Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘disponibilità’

Renzi disponibile a tutto?

Posted by fidest press agency su martedì, 12 luglio 2016

costituzione1“Renzi ormai disponibile a tutto, disperato direi. Disponibile a modificare l’Italicum, disponibile a spacchettare, disponibile a non personalizzare, dopo che aveva dichiarato ‘l’Italicum non si tocca’, dopo che aver dichiarato ‘dopo di me il diluvio’, dopo aver dichiarato ‘la riforma costituzionale è la pietra miliare di questa legislatura’. Adesso dice di sì a tutto, è la disperazione”.
Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.
“Renzi sa che sta perdendo, sa che perderà il referendum di ottobre, sa che dovrà cambiare, qualcun altro, la legge elettorale. Gli sta venendo addosso il castello di carte che aveva costruito, su cui voleva costruire il suo potere, su cui voleva costruire i prossimi vent’anni del suo governo. In realtà ha a disposizione ancora poche settimane, se non di meno, se qualche incidente nei prossimi giorni lo azzopperà definitivamente al Senato.
Ecco, questo è lo stato dell’arte, un presidente del Consiglio ormai disperato, incapace di gestire soprattutto la questione economica dell’Italia: vale a dire la ripresa che non c’è e la crisi bancaria. Si rischia nuovamente, si rischia col Monte dei Paschi, si rischia con i predatori dalla tripla A del nord Europa che si stanno comprando a prezzi di saldo le nostre banche.
E tutto perché? Perché Renzi non è stato capace di salvarle, non è stato capace di mettere un argine, non è stato capace di dire cose chiare, tutto preoccupato dai suoi amici, dal giglio magico, dai suoi conflitti di interessi. Questa è la realtà”, conclude Brunetta.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Cancro al seno e nuovo marcatore di resistenza a terapie

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 maggio 2015

cancro-al-senoUn nuovo biomarcatore permette di predire, nel tumore mammario HER2 positivo, la resistenza a terapie mirate di recente sviluppo. La proteina detective è hMENA11a, una variante del gene MENA. Lo studio pubblicato su Oncogene dal team di Paola Nisticò del Laboratorio di Immunologia dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena in collaborazione con l’Anatomia Patologica dell’Istituto, dimostra che hMENA11a sostiene l’attivazione di oncogeni importanti, quali HER2 ed HER3, e la proliferazione e la resistenza alla morte cellulare.
I ricercatori hanno provato che la riduzione della quantità della proteina nelle cellule tumorali le rende suscettibili a nuovi farmaci, in grado di bloccare la via di segnale di PI3K, la cui attivazione è un evento frequente nei tumori e favorisce la progressione tumorale, oltre alla resistenza alla chemio- e alla radioterapia.
Lo studio ha importanti implicazioni cliniche e suggerisce che l’espressione di hMENA11a può rappresentare un biomarcatore di risposta a terapie mirate, grazie anche alla disponibilità di un anticorpo monoclonale che permette di riconoscere nei tessuti tumorali l’espressione della proteina.Lo studio è finanziato da AIRC – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.
Le terapie mirate ai recettori HER2-HER3 hanno migliorato in maniera significativa la sopravvivenza delle pazienti affette da carcinoma mammario. A volte tuttavia i tumori di queste pazienti diventano resistenti alle terapie. Ecco perché molti ricercatori studiano i meccanismi della resistenza e provano strategie per aggirarli.
Il lavoro di ricercatori dell’Istituto Regina Elena dimostra che una forma particolare della proteina MENA, hMENA11a, può collaborare con l’attività oncogenica dei recettori della famiglia EGFR, rendendo le cellule tumorali resistenti alla morte cellulare e attivando quindi i meccanismi di resistenza che il tumore adotta per sopravvivere.
“Il gene hMENA – spiega Paola Trono, primo autore dello studio – è presente nel corso della trasformazione da cellula normale a cellula tumorale e produce diverse forme proteiche durante la progressione del carcinoma della mammella, utilizzando un meccanismo biologico chiamato splicing alternativo. Lo splicing alternativo è un meccanismo altamente complesso che consente di produrre varianti di una stessa proteina, con funzioni anche opposte, a partire dallo stesso gene. L’espressione di hMENA11A, nei tumori HER2 positivi, è correlata con l’espressione dell’oncogene HER3 e soprattutto con il suo stato di attivazione che è considerato determinante nei meccanismi di resistenza a terapie mirate nel carcinoma della mammella.”
Lo studio è stato realizzato grazie a una nuova piattaforma tecnologica (Reverse Phase Protein Array, RPPA), disponibile presso l’Istituto Superiore di Sanità, che permette di valutare l’attività di una proteina nel complesso network delle vie di segnale associate al tumore.
“Una volta validato su grandi casistiche – evidenzia Paola Nisticò – l’impiego di hMENA11a potrà essere indicativo di successo o fallimento di terapie antitumorali dirette verso PI3K. Pertanto l’analisi della sua espressione guiderà gli oncologi verso una scelta terapeutica con il massimo beneficio per i pazienti”.
“PI3K è il gene più frequentemente alterato nei tumori della mammella – conclude Ruggero De Maria, Direttore Scientifico IRE – Pertanto aver scoperto che questa proteina hMENA11a conferisce resistenza agli inibitori di PI3K apre delle nuove prospettive terapeutiche molto importanti. In futuro speriamo di identificare farmaci in grado di inibire l’espressione e l’attività di questa proteina in modo da poter aumentare l’efficacia delle terapie attualmente in sperimentazione clinica”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Posti letto in carcere: la matematica fai da te

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 agosto 2014

carceri-cella-affollataL’Italia è veramente uno strano paese dove la matematica non è una scienze esatta.E nei carceri italiani si usa la matematica fai da te. A secondo del governo di destra, di centro o di sinistra, e il ministro della giustizia che lo rappresenta, i posti letti in carcere aumentano e diminuiscono come per magia.Fino a poco tempo fa i posti letto erano 38.000 (Fonte: Associazione Antigone, confermati dall’allora Ministra della Giustizia, Annamaria Cancellieri).Dopo qualche mese i posti letto erano diventati 43.000 (Fonte dall’inchiesta di “Reporter”per Rai 3).E con meraviglia l’altro giorno ho letto che i numeri dei posti letto erano di nuovo cambiati: “(…) I dati, aggiornati al 31 luglio, del Ministro della Giustizia indicano nei 204 penitenziari 54.414 detenuti a fronte di 49.402 posti”(Fonte: Il Gazzettino, domenica 3 agosto 2014)Penso che neppure Gesù riuscirebbe a moltiplicare i posti letto come fanno i funzionari del Dipartimento Amministrativo Penitenziario.Credo che gli italiani siano famosi nel mondo per la loro creatività ma penso che negli ultimi tempi la maggioranza dei posti letto in carcere si siano moltiplicati facendo diventare doppie le celle singole e quintuple quelle triple.Bugie e semplificazioni sul carcere se ne sentono tante e ancora l’altro giorno ho letto “Detenuto suicida con la bombola a gas Il sindacato degli agenti di Polizia ha chiesto che siano vietate”.Come se uno non si potesse suicidare impiccandosi con le lenzuola, o con le maniche di una camicia.E come proporre di non costruire più automobili perché nelle strade italiane ci sono troppi decessi per incidenti di macchine.Se si levassero i fornellini a gas nelle prigioni come farebbero i detenuti a mangiare?Non lo sa il sindacato degli agenti della Polizia penitenziaria che il cibo che passa l’Amministrazione dell’istituto non basterebbe neppure per i topi che vivono in carcere?
Quante cose inesatte si dicono e si leggono sul carcere, ma è normale perché parlano tutti fuorché i carcerati.
Sempre l’altro giorno sull’ultimo suicidio che è accaduto nel carcere di Padova, ho letto che il segretario generale del sindacato autonomo di Polizia penitenziaria denuncia carenze negli organici: “Come può un solo agente controllare 80 o 100 detenuti?”.A parte che sono i detenuti che controllano la Polizia penitenziaria-perché non potrebbe essere altrimenti- come farebbe un solo agente da solo a controllare ottanta o cento detenuti senza l’aiuto e il consenso degli stessi prigionieri?Se e carceri non scoppiano, e i detenuti preferiscono ammazzarsi piuttosto che spaccare tutto come facevano nel passato, è merito della crescita interiore dei detenuti, o forse della loro rassegnazione, o, quasi certamente, della quantità di psicofarmaci e tranquillanti che vengono erogati.E trovo di pessimo gusto approfittare dei morti ammazzati di carcere per chiedere miglioramenti sindacali di organico e finanziari.Noi non abbiamo bisogno di agenti penitenziari piuttosto abbiamo necessità di educatori, psicologi, magistrati di sorveglianza e di pene alternative.Ricordo a proposito che per i detenuti che scontano l’intera pena la recidiva sale al 70%, invece per chi sconta pene alternative al carcere la recidiva non supera il 12%.Solo così aumenterebbero realmente i posti letto e diminuirebbero i detenuti nelle carceri italiane, non certo con la matematica fai da te. (Carmelo Musumeci) (foto carcerli cella affollata)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tanto peggio tanto meglio?

Posted by fidest press agency su domenica, 10 marzo 2013

Non sono pochi i commentatori politici e anche i lettori del blog di Grillo che accreditano l’idea del movimento come quella di chi aspetta l’implosione del sistema per uscire allo scoperto con i numeri del consenso popolare. Credo che tale visione sia riduttiva. Lo dimostra il fare e il saper fare del gruppo grillino in Sicilia e la disponibilità a un confronto parlamentare sulle leggi che realizzino un reale cambiamento e in tempi certi. E’ che se ci troviamo in questa situazione lo dobbiamo al fatto che il Pd non è credibile non come partito ma per via della sua classe dirigente. Lo dimostra il suo passato, un passato costellato solo di promesse e del suo arroccamento in chiave antiberlusconiana lasciandosi sedurre dai temi del cavaliere tanto che ha persino tollerato che i parlamentari della sua coalizione passassero al Pdl come se nulla fosse e ci è voluta una confessione spontanea di un senatore, anni dopo e a ridosso della prescrizione del reato, per stendere sulla vicenda un sospetto davvero molto inquietante. Ora ci troviamo al cospetto di un caso davvero allarmante con l’accusa esplicita sull’esistenza di una magistratura golpista filo stalinista e persino nazista. Se è questo l’atteggiamento di un partito che ha governato in Italia per tanti anni ciò significa che bisognerebbe mandare i carabinieri ad arrestare questi “criminali” che attentano alla democrazia anche se sono dei magistrati. In caso contrario sarebbe proprio la dirigenza del Pdl da essere messa sotto accusa per la gravità delle cose dette e dell’invocata sollevazione di popolo per fini personali. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sud-Sudan: operazioni umanitarie

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2012

Refugees queue for water in the Jamam camp, So...

Refugees queue for water in the Jamam camp, South Sudan (Photo credit: DFID – UK Department for International Development)

Con la nuova ondata di arrivi iniziata la scorsa settimana, la popolazione del campo per rifugiati di Yida in Sud Sudan ha superato quota 35.000 e l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) sta potenziando le operazioni di assistenza. È stato il peggioramento delle condizioni di sicurezza e umanitarie nella loro regione di provenienza – Nuba Mountains in Sudan a indurli alla fuga, come riferiscono gli stessi nuovi arrivati nel campo. Durante il mese di maggio in media sono arrivati 430 rifugiati ogni giorno, il 47% in più rispetto alla media del mese precedente. Se l’afflusso dovesse proseguire su questi ritmi, alla fine del mese la popolazione del campo supererebbe le 40.000 unità.Per i rifugiati, tuttavia, Yida resta una località non sicura a causa delle sua vicinanza alla frontiera. Proseguirà, pertanto, l’impegno per incoraggiare i rifugiati a spostarsi volontariamente in aree più interne, ma allo stesso tempo, con l’approssimarsi dell’inizio della stagione delle piogge, verranno potenziate le operazioni di assistenza per migliorare la situazione. Nelle ultime due settimane l’UNHCR ha distribuito teli di plastica, zanzariere, materassi e coperte ad oltre 12.700 persone, attività tuttora in corso. Nelle fasi iniziali la priorità è stata assegnata alle persone più vulnerabili, come gli anziani, i minori non accompagnati e le famiglie con a capo una donna. L’Agenzia sta ora estendendo l’assistenza a tutti i rifugiati. Molti rifugiati arrivano in condizioni precarie, dopo un viaggio attraverso la fitta boscaglia. La maggior parte di loro entra in territorio sud-sudanese attraverso la contesa area di confine di Jau, l’unica via di fuga verso Yida. Viaggiano a piedi con i pochi averi che riescono a portare con loro. I nuovi arrivati dalla regione dei monti Nuba – nello stato del South Kordofan – arrivano affamati e presentano sempre più evidenti sintomi di malnutrizione.
Al loro arrivo a Yida i rifugiati vengono registrati e immediatamente assistiti con acqua e biscotti ad alto contenuto energetico. Successivamente vengono sottoposti a screening medico e quindi dotati di una razione iniziale di cibo sufficiente per due settimane fornita dal Programma Alimentare Mondiale (PAM) che utilizzeranno in attesa della successiva distribuzione generale di aiuti alimentari. Altre agenzie umanitarie si occupano delle cure mediche urgenti e dell’alimentazione terapeutica. Anche più a ovest, nello stato di Upper Nile, l’UNHCR sta affrontando notevoli sfide. Gli operatori dell’Agenzia sul terreno hanno constatato l’arrivo di circa 12.000 rifugiati sudanesi che hanno attraversato il confine dallo stato di Blue Nile dallo scorso fine settimana. Tale flusso porta il numero totale di rifugiati nello stato di Upper Nile ad oltre 80.000. Dopo aver camminato per diversi giorni, i rifugiati arrivano esausti. Fuggono dal Blue Nile raccontano – dove perdurano la fame e i combattimenti tra le Forze Armate Sudanesi (SAF) e il Movimento di Liberazione Popolare Sudanese Nord (SPLM-N). Molti hanno dovuto separarsi dai propri familiari. L’UNHCR ha trasferito 1.285 rifugiati nel nuovo campo di Yusuf Batil, a 120 chilometri dalla frontiera. Si tratta del terzo insediamento per rifugiati che l’Agenzia ha contribuito ad allestire nell’Upper Nile, dopo Doro e Jamam. Altri rifugiati vengono trasferiti anche a Jamam. I convogli dell’UNHCR per il trasferimento possono impiegare anche 4 ore per percorrere un tratto di 20 chilometri e i rifugiati a bordo devono trascorrere la notte a Jamam. L’Agenzia inoltre prevede che le condizioni delle strade peggioreranno sensibilmente durante la stagione delle piogge, rendendo il viaggio più difficile e l’accesso ai rifugiati anche impossibile.
Con il rapido aumento della popolazione di rifugiati inoltre l’UNHCR è estremamente preoccupato per l’insufficiente disponibilità di acqua nello stato di Upper Nile e per i rischi per la salute ad essa connessi. Per far fronte a ogni possibile insorgenza di patologie legate all’acqua nell’area, l’Agenzia e i suoi partner hanno predisposto in ogni insediamento forniture mediche e unità di cura. L’UNHCR sta anche trasportando acqua su autocisterne e scavando pozzi. Il Sud Sudan attualmente accoglie oltre 115.000 rifugiati sudanesi provenienti dalle regioni di Nuba Mountains e Blue Nile. Altre 32.500 persone, provenienti dallo stato del Blue Nile, hanno trovato rifugio in Etiopia occidentale.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Balduzzi, via a sensibilizzazione dei cittadini su sale iodato

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 maggio 2012

Una maggiore sensibilizzazione di cittadini e rivenditori, dalla ristorazione alla grande distribuzione, sull’uso del sale iodato per prevenire le patologie della tiroide e un inasprimento della normativa, con l’introduzione di sanzioni per chi non segue gli obblighi previsti dalla legge, tra cui quello di rendere sempre disponibile tale opzione. Ad annunciarlo il ministro della Salute, Renato Balduzzi, in un messaggio in occasione della Giornata mondiale della tiroide. «È in corso» ha spiegato Balduzzi «un intervento di modifica della legge del 2005 che a oggi non prevede sanzioni: in particolar e sono state inserite sanzioni da 1.000 a 10.000 euro in caso di mancata disponibilità di sale iodato nei punti vendita, nell’ambito della ristorazione pubblica, quali bar e ristoranti, e di quella collettiva, quali mense e comunità». Medesime sanzioni pecuniarie saranno previste per la mancata esposizione della locandina informativa negli esercizi di vendita in prossimità degli espositori. Inoltre, ha aggiunto il ministro, «è in via di emanazione un provvedimento che definisce una nuova locandina da esporre negli scaffali di vendita del sale. Accanto a questa iniziativa» continua il Ministro «stiamo realizzando ulteriore materiale informativo, sia per i consumatori sia per gli operatori di settore, come la grande distribuzione organizzata, per una azione di sensibilizzazione all’acquisto di sale iodato». Balduzzi ha anche ricordato come l’impatto che le patologie tiroidee hanno sulla popolazione italiana sia significativo: «Più del 10% della popolazione si ammala di gozzo».(fonte frmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sindacato-Governo: disponibilità al dialogo

Posted by fidest press agency su martedì, 3 gennaio 2012

“Al presidente del Consiglio abbiamo detto che siamo pronti ad un confronto e che occorre anche agire con velocità e con equità per la crescita, per il lavoro e per scongiurare l’aggravarsi del disagio sociale”. Lo ha dichiarato il segretario generale dell’Ugl, Giovanni Centrella, commentando la telefonata di ieri con il premier Monti. “In realtà – spiega Centrella – l’obiettivo delle proteste unitarie portate avanti con le altre Confederazioni era proprio quello di poter contribuire alle riforme, introducendo soprattutto misure di giustizia e di attenzione verso lavoratori, pensionati, giovani e famiglie, cioè le fasce più deboli della società e più colpite dalla crisi”.
“Oltre ai provvedimenti efficaci per la crescita e alla riforma degli ammortizzatori sociali – conclude Centrella – per noi è altrettanto indispensabile una riforma fiscale capace di redistribuire la ricchezza e di dare respiro a coloro che percepiscono redditi da lavoro e da pensione, perché la pressione sul ceto medio-basso rischia di diventare in breve tempo insopportabile”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regione Puglia e diabete

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 luglio 2011

Fa discutere un accordo siglato dalla Regione Puglia e Federfarma per quanto riguarda la fornitura di ausili e di presidi diagnostici per i diabetici. Secondo l’accordo le farmacie convenzionate, sulla base di disponibilità di magazzino, possono non tenere conto della prescrizione di nomi commerciali o di aziende produttrici nella fornitura di strisce reattive, di aghi, di siringhe per l’insulina, di lancette pungi dito. In una lettera indirizzata all’assessore alla sanità, Tommaso Fiore, le associazioni di medici diabetologi, AMD e SID, hanno contestato fermamente il documento. “Le società scientifiche di diabetologia italiane – si legge nella lettera – chiedono con forza la revoca immediata di questa disposizione amministrativa che ridimensiona il ruolo del medico specialista e del team diabetologico e svilisce il significato clinico della procedura dell’automonitoraggio glicemico, in palese negazione con quanto disposto dalla legge 115 del 16 marzo 1987 ‘Disposizioni per la prevenzione e la cura del diabete mellito’ ”. Viva preoccupazione espressa anche dalla Federazione Nazionale Diabete Giovanile che rappresenta circa 20.000 bambini con diabete. “Riteniamo un attentato l’accordo posto in essere della Regione Puglia sul diritto alla salute dei bambini e giovani con diabete – ha dichiarato il presidente, Antonio Cabras – perché da oltre quaranta anni nel nostro paese si sono evidenziati i benefici dell’autocontrollo che si possono avere solo attraverso un ottimale rapporto medico paziente. Non certo con il farmacista, ma col Servizio di Diabetologia Pediatrica si possono vedere i benefici sanitari a medio e a lungo termine, quali l’allontanamento delle temibili complicanze come la retinopatia o la nefropatia. Non si può rimanere in silenzio di fronte a decisioni prese solo su base economica. Chiediamo urgentemente la revoca di tale accordo – ha concluso Cabras – e un incontro per definire un protocollo regionale per la distribuzione dei presidi.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Berlusconi nel sogno del “giusto”

Posted by fidest press agency su domenica, 10 aprile 2011

Il Messaggero del 9 aprile 2011 riporta una frase del presidente del consiglio «Chiedo al buon Dio di darci uno sguardo dall’alto, perchè in questo momento abbiamo bisogno anche di lui per riuscire» e Rosario Amico Roxas osserva: C’è da chiedersi “Da quale parte sta Dio”? Quando Bush decise la guerra in Iraq, mentendo sulla disponibilità di Saddam di armi di distruzione di massa, concluse il discorso alla nazione nel quale annunciava l’imminente  “guerra preventiva”, con  la fatidica frase  “Dio salvi l’America”. Dall’altra parte, in attesa dei bombardamenti che avrebbero falciato vittime innocenti, si pregava “Allah Akbar”, che si traduce in “Allah è il più grande” e non, come vorrebbero critici ignoranti dell’Islam,  “Dio è grande”, cadendo nel relativismo del termine, perché grande  è un aggettivo che compendia il relativismo  (l’elefante è grande se rapportato al cane, ma diventa piccolissimo se rapportato …alla luna !). Per gli inglesi Dio dovrebbe essere sempre impegnato a salvare il loro re. I crociati si sacrificarono nelle crociate di conquista perché “Deus vult”, Dio lo vuole, riproponendo quel Dio degli eserciti che Cristo aveva rinnovato nel Dio dell’Amore. Non sappiamo se Dio porti una giacchetta, ma è certo che in tanti, anche troppi, cercano di tirarlo dalla propria parte e di giustificare, nel Suo nome, anche le più turpi nefandezze. Probabilmente dall’alta sponda del Tevere i gerarchi della religione, che pochissimo comprendono della Fede e di tutto ciò che distingue la Fede da  tutte le religioni, avranno apprezzato questa  ipocrita sortita. Avere l’indiscusso potere di stabilire cosa sia “giusto” è il sogno più antico dell’umanità. E’ un sogno che facilmente può tentare qualunque, l’uomo della strada, l’impiegato, il dirigente, l’operaio, l’imprenditore, il politico, l’amministratore pubblico, il giornalista, ma quando coinvolge un presidente del consiglio il rischio diventa grave e, anche, storicamente documentato, perché non basta più la convinzione di “essere nel giusto” ma viene esercitato  anche il convincimento che gli altri, quelli che non lo osannano, siano irrimediabilmente dalla parte sbagliata, emarginati nella “parte sbagliata” della nazione governata. E’ la medesima sindrome di onnipotenza che colpisce tutti i dittatori  e gli aspiranti dittatori; lo sforzo di convincimento mira a coinvolgere i fedelissimi, con lusinghe, promesse, donazioni, liberalità, ad aggregarsi in quel “giusto” per fornire una legittimazione democratica schierandosi  decisamente con quel giusto  che opera esclusivamente per il bene comune.  Viene falsato anche il concetto di bene comune soddisfacendo i bisogni e le voluttà di una minoranza della popolazione, acriticamente  schierata  con il fine dicitore che elenca i propri meriti e la propria fattività dentro una realtà smobilitata dal vero. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Affitti: Cedolare secca

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

“L’entrata in vigore della tassazione unica sui redditi provenienti dai contratti di locazione appare un provvedimento utile, necessario e improcrastinabile”. Così dichiara Mario Mantovani, sottosegretario alle Politiche abitative. “Questo nuovo regime potrà infatti introdurre –sottolinea Mantovani- significative novità: l’emersione di contratti oggi in “nero” così da contrastare l’evasione fiscale e più disponibilità di case per le famiglie in cerca di un’abitazione”. “Il gettito di tale intervento andrà poi ad incrementare parzialmente le entrate dei Comuni, spingendo i Sindaci –precisa Mantovani- ad una maggiore responsabilità: ben conoscendo la realtà delle proprie comunità, i primi cittadini saranno direttamente interessati a verificare la regolarità degli affitti e la situazione del patrimonio immobiliare”.  “Và inoltre previsto un aumento significativo dell’ICI sulle case sfitte ed abbandonate al fine di sospingere il riutilizzo del patrimonio edilizio esistente. Ciò favorirebbe –conclude Mantovani- da una parte il rilancio delle attività delle imprese di costruzione e, dall’altra, la riqualificazione di numerosi centri storici, oggi trascurati”. http://www.mariomantovani.it

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auguri di buone feste a tutti i lettori Fidest

Posted by fidest press agency su domenica, 12 dicembre 2010

Auguri di buone feste a tutti i nostri lettori da parte della Redazione della Fidest e dal suo direttore.

La nostra agenzia si considera una specie di collettore di tutte quelle notizie che non riescono ad essere riprese per un lancio da altre fonti o se lo fanno, solo marginalmente. Questo impegno è animato anche da un’altra ragione. Intendiamo fare dell’informazione un percorso aperto a tutti e gratuito. Ciò implica la disponibilità di alcuni volontari che intendono in tal modo dedicarvi qualche ora libera del loro tempo. La nostra maggiore soddisfazione è quella che le notizie circolano e l’interesse dei lettori aumenti e si amplifichi. Siamo certi che in tutto ciò vi sia un interesse reciproco: voi nel darci le notizie, noi nel pubblicarle e tutti insieme per dar voce alla Fidest. Confidiamo che continuerete a seguirci anche durante le Festività: noi saremo presenti e  leggeremo i vostri messaggi.
Quest’anno ci avvaliamo di un lavoro prodotto da Annamaria Russo, frutto della sua passione artistica per rappresentare graficamente il S. Natale. Grazie Annamaria per la tua disponibilità.
Annamaria è nata a San Salvatore Telesino (BN), si è formata all’Accademia di Belle Arti di Napoli e Roma con Greco, Ciarrocchi e Capogrossi, ha insegnato a Roma nella scuola pubblica fino al 1997. Dallo stesso anno ha iniziato attività di volontariato presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna, collaborando ad attivare l’Associazione Amici dell’Arte Moderna a Valle Giulia A3M all’interno della quale ha svolto e svolge funzioni statutarie. Prosegue la ricerca artistica con esperienze e viaggi di studio a Roma, in Italia e all’estero. Hanno scritto di lei A. Videtta, I.C.Sesti, B.Cagli,J. Recupero, M.D’Onofrio, L.Triches, S.Siligato, C.Terenzi, A. Campitelli, P. Rosazza, M.Nota,M.Ursino,A.Mattirolo,G.Chiesa, C.Strinati,R.Fumai,C.Trivellin, Michelli, M.G.Tolomeo,  M.S.  Sconci, S.Papetti, M.Panetta,I. de Stefano, I.Pivetti, A.Imponente, M.Cossu, R.Bossaglia, S.Pinto. Il suo percorso artistico è visibile sul  sito ( e sulla news ) http://www.annamariarusso.com  e http://www.youtube.com/user/RussoAnnamaria

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riforma forense

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 novembre 2010

Ieri mattina il Senato ha votato per l’esclusiva, nella consulenza stragiudiziale, agli avvocati. Con un solo colpo di spugna, con un’anomala alleanza tra Pdl e Italia dei Valori fortemente denunciata dai senatori Radicali, si è levato il diritto ad associazioni di consumatori come la nostra (oltre a sindacati, patronati, etc) di svolgere attivita’ di consulenza. Un servizio senza il quale la maggior parte dei consumatori non fara’ piu’ ricorso alla conciliazione stragiudiziale o non cerchera’ di capire se ha torto o meno nell’ambito delle migliaia di truffe che subisce quotidianamente: i costi di un avvocato, e la disponibilita’ degli stessi, sono ben diversi da quelli di un’associazione come la nostra. Il Governo dice di promuover il mercato in ogni ambito, ma qui sta facendo proprio il contrario: si premia la corporazione non per dare un miglior servizio ai cittadini, come sostengono i favorevoli a questo provvedimento, ma per garantire il monopolio ad una corporazione sempre piu’ in affanno e assediata dal decadimento di qualita’. Decadimento a cui, a nostro avviso, si dovrebbe risponde sparigliando nella situazione che l’ha determinato e non chiudendo il mercato.
Questo voto e’ uno dei tanti a cui assisteremo nelle prossime settimane per dare al Paese quella che chiamano ‘riforma forense’. Se queste sono le premesse, la lotta sara’ dura. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Polizia sempre più vicina ai cittadini

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 settembre 2010

Udine. Sempre più collaborazione e sinergia tra la Polizia, le istituzioni e i cittadini. Sono i propositi espressi dal nuovo questore di Udine, Antonio Tozzi, che questa mattina ha fatto visita al presidente della Camera di Commercio di Udine Giovanni Da Pozzo.  Propositi condivisi anche dal presidente, che ha messo a disposizione le competenze e l’esperienza della Cciaa udinese proprio per valorizzare questi aspetti. Da Pozzo e Tozzi hanno posto le basi per studiare e realizzare insieme un progetto che avrà come obiettivo quello di “familiarizzare” l’istituzione, per far conoscere più da vicino le persone operano in Polizia, le occupazioni, le attività, i servizi specifici a cui sono chiamate: questo, per diffondere e avvicinare sempre più alla comunità il loro impegno a favore della sicurezza dei cittadini.  Il presidente Da Pozzo, nel ribadire la massima disponibilità a collaborare e il suo sostegno a questo progetto, ha rivolto i migliori auguri di buon lavoro al questore. Loha inoltre omaggiato con la moneta di Jacopo Linussio, figura simbolo dell’imprenditoria moderna: un riconoscimento che la Camera di Commercio riserva alle autorità e alle personalità che si distinguono per il loro impegno quotidiano per far crescere il Friuli.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mercato contadino

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 luglio 2010

San Lazzaro di Savena (Bo) Il Mercato Contadino non va in vacanza. Anzi raddoppia. L’appuntamento con i prodotti del territorio nel piazzale antistante il Centro sociale “Annalena Tonelli” (via Galletta, 42), a grande richiesta di consumatori e produttori, diventa settimanale e viene prorogato per i mesi di agosto e settembre.  Il Mercato è previsto anche per domenica 15 agosto, nonostante la festività di Ferragosto. In questa data la presenza dei produttori resta comunque subordinata alla disponibilità dei prodotti locali, che dipendono fortemente dall’andamento della stagione.  Tutte le domeniche, dalle ore 8.30 alle 12.30, sarà possibile acquistare, direttamente da produttori locali, la frutta e la verdura dell’estate come cocomeri e meloni, peperoni e melanzane ma anche salumi, vino, miele e molti altri prodotti, anche biologici.  «Abbiamo accolto con favore – ha dichiarato il vice sindaco e assessore alla Qualità Ambientale Giorgio Archetti – la sollecitazione delle associazioni di categoria affinché il Mercato non fosse sospeso nel periodo estivo. Questo dimostra che l’iniziativa ha riscosso successo sia tra i produttori che tra i consumatori. Inoltre, va riconosciuto il ruolo del Centro Tonelli che ha contribuito a creare un legame forte tra la frazione Pulce e quanti frequentano il Mercato».  L’iniziativa, promossa dal Comune di San Lazzaro di Savena e realizzata grazie alla collaborazione della Confederazione Italiana Agricoltura, della Coldiretti e del Centro “Tonelli”, nasce per dare risposta alle esigenze di acquisto di prodotti agricoli locali e con un diretto legame con il territorio di produzione, perseguendo la finalità delle azioni di educazione alimentare ed orientamento dei consumi.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regole uguali per tutti

Posted by fidest press agency su domenica, 30 maggio 2010

E’ questa in estrema sintesi la richiesta di Sebastiano Capurso, presidente di Anaste Lazio (Associazione Nazionale delle strutture per la terza età), lanciata a conclusione del congresso dell’organizzazione nazionale, tenutosi in questi giorni a Bologna, in occasione dell’Exposanità. Il Presidente Capurso, in sintonia con quanto espresso in questi giorni da altre associazioni della sanità privata del Lazio, ha ribadito “la disponibilità delle strutture private a intraprendere un confronto serio e privo di ogni pregiudizio ideologico con tutte le istituzioni che lo vorranno”. “Servono regole certe, ma non orientate a garantire il sistema ma finalizzate esclusivamente alla garanzia dei diritti degli utenti – ha continuato Capurso – Si deve passare da una filosofia che mette al centro del controllo il processo, ad una che punti l’attenzione principalmente sugli esiti, così da valutare i servizi dei privati con spirito critico senza perdersi in inutili cavilli burocratici. Ma soprattutto servono regole uguali per tutti, sia per le strutture pubbliche sia per quelle private, così da superare il paradosso che i servizi pubblici, oltre a gravare sui bilanci delle regioni con costi superiori a quelli dei privati, siano spesso esentati dal rispetto di alcuni onerosi standard”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Volontariato estivo in Abruzzo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 maggio 2010

Anche per la prossima estate la Caritas diocesana di Roma promuove esperienze di volontariato in Abruzzo nelle aree colpite dal terremoto. Una o più settimane di servizio, coordinati dagli operatori del Settore Educazione alla Pace e alla Mondialità (Sepm), in attività di animazione per bambini, ascolto ed accompagnamento di anziani o persone sole, piccoli lavori manuali. La disponibilità dei volontari dovrà essere di almeno una settimana per un periodo che va dal 13 giugno al 12 settembre. “Quando i riflettori dell’emergenza si spengono – ha dichiarato mons. Enrico Feroci, direttore della Caritas romana – resta ancora, e forse ancora più vivo, il bisogno di sentirsi accolti ed accompagnati. La solitudine non fa notizia, ma mettersi al servizio delle persone più deboli in uno stile di vicinanza e fraternità ci offre l’opportunità di vivere una carità matura e consapevole, incarnata nella storia e nella quotidianità”. Nell’ultimo anno sono stati oltre 250 i volontari, provenienti dai gruppi scout e dalle parrocchie romane, che hanno potuto sperimentare concretamente l’esperienza del servizio nel territorio abruzzese. Suddivisi in gruppi ed alternandosi soprattutto durante i mesi estivi, i giovani hanno contribuito all’animazione della comunità in diversi ambiti, in particolare con anziani e bambini. Per informazioni e adesioni : Sepm – P.zza San Giovanni in Laterano 6/a 00184 Roma http://www.caritasroma.it

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Onorificenza a Giuseppe Scigliano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 marzo 2010

Berlino 26 marzo ore 11,00 presso l’Ambasciata italiana si terrà la cerimonia di consegna dell’onorificenza conferita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano de “l’ordine della stella della solidarietà” al Presidente del Comites di Hannover Dott. Giuseppe Scigliano e la nomina a Cavaliere della Repubblica italiana. E’ un attestato che premia anni di servizio e di dedizione a sostegno della grande famiglia di emigrati italiani che lavorano in Germania e che hanno avuto sempre dal neo cavaliere Scigliano una piena disponibilità per sostenere e cercare di risolvere i problemi che hanno dovuto affrontare. La sua competenza e la sua professionalità sono state doti riconosciute e tenute in debita considerazione dalle autorità tedesche che ne hanno fatto un punto di riferimento insostituibile per le problematiche attinenti l’emigrazione. Riunioni, convegni, dibattiti lo hanno visto protagonista e relatore. I suoi interventi hanno avuto gradito accesso nei media tedeschi per avvalersi di una presenza qualificata e autorevole. Un riconoscimento, quindi, che giunge naturale ma che non si esaurisce qui. Ciò che ha dato Giuseppe Scigliano va oltre per fermarsi nei cuori e nelle menti di chi ha avuto la fortuna di conoscerlo e di apprezzarne le sue grandi doti.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il mercato immobiliare nel mondo

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Le principali location d’affari del mondo hanno registrato una caduta della domanda di spazi ad uso uffici senza precedenti, che ha contribuito per la prima volta alla caduta dei canoni di locazione aggregata a livello globale dal  2003. Cushman & Wakefield, società di consulenza immobiliare globale, nella nuova edizione del rapporto Office  Space Across the World afferma che nel 2009 si è registrata un’improvvisa e generale caduta della domanda di spazi  ad uso uffici a livello mondiale con una conseguente caduta del canoni di locazione prime per la prima volta.  Tuttavia le previsioni per il 2010 sono più positive. Con la ripresa delle principali economie la domanda di spazi  ad uso uffici da parte di multinazionali e corporate dovrebbe riprendere con una conseguente diminuzione della  disponibilità di spazi. In alcune città, come Londra e Parigi, si è già registrato un timido un aumento dei canoni di  locazione; ma in alcune location i livelli più bassi dei canoni si avrà a metà anno. La seconda metà del 2010  dovrebbe quindi essere un semestre di ripresa e di cauto ottimismo sia per i proprietari sia per i conduttori.  La caduta più significativa dei canoni ha colpito tutte le città chiave del continente asiatico con Singapore, Hong  Kong e Tokyo che hanno rispettivamente registrato una diminuzione del -45%, -35% e -21%. Ho Chi Minh, in  Vietnam ha subito la diminuzione più significativa con un -53% Kyev, in Ucraina e Dublino in Irlanda sono state le città europee che hanno maggiormente subito la crisi dei  canoni registrando una diminuzione rispettivamente di oltre il -50% e –38%, che alla fine dell’anno ha portato  alla cancellazione del valore dei canoni prime degli spazi ad uso uffici. Anche i mercati che in passato si erano  dimostrati più flessibili e reattivi hanno subito la crisi, tra questi Londra West End con un -25% e il distretto  degli affari di Varsavia con un -24%.  Nelle Americhe nel corso del 2009 i canoni a livello globale sono diminuiti mediamente del -7%. Negli Stati Uniti  Boston, San Francisco, Seattle e New York hanno registrato la contrazione più forte con rispettivamente -26%, -24%, -23% e -23%. Il Sud America ha dimostrato una maggior capacità di recupero con Santiago, in Cile, che ha avuto un incremento dei canoni del 28% anche se si tratta di un mercato piccolo e caratterizzato da una limitata  disponibilità di uffici di Grado A. Buenos Aires, in Argentina, ha avuto la caduta più grave in Sud America con  un -14% mentre la nazione con l’economia più florida, il Brasile, ha contenuto la diminuzione a -8%.  I canoni di locazione prime degli spazi ad uso uffici sono un parametro chiave per misurare la forza del mercato  degli spazi ad uso uffici e dell’attività dello sviluppo a livello mondiale. La crisi economica globale, il collasso a la contrazione delle istituzioni finanziarie e la conseguente incertezza nel mondo degli affari sono il motivo del  forte calo della domanda di nuovi spazi ad uso uffici. Se gli sviluppatori sono stati generalmente pronti a reagire  alla crisi e hanno posticipato lo sviluppo di nuovi edifici, la disponibilità di spazi in locazione è aumentata perché  le aziende, per ridurre i costi, hanno rilasciato e sub-affittato gli spazi in eccesso.  Nella classifica delle location ad uso uffici più costose al mondo le prime tre posizioni sono occupate dalle stesse città con Tokyo che sale dal secondo al 1° posto con un costo di occupazione – comprensivo di canone di locazione, tasse e servizi – pari a € 1.441 m²/anno. Londra West End sale dal terzo al 2° posto con un costo di occupazione di € 1.220 m²/anno ed Hong Kong che scende al 3° posto con un costo di occupazione di € 1.207 m²/anno. I maggiori scalatori della classifica sono stati Rio de Janeiro, in Brasile che dal ventitreesimo posto è salita al 13° con una lieve diminuzione dei canoni e l’apprezzamento del Real Brasiliano rispetto all’Euro, Seul nella Corea del Sud e Sydney in Australia che sono salite rispettivamente dalla ventisettesima alla 14° e dalla ventottesima alla 15° con una crescita dei canoni prime. Non tutti i mercati sono stati ugualmente colpiti allo stesso modo dalla crisi globale; Santiago, in Cile, haregistrato un incremento dei canoni per spazi ad uso uffici pari al 28% grazie alla scarsa disponibilità di spazio di qualità ed una buon livello di domanda. Incrementi minori si sono avuti anche città ubicate in regioni diverse come Giacarta in Indonesia, Miami negli USA, Cape Town in Sud Africa; quest’ultima città ospiterà il Campionato Mondiale di Calcio 2010, evento che ha determinato la crescita della domanda a breve periodo di spazi ad uso ufficio e il conseguente aumento dei canoni di locazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Consiglio Nazionale Coisp

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2010

Squillace (Catanzaro)  28 e 29 gennaio. Nello slogan che sarà il leit-motiv del Consiglio Nazionale l’essenza del Co.I.S.P.: “L’umiltà e lo spirito di servizio ci hanno fatto crescere, l’iniziativa ci ha  resi credibili, l’indipendenza ci ha fatto imporre”.  “Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Alla fine vinciamo… NOI!!”  Così, in una frase mutuata da Ghandi, il COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia –, ha ritrovato  l’essenza stessa del suo agire, tanto da renderla il leit-motiv del Consiglio Nazionale del Sindacato, in  programma per il. “E’ proprio così che è accaduto a noi  del Coisp – dice il Segretario Generale Franco Maccari soffermandosi sullo slogan che campeggia su tutto  il materiale pubblicitario del Consiglio Nazionale -. Abbiamo mosso i nostri passi con umiltà e nell’unico  solco dettato dall’interesse dei colleghi Poliziotti, con la disponibilità di chi osserva e si sforza di capire, prima  di adottare le proprie scelte, ponderate, coerenti, efficienti. Così, di giorno in giorno, siamo cresciuti, nel ‘corpo  e nella mente’, e la nostra evoluzione aumenta in modo inarrestabile. Abbiamo adottato un modo nuovo di fare Sindacato, tornando a mettere l’uomo al centro, con le sue istanze primarie, con le sue esigenze esistenziali, con  l’attenzione che è dovuta a chi dedica la sua vita agli altri, ma che troppo è mancata ai Poliziotti. L’iniziativa continua, instancabile, di ogni singolo componente del COISP, e della squadra assieme, ha connotato il nostro  operato, ci ha portato accanto ai colleghi, accanto alla gente ed ai tavoli istituzionali, rendendoci un riferimento  per la categoria, ed interlocutori credibili. Su tutto – aggiunge il leader del COISP -, però, ciò che spicca del Sindacato che ci onoriamo di rappresentare è certamente l’Indipendenza. E’ il nostro essere indipendenti che fa  la differenza, che ci ha resi unici, che ci ha portato lontano – con una crescita del numero dei tesserati dello scorso anno che è stata di oltre 11% rispetto all’anno precedente – e lo farà sempre di più……”.  “Il COISP è giovane – prosegue Maccari -, ma manifesta e conferma con vigore in ogni suo gesto la propria  Indipendenza. Oggi, grazie alla sua libertà, alla sua autonomia ed alla sua Indipendenza dal mondo sindacale  esterno e da quello politico-partitico, questo Sindacato ha saputo prendere forma, caratterizzarsi, farsi sentire e  incidere per esclusivo interesse dell’unico gruppo al quale risponde: i Poliziotti”.  Con questo spirito il Sindacato si appresta, tra poco più di 24 ore, a dare il via alla due giorni dedicata al confronto, al dibattito, alla programmazione, al dialogo con ogni parte politica, con le parti sociali,  l’imprenditoria. In particolare con la giornata intensa e ricca di ospiti autorevoli, chiamati a intervenire sui temi della Sicurezza e della Legalità al Convegno Nazionale di giorno 29 mattina, sempre presso il villaggio Porto  Rhoca, a Squillace”.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »