Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘difesa-sicurezza’

Spese difesa per sicurezza di tutti

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 novembre 2015

Paolo-Alli“La sicurezza è un valore per tutti noi, per tutti i nostri cittadini, e oggi lo è di più dopo i tragici fatti di Parigi. Oggi anche la sicurezza ha una dimensione globale che ci obbliga a uscire dai confini dei singoli Stati. Per questo il decreto missioni è un investimento per la sicurezza del nostro Paese e del nostro continente. Le spese per la difesa sono oggi fondamentali”. A dirlo è Paolo Alli, Capogruppo Area Popolare (Ncd-Udc) in Commissione Affari Esteri alla Camera e Vice Presidente dell’Assemblea Parlamentare Nato.“Dunque, – continua – dobbiamo avere il coraggio di dire no a facili demagogie, a riconoscere la grande professionalità e l’equilibrio con i quali le nostre Forze armate sono presenti nei vari scenari mondiali. Analogamente dobbiamo riconoscere la grande qualità delle nostre forze dell’ordine e dei servizi di intelligence. È, quindi, veramente curioso che in una situazione come questa vi siano continui attacchi al Ministro Alfano nel momento in cui il nostro Paese ha finora dimostrato, sotto questo punto di vista, di essere molto ben organizzato”.“Infine, alla luce di tutto questo, – conclude – le dichiarazioni di ieri del Presidente della Commissione europea Juncker, che anticipa la disponibilità a considerare le spese per la sicurezza, almeno quelle per la lotta al terrorismo, al di fuori del Patto di stabilità segnano la consapevolezza che la sicurezza è diventata un valore primario e, quindi, dobbiamo fare di tutto per poterne garantire gli strumenti”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il disagio del comparto Difesa-Sicurezza

Posted by fidest press agency su domenica, 22 Maggio 2011

“Peggio delle ingiustizie e del mancato rispetto degli impegni c’è solo la presunzione di chi pensa che gli altri siano tutti ingenui, nonché l’irresponsabilità di chi senza remore non tiene fede all’impegno assunto con i cittadini nello svolgimento di un compito nobile ed altissimo quale è quello di rappresentarli. E noi di questo abbiamo esempi in Italia, compreso nel nostro Parlamento. Uno su tutti? Il senatore Filippo Saltamartini, naturalmente! Chi altri avrebbe potuto essere più sconcertante di lui, che conosce bene le necessità degli Operatori della sicurezza, e che manifesta addirittura soddisfazione per l’osceno trattamento riservatoci dal Governo, mentre tutti, e dico tutti i rappresentanti del Comparto, da ultimo anche il Cocer dell’Aeronautica militare, non fanno che manifestare il più cupo malcontento! E’ qualcosa che fa davvero cadere le braccia..”. Questa la riflessione di Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, in seguito agli ultimi sviluppi dell’iter del decreto legge sui trattamenti delle Forze Armate, di Polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, che ha scatenato le ire dei rappresentanti di militari e Forze di Polizia. Ultimo intervento in ordine di tempo quello del Cocer dell’Aeronautica Militare, che in una nota stampa ha sottolineato a chiare note come “nei fatti, si è assistito al mancato rispetto degli impegni assunti dal Governo per lenire gli effetti degli ingiustificati e discriminanti tagli alle retribuzioni dei militari. Le misure una tantum – è detto ancora nel comunicato -, alla stregua di una social card per i militari, rischiano di essere percepite dal personale per quello che sono: l’ennesimo segnale di disattenzione verso la tanto sbandierata specificità del Comparto Difesa e Sicurezza”. “Quest’ultimo intervento – aggiunge Maccari – è solo l’ennesimo urlo contro un Governo che sta toccando livelli di bassezze inimmaginabili nei confronti dei suoi Servitori più fedeli, giungendo addirittura a prevedere somministrazioni una tantum come si fa con gli accattoni per la strada. E’ un oltraggio intollerabile, e quando leggiamo che Saltamartini parla di ‘applicazione del principio di specificità retributiva precedentemente introdotto dal Governo Berlusconi’, ci viene in mente solo una cosa: è vero! E’ la menzognera applicazione di una menzogna, è la clamorosa concretizzazione del nulla più assoluto, è la giusta evoluzione dell’oltraggio che da anni ormai viene perpetrato nei confronti di chi quattro soldi pulciosi se li guadagna a costo di buttare il sangue. Siamo indignati e schifati che un rappresentante del popolo italiano che intasca ogni mese migliaia e migliaia di euro dei contribuenti non riesca neppure ad ammettere la verità, e cioè – conclude Maccari – che il diritto alla sicurezza dei cittadini rischia di essere messo in discussione grazie a rappresentanti politici irresponsabili e menefreghisti che pensano unicamente al proprio orticello”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Operatori difesa-sicurezza: le solite bugie

Posted by fidest press agency su martedì, 22 marzo 2011

“L’incontro tra Sindacati di polizia e il Governo si è rivelato, per i primi, l’ennesima perdita di tempo perché anche oggi il Governo ha rivelato il suo vero volto, cioè  quello di chi mente sapendo di mentire. Mentre solo pochi giorni fa un “amichevole” Berlusconi ad Arcore aveva rassicurato i poliziotti che il 23 marzo, cioè domani, il Consiglio dei ministri avrebbe varato un provvedimento fortemente voluto da lui , Maroni e La Russa, per limitare i già pesanti danni che la manovra finanziaria della scorsa estate ha prodotto nei confronti dei militari e dei poliziotti, oggi i suoi ministri lo hanno categoricamente smentito, insomma hanno colpito e affondato la solita promessa propagandistica del Premier . Sono certo che i sindacati di polizia, legittimati dall’ampio consenso del personale che rappresentano, sapranno reagire con fermezza all’ennesima presa per i fondelli che oggi il Governo gli ha riservato e che gli riserverà anche nel futuro, perché è chiaro che il rimandare la questione a prossime e improbabili riunioni del Consiglio dei ministri equivale a dire che ne oggi ne domani ci saranno risposte concrete alle richieste economiche dei poliziotti. Mi preoccupa invece il fatto che i militari da quasi due anni non hanno nessuno che li possa rappresentare e tutelare nei rapporti con il Governo.” Lo ha dichiarato Luca Marco Comellini segretario del Partito per la tutela dei Diritti di Militari e Forze di polizia.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A margine di un contratto: difesa-sicurezza

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 settembre 2010

Le notti a Roma si possono trascorrere in modi diversi. Di certo non è stato piacevole per i sindacalisti che hanno calcato le scene di quello che è il Ministero della Funzione pubblica. Ad attenderli, mentre albeggiava, vi era uno sparuto gruppetto di cronisti in attesa di notizie di prima mano. Si sa che la maggioranza dei sindacati, pur di malavoglia, sono intenzionati a firmare un contratto-capestro relativo al biennio 2008 – 2009 per evitare danni maggiori per la categoria. E la firma, se ci sarà, è stata per ora fissata per domani 17 settembre. E per chi ci crede questo diciassette appare poco scaramantico. Dal punto di vista economico parliamo di cifre molto modeste e che si traducono in busta paga intorno alle 40/45 euro mensili, né si prevede per i prossimi tre altre integrazioni.
Il Cocer l’organo di rappresentanza dei militari, per quanto si sa, sta lavorando notte e giorno per cercare per lo meno di portare un risultato dignitoso ed equilibrato per tutti gli appartenenti alle forze armate. Nel frattempo c’è anche, ci dicono, chi cerca di far passare la proposta di istituire nuove fasce per l’assegno funzionale, in particolare quella della fascia dei 17 anni di servizio che vede un forte gap tra i graduati di truppa e gradi corrispondenti delle forze di polizia “agenti” e dei carabinieri “appuntati”. In proposito si ricorda che nel precedente contratto si era ridotto l’assegno di funzione da 32 anni a 27 anni di servizio e spostato i fondi verso il personale più anziano. A questo punto se questa linea continuerà a prevalere ci dobbiamo chiedere chi tutelerà i giovani? A parte questi tatticismi, che ci dicono ben poco poichè la torta da ripartire è striminzita, ciò che emerge evidente è che all’interno dei sindacati si respira un’aria pesante: nessuno, si fida del governo, peraltro assente durante la trattativa che si è svolta con i “tecnici”.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra e stato agitazione comparto difesa-sicurezza

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 luglio 2010

Le Organizzazioni Sindacali della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria, del Corpo Forestale dello Stato, nonché quelle dei Vigili del Fuoco, del Cocer Guardia di Finanza e le rappresentanze militari dell’Aeronautica e della Marina hanno appreso da una conferenza stampa dei ministri dell’Interno e della Difesa Maroni e La Russa, la volontà politica di presentare un emendamento (art.8 comm.11 bis) alla manovra correttiva, con la previsione di uno stanziamento di 80 milioni di euro/annui per il biennio 2011 – 2012 al fine di salvaguardare la specificità professionale e la funzione di polizia degli appartenenti al Comparto Sicurezza e Difesa. Da una dettagliata lettura del testo dell’emendamento, tale volontà non trova riscontro nell’analisi tecnica dello stesso che lascia inalterati gli effetti delle norme penalizzanti, previste dalla manovra in materia di blocco l trattamento economico complessivo della massa salariale, blocco degli avanzamenti stipendiali legati alle funzioni  e grave penalizzazione del trattamento di fine rapporto per gli operatori del comparto, che pregiudicano in modo irreversibile la funzione di polizia e delle forze armate poste a tutela della sicurezza dei cittadini. Condizione imprescindibile per la legalità e lo sviluppo economico del Paese. Nell’attesa di comprendere e chiarire se sia prevalente la volontà politica espressa dai ministri rispetto al contenuto dell’emendamento, le OO. SS. e le rappresentanze militari proseguono nello stato di agitazione e mobilitazione, preannunciando sin d’ora eclatanti iniziative di protesta per tutelare la dignità e professionalità di poliziotti, militari e appartenenti ai Vigili del Fuoco, al fine di salvaguardare la specificità delle loro funzioni, la dignità degli operatori e l’efficacia di un sistema sicurezza adeguato alle mutate e accresciute esigenze sociali e di sviluppo che il Paese richiede.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rinnovo contrattuale comparto difesa-sicurezza

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 febbraio 2010

Il Cocer, organo di rappresentanza militare ha incontrato il Sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze – On. Alberto Giorgetti – delegato dal Ministro Tremonti, per discutere il tema del rinnovo contrattuale relativo al biennio economico 2008/2009. Il Cocer non ha mancato di rappresentare con la dovuta fermezza la necessità che il Governo reperisca ulteriori risorse per incrementare quelle sinora rese disponibili, assolutamente insufficienti per rinnovare il contratto già scaduto il 31 dicembre scorso, tanto da aver indotto il Consiglio, unitamente alla grande maggioranza delle Organizzazioni Sindacali e degli Organismi di Rappresentanza, a dichiararsi non disponibile a proseguire le trattative presso la Funzione Pubblica.  Nell’ambito dello stesso incontro, il Cocer ha ribadito la propria contrarietà a impiegare le risorse disponibili per il riordino delle carriere ai fini del rinnovo contrattuale, in modo da non compromettere l’iter del riordino stesso.  Nel contempo, il Consiglio ha rappresentato all’interlocutore le difficoltà del personale congedato per motivi di salute che, a termini di legge, deve essere ricollocato presso la Pubblica Amministrazione, nonché la necessità di individuare soluzioni adeguate per i problemi abitativi.  Il Sottosegretario, dopo aver evidenziato la difficile congiuntura economica che attraversa il Paese e le effettive difficoltà a reperire ulteriori risorse, ha preso atto delle richieste e ha manifestato la piena disponibilità a verificare tutte le opzioni possibili per fornire concreto riscontro alle stesse, con particolare riguardo al reperimento delle risorse.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »