Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Posts Tagged ‘devozione’

Mostra Plautilla Nelli: Arte e devozione in convento sulle orme di Savon

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 marzo 2017

plautillaFirenze fino al 4 giugno 2017 Uffizi, Galleria delle Statue e delle Pitture. Alle donne artiste, e in particolare alle donne che coltivarono il loro talento creativo tra le mura conventuali, gli studi hanno dedicato crescente attenzione, specie negli ultimi vent’anni.
Anche la figura di Plautilla Nelli (Firenze 1524-1588), la “prima pittrice fiorentina” le cui opere ai tempi di Giorgio Vasari erano disseminate nei conventi e nelle dimore dei gentiluomini fiorentini, è stata investita dall’impulso dei nuovi studi. Per tale motivo le Gallerie degli Uffizi hanno voluto inaugurare la serie di mostre dedicate alle donne artista con una monografica sulla suora pittrice.
Entrata a quattordici anni nel convento domenicano di Santa Caterina in Cafaggio – a Firenze, in piazza San Marco -, Plautilla, imbevuta della mistica savonaroliana, fu interprete appassionata della poetica figurativa ispirata al magistero di Girolamo Savonarola nel campo delle arti e al nuovo modello disciplinato di santità femminile della riforma tridentina.
Nel monastero fiorentino ricoprì la carica di priora e fu a capo di una fiorente bottega artistica grazie alla quale numerose consorelle sue discepole contribuirono alla diffusione di immagini sacre, avvalendosi di una tecnica pittorica da vere professioniste. Intesa come parte integrante del lavoro quotidiano delle suore e approvato come regola di tutte le terziarie domenicane, la creazione di immagini sacre era valutata essenzialmente per la loro efficacia devozionale e non certo dal punto di vista dell’originalità dello stile o della composizione. Il gusto “conservatore” nel campo artistico delle suore – e di Plautilla Nelli in particolare – rifletteva la scala dei valori maggiormente stimati, tra cui al sommo grado quelli che rappresentavano la continuità della illustre tradizione artistica domenicana.
L’attività artistica del convento di Santa Caterina in Cafaggio fu destinata a soddisfare principalmente la richiesta del mercato dei “parenti e clienti”, ovvero di coloro i quali erano legati alla vasta rete dei conventi toscani dell’Ordine dei Predicatori. La richiesta era diffusa a tal segno da implicare la serialità, come nel caso dei quattro dipinti raffiguranti l’immagine di una santa domenicana ritratta di profilo che costituiscono il fulcro di tutta la mostra.
La vendita di tali opere divenne poi fondamentale per la vita del convento di Santa Caterina all’indomani della riforma dei monasteri femminili emanata dai decreti tridentini (1566), riforma che sanciva la proibizione di ricercare beneficenze fuori delle mura conventuali. Le modifiche apportate alle iscrizioni che riportano il nome di santa Caterina da Siena distinguibili nella serie dei quattro dipinti tramandano il nome di “un’altra Caterina”: suor Caterina de’ Ricci, coetanea di Plautilla e anch’ella fervente savonaroliana, suggerendo la possibilità che in tali ritratti la Nelli volesse rappresentare la “monaca santa” di Prato, uguagliandola alla santa senese.Finalmente è giunto il tempo che a Plautilla si dedichi una mostra, il tempo di riscattare la sua memoria storica e le sue opere d’arte spesso, ingiustamente, assegnate a uomini artisti: una mostra questa di Plautilla che apre la serie delle iniziative che le Gallerie degli Uffizi hanno in programma di realizzare ogni anno dedicate all’altra metà del cielo, alle donne che seppero distinguersi anche nel campo delle arti.
La mostra a cura, come il catalogo edito da Sillabe, di Fausta Navarro, è promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo con le Gallerie degli Uffizi e Firenze Musei, ed è stata realizzata con il generoso contributo di Advancing Women Artists Foundation e con la collaborazione del Museo del Tessuto di Prato.Il catalogo Plautilla Nelli. Arte e devozione in convento sulle orme di Savonarola e l’omonimo breve video documentario in mostra sono stati infatti realizzati con il contributo della Advancing Women Artists Foundation, che ha anche finanziato il restauro di 5 opere e 2 manoscritti esposti, alcuni dei quali sono di nuova attribuzione.
La fondazione statunitense (www.advancingwomenartists.org), operativa a Firenze dal 2006, si dedica al restauro e all’esibizione dell’arte al femminile conservata nei musei e nelle chiese della città. Nell’ultima decade ha restaurato 21 opere di Plautilla Nelli, contribuendo notevolmente alla riscoperta dell’artista e diffondendo la sua storia a Firenze e in tutto il mondo.“Pochi sanno che da ben più di cinque secoli Firenze è un vero e proprio centro per l’arte al femminile” spiega Jane Fortune, fondatore e presidente di AWA. “Le opere di artiste donne che abbiamo ritracciato e censito nei musei e chiese di Firenze sono più di 2.000. Sono una parte ‘invisibile’ della storia dell’arte, che necessita di essere restituita al pubblico. Plautilla Nelli ha aperto la strada ad altre donne della sua epoca e ha goduto di un successo senza precedenti. È l’ispirazione il vero stimolo della nostra missione: dare voce alle donne artiste del passato. Grazie a questa mostra, Nelli non sarà più tra le artiste ‘invisibili’”.«Con la mostra dedicata a Plautilla Nelli non vengono soltanto posti i riflettori su una protagonista della pittura fiorentina del Cinquecento e della riforma e spiritualità savonaroliana» afferma Eike D. Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi, «ma, insieme alla monografica dedicata a Maria Lassnig, che aprirà il 25 marzo, instituiremo per gli anni a venire una serie di esposizioni dedicate alle donne artiste.» (foto: plautilla)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Plautilla Nelli: Arte e devozione in convento sulle orme di Savonarola

Posted by fidest press agency su sabato, 18 febbraio 2017

savanarolaFirenze 9 marzo – 4 giugno 2017 Palazzo Pitti Piazza Pitti, 1. Uffizi, Galleria delle Statue e delle Pitture a cura di Fausta Navarro. Il ritrovamento tra Firenze, Siena, Perugia e Assisi di una serie di cinque dipinti realizzati da Plautilla Nelli (1522-1588), tutti raffiguranti l’immagine di una santa domenicana ritratta a mezzo busto di profilo, costituisce un nuovo importante tassello nella ricostruzione dell’attività artistica della suora pittrice, epigona della Scuola di San Marco. Tale raffigurazione costituisce un’iconografia peculiare da porre in relazione con quella di Santa Caterina da Siena, seppure se ne discosti significativamente. La mostra intende approfondire la conoscenza della produzione seriale di immagini devote attraverso l’utilizzo di varie tecniche, a iniziare da quella dello “spolvero” impiegata dalle monache anche per l’arte del ricamo, il lavoro maggiormente legato alle tradizioni conventuali. A testimonianza di ciò sarà presente uno splendido paliotto in seta con ricamo ad applicazione della fine del XVI secolo, appartenente al Convento di San Vincenzo a Prato.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Madonna Nera di Oropa

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 giugno 2011

Oropa (Biella) dal 23 al 26 giugno al Santuario della Madonna Nera di Oropa si tiene la quarta edizione della Borsa dei Percorsi Devozionali e Culturali. Nata per favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta del turismo devozionale-culturale, grazie all’intreccio di arte, cultura e natura, la Borsa consente di valorizzare sul mercato turistico nazionale tutti quegli itinerari che coniugano benessere e spiritualità. La Provincia di Torino è ancora una volta presente alla manifestazione, con uno stand istituzionale che illustra i più importanti luoghi del turismo devozionale e la ricettività (anche in strutture religiose) ad essi collegata. La Borsa sarà l’occasione per presentare Il glorioso rimpatrio dei Valdesi, un itinerario escursionistico di 100 kmin sei tappe, dal Col Clapier a Bobbio Pellice, che coinvolge i comuni di Giaglione, Salbertrand, Chiomonte, Exilles, Pragelato, Oulx, Massello, Salza di Pinerolo, Ghigo di Prali, Bobbio Pellice. La Provincia di Torino ha curato la segnaletica del percorso, che verrà inaugurata a fine agosto: dal 21 al 27 agosto infatti due gruppi ripercorreranno le 6 tappe italiane del percorso che parti’ da Ginevra e attraverso’ la Francia, il 27 agosto la UISP italiana e francese simultaneamente ripercorrerarnno le 20 tappe del percorso dalla Francia all’Italia, il 28 agosto ci sarà la festa finale a Bobbio Pellice – arrivo del Rimpatrio. Verrà inoltre riproposta la brochure “Itinerari della fede”, edita in italiano, francese ed inglese. Nella pubblicazione sono illustrati i siti di interesse spirituale più significativi della provincia, fra cui l’Abbazia della Novalesa, fondata nel 726 d.C. e protagonista in questi anni di eventi culturali importanti, quali la mostra dedicata ai Longobardi. Visitare il complesso edificato al tempo del regno dei Franchi consente di ammirare lo stupendo ciclo pittorico dedicato a Sant’Eldrado e di approfondire la conoscenza del sito e della sua storia grazie al Museo Archeologico. Dal dicembredel 1972 l’Abbazia è patrimonio della Provincia di Torino ed è stata affidata alla Comunità benedettina nel luglio del1973, restituendola alla sua funzione di luogo di preghiera, studio e lavoro. Il rapporto tra la Provincia di Torino e l’ordine religioso ha consentito di valorizzare l’importanza storica ed artistica del monumento e di diffondere la conoscenza dell’antichissima tradizione spirituale, culturale e sociale dell’Abbazia benedettina. Le campagne di scavo e il restauro del complesso sono state occasione di ricerca e recupero ed insieme premessa per la valorizzazione del complesso. Fra i materiali proposti, da segnalare infine l’Itinerario di Don Bosco a Chieri, una guida ai luoghi in cui nacque e si formò Giovanni Bosco, dallo sperduto borgo natìo dei Becchi a Chieri alla sede torinese del Santuario di Maria Ausiliatrice, oggi casa madre dell’opera salesiana.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Maria nella devozione e nella pittura dell’Islam”

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2011

Roma 23 maggio 2011, alle 20:00 Via di Monte Brianzo 8-.presso l’Istituto Tevere presentazione del libro di S.E. Luigi Bressan, Arcivescovo di Trento, “Maria nella devozione e nella pittura dell’Islam” Intervengono Imam Yahya Pallavicini, COREIS e Prof. Francesco Zannini, PISAI. La presentazione sarà moderata da Mustafa Cenap Aydin e sarà presente l’autore S.E. Luigi Bressan.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salone Internazionale del Libro di Torino

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 maggio 2011

Torino Lingotto. Per “colmare” le iniziali amnesie nell’organizzazione della mostra “1861-2011. L’Italia dei libri”, è stato concesso in extremis uno spazio agli editori cattolici nella sezione dedicata ai “Fenomeni editoriali” sotto la voce “I libri della fede”. Seppure sia possibile accettare la definizione di fenomeno editoriale per i cosiddetti “libri della fede” (intendendo con questo titolo, ad esempio, le pubblicazioni a carattere devozionale), certamente non si può pensare di rappresentare in questo modo e sotto questa etichetta l’impegno fatto proprio da alcuni editori italiani a custodire e tramandare i valori culturali del Cristianesimo, e a promuovere oggi nel dibattito pubblico l’incontro e il dialogo. Riteniamo già estremamente riduttivo e contraddittorio parlare di “fenomeno dell’editoria cattolica”, assegnando un ruolo marginale e separato a un elemento culturale che negli anni ha segnato e plasmato profondamente lo spirito del nostro paese. Come se si trattasse di raccontare una cultura “altra”, diversa e lontana. L’operazione condotta nell’ambito del Salone del Libro sembra limitare profondamente il respiro culturale dell’editoria “cattolica” attribuendole un marchio che la confina entro steccati ristretti. Dovremmo forse intendere che l’editoria cattolica vada considerata un “Fenomeno” legato a una contingenza ed equiparabile a una mera operazione commerciale? e per di più, è possibile accettare che le profonde radici della nostra cultura vengano confuse con il sentimento devozionale? Per la definizione dei contenuti della mostra, gli organizzatori hanno chiesto la collaborazione di UELCI, invitando l’Associazione a selezionare 7 editori (ciascuno con tre titoli) in grado di rappresentare al meglio il “fenomeno” dell’editoria cattolica. L’Associazione ha chiesto ai suoi membri di proporre una rosa di titoli considerati rappresentativi della propria storia e linea editoriale, proclamando la volontà (a nostro giudizio ampiamente disattesa) di presentare un’immagine di editoria cattolica che esulasse dai confini della sola catechesi e liturgia, e di approfittare dell’occasione (quale occasione?) offerta dalla mostra, per attuare un’operazione culturale di alto livello e far conoscere realtà editoriali spesso non note al grande pubblico per via dell’oppressiva presenza nelle librerie dei grandi editori.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“I Maestri dei Vetri dipinti”

Posted by fidest press agency su martedì, 10 maggio 2011

Bari 11-31 Maggio 2011 Camera di Commercio Orari: lunedì-giovedì dalle 9,00 alle 18,30; venerdì dalle 9,00 alle 14,30. mostra “I Maestri dei Vetri dipinti”, E’ stata realizzata in collaborazione con la Banca Popolare di Bari. E’ dedicata alle preziose lavorazioni di antiche ampolle, vetri, fiale e bottiglie della Manna di San Nicola. <<Un’iniziativa che, fra fede e devozione – spiega il presidente dell’ente Alessandro Ambrosi – vuole promuovere le straordinarie capacità artistiche dei nostri artigiani, al servizio del culto di San Nicola. L’esposizione è difatti espressione di una vera e propria “filiera della creatività” che ha visto impegnati dal soffiatore all’ebanista, dal decoratore al doratore>>. Un centinaio i vetri che verranno esposti nel Salone dell’ente, provenienti da collezioni private, in un percorso espositivo di grande impatto scenografico con la pianta a croce. Oggetti sacri e miracolosi, ornati di dipinti, carte colorate, incisi o in rilievo, i vetri della manna contengono il Sacro Licor, il prodigioso distillato delle ossa di San Nicola e sono presenti in migliaia di case in tutto il mondo

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Talamo trasportato a spalla dagli alpini

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 aprile 2011

Il Talamo trasportato a spalla dagli Alpini, che raffigurava l’ostia consacrata del Miracolo Eucaristico di Lanciano, ha concluso stamattinala Sagradei Talami di Orsogna (Chieti), dando vita a un ideale e originale gemellaggio tra due delle espressioni più significative della devozione religiosa in Abruzzo. I sette quadri biblici viventi, interpretati da attori immobili su un palco con il fondale dipinto, sono sfilati tra le vie del paese tra una folla di turisti e orsognesi. Talami molto eleganti, particolarmente curati nell’allestimento scenografico e nei costumi, hanno dato vita a una delle edizioni più belle degli ultimi anni. Dal balcone del Municipio, durante la sfilata finale, l’Arcivescovo di Lanciano-Ortona, Monsignor Emidio Cipollone, ha commentato i passi del Vecchio e Nuovo Testamento al quale si sono ispirati i singoli carri. E’ stata l’occasione, tra l’altro, per ricordare l’origine del Miracolo Eucaristico e la vicenda delle reliquie conservate nella Chiesa di San Francesco. I carri, preceduti dai giovanissimi musicisti dell’Orchestra “Domenico Ceccarossi”, composta dagli alunni dell’Istituto comprensivo di Orsogna, sono il frutto del lavoro di settimane di artisti e volontari, coordinati dall’Associazione culturale Talami. Questi i titoli delle scene rappresentate lungo le strade del paese: I Talamo, “Il sacrificio di Melchisedek” (realizzato da Tommaso Bucci); II Talamo, “Il sacrificio di Isacco” (Maria Antonietta Zumbo); III Talamo, “L’agnello pasquale” (Anna Maria D’Ancona); IV Talamo, “La moltiplicazione dei pani” (a cura degli alunni della Scuola Media di Orsogna coordinati dall’insegnante Graziella Gentile); V Talamo, “L’ultima cena” (Roccomaria Ciancio e Samuel Di Domenica); VI Talamo, “La cena di Emmaus” (Annamaria Cavaliere); VII Talamo, “Il pane del cielo” (realizzato dall’Associazione Talami e trasportato dal Gruppo Alpini Orsogna). Il filo conduttore dei sette carri è «Signore, da chi andremo? L’Eucarestia per la vita quotidiana», lo stesso del Congresso eucaristico nazionale che si terrà a settembre ad Ancona. Da segnalare la presenza in paese di una delegazione di York, la città inglese che ospita i Mystery Plays, rappresentazione religiosa molto simile ai Talami. Il prossimo appuntamento è ora per la sera di Ferragosto, quando i quadri biblici viventi sfileranno in notturna lungo piazza Mazzini.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Visita del Papa a Palermo

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2010

Sarà donata al Santo Padre, prima della Celebrazione Eucaristica al Foro Italico, una statua in argento raffigurante l’Immacolata. In Sicilia la devozione mariana, della “Bedda Matri”,  è particolarmente sentita. I palermitani già quattro secoli fa giuravano di difendere fino all’effusione di sangue la verità del Suo Immacolato Concepimento.  Ai piedi dell’opera, alta 75 cm, cesellata a mano dall’Argentiere palermitano Antonino Amato, sono riprodotti gli  stemmi di Benedetto XVI  e dell’Arcidiocesi di Palermo. (immacolata)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

A Ferragosto sfilano i Talami di Orsogna

Posted by fidest press agency su sabato, 14 agosto 2010

Orsogna (Ch) Dalle ore 21.30 i sette quadri biblici viventi partiranno dai quartieri per poi ritrovarsi in piazza. La sagra ha origine nel dramma liturgico di epoca medievale Chi è in cerca di un’antica sagra paesana da ammirare la sera di Ferragosto, dopo una giornata al mare o un’escursione in montagna, troverà un mix di arte e teatro, di devozione religiosa e di riti propiziatori del mondo contadino nella sfilata dei Talami di Orsogna (Chieti).
Sono quadri biblici viventi che sfilano lungo le vie del centro.  Posti su carri agricoli trainati da trattori, episodi del Vecchio e Nuovo Testamento sono interpretati dalla gente del paese, soprattutto giovani, vestiti in costume d’epoca e immobili in pose plastiche. Dietro di loro c’è un fondale affrescato dagli artisti e dalle scolaresche di Orsogna, in cima al quale, sospesa davanti a una raggiera, una bimba impersona la Vergine Maria. La manifestazione è curata dall’Associazione culturale Talami Orsogna e promossa dall’Amministrazione comunale, con la collaborazione delle altre associazioni.
Il nome del «palco» orsognese – passando per il greco «thalamos» e il latino «thalamus» – deriva dalla radice «thal», che significa tenere, portare, sostenere. La Sagra orsognese ha origine nel dramma liturgico di epoca medievale, che man mano assunse caratteri di commedia, persino comici: a un certo punto la Chiesa decise che tali rappresentazioni, come quella di Orsogna, non dovessero più tenersi nei luoghi di culto. I Talami lasciarono allora la cappella della Madonna del RIfugio, dove erano nati, ma continuarono a sfilare per le strade del paese.
L’edizione di quest’anno – che ha già avuto un primo appuntamento il lunedì di Pasqua – ha come tema «Dio vicino nel tempo della prova», filo conduttore dei sette carri, ciascuno dedicato a un episodio del Vecchio o Nuovo Testamento: «Il diluvio» (realizzato dall’Istituto comprensivo di Orsogna); «La distruzione di Sodoma e Gomorra» (a cura dell’Associazione fotoamatori “Sandro Jajani”); «Il passaggio del Mar Rosso» di Gabriella De Palma; «La stella di Betlemme» di Lucia De Grandis; «La tempesta sedata» di Anna Maria Cavaliere; «Agonia e morte di Gesù» di Jorge Carullo; «La Risurrezione» a cura dell’Associazione culturale Talami, che sarà portato a spalla dal Gruppo Alpini Orsogna.
La ripetizione ad agosto della Sagra dei Talami, che si svolge secondo tradizione il martedì di Pasqua, è una «novità» introdotta nel 1960, inizialmente per consentire ai tanti emigrati che rientrano a Orsogna nel periodo estivo di assistere al rito più bello della loro terra d’origine.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Sindone a fumetti

Posted by fidest press agency su domenica, 25 aprile 2010

Mango (Cn), 1° Maggio, alle ore 16, presso il Salone d’onore del Castello dei Busca, sede dell’Enoteca Regionale “Le Colline del Moscato”, inaugura la mostra “L’avventura della Sindone: 2000 anni di storia raccontati a fumetti”. L’esposizione, che resterà aperta al pubblico fino al 7 maggio, s’inserisce nel programma della 2a edizione di “Cosa passa il Convento. Misteri del sacro e delizie terrene”, intitolata “2010: la riscoperta della Sindone”.  L’idea di dedicare questa edizione di “Cosa passa il Convento” alla Sacra Sindone si collega ovviamente all’ostensione di Torino, ma soprattutto nasce dal fatto che nel Sud Piemonte, ed in particolare nel cuneese, esiste una straordinaria quantità di opere d’arte e testimonianze della devozione popolare nei confronti del Sacro Telo, risalenti ai secoli XVII-XVIII. Un recente studio ha catalogato ben 208 opere, fra oli su tela, affreschi, rilievi, lenzuoli dipinti e stoffe stampate, oltre ad una quantità imprecisata di ex voto. La mostra “L’avventura della Sindone” racconta, col popolare linguaggio dei fumetti, le peripezie vissute dalla Sacra Reliquia nel corso della storia: dalla sepoltura del Cristo all’apparizione a Chambery nel 1353, dal trasporto a Torino nel 1578 fino al miracoloso salvataggio in seguito all’incendio che nel 1997 investì la Cappella del Guarini. ll progetto sviluppa una pubblicazione editoriale realizzata nel 2000 con la supervisione e l’approvazione della curia arcivescovile di Torino. La mostra è composta da 46 illustrazioni stampate su tela, disposte in modo da creare un percorso di lettura lineare. Gli autori sono affermate firme del fumetto italiano contemporaneo. L’esposizione è curata dall’Accademia Aleramica, braccio operativo dell’Associazione Culturale “I Cavalieri d’Aleramo”, fondata dal giornalista albese Raoul Molinari e oggi guidata dallo scrittore Giordano Berti. L’allestimento è dell’ArtStudioLetizia.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Torino: La Sindone per Saitta

Posted by fidest press agency su domenica, 11 aprile 2010

il Presidente della Provincia di Torino, Antonio Saitta, insieme alle altre autorità civili e religiose torinesi e piemontesi, ha partecipato alla visita in anteprima della Sindone, in occasione dell’Ostensione straordinaria del 2010.  Uscendo dal Duomo di Torino il Presidente ha sottolineato come “da oggi al 23 maggio due milioni di persone giungeranno a Torino per l’Ostensione non compiendo un semplice viaggio, ma qualcosa di più intenso e profondo, che tocca l’animo e lo spirito di ciascuno”. “L’evento, – ha affermato Saitta – vede intrecciarsi storia, fede e devozione popolare in un viaggio spirituale che ci pone a confronto con un grande mistero: quello della morte e resurrezione di Cristo”.  A giudizio del Presidente della Provincia, “la città e l’intero territorio si sono preparati molto seriamente all’evento, in un clima di grande rispetto verso i pellegrini, che va al di là delle differenze culturali e religiose. Se tutti gli aspetti logistici e l’accoglienza dei pellegrini funzioneranno a dovere (come tutto fa presumere) dovremo esserne grati al Comitato Organizzatore (al quale, come sempre, la Provincia, ha dato il suo contributo in termini di risorse finanziarie ed umane), ma soprattutto ai 4.000 volontari dell’Ostensione, veri ambasciatori del nostro territorio, delle sue tradizioni e della sua ricchezza spirituale e civile”

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I mercanti del tempio

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 gennaio 2010

Il racconto sulla cacciata dalla scalinata che portava al tempio dei mercanti da parte di Gesù e quel dare a Dio quel che è di Dio e a Cesare quel che è di Cesare dovrebbero pure insegnarci qualcosa. E se rapportiamo queste riflessioni ai fatti dei giorni nostri dovremmo chiederci con molta franchezza se il Natale simboleggia solo il cenone oppure ha un significato più profondo e vada colto con più umiltà e più devozione. Siamo al cospetto di una natività che simboleggia molte cose tra le quali, tuttavia, prevale il significato della povertà, di una famigliola costretta a risolvere il suo problema di alloggio, di ristoro, di maternità in modo umile e ricorrendo alla “solidarietà” degli estranei e al calore di animali che albergavano in una stalla. A questo punto pensiamo che debba essere chiara una cosa: ognuno è libero di trasformare una festività in qualcosa di diverso ma se lo fa deve prendere atto che risponde ad una chiamata che è di Cesare e non di Dio. In questo caso diventa profana, laica o qualcosa d’altro ma non certo ha motivo di credere di avere assolto ad una funzione tipicamente religiosa, ad una rievocazione e ad un significato che convenzionalmente ogni anno vi attribuiamo per la Fede che essa intende esprimere in quanto cattolico o più in generale cristiano. Cristo nasce da una povera famiglia e resta povero ed umile nel corso di tutta la sua vita. E’ una natività, quindi, sofferta che deve farci riflettere e non certo, se siamo buoni cristiani, lasciarci trascinare dai bagordi. Sta a noi, quindi, come cattolici e cristiani restituire a questa data il suo originale significato e mostrare agli altri ciò che significa essere fedeli per una fede ed infedeli per qualcosa d’altro.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Immacolata nei rapporti tra l’Italia e la Spagna

Posted by fidest press agency su sabato, 18 aprile 2009

vergineCosenza, 20 aprile – ore 18,00  Palazzo Arnone  presentazione del libro L’Immacolata nei rapporti tra l’Italia e la Spagna.  All’iniziativa, promossa con l’Università della Calabria, parteciperanno, a testimoniare la forte condivisione di intenti tra la Soprintendenza calabrese e l’ateneo cosentino, Giovanni Latorre, rettore dell’UNICAL; Raffaele Perrelli, preside della Facoltà di Lettere e Filosofia; Alessandra Anselmi, docente di Storia dell’Arte Moderna presso la stessa Università e curatrice del volume. A seguire Maria Giulia Aurigemma, dell’Università di Chieti e Fabio De Chirico, soprintendente BSAE della Calabria, promotore e coordinatore dell’iniziativa.   Il volume, curato dall’Anselmi, ripercorre la storia dell’iconografia immacolistica a partire dalla seconda metà del Quattrocento quando, a seguito dell’impulso impresso al culto della Vergine con il pontificato di Sisto IV (1471-1484), i sovrani spagnoli si impegnano in un’intensa campagna volta alla promulgazione del dogma. Di grande rilevanza le ripercussioni nelle arti visive: soprattutto in Spagna, ma anche nei territori italiani più sensibili, per vari motivi, all’influenza politica, culturale e devozionale spagnola. Il  percorso iconografico è lungo e complesso, con notevoli varianti sia stilistiche che di significato teologico: il punto d’arrivo è esemplato sulla Donna dell’Apocalisse, i cui caratteri essenziali sono tratti da un versetto del testo giovanneo, divenuto celebre anche nella storia dell’arte sacra e con cui la  Vergine fa il suo ingresso trionfale da protagonista “vestita di sole, con la luna sotto i piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle” (Apocalisse 12,1). (foto vergine)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Con S. Francesco uniti all´Immacolata

Posted by fidest press agency su martedì, 14 aprile 2009

Roma Via di Boccea, 590. Questo il tema del I Forum che i Francescani dell´Immacolata organizzano a livello internazionale a Frigento (AV) e Roma fino al 22 aprile prossimo, per i laici dell´associazione  Missione dell´Immacolata Mediatrice (MIM) fondata da Padre Stefano Maria Manelli nel 1991. “L’occasione è l´800° anniversario della Protoregola di San Francesco – spiega padre Alfonso Bruno, Assistente Generale della MIM – di procedere a un incontro cosmopolita come momento di fraternità e riflessione dai luoghi d´origine della spiritualità, per mettere insieme le diverse esperienze e scambiare nuove idee nella ricchezza culturale di ciascuno”. Da un punto di vista operativo la MIM si propone di  incrementare il culto e la devozione all´Immacolata Mediatrice anche attraverso i media, sostiene le missioni ad gentes, coltiva e promuove, ad ogni livello, gli studi sul Mistero di Maria. La novità, oltre all´approfondimento su natura, fine e azione del Terz´Ordine dei Francescani dell´Immacolata (TOFI) che rappresenta l´apice del cammino nella MIM, è la pubblicazione del vademecum di “Un Giorno con Maria”, apostolato mariano itinerante nato in Inghilterra e sviluppatosi con successo e interesse, dove sorgono le missioni dei Francescani dell´Immacolata.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »