Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘diario’

I casti pensieri di Mussolini affidati al suo secondo diario

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 agosto 2018

Interessante, a questo punto potrebbe essere la conoscenza in diretta del parere del “capo” proprio nel momento più delicato dei rapporti internazionali e interni del fascismo con gli italiani. Ne erano consapevoli gli storici e con essi il convincimento di quanti ritenessero che il Duce curasse una sorta di diario sui giorni ed i mesi del suo governo e delle sue iniziative personali. Mi riferisco, nello specifico agli anni dal 1935 al 1939.
In proposito si afferma che tali scritti esistevano realmente e che in proposito il Duce fece uso di una penna stilografica. Il prof. Brian Sullivan, incaricato di verificare l’attendibilità di quelle annotazioni, si convinse che il “falsario” fosse lo stesso capo del fascismo! La spiegazione, in sé sorprendente, si spiega nel fatto che Mussolini ritenne utile riscrivere le sue “memorie” a Salò, dopo aver consegnato all’ambasciatore giapponese la sua prima versione, nel tentativo di salvarsi l’immagine dall’inevitabile severo giudizio storico dei posteri. Questi fogli fecero la loro apparizione nel 1981. Ricordiamo, per la cronaca, che, due anni prima, comparvero i diari finti di Hitler. Ma è una sorta di telenovela dato che di tanto in tanto qualcuno crede di aver trovato i veri diari di Mussolini coevi al tempo in cui li avrebbe scritti. Non ultimo è stato il ritrovamento di Dell’Utri nel 2006, ma anche in questa circostanza quelli che prevalgono restano i dubbi d’autenticità.
La circostanza del ritrovamento dei diari nel 1981 fu ricordata, qualche anno dopo dal giornalista inglese Collin Simpson del “London Times. Egli in proposito scrisse. “La prima traccia dei diari la trovai in Sardegna dove alcuni fogli mi furono mostrati dagli attori Virginia McKenna e da suo marito Bill Travers. Furono subito fatti esaminare allo storico Mack Smith che li ritenne credibili”. Ma non tutti gli esperti furono dello stesso parere. Il grafologo Roy L. Davis osservò: “la mano di Mussolini aveva una tendenza a destra, quella del diario, invece, mostrava una propensione a sinistra. Il ritmo delle due mani è differente. La mano di Mussolini è più angolosa e sussultante di quella che aveva scritto il diario”.
Davis, a questo punto, incalza. Procede con altre osservazioni fra le lettere maiuscole e le parole d’uso comune, le differenze fra le mani e via dicendo. Per lui, alla fine, non vi sono dubbi. E’ improbabile che la scrittura dei diari appartenesse a Mussolini. Lo rimbecca l’esperto del British Museum Nicolas Barker il quale arriva alla definitiva conclusione che i diari sono veri. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Diario di un pellegrino – Vangelo e Zen

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 giugno 2018

Milano Domenica 10 giugno 2018 – ore 16 Chiesa di Sant’Alessandro – Piazza Sant’Alessandro Renato Corti, Vescovo Cardinale; Jiso Forzani, Monaco dello Zen e Autore della prefazione del libro; Luciano Mazzocchi, Sacerdote missionario e Autore del libro.Luciano Mazzocchi, Missionario Saveriano, ha vissuto tra il 1963 e il 1982 in Giappone. Rientrato in Italia, si è dedicato alla formazione dei giovani missionari e alla promozione del dialogo interreligioso nelle Chiese locali. Nel 1994, con Jisō Forzani, monaco e missionario dello Zen, dà inizio, a Galgagnano (LO), alla “Stella del Mattino”, laboratorio di dialogo tra Vangelo e Zen. Un confronto di alcuni anni con la Congregazione per la Dottrina della Fede si conclude con l’approvazione dell’allora prefetto cardinale Joseph Ratzinger (1999). Dal 2005 al 2014 è cappellano della comunità cattolica giapponese della diocesi di Milano. Nel 2008, con alcuni amici, fonda l’Associazione “Vangelo e Zen” (Desio – MB). È autore di diversi libri. Con Paoline ha pubblicato Delle onde e del mare. L’avventura di un cristiano in dialogo con lo Zen (20143) e Pensieri di vita. Ascoltando il creato (20162).
Ora torna in libreria con il volume Passi, in cui presenta meditazioni ispirate da alcuni avvenimenti di questi ultimi anni. Si tratta di testi brevi, che prendono spunto narrativo, spesso, dalla cronaca di episodi di vita quotidiana vissuta o da riflessioni personali dell’autore, a volte, dalle letture dell’anno liturgico della Chiesa cattolica. Gli argomenti sono i più diversificati e trovano unità nello sguardo di fede con cui vengono considerati, in dialogo costante, secondo la formazione dell’autore, tra Vangelo e Zen. Qualche titolo illuminante: Il giovane senza dimora, L’amore non è protagonismo, Le mani sporche di Dio, La compostezza zen, L’Io credente, l’Io non credente, Poporoya.Scrive l’autore nell’introduzione: “In queste pagine evoco riflessioni e meditazioni che alcuni avvenimenti di questi ultimi anni, dal 2009 a oggi, hanno suscitato nella mia coscienza. La coscienza di una persona è ovviamente limitata; tuttavia è solo nel limite della propria coscienza che prende forma il qualcosa che ciascuno di noi può offrire, di veramente suo, all’immenso cammino dell’universo. Ogni giorno mi siedo in zazen, la meditazione secondo la tradizione dello Zen, come atto di comunione con il fondo calmo che soggiace nelle cose che si agitano in superficie. Ogni giorno celebro l’eucaristia e, nutrito da quel pane e irrorato da quel vino, sperimento la presenza di Dio che nutre l’universo affamato e assetato. Avrei potuto riordinare queste annotazioni suddividendole secondo un filo logico; ma ho scelto di seguire la successione cronologica. Il tempo contiene una logica più reale che non quella elaborata dalla mente umana. Al benevolo lettore di questa raccolta di note, un invito: se trova una frase che ritiene utile per il suo cammino di vita, la lasci macerare nei giorni che passano. Quando tutto sarà dimenticato, quella frase sarà diventata energia della sua vita”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gesù più forte della camorra

Posted by fidest press agency su martedì, 10 aprile 2012

Latina 11 aprile, alle ore 18, presso LA LIBRERIA FELTRINELLI (Via A. Diaz, 10) presentazione del libro “Gesù è più forte della camorra – I miei sedici anni a Scampia fra lotta e misericordia” scritto da Don Aniello Manganiello con Andrea Manzi (Rizzoli). Interviene l’autore Don Aniello Manganiello, prete anticamorra già parroco a Scampia che, nel 2010, nonostante le raccolte firme, le fiaccolate e le petizioni di duemila fedeli, è stato trasferito da Scampia al quartiere Trionfale di Roma, ufficialmente per “motivi di avvicendamento”. Per far luce dentro di sé e insofferente a questa imposizione, Don Aniello, dopo tre mesi, ha deciso di prendere un periodo di riflessione, un anno sabbatico, durante il quale ha redatto il libro e ha cominciato a girare l’Italia e ad incontrare i giovani per parlare della sua esperienza. Ci sono due modi di intendere la missione apostolica in un territorio difficile come Scampia: uno è chinare la testa, non esporsi, parlare solo se interrogati; l’altro è quello del padre guanelliano Don Aniello e cioè vivere fianco a fianco con gli abitanti del quartiere e condividere i problemi, spostandosi sempre a piedi perché “in macchina non può verificare se il tuo passo è cadenzato su quello dei ragazzi”. Sin dal primo giorno Don Aniello presta aiuto ai malati di Aids e ai tossicodipendenti, conduce battaglie sociali a favore di famiglie troppo frettolosamente etichettate come malavitose, visita le case dei camorristi e li ascolta, ne ottiene la fiducia e talvolta vede compiersi delle conversioni. Diventa così un personaggio scomodo: nel quartiere è oggetto di continue minacce, fuori si fa nemici nell’Amministrazione pubblica e negli alti ranghi ecclesiastici, a suo giudizio non sufficientemente impegnati – nonostante i proclami – verso i più deboli. Nel 2010 la congregazione dei padri guanelliani rompe gli indugi e decide di allontanarlo dal “suo” rione riportandolo a Roma, nel quartiere Prati. Il libro è il diario in prima linea di quei 16 anni. Una testimonianza necessaria per capire cosa significa nascere, vivere e morire a Scampia.
L’autore di origini campane, dai primi anni Novanta a settembre 2010 è stato parroco di Santa maria della Provvidenza, a Scampia (Napoli). Il suo trasferimento ha suscitato le proteste della gente e ha avuto una grande eco mediatica.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diario di un viaggio impossibile

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 ottobre 2010

Siena 23 ottobre Teatro dei Rozzi ore 21 in replica domenica 24 ottobre Asciano, Museo Civico di Palazzo Corboli ore 17  M i c h e l e  B e n u z z i – B a c h. Diario di un viaggio impossibile Musiche di J. S. Bach (1685-1750)  Il giovane clavicembalista Michele Benuzzi eseguirà una selezione delle trascrizioni bachiane per cembalo della musica strumentale italiana e francese e propone il suo Bach attraverso un gran tour impossibile solo apparentemente, rintracciato nella geografia interiore del grande compositore.
Cominciava così An Italian voyage (1635) di Richard Lassels, per stimolare il desiderio del Grand Tour nei nobili nord-europei, con il miraggio di una trasformazione interiore raggiungibile osservando direttamente la cultura italiana e le vestigia dell’antichità. Ma se i giovani rampolli viaggiano come novelli Ulisse, Bach trascorre la sua esistenza spostandosi all’interno di una circoscritta regione della Germania. Come Penelope, Bach resta in patria a tessere la tela di un personale universo sonoro, assimilando attraverso la trascrizione e le improvvisazioni le esperienze di compositori del passato e di altri luoghi. Trascrivendo la musica degli italiani, Bach compie un viaggio nel loro paesaggio sonoro, seguendone il tentativo di descrivere il mondo degli affetti e le posture dell’anima. Per le visite guidate “Teatri del sacro” Lo spazio del sacro nell’architettura barocca a Siena domenica 24 ottobre Chiesa di San Vigilio ore 11 visita a cura dello storico dell’arte Alessando Bagnoli. La Chiesa di San Vigilio fu fondata per volere della famiglia Ugurgieri, ed è ricordata a partire dal XII secolo. Tra la fine del XVI secolo e gli inizi del XIX fu officiata prima dai Gesuiti e poi dai Vallombrosani, che la dotarono della facciata odierna. La chiesa ha il soffitto ornato di quindici grandiosi comparti del pittore senese Raffaello Vanni con cornicioni intagliati e rosoni messi riccamente a oro. Le cappelle e gli altari sono di ricchi e fini marmi. (michele)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il diario di Bobby Sands

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 luglio 2010

Roma 15 luglio ore 18.30 presso la Sala delle Bandiere dell’Ufficio del Parlamento europeo in via IV Novembre 149 Roma, sarà presentato il libro  Il diario di Bobby Sands. Storia di un ragazzo irlandese. di Silvia Calamati, Laurence McKeown e Denis O Hearn edito da Castelvecchi Editore. Il libro racconta la storia del ragazzo di Belfast divenuto simbolo della lotta per l’indipendenza dell’Irlanda del Nord: Bobby Sands detenuto per quattro anni nel terribile carcere di Long Kesh, muore.
nel maggio 1981, a soli 27 anni, dopo 66 giorni di sciopero della fame. A un mese dalla pubblicazione del rapporto Silville sulla strage di Bloody Sunday, dalle scuse e dall’ammissione del Governo di Londra sull’uso  ingiustificato e ingiustificabile  delle armi da parte dei paracadutisti inglesi che in quella domenica del 1972 a Derry uccisero 14 manifestanti cattolici, la questione irlandese torna finalmente di attualità. Una guerra mai conclusa, 3700 morti, ma che l’Europa e il mondo sembrano aver dimenticato.Intervengono Roberta Angelilli, Vicepresidente del Parlamento europeo, Tommaso Della Longa giornalista esperto della questione irlandese e Silvia Calamati, autrice del libro.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il diario di Bobby Sands

Posted by fidest press agency su domenica, 11 luglio 2010

Roma 15 luglio ore 18.30 Ufficio del Parlamento europeo  Sala delle Bandiere Presentazione del libro  Il diario di Bobby Sands edito da Castelvecchi Editore Dibattito sulla questione irlandese Intervengono Angelilli, Mellone, Della Longa e Calamati
Il libro racconta la storia del ragazzo di Belfast divenuto simbolo della lotta per l indipendenza dell Irlanda del Nord: Bobby Sands detenuto per quattro anni nel terribile carcere di Long Kesh, muore nel maggio 1981, a soli 27 anni, dopo 66 giorni di sciopero della fame. A un mese dalla pubblicazione del rapporto Silville sulla strage di Bloody Sunday, dalle scuse e dall’ammissione del Governo di Londra sull’uso  ingiustificato e ingiustificabile  delle armi da parte dei paracadutisti inglesi che in quella domenica del 1972 a Derry uccisero 14 manifestanti cattolici, la questione irlandese torna finalmente di attualità. Una guerra mai conclusa, 3700 morti, ma che l Europa e il mondo sembrano aver dimenticato. Intervengono Roberta Angelilli, Vicepresidente del Parlamento europeo, Andrea Mellone di Radio Rai, Tommaso Della Longa giornalista esperto della questione irlandese e Silvia Calamati, autrice del libro.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Contare i passi

Posted by fidest press agency su martedì, 1 giugno 2010

Dai  Pirenei all’ Oceano sul  Cammino di  Santiago di Carla de Bernardi Una promessa fatta a se stessa tanto tempo prima: percorrere quasi ottocento chilometri a piedi. Destinazione, Santiago de Compostela. Ma da dove partire, con chi andare? E quale percorso seguire? Tappa dopo tappa la protagonista svela tutti i segreti del Cammino di Santiago, da Saint Jean Pied de Port a Finisterre: gli angoli più nascosti, gli albergues per i pellegrini, notizie, curiosità e ricette delle culture e dei luoghi incontrati, le difficoltà da superare. Ma racconta anche, e soprattutto, del processo di raffinazione dell’anima attraverso il quale arriverà a conoscere la parte più nascosta di se stessa, e dell’incontro, meraviglioso e destabilizzante, con lo Spirito del Cammino. A metà strada tra diario personale e libro di viaggio, quest’opera metterà il lettore nelle condizioni di organizzare, e amare, un perfetto Cammino di Santiago.Pagine 304 Euro 17,00 Codice 20026T EAN 978-88-425-4561-3

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diario di guerra

Posted by fidest press agency su martedì, 30 marzo 2010

Con gli alpini in Montenegro 1941-1943 di Vito Mantia. Un alpino ventenne, partito per il Montenegro con il battaglione «Feltre» nell’ottobre del 1941, annota su un taccuino le cronache di quei lunghi mesi di sofferenze. Mesi di guerriglia senza fronti e senza orari, tormentati da atrocità tali da indurre le autorità a un lungo, colpevole silenzio riguardo al fronte balcanico. Nel suo diario – completo di documentazione fotografica – Vito Mantia con grande sensibilità testimonia l’orrore di una guerra quasi dimenticata, ispirato non solo dagli eventi bellici in sé, ma anche e soprattutto dal vivo desiderio di dimostrare lo spirito con il quale gli alpini li hanno affrontati: senso del dovere, fratellanza, solidarietà vera, amor di patria. (Pagine 102 Euro 9,00 Codice 14147W ISBN 978-88-425-4438-8)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: I AM

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 marzo 2010

Roma 8 – 26 marzo 2010  Via Raffaele Cadorna, 28 vernice ore 17  Con la mostra I am, RossoCinabro vuole mettere in scena opere che hanno come tema  la trasformazione di elementi autobiografici in esperienza estetica. ‘Le ragioni che mi hanno spinto a dedicare questo tema  all’autobiografia è il chiedermi  qual è la relazione degli artisti con la vita. Ponendoci le stesse domande e avendo le stesse paure, ci sono più paralleli tra noi tutti che differenze.  Alcuni lavori autobiografici costruiscono una  storia compiuta attraverso l’unione di piccole storie o esperienze; altri mostrano solo l’aspetto soggettivo dell’artista, come percepisce il mondo o come vede la vita. Alcuni, partendo da tecniche di documentazione anche comuni, come il diario, la corrispondenza epistolare, le foto di famiglia o più semplicemente i ricordi, creano dei lavori  che costituiscono vere e proprie narrazioni. Alcune opere  permettono  anche di pensare al modo in cui ognuno di noi riflette su sé stesso, a come documentiamo i nostri atti, a come conserviamo,  dipingiamo o rappresentiamo le cose che sono importanti nella vita. Vivendo  in un periodo  molto esibizionista nella quale i confini tra il privato e il pubblico, anche nella nostra vita, sono sempre in movimento, trovo interessante osservare come gli artisti definiscono  questi confini’.   Opere di: Annick Solange Augier, Serena Basei, Elena Candoli, Federica Di Carlo, Gianpiero De Gruttola, Giuseppe Dente, Cristiana Di Meo,  Nino Ninotti, Silvio Pancheri,  Mauro Romano, Umberto Salmeri, Carlotta Schiavio, Shiribia,  Pasquale Varvicchio  A cura di Cristina Madini  (Immagine: Play the game, Ophelia  acquerello su carta 80×100 di Federica Di Carlo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: diario di un pazzo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 marzo 2010

Roma Teatro Ghione dal 9 al 21 marzo Via delle Fornaci 37, per la regia di Livio Galassi Diario di un pazzo (che amava Shakespeare)  di Anna Mazzamauro da Nikolaj Gogol Adattamento musicale, Direzione musicale e Fisarmonica: Riccardo Taddei Violino: Claudio Merico Coreografa: Ermanna Mandelli Costimi: Grazziella Pera Si ispira al “Diario di un pazzo” di Nikolaj Gogol, il nuovo intenso lavoro scritto ed interpretato da Anna Mazzamauro, dal titolo “Diario di in pazzo (che amava Shakespeare)”, in scena al   ll racconto è un viaggio nella doppiezza, nella schizofrenia di un uomo niente affatto particolare; l’iter di un attore frustrato  – dal non essere mai riuscito a realizzare le proprie ambizioni – a tal punto da smarrire identità e ragione. L’infinita amarezza e crudeltà del destino del protagonista, che amava Shakespeare,  è annegata nell’ironia e nella comicità che fanno di questo personaggio l’archetipo dei “non eroi”.
Il testo di Anna Mazzamauro nasce proprio nel 2009 – anno del bicentenario della nascita di Gogol’ –  per celebrare il grande scrittore e drammaturgo russo e soprattutto il suo legame con Roma e l’Italia. Il 25 marzo del 1837 infatti Gogol’ arriva a Roma e il grande scrittore russo s’innamora della città eterna e come lui stesso dichiara trova “la patria della sua anima”, il luogo dove “la sua anima viveva prima ancora che [venisse] alla luce”. A Roma – dove respirando l’aria che “faceva venire voglia di trasformarsi in un gigantesco naso, con narici grosse come secchi” per “farci entrare almeno 700 angeli” – Gogol’ è veramente felice come scrittore e come uomo. Ama Roma e il popolo italiano, dotato di grandissimo senso estetico, ammira la natura dell’Italia e la sua arte. Per Gogol’ il teatro era un’arte sublime, di grande rilievo sociale., un’arte della quale Anna Mazzamauro è oggi Maestra e che mette a completa disposizione del pubblico che da sempre la ama in questo suo testo  “Diario di un pazzo (che amava Shakespeare)”, ospirato proprio al “Diario di un pazzo” di Nikolaj Gogol. In contemporanea con lo spettacolo, dal 9 marzo sarà in libreria il libro dal titolo “Adattiamoci” di Anna Mazzamauro, edito da Graus Editore. (mazzamauro)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diario di Terra santa

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2010

Nel 1980-81 don Andrea Santoro compì il suo primo, prolungato soggiorno in Terra Santa. A contatto con i luoghi in cui visse Gesù, annotò sui suoi quaderni le tappe della sua crescita spirituale. Per la prima volta, ora, queste pagine straordinarie sono a disposizione dei lettori. di don Andrea Santoro Edizioni San Paolo 224 + 8 pagine € 16,00

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il diario di Adamo ed Eva

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 ottobre 2009

diarioRoma, dal 27 ottobre al 22 novembre Teatro Due (Vicolo Due Macelli 37) Elisabetta De Palo e Riccardo Castagnari e con Andrea Calvani (il serpente) saranno in scena al Teatro Due (ore 21.00, domenica ore 18.00, riposo lunedì) con Il diario di Adamo ed Eva: uno spettacolo tratto da Mark Twain per la traduzione, l’adattamento teatrale e la regia dello stesso Castagnari prodotto da Studio 12. Al pianoforte Andrea Calvani. Teatro e musica per giocare attorno alla mitologia dell’incontro fra uomo e donna, i primi. Con l’immancabile supporto dell’altrettanto mitico serpente nella cornice del giardino fra i giardini, l’Eden ovviamente. Elisabetta De Palo, già protagonista di Vivere nei panni di una spassosa Eva Regista e protagonista Riccardo Castagnari, da poco reduce del prestigioso premio Marius (Francia) per la sua raffinata Marlene Dietrich, infoline 06 6788259, http://www.teatrodueroma.it)Lo spettacolo è inserito nel Progetto Speciale Teatro 2009/2010, manifestazione realizzata con il sostegno del Comune di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, in collaborazione con l’Agis e la Siae”.  Ricordiamo che Elisabetta De Palo ha regalato il volto al personaggio di Mirella Bonelli nella soap Vivere. E che Riccardo Castagnari è il felicissimo autore, regista e interprete (sotto lo pseudonimo di Quince) di Marlene D. The legend con il quale ha vinto a Parigi il prestigiosissimo premio Marius 2009 come miglior spettacolo musicale -categoria adattamento francese- e la nomination come miglior attore protagonista.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »