scorrendo in Libia. Chiedo quindi che il Consiglio dei Ministri si riunisca al più presto per valutare la possibile denuncia unilaterale del trattato di “amicizia” con la Libia”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Immobili: Tarsu

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 gennaio 2011

Ogni anno, il 20 gennaio, scade il termine per presentare l’autodenuncia di occupazione o detenzione dell’unità immobiliare ai fini del calcolo della tassa sui rifiuti (Tarsu). La denuncia deve essere presentata non solo quando l’occupazione dell’immobile sia iniziata ex novo l’anno precedente (c.d. denuncia di occupazione) ma anche quando, nel corso di quell’anno, si siano verificati eventi idonei a modificare l’importo della Tarsu (c.d. denuncia di variazione); si pensi all’aumento del numero dei componenti del nucleo familiare che comporta una rideterminazione della tassa. Si tratta di un termine perentorio il cui mancato rispetto comporta sanzione per omessa presentazione della denuncia. Tutti coloro che nel 2009 hanno iniziato ad occupare un immobile (per averlo acquistato, preso in locazione, per avere l’usufrutto o ad altro titolo) devono denunciare tale fatto al Comune di residenza compilando un apposito modulo che, per legge, deve essere predisposto dal Comune interessato. Stesso discorso per chi debba presentare una denuncia di  Molte amministrazioni comunali spediscono un avviso per ricordare ai residenti questa incombenza. Molte altre, invece, non fanno nulla. In ogni caso e’ obbligo del cittadino attivarsi per presentare in tempo la domanda al fine di evitare l’applicazione di more e sanzioni. In pratica e’ necessario rivolgersi all’ufficio comunale competente (solitamente quello tributi e fiscalita’ locale).
E’ fondamentale, per una corretta applicazione del tributo e di conseguenza per sapere se si ha diritto a riduzioni o esenzioni, consultare il regolamento comunale sulla tassa di smaltimento dei rifiuti solidi urbani. La richiesta di pagamento del tributo nei casi di omessa o incompleta dichiarazione (il c.d. avviso di accertamento) deve essere notificata entro il quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione andava effettuata. Ricordiamo infine che dopo una sentenza della Corte Costituzionale del luglio 2009, sulla Tarsu non può essere applicata l’IVA, ma sono pochi i Comuni che non la applicano (Roma tra questi), sicchè laddove venisse fatto sarebbe lecito chiederne il rimborso tramite una raccomandata A/R di messa in mora

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Malapolitica: Denuncia di “Idea e legalità”

Posted by fidest press agency su domenica, 17 ottobre 2010

Foti Girolamo (Coordinatore nazionale) dell’Associazione Idea Legalità dichiara: “Leggo sui giornali che un deputato regionale sembra sia un prestanome dei boss della mafia. Il parlamentare in questione è un delfino di Miccichè. Non giudico il politico indagato perchè è competenza della giustizia ma da siciliano sono sdegnato. Questa è la terra di Falcone e Borsellino e di altri eroi dell’antimafia siciliana. Leggere ancor oggi queste cose dai giornali mi indigna. Mi lascia, inoltre, perplesso il doverlo associare ad una figura politica come Miccichè, parlamentare nazionale. Penso che, come minimo, Micciché debba tempestivamente chiarire la sua posizione e lo stesso dicasi per il sospettato. Anzi, quest’ultimo, dovrebbe dimettersi per evitare che le istituzioni possano in qualche modo essere coinvolte. La situazione, purtroppo, evidenzia quella parte deteriore della politica che non vorremmo mai dover conoscere. Essi mostrano il lato oscuro che va espiantato e a farlo devono essere gli elettori per marcare un cambiamento reale della società. In altri termini incominciamo a fare pulizia e a imporre ai candidati un codice d’onore con gli elettori per impegnarsi a dimettersi se dovessero emergere situazioni poco chiare nei loro confronti o, peggio ancora, connivenze con la malavita organizzata . Esprimo a nome mio e di tutto il gruppo della giovane associazione Idea Legalità “la mia più totale solidarietà ai nostri magistrati siciliani – continuate serenamente le vostre indagini” I cittadini onesti di Palermo vi ringrazieranno . Ridateci la città di Falcone e Borsellino. Esprimo a nome mio e di tutto il gruppo della giovane associazione “Idea Legalità” la mia più totale solidarietà ai nostri magistrati siciliani – continuate serenamente le vostre indagini. I cittadini onesti di Palermo vi ringrazieranno. Ridateci la città di Falcone e Borsellino”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Povertà: dati allarmanti

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 ottobre 2010

I dati sul debito pubblico sono sempre più allarmanti, con i 1.843 miliardi raggiunti (+4,5% rispetto allo scorso anno) seguiti da un ulteriore dato negativo di -2,6% di entrate fiscali. Parimenti drammatica è la denuncia ben documentata della Caritas sulla povertà. Povertà nascosta dall’Istat con un artificio contabile, ma che al contrario è cresciuta del 3,7% (pari a 8,3 milioni di poveri). Aumento di povertà confermato dal minor ricorso al credito al consumo (-11%), a cui si contrappone un maggiore ricorso alla cessione del quinto (+8%) che, come è noto, riguarda pensionati e mondo del lavoro.
Una situazione che necessita di concrete risposte da parte della politica. Risposte che non sono nelle priorità del dibattito del Governo. Ci chiediamo quanto tempo dovrà ancora passare prima di vedere all’ordine del giorno della politica la voce “debiti e povertà delle famiglie”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Truffe in autostrada

Posted by fidest press agency su sabato, 9 ottobre 2010

Sarà  la rapidità dell’interlocuzione unità all’abilità del proponente e alla buonafede del malcapitato, ma nonostante gli avvertimenti, le numerose denunce per fatti analoghi capita spesso che sprovveduti cittadini siano frodati a volte per poche decine di euro a volte anche di più. Fatto sta che la denuncia segnalata in data odierna a Giovanni D’AGATA, componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” rappresenta una storia di ordinaria fregatura in un autogrill come tante se ne sono sentite in passato sulle autostrade del sud ma che arriva sorprendentemente dal nord, in particolare nei pressi di Bologna. Questa volta, però il cittadino che si è sentito truffato ha ben pensato di sporgere immediatamente denuncia – querela innanzi ai carabinieri della stazione di Pianoro per sperare di recuperare alcune decine di euro sprovvedutamente consegnate ad un sedicente conoscente. Non ci resta dunque che sperare anche noi che le indagini della Procura e della Polizia Giudiziaria possano risalire ai responsabili e rivolgere un appello permanente ad ogni cittadino che nell’acquisto di qualsiasi bene bisogna accertarsi preventivamente della correttezza dell’affare da una parte e della professionalità del venditore dall’altra.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »