Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘devastante’

L’impatto del Covid-19 sul turismo è stato devastante

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2020

Solo in Italia, nel 2020, il totale dei visitatori subirà una contrazione media del 44% rispetto all’anno precedente (-51 milioni di presenze): il calo più notevole è rappresentato dai turisti stranieri (-35 milioni, ovvero -55%) contro il -31% (-16 milioni) degli italiani (fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo). Questo scenario desolante si scontra drammaticamente contro le previsioni pre-Covid che preannunciavano 1 miliardo e 500 milioni di arrivi a fine 2020 e oltre 76 milioni di turisti internazionali solo sul territorio italiano. L’ENIT prevede che solo entro il 2023 verranno recuperati i volumi del 2019, grazie anche allo sviluppo del turismo interno. Federalberghi, tuttavia, stima che il 10% delle strutture ricettive italiane chiuderanno per sempre. In uno scenario del genere l’unica opzione possibile sembra la capacità di adattamento e di riposizionamento (in tempi ristretti) degli operatori del mondo turistico. Nel campo degli affitti brevi, ad esempio, Hostmate (https://www.hostmate.it/), rappresenta un caso davvero emblematico. Hostmate è nata 3 anni fa come realtà in grado di offrire ai proprietari di appartamenti un servizio professionale che permetta loro di conciliare il carico della gestione operativa con le opportunità offerte dagli affitti short term.La crisi generata dall’emergenza pandemica ha colpito duramente l’azienda, che – a giugno – lamentava una perdita di circa il 90% del fatturato. Hostmate ha velocemente ripensato il proprio modello di business, proponendosi quindi come punto di riferimento non solo per gli affitti brevi, ma anche per quelli a medio e lungo termine. Attraverso il cosiddetto “Acceleratore Immobiliare”, il team individua i migliori metodi per massimizzare le performance economiche di qualsiasi immobile curandone l’implementazione e la gestione. Un approccio a 360 gradi basato sull’analisi e lo studio dell’immobile a cui segue la messa in opera della soluzione di affitto scelta e l’avvio della fase di messa a reddito in tempi rapidi. Senza dimenticare il monitoraggio continuo delle performance.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra: impatto devastante

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 settembre 2011

Il CINI, Coordinamento Italiano Network Internazionali, lancia l’allarme sull’impatto che la manovra in discussione potrebbe avere sulla cooperazione allo sviluppo. “Il testo della manovra economica straordinaria in discussione al Senato è ancora in divenire, ma si possono già fare alcune stime sull’impatto devastante che potrebbe avere per la cooperazione pubblicaallo sviluppo” dichiara Maria Egizia Petroccione, Coordinatrice del CINI. Anticipando le misure previste a legislazione vigente (dl 98/2011), che tagliano il bilancio del Ministero Affari Esteri (MAE) di 182 milioni di euro nel triennio 2013-2015, sulla legge di disciplina della cooperazione allo sviluppo (legge 49/87) potrebbe gravare un taglio di più di 100 milioni di euro. Ciò è molto probabile. Infatti, nell’ultimo triennio i tagli al bilancio generale del MAE sono stati fatti gravare per la maggior parte sul bilancio della cooperazione allo sviluppo. Complessivamente, nel triennio 2008-2011 i fondi destinati alla legge 49/87 sono stati ridotti del 78 %. Ad oggi la legge 49/87 dispone di 158 milioni di euro a bilancio, ed una possibile riduzione di 100 milioni di euro limiterebbe di un terzo il suo valore, praticamente quasi azzerando gli interventi poiché le sole spese di funzionamento sono attorno ai 25 milioni di euro. “Infine” conclude Petroccione “viene anticipata di un anno la riduzione del 5% delle deduzioni delle donazioni alle ONG (meno 5% nel 2012 e meno 20% nel 2013) e in queste ore è aumentato il costo dell’invio delle rimesse per gli immigrati “irregolari” – con un imposta di bollo del valore del 2% su ogni transazione – spingendoli verso circuiti ancora più clandestini d’invio di valuta”. Il CINI chiede che i tagli questa volta risparmino la cooperazione allo sviluppo così come risparmiano il fondo per la Protezione Civile e che venga invece seriamente presa in considerazione l’introduzione di una tassa sulle Transazioni Finanziarie Speculative, così come proposto dalla Campagna 005, tassa capace di generare risorse molto ingenti da destinare alle politiche sociali in Italia e alla Cooperazione internazionale allo sviluppo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crack del capitalismo

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 agosto 2011

La devastante controffensiva globale del capitale in atto è figlia della radicalizzazione a destra dell’intero quadro politico e della definitiva involuzione neoconsociativa del sindacalismo confederale e sconta una evidente difficoltà delle lotte di resistenza dei lavoratori e di quelle sociali che, se anche destinate ad allargarsi sotto i colpi della crisi, ad oggi sembrano non bastare ad allontanare quel prospettato “ritorno al medioevo” in cui vorrebbero precipitarci. Come Prodi ieri, stavolta è Berlusconi che tenta la carta di ulteriori e drastici sacrifici e del rilancio dell’<illusione di solidarietà> tra chi sfrutta e chi è sfruttato per “superare la crisi” nella speranza di indurre i lavoratori ed i collegati settori sociali a rassegnarsi, una volta per sempre, alla pretesa “ineluttabilità” delle politiche di lacrime, sangue e macelleria sociale con cui il fronte padronale intende, stavolta ed in sopraggiunta, perseguire una sconfitta epocale – politica prima che materiale – dell’intero movimento di lotta. Una controriforma classista e strategica che oggi rilancia ed attualizza la nefasta filosofia dell’EUR varata dalla CGIL sin dal lontano 1977 (i diritti fondamentali dei lavoratori che devono diventare una variabile dipendente e sottomessa alla supremazia d’impresa) e recentemente messa in atto nelle fabbriche, con contenuti specifici e generali, in Italia e su scala globale, dall’a.d. Fiat Sergio Marchionne. E’ questo il senso – e la estrema pericolosità sociale – della manovra anticrisi che sta varando il Governo con complice e funzionale balbettio della cosiddetta “opposizione”: dalla libertà di licenziamento alle modifiche costituzionali per consegnare la libertà di “business” per le imprese avulsa dai ogni sostanziale vincolo di utilità sociale e tutela dei diritti primari dei lavoratori e dei cittadini ed a discapito di ciò, dalla controriforma del Diritto del Lavoro e della rappresentanza e dei diritti sindacali all’abolizione dei CCNL, ai tagli a pensioni e salari, sanità e servizi sociali per liberalizzare e privatizzare i residui di servizi pubblici essenziali, eliminazione delle festività, ecc. Da tutto ciò deriva l’urgenza di costruire iniziative di massa territoriali e nazionali per contrastare l’ìnaudita offensiva di governo e padronato, con tutte le altre forze sindacali, politiche e sociali disponibili, che dovrebbero contestualmente adoperarsi per un serrato confronto costruttivo idoneo a superare le non secondarie divergenze che al momento hanno sostanzialmente contribuito a limitare una adeguata risposta di lotta dei lavoratori e con essa quel necessario innesco di una congruente “svolta di controtendenza” capace di porre “con forza e al centro” un realistico ed indispensabile percorso prefigurante la prospettiva di autonomia ed indipendenza dei lavoratori e del proletariato in una ripristinata visone di classe cui va ridata credibilità e visibilità. In questo senso lo Slai cobas condivide la necessità contingente proposta da settori del sindacalismo di base per la urgente convocazione di un’incontro tra i vari soggetti disponibili a “costruire al più presto una mobilitazione di massa capace di reagire immediatamente ma anche di reggere nel tempo”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le false promesse di Maroni e La Russa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 giugno 2011

“Il ministro Maroni promette l’assunzione di cinquemila poliziotti in due anni. Il ministro La Russa promette l’assunzione di quattromila carabinieri in due anni. A parole sembrano dei sindacalisti di Polizia; con i fatti questi ministri di lotta e di governo hanno condotto un’azione politica devastante contro le Forze dell’Ordine, portando al collasso l’intero comparto Sicurezza-Difesa”. Lo afferma Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia. “I due ministri – continua Maccari – durante le feste di Polizia e Carabinieri hanno vaneggiato di ingenti investimenti del Governo sulle Forze dell’Ordine: dichiarazioni probabilmente dettate dal clima festoso o da qualche brindisi di troppo, ma che rappresentano una situazione diametralmente opposta a quella reale. La realtà, infatti, sono i tagli da tre miliardi di euro al comparto Sicurezza che stanno gravemente limitando la capacità operativa delle Forze dell’Ordine, la riduzione di 40 mila unità degli organici, il mancato effettivo riconoscimento della specificità degli Operatori e i ritardi rispetto al riordino delle carriere. Il Governo, al di là dei proclami e delle incredibili promesse, sta disattendendo tutti gli impegni assunti sul fronte della sicurezza: i risultati nella lotta al crimine e nella difesa della legalità sono ottenuti esclusivamente grazie al sacrificio delle Forze di Polizia, che svolgono il proprio lavoro con professionalità, dedizione, senso del dovere, spirito di sacrificio. Per questo meriterebbero maggiore rispetto da parte dei rappresentanti del Governo”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una manovra devastante per il s.s.n

Posted by fidest press agency su martedì, 1 giugno 2010

“La manovra del Governo sulla finanza pubblica non comportera’ solo, come ben noto, gravissimi congelamenti di contratti e stipendi -ha dichiarato il Segretario Nazionale Ugl Medici Ruggero Di Biagi- ma falcidiera’ gli organici della P.A. anche e sopratutto nel Sistema Sanitario Nazionale. Il Sole 24-Ore, autorevole quotidiano finanziario, ha pubblicato infatti oggi una previsione delle perdite di posti nel triennio 2010-2012 nel SSN: circa 156.000 di ruolo e circa 18.600 tra i cosiddetti co.co.co, cioe’ un totale di 175.000 posti di lavoro in meno nel solo comparto. Se vi aggiungiamo i posti di medici previsti in meno, sempre nel triennio (24.000), si prevedono 200.000 dipendenti e lavoratori in meno su 600.000 circa del SSN.  Un terzo dei camici bianchi scomparira’ per arrivare ad un predevibilissimo collasso della sanita’.  Alla faccia del diritto alla salute e con tanti saluti -ha concluso Di Biagi- dai moltissimi evasori fiscali e dalle sacche di privilegio istituzionali risparmiati (guarda caso) dalla manovra. Un vero massacro sociale senza intaccare i meccanismi di spreco nella sanita pubblica e accreditata”

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tumore del seno avanzato

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 luglio 2009

Sorafenib, molecola antitumorale orale, ha dimostrato di migliorare la sopravvivenza libera da progressione della malattia in pazienti colpite da tumore al seno. I risultati, statisticamente significativi, emergono da uno studio di Fase II (randomizzato, in doppio-cieco, controllato verso placebo) che ha valutato il trattamento orale a base di sorafenib in combinazione con capecitabina in 229 pazienti con carcinoma mammario localmente avanzato o metastatico HER-2 negativo. La sicurezza e la tollerabilità hanno rispettato le attese e non sono comparse nuove tossicità. “Questo risultato rappresenta un segnale positivo del potenziale vantaggio offerto dalla combinazione alle pazienti con carcinoma mammario avanzato e costituisce la prima dimostrazione basata su riscontri statisticamente significativi dell’efficacia di un inibitore tirosin-chinasico nel trattamento di questa malattia”, ha detto Jose Baselga, coordinatore dello studio e chairman e professor of medicine all’Istituto Oncologico Vall d’Hebron di Barcellona. “Uno degli obiettivi del trial era quello di valutare il successo di un regime ‘tutto orale’, che può rappresentare un’opzione terapeutica unica per le pazienti con carcinoma mammario.” Il carcinoma mammario è stato nel 2007-2008 nel mondo il tumore più frequentemente diagnosticato nelle donne (circa 1,3 milioni di casi) e la causa maggiore di  morte tra le donne con tumori (circa 465000 decessi). In Europa si registrano circa 350.000 nuovi casi ogni anno, in Italia 38.000.  Sorafenib è sviluppato e commercializzato da Bayer HealthCare Pharmaceuticals e Onyx Pharmaceuticals, Inc. “Sulla base di questi dati incoraggianti, Onyx e Bayer stanno valutando diverse strategie per l’impiego di sorafenib nel carcinoma mammario.  Sorafenib ha già prodotto benefici in tutto il mondo nei pazienti con carcinoma epatico e carcinoma renale,” ha detto Todd Yancey, M.D., vice presidente della sviluppo clinico di Onyx.  “Nonostante i progressi terapeutici ottenuti, il carcinoma mammario continua ad essere la causa principale di morte nelle donne. Auspichiamo di posizionare sorafenib come importante opzione terapeutica per le pazienti affette da questa malattia devastante.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terremoto Orlando (Idv): mafie e ricostruzione

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 aprile 2009

«In questi giorni di grande dolore, in cui la dignità e la compostezza degli abruzzesi è di esempio per l’intero Paese, è necessario che non cessi attenzione e mobilitazione perché si realizzi velocemente un grande piano di ricostruzione», ha affermato Leoluca Orlando, portavoce nazionale di Italia dei Valori, al termine della cerimonia funebre delle vittime del sisma. «Occorre contestualmente impedire», ha aggiunto Orlando, «che la ricostruzione cada nelle stesse mani della speculazione di ieri, che si candida a proseguire in una azione eticamente ed economicamente devastante; quella speculazione che ha violato norme tecnologiche, leggi e valori etici». «E’ quindi necessario», ha concluso Orlando, «stare accanto agli abruzzesi onesti per evitare che con la ricostruzione l’Abruzzo possa cadere nelle mani delle criminalità organizzate, facendo di questa splendida regione, accanto a mafia, camorra e ‘ndrangheta, la sede privilegiata della cosiddetta quarta mafia».

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »