Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘dislessia’

Scuola: la dislessia diventa un’opportunità anche in tempi di Covid

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 novembre 2020

“Aperti all’epoca del Covid”, i doposcuola per dislessici continuano la loro attività anche in zona rossa, come recita il Dpcm. Ciò che viene considerato un disturbo, un problema, uno svantaggio può divenire un punto di forza, dipende sempre dall’ambiente in cui ci si trova. Il progetto del doposcuola “D+ decisamente super affascinante” di Valentina Secchi e Angelica Franzi ne è un esempio aperto anche in queste settimane, come molti altri a Milano.Le storie dei loro ragazzi, che rifioriscono e si appassionano, si esprimono e ritrovano il senso e la bellezza di capire, di apprendere, di stare insieme sono le stesse di tanti doposcuola che stanno aiutando i ragazzi con queste caratteristiche.D+ decisamente Super affascinante nasce nel luglio 2020 dall’idea di quanto descritto da Valentina nel suo libro Decisamente super affascinante, ovvero dare attenzione alle risorse individuali di ogni ragazzo, costruendo sui suoi talenti e competenze piuttosto che correggere le sue fragilità.Valentina Secchi è una mamma che si è battuta prima per suo figlio e poi si è trasformata in un’alleata didattica di tutti i ragazzi e le ragazze che le vengono affidati. Il suo doposcuola, che ha sede in via Raffaello Barbiera 36, si propone di supportare nelle attività di studio bambini e ragazzi dalla terza classe della scuola primaria in avanti con disturbi specifici dell’apprendimento e bisogni educativi speciali.“I nostri ragazzi possono sentirsi disorientati e incapaci di fruire della Didattica a distanza – continua Valentina – per coinvolgere gli alunni DSA, e non solo, gli insegnanti devono servirsi di strumenti semplici e metodologie chiare. Fondamentale è la collaborazione tra scuola e famiglia, per aiutare i ragazzi a scrollarsi di dosso quel senso di incapacità che spesso assorbono a scuola”.L’istituzione scolastica è come un tavolo a quattro gambe: genitori, ragazzo, preside ed insegnanti. Se manca una gamba, il tavolo traballa. Ci deve essere sensibilità e tatto per trovare il modo giusto di comunicare. Chi ha un Disturbo Specifico dell’Apprendimento, infatti, fatica già nelle lezioni in presenza ad organizzare i quaderni, a gestire il diario e a reperire le schede. Troppi input, differenti dislocazioni dei materiali, possono rendere veramente complesso seguire il programma e dare un senso alle proposte dei docenti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: IV edizione della Settimana Nazionale della Dislessia

Posted by fidest press agency su sabato, 5 ottobre 2019

Roma: 8 ottobre 2019, dalle ore 09.00 alle ore 17.00, presso l’AUDITORIUM ENNIO MORRICONE dell’UNIVERSITA’ DI TOR VERGATA, in Via Cracovia 50. Ore 09.00 Saluti ed Interventi:
Pier Gianni Medaglia: delegato del Rettore per l’inclusione degli studenti con disabilità e disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) dell’Università “Tor Vergata”, presidente di CARIS (Commissione di Ateneo dell’Università di Roma “Tor Vergata” per l’inclusione degli studenti con disabilità e DSA);
Ilaria De Meis: Logopedista FLI Lazio, figura di riferimento di CARIS (Commissione di Ateneo dell’Università di Roma “Tor Vergata” per l’inclusione degli studenti con disabilità e DSA)
Antonella Trentin: Vicepresidente AID nazionale e Presidente sezione AID Roma
Marco Romano: Coordinatore regionale AID Lazio
Ore 10.00-13.00 – My Story: testimonianze di giovani con DSA
I giovani volontari dell’Associazione Italiana Dislessia presenteranno le loro esperienze, opinioni, storie personali, in un confronto tra pari.
Obiettivi dell’incontro:
dare voce ai ragazzi dislessici
offrire uno stimolo positivo, per sviluppare consapevolezza sui DSA
far comprendere cosa significa essere dislessici
favorire il dialogo tra alunni ed insegnanti

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

4° Edizione della Settimana Nazionale della Dislessia

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 ottobre 2019

7 al 13 ottobre 2019: una intera settimana per informare e sensibilizzare il pubblico in merito a un disturbo che in Italia interessa circa 2.000.000 persone. Le 98 sezioni attive di AID, dislocate su tutto il territorio nazionale, in collaborazione con 300 enti pubblici ed istituzioni scolastiche, organizzeranno in 80 città italiane oltre 300 tra convegni, incontri di informazione e formazione, stand informativi nelle piazze, spettacoli teatrali e laboratori didattici. Oltre 500 i volontari AID coinvolti nella promozione e realizzazione di questi eventi e 40.000 le persone attese in totale in tutta la Penisola. La 4° edizione della Settimana Nazionale della Dislessia si terrà in concomitanza con la European Dyslexia Awareness Week, promossa dalla European Dyslexia Association (EDA). Il fil rouge della manifestazione quest’anno è “Diversi e Uguali: promuoviamo l’equità” a sottolineare il valore della diversità di ogni persona, da tutelare attraverso pari diritti e opportunità, per una società realmente inclusiva.
AID – Associazione Italiana Dislessia – nasce con la volontà di fare crescere la consapevolezza e la sensibilità verso il disturbo della dislessia evolutiva, che in Italia si stima riguardi circa 2.000.000 persone. L’Associazione conta oltre 18.000 soci e 98 sezioni attive distribuite su tutto il territorio nazionale. AID lavora per approfondire la conoscenza dei DSA e promuovere la ricerca, accrescere gli strumenti e migliorare le metodologie nella scuola, affrontare e risolvere le problematiche sociali legate ai DSA. L’Associazione è aperta ai genitori e familiari di bambini dislessici, ai dislessici adulti, agli insegnanti e ai tecnici (logopedisti, psicologi, medici).
Per avere maggiori informazioni sugli eventi a livello locale è possibile mettersi in contatto con la sezione AID più vicina, individuabile a questo link: https://www.aiditalia.org/it/sede-e-sezioni/sezioni-locali.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

XVII Congresso Nazionale di Associazione Italiana Dislessia

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 dicembre 2018

Milano 14 e 15 dicembre, presso l’Università degli Studi, l’evento per affrontare il rapporto fra i DSA e la “libertà di apprendere” sotto molteplici punti di vista.
A presentare il Congresso e il suo articolato programma, salirà sul palco Sergio Messina, Neuropsichiatra infantile e Presidente Associazione Italiana Dislessia; Lamberto Bertolè, Presidente del Consiglio Comunale di Milano; Loredana Grimaldi, Direttore Generale Fondazione TIM, partner di AID con il progetto formativo di e-learning Dislessia Amica e di Ricardo Franco Levi, Presidente AIE.
A seguire, l’intervento di Eraldo Paulesu, Professore Ordinario di Psicologia Fisiologica e Psicobiologia, psicologo, che illustrerà come l’utilizzo di tecnologie di neuro-immagine abbia contribuito a spostare l’attenzione, nella ricerca, da interpretazioni “motivazionali” della dislessia ad interpretazioni neuro-psicologiche. Successivamente il filosofo Salvatore Natoli, che con il suo contributo affronterà il legame fra il pensiero e il linguaggio, in funzione della conoscenza e della comunicazione.
Dalle 12, l’intervento “Inclusione scolastica e DSA: Costruzione di nuovi paradigmi per un processo formativo più coerente” del docente Martin Dodman, che vedrà protagonisti i nuovi modelli di insegnamento, basati sul valore della diversità e sulla valorizzazione della persona, coerenti con l’obiettivo di una società più inclusiva e partecipativa.
A conclusione dei lavori della mattinata, l’intervento “DSA e libertà nel mondo del lavoro” a cura del Neurologo Enrico Ghidoni e della Ricercatrice Sara Bocchicchio di Fondazione Italiana Dislessia che indagheranno gli ostacoli incontrati dal lavoratore con DSA nella ricerca di un’occupazione, nel processo di selezione o di crescita professionale, ma anche i frequenti punti di forza, come creatività, intuizione, pensiero divergente e talento nell’elaborazione delle informazioni visive e spaziali.Il convegno vedrà la partecipazione straordinaria venerdì 14 dicembre, alle ore 12, del cantautore e attore toscano Lorenzo Baglioni, per presentare in anteprima un nuovo progetto in collaborazione con AID.Da segnalare, nel pomeriggio del 14 dicembre, la Tavola Rotonda “DSA e libertà di apprendimento dal punto di vista neuropsicologico: opportunità e limiti” che vedrà gli interventi di Giacomo Stella, Cesare Cornoldi, Stefano Vicari e Cristiano Termine, tra le figure di maggior rilievo in Italia, sotto il profilo della ricerca in ambito clinico-diagnostico sui DSA.Nel corso della mattinata di sabato 15 dicembre, si evidenzia la partecipazione, per i saluti istituzionali, di Anna Rossomando, Vicepresidente del Senato, prima firmataria del disegno di legge 170/2010 per favorire l’inserimento lavorativo delle persone DSA. Nella stessa mattinata, interverrà Silvia Candiani, Country General Manager Microsoft Italia e Lauro Mengheri del Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi (CNOP).Per visualizzare il programma completo: https://www.aiditalia.org/Media/News/congressoAID2018/programma_aggiornato_congresso_nazionale_AID_milano.pdf

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

XVII Congresso Nazionale di Associazione Italiana Dislessia

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 novembre 2018

Milano 14 e 15 dicembre presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi, in via Festa del Perdono si terrà il XVII Congresso Nazionale di Associazione Italiana Dislessia. Obiettivo dell’evento, dal titolo “Dislessia: liberi di apprendere”, è rimarcare l’importanza di imparare attraverso strategie, modalità e mezzi più congeniali e funzionali a ciascuno. Una “libertà di apprendere” da interpretare, quindi, non solo in termini di studio, ma anche di scelta personale, per ciò che riguarda l’indirizzo scolastico, il percorso universitario e, successivamente, la carriera professionale.Un ragazzo con DSA non è sempre libero di scegliere il proprio futuro: che cosa può fare la scuola per favorire una vera libertà di apprendimento? Quali benefici ha, anche sul piano neuro-funzionale, utilizzare una strategia di apprendimento più adeguata? Cosa perdiamo quando invece non ci viene data la possibilità di apprendere nel modo a noi più consono, anche in termini di autostima e motivazione? Questi e altri temi saranno indagati nel corso dei due giorni di convegno.
L’evento è aperto al pubblico, soci e non, in particolare studenti, genitori, docenti e professionisti del settore medico-sanitario. Le due giornate saranno l’occasione per parlare di DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) a tutto tondo, a partire dagli aspetti clinico-diagnostici, alla didattica inclusiva, fino ad arrivare alla dimensione personale di sviluppo delle potenzialità.Il convegno prevede un ricco programma di incontri e workshop, e vedrà alternarsi sul palco della plenaria numerose personalità del mondo accademico, istituzionale, sportivo e dello spettacolo.È richiesta l’iscrizione al congresso online sul sito aiditalia.org (https://www.aiditalia.org/it/attivita/980)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Dislessia: aiutare a leggere

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 agosto 2016

europa comunitaria2Supporto alle persone affette da dislessia o in chemioterapia, ma anche un’idea per rendere più funzionale la gestione dei device a casa: questi i migliori progetti degli studenti europei premiati mercoledì sera a Lucerna in occasione della JA Company of the Year Competition 2016, l’iniziativa che ha visto in gara le migliori idee imprenditoriali sviluppate da 200 studenti di tutta Europa.
La competizione è stata organizzata da Junior Achievement Europe, associazione non profit attiva in 39 Paesi europei per lo sviluppo dell’educazione imprenditoriale e dell’alfabetizzazione finanziaria a scuola.
Il team della Danimarca si è aggiudicato il premio di Miglior Impresa JA 2016 con SubReader. Si tratta di un’app che aiuta le persone dislessiche a leggere i sottotitoli nei film in varie lingue grazie all’utilizzo di una particolare voce. Il prodotto funziona in modo indipendente del televisore o altri dispositivi e quindi non richiede alcuna configurazione speciale.
Al secondo posto gli studenti slovacchi che hanno presentato Irdify: un’impresa che sviluppa e produce telecomandi universali per smartphone. Grazie a un particolare collegamento, il prodotto consente di controllare televisori, console e molti altri dispositivi.
Il team inglese di Enlighten Hope ha conquistato il terzo posto con la produzione e pubblicazione di storie illustrate a misura di bambino che aiutano i piccoli malati di cancro ad affrontare gli effetti della chemioterapia e radioterapia con più speranza, gioia e ispirazione. Il successo di questo programma, inserito nell’anno scolastico 2015/2016 tra ipercorsi di Alternanza Scuola-Lavoro ufficialmente proposti dal MIUR, è dovuto in gran parte al supporto di volontari d’azienda che svolgono il ruolo di mentor, affiancando gli studenti e trasferendo loro la propria esperienza. La partnership tra il mondo scolastico e quello del lavoro è essenziale per ridurre il gap tra le competenze acquisite negli anni di formazione e quelle effettivamente richieste dal mercato. Durante l’anno scolastico 2014/2015, più di 313.000 studenti di 40 Paesi europei hanno partecipato al programma Impresa in azione.Durante la serata sono stati consegnati altri sei premi:
AT&T Excellence: per la mini-impresa con la miglior idea innovativa nel campo della sostenibilità, lo vince Oculus, team della Romania. Oculus grazie ai sensori e ad algoritmi efficienti, ha sviluppato degli occhiali che forniscono un aiuto essenziale alle persone non vedenti mentre si muovono.
Citi Client Focus Award: Update, team svedese invece è stata considerata la startup più attenta alla gestione delle relazioni con i clienti. Update, in particolare si occupa di aiutare le aziende a tenere aggiornati costantemente i propri profili social, grazie alla conoscenza tecnologica che contribuisce a mantenere un dialogo dinamico e attivo tra le imprese ei loro follower su Facebook e Instagram. FedEx Access Award: l’impresa che, secondo i giudici ha mostrato la miglior capacità di connessione globale è stata Form Up, ideata dagli studenti belga. Forum Up è un gioco a incastro che ha già venduto 1.500 pezzi.
MetLife LifeChanger Award: il progetto Smileybin degli studenti greci è quello che, secondo la giuria, meglio abbraccia i concetti di impatto sociale, di performance finanziarie e di innovazione nella strategia di business. Infatti si tratta di un’app che aiuta i cittadini a riciclare, segnalando i punti della raccolta differenziata nelle città.
UBS Award: Shellbag, impresa spagnola, è stata giudicata una delle miglior imprese eco-sostenibili presentate. La startup ha creato un sacchetto biodegradabile, fatto con le bucce di banana, da poter portare sempre con sé in occasione di un picnic o di una pausa pranzo.Le iniziative di Junior Achievement in Europa e in tutti il Vecchio Continente raggiungono circa 3,2 milioni di studenti in 39 paesi. Queste attività verranno incrementate nel 2017 grazie al progetto internazionale The European Pact for Youth con lo scopo di realizzare in tutta Europa 10.000 partnership Scuola-Impresa di qualità entro il prossimo anno.All’interno di questo progetto, JA Italia è il primo Paese del network di JA Europe ad aver sviluppato l’EE-Hub (Entrepreneurship Education Hub) a carattere nazionale: si tratta di una rete degli attori impegnati nella diffusione di modelli virtuosi di educazione all’imprenditorialità su scala nazionale.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dislessia in Friuli e Lombardia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 marzo 2012

I bambini normalmente imparano a parlare rapidamente e senza difficoltà tramite esposizione al linguaggio adulto; tuttavia per alcuni di loro questo processo di sviluppo non è così facile: nel 10-20% di bambini di 2 anni è stato riscontrato un ritardo nel linguaggio in assenza di condizioni patologiche cliniche. Questa condizione (Late Talker) rappresenta un importante fattore di rischio per lo sviluppo di un successivo Disturbo specifico di Linguaggio, che è presente nel 5% – 8% della popolazione scolastica e che, spesso sottovalutato, si accompagna al successivo sviluppo di difficoltà di apprendimento scolastico (Dislessia, Discalculia, Disortografia, Disgrafia).Le conoscenze scientifiche disponibili convergono nel mostrare che il periodo sensibile per uno sviluppo tipico delle abilità di linguaggio e di lettura è individuabile in epoche molto precoci della vita, ben prima della comparsa delle prime manifestazioni cliniche in epoca scolare.Conferme sperimentali indicano inoltre che una individuazione tempestiva dei disturbi di linguaggio (idealmente entro i 3 anni di vita) consentono di impostare interventi efficaci in grado di far evolvere positivamente le competenze linguistiche e preventivi per l’insorgenza della dislessia.Proprio in un’ottica di prevenzione, l’IRCCS Medea – La Nostra Famiglia ha avviato il progetto “Communication Disorders: reducing health inequalities”, approvato dal CCM (Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie) del Ministero della Salute.Si tratta di uno studio longitudinale sulla popolazione della scuola dell’infanzia in due regioni differenti (Lombardia e Friuli Venezia Giulia) nelle province e nei comuni di Lecco e Udine: attraverso strumenti di screening scientificamente già validati e adattati al contesto linguistico italiano, verranno individuati i bambini a rischio di sviluppare disturbi del linguaggio e future forme di dislessia.Verrà reclutato un campione di 1000 bambini di 36 mesi che frequenteranno la scuola dell’infanzia, al quale verrà sottoposto il test di screening Language Development Survey (sviluppato dalla professoressa Leslie Rescorla del Bryn Mawr College in Pennsylvania), una chek-list somministrata direttamente ai genitori e recentemente presentata in congressi internazionali come il più aggiornato strumento per l’individuazione precoce dei bambini a rischio di disturbo specifico del linguaggio.
La chek-list è stata opportunamente adattata e tarata per la popolazione italiana dai ricercatori dell’IRCCS Medea in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma e direttamente in accordo con la prof.ssa Rescorla, che ha seguito l’evoluzione dei lavori su una ampia fascia di bambini italiani (a tal proposito sono state riscontrate alcune differenze rispetto ai dati già raccolti in altri paesi di lingua inglese).
Una parte dei soggetti positivi allo screening seguirà un potenziamento linguistico specifico durante la normale attività educativo-didattica che verrà svolta nella scuola dell’infanzia (gli insegnanti verranno formati ad hoc).Tutti i bambini verranno rivalutati al termine del progetto così da evidenziare la predittività del test su un campione italiano e l’efficacia degli interventi di potenziamento: i soggetti ancora positivi verranno inviati ai servizi di riabilitazione infantile per la presa in carico riabilitativa.
L’IRCCS Medea ha già utilizzato con successo una serie di test come predittori precoci per la dislessia e ha standardizzato, in collaborazione con altri gruppi di ricerca – specificamente con l’Università di Udine e di Padova -, strumenti per la diagnosi e lo screening tempestivo dei disturbi del linguaggio, utilizzabili nei primi anni della scuola dell’infanzia e in grado di identificare precocemente i bambini a rischio.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dislessia: un problema comune?

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 novembre 2010

Venezia 3 dicembre dalle 10 alle 19, Sale monumentali   (ingresso da Piazzetta San Marco 13/a), convegno: “Dislessia: un problema comune?”.in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità 2010 e nell’ambito del Servizio “Libro parlato Lions”. Leggere e scrivere sono considerate tappe così semplici nel percorso dell’apprendimento che risulta difficile comprendere la fatica di un bambino dislessico. Risultati insoddisfacenti in ambito scolastico vengono perciò spesso attribuiti a scarso impegno e distrazione, mentre possono essere sintomi di dislessia. È perciò molto importante diagnosticarla per tempo. Oggi è possibile risolvere il pesante carico della fatica nella lettura mediante una attenzione mirata in famiglia, a scuola e negli ambiti relazionali, attraverso l’uso di alcune tecnologie ed il sostegno delle associazioni di settore.
Grazie all’adozione di alcune misure dispensative e compensative, i ragazzi possono vivere la lettura e di conseguenza la cultura  come un fatto del tutto normale. Il Convegno vuole essere un momento di attenzione e sensibilizzazione al problema e di illustrazione delle vie pratiche da seguire per affrontarlo. Verranno presentati dei supporti organizzativi e tecnici, oltre a nuove soluzioni, indirizzati esclusivamente alla dislessia. Sarà esaminata anche la recente legislazione, accolta positivamente dagli addetti ai lavori. Alcuni protagonisti, attraverso le loro esperienze di vita vissuta, potranno offrire la loro testimonianza sui possibili modi di affrontare la dislessia. La partecipazione è gratuita. Non è necessaria l’iscrizione. Introduce:  Maria Letizia Sebastiani,
Direttore della Biblioteca Nazionale Marciana Flavia Cristiano MiBAC, Direttore del Centro per il libro e la lettura Tiziana Agostini Comune di Venezia, Assessora alle Attività Culturali
Massimo Canella Regione del Veneto, Responsabile del Servizio Beni librari e Archivistici e Musei
Maurizio Fallace MiBAC, Direttore Generale per le Biblioteche, gli Istituti Culturali e il Diritto di Autore Ugo Soragni MiBAC, Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Veneto Fabio Di Spirito, Segretario Generale della Fondazione Telecom Maria Stella Spagnoletti, Psicoterapeuta Il problema Dislessia Antonio Bonaldo, Presidente AID Venezia L’Associazione Italiana Dislessia Concetta Pacifico, Dirigente scolastico  La Normativa sulla Dislessia Adriana Volpato, Docente La scuola: Il Piano Didattico Personalizzato (PDP) Filippo Barbera, Studente
Un testimonianza autobiografica Francesca Munare L’esperienza di un genitore Caterina Scapin, Docente Le Competenze compensative Ugo Pagani, Associazione Libro Parlato Lions Nuovi applicativi Lions a sostegno dei soggetti dislessici: il Progetto “e-Leggo” A metà pomeriggio Sabina Tutone leggerà dei brani da: “Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo”, un eroe dislessico e superattivo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La dislessia in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 novembre 2010

“Stando ai dati dell’Associazione italiana dislessia i ragazzi affetti da tale patologia sarebbero circa 350.000,pari al 5% della popolazione in età scolare, quindi trasponendo i dati alla realtà calabrese, la problematica investe diverse migliaia di studenti. A fronte di tali dati gli oneri finanziari previsti dalla presente legge si muovono su varie articolazioni. Nello specifico concorrono alla copertura finanziaria fondi europei (in particolare sulla formazione degli insegnanti), fondi nazionali  con la recente approvazione della legge sulla dislessia in ambito scolastico (formazione e supporti informatici)  e regionali. La proposta di legge che ho presentato si propone di chiedere alla  Regione di riconoscere la dislessia, la disgrafia e la discalculia, come disturbi specifici di apprendimento, di seguito denominati DSA che ostacolano il pieno sviluppo  dell’individuo e di promuovere e sostenere interventi a favore dei soggetti affetti da questi disturbi ed assicurare loro l’identificazione precoce definendo modalità e procedure per il riconoscimento e l’attestazione e predisporre  misure adeguate di supporto  e riabilitative per gli alunni”.E’ quanto dichiara Giuseppe Giordano, Consigliere regionale dell’Italia dei valori.”Inoltre – aggiunge Giordano- si chiede alla Regione, nell’ambito della programmazione socio-sanitaria, di promuovere iniziative per sensibilizzare le famiglie, la scuola,  le realtà sanitarie e l’associazionismo sulle difficoltà specifiche di apprendimento e incrementare la comunicazione e la collaborazione tra famiglia, scuola e servizi sanitari durante il periodo scolastico. Si chiede anche alla Regione di adottare le misure necessarie per adeguare i servizi sanitari alle problematiche connesse alle difficoltà specifiche di apprendimento, dotando i servizi di neuropsichiatria infantile di appropriati strumenti riabilitativi e di personale qualificato e predisponendo una campagna di screening e monitoraggio su tutto il territorio regionale. La legge che viene proposta prevede inoltre – conclude Giordano- che la Regione conceda annualmente specifici contributi agli enti locali, che segnalano la presenza di soggetti affetti da DSA con diagnosi accertata per favorire l’acquisto nelle scuole di strumenti informatici dotati di videoscrittura con correttore ortografico e sintesi vocale e di altri strumenti alternativi, informatici o tecnologici, per facilitare i percorsi didattici degli alunni e predisporre anche un contributo alle famiglie per garantire l’apprendimento quotidiano a casa. Noi dell’idv ci batteremo in tutte le sedi per tutelare il diritto allo studio e promuovere supporti a chi  ha difficoltà di apprendimento. L’approvazione di una legge come questa, scriverebbe, aldilà dei colori politici che la appoggeranno, una bella pagina della politica calabrese”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riconoscere e curare la dislessia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

Circa 350.000 studenti italiani fra i 6 e i 19 anni soffrono di dislessia, causa frequente di abbandono scolastico e di correlati problemi di autostima e di motivazione all’apprendimento. Per offrire un sostegno a questi ragazzi, il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, il presidente di Fondazione Telecom Italia Joaquín Navarro-Valls e il presidente dell’Associazione Italiana Dislessia Rosabianca Leo hanno firmato il 3 marzo 2010 un Protocollo d’Intesa finalizzato a realizzare due progetti operativi su tutto il territorio nazionale: il primo, “Non è mai troppo presto”, per riconoscere precocemente e combattere la dislessia nelle scuole italiane, il secondo, “A scuola di dislessia”, per la formazione specifica di 6.000 insegnanti “referenti”. Il progetto, che avrà durata triennale, “Non è mai troppo presto” mira al riconoscimento precoce dei disturbi specifici dell’apprendimento, proponendosi di definire e sperimentare un protocollo di “screening” scientificamente attendibile, replicabile in modo omogeneo sul territorio nazionale, per individuare gli indicatori di rischio più sensibili e verificare l’efficacia di interventi didattici mirati e precoci. Il progetto “A Scuola di Dislessia” punta invece alla formazione specifica degli insegnanti e alla sperimentazione di modalità didattiche inclusive, basate sull’utilizzo del “personal computer”. Sarà attivata una rete di 6.000 insegnanti “referenti” coinvolgendo istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado in tutte le Regioni italiane

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »