Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘distanza’

Formazione a distanza per executive

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 giugno 2019

Nella top ten mondiale dei migliori master per executive fruibili in distance learning e fra i primi 4 in Europa, l’unico prodotto italiano a figurare in graduatoria è il Flex EMBA di MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business, che sale di ben 13 posizioni a livello globale e risulta settimo al mondo secondo i recentissimi QS Distance/Online MBA Rankings 2019, che misurano le performance dei migliori MBA fruibili a distanza. Nei ranking che – come QS – considerano tra i principali criteri di valutazione l’esperienza dei partecipanti durante il corso e la qualità della faculty, la Business School del Politecnico di Milano ottiene sempre posizionamenti eccellenti. E in questo ranking, infatti, il Master Flex EMBA si colloca al primo posto al mondo per ‘Class Experience’ e al secondo per ‘Faculty and Teaching’.
Erogato in modalità blended grazie a una specifica piattaforma sviluppata in partnership con Microsoft, il Flex EMBA, già selezionato nel 2016 tra i più innovativi MBA al mondo da AMBA (Association of MBAs), può vantare dal 2017 l’accreditamento EOOCS dell’EFMD (European Foundation for Management Development) che certifica la qualità dei programmi online: è il primo programma per executive in Italia ad averlo ottenuto e tra i primi in assoluto.“Siamo orgogliosi di questo risultato – commentano Andrea Sianesi e Federico Frattini, rispettivamente Dean e Direttore dei Programmi MBA ed Executive MBA di MIP – che insieme all’altissima partecipazione (dal 2014 quasi 400 studenti hanno frequentato le due aule, italiana e internazionale) fa del Flex EMBA il Master di maggior successo della Scuola negli ultimi dieci anni. Un traguardo raggiunto grazie ai continui sforzi di miglioramento del programma e di internazionalizzazione del curriculum. Ancora una volta viene riconosciuta la validità dell’offerta formativa online del MIP Politecnico di Milano, che dal 2013 ha investito fortemente sull’applicazione delle tecnologie digitali per rendere ottimale la fruibilità e l’accessibilità dei suoi programmi di formazione, senza però trascurare la qualità dell’insegnamento e la personalizzazione dell’esperienza formativa”.“I riconoscimenti che negli anni hanno premiato e tuttora premiano il valore del Flex EMBA – continuano Sianesi e Frattini – non fanno che confermare l’eccellenza del MIP nello sviluppo di soluzioni digitali a supporto dei processi di education. Siamo stati i primi in Italia cinque anni fa a credere in un master per executive in digitale, tanto da affiancarvi due anni dopo una versione internazionale, l’i-Flex. Ora, un’altra tessera si è aggiunta al mosaico: da dicembre 2018, gli studenti di MIP possono fruire dei servizi di FLEXA, l’innovativa piattaforma sviluppata sempre in partnership con Microsoft che utilizza l’intelligenza artificiale per offrire servizi di skill assessment, formazione personalizzata e continuous learning, un rivoluzionario e-tutor che aiuta a colmare le lacune e a raggiungere gli obiettivi professionali”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cataratta: vedere fino alle medie distanze ora si può

Posted by fidest press agency su domenica, 23 giugno 2019

Vista offuscata, fastidio alla luce, difficoltà a mettere a fuoco gli oggetti, sensazione di percepire i colori meno brillanti, più opachi: questi i principali sintomi che si manifestano a chi soffre di cataratta, il disturbo causato dalla progressiva opacizzazione del cristallino e risolvibile attraverso la sostituzione chirurgica della lente naturale dell’occhio con una artificiale, chiamata lente intraoculare.Oggi, grazie all’innovazione tecnologica, ci sono importanti novità per l’intervento agli occhi più diffuso al mondo: impiegando lenti intraoculari monofocali di ultimissima generazione, è possibile recuperare un’ottima visione non solo per le lunghe distanze, ma anche per quelle intermedie, fino a 70 centimetri, migliorando notevolmente la qualità di vita dei pazienti. Questa nuova tipologia di intervento è oggi disponibile presso i Centri Neovision, primo network italiano di cliniche oculistiche a elevata vocazione tecnologica, con il nome di “Cataratta Plus”.In Italia ogni anno si registrano circa 500.000 nuovi casi di cataratta. È una patologia legata al fisiologico processo di invecchiamento dell’organismo e si manifesta generalmente dopo i 50 anni di età. Se non si interviene nelle fasi iniziali della malattia, la riduzione della capacità visiva diventa sempre più invalidante: aumenta il senso di insicurezza nei movimenti, interferisce con le normali attività quotidiane, fino a compromettere il benessere fisico e mentale della persona.L’intervento chirurgico – veloce, indolore ed effettuato solitamente in regime ambulatoriale – rappresenta l’unica terapia valida. Oggi, grazie ai progressi della moderna chirurgia oftalmica, le cliniche Neovision offrono ai pazienti la possibilità di recuperare una performance visiva di qualità superiore rispetto agli interventi tradizionali, che consentono di correggere i difetti visivi solo sulla lunga distanza.
In “Cataratta Plus” il cristallino viene sostituito con lenti intraoculari monofocali d’avanguardia (chiamate “monofocali plus”) appositamente studiate per garantire una visione nitida fino alle medie distanze, senza l’utilizzo degli occhiali, con innumerevoli vantaggi per i pazienti. Riuscire a vedere fino a 70 centimetri, infatti, consente di svolgere in totale sicurezza e autonomia la maggior parte delle attività di tutti i giorni: lavorare al computer, cucinare, guardare la televisione e guidare, distinguendo bene il cruscotto.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Comandare in casa con la voce per attivare elettrodomestici sarà presto una realtà

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 gennaio 2017

listen1Nella città greca di Candia (Grecia) è stata testata con successo “Listen”, l’interfaccia tecnologica che permette di attivare e gestire impianti domestici, elettrodomestici e servizi internet con il semplice utilizzo della voce (hands-free control system). Il progetto, finanziato dalla Commissione Europea, è sviluppato da un consorzio al quale partecipa per l’Italia Cedat 85 (http://www.cedat85.com), che da 30 anni si occupa di sviluppare servizi e tecnologie per il trattamento del parlato (resocontazione, sottotitolazione, trascrizione automatica). Del gruppo di lavoro fanno parte anche per la Grecia la Foundation for Research and Technology – Hellas (FORTH) e per la Germania RWTH Aachen e EML European Media Laboratory.La dimostrazione è stata fatta utilizzando un mini microfono contenente al suo interno 8 microfoni e un software in grado di riconoscere 4 lingue europee (Tedesco, Inglese, Italiano e Greco). Alina Suhetzki, funzionaria dell’UE preposta al progetto, ha testato “Listen” impartendo comandi vocali in Inglese per spegnere e accendere le luci: “È stata una dimostrazione sorprendente – ha detto. Un sistema piccolo e intelligente che funziona contemporaneamente in quattro lingue, e che può essere impostato per funzionare anche con altri idiomi”.I partner del progetto sono ora impegnati a colmare tutti i gap esistenti nel funzionamento dei sensori acustici e del sistema listendi riconoscimento automatico del parlato. La maggiore integrazione di hardware e software renderà più veloce la risposta del sistema ai comandi vocali dell’utente.Cedat sta sviluppando l’intera infrastruttura tecnologica per il sistema di riconoscimento vocale di “Listen” e curando l’implementazione del vocabolario per la versione italiana.“Il test che abbiamo effettuato – spiega Enrico Giannotti, condirettore generale di Cedat 85 – ha dato riscontri positivi. Da qui al 2019, con i nostri partner europei, lavoreremo per migliorare l’accuratezza del software e per garantire la massima capacità di interazione vocale di “Listen”. Anche se la domotica non è il nostro core business, siamo convinti che la trasversalità e flessibilità dei nostri servizi per il riconoscimento vocale saranno molto utili allo sviluppo di “Listen”. La nostra tecnologia – prosegue il direttore generale di Cedat 85 – è utilizzata alla Camera dei Deputati, in oltre 200 consigli comunali e in numerose altre istituzioni pubbliche e private, contribuendo a realizzare una vera e propria “democrazia digitale”. Continueremo a investire in ricerca e sviluppo – conclude Giannotti – convinti, come siamo convinti, che le tecnologie per il riconoscimento del parlato potranno evolversi nel futuro trovando ambiti di applicazione che, come nel caso di “Listen”, miglioreranno sensibilmente la qualità della vita delle persone”.La tecnologia adottata da “Listen” è basata su un sistema a viva voce che, tramite una rete di microfoni distribuiti in casa e un apposito software, riconosce la voce del padrone e mette in funzione gli strumenti di volta in volta nominati dall’utente, senza che questo debba utilizzare tastiere, mouse o comunque utilizzare le mani. “Listen” sarà, quindi, di grande aiuto per anziani e persone affette da gravi disabilità e, in casi di emergenza, potrà salvare vite umane. Queste funzionalità saranno utilizzate anche per garantire un pieno accesso ai servizi internet, dalla navigazione sui siti alla dettatura e invio delle mail.“Listen” rientra nell’ambito del programma RISE (Research and Innovation Staff Exchange – Marie Skłodowska) di HORIZON 2020, piano di finanziamento della Commissione Europea per la ricerca e l’innovazione. Il progetto, avviato nel giugno 2015, sarà chiuso nel 2019. (foto: listen)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Delega fiscale in materia di giochi

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 giugno 2015

scommessesullosportAUMENTO PRELIEVO SUI GIOCHI – «A decorrere dal 1° luglio 2015, i giochi saranno sottoposti a imposta mediante un prelievo erariale unico» sulla base imponibile, costituita «dalla differenza tra le somme giocate e le vincite corrisposte»: in particolare la misura massima del prelievo sarà pari al 60% per le slot machine, al 50% per le VLT, al 20% per le scommesse e i giochi a distanza e al 42% per il bingo.
PRELIEVO SUL LOTTO E TASSA SULLA FORTUNA – La bozza del decreto specifica anche che «sull’importo delle vincite fino a euro 500 conseguite dai giochi del lotto è dovuta una imposta sostitutiva di qualsiasi altro prelievo, anche tributario, nella misura del 6%». Confermato l’innalzamento della “Win tax” all’8 per cento per Videolotteries, Lotto, SuperEnalotto e Gratta e Vinci.
GAMING HALL – L’offerta di gioco tramite slot, VLT, scommesse e bingo è consentita solo nelle gaming hall, «esercizi che operano sotto responsabilità del concessionario, limitati ai maggiorenni, con una superficie non inferiore a 50 metri quadri. L’installazione delle slot machine «è consentita in misura pari a un apparecchio ogni sette metri, se l’esercizio dispone di uno spazio appositamente separato e limitato ai maggiorenni.
CAMPAGNE INFORMATIVE – I concessionari dei giochi pubblici – si legge nella bozza – impiegheranno annualmente «una somma pari all’0,5% (non più lo 0,1% come stabilito in precedenza, ndr) della raccolta per campagne informative, ovvero per iniziative di comunicazione responsabile».
APERTURA DEL PALINSESTO – A partire dal 1 gennaio 2016 – si legge nel testo – saranno individuate «le tipologie di eventi sui quali in Italia non è consentito scommettere ed introdotte disposizioni per consentire direttamente da parte di concessionari per la raccolta di scommesse a quota fissa, previo nulla osta da parte dell’Agenzia, la formazione e gestione del palinsesto degli eventi sui quali gli stessi accettano le scommesse, nonché, direttamente da parte dei concessionari, la determinazione delle quote di scommessa e la certificazione dei risultati degli eventi che determinano le vincite».
SCOMPARE L’AUTORIZZAZIONE DI POLIZIA – Una delle novità contenute nell’ultima bozza del decreto è la soppressione dell’articolo 88 del Testo Unico di Pubblica Sicurezza, che prevedeva il rilascio dell’autorizzazione di polizia da parte della Questure soltanto per chi aveva la concessione ministeriale. «L’esercizio dell’attività di offerta dei giochi pubblici – si legge nel testo – presuppone il conseguimento della concessione rilasciata dall’Agenzia, nonché di una apposita autorizzazione rilasciata dalla stessa Agenzia agli operatori autorizzati». Questa nuova autorizzazione non potrà essere rilasciata ai soggetti che non siano in possesso dei requisiti soggettivi previsti dagli articoli 11, 12, 92 e 131 del Tulps (condanne superiori a tre anni, ammonizioni sicurezza, condanne per reati contro moralità, gioco azzardo, alcolismo) e dalla normativa antimafia e per il rilascio di tale autorizzazione «l’Agenzia chiede al questore competente per territorio un nulla-osta attestante la sussistenza dei requisiti» e «l’adeguatezza dei locali utilizzati sotto l’esclusivo profilo della sicurezza pubblica». In questo modo l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli diventa, così, uno «sportello unico» e trasmette «la richiesta del nulla osta» alla questura competente «con modalità informatiche». Il questore rilascia il nulla osta trasmettendolo alla Agenzia «con modalità informatiche nel termine di sessanta giorni e, in caso di diniego, ne dà comunicazione anche all’interessato». «Qualora accerti il venir meno di taluno dei requisiti soggettivi richiesti per il rilascio del nulla osta», il questore può revocare i «provvedimenti di sua competenza, dandone comunicazione all’Agenzia, che dispone la revoca della propria autorizzazione».
OSSERVATORIO – «Al fine del monitoraggio della dipendenza dal gioco e dell’efficacia delle azioni di cura e di prevenzione intraprese», l’osservatorio istituito dal decreto Balduzzi «è trasferito al Ministero della salute». Inoltre un decreto interministeriale del Ministro della salute e del Ministro dell’economia e delle finanze rideterminerà «la composizione dell’osservatorio, assicurando la presenza di esperti in materia, di rappresentanti delle regioni e degli enti locali, nonché delle associazioni operanti nel settore, nell’ambito delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente e, comunque, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica».
VINCITE ALL’ESTERO – La bozza del decreto giochi della delega conferma la sentenza della Corte di Giustizia Europea sulle vincite corrisposte da case da gioco autorizzate negli Stati membri dell’Unione europea che «non concorrono a formare il reddito per l’intero ammontare percepito nel periodo di imposta». Via libera quindi ai giocatori professionisti di poker, che possono partecipare a tornei internazionali senza il timore di azioni fiscali dell’Agenzia delle Entrate.
RAPPORTO STATO ED ENTI LOCALI – La bozza del decreto specifica che, «nell’esercizio delle loro potestà normative ed amministrative, le Regioni e i Comuni conformano i rispettivi ordinamenti alle disposizioni del presente decreto che costituiscono disposizioni di coordinamento nazionale in materia di gioco, in particolare per i profili dell’ordine pubblico e della sicurezza, astenendosi dall’introdurre misure o assumere azioni idonee a vanificare l’unitarietà del quadro regolatorio nazionale di fonte primaria in materia di giochi pubblici».
PUBBLICITA’ – Il decreto vieta «la pubblicità di marchi e prodotti di giochi con vincite in denaro riferibili a soggetti non concessionari». La comunicazione commerciale dei giochi non deve, in particolare, «incoraggiare il gioco eccessivo o incontrollato, negare che il gioco possa comportare dei rischi, presentare o suggerire che il gioco sia un modo per risolvere problemi finanziari o personali, rivolgersi o fare riferimento, anche indiretto, ai minori, indurre a confondere la facilità del gioco con la facilità della vincita». La pubblicità del gioco, infine, rimane comunque vietata sui canali televisivi dedicati ai ragazzi e durante i programmi destinati ai minori, e nella fascia oraria tra le 16 e le 19, fatta eccezione per le trasmissioni sportive o di eventi sportivi a rilevanza nazionale o internazionale.
CRISI DEL CONCESSIONARIO – In caso di interruzione anticipata delle concessioni di gioco per le slot, la società può continuare ad operare per 90 giorni, mentre per lo stesso periodo di tempo le altre società concessionarie possono esercitare opzione di subentro.
TRACCIABILITA’ DEI FLUSSI – Al fine di assicurare la tracciabilità dei flussi finanziari, finalizzata a prevenire infiltrazioni criminali e il riciclaggio di denaro di provenienza illecita, i concessionari «sono obbligati a tracciare tutti i riversamenti derivanti dalla raccolta dalle giocate e ai compensi spettanti ai soggetti operanti nella propria rete di raccolta. Tale obbligo non comprende i pagamenti delle vincite o dei rimborsi né i riversamenti a favore dello Stato o dell’Agenzia per pagamenti di imposte, tasse o utili erariali».
CONTRASTO ALLA LUDOPATIA – La bozza del decreto prevede l’istituzione della “Consulta permanente” dei rappresentanti governativi, regionali e degli enti locali, dei rappresentanti degli organismi organizzati del settore del gioco, nonché dei rappresentanti delle associazioni rappresentative delle famiglie e dei giovani per la individuazione e il costante aggiornamento di misure e interventi, comunitariamente compatibili, volti al contrasto del gioco online su siti “.com”.
RESTYLING SUPERENALOTTO E SCOMMESSE IPPICHE – Per «preservare lo svolgimento dei giochi e di salvaguardare i valori delle relative concessioni, oltre che garantire una equilibrata concorrenza fra i concessionari», la bozza del decreto prevede «l’adozione di ogni misura utile di sostegno dell’offerta di gioco» per quei giochi che hanno subìto «una perdita di raccolta e di gettito erariale, nell’arco dell’ultimo triennio, non inferiore al 15 per cento all’anno». Nello specifico i giochi chiamati in causa sono Superenalotto e scommesse ippiche che, negli ultimi tre anni hanno registrato perdite a due cifre.
LEGA IPPICA – La bozza del decreto prevede, infine, l’istituzione della Lega Ippica e i requisiti necessari per l’iscrizione per allevatori, proprietari e società di gestione degli ippodromi, oltre ai principi fondamentali dello statuto. La Lega Ippica dovrebbe provvedere alla definizione del calendario degli avvenimenti ippici, alla gestione del fondo annuale di dotazione per lo sviluppo e la promozione del settore ippico, alla erogazione agli aventi diritto dei premi delle corse, alla gestione delle banche dati relative ai cavalli, alla regolarità delle corse, ai rapporti con i concessionari e con gli organismi ippici internazionali. (Fonte Agipronews)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La cattiva burocrazia allunga la distanza tra nord e sud Italia”

Posted by fidest press agency su sabato, 19 maggio 2012

Parma, Emilia Romagna, Italia

Parma, Emilia Romagna, Italia (Photo credit: Wikipedia)

“C’è una buona burocrazia e c’è ne è una meno buona come, ad esempio, quella che da tempo, ritarda, senza ragioni, l’avvio del Piano Irriguo Nazionale nelle regioni meridionali del Paese”: lo afferma Massimo Gargano, Presidente dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni (A.N.B.I.), intervenendo a Castel Bolognese, nel ravennate, all’inaugurazione del nuovo impianto di distribuzione plurima (usi irriguo e potabile) delle acque del C.E.R., realizzato dal Consorzio di bonifica Romagna Occidentale.
“Il rapporto con la Regione Emilia Romagna è – prosegue Gargano – un esempio, utile al territorio, di proficua valorizzazione delle sinergie istituzionali e dell’attività dei consorzi di bonifica; così come nell’applicazione del sistema irriguo “intelligente” Irriframe, i nuovi orizzonti di collaborazione, che si stanno aprendo per la manutenzione dei territori montani, pongono la Regione EmiliaRomagna, come punto di riferimento a livello nazionale per il mondo della Bonifica. La Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione, che vivrà questo week-end il suo momento finale – conclude il Presidente A.N.B.I. – presenta quest’anno una grande novità: lo stretto rapporto fra consorzi di bonifica e sindaci, entrambi quotidiani “sportelli” per i cittadini. Forte di questa rinsaldata collaborazione con A.N.C.I. (Associazione Nazionale Comuni Italiani), incontreremo il Ministro dell’Ambiente, Clini, per chiedere l’attenzione dovuta e le risorse, che sono ferme, per il Piano di Mitigazione del Rischio Idrogeologico, da noi redatto a partire dalle esigenze espresse da un territorio, la cui valorizzazione (turistica, agroalimentare, artistica…) non può che essere il perno della tanto auspicata crescita dell’Italia. I consorzi di bonifica, per le loro competenze, offrono risposte concrete a pre-requisiti per qualsiasi ipotesi di sviluppo: la sicurezza dalle acque e la loro disponibilità, oltre che la sensibile riduzione del rischio frane.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nave Costa: valutazione distanza

Posted by fidest press agency su sabato, 3 marzo 2012

“Per quanto riguarda la questione specifica della distanza minima dalla costa da osservare in fase di navigazione, non esiste una norma specifica né nella legislazione internazionale né nella legislazione dell’Unione”. Lo afferma l’europarlamentare del Pd, Debora Serracchiani, membro della commssione Trasporti, riferendo la risposta del commissario europeo Siim Kallas a un’interrogazione in cui la stessa Serracchiani, assieme ai colleghi Guido Milana e Silvia Costa, chiedeva se “tra i compiti dell’Agenzia europea per la sicurezza marittima (EMSA) vi sia quello di definire i parametri minimi necessari per garantire la sicurezza delle imbarcazioni destinate al trasporto di passeggeri, anche relativamente alle distanze da osservare in fase di navigazione, con particolare riguardo alle aree di rilievo ambientale e paesaggistico”.
Per la Commissione europea, riferisce Serracchiani “l’aspetto della distanza minima rientra esclusivamente nella valutazione professionale del capitano, che si affida ai mezzi tecnologici necessari per una navigazione sicura”.
Evidenziando il fatto che “la risposta della Commissione giunge pressoché contemporaneamente alla firma del decreto del Governo italiano che fissa limiti al transito delle grandi navi vicino alle aree protette nazionali e a siti particolarmente sensibili dal punto di vista ambientale”, Serracchiani auspica che “l’Italia con questo provvedimento dia un positivo impulso alla revisione generale della legislazione sulla sicurezza delle navi passeggeri che è in corso nell’Unione europea e che – conclude – dovrebbe riflettersi nelle proposte della Commissione all’agenzia dell’Onu responsabile della sicurezza del trasporto marittimo”. (Giancarlo Lancellotti.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Il Sostegno a distanza – un gesto di Solidarietà”

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 aprile 2011

Roma, 2 aprile 2011 ore 11,00 Provincia di Roma – Sala della Pace Via IV Novembre 119/a Claudio Cecchini- Assessore alle Politiche Sociali  e per la Famiglia Paola Gumina – Presidente de La Gabbianella onlus Paola Springhetti – Direttore Reti Solidali – Centro Servizio per il Volontariato del Lazio. La Provincia di Roma ha sempre dimostrato un forte interesse verso il Sostegno a Distanza (SaD), garantendo per anni — in collaborazione con La Gabbianella — a ben 112 bambini e ragazzi di vari Paesi del mondo, aiuti economici indispensabili alla loro crescita e istruzione. La Gabbianella onlus, con le sue 41 Associazioni, mettendo a disposizione la propria esperienza decennale, ha contribuito a creare un riferimento sicuro per chiunque voglia impegnarsi in un SaD, anche con il numero verde 800.129435 “Pronto Gabbianella – Tutela la tua Solidarietà”.La Provincia di Roma, per il suo stretto rapporto con il territorio, ha un ruolo fondamentale nella tutela e nello sviluppo del SaD; da qui l’idea con Claudio Cecchini della pubblicazione-guida “Sostegno a Distanza – un gesto di Solidarietà” che verrà diffusa in tutti i Comuni e tra i dipendenti della stessa Provincia. La guida, accompagnata da brochure informativa, è stata realizzata per far conoscere alla cittadinanza, nel dettaglio, i progetti SaD e le Associazioni cui affidare la propria solidarietà e tante altre informazioni e curiosità, tra queste, testimonianze di Sostenitori che sono andati a vedere sul “campo” i benefici del SaD. Prende particolare valore – nei giorni in cui assistiamo alla ribellione di molti giovani che a costo della vita vogliono riaffermare il diritto al loro futuro – il progetto innovativo “Fondo di Solidarietà Sosteniamo il Futuro”. Verranno consegnati i primi assegni che, con il contributo economico della Provincia di Roma, permetteranno a 15 Ragazze e Ragazzi di vari parti del mondo – tramite 8 Associazioni de La Gabbianella – di proseguire i loro studi per un futuro migliore. Inoltre l’ Assessore Claudio Cecchini informerà sui punti previsti dal “Protocollo d’Intesa triennale”che verrà siglato con La Gabbianella, per il Sostegno a Distanza.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra Poussin e Mosè

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 marzo 2011

Roma da giovedì 7 aprile a domenica 5 giugno 2011 Accademia di Francia a – Villa Medici Roma, Viale Trinità dei Monti, 1 presenta la mostra Poussin e Mosè. Dal disegno all’arazzo, in collaborazione con il Musée des Beaux-Arts de Bordeaux, riunendo per la prima volta più di 40 opere tra arazzi, disegni, incisioni e dipinti del grande pittore francese Nicolas Poussin, dedicati alla vita di Mosè, e provenienti dai più prestigiosi musei britannici, italiani e francesi. A distanza di undici anni dall’ultima mostra, l’Accademia di Francia – di cui Poussin sarebbe dovuto diventare il primo direttore quando fu creata nel 1666 da Luigi XIV, ma la morte glielo impedì – rende nuovamente omaggio a uno dei sommi artisti franco-romani. La mostra vuole illustrare un aspetto particolare e inedito della sua opera, ma che ha influenzato le generazioni artistiche successive, rendendo ancora più esplicita l’unicità e l’attualità del suo talento. Alcuni dei capolavori dell’arte del XVII secolo, saranno posti sotto una nuova luce rivelando quel processo di attuazione che ha portato alla composizione degli arazzi, sottolineando come soggetti analoghi o simili vengano incarnati ogni volta da Poussin in immagini differenti, a seconda del formato, della tecnica e della loro destinazione.La mostra – a cura di Marc Bayard, storico dell’arte, incaricato del dipartimento di Storia dell’Arte a Villa Medici dal 2004 al 2010 e Arnauld Brejon de Lavergnée, direttore delle collezioni al Mobilier national di Parigi con la supervisione di Éric de Chassey, direttore dell’Accademia di Francia a Roma – vanta la collaborazione e il supporto delle più grandi istituzioni museali del mondo: il Mobilier national, la Bibliothèque nationale de France – dipartimento delle Stampe e della fotografia, il Musée du Louvre – dipartimento delle pitture, dipartimento degli Oggetti d’arte e dipartimento delle Arti grafiche, il Musée de Grenoble, l’Istituto Nazionale per la Grafica – Calcografia, The Ashmolean Museum – Oxford, il National Museum di Cardiff in collaborazione con la National Gallery di Londra. La mostra Poussin e Mosè. Dal disegno all’arazzo sarà ospitata al Musée des Beaux-Arts de Bordeaux da giugno a settembre 2011 e a Parigi al Mobilier national nel 2012.La mostra Poussin e Mosè. Dal disegno all’arazzo sarà accompagnata da un catalogo (in due versioni, italiano e francese), edito da Drago, e composto da due volumi: uno con materiale iconografico, l’altro con testi introduttivi di Éric de Chassey, Guillaume Ambroise e Bernard Schotter e con saggi di Marc Bayard, Pascal Bertrand, Olivier Bonfait, Arnaud Brejon de Lavergnée, Daniela Del Pesco, Marc Favreau, Marc Fumaroli, Henry Keazor e Jean Vittet. (Poussin)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il futuro dell’impiantistica sportiva

Posted by fidest press agency su martedì, 23 novembre 2010

Il futuro degli stadi e dell’impiantistica sportiva italiana dipenderà in larga parte dall’intesa virtuosa che sapranno trovare gli enti pubblici territoriali con il settore privato. E’ questo il tema centrale emerso oggi dall’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria a Bologna durante i lavori per la giornata di studi “Il futuro degli stadi e degli impianti sportivi: sostenibilità e nuovi modelli di business” organizzata da StageUp e dall’Università degli Studi di Parma.  Agli enti pubblici è demandata, con il supporto della politica, la capacità di dettare i tempi, cercando, più di quanto sia stato fatto finora, di accorciare la distanza fra l’idea progettuale e la costruzione dell’impianto. Ai privati si chiede, oltre allo sforzo realizzativo secondo le più moderne tecnologie a disposizione, anche l’impegno finanziario, così da non gravare sui conti di comuni e province.  L’evento, patrocinato dal Coni di Bologna, dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna e dall’Associazione Ingegneri e Architetti della Provincia di Bologna, ha ospitato come relatori, nell’ordine, il presidente di AnceBologna, Luigi Amedeo Melegari; il presidente del Master in Organizzazione dello Sport e dello Spettacolo Sportivo, Luigi Allegri; il progettista e olimpionico di equitazione, Mauro Checcoli; il consigliere delegato di CMB, Ruben Saetti; il responsabile di progetto di riqualificazione dello stadio “D.Manuzzi” di Cesena, Mario Spada; il socio di GM Electronics, Roberto Tinarelli; l’amministratore delegato del Parma F.C., Pietro Leonardi.  Ha moderato il convegno il presidente di StageUp, Giovanni Palazzi, che traendo le conclusioni ha tracciato il profilo di uno stadio multifunzionale di terza generazione ideale per un’area urbana di almeno 500mila abitanti. Lo stadio dovrebbe avere una capienza media fra 30mila e 40mila posti a sedere per un investimento medio fra 60 e 80 milioni di euro, generando un giro d’affari annuo fra 10 e 12 milioni di euro.
Cos’è il MOSS (www.mastermoss.it) Il Master in Organizzazione dello Sport e dello Spettacolo Sportivo è un Master universitario di I livello organizzato dall’Università degli studi di Parma e StageUp – Sport & Leisure Business. Il piano didattico del Moss va dalla strategia e business planning dello sport e degli impianti sportivi all’organizzazione e gestione delle società sportive, dalla comunicazione e marketing alla storia dello sport e dell’impiantistica sportiva, dalla legislazione sullo sport alle istituzioni di giornalismo sportivo. Tutte le informazioni sul Master in Organizzazione dello Sport e dello Spettacolo Sportivo (MOSS) sono su http://www.mastermoss.it.
StageUp – Sport & Leisure Business (www.stageup.com) è tra le aziende di riferimento nel business dello sport, specializzata nella consulenza in nuovi modelli di business per gli stadi e l’impiantistica sportiva di terza generazione. La sua offerta comprende consulenza di direzione, ricerche di mercato, attività di negoziazione e buying di diritti (audio-visivi e sponsorizzazioni), informazione e formazione. Attraverso la sua gamma di servizi, StageUp interviene su tutta la catena del valore dei clienti, occupandosi di strategie, progettazione, pianificazione e controllo, negoziazione e buying, nonché della supervisione e realizzazione di progetti operativi.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Innovazione dei processi nelle imprese

Posted by fidest press agency su martedì, 7 settembre 2010

Dalmine 23 Settembre presso il POINT (polo Tecnologico) in via Einstein, 1 conferenza su: “L’utilizzo intelligente delle tecnologie IT è uno dei fattori più importanti nell’economia moderna: ha un forte peso nel modificare l’efficienza delle  imprese e quindi la crescita economica. Numerosissime sono le novità e le tecnologie che hanno acquisito terreno  negli ultimi tempi. Nel momento nel quale si affacciano nuove tecnologie  cambiano gli scenari, nascono nuove opportunità e cresce la distanza  tra coloro che innovano e coloro che rimangono fermamente ancorati alle  tecnologie tradizionali. I ritmi con i quali si svolge l’attività delle imprese e l’internazionalizzazione  dei mercati rendono necessari sistemi informatici costantemente aggiornati. Sarà un’occasione per i Dirigenti e per gli EDP Managers  delle aziende per  intrattenersi nella sala DEMO con i relatori e con  i produttori italiani per ottenere informazioni utili e spiegazioni sulle soluzioni disponibili.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Treno per Fiumicino tra i più cari d’Europa

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 luglio 2010

Per andare dalla stazione Termini all’aeroporto di Fiumicino occorrono quindici euro. Si tratta della seconda tariffa più cara d’Europa, dopo i 21,50 euro di Londra. “Quando si tratta di pagare solitamente l’Italia è sempre al primo posto. – commenta sarcasticamente Oscar Tortosa, vicesegretario per il Lazio dell’Italia dei Valori – In questo caso però Londra ci batte solo perché la distanza è maggiore, il viaggio più lungo e in vagoni certamente più confortevoli di quelli del Leonardo Express”. Un convoglio che Trenitalia definisce interamente di prima classe, ma che per l’esponente del partito presieduto da Antonio Di Pietro, nasconde innumerevoli disservizi: “I binari sono distanti e non facili da individuare, i sedili sporchi e a volte divelti per non parlare dello stato dei servizi igienici e del funzionamento altalenante dell’aria condizionata, considerata l’afa torrida di questi giorni. Occorre assolutamente provvedere – prosegue Tortosa – alla luce anche del raddoppio, finora ingiustificato, del costo del biglietto passato da otto a quindici euro. Continueremo a denunciare questo stato di cose finché Trenitalia non vi porrà mano – conclude l’esponente dipietrista – perché tutto ciò rappresenta un pessimo e inaccettabile biglietto da visita per i turisti che giungono nella capitale; così facendo certo il loro numero non crescerà, come invece auspicato dalle autorità comunali che si affannano per incrementare i flussi turistici”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Povertà nel mondo: parole e fatti

Posted by fidest press agency su sabato, 19 giugno 2010

Il 2010 ha visto l’Europa mancare gli obiettivi sulla povertà, e oggi i capi di Stato hanno aggravato ulteriormente la situazione. Nessun nuovo impegno è stato messo sul tavolo per raggiungere gli obiettivi nel 2015 e per mantenere le promesse fatte. “I Capi di Stato Europei hanno evitato di decidere, minando così la lotta globale contro la povertà”, dichiarano Oxfam e Ucodep. A cinque anni di distanza dal termine ultimo per il rispetto degli impegni sulla povertà, il 2010 è l’anno in cui i leader mondiali hanno deciso di fare il punto sui progressi compiuti e di concordare nuovi passi per riallinearsi verso il raggiungimento degli obiettivi di lotta alla povertà. I capi di Stato e di governo, riuniti da ieri a Bruxelles, non hanno però fatto nulla di più che dare il via libera ad una posizione debole dell’UE in vista del vertice delle Nazioni Unite sugli Obiettivi di Sviluppo del Millennio a settembre a New York. La questione cruciale della povertà nel mondo è stata messa in un angolo, piuttosto che al centro della scena, come sarebbe stato giusto. A cinque anni dalla scadenza degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, e nonostante alcuni progressi, molti degli Obiettivi più importanti corrono il rischio di essere mancati. Solo per dimezzare il numero degli affamati nel mondo occorrono almeno 39 miliardi di euro all’anno in più.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Le Stelle e i Pianeti visti da vicino”

Posted by fidest press agency su domenica, 16 maggio 2010

Fiumicino fino al 23 maggio 2010 è stato allestito, presso Parco Leonardo di Fiumicino, nella Piazza centrale, un fantastico Planetario: all’interno di una cupola di forma sferica, dove un proiettore formerà le immagini dei corpi celesti sulla superficie della costruzione, che fungerà da cielo artificiale, rispettando le esatte proporzioni di distanza e luminosità. Contemporaneamente, lezioni guidate di esperti docenti completamente gratuite, illustreranno le costellazioni, i pianeti, e i principali movimenti della terra e degli astri (le lezioni guidate si terranno il mattino dalle 9.30 alle 12.30 e il pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30, ogni 30 minuti).  Un’occasione, quindi, per avvicinare i più giovani ad una realtà affascinante e spesso poco conosciuta stimolando in loro la curiosità, il desiderio di “sapere” e la voglia di conoscere più a fondo i segreti e l’infinita magia dell’Universo che ci circonda. Un’opportunità per portare le stelle, le comete, i pianeti… nella loro vita di tutti i giorni, per trasformarli in un patrimonio quotidiano. Un modo per imparare a  percepire il sapere come un valore imprescindibile. Si sono già iscritti oltre 1.300 ragazzi delle nostre scuole

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Predappio, Forlì e la Romagna sono anti-fasciste

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Marco Di Maio Segretario Unione Territoriale Pd forlivese dichiara: Predappio è una città profondamente anti-fascista e il suo sindaco, Giorgio Frassineti, rappresenta al meglio questi valori. Su questo non ci sono e non ci devono essere dubbi. Ed ha ancora più forza dirlo qui, nella nostra provincia che il 24 aprile del 2009 è stata insignita della Medaglia d’Oro al Valore Civile per lo straordinario apporto dato dalla popolazione civile alla lotta di Liberazione. A distanza di oltre 70 anni bisogna avere il coraggio di guardare al passato senza paura, di affrontarlo con gli occhi della modernità e con la voglia di guardare al futuro senza tenere la testa voltata indietro. Non è pensabile accomunare un evento come quello che si è svolto a Casa Artusi con il tentativo di riabilitare il dittatore fascista. Tanto più se ad organizzare l’incontro è un’istituzione presieduta da un uomo come Giordano Conti, già sindaco di Cesena e di cui sono note le indubbie posizioni anti-fasciste. Lo stesso vale per uno dei relatori della serata, quel Giorgio Frassineti la cui storia personale e le azioni politiche parlano da sole, e che sorprende vedere come affiancate ad un tentativo di riabilitare il regime fascista. Il passato va letto, approfondito e capito, anche per costruire un futuro che continui a fare dell’antifascismo un valore imprescindibile e che non è scontato. Parlare oggi di Benito Mussolini, della sua ascesa da Predappio fino al terrazzo di Palazzo Venezia a Roma, significa partire da un personaggio che ha segnato in maniera indelebile la storia del ‘900 per tentare di comprendere quello che oggi sta vivendo il nostro paese, evitando derive presidenzialiste o peggio ancora autoritarie. Manifestare in modo scomposto, accusando indebitamente figure istituzionali importanti di voler riabilitare il fascismo, prendendo a pretesto una serata dedicata ad un approfondimento storico, è qualcosa di assolutamente incomprensibile (e che non vogliamo neppure immaginare possa essere collegato ad un necessità di visibilità in viste delle elezioni regionali). Non si possono riversare su un sindaco e su una città di 6500 abitanti, che già deve fare i conti con un passato pesante, le colpe delle azioni scellerate compiute da un sanguinario dittatore per il solo fatto che quell’uomo è nato lì, a Predappio. Predappio, il suo sindaco e il Partito Democratico non hanno paura di guardare al passato, di studiarlo, di approfondirlo. La conoscenza ci aiuta a capire dove stiamo andando e ci aiuta a costruire un futuro che sia diverso da quello attuale, al quale non ci vogliamo rassegnare”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Haiti la tragedia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 febbraio 2010

Roma 3 febbraio 2010 ore 11.30  Piazza di S. Egidio 3 a Conferenza Stampa Haiti: la tragedia, l’emergenza e ciò che si può fare dopo l’emergenza Incontro con S.E. Mons. Pierre Dumas, Presidente di Caritas Haiti e la Comunità di Sant’Egidio La Comunità di sant’Egidio è presente ad Haiti da anni con comunità autoctone in uno dei quartieri più poveri di Port au Prince, e con adozioni a distanza. E’ già attiva sul terreno con aiuti di emergenza, tende, organizzando una ripresa della vita, soprattutto per i bambini senza famiglia. Mons. Pierre Dumas, vescovo e Responsabile della Caritas di Haiti, con cui la Comunità sta coordinando alcuni aiuti di prima necessità, ha seguito da vicino il lavoro sul terreno per garantire case-famiglia e scolarizzazione per i bambini haitiani e condizioni di vita dignitose per gli anziani. E’ un testimone della prima ora del terremoto di Haiti, che l’ha risparmiato perché era in strada al momento delle scosse. La Conferenza stampa è un’occasione unica per avere informazioni dirette sul sisma e sulla situazione attuale: Mons. Dumas, che da tempo collabora con la Comunità di Sant’Egidio ad Haiti, per la prima volta dal sisma è in Europa per offrire informazioni di prima mano e proposte per superare la terribile emergenza e avviare un futuro nel paese.  Per la stampa italiana e internazionale un’occasione speciale anche per orientare i molti comitati di aiuto che sono sorti spontaneamente e che hanno poche possibilità di intervento in loco.  Racconterà cosa ha visto, cosa è accaduto e darà notizia dei principali aiuti necessari nel Paese, fornendo indicazioni preziose per gli aiuti umanitari. La Comunità di Sant’Egidio ha potuto individuare già nei giorni immediatamente successivi al sisma dove indirizzare gli aiuti, grazie alla sua conoscenza dei quartieri più poveri: Delmas (settore 33), Canapé-Vert, Carrefour, Christ-Roi. Ha anche attivato un comitato e un centro di raccolta fondi e disponibilità.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vincenzo Castella: Siti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2010

Milano fino al 15/2/2010 via Circo, 1 Le Case D’Arte Vincenzo Castella (Napoli 1952), vive a Milano e dal ’75 usa la fotografia a colori.  Dal ’98 inizia la serie sugli edifici e realizza ipotesi di narrazione visiva sulla complessità del tessuto e dell’intreccio delle città, producendo grandi stampe a colori da film di grande e grandissimo formato. La ricerca e’ basata sui concetti di distanza e dislocazione.  Dal ’06, Castella costruisce installazioni con la tecnica della video-animazione tratte da grandi negativi fotografici.  Milano. Cronache (realizzato nel 2007/208 con il gruppo multiplicity) presentato ad Art Unlimited – Basel 2009 (sei esplorazioni visive animate in simultanea da sei fotografie che includono sei scenari di fatti di cronaca nera a Milano.)
Nel ’09 un nuovo lavoro Amsterdam, About Town 2009 relazioni tra due quartieri della città.  I movimenti di “macchina virtuale” ricostruiscono esempi di un immaginario “footage” e restituiscono un insieme simultaneo e disambiguo sulle relazioni dell’invisibile complessità della vita nella città. Catalogo a cura di Angela Madesani, Baldini Castoldi Dalai editore, 2009, pp.108, – 55  (Immagine: Amsterdam, 2000 C-print)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La formazione a distanza

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 gennaio 2010

Più volte la nostra attenzione è richiamata dalla pratica di e-learning e dalle tecniche che l’accompagnano. Un po’ tutti sembrano interessati a questa metodica di apprendimento e non vorremmo che fosse solo una “moda”. Prima di tutto occorre distinguere due momenti dell’e-learning. Esso si riferiscono, da una parte,ai neo assunti o al personale da riqualificare e, dall’altra, in ambito didattico riferito alle iniziative di professori e studenti. Nel primo caso i risultati sono significativi mentre nel secondo si avvertono aspetti contraddittori anche perché poco si è concretizzato per sanare i mali endemici della scuola italiana. Incominciamo con il dire che le imprese italiane spendono ogni anno in formazione “tradizionale” non meno di 4,6 miliardi di euro. Da questa cifra il peso delle tecnologie on line è di un terzo di tale ammontare anche se il suo livello di crescita previsionale si aggira sul 6% per anno. Per Gianni Ruffiano, direttore del Learning Services di Ibm occorre capire cosa si vuol dare e chi si dà questa forma di apprendimento. Se intendiamo operare con successo è necessario concepire un metodo d’integrazione con lo studio tradizionale in aula. Si deve, in pratica, prevedere la presenza di un tutor online che attraverso chat e webcam in viva voce sia disponibile per l’assistenza personale. Nello stesso tempo occorre riservare la massima attenzione ai contenuti e all’insegnamento mirato per favorire l’interesse dei discenti e portarli a concreti risultati qualitativi. L’ultimo dei metodi di e-learning adottati è il by doing cioè imparare strada facendo. Il sistema è progettato dall’americana Skill soft ed è proposto in Italia da Individual training. Occorre quindi che chi sceglie una forma di apprendimento non tradizionale sappia valutare con attenzione gli aspetti più qualificanti del sistema e sappia farne un uso adeguato per raggiungere gli obiettivi che si prefigge.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banca del Veneziano cambia sede

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 novembre 2009

Banca del Veneziano cambia la prima delle tre sedi a Venezia centro storico e si trasferisce dall’agenzia in calle dei Fuseri in una nuova a calle della Frezzeria (San Marco 1732), rimanendo comunque nel cuore della città e a poca distanza dalla precedente sede.  Lo spostamento dalla prima storica filiale veneziana inaugurata nel 2006 è stato deciso in seguito alla presenza di barriere architettoniche non eliminabili e che non consentivano agli utenti un accesso agevole alla filiale e agli uffici ubicati al primo piano.  Con la nuova agenzia migliora dunque il servizio ai clienti veneziani che continueranno ad usufruire dei vantaggi del credito cooperativo e della professionalità del personale di Banca del Veneziano nelle tre agenzie di Venezia. Oltre a quella “nuova” in calle della Fezzeria sono infatti operative anche le filiali in campo San Barnaba (Dorsoduro 2773) e in Riva Sette Martiri (Castello 1636).

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Europa dei pellegrini, la Via Francigena

Posted by fidest press agency su sabato, 14 novembre 2009

Pagine da sfogliare e da assaporare, fotografie che suggeriscono itinerari speciali, angoli d’Europa familiari e nello stesso tempo lontani dalle mete del turismo di massa: sono gli ingredienti che rendono unica la rivista del Grande Itinerario Culturale Europeo, organo ufficiale dell’Associazione Europea delle Vie Francigene. Un’iniziativa editoriale semestrale dello Studio Guidotti di Fornovo Taro, che viene stampata in italiano e in inglese e che in ogni numero promuove luoghi, itinerari, progetti culturali legati alla Francigena, l’antico cammino tracciato dal vescovo Sigeric di ritorno da Roma verso Canterbury, nel 990. Fino al 1995 il suo nome era Corriere Romeo, poi trasformato in Via Francigena, dal taglio più internazionale. Il percorso del pellegrino, le tappe la cui distanza si misurava non in chilometri ma in base alle cappelle, alle chiese, ai borghi di sosta disseminati lungo il sentiero. Una filosofia che ora sta tornando di attualità, grazie alla riscoperta e alla messa in sicurezza del tracciato, e a una nuova sensibilità slow che spinge il viaggiatore a ricercare alternative al turismo tradizionale. E la rivista Via Francigena invita a scoprire indicazioni e suggerimenti per viaggiare nel cuore pulsante della strada dei pellegrini. Dal dicembre del 2008 la rivista ha ottenuto un finanziamento speciale da parte del Ministero Italiano per i Beni e le Attività Culturali. Un progetto di collaborazione che la rende strumento di comunicazione delle attività del Ministero sul tema degli itinerari storici, culturali e religiosi. Il numero del periodico semestrale in uscita a luglio è il primo a portare il “sigilllo” del Ministero, segnando un ottimo traguardo per il lavoro svolto in questi anni dall’Associazione Europea delle Vie Francigene. Ogni numero della rivista è dedicato ad un tratto, ad un’area ad un’emergenza culturale, e la esplora a tutto tondo. Dai monumenti al paesaggio, passando per l’enogastronomia, la rivista esplora il territorio con partecipe emozione, regalando l’entusiasmo per partire alla scoperte della strada di Sigeric. Perché il turismo culturale unisce, mettendo in primo piano i tratti comuni di una cultura europea che è comune da secoli, e merita di essere riscoperta. Il prossimo numero della rivista sarà presentato il 9 dicembre 2009 nella sede di rappresentanza del Governo del Granducato di Lussemburgo a Bruxelles. http://www.viafrancigena.eu

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La distanza da A a A

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 ottobre 2009

ruizRoma, Giovedì 29 ottobre 2009 ore 18.00 Viale Trinità dei Monti, 1 Accademia di Francia Villa Medici Sala Cinema Michel Piccoli incontro con  Francisco Ruiz de Infante a cura di Valentina Valentini.. Curato da Valentina Valentini, e in collaborazione con il dipartimento di Arti e Scienze dello Spettacolo dell’Università La Sapienza di Roma, l’incontro si propone di ricostruire una serie di installazioni attraverso le immagini che le documentano, per rappresentare il percorso artistico di Ruiz De Infante dagli anni ’80 a oggi, un percorso in cui arti plastiche, architettura dello spazio, drammaturgia sonora e musicale, relazione con lo spettatore e media audiovisivi compongono una complessa stratificazione percettiva. Un pomeriggio dedicato alla videoarte, agli artisti che utilizzano il video come mezzo espressivo e alle opere che sperimentano i dispositivi specifici delle tecnologie elettroniche e digitali.(ruiz)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »