Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 220

Posts Tagged ‘disavanzi’

Italia: la procedura per i disavanzi eccessivi non è più giustificata

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 luglio 2019

Oggi la Commissione ha preso atto dello sforzo fiscale aggiuntivo annunciato questa settimana dalle autorità italiane e ha concluso che si tratta di uno sforzo sufficientemente sostanziale da non proporre al Consiglio l’apertura in questa fase della procedura per i disavanzi eccessivi per la non conformità dell’Italia al criterio del debito.
Il 1° luglio il governo italiano ha adottato l’assestamento del bilancio per il 2019 e un decreto-legge, i quali includono una correzione per il 2019 per un importo di 7,6 miliardi di € o 0,42 % del PIL in termini nominali. Di conseguenza, si prevede che il disavanzo nominale dell’Italia raggiungerà il 2,04 % del PIL nel 2019 (rispetto al 2,5% nelle previsioni di primavera obiettivo sancito nel bilancio 2019 adottato dal Parlamento italiano. La correzione in termini strutturali è leggermente superiore, pari a 8,2 miliardi di € o 0,45 % del PIL, il che porta a un miglioramento del saldo strutturale di circa lo 0,2 % del PIL (rispetto a un deterioramento dello 0,2 % nelle previsioni di primavera 2019 della Commissione). La differenza rispetto all’importo nominale è dovuta alle entrate una tantum inferiori alle attese del condono fiscale per un importo di circa 0,6 miliardi di €, che peggiora l’obiettivo fiscale in termini nominali ma non in termini strutturali. Questi dati non tengono conto della flessibilità dello 0,18 % concessa in via preliminare all’Italia per “eventi inconsueti” connessi al crollo del ponte Morandi e ai rischi idrogeologici, che dovrà essere confermata ex post in base ai dati di consuntivo del 2019.
Tenendo conto delle disposizioni adottate il 1º luglio, si prevede una sostanziale conformità dell’Italia allo sforzo richiesto nel 2019 nel quadro del braccio preventivo del patto di stabilità e crescita, colmando lo scostamento dello 0,3 % del PIL stimato sulla base delle previsioni di primavera della Commissione. Inoltre, lo sforzo fiscale aggiuntivo compiuto dal governo per il 2019 è tale da compensare parzialmente anche il deterioramento del saldo strutturale registrato nel 2018. Infine, per quanto riguarda il 2020, il governo italiano ha ribadito l’impegno a conseguire un miglioramento strutturale in linea con i requisiti del patto di stabilità e crescita, in particolare mediante una nuova revisione della spesa e la revisione delle spese fiscali, nonché proiezioni migliori a politiche invariate che riflettono le tendenze favorevoli osservate finora nel 2019. Queste informazioni sono contenute in una lettera inviata il 2 luglio alla Commissione dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e dal ministro dell’Economia e delle finanze, Giovanni Tria.
La Commissione continuerà a vigilare sull’effettiva attuazione del pacchetto: sorveglierà attentamente l’esecuzione del bilancio 2019 e valuterà la conformità del documento programmatico di bilancio 2020 al patto di stabilità e crescita. Inoltre, i progressi con le riforme strutturali contenute nelle raccomandazioni specifiche per paese saranno essenziali per assicurare la maggiore crescita e contribuire in tal modo alla riduzione del rapporto debito/PIL. La Commissione valuterà l’attuazione di queste riforme nel contesto del semestre europeo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Europa: preoccupano le politiche di bilancio

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2011

Le informazioni disponibili – è detto in una nota della B.I. – indicano una evoluzione disomogenea tra i paesi per quanto riguarda l’osservanza dei piani di risanamento dei conti pubblici concordati. Sussiste il rischio che, in alcuni paesi, non vengano conseguiti gli obiettivi di bilancio stabiliti dal consiglio Ecofin per la necessaria e tempestiva correzione dei disavanzi eccessivi. E’ essenziale che tutti i governi rispettino gli obiettivi annunciati per il 2011. Ove necessario, devono essere rapidamente intrapresi ulteriori interventi correttivi per assicurare progressi verso la sostenibilità delle finanze pubbliche. L’attuazione di politiche credibili è fondamentale, date le pressioni che si continuano ad osservare nei mercati finanziari.”
Logica vorrebbe si fa osservare che siano attuate nell’area dell’euro e con urgenza le riforme strutturali per rafforzare il potenziale di crescita, la competitività e la flessibilità e si precisa: “In particolare, i paesi che risentono di disavanzi di bilancio e disavanzi esterni elevati o che registrano perdite di competitività dovrebbero intraprendere un programma organico di riforme economiche. Nei mercati di beni e servizi dovrebbero essere ulteriormente perseguite soprattutto politiche di stimolo alla concorrenza e all’innovazione per accelerare il processo di ristrutturazione e rafforzare la produttività. Sul fronte del mercato del lavoro, la priorità va accordata al potenziamento della flessibilità salariale e degli incentivi all’occupazione, nonché all’eliminazione della rigidità di mercato.”(Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lectio di Luigi Spaventa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 maggio 2011

Pavia il 12 maggio a Pavia (ore 21, aula goldoniana del Collegio Ghislieri) Il prof. Luigi Spaventa, già presidente della Consob, tiene una conferenza sul tema La crisi europea e la sopravvivenza dell’euro. L’incontro organizzato dal Collegio Ghislieri, dalla Facoltà di economia dell’Università di Pavia, dallo IUSS e dalla Fondazione Alma Mater Ticinensis sarà introdotta dal prof. Guido Ascari.
“La grande recessione seguita alla crisi economica ha lasciato in eredità agli Stati Europei grandi squilibri fiscali in termini di elevati disavanzi e debito pubblico – spiega il prof. Ascari – A loro volta i mercati hanno iniziato a richiedere tassi d’interesse più elevati per detenere titoli del debito pubblico dei paesi più a rischio della periferia dell’area Euro, ingenerando timori sulla solvibilità di questi paesi. La necessità di garantire i debiti pubblici denominati in Euro ha obbligato l’Unione Europea ad ingenti piani di salvataggio di fronte a richieste di aiuto da parte dei paesi a rischio. Come si è arrivati a questo punto? La causa è solo la grande recessione o sarebbe stato possibile accorgersi prima degli squilibri, non solo fiscali, fra i vari paesi dell’area Euro? La politica monetaria unica è lo strumento adeguato o sufficiente per risolvere questi problemi?

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Errori e disavanzi sanitari

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 aprile 2011

Si è tenuta in Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori sanitari e i disavanzi sanitari regionali, presieduta dall’on.Orlando, l’audizione del Direttore dell’Age.Na.S., Fulvio Moirano, del Dirigente della sezione organizzazione dei servizi sanitari, Donata Bellentani, e del Direttore della sezione monitoraggio della spesa sanitaria Cesare Cislaghi. Al centro dell’incontro, l’attuazione del piano di rientro dal deficit, la rete delle emergenze e i servizi delle strutture ospedaliere e territoriali, con particolare attenzione al ridimensionamento della rete ospedaliera e alla preventivata chiusura di alcuni nosocomi e punti nascita. “Su questo punto, la Commissione ha confermato che, in Calabria come altrove, occorre far luce sui danni erariali e tagliare sprechi che si possono trasformare facilmente in ruberie e infiltrazioni criminali, ma occorre, altresì, aver cura di non tagliare la qualità del servizio e l’assistenza offerta ai cittadini,” ha dichiarato Orlando. Altro punto all’ordine del giorno, la stima del deficit sanitario regionale recentemente approvata dal tavolo di verifica del piano di rientro della Regione Calabria e pari complessivamente, nell’arco di tempo che va dal 2006 al 2010, a 1 miliardo 45 milioni, quasi il doppio della cifra inizialmente ipotizzata e diffusa, ovvero 2 miliardi e 166 milioni di euro. All’audizione hanno partecipato il Vicepresidente Giovanni Burtone e i deputati Maria Grazia Laganà Fortugno, Benedetto Fucci e Doris Lo Moro. “Il piano di rientro esaminato dal tavolo Massicci a fine marzo e presentato dal Presidente e commissario ad acta per la sanità Giuseppe Scopelliti – ha commentato l’on. Lo Moro – è in continuità, dal punto di vista dei contenuti, con quello varato dalla precedente amministrazione. La discontinuità con la precedente giunta regionale è rilevabile, invece, nella certificazione del disavanzo.  E qui – ha concluso l’on. Lo Moro – va denunciato che le maggiori responsabilità dell’incongruenza emersa, sono attribuibili al Governo e all’advisor dallo stesso nominato, che ha quantificato in modo differente le cifre dei disavanzi in due diversi periodi”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bimbo morto dopo due visite in ospedale

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 marzo 2011

Il Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori sanitari e i disavanzi sanitari regionali, l’on. Leoluca Orlando, ha disposto l’invio di una relazione al Presidente della Regione Campania con deleghe alla Sanità, Stefano Caldoro, in merito alla morte di un bimbo avvenuta, secondo quanto riferito da organi di stampa, dopo che il piccolo era stato dimesso da due strutture sanitarie. Il bambino, di un anno e un mese,  avrebbe iniziato a stare male lunedì sera, quando aveva iniziato ad avvertire forti dolori alla pancia, nausea e vomito. Accompagnato presso l’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, dopo una visita e la prescrizione di una terapia, era stato dimesso. Da quanto si apprende, la cura, però, non aveva avuto gli effetti sperati e il piccolo era stato accompagnato nuovamente in ospedale, questa volta al Moscati di Aversa. Anche qui, dopo una visita e la prescrizione medica, sarebbe stato di nuovo dimesso ma le sue condizioni sono via via peggiorate e il giorno dopo è stato accompagnato per la terza volta in ospedale, stavolta nella struttura sanitaria di Giugliano, dove è arrivato già agonizzante ed è morto dopo poco . Sulla vicenda, è stata aperta un’inchiesta da parte della Procura della Repubblica di Napoli. “La Commissione d’inchiesta che presiedo, senza pregiudizio per le indagini in corso – si legge sulla lettera inviata da Orlando a Caldoro – intende acquisire ogni dato utile a conoscere lo svolgimento dei fatti accaduti, sia in merito ad eventuali criticità organizzative riscontrate, che in ordine ad iniziative amministrative, sanzionatorie e/o cautelari assunte a fronte di eventuali responsabilità individuali. La documentazione acquisita sarà valutata per eventuali ulteriori adempimenti di competenza”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicilia: Disavanzi sanità

Posted by fidest press agency su sabato, 19 marzo 2011

Il Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori sanitari e le cause dei disavanzi sanitari regionali, l’on. Leoluca Orlando, ha disposto l’invio di una lettera all’Assessore alla Sanità della Regione Sicilia, Massimo Russo, per avere ogni utile elemento di conoscenza in merito alla decisione di sospendere il servizio di elisoccorso notturno in partenza dalla città Ragusa. “Chiederemo all’Assessorato alla Sanità della Regione Sicilia spiegazioni sui motivi che hanno determinato la decisione di ridurre un servizio che in molti casi salva la vita dei cittadini – ha commentato Orlando – e chiederemo altresì di valutare l’ipotesi di ripristinare l’orario completo dell’elisoccorso che, funzionando part-time, attualmente lascia scoperta, durante le ore notturne, la provincia di Ragusa e l’intera Sicilia Orientale”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sanità in Lombardia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 marzo 2011

Il Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario e sulle cause dei disavanzi sanitari regionali, l’on. Leoluca Orlando, ha scritto all’assessore alla Sanità della Regione Lombardia, Luciano Bresciani, chiedendo una dettagliata relazione in riferimento ad alcuni presunti casi di malasanità che si sarebbero verificati presso dell’ospedale di Rho, in provincia di Milano e su cui laProcura ha aperto un’inchiesta. Le ipotesi di reato sono di lesioni colpose e omicidio colposo, oltre a vari illeciti amministrativi. Per ora non ci sarebbero nomi iscritti sul registro degli indagati. Tutti gli episodi, circa venti, secondo quanto riportato da notizie stampa, sarebbero avvenuti nell’ultimo anno e mezzo nel quinto reparto di Chirurgia generale del nosocomio di Rho. “Diagnosi errate, interventi sbagliati, o fatti senza gli esami necessari, che hanno necessitato operazioni riparatorie. E ancora morti sospette, garze dimenticate, tumori ignorati: un panorama surreale di storie che, se confermate, sarebbero gravissime”, ha commentato Orlando. “Per questo – ha aggiunto – la Commissione parlamentare d’inchiesta che presiedo intende acquisire una relazione con tutte le necessarie valutazioni sull’episodio, in ordine a eventuali disfunzioni organizzative o specifiche responsabilità individuali riscontrate, nonché sui provvedimenti cautelari o sanzionatori adottati nei confronti dei responsabili”. (Livia Parisi)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »