Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘domestiche’

Aggressioni tra le mura domestiche

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 aprile 2020

Quando le porte di casa restano chiuse, le conseguenze più gravi le paga chi è costretto a convivere con il proprio aguzzino, donne e bambini ostaggi di uomini violenti. È ancora presto per avere dati strutturati, ma quel che si teme è che le misure di distanziamento sociale imposte dalla pandemia di Covid-19 siano all’origine di un deciso aumento delle violenze tra le mura domestiche.Chi ci è passato prima di noi, la Cina, ora ha dei numeri per dimostrarlo. Nello Hubei i dati parlano di un raddoppio degli abusi tra le mura di casa dall’inizio della quarantena. Secondo fonti locali, nel solo mese di febbraio la stazione di polizia nella contea di Jianli ha ricevuto 162 segnalazioni di violenze domestiche, il triplo dei 47 casi denunciati nello stesso mese del 2019. Il fenomeno è talmente preoccupante che anche Papa Francesco, nei giorni scorsi, ha sentito la necessità di riportare l’attenzione su di esso, mentre 21 leader mondiali, riuniti nella Global Partnership “End Violence Against Children”, hanno chiesto pubblicamente uno sforzo collettivo e urgente a contrasto della violenza domestica nell’emergenza della pandemia da Covid-19. La quarantena infatti non può che peggiorare la condizione di donne e bambini costretti a convivere con un uomo aggressivo, non solo per la convivenza continua e forzata, ma anche perché l’ansia del momento, la paura del futuro, la crisi economica che l’epidemia sta inasprendo sono ulteriori detonatori della violenza tra le mura di casa. Ad aggravare la situazione, la maggior parte dei centri anti-violenza in Italia ha dovuto limitare i servizi: solo colloqui telefonici, nessun incontro di persona, nessun nuovo ingresso, anche se l’ultimo Decreto dice testualmente che “Le donne vittime di violenza e stalking non devono sentirsi sole e possono chiamare per aiuto e assistenza il numero gratuito 1522, attivo 24 h su 24. Inoltre gli episodi di violenza determinano una situazione di “necessità” che autorizza lo spostamento delle donne per raggiungere il centro antiviolenza, come previsto dal decreto dell’11 marzo”. SOS Villaggi dei Bambini è da anni in prima linea e anche davanti a questa emergenza sanitaria è attiva per offrire sostegno alle donne vittime di maltrattamenti, abusi e violenze, e ai loro figli. Sono le donne sostenute dal Programma Mamma e Bambino, che nel 2019 ha accolto 60 nuclei per un totale di 145 mamme e bambini. Il Programma mira a mettere in sicurezza madri e figli, evitando loro una separazione drammatica e traumatica specie in un momento così difficile come quello che stiamo vivendo a causa dell’emergenza sanitaria in corso. Il progetto si concretizza all’interno dei Villaggi SOS in Italia e nel Programma di affido familiare interculturale di Torino e prevede numerose attività per il rafforzamento delle capacità genitoriali, dal supporto psicoterapeutico alla mediazione familiare, dal sostegno al ruolo genitoriale ai percorsi di formazione, lavoro e autonomia abitativa, mentre per i più piccoli si concentra su attività di protezione e cura, nonché di supporto psicologico perché il bambino torni a riacquisire la dimensione di spensieratezza a cui ha diritto.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »