Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘diversamente’

Diversamente politici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 marzo 2018

Scriveva Rosario Amico Roxas: “Non basta il voto degli elettori per fare di persone dotate di buona volontà anche dei buoni politici. La loro vocazione di servire la democrazia si scontra frontalmente con l’imposizione del capo che non tratta, non discute, non collabora, e non permette che si possa trattare, discutere, collaborare. Una filippica che Rosario aveva, nel 2013, rivolta ai grillini e che oggi “stranamente a dirsi” si può rivolgere al PD.
E’ a mio avviso un argomentare interessante e condivisibile se non vi fosse un ma. Ebbi già modo nel 2013 di parlare del Movimento Cinque stelle e vi intravidi la possibilità che potesse funzionare da grimaldello per aprire la porta e farvi entrare aria nuova. Aggiunsi, tuttavia, che per essere completo il successo il movimento avrebbe dovuto ottenere almeno il 36% dei consensi. Non è stato così allora è non lo è oggi con il suo 32%. Me ne rammarico perché lo schiaffo ricevuto dai partiti non è stato da KO e ora cercano di correre ai ripari adottando i soliti sistemi di corruzione, di seduzione, di disinformazione. Per quanto si possa dire male di Di Maio egli è stato il solo capace di renderci consapevoli di quello che siamo e che potremmo non essere se solo lo volessimo. Qui parliamo di un terzo, o più, degli italiani che ha votato la coalizione ispirata e voluta da Berlusconi completamente dimentichi di ciò che è stato e continua a essere e dei danni che ha provocato con i suoi Governi. Qui parliamo di un altro quarto degli italiani, o giù di lì, che ha votato il Pd dimentico che è stato il partito responsabile dell’ascesa di Berlusconi, di averlo favorito non affrontando la legge sul conflitto d’interessi e sui tanti processi che se non hanno avuto la loro naturale conclusione lo si deve alle diverse leggi ad personam che gli hanno permesso di stravolgere il sistema giudiziario italiano. Non dimentichiamo, inoltre, che il PD durante tutta la recente campagna elettorale, come lo è stato nel 2013, ha mostrato poca propensione ad “aggredire” l’area del centro-destra. Questa volta, al gioco a due tra il politico buono (leggasi Berlusconi) e il politico castigamatti Salvini la risposta è stata sterile e poco convinta. Si percepiva quasi la voglia di favorire Berlusconi e di portarlo a governare di nuovo il paese come se nulla fosse e in subordine alla riesumazione del patto del Nazareno. E ora ci meravigliamo che almeno una parte degli italiani abbia avuto la consapevolezza che esisteva ed esiste una sola forza capace di spezzare questi inciuci e d’offrire agli italiani un’alternativa scompaginando gli orditi di palazzo oltre alla speranza di un ravvedimento di Salvini e dei leghisti? Per quanto possa sembrare surreale a taluni il successo, sia pure non assoluto dei grillini, esso è diventato la sola e unica speranza degli italiani, di quelli, per intenderci, come Rosario, che credono nei valori della democrazia, della giustizia e della libertà. Vi è forse un’alternativa diversa? Non credo sic stantibus rebus. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pensare diversamente

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 marzo 2012

Borghetto Borbera 17 e 18 marzo 2012 Mostra fotografica “No Ears” di Max De Martino, incontro pubblico e dibattito con percorso nei sapori asiatici. Iniziativa realizzata in collaborazione con il Comune di Borghetto Borbera.
Sabato 17 marzo, partendo in mattinata con un incontro per le scuole medie di Vignole Borbera, inizierà il fine settimana dedicato a Tiziano Terzani. Il confronto con i ragazzi sarà incentrato sull’uomo, lo scrittore, i principi che lo hanno animato e i luoghi dei suoi libri e sarà moderato dal curatore del suo sito ufficiale http://www.tizianoterzani.com, Max De Martino. Il programma proseguirà nel pomeriggio con l’inaugurazione della mostra fotografica “No Ears”, alle ore 17:00, presso l’edificio polifunzionale di via Roma, a Borghetto Borbera. L’esposizione è una riflessione del fotografo Max De Martino sul silenzio, sulla pace e sui temi di Tiziano Terzani. L’ingresso alla mostra è libero e aperto a tutti.
Alle 18:00, sempre presso lo spazio espositivo, si terrà invece l’incontro pubblico “Pensare Diversamente”. Un dibattito con ospiti e giornalisti particolarmente legati al tema e al personaggio, un momento per approfondire i temi e le suggestioni della mostra, mescolare le immagini e i riferimenti dei libri di Tiziano Terzani con la ricerca di luoghi che possano ispirare pace e silenzio, come la Val Borbera. L’importanza di un luogo che, nel terzo millennio, possa lasciare libera la nostra parte interiore più ignorata e dimenticata. Luoghi che, pur geograficamente lontani, possono avere sintonie e parallelismi dall’Asia all’appennino Ligure. Ospiti: Max De Martino (fotografo)
Alberto Pastanella (giornalista Mediaset)
Francesca Baraghini (giornalista PrimoCanale)
Massimo Martina (chef e viaggiatore)
Cristina Rodocanachi (medico)
Giovanni Moro (studente e giovane scrittore)
Ivana Bailo (vice-Sindaco Borghetto)
Alle 20:00 la serata proseguirà nella discussione con un itinerario goloso fra i sapori asiatici, ispirato dai viaggi e le letture di Tiziano Terzani, sapori che lo chef Massimo Martina ha potuto sperimentare durante i suoi viaggi di promozione culinaria a Singapore e Kuala Lumpur, in Malesia. Appuntamento quindi (su prenotazione) al vicino Ristorante “Il Fiorile” di Borghetto Borbera, frazione Castel de Ratti (ndr. costo della cena degustazione 30,00 euro).
Questa sarà solo la prima di una serie di presentazioni letterarie e di vari eventi e incontri, per conoscere il programma e le novità rimandiamo alla pagina Facebook de Il Fiorile. La mostra fotografica sarà visitabile anche domenica 18 Marzo dalle ore 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00. L’ingresso è sempre libero.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I diversamente abili in Sicilia

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 ottobre 2010

La Prof. Maria Vitale Merlo Il Segretario Provinciale rende noto: “Il Sindacato SFIDA si era illuso che, con l’atto stragiudiziale inoltrato all’inizio di agosto al Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale e con l’intervento in Commissione Cultura  presso l’Assemblea Regionale Siciliana, quest’anno le famiglie che hanno dei figli con disabilità avrebbero vissuto un anno scolastico sereno  e fruttuoso, invece l’arroganza e l’ottusità dimostrate dall’Ufficio Scolastico Regionale, ha costretto di nuovo SFIDA a predisporre, tramite il proprio legale, avv. Nuccia Torre, i ricorsi al TAR per il reintegro delle ore di sostegno e per tutelare il diritto allo studio;   diritto che, purtroppo,  viene leso anche quando vengono assegnate tutte le ore richieste.  Questo, ciò che sta accadendo ad un alunno iscritto alle classe I del Liceo Scientifico “Caminiti” di Santa Teresa di Riva, sezione staccata di Giardini, affetto da una grave forma di autismo con iperattività. La patologia che l’alunno presenta richiede sì una figura altamente specializzata ma anche con delle caratteristiche fisiche integre, in modo da “contenere” l’iperattività dell’alunno. Purtroppo si è verificato che i soggetti coinvolti (alunno- professore) siano incompatibili in quanto anche il professore presenta una patologia: è “ipovedente”. La famiglia, conoscendo bene le “reazioni impulsive” del proprio figlio, preoccupata per le conseguenze che tali comportamenti potrebbero causare, ha esternato i propri timori agli organi scolastici, non avendo ottenuto alcuna risposta alle problematiche esposte si è rivolta al Sindacato SFIDA. Il Sindacato ha cercato il dialogo con le istituzioni preposte (Scuola- Ufficio Scolastico Provinciale di Messina – Unione Italiana Ciechi sezione di Messina) per trovare insieme delle soluzioni compatibili volte sia alla tutela dell’alunno che del docente. Gli atteggiamenti alquanto discutibili,  scaricabarile, silenzi, rifiuto al confronto, hanno determinato solo un disagio e un grave danno allo studente che, per ovvi motivi, rimane a casa. Dinnanzi ad un simile comportamento, la famiglia, suo malgrado, ha presentato un atto di  diffida al Dirigente Scolastico, al Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Messina, all’Ufficio Scolastico Regionale, tramite l’avvocato del Sindacato SFIDA. A tutt’oggi chi è preposto a dover dare risposte e trovare soluzioni  “TACE”, a pagare, ancora una volta, sono la famiglia e l’alunno. SFIDA chiede che le figure coinvolte dimostrino senso di responsabilità e apertura “mentale” alle problematiche della disabilità; perché si evitino contrasti che minano la serenità dei rapporti scuola- famiglia ed evitino contenziosi giudiziari. SFIDA denuncia l’incoerenza della nostra Società che da una parte si dà delle regole per affermare dei diritti inviolabili, dall’altra parte, gli organi preposti li negano”.

Posted in Università/University, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Informatica per i diversamente abili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 settembre 2010

«Alfabetizzazione informatica con tanto di pc touch screen, speciali software dedicati al personale con disabilità, preparazione per la patente europea del computer  ECDL, formazione a distanza. Al Comune di Roma prendono il via quattro progetti rivolti ai dipendenti diversamente abili con l’obiettivo di integrare queste risorse all’interno del percorso in atto di digitalizzazione del Comune di Roma». E’ quanto dichiara, in una nota, l’assessore alle Risorse umane, Enrico Cavallari. «I quattro progetti, finanziati dalla Regione Lazio – Assessorato al Lavoro e Formazione – Dipartimento Sociale, coinvolgeranno 175 dipendenti capitolini con handicap sia psichici che fisici i quali verranno selezionati su una base di partecipazione volontaria. All’interno dei servizi, insieme all’insegnamento dell’informatica, il Campidoglio offrirà anche attività di supporto personalizzato sperimentando orari flessibili di lavoro e forme di occupazione a distanza, oltre ad analizzare i bisogni dei singoli dipendenti, a fare un bilancio delle loro competenze e a svolgere attività di orientamento» aggiunge Cavallari.  «L’obiettivo di questi progetti – prosegue Cavallari – è duplice. Da un lato l’amministrazione comunale intende monitorare le esigenze individuali, le aspettative e le capacità dei dipendenti più deboli, fornendo loro competenze aggiuntive e la giusta collocazione in pianta organica, valorizzando così la professionalità di ognuno. Dall’altro, si vuole portare avanti il processo di massima integrazione attraverso l’inserimento di queste risorse nel percorso di digitalizzazione della pubblica amministrazione, un settore ricco di stimoli e novità, nonché fondamentale per rendere la macchina capitolina più efficiente nell’erogazione dei servizi al cittadino e pronta ad affrontare le sfide di una società in rapidissima evoluzione».     «Tutto ciò si inserisce all’interno di un programma più ampio rivolto alla disabilità che ha già visto Roma come il primo comune d’Europa a sperimentare l’insegnamento della Lingua dei segni alla Polizia Municipale, nonché ad avviare il progetto “We care” a favore dei dipendenti diversamente abili o in temporaneo svantaggio» conclude Cavallari.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »