Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘dinamico’

Ponti: monitoraggio statico e dinamico

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2020

Il monitoraggio dinamico deve prendere il posto di quello statico» sottolinea Niccolò De Carlo, ceo e co-fondatore di Sensoworks (www.sensoworks.com), startup specializzata in monitoraggio infrastrutturale già attiva a livello globale, con uffici anche a Boston e monitoraggi in molti Paesi europei, includendo anche la Francia.Di fatto aumentano di frequenza e di durata le ondate di calore che con il passare degli anni diventano sempre più estreme. Nel Mediterraneo l’accelerazione è stata drastica: dal 1980 ad oggi si sono aggiunti 6,5 giorni di caldo estremo ogni decennio, una situazione che diventerà ancora più critica nel ventennio 2030-2050. A lanciare l’allarme è proprio Sensoworks (www.sensoworks.com), la startup italiana specializzata in monitoraggio infrastrutturale supportata da piattaforme tecnologiche multilivello.«Da qui al 2050 il riscaldamento globale metterà a rischio la sicurezza delle infrastrutture a livello mondiale» avvisano gli esperti di Sensoworks. E non è solo il caldo ma anche il conseguente incremento dei periodi di alluvione, delle tempeste e degli uragani. Fenomeni climatici che sono aumentati in quasi ogni parte del mondo, sia in frequenza che in durata.Secondo il Centre of Excellence for Climate Extremes (CLEX), centro di ricerca australiano, la somma delle anomalie di temperatura rispetto una determinata soglia durante i giorni di ondata di calore (calore cumulativo) sta aumentando in media a livello globale in una forbice che varia da 1 a 4,5 gradi Celsius ogni decennio. Ma in Medio Oriente ed in certe zone dell’Africa e del Sud America l’aumento raggiunge anche i 10 gradi Celsius.«Sottovalutare questa situazione sarebbe un errore. Ma con il monitoraggio dinamico sarà possibile risolvere fin d’ora il problema infrastrutturale» sottolinea Niccolò De Carlo, ceo e co-fondatore di Sensoworks.«I ponti italiani sono stati costruiti a regola d’arte ed anche la manutenzione è stata nella maggior parte dei casi adeguata. Oggi —tuttavia— le nuove tecnologie consentono di fare di più: di prevedere il futuro e prevenire un evento infrastrutturale prima che accada» puntualizza Niccolò De Carlo, sottolineando la necessità di passare da un monitoraggio statico delle nostre infrastrutture —quello caratterizzato da ispezioni tecniche sporadiche realizzate da tecnici in carne ed ossa— ad un monitoraggio dinamico, consentendo così di avere un controllo costante ed in tempo reale attraverso strumenti tecnologici all’avanguardia. (AJ-Com.Net). AJ/LL – NNNN

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Annali 2010 Medici Diabetologi

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 ottobre 2010

Milano: 25 ottobre, alle ore 11,30 Circolo della Stampa, Corso Venezia 16. Gli Annali AMD, giunti alla 5^ edizione, descrivono, grazie alla lettura dei dati raccolti in oltre 500.000 persone con diabete, un sesto della popolazione diabetica italiana, rilevati in circa la metà dei 650 Servizi di diabetologia nazionali, lo spaccato reale del sistema e dello stato dell’assistenza diabetologica nel nostro paese. Rappresentano uno strumento dinamico, che dal 2004 segue nel tempo l’evolversi del livello della qualità dell’assistenza in diabetologia, con l’obiettivo di mettere a punto interventi specifici nei Centri di diabetologia, che permettano un’assistenza alle persone con diabete più efficace ed efficiente. Partecipano all’incontro: Prof. Sandro Gentile, Presidente AMD Dr. Carlo B. Giorda, Vice presidente AMD Dr. Giacomo Vespasiani, Cooordinatore Annali AMD E’ stato invitato il Ministro della Salute, prof. Ferruccio Fazio.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Kelkoo sbarca negli Stati Uniti

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 luglio 2010

Quale primo passo della strategia di espansione dell’azienda in nuovi mercati, da questa settimana è disponibile la versione Beta di Kelkoo.com.  Gli Stati Uniti rappresentano l’undicesima nazione, nonché la prima al di fuori del continente europeo, in cui è presente  Kelkoo. Questo lancio rappresenta un passo avanti per l’azienda nella sua strategia di sfruttare nuove opportunità di espansione internazionale di interessante valore economico.  Il mercato statunitense offre a Kelkoo ampie opportunità commerciali, rappresentando la scelta ovvia per un lancio internazionale come parte del processo di diffusione del brand a livello globale.  Gli Stati Uniti vantano il mercato di vendita al dettaglio online più avanzato al mondo, con una popolazione cinque volte superiore a quella dell’Italia e un mercato dei siti di comparazione dei prezzi di dieci volte superiore. Nel 2009, le vendite online sul mercato statunitense da solo sono ammontate a 156 miliardi di dollari, pari al 7% del totale della spesa in ambito retail; il dato si raffronta con 143,7 miliardi di euro complessivi tra i dodici principali mercati europei, pari al 4,7% delle vendite complessive nel comparto retail. Il lancio in versione Beta di Kelkoo.com permetterà ai consumatori statunitensi di confrontare oltre 2 milioni di prodotti offerti da oltre 1.500 negozi online, inclusi 19 dei 25 principali, tra cui Amazon, eBay, Sears, Walmart. Si prevede di raggiungere oltre 5 milioni di prodotti messi a disposizione da circa 5.000 negozi online entro la fine del 2010, un’offerta che va ad aggiungersi alla proposta di Kelkoo in Europa, che attualmente conta 12 milioni di prodotti e 44 milioni di offerte da parte di oltre 10.000 negozi online.
Il sito Kelkoo.com risiederà e sarà gestito in Europa e prevederà presto la possibilità di calcolare in maniera dinamica spese di spedizione e tasse, consentendo ai clienti statunitensi di calcolare le differenze di spese e fiscali tra i vari stati.  Questo approccio allo shopping online focalizzato sul consumatore offre a Kelkoo la possibilità di soddisfare le loro esigenze  all’interno di un mercato estremamente dinamico.
Kelkoo è attualmente il terzo sito di commercio elettronico per dimensioni e una delle più grandi piattaforme per l’e-commerce e l’advertising in Europa. Il dominio Kelkoo.com esiste da 10 anni ed in precedenza reindirizzava gli utenti sui siti web locali.  Kelkoo.com riceve già oltre 1 milione di visite al mese da tutto il mondo,  un chiaro segno del potenziale di un pubblico già esistente per il brand negli Stati Uniti.
In Italia, Kelkoo è il secondo motore di ricerca per lo shopping online con oltre 2,2 milioni di utenti unici raggiungendo il 6,4% dell’utenza italiana complessiva  di Internet  (NNR, maggio 2010). Kelkoo Italia conta oltre 3,7 milioni di offerte da parte di oltre 300 negozi online.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In America non solo ebook

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 giugno 2009

L’ebook? Rappresenta il 2% del mercato americano (fatturato al netto degli sconti) del libro. Parola di Michael Healy del Book Industry Study Group a Editech 2009, la Giornata internazionale di studio e approfondimento in corso oggi, 25 giugno, a Milano dall’Associazione Italiana Editori (AIE) per far conoscere agli operatori, ancor prima che al grande pubblico, le tendenze in atto e le prospettive nell’ambito del’innovazione tecnologica nel settore editoriale.  Secondo Healy sui 40miliardi circa del mercato americano l’ebook vale oggi 793milioni di dollari mentre l’audio book raggiunge il miliardo di dollari (pesando per il 2,5%). Cifre a confronto che rilevano come questo mercato sia ancora “piccolo” ma estremamente dinamico, al punto che il giro d’affari all’ingrosso dell’ebook del solo mese di aprile 2009 si attesta negli Stati Uniti su un +228% (dato IDPF) rispetto allo stesso mese dello scorso anno e che nel 2008 la crescita è stata del 68,4%, come evidenziato da Michael Smith dell’International digital publishing forum (IDPF).  E in Italia? Le stime fornite dall’Ufficio studi dell’AIE rilevano per il mercato degli audiolibri e dell’ebook un peso inferiore allo 0,03% sul mercato complessivo del libro. Cifre emerse nel corso del Convegno, promosso da AIE in collaborazione con Siemens e con il supporto di alcune delle principali aziende che operano nel settore delle tecnologie applicate al mondo dell’editoria quali Open Text, Promedia solutions, Rotomail Italia e Telecom Italia, che vuole fornire un panorama aggiornato a livello internazionale e nazionale sull’impatto che le tecnologie possono avere per le case editrici. Al centro, il tema dell’ebook ma non solo. Spazio quindi al caso Kindle, il dispositivo portatile di Amazon che è stato presentato da Madeline McIntosh (secondo cui i lettori che hanno acquistato un kindle acquistano libri 2,6 volte in più rispetto a quando non lo avevano), ma anche ai contenuti digitali nella scuola, alla soluzione tedesca per l’industria del libro fornita da libreka! presentata da Ronald Schild, alle tecniche di vendita degli ebook in base all’esperienza della danese ebog.dk. E spazio ancora ai social network e ai community text con l’esperienza della casa editrice inglese Pan Macmillan che ha cercato di rendere sia le proprie opere sia la casa editrice più orientata al mondo delle community, aprendo il processo editoriale e i testi al social web: un caso non isolato se si pensa che nel solo primo trimestre 2006 l’editoria ha investito sul web 2.0. (Youtube, Facebook, etc) 455,5 milioni di dollari.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio di laurea “Cna innovazione”

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2009

Parma 13 giugno, nel corso dell’Assemblea quadriennale elettiva di CNA Parma, che si terrà presso la sala “Marco Polo” del centro congressi Hotel San Marco di Ponte Taro (PR), sarà consegnato alla dott.ssa Ilaria Perutelli il Premio di Laurea “CNA INNOVAZIONE”, che metteva a disposizione € 2.379,88 per la miglior Tesi di Laurea discussa nelle Facoltà di Economia, Giurisprudenza e Ingegneria dell’Università di Parma negli a.a. 2006/07 e 2007/08, sui temi dell’innovazione nelle imprese artigiane. Il titolo della Tesi vincitrice è “Innovazione di prodotto e assetti organizzativi nelle piccole imprese: una analisi empirica”; si tratta di un lavoro originale, che contiene risultati empirici di rilievo sul tema della innovazione di prodotto nelle imprese dell’Emilia Romagna e offre spunti di interesse per la letteratura scientifica. Il Premio di Laurea CNA INNOVAZIONE è il risultato della proficua collaborazione fra l’Associazione CNA di Parma e l’Università di Parma finalizzata, in questo caso, alla promozione dei temi dell’innovazione tecnologica e gestionale nelle imprese. L’importante iniziativa permette di arricchire il patrimonio di esperienze, idee e progetti che il mondo delle imprese e i giovani laureati di Parma possono condividere, all’interno di un sistema economico locale sempre più competitivo e dinamico.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »