Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘divergenze’

Divergenze emergenti: la Cina affossa le performance?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 settembre 2021

A cura di Richard Flax, Chief Investment Officer Moneyfarm. L’estate volge al termine e l’attenzione degli investitori è focalizzata sui mesi che ci separano dalla fine dell’anno per capire se saranno in continuità con un inizio stellare o se, in qualche modo, la rincorsa dei mercati è destinata a rallentare o, addirittura, a cambiare traiettoria. Sul fronte azionario i paesi emergenti (linea nera) dopo un inizio anno promettente – a metà febbraio avevano fatto segnare un +12% – hanno sottoperformato i mercati sviluppati (linea viola) facendo registrare una performance negativa nel mese di agosto. La situazione cinese ha influito negativamente sul comparto. Si veda in blu il dettaglio della performance degli emergenti esclusa la Cina, più in linea con le performance azionarie generali. La domanda da porsi è se i recenti cali abbiano aperto delle possibilità lato valutazioni. I prezzi sono relativamente bassi in questo momento e ciò potrebbe rappresentare un’opportunità: da un lato l’investitore deve valutare se lo sconto è tale da compensare l’effetto dell’incertezza politica sul contesto di mercato e, dall’altro, se i fondamentali e la crescita delle aziende potrebbero essere compromessi.Stiamo vivendo una fase di transizione dell’economia globale, per certi versi unica: da una parte una ripresa molto forte ma diseguale, dall’altra la pandemia, che continua ad avere strascichi nonostante il rallentamento delle restrizioni. Questa situazione porta l’economia globale ad avere delle peculiarità che, ci sentiamo di dire, difficilmente si sono presentate tutte insieme in passato e che danno l’idea di trovarsi in un contesto in cui la globalizzazione si è inceppata. Carenza di camionisti, traffico marittimo in tilt, mancanza di semiconduttori, chiusure localizzate in Asia dovute alla variante Delta, tariffe per i container alle stelle sono gli indizi che i canali del commercio globale stanno attraversando un periodo turbolento. Tutti questi fattori si traducono in prezzi più alti per i consumatori finali, un effetto che dovrebbe rivelarsi temporaneo secondo le banche centrali. Il mercato del lavoro rimane per ora il mistero economico più affascinante degli ultimi mesi. Anche nei paesi dove i sussidi sociali si sono esauriti, la carenza di manodopera continua a esercitare pressioni al ribasso sull’offerta, limitando in qualche modo la ripresa economica. Si guardi, a titolo di esempio, alla curva della partecipazione al mercato del lavoro negli Stati Uniti che è rimasta sostanzialmente piatta negli ultimi mesi.Ecco, quindi, che vediamo gli inventari delle imprese ai minimi, i prezzi alla produzione salire e l’outlook economico farsi più incerto. Se rimane indubbia la ripresa forte della domanda, è ora l’offerta ad essere impreparata, e questo apre ulteriori spunti di riflessione sull’inflazione. Per il momento prevale l’ottimismo. L’idea è che con il normalizzarsi del mercato del lavoro e con il procedere delle campagne vaccinali anche in Asia, i nodi inizieranno a sciogliersi e la crescita economica rimarrà sostenuta anche nel 2022. I colli di bottiglia che sono alla base dell’aumento dei prezzi di molti beni hanno poco a che fare con la politica monetaria: aumentare i tassi di interesse non aiuterebbe a risolvere queste situazioni e pertanto non sarebbe in questo momento una scelta politica efficace.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Lobbying e processi democratici. Divergenze e congiunture”

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 Maggio 2012

 

Salerno

Salerno (Photo credit: Wikipedia)

Salerno 29 maggio presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Salerno la lezione su “Lobbying e processi democratici. Divergenze e congiunture” Ne discutono Gianfranco Macrì e l’autore di “Lobbying & lobbismi. Le regole del gioco in una democrazia reale” Gianluca Sgueo. Come si possono conciliare una democrazia partecipativa, in cui tutti i cittadini hanno la possibilità di influenzare le decisioni pubbliche, con un sistema di lobby, in cui sono le multinazionali a influenzare le scelte della politica? Esiste un lobbying trasparente? Chi sono i lobbisti in Italia? Saranno questi alcuni dei temi del dibattito organizzato a Salerno per martedì 29 Maggio alle ore 9 presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Salerno, Aula SP/4. Il dibattito sarà l’occasione per la presentazione di “Lobbying & lobbismi. Le regole del gioco in una democrazia reale”, il nuovo libro del Coordinatore dei rapporti con il cittadino, sito web e flussi informativi della Presidenza del Consiglio dei Ministri Gianluca Sgueo, edito da Egea. L’autore discuterà della possibilità che democrazia partecipativa e lobbying interagiscano per creare un sistema pubblico più efficiente e trasparente. Nel corso della lezione verranno discusse alcune recenti iniziative del governo, tra cui la consultazione pubblica sulla spending review.
Le cronache degli ultimi anni in Italia, il caso Bisignani, ultimo in ordine di tempo, e l’opposizione alle proposte di liberalizzazioni avanzate dal governo Monti, hanno rafforzato le connotazione negative associate alle lobby, viste come raggruppamenti di affaristi, difensori di caste e faccendieri. Nel suo volume Lobbying & lobbismi. Le regole del gioco in una democrazia reale (Egea 2011, 263 pagg., 24 euro) Gianluca Sgueo mostra invece come fare lobbying può essere un’attività trasparente e regolamentata con un ruolo fondamentale per il buon funzionamento della democrazia e dell’economia, disegnando le linee guide per favorire in Italia una crescita culturale nei confronti del lobbying e instaurare un sistema efficace e funzionale.
Come sostiene infatti nella sua prefazione Giuseppe Mazzei, direttore dei Rapporti istituzionali del Gruppo Allianz, in Italia permane “la congiura dell’ignoranza…dove la parola lobby è usata quasi sempre a sproposito come sinonimo di attività illecite o traffici immorali.” Mentre invece “il lobbismo corretto e ben regolamentato è un elemento cruciale per migliorare la competitività del sistema imprenditoriale e in genere del sistema democratico”.
Nel volume infatti Sgueo illustra in maniera vivace e dettagliata la funzione dei lobbisti in una democrazia contemporanea, funzione che fa parte del meccanismo che favorisce una democrazia partecipativa in cui viene incentivato il coinvolgimento dei cittadini nell’assunzione delle decisioni. Il fenomeno viene così fotografato, con esempi tratti sovente dal mondo anglosassone, illustrando i benefici ma anche i problemi senza timore di sottolineare aspetti e esempi negativi. Benefici che in termini di ritorno economico sono stati valutati dalla University of Kansas in uno studio che ha preso in considerazione un’attività di lobbying di 300 milioni di dollari che ha avuto un ritorno di 220 volte il capitale investito. (2012) pp. 264 Egea € 20,40 (formato cartaceo); € 13,99 (formato e-pub)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Pd: con Vendola divergenze profonde

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 dicembre 2010

“Stavolta è il PD che dà le carte. Ed è esattamente questo che a Vendola non va giù. Per mesi si è illuso di dettare le regole del gioco. Oggi, con la sua reazione piccata, non ha fatto altro che svelare il proprio nervosismo e dimostrare come la pensa davvero e quanto profonde siano le divergenze tra noi. Vendola vuole un’alleanza solo tra PD, IDV e SEL. Noi no. Vendola pensa che i nostri elettori abbiano dimenticato chi fu a minare la stabilità dei governi Prodi. Noi imputiamo alla sinistra radicale e comunista, di cui il governatore è dagli anni Settanta militante e dirigente, buona parte della responsabilità della fine di quei governi riformisti.  Vendola è ossessionato dalle primarie. Noi le vogliamo per i parlamentari ma ribadiamo che  nello statuto del PD non sono previste quelle per la premiership. Noi con le primarie e un Congresso abbiamo eletto il nostro leader, Bersani. E con Bersani il nostro obiettivo prioritario deve essere quello di evitare il ripetersi dello scenario del ’94, quando, divisi in 3 poli, consegnammo Palazzo Chigi a Berlusconi. Il PD oggi sta finalmente dimostrando di volere essere il catalizzatore di un polo riformista e moderato, un partito in grado di ‘costruire’ la società del futuro senza lasciarsi sedurre dalle sirene del populismo dei partiti personalistici, di destra e di sinistra indistintamente”. Così il senatore del PD, Marco Stradiotto.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inconro Brunetta-Rdb P.A.

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 dicembre 2009

“Siamo tornati a parlarci e non è poco, anche se, ovviamente, su alcune questioni le differenze persistono”, così Pierpaolo Leonardi, Coordinatore nazionale della RdB, al termine dell’incontro avuto questa mattina con il Ministro Brunetta. “Il calendario prospettato dal Ministro è coerente con il decreto Brunetta e probabilmente consentirà in tempi ragionevoli di definire  i nuovi comparti e avviare le procedure contrattuali. Ovviamente senza risorse parlare di contratti è pleonastico, e la RdB ha chiesto anche soldi freschi per la produttività”.  “Sulla nuova ARAN e sulle relazioni sindacali – prosegue Leonardi – abbiamo sostenuto, trovando consenso, la necessità di restituire trasparenza  alle procedure di verifica della rappresentatività, invitando il Ministro a prevedere sanzioni per quelle pubbliche amministrazioni che non ottemperino nei tempi dovuti all’invio dei dati riguardanti gli iscritti alle organizzazioni sindacali, adempimento fondamentale per definire la rappresentatività e, quindi, chi siederà ai prossimi tavoli negoziali”.“L’incontro si è concluso con la nostra richiesta al Ministro Brunetta ad interessarsi della vicenda dei precari ISPRA, su cui abbiamo registrato una positiva disponibilità. Ovviamente – conclude Leonardi – aspettiamo gli atti concreti conseguenti”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

I difetti di comunicazione

Posted by fidest press agency su martedì, 15 settembre 2009

Se non riusciamo a convincere gli altri di quella verità di cui ci sentiamo portatori e profeti, siamo soliti affermare che il tutto dipenda da un difetto di comunicazione. Ma dovremmo anche chiederci qual è il tratto distintivo tra comunicare e trasmettere. La radio, la televisione, il cinema, la rete trasmettono migliaia di ore di messaggi ogni giorno ma essi possono anche ignorare il mondo se parlano solo di se stessi, del loro unico interesse che è quello di far restare con loro il pubblico. C’è una scienza, la memetica, che sostiene come le idee si trasmettono come i virus e vi anche chi trae da essa un insegnamento che lo porta a lanciare messaggi subliminali. Ma se tale contesto lo utilizziamo per fagocitare ogni pensiero divergente o per giustificare la presenza di uno sponsor, noi rendiamo, in pratica un cattivo servizio alla comunicazione che dovrebbe andare nella direzione di percepire l’altro come un valore, una diversità che deve essere in parte condivisa. Si pensi al rapporto uomo-donna, genitore-figlio. Bianco-nero, occidentale-orientale, cristiano-musulmano. Essi sono altrettante realtà in quanto diverse, però devono avere un elemento di comunicazione e forse più degli altri mezzi è proprio Internet a riuscire meglio a trasmetterli. Ma questo come gli altri modi di comunicare sono possibili se sono in grado di creare momenti di incontro dinamici, di paesaggi mentali condivisi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »